Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Francesca Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Francesca Mon, 23 Sep 2019 06:22:17 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/5720/1 Invio comunicato Tue, 12 Nov 2013 10:12:38 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/299501.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/299501.html Francesca Francesca

Saima Spa – maggiori informazioni sull’azienda grazie ai PDF scaricabili dal sito

 

Scaricabili, sul sito ufficiale di Saima Industrie Meccaniche Spa, vari documenti in formato pdf relativi all’attività dell’azienda.

 

Saima Industrie Meccaniche Spa, azienda di Castelnuovo del Garda (provincia di Verona) specializzata in operazioni quali la tornitura e la barenatura e nella produzione di cilindri oleodinamici e idraulici, mette a disposizione dei visitatori del sito web ufficiale una serie di documenti scaricabili in formato PDF e riguardanti vari aspetti dell’attività dell’azienda.

 

La documentazione, presente nella sezione “download” del sito, è disponibile in varie lingue: anche se tutti i documenti sono disponibili solo in lingua italiana, infatti, alcuni dei file sono scaricabili anche in lingua inglese, tedesca e francese, per dar modo anche alla clientela internazionale di apprendere di più riguardo alla storica azienda veneta, la cui attività prese il via un secolo fa grazie all’opera di Federico Marzan.

 

Tra i documenti resi disponibili per il download si trovano sia informazioni generiche sull’azienda sia dettagli più specifici relativi ai servizi e prodotti offerti. Molto interessante anche il PDF contenente il certificato di approvazione ISO 9001:2008, assegnato dal Lloyd’s Register Quality Assurance. Il sistema di gestione per la qualità si applica in particolare alla progettazione, costruzione, commercializzazione di cilindri oleodinamici, oltre che alle lavorazioni meccaniche conto terzi di tornitura e foratura di materiali metallici fino a 28 metri, con diametro interno di 1250 mm e diametro esterno di 1600 mm.

 

Per quanto riguarda la documentazione istituzionale, nel documento “Attività” si trova la lista completa delle lavorazioni eseguite e dei prodotti offerti da Saima. In un unico documento si ha quindi una panoramica dei vari campi d’azione dell’azienda.

 

È possibile inoltre scaricare dei documenti esplicativi relativi a delle singole tipologie di prodotti, come nel caso del PDF concernente i moltiplicatori, i cilindri oleodinamici basic o plus. Si tratta di schede contenenti informazioni dettagliate accompagnate da alcune immagini esplicative.

 

Per quanto riguarda i documenti in lingua straniera, in inglese sono disponibili i PDF relativi alle attività e alla storia dell’azienda, una copia del certificato ISO 9001, i documenti generici concernenti i servizi e i prodotti, oltre agli approfondimenti sui moltiplicatori. In lingua francese, oltre ai documenti relativi ai servizi e a particolari prodotti come i cilindri oleodinamici, si trovano degli approfondimenti sull’industria della carta, sull’energia strutturale, sul trasporto movimentazione. Interessanti anche i PDF che riguardano i punti di forza di Saima e l’appartenenza dell’azienda a Confindustria. Più limitata la sezione dei documenti in lingua tedesca, che al momento contiene un unico documento contenente una panoramica sulla produzione dell’azienda.

 

 

Saima Spa

comm@saima.com

Comunicato a cura di Francesca Tessarollo

Ufficio stampa Prima Posizione Srl – web marketing agency

http://www.saima.com/

 





--
Francesca Tessarollo
(Responsabile Copy - Linkbuilding)

Prima Posizione Srl - Web marketing agency
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8170440 - N.Verde 800 974474
prima-posizione.it - francesca@prima-posizione.it

@blog - blog.prima-posizione.it
@skype - francesca.flashbooking
@facebook - francesca.tessarollo
@pinterest - fradahl
@linkedIn - francescatessarollo
]]>
Matrimoni Frosinone in settembre: ecco i vantaggi Mon, 17 Sep 2012 17:01:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/244353.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/244353.html Francesca Francesca

Ci sono periodi e mesi dell’anno che sembrano fatti apposta per i matrimoni, e settembre è sicuramente uno di questi!

 

Se pensate che i mesi migliori per sposarsi siano indiscutibilmente e senza eccezione quelli primaverili, maggio in primis, vi sbagliate: non perché il periodo della primavera e del risveglio della natura non sia indicato per la celebrazione delle nozze, ma perché ci sono anche altri periodi dell’anno che possono offrire scenari altrettanto belli e momenti suggestivi. I matrimoni d’inverno, per esempio, possono risultare particolarmente romantici, soprattutto se c’è la neve, o se ci si sposa nel periodo natalizio, o ancora se si sceglie una location in montagna. Certo però i matrimoni celebrati in inverno possono presentare anche degli svantaggi e degli inconvenienti: temperature troppo rigide, strade scivolose o inagibili causa neve e ghiaccio e così via.

 

Un mese che invece può risultare particolarmente adatto per la celebrazione di <a href="http://www.hotelrocca.it/1368/ita/evento.php?id_evento=42">matrimoni Frosinone</a> e in qualsiasi altra città, e che non presenta gli svantaggi che invece un matrimonio invernale potrebbe comportare, è settembre. Non a caso sono molte le coppie che scelgono proprio questo periodo dell’anno, in cui l’estate passa il testimone all’autunno senza però rinunciare del tutto alle temperature piacevoli e alla luce fino al tardo pomeriggio, per convolare a giuste nozze.

 

Non è difficile capire perché i matrimoni settembrini siano così quotati: esattamente come accade in primavera, anche in settembre, con l’avvicinarsi dell’autunno, che però non è ancora entrato nel vivo, le temperature non sono né troppo alte né troppo basse, e permettono dunque a tutti, agli sposi come anche agli invitati, di godersi la giornata senza sbuffare per il caldo. La sposa soprattutto, spesso sommersa sotto metri di taffetà e tulle, ma anche lo sposo, costretto in giacca e cravatta, così come gli invitati, possono trovare a dir poco fastidiose le temperature tropicali che si possono registrare nei mesi estivi, mesi che se per certi versi – la più bassa probabilità di precipitazioni, il sole splendente fino a tardi – possono essere particolarmente adatti per la celebrazione di un matrimonio, per altri versi sono sicuramente da sconsigliare. Qualcuno potrebbe obiettare che organizzare un matrimonio in settembre potrebbe sembrare un azzardo, perché potrebbe piovere o le temperature potrebbero calare improvvisamente, ma gli stessi rischi si possono avere in qualsiasi mese dell’anno, e per ovviare a questi problemi basta essere un po’ lungimiranti e predisporre uno spazio interno per il ricevimento che sia ampio, accogliente e ben decorato, in modo da non far pesare agli ospiti la permanenza coatta all’interno della sala in caso di freddo o brutto tempo.

 

Temperature a parte, l’autunno si presta ad essere scelto dalle coppie di sposi anche per i colori che lo caratterizzano e che assicurano una scenografia altamente suggestiva e naturale: le foglie sugli alberi che cominciano ad ingiallire, i prati che iniziano ad essere coperti di foglie rosse, tutto concorre a creare un’atmosfera davvero magica, regalando agli sposi il set perfetto per un matrimonio da sogno! E che dire delle bomboniere? Se si scelgono delle bomboniere per così dire stagionali, l’autunno può davvero offrire delle interessanti alternative: dai vasetti di marmellata da spalmare sui formaggi a degli oggetti a forma di foglia, magari in argento, l’autunno può davvero essere d’ispirazione!

 

 

Francesca Tessarollo

Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Omet si appresta a festeggiare i suoi primi 50 anni Wed, 25 Jul 2012 10:50:23 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/235258.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/235258.html Francesca Francesca

Omet, azienda di Lecco operante nel settore della movimentazione, si prepara a festeggiare, l’anno prossimo, il suo cinquantesimo compleanno.

Un importante anniversario è quello che Omet si prepara a festeggiare, l’anno venturo: l’azienda venne fondata nel 1963 dal compianto Angelo Bartesaghi, scomparso nel novembre 2011, e nel 2013 taglierà quindi il traguardo dei 50 anni di attività.

Un traguardo significativo per un’azienda che si è affermata nel settore della movimentazione e che, negli anni, ha saputo innovarsi e rimanere al passo con i tempi restando però fedele alla propria natura di impresa a capitale familiare, cui si è aggiunta la professionalità di un giovane team di tecnici, manager e collaboratori. Un traguardo che è anche sinonimo di esperienza, professionalità, affidabilità e qualità, una qualità attestata anche dalla certificazione ISO 9001:2008, conferita all’azienda dal DNV, organismo di certificatori internazionali tra i più autorevoli.

Punto di forza dell’azienda è la personalizzazione: Omet si impegna infatti a trovare le soluzioni ottimali per ogni cliente, studiandole con il cliente stesso. Si parte dalla progettazione, che avviene utilizzando i sistemi di disegno 3D più avanzati. L’ufficio tecnico, prendendo in considerazione le esigenze dei clienti, mette a punto un progetto di sviluppo industriale del prodotto e sceglie i materiali e le lavorazioni ideali. Il passo successivo è la creazione del prototipo, che viene realizzato con dei sistemi di modellazione tridimensionale, cui segue la produzione di una pre-serie. Ogni prodotto dell’azienda viene poi collaudato tramite apparecchiature speciali che simulano le condizioni di impiego reali. I cuscinetti, in particolare, vengono sottoposti a molti test.

Omet si occupa anche del confezionamento dei prodotti, che avviene in accordo con le esigenze specifiche del cliente. A questo scopo Omet ha predisposto un reparto specifico, che permette all’azienda di fornire un servizio globale.

È grazie alla cura prestata ad ogni fase della progettazione e della lavorazione del prodotto che Omet riesce a fornire delle soluzioni ottimali ai propri clienti, e il traguardo dei 50 anni che si appresta a tagliare è una chiara testimonianza della professionalità e dell’affidabilità dell’azienda.



Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Prodotti in offerta su vino.in Mon, 23 Jul 2012 17:37:15 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234899.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234899.html Francesca Francesca

Sul sito vino.in è possibile approfittare delle offerte di questo periodo e ordinare online delle bottiglie di vino a prezzi convenienti.

Su vino.in, sito specializzato nella vendita online di vini e grappe, si possono trovare vari prodotti a prezzi scontati. Basta accedere alla sezione “offerte” del sito per approfittare della promozione e portarsi a casa vini di qualità ad un prezzo conveniente.

Vino.in, marchio di Fersi sas, azienda di Monteviale (provincia di Vicenza), propone una sapiente selezione di vini provenienti da cantine di grande prestigio. La semplice ed intuitiva consultazione del sito internet permette di visionare le caratteristiche e i prezzi dei prodotti in vendita sul sito, suddivisi in diverse categorie: vini rossi, vini bianchi, spumanti, vini da dessert e grappe. Tra i vini rossi, si possono trovare merlot, cabernet, montepulciano, valpolicella, bardolino, chianti, refosco e molti altri ancora; ricca la selezione anche di vini bianchi, che comprende, tra gli altri, vini quali il bianco di Custoza, il soave classico, il sauvignon, il pinot grigio, il gambellara doc, il lugana doc, lo chardonnay, il durello, il Müller Thurgau, il Gewürztraminer. Della sezioni spumanti fanno parte prodotti come il prosecco, il soave spumante Brut, il moscato dolce frizzante, il Pinot nero rosé IGT, il recioto di Gambellara, il franciacorta, mentre catalogati tra i vini da dessert si possono trovare dei passiti, dei moscati dolci, ancora recioto e durello, il dindarello passito Maculan e il torcolato, il picolit. Molto interessante e completa anche la selezione di grappe, in cui spiccano vari tipi di grappe della ditta Poli e della distilleria Schiavo.

Si può decidere di scorrere i vari vini e le grappe selezionando la categoria d’interesse o accedere direttamente alla pagina delle offerte per visionare i prodotti dai prezzi più convenienti. In ogni caso, è possibile effettuare l’ordine dei prodotti prescelti semplicemente cliccando sul tasto “acquista” e inserendo tutti i dati necessari. Il pagamento può avvenire con contrassegno, con bonifico bancario anticipato o con carta di credito.



Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Vacanze golf in Italia, l'invito di Franco Chimenti Mon, 23 Jul 2012 11:46:34 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234813.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234813.html Francesca Francesca

È di pochi giorni fa l’invito, da parte di Franco Chimenti, presidente della Federazione Italiana Golf, a trascorrere in Italia delle vacanze all’insegna del golf.

I centomila tesserati della FIG (Federazione Italiana Golf), nei giorni scorsi, hanno ricevuto l’invito-esortazione da parte del Presidente della Federazione, Franco Chimenti, a scegliere l’Italia come meta per le proprie vacanze estive. Che il turismo, in Italia, sia uno dei settori più redditizi del Belpaese, è risaputo, e il fattore golf potrebbe dare ulteriore linfa a questo importante settore, soprattutto in un momento non proprio facile per l’economia italiana. È su questo punto che si focalizza la lettera di Chimenti, che preme affinché si prediligano i campi da golf e i resort italiani anziché quelli esteri, per “contribuire a sostenere e favorire la nostra economia, con le sue prospettive di ripresa e di occupazione”.

L’iniziativa, che ha già ottenuto numerosi consensi, si basa sull’assunto per cui in Italia le alternative in fatto di vacanze all’insegna del golf non mancano di certo, e non hanno nulla da invidiare ad altre mete estere. Dai campi golf Piemonte a quelli della Sicilia, i golfisti hanno l’imbarazzo della scelta, potendo scegliere tra paesaggi suggestivi, campi da golf attrezzati e moderni e resort situati nelle vicinanze di luoghi d’interesse storico, artistico, culturale ed eno-gastronomico.

Trascorrere una vacanza che permetta di ritemprarsi ma anche di godersi la propria attività sportiva preferita, sottolinea ancora Chimenti, è più che mai salutare, com’è salutare concedersi qualche giorno di attività all’aria aperta e in contatto con la natura. Ben vengano, quindi, delle vacanze sportive, in cui si abbia la possibilità di alternare momenti in cui ci si dedica alla propria attività sportiva preferita ad altri di completo relax, o di visite a delle città storiche, o all’assaggio di vini e cibi locali, o ancora a qualche ora sulla spiaggia e in riva al mare. Una vacanza completa e variegata, che permetta a tutti di godersi il meritato riposo, un tipo di vacanza che l’Italia è certamente in grado di offrire.

Qualche esempio? Scegliere un campo da golf in Piemonte significa anche trascorrere una vacanza ai piedi dei monti, location perfetta per chi ama trascorrere le ferie in montagna e a contatto con la natura, senza dimenticare l’immenso patrimonio eno-gastronomico che questa regione – così come tutte le altre regioni italiane – conserva: attorno, e in certi casi addirittura all’interno di alcuni campi da golf vengono prodotti vini pregiati, e in certi periodi dell’anno i premi messi in palio per i vincitori dei tornei sono dei prodotti tipici del luogo, come nel caso dei tartufi d’Alba, proposti come premio in occasione delle rinomata Fiera del Tartufo.

Ricchissima la scelta anche per quanti desiderano coniugare golf e vacanze al mare: dalla Versilia alla Sicilia, molte sono le mete predilette dagli amanti delle vacanze al mare che offrono anche dei bellissimi campi da golf, ben attrezzati e soprattutto non lontani dalle spiagge più belle.

Golf e benessere è un altro connubio particolarmente apprezzato, e varie sono le zone termali in Italia in cui si possono trovare anche dei campi da golf eccellenti, come nel caso di Saturnia o di Montecatini.

Le alternative, dunque, per chi decide di raccogliere l’invito lanciato da Franco Chimenti, sono davvero molte.



Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Giocare a golf in Toscana: campi da golf consigliati Fri, 20 Jul 2012 12:20:37 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234517.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234517.html Francesca Francesca

Per quanti desiderando trascorrere una vacanza all’insegna del golf, ma lo vogliono fare in un luogo che possa offrire anche altre attrazioni, la Toscana potrebbe essere la scelta ideale.

La Toscana è sicuramente una regione che non ha bisogno di presentazioni, né in Italia né all’estero, e il suo patrimonio artistico e culturale, così come i meravigliosi paesaggi e le prelibatezze eno-gastronomiche che la contraddistinguono, sono conosciuti a tutti. Quello che forse non tutti sanno, però, è che la Toscana può essere considerata come una meta perfetta anche per gli amanti del golf: in tutta la regione si trovano infatti dei campi, alcuni dei quali situati in dei contesti molto suggestivi, che possono davvero soddisfare anche il golfista più esigente. Senza dimenticare che, in una regione così ricca di ogni tipo di attrazione, ad una vacanza all’insegna dello sport si possono aggiungere molte altre componenti, creando così la situazione ideale soprattutto se si viaggia in compagnia anche di persone che non sono così appassionate di golf, o se semplicemente da una vacanza ci si aspetta qualcosa di più.

Tra i tanti campi da golf presenti nella regione, ne segnaliamo in particolare tre: il Golf Club Montecatini, il Golf Club Versilia e il Drago Golf Club di Castiglion del Bosco. Il primo, costruito nel 1987, si trova a Monsummano Terme, in provincia di Pistoia, e conta 9 buche. Situato in una posizione strategica per raggiungere senza troppe difficoltà le città di Firenze, Lucca e Pisa, questo golf club è immerso nella campagna toscana, non lontano dalla costa della Versilia. La zona di Montecatini è inoltre conosciuta per la stazione termale che ospita, e che attira ogni anno molti turisti alla ricerca di un’oasi di benessere e relax. Il Golf Club Montecatini potrebbe dunque essere la scelta migliore se desiderate alternare qualche tiro in buca con dei trattamenti benessere o di bellezza, e dedicarvi quindi alla salute e al benessere della vostra persona. Il tracciato del Golf Club Montecatini è stato costruito seguendo la conformazione collinare del luogo, e lungo il percorso si trovano de laghi, oltre che alcuni punti molto pregevoli non solo dal punto di vista tecnico, ma anche da quello paesaggistico.

Molto suggestivo è anche il Golf Club Versilia, situato a Pietrasanta, in provincia di Lucca. La posizione di questo Golf Club, un resort in cui si nota una certa attenzione ai dettagli, è davvero eccezionale: situato tra le Alpi Apuane e il Terreno, si trova a breve distanza dal mare, in una zona, quella della Versilia, universalmente conosciuta anche come meta turistica per vacanze al mare, oltre che per la sua vivace vita mondana. Gli appassionati di vacanze al mare, oltre che di golf, potrebbero quindi trovare in questo resort il proprio rifugio ideale. Entrando nel dettaglio del campo da golf, il percorso è stato disegnato da Marco Croze ed inaugurato nel 1990. Consta di 18 buche distribuite in un paesaggio caratterizzato da bunker di sabbia ed ostacoli d’acqua.

Ultimo, ma non meno importante, il Castiglion del Bosco Golf Club, in provincia di Siena. Progettato da Tom Weiskopf, già vincitore del British Open, il percorso consta di 18 buche, tra cui la buca più lunga d’Europa (la buca 13, di 685 yard). Da segnalare la particolarità delle bandiere sui green, dotate di un misuratore laser che permette di calcolare la distanza esatta della palla dalla bandiera. Immerso in un paesaggio di per sé affascinante, il percorso è stato costruito in armonia con la cornice che lo ospita, ed è perfetto anche per chi decide di godersi delle vacanze all’insegna della natura e a poca distanza dalla bellissima città di Siena, il cui centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’Umanita dell’UNESCO nel 1995.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
La Fender si prepara a sbarcare in borsa Thu, 19 Jul 2012 15:59:42 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234354.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234354.html Francesca Francesca

È uno dei marchi più famosi nel panorama degli strumenti musicali, e adesso si appresta a “suonare” anche a Wall Street: la Fender è pronta per entrare in borsa.

Un nuovo importante capitolo è quello che la Fender si appresta ad aggiungere alla sua lunga e gloriosa storia, una storia fatta di musica, canzoni e rockstar che hanno scelto questo ormai celeberrimo marchio per dar voce e vita alla propria arte. Un capitolo forse più prosaico e meno poetico, ma comunque importante per la storia di un’azienda nata nell’ormai lontano 1946: la Fender, nome che tutti noi, anche i meno esperti di musica, associamo immediatamente ad un mondo fatto di note, rock e personaggi entrati nella leggenda come Jimi Hendrix e John Lennon, si appresta ad entrare in borsa.

La notizia, di cui si parla ormai già da qualche mese (in marzo l’azienda aveva presentato tutta la documentazione necessaria alla Sec, ossia l’Authority incaricata di vigilare sui mercati statunitensi), sta diventando sempre più concreta in questi giorni, dopo che il gruppo ha fissato il prezzo dell’ipo (initial public offering) tra i 13 e i 15 milioni di dollari. Obiettivo dell’entrata in borsa della Fender è quello di raccogliere sui 160,7 milioni di dollari e acquistare un valore di mercato di circa 400 milioni di dollari, per recuperare le perdite avute negli ultimi tempi. Nelle parole della Fender, la decisione dello sbarco in borsa dello storico marchio è stata anche dettata dall’esigenza di far fare all’azienda un grande salto di qualità e rimanere al passo con i tempi. Obiettivo dell’azienda, per il futuro, è quello di continuare a lanciare prodotti sempre più nuovi e innovativi, per attirare e fidelizzare i consumatori.

Un nuovo capitolo, dunque, per una storia iniziata più di 60 anni fa, quando Leo Fender fondò l’omonimo marchio specializzato in costruzione di chitarre, bassi elettrici ed amplificatori (il nome completo del marchio è Fender Musical Instruments Corporation), con l’obiettivo di produrre buoni strumenti musicali a prezzi abbordabili avvalendosi di una realizzazione industriale di serie. Leo Fender, liutaio statunitense nato nel 1909, concretizzò così l’interesse per l’elettronica che aveva nutrito fin da ragazzino, dando vita ad una vera e propria leggenda. È marchiata Fender la prima chitarra elettrica prodotta in serie, la Broadcaster, così come il primo basso elettronico prodotto in serie (il Precision Bass). E come non citare la celeberrima Stratocaster, nome conosciuto anche da chi non ha mai nemmeno sfiorato una chitarra e strumento prediletto da musicisti del calibro di John Lennon, Eric Clapton, Mark Knopfler, Frank Zappa, David Gilmour, Kurt Cobain e Jimi Hendrix? Quest’ultimo, in particolare, diede un importante contributo alla diffusione dello strumento, ampliandone in maniera esponenziale le potenzialità espressive. Dalla produzione della prima Stratocaster su base commerciale, nel 1954, le versioni della chitarra si sono moltiplicate e diversificate enormemente.

Da ricordare, nella storia della Fender, anche un capitolo non proprio facile, ossia la cessione della compagnia alla Columbia Boradcasting System Inc. nel 1965, cessione che non venne digerita da molti acquirenti, tanto che gli strumenti prodotti prima della cessione, i cosiddetti Pre-CBS, sono talora ritenuti migliori degli altri.

Al giorno d’oggi il marchio Fender comprende anche altri marchi, e produce circa 2000 strumenti ogni giorno, non solo nella sede principale di Scottsdale, in Arizona, ma anche in California, Messico, Giappone, Corea e Cina.



Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Vacanze in mountain bike in Italia e all'estero Thu, 19 Jul 2012 10:47:36 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234273.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234273.html Francesca Francesca

Per gli amanti del turismo sano, ecologico e sportivo, una bella vacanza in mountain bike è l’ideale, e le possibilità, in questo senso, non mancano di certo, in Italia così come nel resto d’Europa.

Sempre di più sono le persone che decidono di organizzare delle vacanze in bicicletta, alla scoperta di paesaggi mozzafiato e di cittadine pittoresche, cercando così di coniugare sport e divertimento, natura e relax. E se pensate che siano solo gli sportivi duri e puri ad amare questo tipo di turismo, vi sbagliate di grosso: le proposte, in questo senso, sono davvero molte e diverse tra di loro, e si adattano sia alle esigenze dei più avventurosi che a quelle di coloro che desiderano semplicemente trascorrere una vacanza rilassante all’insegna della natura, magari con famiglia e bimbi piccoli al seguito.

In Italia così come in Europa esistono molti tour organizzati e zone dedicate al cicloturismo, e ce n’è davvero per tutti i gusti. Cominciamo dall’Italia: una delle regioni più votate al turismo in bici è la Valle d’Aosta, che propone sia percorsi per esperti di mountain bike, che ripercorrono le strade battute dal Giro d’Italia e dal Tour de France, sia delle valide alternative per i ciclisti non proprio esperti lungo il corso della Dora Baltea, con itinerari caratterizzati da pendii non troppo difficoltosi e da bellissimi panorami. E grazie ai percorsi sulla riva destra della Dora, in cui il terreno si fa quasi pianeggiante, anche le famiglie con bambini al seguito possono godersi una bella vacanza in bici.

Dal nord al sud, anche in Sicilia si possono trascorrere delle piacevoli giornate in sella ad una bici. I percorsi del Bosco della Ficuzza (55 e di diversa difficoltà), o gli itinerari nell’oasi Wwf del lago di Piana degli Albanesi, conosciuta proprio per i suoi percorsi in mountain bike, sono perfetti anche per i bambini.

Moltissime sono le alternative anche per quanti desiderano andare al di là dei confini nazionali: meta prediletta, per i ciclisti, è sicuramente l’Olanda, che con i suoi paesaggi pianeggianti e la sua celeberrima tradizione in campo ciclistico è il non plus ultra quando si parla di biciclette. Molti sono i tour organizzati nei Paesi Bassi, che prevedono sia delle lunghe pedalate che le visite alle più belle e famose città della zona, da Amsterdam a Bruges, e ai tesori artistici e paesaggistici che conservano. In alternativa, molto famosa è anche la pista ciclabile lungo il Danubio, che non presenta delle pendenze troppo difficoltose e attraversa dei paesaggi davvero incantevoli, caratterizzati da boschi, castelli e vigne. La partenza è da Lienz. A poca distanza dal confine italiano, in Croazia, più precisamente lungo la costa occidentale della penisola istriana, particolarmente suggestivo è il percorso lungo la riviera del tesoro smarrito, con i suoi porti antichi e le caverne in cui un tempo, si narra, si nascondevano i pirati. Scegliere un tour in queste zone significa prepararsi ad affrontare un percorso non troppo difficoltoso e caratterizzato da piacevoli pause eno-gastronomiche e culturali. In tutto il territorio istriano, inoltre, non è difficile trovare dei punti adibiti al noleggio di bici, per chi preferisce non portarsi la bicicletta al seguito.

Le possibilità sono davvero molte, basta scegliere tra le varie alternative in Italia o all’estero!



Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Biennale Architettura: a Venezia dal 29 agosto al 25 novembre 2012 Wed, 18 Jul 2012 15:57:46 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234138.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/234138.html Francesca Francesca

In alternanza con l’Esposizione internazionale d'arte, svoltasi l’anno scorso, torna a Venezia, dal 29 agosto al 25 novembre, la Biennale Architettura.

La 13ª Mostra Internazionale di Architettura si terrà a Venezia, negli storici spazi dell’Arsenale, dei Giardini e del centro, a partire dal 29 agosto prossimo. È questa infatti la data fissata per la cerimonia di premiazione (Leone d’oro alla carriera ad Álvaro Siza Vieira) e per l’inaugurazione della Biennale 2012, mentre la vernice avrà luogo il 27 e il 28 agosto.

Tema centrale dell’edizione 2012 della Biennale Architettura sarà “Common Ground”, ossia, come spiegato dal direttore della mostra David Chipperfield, “ciò che abbiamo in comune”. Non una semplice esposizione di progetti volti ad esaltare i singoli talenti, dunque, ma un tentativo di stabilire un vero e proprio dialogo tra idee differenti e trovare così dei punti in comune. Cercare gli elementi condivisi in quello che può sembrare diverso all’apparenza, appagando così il nostro bisogno di superare la dimensione individuale e far parte di un mondo più grande: questo è il senso del tema scelto per la Biennale Venezia 2012, ma il concetto “common ground” si riferisce anche alle idee condivise sull’architettura, e deve essere interpretato come un invito ad una riflessione per essere in grado di indirizzare tali idee condivise. Su questo tema comune verrà organizzato un unico percorso espositivo, dal Padiglione Centrale ai Giardini dell’Arsenale, e i progetti presentati, e realizzati da architetti, studiosi, fotografi, critici e artisti saranno 63, per un totale di 110 nominativi.

“Common Ground” anche come opportunità d’incontro, quindi, e le occasioni di confronto e condivisione, anche fra stati e culture diverse, non mancheranno di certo: quest’anno le partecipazioni nazionali saranno 55, e tra le nazioni che partecipano alla Biennale già da diversi anni ne spiccano 4 che, invece, si affacciano alla mostra di architettura veneziana per la prima volta. Si tratta di Angola, Repubblica del Kosovo, Kuwait e Perù. Il padiglione Italia, organizzato all’Arsenale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la PaBAAC – Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, sarà quest’anno curato da Luca Zevi, architetto e urbanista molto attiva nella rivitalizzazione di vari centri storici italiani e nel restauro di edifici antichi. Nominato il 3 maggio scorso, Luca Zevi è stato scelto tra altri candidati in virtù di un progetto in grado di mettere in relazione architettura ed economia, cultura ed imprese, in un momento delicato per l’economia italiana. Novità del padiglione Italia è anche rappresentata dai criteri ecosostenibili con cui è stato allestito. Decisione non casuale, dato che la sostenibilità, secondo Zevi, è anche “una grande opportunità per migliorare la qualità nel settore dell’edilizia”.

Oltre ai tradizionali luoghi dedicati all’esposizione dei progetti approvati dalla Biennale Venezia Architettura, altri luoghi della città ospiteranno vari eventi collaterali, mostre ed iniziative proposte da enti ed istituzioni internazionali. A completare il programma della mostra, le Conversazioni sull’Architettura, incontri dedicati a temi, architetti e scenari particolari che avranno luogo nei mesi di ottobre e novembre, e le attività educative rivolte agli studenti di tutte le scuole, ai professionisti, agli esperti e agli appassionati, attività che comprendono percorsi guidati e attività di laboratorio condotti da operatori selezionati e formati dalla Biennale Venezia.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency


Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Automazione industriale: SPS IPC Drives a Norimberga dal 27 al 29 novembre 2012 Tue, 17 Jul 2012 15:24:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/233903.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/233903.html Francesca Francesca

Anche quest’anno, dal 27 al 29 novembre, la città di Norimberga ospiterà SPS IPC Drives, importante fiera nel settore dell’automazione elettrica.

L’evento leader in Europa nel settore dell’automazione industriale torna in Germania, a Norimberga: dal 27 al 29 novembre 2012 la città tedesca ospiterà la nuova edizione di SPS IPC Drives, evento che si svolge con cadenza annuale.

Alte sono le attese per la prossima edizione della fiera, visto non solo il successo ottenuto dagli eventi passati, ma anche i buonissimi risultati registratisi nel corso di SPS Italia, evento svoltosi lo scorso maggio a Parma. La seconda edizione della fiera italiana, giovane ma già di successo, ha fatto infatti registrare un aumento del 34,2% dei visitatori (per un totale di 14.564 partecipanti) e un ancor più incisivo aumento di espositori (434, con un aumento del 40%), cui ha corrisposto un aumento del 30% dello spazio espositivo, che ha raggiunto i 35.800 mq. Molto soddisfatto l’ente organizzatore, ossia Messe Frankfurt Italia, che ha ribadito come il buon risultato ottenuto della fiera acquisti una valenza ancora maggiore visto il periodo difficile che stiamo attraversando. Anche Francesca Selva, vicepresidente marketing di Messe Frankfurt e Direttore di SPS, si è detta soddisfatta dell’evento, ribadendo come tutti i protagonisti del settore hanno presenziato alla fiera, a dimostrazione di come SPS Italia sia diventato un appuntamento fisso per i professionisti del settore.

Positivi anche i dati della scorsa edizione di SPS IPC Drives Norimberga: su uno spazio espositivo di 104.000 mq hanno esposto ben 1.429 aziende, e il numero di visitatori ha superato i 56 mila. Sia il numero di visitatori che quello degli espositori, così come l’ampiezza della superficie espositiva, sono quindi aumentati rispetto agli anni precedenti, a dimostrazione di come la fiera sia in continua crescita.

Anche quest’anno, come nelle passate edizioni, la fiera di Norimberga si presenterà come il terreno d’incontro ideale tra espositori, che avranno modo di presentare i proprio prodotti ad un pubblico esperto e competente, e visitatori, che potranno essere aggiornati su tutte le novità del settore. Tutte le varie sfumature del settore dell’automazione elettrica saranno rappresentate nella fiera, in modo da offrire una panoramica completa delle innovazioni, dei trend e dei nuovi prodotti che caratterizzano il mondo dell’automazione industriale. I settori rappresentati alla fiera saranno i seguenti: tecnologia di controllo, IPC, componenti e sistemi di trasmissione, dispositivi di interfaccia uomo-macchina, comunicazione industriale, software industriali, tecnologie di interfacciamento, componenti elettromeccanici e periferiche, tecnologia sensoristica.

All’ampia esposizione che caratterizza la fiera di Norimberga si affianca un interessante calendario di incontri ed eventi collaterali, che si svolgono in contemporanea con la fiera. Presentazioni aziendali e di prodotti e tavole rotonde su tematiche legate all’ambito dell’automazione hanno luogo in tutti i giorni della fiera, e sono aperte sia ai visitatori che agli espositori. Per conoscere il programma completo degli eventi previsti per l’edizione 2012 della fiera, bisognerà attendere fino al prossimo settembre, quando il calendario delle presentazioni e delle tavole rotonde verrà pubblicato sul sito web dell’evento e, in seguito, sulla guida che verrà distribuita ai partecipanti.



Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Il boom del fotovoltaico in Italia nel 2011 Mon, 16 Jul 2012 09:36:43 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/233532.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/233532.html Francesca Francesca

Il fotovoltaico, in quest’ultimo anno, è diventato la prima fonte energetica rinnovabile in Italia (senza contare l’idroelettrico), superando anche l’eolico.

Nel corso del 2011 il settore del fotovoltaico, in Italia, è stato caratterizzato da un vero e proprio boom, che ha portato questo tipo di fonte energetica rinnovabile ad essere la più utilizzata, dopo l’idroelettrico. In particolare, il sorpasso del fotovoltaico ai danni dell’eolico si è avuto nel febbraio 2012, mese in cui il fotovoltaico produceva 10.678 GWh, mentre l’eolico era fermo a 10.568 GWh. E il divario è aumentato ulteriormente nei mesi successivi, arrivando ai 14.490 GWh del fotovoltaico contro gli 11.541 GWh dell’eolico di maggio. È questo il risultato delle rilevazioni condotte dall’Ufficio studi di Confartigianato.

Altri dati interessanti sull’uso e sullo sviluppo del fotovoltaico Vicenza e in tutto il resto d’Italia provengono dal Rapporto Statistico sul solare fotovoltaico del 2011 pubblicato dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE). Il primo dato rilevante che emerge dal rapporto è il posizionamento dell’Italia al secondo posto nel mondo per capacità fotovoltaica in esercizio. Con i suoi circa 330 mila impianti fotovoltaici attivi (dato relativo alla fine del 2011), 12.780 MW installati e 11 TWh prodotti, nella classifica dei paesi con capacità fotovoltaica l’Italia risulta seconda solo alla Germania. Il rapporto conferma anche che è stato proprio il 2011 l’anno del boom: grazie anche all’entrata in esercizio di circa 3.700 MW del decreto “Salva Alcoa”, la nuova capacità fotovoltaica installata nel 2011 in Italia è stata superiore a quella di qualsiasi altro paese, Germania inclusa.

L’ottimo irraggiamento solare che ha caratterizzato il 2011 e che ha aiutato il boom del fotovoltaico è stato una conseguenza di una delle estati più calde del secolo, estate in cui, tra l’altro, si è registrato un abbassamento delle precipitazioni e un diradarsi delle nebbie. Il mese più produttivo, in questo senso, è stato maggio, con un valore medio massimo di 809 W/mq, ma in generale si è avuto un miglioramento nel bilancio radiativo.

Fra tutte le regioni italiane, ce ne sono alcune in particolare che spiccano per quanto riguarda il numero di impianti installati. La distribuzione degli impianti, nelle regioni italiane, non è infatti omogenea, e le regioni in cui si trova il maggior numero di impianti sono Lombardia (con 48.692 impianti) e Veneto (44.997). È la Puglia, invece, la regione che si piazza al primo posto per quanto riguarda la potenza installata, con 2.186 MW. La Puglia detiene anche il record, in Italia, per dimensione media degli impianti (95,4 kW), mentre fanalino di coda, in questa classifica, è la Valle d’Aosta, con 12,5 kW.

Passiamo ora alle tipologie di impianti fotovoltaici: il 49% della potenza, in Italia, è installata a terra, mentre il 41% è collocata su edifici. Il 6% è collocato su serre e pensiline e il restante 4% in altre ubicazioni, come per esempio le barriere acustiche autostradali. Gli impianti installati a terra la fanno da padrone nelle regioni del centro-sud, mentre al nord sono predominanti quelli collocati su edifici. Alta è invece la concentrazione di impianti su serre e pensiline in Sardegna, Calabria e Liguria.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Guide e libri per visitare le città d'arte Thu, 12 Jul 2012 12:30:48 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/233095.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/233095.html Francesca Francesca

Estate, tempo di vacanze e di visite alle città d’arte. Per non perdersi nulla è sempre meglio partire con una guida sottomano!

Avete programmato le vostre vacanze in una bella città d’arte come Venezia e vorreste vedere il maggior numero di cose possibili, senza perdervi nemmeno quei particolari curiosi che rendono città come queste magiche e indimenticabili? In questo caso, un libro d’arte come quelli che si trovano sul sito arsenaleeditore.com o una o più guide alla città che vi accingete a visitare sono indispensabili! Perché è vero che, quando si visita una città, a volte è bello perdersi tra le sue strade (o calli, se siete a Venezia), e scoprire così scorci e anfratti che nelle guide spesso non sono segnati ma che possono risultare interessanti tanto quanto i luoghi più famosi della città in questione, ma è anche vero che quando si ha un limitato numero di giorni a disposizione per visitare una bella città, seguire almeno in parte una guida è necessario per non rischiare di perdere troppo tempo e di lasciare per strada alcuni must da vedere assolutamente. L’ideale, quindi, è partire con una guida in mano ma senza però seguirla pedissequamente e anzi dimenticandosene di tanto in tanto.

Da consigliare, quando si viaggia, sono le guide che contengono anche la mappa della città e dei mezzi pubblici (ormai se ne trovano diverse in commercio) e che, oltre ai musei, ai luoghi di interesse storico e artistico, ai monumenti e palazzi celebri e così via, contengano anche delle informazioni e dei dettagli sulla vita della città, quindi sui ristoranti e locali in cui assaggiare le specialità tipiche, sugli eventi in programma di mese in mese, sui mercatini locali e così via. Una guida completa non solo per visitare la città, ma per conoscerla a fondo anche nella sua quotidianità.

Un’altra cosa da tenere a mente, quando si vuole visitare a fondo una città e tutte le sue bellezze, è che molto spesso le guide contengono informazioni molto utili e dettagliate per quanto riguarda la storia e l’evoluzione della città, i monumenti, i palazzi e le piazze principali, ma difficilmente risulteranno esaustive nella spiegazione delle opere contenute nei musei, dei quali solitamente forniscono solo alcune indicazioni di massima. Se siete degli appassionati d’arte e volete soffermarvi su gran parte delle opere contenute nei musei, e non solo sulle principali, l’ideale è acquistare una guida specifica, acquistabile anche all’interno dei musei.

Ultimo suggerimento: per capire l’anima della città, a volte, anziché avvalersi solo delle guide tradizionali, è molto utile ed interessante leggere libri che parlano della città o che sono ambientati in questi posti, ma che non sono delle guide vere e proprie. “Venezia è un pesce” di Tiziano Scarpa, ma anche “Berlin” di Eraldo Affinati sono degli esempi calzanti in questo senso: libri scritti da abitanti della città (Scarpa) o da persone che comunque ci hanno vissuto (Affinati) e che possono svelare ai lettori segreti e particolari e farci quindi conoscere le città da un diverso ed inedito punto di vista. Perché solo andando oltre la prospettiva del turista si può dire di conoscere veramente una città, dopo averla visitata!



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Nel caso di regali ed oggetti in generale molto preziosi e importanti, la confezione è un elemento da non sottovalutare, e al quale anzi bisogna prestare particolare attenzione. Wed, 11 Jul 2012 12:16:39 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232834.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232834.html Francesca Francesca

La confezione è una componente molto importante per ogni regalo, indipendentemente dall’oggetto che si decide di donare e dal destinatario del nostro dono. In certi casi, però, la componente del packaging assume un’importanza ancora maggiore: stiamo parlando dei gioielli e dei regali particolarmente preziosi in generale, che necessitano di un packaging altrettanto prezioso e importante. Quando si regala un solitario, un gioiello, un orologio e così via, la confezione deve essere all’altezza del contenuto, onde evitare che un packaging sciapo comprometta l’effetto del regalo e sminuisca la preziosità dell’oggetto regalato.

Proprio per questo le aziende produttrici di gioielli e i negozi di oggetti preziosi usano astucci, scatole e confezioni realizzati con materiali e forme particolari, e le aziende che si occupano di packaging offrono diverse soluzioni in questo senso.

Naturalmente la forma della confezione dipende molto dall’oggetto che si regala, ed è studiata per valorizzare l’oggetto contenuto: nel caso di bracciali preziosi o di orologi si opta solitamente per degli astucci gioielleria dalla forma allungata che, una volta aperti, mettano in risalto lo splendore e la bellezza dell’oggetto ivi contenuto. Per le collane si preferiscono invece degli astucci di forma quadrata che permettano di stendere l’oggetto prezioso circolarmente, così come starebbe intorno al collo, a meno che non si tratti di una catenina con ciondolo. In quest’ultimo caso, essendo molto spesso il ciondolo la parte più preziosa dell’oggetto, si preferisce metterlo in risalto rispetto alla catenina usando delle scatole più piccole nelle quali la catenina viene messa in secondo piano. La scatolina piccola ed elegante è d’obbligo, senza se e senza ma, quando si regala un anello di fidanzamento: alla sola vista della scatolina, già prima di aprirla, la persona che riceve il regalo sa già che quella piccola confezione contiene una promessa di amore e felicità eterni (almeno così si spera).

Veniamo ora ai materiali, che devono essere ovviamente all’altezza degli oggetti preziosi contenuti nelle scatole. Tra i materiali più usati in questo settore spiccano sicuramente il velluto e la pelle. Le confezioni realizzate con questi materiali danno subito un’idea di preziosità, eleganza e raffinatezza e sono dunque perfetti per contenere degli oggetti di un certo tipo. Nel settore degli astucci da gioielleria si possono trovare facilmente anche scatole e confezioni realizzate in altri tessuti – oltre al velluto - e in alcuni casi vengono proposti anche materiali meno raffinati, come la plastica. Inutile dire che l’effetto non è sempre dei migliori, in questi casi, a meno che la semplicità del materiale usato non venga compensato con delle forme particolarmente originali e insolite. Eccezioni alla regola della confezione preziosa per regali preziosi possono essere fatte nel caso di regali non preziosissimi (magari in argento) o di doni a bambini e ragazzini (per la prima comunione, la cresima e così via): in questi casi, infatti, per attirare maggiormente l’attenzione dei piccoli destinatari del dono, si possono scegliere dei materiali più semplici e magari dei colori sgargianti. Anche dei simpatici sacchettini legati con dei nastri colorati possono fare al caso nostro in questi casi.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Tornei live di poker: in agosto il LAPT fa tappa a Medellin Tue, 10 Jul 2012 17:15:57 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232633.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232633.html Francesca Francesca

È stata fissata la data per il prossimo evento del Latin American Poker Tour: tra il 7 e il 12 agosto 2012 il torneo farà tappa a Medellin, in Colombia.

Il Latin American Poker Tour, evento principe in America Latina per quanto riguarda i tornei live poker, si appresta a sbarcare a Medellin per la tappa colombiana del tour, che si svolgerà dal 7 al 12 agosto. Si tratta del terzo evento del torneo, dopo quelli disputatisi nei mesi scorsi in Chile e in Uruguay: tra il 21 e il 25 marzo, infatti, il LAPT ha fatto tappa a Viña del Mar, mentre dal 23 al 27 dello stesso mese è stata la volta di Punta del Este. Adesso tocca invece a Medellin, che si appresta ad ospitare la terza tappa del tour, la penultima prima del Grand Final che si svolgerà, come annunciato di recente, a Lima dal 14 al 18 novembre 2012.

Il sipario sulla quinta stagione del Latin American Poker Tour calerà quindi fra qualche mese, ma prima di salutare l’evento e iniziare una nuova stagione c’è ancora tempo per delle sfide che risulteranno sicuramente interessanti sia per i partecipanti che per gli spettatori. Per tutti gli amanti del poker tornei come questi sono sicuramente eventi da non perdere, e la tappa di Medellin, in particolare, attirerà campioni di poker provenienti da varie zone, e si spera sarà in grado di bissare il successo ottenuto nella passata edizione. Nel 2011, infatti, la tappa colombiana del tour fece registrare la partecipazione record di 681 giocatori, una cifra di tutto rispetto, soprattutto se si considera che era la prima volta che il Latin American Poker Tour faceva tappa in Colombia.

Location dell’evento sarà il Casinò Allegre, dove i campioni di poker cominceranno a sfidarsi a partire dalle 14:00 (ora locale) del 7 agosto, mentre le ultime partite poker in programma prenderanno il via alle 14:00 del 12 agosto.

Il Latin American Poker Tour, già considerato come uno dei maggiori tra tutti i tornei poker online e dal vivo dell’America Latina, è però un evento nato da pochi anni: la prima stagione del LAPT venne organizzata, infatti, a partire dal maggio 2008, e la prima stagione comprendeva tre eventi (a Rio de Janeiro in Brasile, a San José in Costa Rica e a Punta del Este in Uruguay). In pochi anni però l’evento ha saputo imporsi come una delle più popolari e conosciute manifestazioni del tavolo verde, nonostante negli anni abbia dovuto far fronte a delle situazioni anche molto complicate. Nel 2010, per esempio, in seguito al terribile terremoto che in febbraio colpì il Sudamerica, il torneo venne cancellato.

Sponsorizzato da PokerStars, così come altri importanti tornei di poker (l’European Poker Tour e l’Asia Pacific Poker Tour) il Latin American Poker Tour è entrato a far parte del gotha dei più importanti tornei di poker nel mondo, e attira ogni anno l’attenzione di media e appassionati. Per avere ulteriori notizie poker e tutte le informazioni necessarie sul torneo, sulla tappa colombiana del tour e sul Grand Final, basta visitare il sito internet ufficiale, dove si possono trovare anche le indicazioni su come partecipare oltre che il programma completo degli eventi in programma, con informazioni relative all’orario, al buy-in ed altri utili dettagli.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl - web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Continuano anche in questi mesi le offerte su Tuttocartoleria.it Tue, 10 Jul 2012 11:03:28 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232536.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232536.html Francesca Francesca

Anche in estate continuano le offerte di Tuttocartoleria, sito web specializzato nella vendita di articoli per l’ufficio e di cancelleria.

Sul sito tuttocartoleria.it è possibile acquistare online numerosi articoli di cartoleria a prezzi vantaggiosi. Il sito internet si differenzia infatti da altri produttori e rivenditori di articoli per l’ufficio e per la cancelleria per l’ottimo rapporto qualità-prezzo, che Tuttocartoleria riesce a fornire all’utente finale grazie alla formula della vendita dal produttore al consumatore.

Ulteriori vantaggi, in termini di prezzo, sono riservati agli utenti che decidono di acquistare i prodotti messi in offerta di volta in volta sul sito web. Per visionare le offerte e acquistare alcuni prodotti a prezzi vantaggiosi basa accedere al sito internet: sull’homepage sono messe in evidenza le offerte del momento, e cliccando sui singoli prodotti è possibile conoscere i dettagli dell’offerta e procedere con l’acquisto.

Anche in estate, con le scuole chiuse e molti uffici che si preparano a chiudere i battenti per le vacanze estive, continuano le offerte di Tuttocartoleria: anche in questo periodo è infatti possibile approfittare di interessanti offerte. Ecco alcuni dei prodotti soggetti a promozione: cartelline trasparenti a “L” in polipropilene a buccia d’arancia (confezione da 100 pezzi); cartelline a “L” in polipropilene a buccia d’arancia in diversi colori (confezione da 100 pezzi); cartelline a “L” in polipropilene liscio in diversi colori (confezione da 100 pezzi); cartelline a “L” in cristal PVC liscio spessore 18/100 con due tasche (confezione da 25 pezzi). Per tutti i prodotti è previsto un tempo di consegna di 48 ore.

Oltre ai prodotti in offerta, sul sito si possono trovare molti altri articoli a prezzi vantaggiosi. I prodotti sono divisi in categorie: articoli per gestire l’archivio dell’ufficio, per l’organizzazione del materiale, per la gestione dell’ufficio, per promuovere la propria attività e per l’organizzazione di convegni ed eventi simili. Tutti i prodotti sono acquistabili online e prevedono tempi di consegna brevi oltre che la garanzia soddisfatti o rimborsati.

Articolo a cura di Francesca Tessarollo

Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Anche Grin tra le aziende espositrici di Demogarden Mon, 09 Jul 2012 13:01:37 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232337.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232337.html Francesca Francesca

Grin parteciperà, in veste di espositore, alla terza edizione di Demogarden, in programma a Valeggio sul Mincio dal 22 al 24 settembre 2012.

Confermata la partecipazione di Grin S.r.l. alla prossima edizione di Demogarden, una delle più importanti fiere nel settore del giardinaggio. Grin, azienda produttrice di tagliaerba, ha messo a punto e brevettato un innovativo sistema di taglio che, oltre a falciare il prato, permette anche di centrifugare e polverizzare l’erba raccolta. Numerosi ed evidenti i vantaggi derivanti da questo particolare sistema, in primis la riduzione dei tempi di taglio (dato che non è necessario fermarsi per svuotare il cesto di raccolta), ma anche di smaltimento dell’erba raccolta, non essendo necessario recarsi nelle apposite discariche una volta raccolta l’erba tagliata. Il sistema di centrifuga e polverizzazione che caratterizza i tagliaerba di Grin fa sì che l’erba raccolta venga sminuzzata in particelle piccolissime che, ricadendo poi sul terreno, risultano praticamente invisibili e vengano riassorbite velocemente dal terreno.

I prodotti offerti da Grin sono indicati sia per i piccoli giardini privati che per i prati di più ampie dimensioni, e verranno ampiamente presentati nel corso di Demogarden, fiera per il giardinaggio che si svolgerà a Valeggio sul Mincio (VR) tra il 22 e il 24 settembre. Il maggiore evento professionale dedicato alle prove in campo di motocultura e al giardinaggio, si svolgerà per la prima volta presso il Parco Giardino Sigurtà (600.000 mq di superficie per un’area facile da raggiungere e una zona strategica) e, rispetto alle edizioni precedenti, l’edizione 2012 proporrà una maggiore offerta merceologica che comprenderà strumenti e accessori per il giardinaggio, sementi e irrigatori, attrezzature per il taglio, elevatori e altri macchinari.

Un’ottima occasione, per le aziende espositrici, per presentare i propri prodotti a migliaia di professionisti del settore anche tramite delle dimostrazioni pratiche sul campo, e per i visitatori di conoscere tutte le novità del settore e per toccare con mano anche gli innovativi prodotti prosposti da Grin.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione – web marketing agency

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Battilana Prefabbricati: sul sito internet le opere realizzate Fri, 06 Jul 2012 14:39:46 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232106.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/232106.html Francesca Francesca

Presentate sul sito internet di Battilana alcune delle opere realizzate dall’azienda.

Battilana Prefabbricati S.p.a, azienda specializzata nel settore della prefabbricazione, ha presentato alcuni dei suoi progetti sul sito internet aziendale. Per visionare alcune delle opere che Battilana ha contribuito a realizzare, basta accedere alla sezione “realizzazioni” del sito. Le varie opere vengono presentate nel dettaglio tramite un’ampia documentazione fotografica, che permette di visionarle da diverse sfaccettature. Tra le opere presentate sul sito internet di Battilana, sedi di aziende, la Chiesa di Chiampo, una palestra e molti altri tipi di edifici, a testimonianza dell’ampio raggio d’azione di Battilana.

Battilana, azienda con sede a Cornedo Vicentino (VI) e Trecenta (Rovigo) si occupa specialmente di produzione di componenti prefabbricati in cemento armato – normale e precompresso – da adibire alla realizzazione di edifici ad uso commerciale, industriale, civile e agricolo. Punti di forza dell’azienda sono l’esperienza, i sofisticati programmi applicativi utilizzati, una tecnologia industriale all’avanguardia che include processi produttivi severamente controllati. Un’azienda nata più di 50 anni fa, nel secondo dopoguerra, per mano di Silvio Battilana, e che nel corso degli anni ha saputo aggiornarsi e tenersi al passo con i tempi, per offrire le migliori soluzioni a seconda delle singole esigenze.

Sul sito di Battilana, che ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9001:2008, si possono trovare maggiori informazioni non solo sulle realizzazioni dell’azienda, ma anche sui prodotti offerti (ognuno presentato tramite un’esaustiva descrizione tecnica e accompagnato da foto esplicative) e sulla storia dell’azienda, e capire così quali sono gli obiettivi dell’azienda: realizzare strutture seguendo le diverse aspirazioni dei singoli clienti creando edifici che siano non solo efficienti e funzionali, ma anche esteticamente pregevoli. E tutto questo è possibile anche grazie ad un’organizzazione all’avanguardia e a tecnologie di ultima generazione. Le realizzazioni di Battilana vengono fatte con un occhio di riguardo alle forme, ai colori, alla luce e ai materiali utilizzati.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

Battilana Prefabbricati, notizie Battilana, prefabbricati in calcestruzzo

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Scegliere le bomboniere in base alla stagione in cui ci si sposa Thu, 05 Jul 2012 16:58:24 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/231967.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/231967.html Francesca Francesca

Nella scelta delle bomboniere entrano in gioco diverse variabili. Una di queste è la stagione in cui ci si sposa: ad ogni periodo dell’anno possono infatti corrispondere delle precise idee bomboniere.

Si possono scegliere le bomboniere in base a diversi fattori: al significato di cui le si vuole investire, al budget che si ha a disposizione, ai gusti personali degli sposi, al numero di invitati e così via. C’è però anche un’altra variabile che potrebbe essere utile prendere in considerazione quando ci si accinge a scegliere le bomboniere per il proprio matrimonio: la stagione in cui ci si sposa. Non tutte le coppie di sposi pensano a questo fattore, che invece può risultare molto utile nella scelta degli oggetti da regalare agli ospiti. Sposarsi in primavera anziché in inverno, o in estate anziché in autunno, potrebbe influenzare la scelta delle bomboniere, soprattutto se si sceglie di regalare dei prodotti naturali o eno-gastronomici, una tendenza tra l’altro in forte ascesa e una scelta che sembra molto apprezzata sia dalle coppie di sposi che dagli ospiti. Le coppie che si sposano in primavera, per esempio, potrebbero optare per dei vasetti di confetture che richiamino i sapori tipici di questa stagione, come nel caso delle marmellate alle fragole. Se ci si sposa invece in autunno o in inverno, perché non optare per delle marmellate, ma da spalmare sui formaggi?

Prodotti eno-gastronomici a parte, la stagionalità delle bomboniere si manifesta anche nella scelta di altri tipi di oggetti. Le bomboniere possono avere delle forme che richiamino la stagione in cui la coppia è convolata a giuste nozze: Artigiano Creativo, per esempio, propone bomboniere a forma di conchiglie, che fanno molto mare e che risultano quindi perfette per un matrimonio estivo. Allo stesso modo, gli sposi d’inverno potrebbero optare per degli oggetti a forma di fiocco di neve e le coppie che scelgono un mese autunnale acquistare dei segnalibri a forma di foglia, mentre se la cerimonia è fissata per la primavera la scelta potrebbe cadere su delle eleganti rose in argento. In questo modo la bomboniera non ricorderà al destinatario del dono solo le persone che gliel’hanno regalato, ma anche il periodo in cui si sono sposati, mantenendo così il ricordo di quel giorno ancora più vivo nella memoria degli invitati. Molto interessanti anche le bomboniere stagionali e utili allo stesso tempo, come i cucchiai da gelato da regalare in caso di matrimoni estivi, dei portacandela (perfetti per chi si sposa in periodo natalizio), o dei coltellini per spalmare il formaggio in autunno.

La scelta, quando si parla di bomboniere stagionali, è davvero ampia, e a volta basta solo un po’ di fantasia per trovare l’oggetto giusto a seconda non solo dei propri gusti, del budget a disposizione e così via, ma anche del periodo dell’anno in cui ci si sposa. Le bomboniere scelte in base alla stagione in cui si svolge il matrimonio, inoltre, hanno dalla loro il vantaggio dell’originalità, proprio perché non sono ancora molte le coppie che scelgono le bomboniere per il loro giorno più bello in base a questa variabile. Se volete donare ai vostri ospiti delle bomboniere originali, che si identifichino facilmente anche con la stagione in cui pronunciate il fatidico sì, la vostra scelta non potrà che cadere su questo tipo di bomboniere!



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Gli Archi Village: a Cassino dal primo al 12 agosto 2012 Thu, 05 Jul 2012 10:15:29 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/231837.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/231837.html Francesca Francesca

L’estate in musica di Cassino non può prescindere da Gli Archi Village, kermesse che si tiene nell’omonimo centro commerciale nella prima metà di agosto.

Se c’è una stagione dedita alla musica, questa è sicuramente l’estate, e anche Cassino celebra questo periodo dell’anno con un evento che accontenterà sicuramente tutti gli appassionati di musica, di qualsiasi genere. Stiamo parlando de Gli Archi Village, manifestazione che già da qualche tempo si svolge nel centro commerciale gli Archi Cassino. Uno spazio dedicato alla musica – e non solo - e che propone un programma di tutto rispetto, in grado di spaziare dal rock al pop, dalla musica d’autore all’hip hop, il tutto ad un prezzo davvero conveniente, per dare a tutti la possibilità di vivere un’estate in musica. Il costo della tessera che dà accesso a tutti i concerti in cartellone (oltre che ad altri spazi della manifestazione) è di appena 20 euro più diritti di prevendita, mentre per assistere a tutti gli spettacoli dalla tribuna il costo dell’abbonamento è di 100 euro (più diritti di prevendita).

In programma, dal primo al 12 di agosto, i concerti di alcuni dei nomi più interessanti del panomara musicale italiano: si comincia con due storici italici cantautori, Antonello Venditti e Pino Daniele (rispettivamente il primo e il 2 agosto), e si continua con una sana iniezione di rock con una delle (poche?) band italiane che hanno saputo rappresentare al meglio, negli utlimi anni, questo genere: gli Afterhours saliranno sul palco il 3 agosto per presentare il loro ultimo album, intitolato “Padania”. Si cambia completamente genere, il giorno successivo, con l’esibizione di Emma Marrone, cantante uscita dalla scuola televisiva di Amici, approdata poi a Sanremo e apprezzata soprattutto da un pubblico di giovanissimi. Altro cambio di registro, a sottolineare la varietà del programma, con l’esibizione di Enzo Iacchetti, conosciuto più che altro come presentatore, insieme alla Witz Orchestra. Si ritorna al mondo del cantautorato con Gianluca Grignani (il 6 agosto), e si fa un’incursione nel mondo hip hop con Emis Killa & Entics (evento in programma il 7 agosto). Spazio anche ai nuovi talenti, a quelle che potrebbero essere le star di domani, con il concorso Giovani Voci, che si avvarrà della partecipazione di Francesco Facchinetti. Dopo questo interludio, si ritorna ai grandi nomi della musica italiana con Nina Zilli, giovane cantante da poco balzata agli onori della cronaca in virtù di una voce e di uno stile un po’ rétro (9 agosto), e con i Planet Funk, band sperimentale conosciuta anche all’estero. Gran finale de gli Archi Cassino con la voce calda di Mario Biondi, che si esibirà il 12 agosto.

Spazio a tutti i generi, dunque, dall’hip hop al cantautorato, dal rock al pop più leggero, per dar vita ad un evento teso a celebrare la musica a 360°. Ma Gli Archi Village Cassino non è solo musica, è una kermesse di più ampio respiro, il cui programma comprende anche incontri, spettacoli di cabaret e intrattenimento per i bambini, oltre che eventi dedicati alla gastronomia e alla cultura. Un evento imperdibile da diversi punti di vista, per trascorrere un’estate all’insegna del divertimento e della musica.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

 

]]>
Atina Jazz Festival 2012: si parte il 7 luglio Wed, 04 Jul 2012 17:14:02 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/231736.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/last_minute/231736.html Francesca Francesca

Ritorna, puntuale come ogni anno, l’Atina Jazz Festival. L’edizione 2012 si svolgerà nella cittadina laziale tra il 7 e il 29 luglio prossimi.

Tra gli eventi Frosinone e dintorni più conosciuti e apprezzati nel Belpaese, l’Atina Jazz Festival è pronto anche quest’anno a ripartire, portando nella cittadina ciociara interessanti nomi del panorama jazzistico italiano e internazionale. Nato ormai molti lustri fa da un’intuizione – e dalla passione – di Vittorio Fortuna, scomparso nel 2004, l’Atina Jazz Festival è cresciuto nel tempo fino a diventare un punto di riferimento nel panorama dei festival musicali estivi.

Evento che negli anni ha portato in questo piccolo centro in provincia di Frosinone nomi altisonanti e veri e propri artisti del jazz, l’Atinajazz Festival ripropone ogni anno un programma ricco e variegato, capace di esplorare le varie sfaccettature che compongono questo mondo, e riuscendo così ad accontentare sia i fan del genere che coloro che si avvicinano per la prima volta al jazz.

In cartellone, anche quest’anno, una nutrita schiera di band e musicisti. Il sipario si alzerà il 7 luglio a Terracina, e ad aprire le danze sarà la P-Funking Band. Si continuerà il giorno seguente, sempre a Terracina, con l’esibizione di Danilo Rea & Enzo Pietropaoli. Cambio della location a partire dal 13 luglio: a Fiuggi si esibiranno la P-Funking Band (il 13 luglio), Sarah Jane Morris (14 luglio) e la Ray Gelato Band (15 luglio). Tappa intermedia a Sora, il 19 luglio, con il concerto di Fulvio Sigurtà & Claudio Filippini, prima di giungere ad Atina, dove dal 20 al 29 luglio si esibiranno alcuni dei musicisti più attesi di questa edizione del Festival. Menzione speciale per il “nostro” Stefano Bollani, che si esibirà nella serata del 22 luglio con Hamilton de Holanda, ma molti altri sono gli appuntamenti da non perdere in programma ad Atina. Protagonista della prima serata, il 20 luglio, sarà il Mario Romano 4et con la partecipazione di Enrico Rava, mentre per il 21 luglio sono attesi Dado Moroni & Max Ionata. Il 25 luglio sarà la volta del Julien Colarossi 4et, mentre protagonista della serata del 26 luglio sarà il Chihiro Yamanaka trio. L’Asì 4et feat Michele Rabbia Roy Hargrove 5et salirà sul palco dell’Atina Jazz 2012 il 27 luglio, mentre la sera successiva nella cittadina laziale si espanderanno le note della Jam OBsession con Luca Aquino, Claudio Coccoluto ed Enzo Pietropaoli. Saranno i Manhattan Transfer a chiudere la manifestazione il 29 luglio, salutando il pubblico dell’Atina Jazz Festival e dando appuntamento all’anno venturo, per un evento che è diventato ormai un classico delle nostre estati in musica.

Organizzato dalla Comag Sales con il sostegno degli Assessorati alla Cultura e al Turismo della Provincia di Frosinone, della Presidenza del Consiglio della Regione Lazio e con la collaborazione dei Comuni di Atina, Fiuggi, Gaeta, Terracina, Sora e Boville Ernica, l’Atina Festival si avvale della direzione artistica di Maurizio Ghini. Anche in questa ventisettesima edizione l’accento verrà posto non solo sui nomi conclamati del panorama jazzistico italiano e internazionale, ma anche sulle nuove leve e sui talenti emergenti. In particolare, quest’anno verrà organizzato un Campus della Musica, dal 20 a l 29 luglio, cui prenderanno parte 30 ragazzi provenienti da tutto il mondo.



Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

 

 

 

Prima Posizione Srl
Viale dell'Industria, 60/B - 35129 Padova PD
Tel. 049 7380052 - Fax. 049 8172019
www.prima-posizione.it - info@prima-posizione.it

 

]]>