Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Alternativ@Mente Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Alternativ@Mente Wed, 27 Jan 2021 05:52:27 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/5919/1 ITALIA NOSTRA sezione CASTELLI ROMANI e Partito Comunista presentano le OSSERVAZIONI al PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI Sun, 14 Jun 2020 23:43:15 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/645125.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/645125.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente Chiedo gentilmente di pubblicare il seguente comunicato. Grazie. Enrico Del Vescovo ( presidente della sezione Castelli Romani di Italia Nostra ).


Italia Nostra sezione Castelli Romani e Partito Comunista presentano le osservazioni al Piano regionale di gestione dei rifiuti del Lazio.

UN PIANO INADEGUATO, CONTRADDITTORIO E PERSINO ANTIECOLOGICO PERCHE’ ANCORA BASATO SU DISCARICHE, INCENERITORI E IMPIANTI A BIOGAS/BIOMETANO.

UN PIANO CHE IGNORA L’INTERDITTIVA ANTIMAFIA E CONSOLIDA LA GESTIONE “MONOPOLISTICA” DEI RIFIUTI NELLA CAPITALE.

UN PIANO ANTIECOLOGICO PERCHE’ RIAPRE L’IMPIANTO DI TMB E LA DISCARICA DI ALBANO E RIDUCE COLLEFERRO E LA VALLE DEL SACCO A PATTUMIERA DEL LAZIO.

LA PROPOSTA DI UNA GESTIONE INTERAMENTE PUBBLICA DEL CICLO DEI RIFIUTI.

La raccolta differenziata dei rifiuti urbani, in particolare quella attuata attraverso il metodo “porta a porta”, rappresenta la base necessaria per la realizzazione di una “economia circolare” che contraddistingue un modello di sviluppo sostenibile, condizione necessaria per la tutela del nostro territorio e, più in generale, del nostro stesso pianeta.

La raccolta differenziata infatti è il presupposto fondamentale per il riciclo e recupero dei materiali, consentendo quindi di evitare il conferimento dei rifiuti in discarica, così come il loro incenerimento nei termovalorizzatori, salvaguardando pertanto la tutela del territorio, evitando il ricorso alle discariche, rispettando l’integrità del paesaggio e la salubrità dell’aria.

Nel corso degli ultimi 8 anni si rileva come quasi tutti i comuni della regione come, in particolare, nei Castelli Romani, abbiano compiuto un progresso significativo nella direzione della raccolta differenziata. Occorre constatare, infatti, come la raccolta differenziata nel complesso dei comuni dell’area dei Castelli Romani, nel 2018, abbia sfiorato il 60% (59,3% - fonte dati ISPRA) mostrando un risultato certo incoraggiante, seppure fatta eccezione per il comune di Nemi, dove la raccolta differenziata “segna ancora il passo”.

Diversa appare invece la situazione per il comune di Roma dove la raccolta differenziata, sebbene nel corso degli anni abbia registrato un incremento graduale, tuttavia nel 2018 risultava ancora del 42,9 % (fonte: Rapporto Rifiuti Urbani edizioni 2019, ISPRA pag. 49). Il peggiore andamento della raccolta differenziata nella capitale rispetto al resto della regione si riflette inevitabilmente anche sulla percentuale su scala provinciale, con il 47,5%, e regionale con il 47,78%, percentuali che, escludendo Roma, risulterebbero decisamente più elevate. Infatti, se si considerassero i comuni dell’intera provincia di Roma, escludendo il comune di Roma, si otterrebbe per il 2018 una raccolta differenziata del 56% (elaborazioni su dati ISPRA).

Occorre inoltre notare che la quantità autorizzata per il complesso degli impianti TMB di trattamento meccanico biologico della regione Lazio, pari a circa 1.900.000 tonnellate (che lavorano per l’88% proprio i rifiuti indifferenziati), supera nettamente la quantità di rifiuti suddetti, che è di circa 1.580.000 tonnellate. In particolare nell’area dei Castelli Romani la quantità prodotta localmente di indifferenziata sarebbe di circa 60.000 tonnellate  cioè una quantità che, verosimilmente, sarebbe troppo esigua per giustificare la riapertura dell’impianto TMB di Albano, il quale avrebbe una capacità di 183.000 tonnellate e quindi come vero scopo avrebbe quello di trattare l’indifferenziata ed altri scarti provenienti da altre aree, ovvero soprattutto da Roma, mentre la capacità complessiva degli impianti in regione già sarebbe  sufficiente per rispondere alle esigenze dal punto di vista quantitativo rendendo quindi non necessario l’impianto di Albano.

Occorre rilevare, inoltre, che la stessa riapertura dell’impianto di TMB di Albano è avversata dalla cittadinanza locale ed è oggetto di impugnazione giudiziaria da parte dell’amministrazione comunale stessa e di associazioni e comitati locali. La presenza di un impianto TMB in loco e della stessa discarica presso la località Roncigliano ha certamente un impatto deleterio sulla attività agricola che caratterizza quel territorio con contaminazioni nocive anche della falda acquifera, già da tempo in condizioni critiche di inquinamento (vedi presenza di arsenico e metalli pesanti rinvenuti nel corso del tempo). Si rileva infatti come un settimo invaso quale discarica rappresenti la prosecuzione nella direzione della grave devastazione ambientale già in atto da molti anni di quel territorio. A questo proposito, occorre pure ricordare come a novembre scorso, dopo una pausa di due anni nei controlli, l’Arpa abbia certificato, esaminando 4 pozzi, l’ennesima presenza di 1,2-dicloro-propano nel pozzo F1B, circa il triplo della concentrazione limite ammessa, a riprova del fenomeno di inquinamento testé citato.

In sostanza il potenziamento della raccolta differenziata, soprattutto nel comune di Roma, e della connessa filiera del riciclo dei materiali, è la via ottimale per evitare l’uso di discariche e la riapertura degli impianti di TMB ora in disuso.

Per le ragioni suddette si ritiene e si chiede che la regione debba intervenire per evitare la riapertura dell’impianto di TMB ad Albano e l’uso del settimo invaso della discarica, attuando ogni provvedimento necessario per la bonifica del territorio.

Di seguito sono riportate le osservazioni presentate da Italia Nostra sezione dei Castelli Romani e Partito Comunista del Lazio.

======================

Osservazione n° 1: La Regione Lazio confina anche con il Molise.

Purtroppo la giunta regionale ha dimenticato questo importante dettaglio.

======================

Osservazione n° 2: nella Capitale, al centro della gestione dei rifiuti, c’è sempre il monopolio di Manlio Cerroni, soggetto ad “interdittiva antimafia”.

L’Agenzia Garante della Concorrenza e del Mercato, denominata anche Antitrust, ha evidenziato che “la Provincia di Roma è stata caratterizzata in passato dal monopolio di fatto di un unico gestore per il trattamento e smaltimento del rifiuto indifferenziato e l’esigenza di rafforzare il ruolo pubblico nel settore della gestione dei rifiuti urbani”.

Nel “Piano regionale di gestione dei rifiuti” non viene mai evidenziato che pende una “interdittiva antimafia” che dovrebbe escludere ogni rapporto tra le società di Cerroni e la pubblica amministrazione.

Considerando che l’interdittiva antimafia a carico delle società di Manlio Cerroni è stata confermata dal Consiglio di Stato e risulta ancora pendente, ci pare inammissibile che la proposta di “Piano regionale di gestione dei rifiuti” ignori tale circostanza.

Inoltre, nonostante l’interdittiva antimafia, il “Piano regionale di gestione dei rifiuti” conferma e potenzia il ruolo delle società di proprietà di Manlio Cerroni nella gestione dei rifiuti della Capitale e della provincia di Roma.

Dal “Piano regionale di gestione dei rifiuti” emerge che nel 2017 gli impianti di Manlio Cerroni (Malagrotta1 e Malagrotta2) hanno gestito la maggior parte dei rifiuti indifferenziati della capitale, lavorando quasi a pieno regime (anche al 90%), mentre gli altri impianti di Roma e del Lazio hanno lavorato generalmente di meno (anche solo il 50%).

Rispetto al 2017 la situazione oggi sarebbe cambiata, sempre a favore del “potente” Manlio Cerroni.

Infatti, gli uffici regionali in data 31 ottobre 2019 hanno concesso il rinnovo dell’AIA (Autorizzazione di Impatto Ambientale) all’impianto TMB di Albano, sempre del signor Manlio Cerroni, e pochi giorni dopo, l’11 dicembre 2019, l’impianto AMA di Via Salaria “non è in esercizio” a causa di un “misterioso” incendio.

A causa di questi eventi, Manlio Cerroni, soggetto ad “interdittiva antimafia”, vede aumentare fino al 74% il suo controllo della torta dell’indifferenziato della provincia di Roma.

È evidente che per ricostruire il monopolio completo nella gestione dei rifiuti nella provincia di Roma, Manlio Cerroni da anni chieda di poter riattivare il TMB di Guidonia, a oggi ancora sotto sequestro della magistratura per la violazione di alcuni vincoli archeologici.

In previsione di una riattivazione, il TMB di Guidonia è riportato fedelmente nella proposta di “Piano regionale di gestione dei rifiuti” con accanto la dicitura “Impianto non in esercizio”.

Il “Piano regionale di gestione dei rifiuti” è assolutamente sovradimensionato, in quanto la capacità complessiva degli impianti di TMB e di TM dell’ATO di Roma salirebbe nel 2022 a quasi 2.400.000 tonnellate l’anno, a fronte di un fabbisogno che potrebbe scendere progressivamente a 800.000 tonnellate l’anno.

In questa situazione di forte esubero di capacità complessiva, in data 31/10/2019 gli uffici della Regione Lazio autorizzano paradossalmente la ricostruzione dell’impianto TMB di Albano, di proprietà sempre di Manlio Cerroni.

In sintesi, nell’ATO della provincia di Roma sono sufficienti gli impianti pubblici dell’AMA e della Lazio Ambiente spa, e potrebbero essere finalmente cancellati tutti gli impianti privati di Cerroni (Malagrotta1, Malagrotta2, Albano, Guidonia), di “Porcarelli Gino & co” e della Ecosystem spa.

In definitiva, la vera scelta coraggiosa del piano rifiuti sarebbe quella di chiudere definitivamente con la gestione dei rifiuti in mano ai privati, puntando ad una intera gestione pubblica del ciclo dei rifiuti.

Solo in questo modo sarà possibile lanciare la raccolta differenziata nella Capitale, superare una arcaica gestione dei rifiuti basata su discariche ed inceneritori, sviluppando una vera economia circolare.

======================

Osservazione n° 3: Il “Piano Regionale di gestione dei rifiuti” non rispetta la “Strategia Rifiuti Zero”.

Nella proposta di “Piano regionale di gestione dei rifiuti” viene utilizzato impropriamente il termine “Strategia Rifiuti Zero”, accostandolo al concetto di recupero di energia.

Come precisato dal “Movimento Legge Rifiuti Zero per l’Economia Circolare”: “la “Strategia Rifiuti Zero” è un programma internazionale che da sempre di fatto esclude in linea di principio il “recupero di energia” dai propri obiettivi, essendo mirata di fatto al solo “recupero di materia” delle frazioni organiche attraverso il compostaggio aerobico ed il riciclaggio meccanico delle frazioni inorganiche”.

La costruzione e l’utilizzo di impianti di combustione di biogas, la sperimentazione della produzione di biogas da flussi di rifiuto trattati meccanicamente, la produzione di CSS (Combustile Solido Secondario) da bruciare nell’inceneritore di San Vittore, nei cementifici o in impianti non dedicati in sostituzione di combustibile a più alto contenuto di carbonio e/o più inquinanti (come carbone o pet-coke) sono tutti concetti da sempre osteggiati dalla “Strategia Rifiuti Zero”.

Purtroppo la proposta di “Piano regionale di gestione dei rifiuti” è fortemente basata sull’incenerimento, sugli impianti a biogas e sulle discariche.

Come precisato dal “Movimento Legge Rifiuti Zero per l’Economia Circolare”: “viene pertanto spacciata per “Strategia Rifiuti Zero” una scellerata scelta di continuare ad investire sulla “filiera dei rifiuti indifferenziati”, pur sacrificando a questo altare i due inceneritori di Colleferro che sia la Lazio Ambiente spa che AMA spa non sono riuscite neppure a svendere all’asta nel 2018 dato il noto stato di fatiscenza degli impianti di proprietà dei due enti pubblici”.

======================

Osservazione n° 4: La scelta degli impianti a biogas/biometano è sbagliata.

La proposta di “Piano regionale di gestione dei rifiuti” fa la scelta sbagliata degli impianti a biogas/biometano e della digestione anaerobica.

Per produrre biogas bisogna digerire gli scarti organici (da rifiuti urbani, scarti agricoli, agroindustriali, fanghi di depurazione etc.) in assenza d’aria (digestione anaerobica). In queste condizioni si producono inevitabilmente inquinanti gassosi, liquidi e solidi.

La digestione genera emissioni gassose nocive e non solo metano. Queste emissioni, per quanto ben controllate, finiscono in parte nell’aria che respiriamo e sono dannose per l’uomo e per l’ambiente (ammoniaca, idrogeno solforato, idrocarburi e gas minori).

La digestione produce sempre inquinanti liquidi (percolato) ricchi di sali e metalli pesanti. Il percolato può sviluppare gas tossici. E’ proprio ciò che è avvenuto nell’impianto Kyklos di Aprilia dove il 28 luglio 2014 due operai sono morti per le esalazioni di idrogeno solforato sprigionatosi dal percolato.

La digestione produce un residuo (digestato) che è un vero e proprio rifiuto, perché può contenere anch’esso sali e metalli pesanti, ma anche spore di batteri chiamati clostridi, pericolosissimi perché alcuni producono neurotossine in grado di mettere in pericolo la vita stessa di uomini e di animali che ne vengono contaminati.

La digestione produce danni anche se il digestato viene trasformato in concime organico perché trasferisce nei terreni gli stessi inquinanti contenuti nel digestato. Gli agricoltori che ne facessero uso sistematico ne ricavano danni alle colture. La Regione Emilia Romagna ha deciso di considerare le zone delle DOP “Parmigiano Reggiano” (D.A.L. 51/2011) non idonee agli impianti a biogas.

La verità è che produrre biogas e biometano dalle biomasse (da rifiuti urbani, scarti agricoli, agroindustriali, fanghi di depurazione etc.) è vantaggiosa solo per chi la progetta e per chi la gestisce.

======================

Osservazione n° 5: Colleferro e la Valle del Sacco ridotti a pattumiera del Lazio.

Nella proposta di “Piano regionale per la gestione dei rifiuti” si prevede a Colleferro un mega-impianto destinato a trattare 500.000 tonnellate l’anno di rifiuti provenienti da tutti i TMB di Roma e del Lazio (FOS + sovvalli secchi) - in palese contraddizione con la suddivisione del territorio regionale in 5 specifici ATO per rispondere al principio di autosufficienza e di prossimità - per produrre in uscita una grandissima quantità di FOS e di smaltimenti residuali (da inviare comunque nella discarica di Colleferro), un po’ di CSS (da inviare all’inceneritore di San Vittore o al cementificio di Colleferro), un po’ di biogas e una inezia di materie prime secondarie.

Trattasi, quindi, di un costosissimo ed inutile impianto TM che ritaglia per Colleferro e per la Valle del Sacco il ruolo di pattumiera di tutti gli impianti TMB di Roma e del Lazio.

Osservazione n° 6: Gli ambiti territoriali ottimali costruiscono un sistema di monopoli a livello provinciale

La proposta di “Piano regionale di gestione dei rifiuti” opera una suddivisione del territorio regionale in 5 ambiti territoriali ottimali, che corrispondono alle 5 province del Lazio (Roma, Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo).

L’unico risultato che si otterrebbe è quello di creare un “monopolio privato” all’interno di ciascun ambito territoriale:

·         MANLIO CERRONI su Roma-Albano-Guidonia;

·         RIDA Ambiente srl su Latina;

·         SAF spa su Frosinone;

·         ECOLOGIA VITERBO srl su Viterbo.

======================

In conclusione, Italia Nostra sezione dei Castelli Romani e Partito Comunista del Lazio bocciano la proposta di “Piano Regionale di gestione dei rifiuti”, un piano arcaico basato su discariche, inceneritori e impianti a biogas/biometano, che potenzia la gestione “monopolistica” dei rifiuti nella capitale, nonostante sia in vigore una interdittiva antimafia.  

...

Continua a leggere
Un salutoDanilo

]]>
IMPORTANTE CONFERENZA STAMPA PRESSO LA REGIONE LAZIO Thu, 05 Dec 2019 14:51:17 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/610115.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/610115.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente Salve,

desidero fortemente invitarvi a partecipare e diffondere la seguente importante conferenza stampa presso la regione Lazio, lunedi 9 dicembre 2019, sala Mechelli, sul tema "S. Palomba territorio da salvare" .

Incombe la minaccia di una enorme cementificazione su quell'area che darebbe luogo ad un nuovo quartiere verosimilmente "ghetto" nell'estrema periferia romana per svariate decine di ettari con un grave impatto sui comuni vicini di Albano, Pomezia, Ardea ecc. I comitati di quartiere, le associazioni ambientaliste ( Latium Vetus, Legambiente sezione Appia-Sud "Il riccio" , Italia Nostra sezione CASTELLI ROMANI ) si sono opposti a questo progetto e con loro si stanno muovendo anche le istituzioni locali di diversa appartenenza politica.

Alla conferenza stampa interverranno tra gli altri: Paolo Berdini, urbanista e già assessore al comune di Roma, Marco Cacciatore, consigliere regionale M5S, Marta Bonafoni, consigliere regionale Lista Zingaretti, Daniele Ognibene, consigliere regionale Leu, Cristina Avenali, responsabile piccoli comuni regione Lazio, rappresentanti istituzionali ( comuni di Albano, Ariccia, Castel Gandolfo, Pomezia, Ardea, IX Municipio, Città Metropolitana ) ed i rappresentanti delle associazioni  ( Roberto Scacchi presidente regionale Legambiente, Franco Medici, presidente regionale di Italia Nostra che ha dato delega ad Enrico Del Vescovo, presidente sezione Castelli Romani, Giacomo Castro, presidente di Latium Vetus e ecc.

E' importante esserci!

Saluti.

Enrico Del Vescovo,

presidente della sezione Castelli Romani di Italia Nostra.





]]>
LETTERA Al Consiglio comunale di Gottaferrata Fri, 11 Oct 2019 23:28:36 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/602744.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/602744.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente

Salve,

vi prego di pubblicare la seguente  importante lettera, scritta a nome di ITALIA NOSTRA sezione CASTELLI ROMANI, condivisa col COTAG ( comitato tutela ambiente di Grottaferrata), con diverse altre associazioni e comitati di quartiere che operano a Grottaferrata, sulle condizioni critiche in cui versa lo stato urbanistico della città e la necessità di revisione del PRG. La lettera è sstata protocollata ed indirizzata a tutti i membri del Consiglio Comunale.

Grazie.

Saluti.

Enrico Del Vescovo
Presidente di Italia Nostra sezione Castelli Romani.
per qualsiasi 3331135131


]]>
APPELLO URGENTE - SALVATORE SETTIS Thu, 18 Jul 2019 22:42:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/581769.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/581769.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente

Salve,

invio l'appello in allegato di Italia Nostra Castelli Romani e delle associazioni Legambiente "Il riccio Appia Sud", ADA ( argine divino amore ), Ass. "Noi cambiamo" con intervento del prof Salvatore Settis in difesa del Parco dell'Appia Antica in vista dell'udienza di domani 19 luglio.

Si prega di pubblicarlo con urgenza!

Grazie.

Enrico Del Vescovo

3331135131

]]>
L'AMPLIAMENTO del PARCO dell'APPIA ANTICA..." con SALVATORE SETTIS venerdi 10 maggio a MARINO ( Rm) Fri, 03 May 2019 00:13:16 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/552373.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/552373.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente Salve,

ITALIA NOSTRA Castelli Romani
, col patrocinio del comune di Marino, vi invita a partecipare e diffondere il seguente importante incontro-dibattito.

Il Paesaggio con i suoi beni archeologici, storici e naturali rappresenta un patrimonio di inestimabile valore per il nostro paese e la sua tutela è sancita dalla nostra stessa Costituzione. L'ampliamento del perimetro del Parco dell'Appia Antica, già approvato dal Consiglio regionale lo scorso luglio,  è un momento importante che spinge noi cittadini ad impegnarci affinchè la stessa Costituzione trovi ora concreta attuazione e rispetto. Per questa nuova area quale tutela, quale valorizzazione e quali progetti concreti ci attendono?

VENERDI 10 MAGGIO 2019

ore 18:30

Sala Consiliare di Palazzo Colonna del comune di Marino

Largo di Palazzo Colonna 6.

"L'AMPLIAMENTO DEL PARCO DELL'APPIA ANTICA"

Il valore del Paesaggio e la sua tutela. Quali progetti?


INCONTRO-DIBATTITO  PUBBLICO CON

ANDREA TRINCA, assessore all’Urbanistica del comune di Marino

SALVATORE SETTIS, archeologo e storico dell'arte italiano. A lungo direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa.

ALESSANDRA CAPUANO, professoressa presso l'Università "La Sapienza" di Roma in "Progettazione Architettonica e Urbana"

ALMA ROSSI, direttrice del Parco dell'Appia Antica.

                                                    Coordina ed introduce                                                                                                    

Enrico Del Vescovo,  presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani


  • Salvatore Settis ha pubblicato numerosissimi saggi tra cui: La tempesta interpretata. Giorgione, i committenti, il soggetto (1978 e 2005), La colonna Traiana (1988), Italia S.p.A. (2002), Futuro del «classico» (2004), Iconografia dell'arte italiana 1100-1500: una linea (2005), Artemidoro. Un papiro dal I secolo al XXI (2008) e Artisti e committenti fra Quattro e Cinquecento (2010). Ha diretto Memoria dell'antico nell'arte italiana (1984-86) e I Greci. Storia Cultura Arte Società (1996-2002). È stato Visiting Professor in università americane ed europee e nel 2001 ha tenuto le Mellon Lectures di storia dell'arte alla National Gallery di Washington. Dopo aver diretto il Getty Research Institute for the History of Art di Los Angeles (1994-99), è tornato a insegnare Storia dell'arte e dell'archeologia classica alla Scuola Normale Superiore di Pisa, di cui è stato a lungo ( circa 10 anni ) direttore. Accademico dei Lincei, delle Accademie delle Scienze di Berlino, Monaco e Torino, dell'Accademia Reale del Belgio e dell'American Academy of Arts and Sciences, le sue opere sono state tradotte in undici lingue. Nel 2006 è stato nominato dalla Commissione Europea fra i membri fondatori del Consiglio Europeo delle Ricerche (ERC), dal 2008 è presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali. Con Claudio Gallazzi e Bärbel Kramer ha curato la monumentale edizione del Papiro di Artemidoro (LED, 2008). Nel 2010 ha pubblicato per Einaudi Paesaggio Costituzione cemento, nel 2012 Azione popolare, nel 2013 Costituzione incompiuta (con Alice Leone, Paolo Maddalena e Tomaso Montanari), nel 2014 Se Venezia muore, nel 2016 Costituzione! e nel 2017 Architettura e democrazia.
  • INGRESSO LIBERO

INFO: ITALIA NOSTRA Castelli Romani, 3331135131.

  • Per chi avesse bisogno di parcheggiare: parcheggio multipiano coperto e custoditoa piazzale degli Eroi (poco distante dal Municipio) oppurepotreste trovare posto a via Beata Rosa Venerini ( area del mercato settimanale).


N.B. Siamo soliti inviare raramente  email di invito alle nostre iniziative culturali (sempre ad ingresso libero) nel corso dell'anno, diciamo in media 1 o al massimo 2 volte al mese, senza perciò intasare la Vostra mailbox. Se proprio desiderate non ricevere più alcuna email rispondeteci con cancella.



]]>
INCONTRO-DIBATTITO " PER UNA NUOVA URBANISTICA..." con CARLO CELLAMARE a Marino sabato 6 aprile. Mon, 01 Apr 2019 17:11:16 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/537370.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/537370.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
ITALIA NOSTRA Castelli Romani, col patrocinio del comune di Marino, vi invita a partecipare al seguente importante incontro-dibattito.

Negli ultimi decenni il nostro paese è stato caratterizzato da una politica urbanistica spesso deleteria per il nostro territorio, deturpando il paesaggio e talora  essendo persino all'origine di disastri ambientali di natura idrogeologica. Si comprende dunque la necessità di una nuova urbanistica fondata sulla partecipazione dei cittadini e delle associazioni le quali troppo spesso non hanno trovato ascolto adeguato da parte delle amministrazioni pubbliche. A tale riguardo potrebbe essere significativa l'esperienza del comune di Marino per il quale, invece, rappresenta ora un importante risultato l'ampliamento dei confini del parco dell'Appia Antica voluto proprio dalle associazioni ambientaliste e dall'attuale amministrazione, senza però nasconderci come molto rimanga da fare ancora per riqualificare il territorio di un comune il cui territorio è stato così devastato come quello di Marino.

SABATO 6 APRILE 2019

ore 17:30

Sala Consiliare di Palazzo Colonna del comune di Marino

Largo di Palazzo Colonna 6.

"UNA NUOVA URBANISTICA PER UNA VERA PARTECIPAZIONE"

INCONTRO-DIBATTITO  PUBBLICO CON

ANDREA TRINCA, assessore all’Urbanistica del comune di Marino

CARLO CELLAMARE, professore di Urbanistica all'Università di Roma "La Sapienza" ed autore di numerosi libri.

FRANCO MEDICI,  presidente di ITALIA NOSTRA Lazio e professore all'Università di Roma “La Sapienza”.

                                                    Coordina ed introduce                                                                                                    

Enrico Del Vescovo,  presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani

  • INTERVENTI DEL PUBBLICO tra cui le associazioni ambientaliste ADA, Legambiente “Il Riccio”, Assemblea contro il cemento, Salviamo il Paesaggio, Campino Bene Comune, "Noi cambiamo" ecc. 

Carlo Cellamare è docente di Urbanistica presso l’Università «La Sapienza» di Roma, direttore del Critevat e del Laboratorio di studi urbani «Territori dell’abitare». Responsabile scientifico di diverse ricerche a carattere nazionale e internazionale, si occupa del rapporto tra urbanistica e vita quotidiana, tra pratiche sociali e trasformazione urbana. Tra le sue pubblicazioni: Fare città. Pratiche urbane e storie di luoghi (Elèuthera, 2008), Progettualità dell’agire urbano. Processi e pratiche urbane (Carocci, 2011), e la cura del volume Roma città autoprodotta. Ricerca urbana e linguaggi artistici (Manifesto libri, 2014).

  • Suggerimento per chi avesse bisogno di parcheggiare: piazzale degli Eroi (poco distante dal Municipio) oppure via Beata Rosa Venerini ( area del mercato settimanale)


N.B. Siamo soliti inviare email di invito alle nostre iniziative culturali, sempre ad ingresso libero, raramente nel corso dell'anno ( diciamo in media 1 o al massimo 2 volte al mese ) senza perciò intasare la Vostra mailbox. Se proprio desiderate non ricevere più alcuna email rispondeteci con cancella.


      

]]>
"Terra superne tremit: IL RISCHIO SISMICO IN ITALIA" seminario GIOVEDI 28 marzo a Villa Falconieri a Frascati Tue, 19 Mar 2019 20:18:26 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/534115.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/534115.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente Salve,
ITALIA NOSTRA Castelli Romani in collaborazione con Accademia Vivarium Novum Vi invita caldamente a partecipare al seguente importante evento nella splendida cornice di villa Falconieri riguardante un tema tragicamente scottante per il nostro paese. L'Italia, infatti, è il paese col più alto rischio sismico d'Europa e su tale sfortunata circostanza si tende a riflettere  solo dopo che le catastrofi sono ormai avvenute. Gabriele Scarascia Mugnozza è uno dei più autorevoli esperti nel settore del rischio sismico in campo internazionale.

GIOVEDI 28  MARZO 2019

ore 18:00

Villa Falconieri
Via Borromini, Frascati

"TERRA SUPERNE TREMIT: IL RISCHIO SISMICO IN ITALIA"

SEMINARIO TENUTO DA:

GABRIELE SCARASCIA MUGNOZZA

Professore all'Università di Roma "La Sapienza"

A cura di
ENRICO DEL VESCOVO
Presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani

·  INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI.

Gabriele Scarascia Mugnozza è professore ordinario di Geologia Applicata presso l'Università Sapienza di Roma. Nel 1991 ha vinto il concorso per Ricercatore Universitario, settore 77 Geologia Applicata, ed ha preso servizio presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università Sapienza di Roma. Nel 1992 è stato visiting researcher presso il Politecnico di Aachen per ricerche nel campo della Meccanica delle Rocce. Nel 1994 ha vinto una borsa di studio JSPS per un periodo di studio di un anno presso l’Università di Kyoto (Giappone) dove ha svolto ricerche sui meccanismi di sismoinduzione di frana. I suoi principali interessi scientifici e didattici sono nel campo della previsione e prevenzione dei rischi geologici, in particolare il rischio da frana ed il rischio sismico; in queste tematiche è autore di circa 80 pubblicazioni su riviste internazionali e nazionali.

INFO:  ITALIA NOSTRA sezione Castelli Romani 3331135131.

N.B. Siamo soliti inviare email di invito alle nostre iniziative culturali, sempre ad ingresso libero, raramente nel corso dell'anno ( diciamo in media 1 o al massimo 2 volte al mese ) senza perciò intasare la Vostra mailbox. Se proprio desiderate non ricevere più alcuna email rispondeteci con cancella.



]]>
COMUNICATO di ITALIA NOSTRA Castelli Romani su ESPOSTO ANTENNE a Monte Cavo e richiesa di Nomina Commissario ad Acta. Thu, 22 Nov 2018 11:26:07 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/504965.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/504965.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente Salve,

si invia in allegato il comunicato di ITALIA NOSTRA Castelli Romani
sulla questione antenne del sito Monte Cavo a Rocca di Papa.

Prego con urgenza di darne la massima diffusione data l'importanza della vertenza.

Grazie.

Enrico Del Vescovo
Presidente di Italia Nostra Castelli Romani
3331135131






]]>
SEMINARIO: "GLI ACQUEDOTTI DI ROMA" sabato 3 novembre a Villa Falconieri a Frascati. Tue, 23 Oct 2018 18:05:39 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/498285.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/498285.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
Salve,
vi invito con piacere al seguente interessante appuntamento di ITALIA NOSTRA Castelli Romani, sabato 3 novembre 2018 presso Villa Falconieri a Frascati.

Se guardiamo al nostro passato si direbbe che abbiamo molto da imparare dalle nostre antiche civilt?, soprattutto per quanto riguarda la cura della risorsa acqua che i nostri avi dell'antica Roma cercavano di preservare e non sprecare, proprio al contrario purtroppo di quanto invece avviene nel tempo presente...

SABATO 3 NOVEMBRE 2018
?ore 17:30
Villa Falconieri
Via Borromini, Frascati

"GLI ACQUEDOTTI DELL'ANTICA ROMA"
Nonch?: Gli acquedotti di Praeneste. Nuove ipotesi sul tempio della Fortuna Primigenia.

LUIGI CASCIOTTI
Architetto, appassionato studioso di archeologia

A cura di
ENRICO DEL VESCOVO
Presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani


INGRESSO LIBERO.

Luigi
Casciotti, speleologo, architetto, naturalista, esperto di antiche opere idrauliche e tecniche costruttive. Ha collaborato alla realizzazione di interventi di archeologia sperimentale, risanamento ambientale e valorizzazione turistica di ipogei di interesse storico ed archeologico. Autore, con Vittorio Castellani, del volume "Indagine storico - strutturale sull'antico acquedotto delle Cannucceta (Palestrina, Roma)" Erga edizioni, 2001. Nel 2013 pubblica "Gli Acquedotti di Praeneste. Nuove ipotesi sul Tempio della Fortuna Primigenia".

Info: ITALIA NOSTRA Castelli Romani, 3331135131.

N.B. Siamo soliti inviare email di invito alle nostre iniziative culturali, sempre ad ingresso libero, raramente nel corso dell'anno ( diciamo in media 1 o al massimo 2 volte al mese ). Se proprio desiderate non ricevere pi? alcuna email rispondeteci con cancella.

I

























]]>
L'OCCHIO DEL SATELLITE SUL NOSTRO TERRITORIO, seminario giovedi 10 maggio a Frascati (RM) Sat, 05 May 2018 01:45:51 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/478164.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/478164.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
Salve,
vi invito caldamente a partecipare e diffondere la seguente iniziativa di Italia Nostra Castelli Romani.
Enrico Del Vescovo.


L'uso del satellite è decisamente efficace ai fini del controllo e studio del territorio, fornendo  immagini dettagliate sull'evoluzione temporale della fisionomia del territorio misurando, quindi, anche l'entità numerica del consumo del suolo dovuto alla progressiva avanzata del cemento. A suo tempo il Parco regionale dei Castelli Romani aveva partecipato al progetto EUROPEO "Primavera" ( progetto basato sulle tecniche di osservazione della terra integrato da tecniche informative GIS ). Purtroppo i risultati non furono poi utilizzati. Proprio di recente l'ente Parco avrebbe deciso di recuperare i dati raccolti in passato in collaborazione con l'ESA-ESRIN. A tal fine l'ente  sta cercando stagisti in grado di collaborare per l'aggiornamento del sistema suddetto senza però aver trovato ancora una risposta adeguata.

  GIOVEDI 10 MAGGIO 2018, ore 18:00

FRASCATI, sala degli ?Specchi? del comune, piazza Marconi


"L'OCCHIO INDISCRETO DEL SATELLITE SUL NOSTRO TERRITORIO"

IL CONSUMO DEL SUOLO, LA TRASFORMAZIONE DEL PAESAGGIO, IL PROGETTO RELATIVO AL SISTEMA "PRIMAVERA" dell'ente Parco regionale dei Castelli Romani.

SEMINARIO con
IMMAGINI e DIBATTITO


EMANUELE LORET
  Ricercatore, collaboratore presso ESA-ESRIN
 
MICHELE MUNAFO'

Ricercatore presso ISPRA


PAOLO LUPINO
Direttore del Parco regionale Castelli Romani.


A cura di
Enrico Del Vescovo
Presidente di Italia Nostra Castelli Romani

Ingresso libero


ITALIA NOSTRA Castelli Romani, info 3331135131


P.S. siamo soliti inviare non più di una email al mese solo per informare delle nostre eventuali  iniziative culturali, se proprio non volete ricevere le email prego rispondere "cancella" nell'oggetto della risposta.



]]>
SEMINARIO sul mare: SOS Mare Nostrum, venerdi 20 aprile, Roma Sat, 14 Apr 2018 21:43:39 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/476262.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/476262.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente


Salve,
con piacere vi invito a partecipare alla seguente iniziativa di Italia Nostra riguardante lo stato disastroso del nostro mare.
Cari saluti.
Enrico Del Vescovo, consigliere nazionale di Italia Nostra.

Si sente parlare troppo poco delle condizioni critiche in cui versa il nostro mare, eppure da molti anni assistiamo ad una grave situazione caratterizzata tra l'altro da depauperamento della fauna ittica,  inquinamento con ripercussioni sulla catena alimentare anche dell'essere umano, effetti del cambiamento climatico sulle specie marine; qual è lo stato dei controlli? In particolare: quali nuove tecnologie possono venire in aiuto del mare?
Il seminario vuole non solo offrire un momento di approfondimento ma anche il punto d'inizio di un percorso condiviso con altri enti ed associazioni.
Il seminario potrebbe essere utile anche ai fini della formazione per i docenti a cui sarà rilasciato un attestato.

Venerdi 20 Aprile 2018, Sede nazionale di Italia Nostra, Viale Liegi 33,  Roma.

S. O. S
MARE NOSTRUM !

il programma è in allegato
info 3331135131






]]>
ELETTROSMOG: venerdi 10 febbraio seminario a Frascati Sat, 04 Feb 2017 16:10:34 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/420268.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/420268.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente  
Se non leggi correttamente questa email CLICCA QUI
 
Alternativ@Mente - Il giornale online
 
 
Elettrosmog
 

Salve,
vi invito a partecipare e possibilmente a diffondere.

Grazie.

Enrico Del Vescovo.

 
 
 
Che cos'è l'elettrosmog? Quali le evidenze scientifiche sulla sua interazione con il metabolismo delle cellule degli organismi viventi?
 
Attualmente l'informazione pubblica sull'argomento si presenta ancora alquanto scarsa e lacunosa e la tematica appare piuttosto oscura : perchè? Certamente ci sono imponenti interessi economici in gioco ma anche, purtroppo, c'è in gioco la salute umana ... Intanto i cittadini assistono pressochè impotenti alla proliferazione di antenne e ripetitori che generano talvolta preoccupazione e sospetti, oltrechè deturpare purtroppo anche il paesaggio. Dunque ecco una iniziativa di informazione, approfondimento e sensibilizzazione dell'opinione pubblica su un tema certamente complesso ed ancora poco chiaro, mettendo in rilievo gli aspetti legislativi.
 
Elettrosmog - Due dubbi su problemi irrisolti
 
VENERDI' 10 FEBBRAIO 2017, ore 17:30
Sala degli "Specchi", Palazzo Comunale
FRASCATI, Piazza Marconi



ELETTROSMOG:
Dubbi su due problemi irrisolti:
salute e legislazione


Conferenza del dottor:

Livio Giuliani
SCIENZIATO, già RICERCATORE presso ISPESL

a cura di
Enrico Del Vescovo
Presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani

Ingresso libero
Alternativ@Mente www.alternativamente.info INFO 3331135131
 
Siamo soliti inviare email 1-2 volte al mese senza intasare la mailbox.
Realizziamo iniziative gratuite su temi per lo più di attualità a 360°.
Ci scusiamo per l'eventuale disturbo. Per non ricevere altre email come questa mandare la richiesta qui.
]]>
LA COSTITUZIONE TRADITA: le ragione del NO al referendum con PAOLO MADDALENA ed ELENA FATTORI giovedi 10 novemre Frascati Thu, 03 Nov 2016 22:50:25 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/410816.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/410816.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
Salve,


vi prego caldamente di  diffondere il seguente evento in vista del referendum costituzionale del 4 dicembre prossimo.
Grazie.
Enrico Del Vescovo

Premessa.
JP Morgan, società finanziaria americana di dimensioni mondiali, accusata dagli stessi USA di essere responsabile della crisi internazionale dei mutui subprime, in un documento del 2013 ha dichiarato che: "I sistemi politici dei paesi europei del Sud ed in particolare le loro Costituzioni, adottate in seguito alla caduta del fascismo, presentano caratteristiche inadatte a favorire l'integrazione.."  ed esprimeva esplicitamente la necessità che venissero realizzate riforme strutturali improntate all'austerity ed al cambiamento delle Costituzioni. Si può affermare che la riforma costituzionale voluta dal governo Renzi tende, tra l'altro, a rafforzare il potere centrale del governo a scapito delle comunità locali ( regioni, comuni ecc. ) e si presenta in sintonia con i desiderata della grande finanza internazionale.

GIOVEDI 10  NOVEMBRE, ore 17:30
FRASCATI, sala della libreria Mondadori, Piazza del Gesù

Incontro-dibattito

"LA COSTITUZIONE TRADITA: LE RAGIONI DEL NO AL REFERENDUM"
con presentazione del libro
"GLI INGANNI DELLA FINANZA"

Intervengono:

ELENA FATTORI
 senatrice M5S

PAOLO MADDALENA
autore del libro, vicepresidente emerito della Corte Costituzionale

a cura di
Enrico Del Vescovo

Ingresso libero

Alternativ@Mente, www.alternativamente.info, INFO 3331135131












]]>
TOMASO MONTANARI mercoledi 8 giugno a Frascati su "EMERGENZA CULTURA". Tue, 31 May 2016 19:48:54 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/394372.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/394372.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
Cari tutti,
vi invito fortemente a partecipare e diffondere il seguente  importante evento, 5^ ed ultimo appuntamento della rassegna Frascati-AMBIENTE 2016.
Grazie. Enrico Del Vescovo.

Restituire ai cittadini l'arte e la storia delle città italiane: nell'epoca attuale della mercificazione si tende a trattare i beni ambientali, artistici e culturali alla stregua di potenziali fonti di profitto a beneficio solo degli investimenti privati, trascurando così la funzione civile del nostro patrimonio storico ed artistico come principio fondante della  democrazia. Tomaso  Montanari, storico dell'arte, editorialista, celebre autore di svariati libri di successo sull'arte e sulla gestione del nostro patrimonio culturale, tra cui, ad esempio, "A cosa serve Michelangelo?" e "Le pietre e il Popolo", ha lanciato recentemente l'appello "Emergenza cultura" cui è seguita un'importante manifestazione il 7 maggio scorso a Roma.  

 MERCOLEDI 8 GIUGNO 2016, ore 17:45

FRASCATI, SCUDERIE ALDOBRANDINI, Piazza Marconi

Incontro con:

TOMASO MONTANARI

Professore di Storia dell'Arte presso l'Università "Federico II" di Napoli, editorialista e scrittore.

 

“LE PIETRE E IL POPOLO”

"La Repubblica tutela il Paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione" - Articolo 9 della Costituzione.

 

A cura di  ENRICO DEL VESCOVO

Presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani.

 

Ingresso libero.


ITALIA NOSTRA Castelli Romani, info 3331135131, Alternativ@Mente, www.alternativamente.info



P.S. siamo soliti inviare email 2-3 volte al mese solo per informare di eventuali iniziative culturali, se proprio non volete ricevere le email prego rispondere "cancella" nell'oggetto della risposta.







































]]>
DIBATTITO su RIFORMA SCUOLA e "ITALICUM" giovedi 26 maggio a Frascati Wed, 18 May 2016 18:39:27 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/392926.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/392926.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente

Le riforme volute dal governo  attuale su scuola,  legge elettorale "Italicum" e molti altri aspetti della vita di noi cittadini pongono gravi dubbi sulla loro legittimità e costituzionalità.

Vi invito fortemente a partecipare e diffondere la seguente iniziativa nella quale sarà anche possibile firmare per  poter indire i referendum abrogativi. Saluti. Enrico Del Vescovo


GIOVEDI 26 MAGGIO, ORE 17:30

FRASCATI - LIBRERIA CAVOUR

Piazza S. Pietro.

 

"LA COSTITUZIONE TRADITA"

DALLA SCUOLA  ALL’ “ITALICUM”:

LE RIFORME DEL GOVERNO CHE  STRAVOLGONO LA COSTITUZIONE…

 

Incontro-dibattito con:

DOMENICO GALLO

Magistrato

 

MARINA BOSCAINO

Promotrice LIP ( legge iniziativa popolare), associazione per la Scuola della Repubblica

A cura di Enrico Del Vescovo

Tutti i cittadini sono invitati a partecipare

·    Sarà possibile firmare per i referendum.

Info 3331135131




]]>
"POLVERI SOTTILI" conferenza-dibattito martedi 10 maggio a Frascati. Tue, 03 May 2016 23:56:55 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/391323.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/391323.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente Cari tutti,

vi invito caldamente a partecipare e diffondere la seguente importante iniziativa, 4^ appuntamento della rassegna Frascati-AMBIENTE 2016 di Italia Nostra Castelli Romani.
Grazie.
Enrico Del Vescovo.
  

Le polveri sottili rappresentano una delle cause principali dell'attuale inquinamento atmosferico ed a causa delle loro minuscole dimensioni hanno un impatto rilevante sulla salute umana entrando nell'organismo. Poco visibili, sono conseguenza del nostro modello consumistico ed industriale. All'origine di esse ci sono i trasporti, le emissioni industriali come, in particolare, anche i termovalorizzatori per i rifiuti e le centrali a biogas. Quali sono le loro caratteristiche fisiche? Quali le sorgenti? Quali i metodi di monitoraggio? Quali le politiche concrete per limitare il fenomeno?

  MARTEDI 10 MAGGIO 2016, ore 18:00

FRASCATI, sala degli ?Specchi? del comune, piazza Marconi

"POLVERI SOTTILI"


SEMINARIO-DIBATTITO con:


ALDO WINKLER
Fisico, ricercatore INGV. 

ROBERTO RONCHETTI
Professore emerito di Pediatria presso la facoltà di Medicina all'Università "La Sapienza" di Roma.

Presidente per il Lazio dell'ISDE (International Society of Doctors for Environment).
 
A cura di

Enrico Del Vescovo
Presidente di Italia Nostra Castelli Romani

Ingresso libero

  • Al termine della rassegna saranno distribuiti degli attestati di partecipazione  agli studenti che avranno frequentato almeno 3 incontri, per l'eventuale credito formativo.


ITALIA NOSTRA Castelli Romani, info 3331135131, Alternativ@Mente, www.alternativamente.info


P.S. siamo soliti inviare email soltanto 2-3 volte al mese e solo per informare delle nostre iniziative culturali, se proprio non volete ricevere le email prego rispondere "cancella" nell'oggetto della risposta.







]]>
IL SATELLITE PER IL CONTROLLO DEL NOSTRO TERRITORIO e PTPR Lazio: conferenza giovedi 28 aprile a FRASCATI Fri, 22 Apr 2016 23:15:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/390382.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/390382.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
Cari tutti,
vi invito caldamente a partecipare e diffondere la seguente importante iniziativa, 3^ appuntamento della rassegna Frascati-AMBIENTE 2016 di Italia Nostra Castelli Romani.
Grazie.
Enrico Del Vescovo.
 
L'uso del satellite è decisamente efficace per il controllo e lo studio del territorio, fornendo foto con immagini molto eloquenti e suggestive dell'evoluzione che nel tempo ha subìto la fisionomia ed il paesaggio dei Castelli Romanii e della Città Metropolitana, mostrando, tra l'altro, anche l'entità del consumo del suolo dovuto alla progressiva avanzata del cemento.
Riguardo al problema della tutela del territorio, il nuovo
PTPR ( Piano territoriale paesistico regionale) del Lazio è  stato da poco approvato dalla giunta regionale ( ma non ancora approvato dal Consiglio regionale) : quali novità comporta? Sarà effettivamente capace di tutela del territorio?


  GIOVEDI 28 APRILE 2016, ore 18:00

FRASCATI, sala degli �“Specchi�” del comune, piazza Marconi

"L'OCCHIO INDISCRETO DEL SATELLITE SUL NOSTRO TERRITORIO.

IL NUOVO PTPR della regione LAZIO: QUALI PROSPETTIVE?"


INCONTRO-IMMAGINI-DIBATTITO con:


EMANUELE LORET
Ricercatore presso ESA-ESRIN
 
PIERO ROVIGATTI
Professore presso l'Università di Pescara
 
A cura di

Enrico Del Vescovo
Presidente di Italia Nostra Castelli Romani

Ingresso libero

  • Al termine della rassegna saranno distribuiti degli attestati di partecipazione  agli studenti che avranno frequentato almeno 3 incontri, per l'eventuale credito formativo.


ITALIA NOSTRA Castelli Romani, info 3331135131, Alternativ@Mente, www.alternativamente.info


P.S. siamo soliti inviare email 2-3 volte al mese solo per informare delle nostre iniziative culturali, se proprio non volete ricevere le email prego rispondere "cancella" nell'oggetto della risposta.









































]]>
ACQUA, DEMOCRAZIA e REFERENDUM: IL MARE CON LE TRIVELLE?! dibattito venerdi 15 aprile a FRASCATI Sat, 09 Apr 2016 01:29:44 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/388867.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/388867.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
Cari tutti,
vi invito caldamente a partecipare e diffondere la seguente importante iniziativa, 2^ appuntamento della rassegna Frascati-AMBIENTE 2016 di Italia Nostra Castelli Romani.
Grazie.
Enrico Del Vescovo.
 
La vittoria del referendum sull'acqua del giugno 2011 sembra che rischi di essere vanificata dalle recenti scelte di governo e proposte di legge che mirano alla privatizzazione del servizio (nell'ultima Legge di Stabilità, ad esempio, si favoriscono esplicitamente le privatizzazioni).
Nel frattempo si presenta all'orizzonte anche il rischio di veder irrimediabilmente deturpata "sine die" la bellezza dei nostri mari a poche miglia dalle nostre coste nonostante sia sempre più urgente e necessaria la fuoriuscita dall'economia degli idrocarburi... da qui anche le ragioni del referendum del 17 aprile prossimo.


VENERDI 15 APRILE 2016, ore 18:00

FRASCATI, sala degli �“Specchi�” del comune, piazza Marconi

"ACQUA, DEMOCRAZIA, REFERENDUM:

IL MARE CON LE TRIVELLE ?!"


INCONTRO-DIBATTITO con:


PAOLO CARSETTI
Forum italiano dei Movimenti per l�’Acqua
 
SALVATORE ALTIERO 
Associazione "A Sud" - Centro di documentazione sui conflitti ambientali

FRANCO MEDICI
Professore all'Università di Roma "La Sapienza"
 
A cura di

Enrico Del Vescovo
Presidente di Italia Nostra Castelli Romani

Ingresso libero

  • Al termine della rassegna saranno distribuiti degli attestati di partecipazione  agli studenti che avranno frequentato almeno 3 incontri, per l'eventuale credito formativo.


ITALIA NOSTRA Castelli Romani, info 3331135131, Alternativ@Mente, www.alternativamente.info


P.S. siamo soliti inviare email 2-3 volte al mese solo per informare delle nostre eventuali iniziative culturali, se proprio non volete ricevere le email prego rispondere "cancella" nell'oggetto della risposta.



















]]>
SERGIO RIZZO giovedi 31 marzo a Frascati, incontro su "IL MAL D'ITALIA" Thu, 24 Mar 2016 21:25:04 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/387345.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/387345.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente

Cari tutti,
vi invito caldamente a partecipare e diffondere il seguente  evento.

Saluti. Enrico Del Vescovo.

Il nostro è certamente il bel paese per eccellenza ma la generazione più recente di giovani laureati sembra tendere a fuggire dall'Italia: perchè? 
E' pur vero che il quadro del nostro paese è offuscato oltre che dalla disoccupazione anche da corruzione, periodici disastri ambientali, favori della politica ai manager bancari talvolta in conflitto di interessi, privilegi di “casta”, grandi opere inutili e dispendiose ecc. ecc. Sergio Rizzo, celebre giornalista e scrittore, nel corso della sua vita ha pubblicato numerosi libri di denuncia ed inchiesta tra cui, in particolare:  "La casta" insieme a G. A. Stella,  "La cricca", "Da qui all'eternità. L'Italia dei privilegi a vita" e, tra gli ultimi, sul tema della corruzione: "Il facilitatore" per non citare altri libri.   

 GIOVEDI 31 MARZO 2016, ore 18:00

FRASCATI - SCUDERIE ALDOBRANDINI

Piazza Marconi

Incontro con:

SERGIO RIZZO

GIORNALISTA E SCRITTORE

 

“IL MAL D'ITALIA”

L’Italia dei disastri ambientali, corruzione, favori ai manager bancari in conflitto di interessi, privilegi di “casta” ed opere inutili,
sotto l’occhio attento di un celebre giornalista senza peli sulla lingua.

 

A cura di  ENRICO DEL VESCOVO

Presidente di ITALIA NOSTRA Castelli Romani.

 

Ingresso libero.


ITALIA NOSTRA Castelli Romani, info 3331135131, Alternativ@Mente, www.alternativamente.info



P.S. siamo soliti inviare email 2-3 volte al mese solo per informare di eventuali iniziative culturali, se proprio non volete ricevere le email prego rispondere "cancella" nell'oggetto della risposta.


]]>
GIOVEDI 28 gennaio: "IO VI ACCUSO" dibattito sulle banche e presentazione del libro a Frascati Tue, 26 Jan 2016 23:13:32 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/381381.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/381381.html Alternativ@Mente Alternativ@Mente
Cari tutti,
vi invito a partecipare e diffondere notizia dell'evento.
Grazie.
Enrico Del Vescovo

I recenti fallimenti e le difficolt? in cui si trovano numerose banche del nostro paese hanno suscitato preoccupazione, polemiche ed indignazione in molti cittadini che giustamente temono per i loro risparmi e, oltretutto, non si sentono responsabili delle scelte operate dalle aziende di credito. Spesso, infatti, tali fallimenti sarebbero da ricondurre ad un operato quantomeno "spregiudicato" da parte delle stesse banche. Con l'entrata in vigore della nuova normativa del "bail in" le conseguenze dei fallimenti bancari ricadono direttamente sui risparmiatori ( ben lo sanno i risparmiatori di Banca Etruria, Carichieti, Carife e Banca Marche). Il libro "Io vi accuso" mette il dito nella piaga delle pratiche troppo spesso discutibili delle banche che, a giudizio anche? di molti economisti, non hanno affatto aiutato l'economia negli ultimi anni. Nell'incontro interverranno anche rappresentanti delle Associazioni dei Consumatori ADUSBEF e CODACONS.

GIOVEDI? 28? GENNAIO? 2016
Frascati: Sala del Consiglio Comunale
Piazza Marconi
ORE 18:00

Incontro-dibattito in occasione della presentazione del libro (Ed. Chiare lettere)
:
"IO VI ACCUSO"?
L'operato "torbido" delle banche. Che fare? Quali prospettive?

Intervengono:
CARLO D'IPPOLITI
Economista, docente all'Universit? "La Sapienza" di Roma.
VINCENZO IMPERATORE
Autore del libro, ex manager bancario
MASSIMO CAMPANELLA
Avvocato, rappresentante ADUSBEF
GIANLUCA DI ASCENZO
Avvocato, rappresentante CODACONS

A cura di
ENRICO DEL VESCOVO

ingresso libero

Alternativ@Mente, www.alternativamente.info, tel. 3331135131, info ENRICO DEL VESCOVO.


P.S. siamo soliti inviare le email abbastanza raramente ( diciamo 2-3 volte al mese ) solo per avvertire delle iniziative culturali e di attualit?

Se proprio tenete a non ricevere pi? email rispondete con oggetto "cancella".







?













































































































]]>