Comunicati.net - Comunicati pubblicati - FUTURGUERRA Comunicati.net - Comunicati pubblicati - FUTURGUERRA Sun, 26 Jan 2020 16:40:21 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/4697/1 [Marco Vannini] Gennaio 2020 Wed, 22 Jan 2020 18:10:35 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616783.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616783.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Marco Vannini <newsletter@marcovannini.it>
Inviato: gioved? 16 gennaio 2020 15:19
A: astronave3000@hotmail.it <astronave3000@hotmail.it>
Oggetto: [Marco Vannini] Gennaio 2020
 
Se hai problemi a visualizzare la Newsletter clicca qui

Pubblicazioni recenti

Simone Weil: La rivelazione indianaSimone Weil: La rivelazione indiana, a cura di Sabina Moser e Marco Vannini, Le Lettere, pag. 214, euro 18,00. ISBN 9788893661140

Persuasa che la rivelazione divina non sia esclusiva di un popolo e di un tempo, Simone dedic? gli ultimi anni della sua breve vita (1909-1943) a un’indagine nelle tradizioni religiose di tutto il mondo, alla ricerca di cosa unisce nella verit? le diverse rivelazioni. Particolare rilievo in questa indagine lo ebbero le grandi filosofie e religioni dell’India: l’induismo, esaminato nei suoi principali testi - le Upanishad e la Bhagavad-G?ta - per le quali Simone studi? intensamente il sanscrito; il buddhismo, soprattutto nella sua forma Zen, e, di riflesso, anche il taoismo cinese.

Nella “rivelazione indiana” Simone trov? quegli elementi essenziali che non aveva trovato in quella biblico-cristiana: il distacco dall’ego, con la conseguente identificazione con l’Uno-Tutto; il concetto impersonale e, insieme, personale di Dio, una cosa sola con l’anima. Sul piano morale, trov? la risposta al problema dell’azione e della forza, tanto pi? scottante durante la guerra: come Krishna insegna ad Arjuna, l’azione ? buona se compiuta senza guardare ai frutti, “senza perch?”, come dicono i mistici cristiani. Simone si convinse infatti che la verit? delle religioni non sta nelle rappresentazioni teologiche, ma nella mistica. Le mistiche - scrisse - si rassomigliano tutte, fin quasi all’identit?. Cogliere questa identit?, ma anche il rilievo di quel “quasi”, fu l’impegno che assolse fino alla morte.


Sabina Moser (1961) ? da molti anni studiosa del pensiero weiliano, sul quale, oltre ad articoli e saggi, ha pubblicato: Simone Weil: Lezioni di filosofia (in S.W. Scendere verso l’alto, a cura di G.M. Reale, 2008); Uno sguardo nuovo. Il problema del male in Etty Hillesum e Simone Weil (con Beatrice Iacopini, 2009); La fisica soprannaturale. Simone Weil e la scienza (2011); e, per Le Lettere, Il “credo” di Simone Weil (2013). Ha curato anche l’antologia: Simone Weil, L’attesa della verit? (2014). Essere nell'eterno per vivere nel tempo. Gli “Scritti di Londra” di Simone Weil(Firenze 2018).

Marco Vannini (1948) con Le Lettere ha pubblicato La morte dell’anima. Dalla mistica alla psicologia (2003); Tesi per una riforma religiosa (2006); Mistica e filosofia (2007); Sulla grazia (2008); La mistica delle grandi religioni (2010); Dialettica della fede (2011); Lessico mistico (2013); Introduzione a Eckhart. Profilo e testi (2014); Storia della mistica occidentale (2015); Mistica, psicologia, teologia (2019). Dirige la rivista Mistica e filosofia.
Sul suo lavoro, si pu? vedere Roberto Schiavolin, Mistica e filosofia nel pensiero di Marco Vannini (Firenze, 2019).

]]>
Pino Casamassima, Edoardo Giusti, Eleonora Picerni, Donald Winnicot, Benedetta Cosmi, Antonio Martusciello, Antonella Nardone, Alberto Labellarte, Antonello Armando tra le novità di fine gennaio di Armando Sun, 19 Jan 2020 16:31:18 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616170.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616170.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Anna Ardissone 

 

vi presentiamo con piacere le novità in uscita per Armando a fine gennaio 2020.

Dal nuovo giallo  di Pino Casamassima che costruisce una storia che ne contiene diverse, seppure tutte riconducibili a un’unica genesi, alla guida propedeutica alle tematiche della ricerca sulla psicoterapia di Giusti Picerni, dal saggio che analizza l’impatto che gli sviluppi tecnologici producono sull’economia e sul contesto sociale di Martusciello al Bene Comune di Benedetta Cosmi, in cui l'autrice valorizza la cultura in diversi ambiti per ricostruire in nostro Paese, dalla crescita interiore che si basa sulla pratica dello Yoga e della Deep Mindfulness di Antonella Nardone, passando per il grande classico dedicato allo sviluppo infantile di Donald Winnicott riproposto in una nuova edizione e con una nuova traduzione che ne aggiorna il linguaggio psicoanalitico, rendendolo più moderno al saggio ambientano a Napoli nel tardo seicento che esplora la cultura dell'epoca fino ad arrivare ad Antonello Armando sui conflitti religiosi. 

Siamo a disposizione per l’invio dei materiali.

Un cordiale saluto

anna ardissone e raffaella soldani

 

 

Pino Casamassima Legami criminali

Gennaio 1971, in un borgo sulle colline del Garda viene ucciso un anziano, un solitario d’origine toscana i cui unici interessi sono la caccia e il suo orto. Molti anni dopo, un’unica mano compie una serie di delitti anche oltre i confini italiani, mentre una banda armata viene sgominata dopo la sua ultima, clamorosa azione a Milano. Tutto slegato nel tempo e nei luoghi. Ma questa è solo l’apparenza. Con una scrittura che intreccia più generi e più forme narrative, Casamassima costruisce una storia che ne contiene diverse, seppure tutte riconducibili a un’unica genesi.

Pino Casamassima è un giornalista professionista e autore. Scrive per il “Corriere della Sera”, “Focus Storia”, “BBC History”. Ha pubblicato una quarantina di libri, alcuni dei quali tradotti all’estero, Cina compresa. Per il teatro ha scritto una ventina di testi, fra cui i monologhi da lui stesso interpretati. Fra un saggio e un altro si confronta con la narrativa:

questa è una delle volte (più felici). Vive a Gardone Riviera.

Pagine 304 Prezzo euro.

 

Edoardo Giusti, Eleonora Picerni Lo psicoterapeuta ricercatore

Il libro di Giusti e Picerni tiene ottimamente fede al suo impegno di costituirsi come guida propedeutica alle tematiche della ricerca sulla psicoterapia. L’esposizione dei temi e` esaustiva e tuttavia in linguaggio accessibile vengono affrontate sia le problematiche tradizionali - con opportuni chiarimenti storici - sia i più recenti aggiornamenti, le innovazioni sul piano degli strumenti e le acquisizioni dell’ultimo decennio. L’impressione è di una vista dall’alto di un panorama sempre più interessante e in via di sviluppo.

Edoardo Giusti, Presidente dell’A.S.P.I.C. - Associazione per lo Sviluppo Psicologico dell’Individuo e della Comunità, con sedi dislocate a livello nazionale. È direttore della Scuola di specializzazione in Psicoterapia Pluralistica Integrata con autorizzazione ministeriale e professore a contratto presso la Scuola di specializzazione in Psicologia clinica dell’Università degli Studi di Padova. Svolge attività clinica e di supervisione didattica per psicoterapeuti. È Presidente onorario dell’ASPIC ARSA Ricerca Scientifica Applicata. Autore di oltre 110 volumi.

Eleonora Picerni Ph.D. Dottore di Ricerca in Psicobiologia e Psicofarmacologia. Psicologa Clinica e Psicoterapeuta, oltre all’attività clinica e di ricerca scientifica è coautrice di articoli su riviste internazionali e saggi specialistici in ambito psicologico. Collabora con la Fondazione “Santa Lucia” e ha pubblicato presso la nostra collana il testo Dissociazioni e conflitti. Valutazioni e terapie delle unità traumatizzate.

Pagine 208 Prezzo 24,00 euro

 

Benedetta Cosmi ll bene comune. Un vademecum progettuale.

Rete, materiali, progetti concreti ma soprattutto l’idea della società che si vuole costruire. Che combatte l'alienazione quella che altrimenti colpisce gli individui, ma contagia società e comunità intere. Che società si crea quando si priva della possibilità o perfino del desiderio di avere accesso alle risorse culturali? Da questa domanda di vent'anni fa di Chomsky, ne Il bene comune, Cosmi parte. La lettura, "è un autentico e insostituibile bene comune". I musei, le biblioteche, i corpi intermedi, le piazze, la scuola, l'università, i luoghi dell'innovazione, i centri culturali, sportivi,  l'associazionismo, le aziende, i libri, i bimbi, sono il bene comune, di cui parla l'autrice. Storie di un presente che non pensava al futuro e di generazioni che cercano una società aperta, basata sul lavoro e merito, in Italia, talora all'estero. Programmi per chi resta. È come un giro d'Italia (non fisico, città per città ma di rappresentanza, rappresentanza politica di quello che è stato fatto, si può fare si potrebbe ancora fare meglio su tutto il territorio nazionale con le persone che possono collaborare).

E (come ama ricordare il direttore del Corriere della sera) un capitolo è dedicato anche all’idea di Benedetta Cosmi di un “giornalismo costruttivo”, "che prende a cuore un problema e lo segue fino a quando le risposte pubbliche e private che quel problema pone non saranno arrivate". Il lettore farà parte delle riunioni, entrerà nelle stanze dei direttori, rettori, presidenti, con chi ha il “potere per”. Avrà voglia di trascorrere le sue notti in biblioteca.

Benedetta Cosmi

Benedetta Cosmi, giornalista economico, trentaseienne, esponente di spicco della società civile di Milano, da un lungo trascorso nel sindacato che ha contribuito ad innovare. Come vicedirettore della testata della Cisl e per cinque anni Innovation manager. È alla sesta pubblicazione. Con questo editore è il suo secondo libro, a dieci anni dal primo, in entrambi l'attenzione sulle future generazioni, la società e il lavoro .

Pagine 146 Prezzo 14 euro.

 

Antonio Martusciello La rete

Negli ultimi anni, il settore dell’informazione è stato attraversato da notevoli cambiamenti. Oggi, la disponibilità illimitata di documenti e materiali consente la possibilità di una fruizione e di un utilizzo delle fonti on demand, in qualsiasi luogo e in qualunque momento.

I cittadini poi diventano protagonisti, partecipando alla generazione delle notizie, attraverso il citizen journalism. Da un lato, con le tecnologie comunicative, come tablet o smartphone, anche gli users possono produrre materiale di interesse giornalistico, dall’altro, l’avvento delle piattaforme di condivisione sociale, consente una partecipazione attiva al dibattito pubblico e una potenziale amplificazione delle news. Elementi sicuramente positivi se coincidenti con l’articolazione di un’offerta armoniosa dell’informazione. Questa è oggi caratterizzata da una notevole copiosità, ma si presenta sul web il più delle volte gratuita, saggio sugli impatti almeno in termini monetari, generando nel settore un grave fallimento di mercato, sia per la difficoltà di stimolare il pagamento per i contenuti fruiti, sia per l’acquisizione di quote di fatturato pubblicitario a danno degli editori e a favore delle piattaforme di aggregazione, ricerca e condivisione. Un sistema che rischia di innescare una spirale tesa verso una drammatica riduzione delle risorse per i media tradizionali, a cui possono venire a mancare i fondi necessari per produrre e stimolare inchieste di qualità. Da queste basi, il saggio intende analizzare l’impatto che gli sviluppi tecnologici producono sull’economia e sul contesto sociale, invitando a riflettere sulla necessità di un’appropriata politica pubblica in grado di tutelare i diritti e le libertà fondamentali, ma anche capace di stimolare l’innovazione e lo sviluppo dei servizi.

Antonio Martusciello, già Parlamentare con una importante esperienza manageriale nel settore dei media, ha ricoperto incarichi di governo in qualità di Sottosegretario all’Ambiente e Vice Ministro dei Beni e delle Attività Culturali. Dal 2010 è Commissario dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e componente della Commissione Servizi e Prodotti. Dal 2011 è docente presso la facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, dove è titolare dei corsi in “New media e garanzie del consumatore” e in “Diritto dell’Informazione nel mondo globale”. È professore straordinario presso l’Università degli Studi Unipegaso, titolare del corso di Sociologia.

Pagine 96 Prezzo 10 euro.

 

Antonella Nardone Yoga in mindfulness

Un libro che approfondisce le tradizioni dello Yoga e della Meditazione buddhista per cercare nuove sinergie. La sua peculiarità è quella di proporre un modello di crescita interiore che si basa sulla pratica dello Yoga e della Deep Mindfulness (Dharma oriented). In particolare sono descritti percorsi esperienziali che, attraverso diverse tecniche di stimolazione dei chakra, visti come plessi psichici, disegnano un sentiero evolutivo alla luce dei temi fondanti della psicologia buddhista. Il volume è diviso in tre parti: i fondamenti teorici, il percorso della consapevolezza, la pratica dello Yoga Mindfulness. È diretto agli insegnanti di Yoga, di Meditazione, di Mindfulness, ai counselor e a tutti coloro che, anche individualmente, lavorano per lo sviluppo personale e per la crescita interiore.

Antonella Nardone, Mindfulness counselor, insegnante e formatrice di Yoga, di Meditazione e di Mindfulness; fondatrice e direttrice didattica de “Il filo del Sé”, centro di pratica e Scuola di formazione Counselor Yoga Mindfulness che promuove un metodo evolutivo a mediazione corporea.

Pagine 96. Prezzo 24 euro.

 

Donald Winnicott Gioco e realtà

Il grande classico di Donald Winnicott viene riproposto in una nuova edizione e con una nuova traduzione che ne aggiorna il linguaggio psicoanalitico, rendendolo più moderno per il lettore contemporaneo. Il saggio raccoglie alcuni degli studi più importanti di Winnicott sullo sviluppo infantile e sul modo in cui il bambino “fa” e percepisce il mondo, riferendosi soprattutto al formarsi della sua vita immaginativa.

Donald Winnicott (1896-1971) è stato un pediatra e psicoanalista britannico. La sua osservazione verteva principalmente sul rapporto madre- figlio. Le sue originali teorie sullo sviluppo psicologico ed emotivo del bambino sono tuttora alla base degli studi dei professionisti di questa materia.

Pagine  255 Prezzo 20 euro

 

Alberto Labellarte Atomismo e corpularismo. Nella Napoli di fine Seicento

Ambientato nel Regno di Napoli del tardo Seicento, il saggio esplora la cultura dell’epoca attraverso la vicenda biografica dei membri dell’Accademia degli Investiganti, Tommaso Cornelio, Lucantonio Porzio, Francesco d’Andrea e Giuseppe Valletta. Attraverso l’analisi delle opere degli Investiganti, il testo mostra un quadro della loro riflessione filosofico-scientifica dovuta alla diffusione delle teorie atomistiche dei maggiori pensatori europei (Boyle, Descartes, Galilei, etc.) nei circoli partenopei.

Alberto Labellarte è nato a Modugno (BA) lo 05/10/1987 e vive a Valenzano (BA). Ha compiuto i suoi studi presso l’Università degli Studi di Bari ‘Aldo Moro’ dove ha conseguito la laurea magistrale in Scienze Filosofiche e il dottorato di ricerca in Filosofia e Storia della Filosofia. È docente di Filosofia e Storia.

Pagine 208 Prezzo 15 euro

 

Antonello Armando Passaggi, ponti, pontefici

Grazie alle riflessioni nate dall’incontro con Angelo Brelich e dalle letture delle opere di Mircea Eliade ed Ernesto de Martino ma anche da quelle di filosofi diversamente orientati come Kirkegaard e Feuerbach, nasce questo saggio. L’obiettivo, attraverso un linguaggio semplice e accessibile, è quello di tramandare ciò che l’autore ha appreso ai giovani, che vivono oggi in un mondo attraversato da conflitti religiosi e da un uso spesso improprio della religione.

Antonello Armando si è laureato in filosofia teoretica con Ugo Spirito e Tullio Gregory e si è formato come psicoanalista in Francia e in Italia. Ha inseg­nato Psicologia dinamica e Psicologia generale nelle Università di Siena, Roma e Napoli.

Pagine 256 Prezzo 15 euro

 

 

Sono disponibili i materiali su richiesta per segnalazione/recensione/ intervista

 

Ufficio stampa Armando

Anna Ardissone cell. 340.7009695  annaardissone1@gmail.com

Raffaella Soldani cell. 349. 3557400  raffaellasoldani@gmail.com

Matilde Altomare press@armando.it

 

www.armando.it

]]>
Cultura/Comitato per le celebrazioni di Raffaello. Il ministro sostituisce Sgarbi che replica: “Ignorante, non sa che il comitato ha esaurito i lavori. Sostituzione insensata” Sun, 19 Jan 2020 16:19:50 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616169.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616169.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: VITTORIO SGARBI - (Ufficio Stampa)  

Cultura/Comitato per le celebrazioni di Raffaello. Il ministro sostituisce Sgarbi che replica: “Ignorante, non sa che il comitato ha esaurito i lavori. Sostituzione insensata”


ROMA - Vittorio Sgarbi commenta l’insensata e illecita sostituzione, come membro designato dal MIUR nel comitato Comitato nazionale istituito per le celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Raffaello Sanzio, operata dall'ex ministro Lorenzo Fioramonti in favore del suo protetto Tomaso Montanari.


“Ignorante come una capra, l’ex ministro delle merendine, Lorenzo Fioramonti - osserva Sgarbi - non sa che il Comitato nazionale per le celebrazioni di Raffaello, arrivati all’anno fatidico delle iniziative per il quinto centenario della morte dell’artista, il 2020, ha da tempo concluso i suoi lavori, distribuendo tutti i fondi e definendo tutte le iniziative che saranno comprese nel perimetro definito dal comitato stesso. Ha dunque esaurito le sue funzioni e non si riunirà più. La sostituzione di un membro è dunque un atto del tutto pleonastico e ininfluente”


Aggiunge Sgarbi: “L'impedito, parlando dall'oltretomba, ministro per caso, ha firmato documenti non validi. Le revoche da lui fatte in due consigli di amministrazione  e nel comitato nazionale per Raffaello, con evidente persecuzione personale, sono inefficaci e non dipendono dal ministero dell’istruzione ma da quello dell’Università. Il Comitato nazionale insediato nel 2018 ha finito la sua attività da alcuni mesi e ha già assegnato i finanziamenti. Urbino ha avuto, grazie alla mia persuasiva azione, un finanziamento pari a circa 425 mila euro, ripartiti in 50mila per la mostra sul padre di Raffaello, Giovanni Santi; 50 mila per la mostra “Raffaellino del Colle e  Raffaello”, a mia cura; 150 mila per la mostra Raffaello e i suoi amici”; 150mila per la mostra su “Baldassar Castiglione”, a cura mia e di Elisabetta Soletti, programmata per il mese di giugno in palazzo ducale di Urbino; 25mila per le attività di Casa Raffaello. Cartellone esaurito, con la grande mostra, a Roma, ”Raffaello”, alle scuderie del Quirinale”


Conclude Sgarbi: “Montanari, penosamente convocato dall’ex Fioramonti, può semplicemente stare a guardare le mostre che abbiamo proposto".


l’Ufficio Stampa

(Nino Ippolito)

+39 334 3265383



--
 

 

]]>
Ferrara, presentazione di Angelo Santini "Regole ed Avvertimenti pratici per fabbricar con sodezza, e geometriche riflessioni" (Tiemme/Ted edizioni) : Biblioteca Ariostea, Lunedì 20/01 Fri, 17 Jan 2020 18:04:04 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616063.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/616063.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Riccardo Roversi 


«Regole ed Avvertimenti pratici per fabbricar con sodezza, e geometriche riflessioni del fu Angelo Santini, Professore d’Architettura Civile, e Capo-Mastro della Reverenda Camera Apostolica, raccolte, e date in luce dal figlio Don Pietro Antonio, Rettore di Gradizza»: è questo il lunghissimo titolo completo di questa fondamentale opera pubblicata nel 1770 e tuttora manuale imprescindibile in molte Facoltà di Architettura, ora riedita - in occasione della ricorrenza del 250° anno dalla morte di Angelo Santini - a cura di Lucio Scardino e Riccardo Roversi. A parte qualche lieve normalizzazione, in questa edizione il testo rispetta la forma originale.

--
]]>
T-Day (Transumanesimo della Vita Quotidiana) (Armando Editore) Presentazione a Salerno Libri (18-19 gennaio) di Angelo Giubileo Fri, 17 Jan 2020 14:04:37 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/615986.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/615986.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA Nell'ambito della fiera espositiva “SalernoLibri” (18-19 gennaio), che viene allestita nell’omonima città a cura dell’associazione Capit di Salerno, il filosofo ed editorialista Angelo Giubileo presenta ed espone “T-Day (Transumanesimo della vita quotidiana)”, opera di Autori Vari e a cura di R. Guerra e P. Bruni. Il volume è stato pubblicato nel mese di giugno scorso dalla nota e storica casa editrice Armando di Roma. Il libro è una collettanea di saggi inerenti al filone del pensiero transumanista. I contributi sono introdotti da un saggio di apertura di Zoltan Istvan. Oltre al mio contributo e quello degli altri autori ( https://www.salernonotizie.it/2019/06/08/t-day-transumanesimo-della-vita-quotidiana/?fbclid=IwAR3QyMyae-H6b8b0x1ftqhAoeMx6VZMNqLAWqbBF75b3rFa2oWJ8aj32DFo) segnalo in particolare il saggio del sociologo e filosofo Riccardo Campa (Angelo Giubileo)
]]>
Giovanni Sessa : Presentazione 21 gennaio, Roma, Montogmery Butchart Wed, 15 Jan 2020 18:17:25 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/615626.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/615626.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Sessa_Giovanni 
 

Carissimi,

in allegato la locandina-invito di una presentazione cui prenderò parte a Roma martedì 21 gennaio. Per l'occasione spero di incontrarVi.

Cordialmente,

Giovanni Sessa


APERITIVO LETTERARIO HORAFELIX-CAFFE' LETTERARIO
Montgomery Butchart
IL DENARO DI DOMANI
Martedi 21 gennaio ore 18.30
Ne discutono Nino GALLONI e Giovanni SESSA


https://www.facebook.com/Horafelix/?rf=194162611495505

]]>
Futuro Anteriore... sabato 18 e domenica 19 gennaio Ferrara Off Wed, 15 Jan 2020 18:11:24 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/615623.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/615623.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Ferrara Off Teatro

Matilde Buzzoni


Futuro Anteriore, come sarà la vecchiaia del futuro?

Gennaio 2020 è per Ferrara Off un mese di tournèe, da ‘Tranne che il buio’ andato in scena sabato 11 gennaio a Migliarino, a ‘Futuro Anteriore’ spettacolo realizzato con il sostegno di MiBAC e di SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina - Copia privata per i giovani, per la cultura” che andrà in scena a Occhiobello, Ferrara, Modena, Giarola e Lendinara.
Con la prima data, venerdì 17 gennaio, alle 21, al Teatro Comunale di Occhiobello, Futuro Anteriore inaugura il 2020 della stagione teatrale organizzata dal Comune di Occhiobello e l’associazione Arkadiis. A Ferrara invece lo spettacolo andrà in scena sabato 18 e 25 gennaio, alle 21. In scena Matilde Buzzoni, Antonio De Nitto, Gloria Giacopini, Matilde Vigna (Premio Ubu 2019 miglior attrice under 35) con la drammaturgia di Margherita Mauro e la regia Giulio Costa.

Lo spettacolo nasce dall’idea che con il progressivo innalzamento dell’aspettativa di vita, un giovane di oggi si troverà verosimilmente a trascorrere quasi metà della propria esistenza nella cosiddetta età avanzata. Infatti, grazie alle continue scoperte scientifiche, nel corso dell’ultimo secolo la speranza di vita è più che raddoppiata, passando da 31 anni di media a inizio Novecento a 71 anni nel 2014 - e si prevede che nel 2030 si arriverà addirittura a superare i 90 anni.
È da questo contesto di progressivo invecchiamento demografico che prende le mosse Futuro Anteriore: partendo dall’idea che una vecchiaia diversa è possibile, quattro giovani attori immaginano prospettive di terza età alternative, con anziani fuori dalle case di riposo, non più ai margini della società, né ai confini con la realtà.

Domenica 19 gennaio, alle 17.30, verrà proiettato a Ferrara Off il terzo docufilm della rassegna Mondovisioni, ‘Human nature’ di Adam Bolt (v.o. sottotitolata) incentrato sul metodo CRISPR che consente agli scienziati di fare ricerca per trovare cure a partire dall’editing del genoma. Le ricercatrici dell’Università di Ferrara Peggy Marconi e Francesca Salvatori saranno presenti alla proiezione per commentare le straordinarie potenzialità della tecnologia, spiegando i passaggi più tecnici del documentario e raccontando al pubblico la propria ricerca, che si basa appunto sull'utilizzo gene editing per individuare una cura personalizzata per i malati di Alessia spinocerebellare. Una ricerca che fino al 2 febbraio si potrà sostenere attraverso il crowdfunding Unife.
L’ingresso a tutte le attività culturali è riservato ai soci. Per lo spettacolo di sabato l’ingresso è di 12 euro nuovi soci (inclusa tessera associativa), 10 euro soci, riduzioni per Universitari, Under 30 e Under 18.
Mondovisioni ingresso 5 euro soci, 10 euro nuovi soci (inclusa tessera associativa), abbonamento a sei lezioni 20 euro soci, 25 euro nuovi soci (inclusa tessera associativa). Maggiori informazioni online o al numero 333 6282360.



--

associazione culturale Ferrara Off
viale Alfonso I d'Este 13, 44123 Ferrara
 

info.ferraraoff@gmail.com - www.ferraraoff.it


         

]]>
Giuliana Berengan: Mare di gennaio (su Wall Street International Magazine) Sun, 12 Jan 2020 13:37:32 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614996.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614996.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Giuliana <berengan.giuliana 
 

Care amiche, cari amici,

 

in questo inizio d’anno

condivido uno stato d’animo

e rendo omaggio all’antica

saggezza d’Oriente: quando

sei stanco riposa, quando

sei felice non voler essere

felice per sempre.

Non lasciarti spaventare dal

mutamento che è naturale

come il moto delle onde.

 

Del mio “mare di gennaio”

potete leggere dal giorno 10

di questo mese sul Wall Street

International Magazine con il

seguente link:

https://wsimag.com/it/trame/59915-mare-di-gennaio 

 

Grazie ancora una volta se

vorrete condividere queste

parole con i vostri amici di

rete

 

Giuliana Berengan

 

 

]]>
Nel 2020 smettiamo di snobbare il fintech Fri, 10 Jan 2020 14:21:21 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614921.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614921.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Newsletter Financecommunity.it  


Image
Image


Newsletter N° 221 del 08 gennaio 2020

Nel 2020 smettiamo di snobbare il fintech


di laura morelli

 
Se la fine dell’anno è il momento in cui si tirano le somme, l’inizio è quello dei buoni propositi. Nel 2020 il mondo della finanza potrebbe potenzialmente averne parecchi. Ma ce n’è uno che forse dovrebbe avere la priorità e cioè l’impegno a sposare - o almeno a fidanzarsi - con la tecnologia.
 
Una ricerca della piattaforma BorsadelCredito.it evidenzia come questo potrà essere un anno decisivo, dodici mesi in cui potrà potenzialmente aumentare il divario tra chi fa del fintech un elemento di competitività e un volano del business e chi lo considera solo un costo.
 
Perché è un anno decisivo? Innanzitutto perché c’è l’open banking. Se il 2019 è stato l’anno zero con l’entrata in vigore della PSD2 (la direttiva europea su pagamenti digitali), il 2020 sarà l’anno di messa a regime di tali cambiamenti e quindi di definizione di nuovi modelli di servizio che vedranno il go to market nel 2021. Coloro che finora non hanno "fatto i compiti" dal punto di vista tecnologico, ad esempio adottando nuovi sistemi per l’organizzazione interna o nel servizio ai clienti, quest’anno potranno trovarsi davanti a una mole di lavoro significativamente più elevata per far fronte alla direttiva e al contempo reggerne l’impatto.
 
Tra l’altro, con la PSD2 soggetti non tradizionali come le big tech (Facebook e Amazon lo stanno già facendo) possono concorrere grazie a una grande base utenti, bassi costi di acquisizione, accesso a grandi moli di dati e alle licenze di internet banking. In questo "il ruolo delle fintech potrebbe essere quello di promuovere l’innovazione per soggetti rimasti per troppo tempo seduti e che oggi fanno fatica a reagire", dicono da BorsadelCredito.it. Un altro motivo per abbracciare la tecnologia e iniziare ad adottarla.
 
Oggi, evidenzia il Politecnico di Milano, i due terzi della spesa informatica nelle banche italiane è destinata ancora oggi a compliance e alla manutenzione dei sistemi di legacy. Di conseguenza per l’Osservatorio dell’ateneo è difficile che le banche abbiano oggi la capacità di sviluppare innovazione in house.
 
Serve dunque una nuova governance. E a monte un nuovo modo di pensare e concepire l’attività bancaria e finanziaria in generale, cioè una nuova cultura che dovrebbe essere condivisa da tutti i professionisti del settore. Questo sarebbe davvero un utilissimo buon proposito per l’anno nuovo.
 


Image

Private Equity

Brera con Italmobiliare in acquisizione 20% Officina Profumo di Santa Maria Novella

Italmobiliare ha acquisito il 20% del capitale di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella per 40 milioni di euro. Brera Financial Advisory ha agito in qualità di advisor finanziario. L'azienda attiva nel settore dei profumi e prodo...



Image
Image

Focus

Da advisor a zebra: l'ABC della finanza del 2019

Sarebbe dovuto essere l’anno peggiore, e invece in qualche modo il 2019 ha retto. Sul fronte investment banking, almeno. Ma anche sul mercato, in particolare quello delle piccole e medie imprese. Sullo sfondo la guerra commerciale Usa-Cina, la Brexit...

Image
Image
Image
Image
Facebook
Twitter
Facebook

 
LC srl - Via Morimondo 26 - 20143 Milano - Tel. 02 84243870 - C.F./P.IVA 07619210961 REA 1971432
Registro delle Imprese di Milano - Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

]]>
FERRARA: Giorgio Bassani e il "Corriere Padano" (1935-1937) Formato Kindle (Tiemme/TED edizioni) Fri, 10 Jan 2020 14:19:20 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614920.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614920.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA


di Riccardo Roversi (Autore) EURO 3.OO
I dieci racconti di Giorgio Bassani (1916-2000) riprodotti in questo libro, per decenni rimasti pressoché sconosciuti, sono apparsi fra il maggio del 1935 e il novembre del 1937 sulla pagina letteraria del “Corriere Padano”, un giornale all’epoca culturalmente (e sorprendentemente) libero pur nel pieno del ventennio fascista. Sono qua riportate anche due recensioni (ad Attilio Bertolucci e a Franco Giovanelli) e tre traduzioni (due poesie di Paul Valéry e una di Thomas S. Eliot) di Bassani, pure esse apparse sul “Corriere Padano” nel 1936 e nel 1937. Tutti i quindici testi sono stati recuperati direttamente dai microfilm delle rispettive pagine del “Corriere Padano”, conservati presso la Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara. I racconti “giovanili” di Bassani (che aveva all’epoca fra i 19 e i 21 anni di età), qua ora riuniti e commentati, al di là di qualche veniale “arcaismo” o imprecisione formale, sono per lo più semiautobiografici e “ferraresi” ma, soprattutto, sono bellissimi. Forse non sapremo mai la vera ragione per cui l’autore li ha abbandonati a un destino quasi di oblio: può darsi che non li abbia abbastanza amati. O più probabilmente che li abbia amati troppo. (Riccardo Roversi)
Super riscoperta, assolutamente originale, per Tiemme on line e a cura di Riccardo Roversi, per un inedito Bassani: suoi scritti giovanili sul "mitico" Corriere Padano, la testata "ferrarese" del ventennio di Nello Quilici e lo stesso Italo Balbo, naturalmente controversa eppure culturalmente elevata e semi-autonoma dal fu regime e prova della sua stessa-almeno parziale-complessità. E un Bassani già grande scrittore allo stato nascente. (R.G.)
SI VEDA ANCHE PER UN APPROFONDIMENTO ESTENSE COM



]]>
BREVE STORIA DEL SEGNALIBRO di Massimo Gatta. In libreria il 26 gennaio 2020 per Graphe.it Wed, 08 Jan 2020 17:58:17 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614511.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/614511.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Anna Ardissone  

 

 

Massimo Gatta
Breve storia del segnalibro

Graphe.it edizioni
Prezzo 7 euro; pagine 74, con illustrazioni

in libreria il 26 gennaio 2020



 

Cosa usate per tenere il segno, quando momentaneamente interrompete la lettura di un libro? Avete mai prestato davvero attenzione a quell'oggetto (biglietto del tram, fiore essiccato, laccetto di seta…) che vi permette di ritrovare il punto in cui vi eravate fermati? Fra il segnalibro d’emergenza (come la classica e vituperata “orecchia”) e quelli pregiati, pensati come elementi da collezione, passa un mondo che non merita soltanto curiosità classificatoria, ma una considerazione che non è troppo definire filosofica; proprio con questo termine, infatti, l’autore �“ esperto degli aspetti paratestuali del libro �“ descrive il segnalibro come «un elemento filosofico prima ancora che materiale». Oltre alla puntualità della prospettiva storica, un ricco apparato di note e una nutrita bibliografia rendono questo saggio limpido e prezioso, mai pedante e tra i rarissimi contributi dedicati all'argomento.

MASSIMO GATTA (Napoli, 1959) è bibliotecario dell’Università degli Studi del Molise e studioso di editoria del Novecento, tipografia privata e bibliografia. Ha collaborato al supplemento domenicale de «Il Sole 24 Ore», scrive su numerosi periodici di settore e per l’editore Palladino ha diretto la Collana “DAT �“ Documenti d’Arte Tipografica”. È inoltre direttore editoriale della casa editrice Biblohaus, specializzata in bibliografia e bibliofilia, e autore di circa 500 pubblicazioni.

 

    

Ufficio stampa:

Anna Ardissone  cell. 340.7009695

Raffaella Soldani  cell. 349.3557400

www.graphe.it

 

 



]]>
Anni Venti: Il Mussolini indicibile. Adesso parlo io... (Armando editore) Wed, 01 Jan 2020 13:34:29 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/613548.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/613548.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA In Italia, ormai, nulla desta più scandalo del Duce e del Fascismo, temi ancora altamente perturbanti per la cultura attuale dominante, politicamente corretta e antifascista. Con stile letterario e giornalistico, ma sulla scia di illustri storici controculturali, Roberto Guerra, che si definisce un "futurista di sinistra", presenta un pamphlet di fantapolitica in cui immagina un Mussolini rivoluzionario postumo scandaloso e sorprendente, estremizzando, tra il serio e il faceto, le revisioni storiografiche di De Felice, Nolte e altri. Un Duce che analizza i propri errori storici e parla di alcuni protagonisti della politica contemporanea fino ai nostri giorni, rivendicando quel che i "compagni" non hanno mai voluto ammettere: che proprio Mussolini a suo tempo realizzò il comunismo in Italia.




]]>
Anni '20: Mussolini socialista (eBook) Tiemme/Ted edizioni Wed, 01 Jan 2020 13:27:30 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/613547.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/613547.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Riccardo Roversi 

Dall'Avanti! al Popolo d'Italia Formato Kindle
di Benito Mussolini (Autore) euro 3.00

Benito Mussolini, esponente di spicco del Partito Socialista Italiano, fu nominato direttore del quotidiano di partito Avanti! nel 1912. Convinto anti-interventista negli anni precedenti al primo conflitto mondiale, nel 1914 si dichiarò a favore della guerra. Trovatosi in netto contrasto con la linea del partito, si dimise dalla direzione dell’Avanti! e fondò Il Popolo d’Italia, schierato su posizioni interventiste: venne quindi espulso dal PSI. Questo libro raccoglie i più significativi articoli, apparsi fra il dicembre del 1912 e il marzo del 1915 sui due quotidiani, quasi tutti a firma di Mussolini.

Il futuro duce originario, socialista e rivoulzionario, rilanciato on line da Tiemme/Ted.  Attraverso la sua penna giornalistica  all'epoca (ma anche in seguito almeno in certa misura) non solo giornalismo doc...  politicamente scorretta ante litteram, persino anarchico futuristica. Sorta di editoriali non stop  perturbanti. E fermo restando il seguito, quasi di segno opposto, innegoziabile nella parabola  filonazista e  seconda...guerrafondaia, oltre a certa involuzione indubbia anche nel fascismo regime, un  "futurfascismo"  storicamente alternativo e tutt'oggi indicibile o quasi per la storia stessa del progressismo italiano. (R.G.) --


--
]]>
Il 2019 in 5 editoriali Sun, 29 Dec 2019 13:39:35 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/613311.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/613311.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Newsletter Inhousecommunity. 


Image
Image


Newsletter N° 187 del 20 dicembre 2019

Il 2019 in 5 editoriali


di ilaria iaquinta


Ci siamo quasi. Mancano ormai pochi giorni all’anno nuovo e anche quest’anno non ho resistito alla tentazione di salutarvi, in occasione dell’ultimo editoriale del 2019, facendo un bilancio. A seguire trovate i 5 editoriali di inhousecommunity.it più letti degli ultimi 12 mesi. Cliccando su ciascun link potrete rileggerli integralmente.
 
Non mi resta che augurarvi buone feste e ricordarvi che la newsletter di inhousecommunity.it ripartirà il 10 gennaio 2020.
 
Perché il general counsel non può essere il garante dell’etica aziendale
Dopo i grandi scandali americani Enron e WorldCom, le imprese hanno iniziato a capire che il loro interesse non poteva più essere solo quello di creare profitto, ma quello anche di prestare attenzione a come raggiungevano questo profitto. È da allora che si è innescato il cambio di paradigma. Le aziende hanno iniziato a dare pubblicamente dimostrazione del fatto che possono muoversi anche meglio sul mercato, se riescono a mantenere saldi dei valori forti. Diversi studi hanno dimostrato che abbracciare l’etica significa rafforzare il legame coi dipendenti e gli stakeholder, ma anche guadagnare la fiducia e le preferenze dei clienti/consumatori.
 
Da avvocato a team leader: qualche suggerimento per i general counsel
L’unione fa la forza. Ce lo insegnano quando siamo bambini per spingerci alla socialità, ce ne rendiamo conto crescendo quando nel gruppo troviamo la nostra identità, e lo facciamo nostro quando entriamo nel lavoro e ci viene richiesto di lavorare in team.
Come ci insegnano le discipline sportive, la squadra funziona bene se ha una buona guida che la mantiene coesa. Un leader, che con la sua vision sostiene il gruppo e trasmette alle sue risorse una cultura positiva. Motivandole, coinvolgendole e fidelizzandole.
 
Avvocati: stop al superlavoro 
Uscire alle 18 da lavoro? Impensabile per un avvocato (certo, lo è un po’ per tutti nel mondo di lavoro di oggi, ma come sapete noi ci concentriamo soprattutto sugli avvocati). Lo sguardo di chiunque, anche quello dell’ultimo dei colleghi, si poserebbe rigoroso su colui o colei che con coraggio osasse ad alzarsi dalla sua scrivania anche solo alle 18.01 per andare incontro alla vita. La vita sì. Perché la vita è anche quello che c’è dopo il lavoro.
 
Direzioni legali interne verso la svolta tech 
Gli uffici legali diventeranno sempre più tech. La tecnologia sarà per i general counsel l’antidoto all’aumento del carico di lavoro e alle richieste pressanti, da parte del management, di consulenze di maggior valore strategico e di un numero maggiore di attività.
Lo rivela una ricerca appena pubblicata dal fornitore di servizi legali alternativi Konexo - divisione dello studio Eversheds Sutherland - e condotta a settembre scorso su 100 giuristi d’impresa senior in Regno Unito, Germania e Stati Uniti.
 
Legal operations, una nuova occasione professionale per i giuristi d’impresa
Mentre in Italia il dibattito sulle legal operations rimane quasi silente, Oltreoceano la diffusione di questa funzione aziendale prosegue a macchia d’olio. Le previsioni per il 2020 e i prossimi anni sono rosee: le legal operations avranno un ruolo sempre più preponderante e decisionale all’interno delle direzioni affari legali.


ilaria.iaquinta@lcpublishinggroup.it
@r_iaquinta

Image

Fusioni e Acquisizioni

Inwit, l'assemblea dà l'ok alla fusione con Vodafone Towers. I legali

L'assemblea dei soci della controllata di Tim ha approvato quasi all'unanimità l'operazione, che creerà la più grande rete italiana di impianti per il 5G



Image
Image

International Capital Markets

Juventus chiude aumento di capitale da 300 mln

Gli aspetti legali dell'operazione sono stati curati da un team in house guidato dall'head of legal and human resorces Fabio Tucci, assistito da Pedersoli Studio Legale

Image
Image
Image
Image
Facebook
Twitter
Twitter


 
LC srl - Via Morimondo 26 - 20143 Milano - Tel. 02 84243870 - C.F./P.IVA 07619210961 REA 1971432
Registro delle Imprese di Milano - Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

]]>
Comunicato Stampa Uno stipendio in più Mon, 23 Dec 2019 13:58:58 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612779.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612779.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: cosimo.forina 
Comunicato Stampa



Come nel 2012 i quaranta dipendenti delle Officine Meccanica Murgesi (OMM) di Spinazzola riceveranno questo mese uno stipendio in più, lo ha deliberato il consiglio di amministrazione come premio produzione.

Una scelta che arriva dal conseguimento da parte dell’azienda di un risultato incrementale che riguarda la produttività, la qualità, l’efficienza e l’innovazione.

La OMM specializzata nella progettazione, costruzione e fornitura di linee automatiche di movimentazione ed asservimento presse, calandre, piegatrici, impianti robotizzati per la manipolazione e la saldatura e in generale impianti per la lavorazione lamiera opera in Europa, Russia, Medio Oriente, Nord Africa, Nord America e Messico.

Spiega Nicola Di Tullio Chief Executive Officer «durante quest’ultimi anni l’azienda ha conseguito dei primati unici. L’ultimo in ordine di tempo, per la prima volta al mondo un palo tondo conico viene profilato, calibrato e saldato ad alta frequenza. Ad essere stata applicata la stessa tecnologia che da anni si applica sui tubi cilindrici con la differenza che un palo conico cambia diametro nella lunghezza millimetro per millimetro. Una tecnologia come tante altre brevettata dall’azienda di Spinazzola che raggiungerà, con i suoi impianti di produzione, i mercati mondiali».

«Questo risultato - prosegue Di Tullio - è stato raggiunto in sette mesi, sembrava in partenza una pazzia, l’impegno, la dedizione, l’efficienza, un gruppo che crede nelle innovazioni, del fare sistema, ha portato ad un risultato sbalorditivo».

L’innovazione è già stata applicata in Polonia per una multinazionale americana. Durante la visita per il collaudo dell’impianto il dirigente statunitense nell’osservare le soluzioni ha affermato: «in questo piccolo paesino del sud avete una testa grande».

Se la crisi delle tante aziende italiane costringe a cronache negative, dove titolari ed operai giornalmente devono fare i conti con il calo della produzione e del licenziamento, alla OMM si festeggiano i risultati conseguiti.

Già il sud dove tutto sembra condanna ed abbandono. Una storia, una bella storia, quella di questa cooperativa che arriva da lontano. Una grande famiglia che ha come filosofia quella del bene comune che va oltre il proprio ruolo. Dove il riscatto possibile trova origine dal rifiuto della sconfitta. È tutto scritto nelle pagine delle Officine Meccaniche Murgesi di Spinazzola che ha iniziato la sua avventura nel 1975. N ella scelta coraggiosa di dodici dipendenti licenziati da una fabbrica in smobilitazione, i quali partiti tra mille difficoltà oggi premiano i propri dipendenti rappresentando ancora una volta una positiva eccezione nazionale.

«Le OMM - chiosa il CEO Di Tullio - non vendono macchine ma forniscono soluzioni».

Ricerca continua di sistemi industriali altamente specializzati per soddisfare le richieste dei clienti di processi di produzione performanti, personalizzati e altamente tecnologici.

La filosofia dell’OMM è quella di far realizzare la produzione alle macchine, non all’uomo. L’uomo deve solo controllare che il processo produttivo vada avanti come programmato. Le risorse umane della OMM sono il capitale più importante dell'azienda.

Ed ecco che lo stipendio in più che tutti troveranno nella propria busta paga diventa l’orgoglio del saper andare oltre, tutti insieme, come da 44 anni, programmando il futuro.



      CEO

Nicola Di Tullio

+39 335420089



 


 

]]>
Previsioni... Astronomiche! ✨🚀 Gli eventi del cielo e le missioni spaziali per il 2020 su Coelum Astronomia di Gennaio adesso online! Sun, 22 Dec 2019 19:10:39 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612595.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612595.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Coelum Astronomia   
 
 
Newsletter Coelum | Leggi online
h3d.png
Coelum Astronomia 240 di gennaio è ONLINE
 

Previsioni... astronomiche! 
Dagli eventi del cielo alle missioni spaziali del 2020

 
L'essere umano da sempre ha il desiderio di conoscere anticipatamente gli eventi che verranno, ma, se per certe cose sarebbe davvero necessaria la "sfera di cristallo", in Astronomia fortunatamente è sufficiente conoscere bene la "sfera celeste" e le meccaniche che la governano. 

Ed è proprio a quest'ultima sfera che Giuseppe Petricca ha fatto ricorso, per avere in anteprima gli eventi celesti che ci attendono nel corso del 2020. La volta stellata è sempre capace di donare soddisfazioni a chi ha la pazienza e il desiderio di dedicare il suo tempo all'osservazione degli astri, e in effetti, anche se non ci saranno fenomeni eclatanti �“ come il recente transito di Mercurio sul Sole �“ anche il 2020 saprà offrire numerosi spunti per l'osservazione, con qualche fenomeno particolare, come una stretta congiunzione tra un brillantissimo Venere e le affascinanti "Sette Sorelle", le Pleiadi.
Con Massimo Orgiazzi, dopo un bilancio sulle missioni attive nell’anno che sta per concludersi, andiamo a scoprire le missioni spaziali in partenza nel nuovo anno. In questo caso sarà Marte ad essere protagonista con due grandi rover, uno NASA e uno ESA, pronti a partire. 

Non ancora contenti delle nostre possibilità di previsione degli eventi, grazie ad Annalisa Pillepich andiamo a conoscere meglio le infinite possibilità offerte dai sofisticatissimi algoritmi di simulazione dell'Universo e delle forze che agiscono su scale incredibilmente ampie, sia di spazio che di tempo. Parliamo del progetto IllustrisTNG, capace di simulare l'evoluzione dell'Universo ma anche di arrivare al dettaglio dell’evoluzione di una galassia. Si tratta sicuramente di un argomento affascinante che ci permette di avere una nuova visione dell'Universo che ci circonda, consentendoci �“ finalmente �“ di guardare al tutto non più con gli occhi di una formica, ma con quelli di un gigante cosmico. E ciò che ne scaturisce è davvero avvincente...

Come sempre non ci fermiamo qui: sono numerose le nostre rubriche dedicate all'osservazione, all'astrofotografia e alle ultime notizie dal mondo dell'Astronomia che potete scoprire meglio dal sommario qui di seguito e direttamente tra le pagine della nostra rivista! Come sempre in formato digitale e gratuito. E con questo numero, un po' in anticipo rispetto al solito, vi auguriamo...



Buone Feste e
Buon Anno Nuovo
da tutta la Redazione!


 



 
 
Articoli in Copertina Coelum Astronomia n. 240 di gennaio 20209
 
 
Buona lettura e condividete con noi la vostra esperienza nell’osservazione e nella ripresa: scriveteci su segreteria@coelum.com caricate le vostre fotografie in PhotoCoelum e vi aspettiamo numerosi anche sulla nostre pagine social!  Facebook  Twitter ⭐  Pinterest 

Dodici spettacolari soggetti celesti in grado di farti volare tutti i mesi tra le stelle. Ecco il calendario 2019, frutto della collaborazione con il grande Canada France Hawaii Telescope (CFHT) delle Hawaii.


Formato 30�-42; 16 pagine
Confezione a spirale
Carta plastificata di grande pregio per una perfetta riproduzione dei colori e dei dettagli.

banner-02
 
 
]]>
Cosa resta di questo 2019 e perché è importante rifletterci Sun, 22 Dec 2019 15:28:15 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612591.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612591.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Newsletter Financecommunity.it  

LC srl - Via Morimondo 26 - 20143 Milano - Tel. 02 84243870 - C.F./P.IVA 07619210961 REA 1971432
Registro delle Imprese di Milano - Cap. Soc. Euro 10.000,00 i.v.

]]>
Strenne natalizie e novità di psicologia a prezzi speciali - DISPONIBILITÀ IMMEDIATA Sun, 22 Dec 2019 15:21:12 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612590.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612590.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Libreria Cortina Milano
Inviato con   Logo MailUp
 
]]>
Intervista a Andrea Selvatici, nuovo talento "famtastico" ferrarese Fri, 20 Dec 2019 16:00:31 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612487.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612487.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA
Per Andrea Selvatici, nuovo  giovane talemto letterario ferrarese ( di Cassana -Porotto) esordio assai interessante: un primo libro Gli albori della guerra. Il ciclo di Heldor-” per La Carmelina, noto editor non solo locale per la letteratura anche sperimentale o certo immaginario e - lo scorso 14 dicembre brillante presentazione per la rassegna nazionale Autori a Corte, lo stesso celebre Marcello Simoni protagonista...

D-  Andrea, il tuo libro, opera prima... una  trilogia... in programma?
R- Sì, si tratta di una saga di più libri in progetto ma preferisco che rimanga segreto quanti sono.

D- Andrea, quali autori ti ispirano?
R- Mi hanno ispirato molto autori come Paolini e Tolkien, anche se "Il Signore degli Anelli non l'ho mai letto, ma "Lo Hobbit'' e "Il Silmarilion" sì. Mi sono largamente ispirato alla cultura norrena come mitologia e costumi per il popolo del protagonista. Anche se le tecnologie utilizzate sono del Basso Medioevo.

https://www.ibs.it/albori-della-guerra-ciclo-di-libro-andrea-selvatici/e/9788899365677


https://asinorossoferrara.blogspot.com/2019/12/autori-corte-marcello-simoni.html
  ]]>
Poesia: Miranda Baccini, Appari con la Prima Stella Thu, 19 Dec 2019 11:38:51 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612225.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/612225.html FUTURGUERRA FUTURGUERRA

Da: Miranda Baccini


Appari con la prima stella
con un battito d'ali 
lieve come respiro.
Conduci la notte racchiusa
in un riverbero di luna
verso il misterioso mondo 
dei sogni.
Silenziose fuggono le ombre
muovendo l'aria quasi danzando
al suono di invisibili strumenti.
Il tuo profumo di angeliche essenze
si espande nell'aria muta
fiorendo rose scarlatte
nei giardini d'amore.

                    














]]>