Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Roberta Todros - Fond. TRG onlus Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Roberta Todros - Fond. TRG onlus Fri, 29 May 2020 17:42:17 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/4011/1 HALLOWEEN alla CASA DEL TEATRO DI TORINO Thu, 25 Oct 2018 15:06:05 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/498798.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/498798.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Mercoledì 31 ottobre ore 20.30

 ESCAPE HALLOWEEN

ArteMakìa
in collaborazione con Scuola di Circo Chapitombolo

Ideazione e regia Milo Scotton

 

Milo Scotton, Olivia Ferraris, Francesca Donnangelo, gli artisti di ArteMakìa

e alcuni giovani allievi della Scuola di Circo Chapitombolo

Quest'anno Halloween si festeggia in compagnia dei neo laureandi "Spiritelli Acrobatici". Con la sapiente conduzione di due streghe DOC, i neo spiritelli cercheranno di contendersi l'ambitissimo "Escape Award", cioè il premio per il mostro più spaventoso di Halloween.

Solo coloro che sapranno unire al meglio la spaventosa paura e la meraviglia del circo, diventeranno spaventatori DOC.

Da tutto il mondo mostri e spiriti arriveranno per assistere all'evento, così il giovane pubblico travestito in sala potrà prendere parte attiva nella serata e contribuire allo svolgimento della storia narrata!

 

Prima dello spettacolo, nel foyer del teatro, il pubblico sarà accolto da alcuni personaggi spaventosi

La Strega nella Nebbia

Suggestiva creatura che ha il potere di far fluttuare tutto intorno a sé

Le Ombre dall'Aldilà

Un inquietante essere, metà umano metà aracnide, che sfrutta la penombra per muoversi

Trick or Treat con Olivia Ferraris

Direttamente dal supermercato di Mostrolandia, un bizzarro personaggio porta a spasso un carrello di scherzetti e sorprese ...

sala grande  per tutti


]]>
Giorno della Memoria - La battaglia dei pedali Tue, 24 Jan 2017 11:47:29 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/418984.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/418984.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI 

Stagione 16/17 per Giovani e Adulti – Il teatro è social 

 

Venerdì 27 gennaio, ore 21.00

LA BATTAGLIA DEI PEDALI - Gino Bartali, un ragazzo controvento

Drammaturgia e regia Ketti Grunchi
Con Aurora Candelli, Francesca Bellini, Julio Escamilla

Scenografia e luci Yurji Pevere
LA PICCIONAIA

Con poetica ironia, tre amici raccontano le imprese del “Ginettaccio”, il ciclista che con le sue imprese sportive incantò un Paese intero, vincendo ripetutamente il Giro d'Italia e il Tour de France.

Ma non è soltanto l'uomo di sport a colpire la loro immaginazione. Ad affascinarli è soprattutto il Bartali segreto: l'uomo che durante la seconda guerra mondiale contribuì a salvare dalla deportazione nazista centinaia di ebrei italiani, impedendo che fossero condotti nei campi di sterminio.

Finita la guerra, Bartali tornò a gareggiare e a vincere, ma in silenzio, mostrandosi sempre poco propenso a parlare delle sue imprese più grandi. «Il bene si fa, ma non si dice», disse una volta: «E certe medaglie si appendono all'anima, non alla giacca». Solo dopo la morte, avvenuta nel 2000, sono emersi i dettagli della sua esperienza antifascista: di quando, all'interno dei tubi del telaio della sua bicicletta, trasportava documenti falsi da consegnare a intere famiglie di ebrei, affinché potessero costruirsi una diversa identità. A quanto è stato calcolato, sono circa 800 le persone a cui Bartali ha prestato il suo aiuto, contribuendo a salvarne la vita.

Nel 2013, l'Ente israeliano preposto alla conservazione della memoria della Shoah (Yad Vashem) ha dichiarato Gino Bartali “Giusto tra le Nazioni”.

Una storia esemplare, che la Casa del Teatro presenta venerdì 27 gennaio, GIORNO DELLA MEMORIA. Per offrire alle giovani generazioni un esempio altissimo di coraggio, tenacia, generosità. E per ricordare uno dei capitoli più neri di tutta la storia dell'uomo. In scena Aurora Candelli, Francesca BelliniJulio Escamilla. Regia e drammaturgia sono di Ketti Grunchi. ...Tutto ha inizio in un piccolissimo paese di collina. Una chiesa, un’osteria, una bottega di ciclista, un negozio di barbiere, un mulino. Lì i Bartali li conoscono tutti. Vivono in una casa modestissima: due stanze senza luce, né bagno, né acqua corrente. Il piccolo Gino corre, corre sempre! Su e giù per campi, prati e uliveti, tra lunghi corridoi di panni stesi profumati di alloro. Ma più di tutto, è innamorato di quella meravigliosa opera dell’ingegno umano: la bicicletta. In sogno, ogni notte, la cavalca con furia, come se si trattasse di un destriero selvaggio e non ancora domato...

Gino Bartali, nato nel 1914 a Ponte a Ema, nei dintorni di Firenze, è tra le figure più amate della storia sportiva italiana. È ricordato per avere trionfato in tre edizioni del Giro d'Italia (1936, 1937, 1946) e in due del Tour de France (1938 e 1948). Ritratto dai cronisti sportivi come il grande avversario di Fausto Coppi, l'altro gigante del ciclismo italiano, ebbe con lui, in realtà, un rapporto di profonda stima. È morto a Firenze nel 2000.

 

]]>
GL'INNAMORATI Wed, 18 Jan 2017 12:23:34 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/418344.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/418344.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Goldoni non è mai stato più moderno
Alla Casa del Teatro va in scena
GL’INNAMORATI 

Venerdì 20 gennaio, ore 21.00

 

di Carlo Goldoni
regia Marco Lorenzi
con Fabio Bisogni, Roberta Calia, Andrea Fazzari, Marco Lorenzi, Barbara Mazzi, Raffaele Musella
Musiche originali Davide Arneodo (Marlene Kuntz)

IL MULINO DI AMLETO


Venerdì 20 gennaio, ore 21, alla Casa del Teatro va in scena Gl'innamorati di Carlo Goldoni, nell'allestimento della compagnia Il Mulino di Amleto. Un grande classico, ma rivisto in chiave moderna, attraverso un lavoro di riscrittura indirizzato a scoprire suggestioni sempre nuove, a sviluppare idee originali, a incontrare la sensibilità del pubblico contemporaneo. Tutto questo, senza tradire lo spirito dell'opera.

 

A partire dal 2015, lo spettacolo è stato portato in scena nei teatri di tutta Italia, riscuotendo il favore del pubblico e quello della critica. E crescendo ogni volta, perché gli spettacoli teatrali si affinano sulla scena, di rappresentazione in rappresentazione. Molto interessante la regia di Marco Lorenzi, e bravissimi gli attori: Fabio Bisogni, Roberta Calia, Andrea Fazzari, Marco Lorenzi, Barbara Mazzi, Raffaele Musella. Sul palcoscenico, l'essenzialità di pochi, semplici elementi di scena contrasta con la ricchezza dei costumi realizzati da Gaia Moltedo, dando vita a un'atmosfera senza tempo, a cui contribuiscono le belle musiche - tutt'altro che classiche - di Davide Arneodo, noto membro dei Marlene Kuntz.

 

Tra opere più apprezzate di Goldoni, Gl'innamorati è uno dei classici più rappresentativi del tema principe della tradizione teatrale, per lo meno nell'ambito della commedia: l’eterna lite tra uomo e donna sulle ragioni dell’amore, in un continuo susseguirsi di tranelli, gelosie, equivoci e sbalzi emotivi. Per il regista Marco Lorenzi, lavorare su un testo come questo equivale a confrontarsi con gli archetipi dei sentimenti e delle passioni umane: trecento anni fa così come oggi. “È questo, in fondo, il vero senso del lavoro teatrale”.

 

La storia de Gl’Innamorati si svolge per intero in una piccola stanza, all'interno di una casa di famiglia: un ambiente chiuso, claustrofobico e decadente, quello che Goldoni chiama “la stanza commune”. Lo sguardo del drammaturgo entra in questo spazio con tenerezza e umanità e ci regala uno stupendo affresco di una società in piena crisi economica e di valori. Nessuno dei personaggi, però, sembra accorgersi del baratro verso il quale il mondo sta correndo. Solo l'amore tormentato e immaturo di due giovani – Eugenia e Fulgenzio – riesce a tener viva la speranza che, nonostante tutto, un futuro sia ancora possibile.


La compagnia teatrale Il Mulino di Amleto è un’associazione fondata nel 2009 da un gruppo di attrici e attori diplomati alla Scuola del Teatro Stabile di Torino. Artisti a cui si sono aggiunti, nel tempo, altri collaboratori artistici, organizzativi e distributivi.                    

“Ci hanno definito anarchici, eclettici e molto altro. Non lo sappiamo: noi lavoriamo, studiamo e crediamo fortemente che la ricerca artistica debba essere coraggiosa, rischiosa, indipendente e libera”.

]]>
CLASSE COMICA Thu, 15 Dec 2016 13:15:45 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/415411.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/415411.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus Alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino, a gennaio partirà CLASSE COMICA - corso di perfezionamento nell'arte del far ridere rivolto a scrittori e attori professionisti di teatro e persone di talento.
Un'occasione per approfondire il lavoro del comico, dal momento della scrittura alla messa in scena e per restituire qualità a un genere teatrale tra i più alti.
Conducono il corso alcuni grandi protagonisti del settore, autori, tra gli altri, di artisti come Maurizio Crozza, Luciana Littizzetto, Geppi Cucciari, Enrico Bertolino, la Gialappa’s Band.
Dieci incontri di cinque ore ciascuno insieme a maestri della comicità come Stefania Bertola, Federico Bianco, Rino Cerritelli, Stefano Dell’Accio, Walter Leonardi, Beppe Tosco, Giorgio Vasta, Andrea Zalone.

Il programma prevede lezioni tecnico-teoriche e pratiche di scrittura e messa in scena.

Al termine del percorso è prevista una dimostrazione all’interno della serata FESTA DI CLASSE, in programma sabato 8 aprile 2017 presso la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino. Un'occasione per approfondire il lavoro del comico, dal momento della scrittura alla messa in scena e per restituire qualità a un genere teatrale tra i più alti.

Classe Comica è un progetto della Fondazione TRG Onlus a cura di Giorgia Goldini e Stefano dell'Accio, realizzato con il sostegno della Compagnia di San Paolo ed EnerGrid. 

INFO: tel. 011.19740280 - formazione@fondazionetrg.it  


Giorgia Goldini
Attrice e autrice principalmente comica. Collabora stabilmente con la Fondazione TRG e con il Teatro della Caduta. Fa parte della compagnia Le Sillabe. È tra i fondatori e lavora nella direzione organizzativa del Torino Fringe Festival.

Stefano Dell'Accio 
Attore, autore e regista. Ha lavorato come autore in diversi programmi comici, radiofonici e televisivi. E’ tra i fondatori della compagnia teatrale Comunque Polonio Era Malato-Teatro. Ha lavorato come attore in alcuni importanti film italiani.

 

PROGRAMMA E CALENDARIO INCONTRI 

 

MERCOLEDÌ 18 GENNAIO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00 

I sette meccanismi comici universali 

Docente: Rino Cerritelli      

L’umorismo non è un genere artistico o letterario, ma un modo alternativo di interpretare l’arte, la scrittura e la vita, fondamentale tanto quanto la modalità tragica.  L’umorismo è una competenza innata che ogni individuo possiede a diversi gradi e stadi di evoluzione, e che può essere allenata e migliorata. Questo incontro si propone di potenziare l’attitudine alla creazione di battute e idee comiche attraverso l’uso dei sette meccanismi umoristici universali, per apprendere come applicare il proprio senso dell’umorismo alla scrittura, sopportare meglio la vita con tutte le sue contraddizioni e “scrostare i grandi sentimenti dalla loro idiozia”.

 

Rino Cerritelli
Scrittore, attore, regista, musicista, conduce da anni corsi di Humor terapia, Humor business, Scrittura e Teatro Umoristico. E’ coordinatore e conduttore di conferenze nazionali e internazionali sull’umorismo applicato in ambito professionale, terapeutico e culturale. E’ autore de “La Terapia dell’Umorismo” (Carocci, 2013), “Una Risata vi Promuoverà” (Rizzoli Etas, 2012) e curatore del “The New Comedy Writer” di Gene Perret (Sagoma, 2015).

 

 

MERCOLEDÌ 25 GENNAIO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00

Situazioni comiche

Docente: Stefania Bertola  

Un incontro dove la teoria è limitata al massimo. Posti di fronte a una serie di situazioni, gli allievi dovranno sceglierne una da sviluppare, elaborandola in modo da trovare, evidenziare o creare dal nulla gli scambi e le battute più divertenti. La lettura e l'analisi di quanto prodotto verrà fatta insieme in classe.

 

Stefania Bertola
Scrittrice, traduttrice, sceneggiatrice e autrice radiofonica. Ha pubblicato diversi romanzi che coniugano sentimento, umorismo e senso del surreale.

 

 

MERCOLEDÌ 1 FEBBRAIO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00

La Sinfonica della battuta - dalla sillaba alla risata

Docente: Federico Bianco   

Tutta la buona comicità è musica! E in quanto tale, è alle leggi della musica che deve sottostare e dipendere, se vuole “suonare”. E il compositore che vorrà comporla dovrà aver imparato e magari sconvolto, le regole che la definiscono. Molti comici hanno innato il senso e la passione per la musicalità e per il ritmo, elementi fondamentali per qualsiasi comico, a qualsiasi latitudine e per qualsiasi tipo di comicità.

 

Federico Bianco
Comico negli anni '90 con lunga e provata esperienza come autore e conduttore radiofonico in trasmissioni come Radio due e Catterpillar. Autore televisivo per Colorado, laboratorio Zelig di Roma, frontman dell'orchestra di ritmi moderni Arturo Piazza.

 

MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00

Le ore di ginnastica

Docente: Stefano Dell’Accio

Le ore di ginnastica ovvero la palestra dove la classe comica può cominciare a mettere in pratica quanto imparato durante gli incontri precedenti.

 

Stefano Dell'Accio
Attore, autore e regista. Ha lavorato come autore in diversi programmi comici, radiofonici e televisivi. E’ tra i fondatori della compagnia teatrale Comunque Polonio Era Malato-Teatro. Ha lavorato come attore in alcuni importanti film italiani.

 

 

MERCOLEDÌ 15 FEBBRAIO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00

Il comico e il fulmine

Docente: Giorgio Vasta                   

Il "comico" - dallo stand up comedian allo scrittore umoristico - ha l'obiettivo di suscitare in chi lo ascolta o lo legge uno stato euforico utile a "disordinare" e a indebolire le sue prospettive: in questo modo, ciò che diversamente - vale a dire senza lo stato euforico - sarebbe inascoltabile diventa di colpo ascoltabile. L'osceno - il più prepotente e immaginifico - entra nella scena del pensabile. Per raggiungere questo scopo, il comico usa il suo corpo e il suo linguaggio come Zeus usa i tuoni, i fulmini e le saette.

 

Giorgio Vasta
Scrittore, i suoi libri sono pubblicati da minimum fax, Laterza, Einaudi. È co-sceneggiatore del film Via Castellana Bandiera di Emma Dante. Collabora con “La Repubblica”, "Il Venerdì", “Il Sole 24 ore” e “Il manifesto. Il suo ultimo libro è Absolutely Nothing. Storie e sparizioni nei deserti americani (Humboldt/Quodlibet 2016).  

 

 

MERCOLEDÌ 22 FEBBRAIO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00

(In via di definizione)

 

 

MERCOLEDÌ 1 MARZO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00

Scripta Volant

Docente: Beppe Tosco        

Consigli su come scrivere monologhi e dialoghi comici. 
Trucchi e segreti, messi a punto nel corso degli anni, per non restare imbambolati davanti alla pagina bianca ed evitare per quanto è possibile le banalità.

 

Beppe Tosco
Scrittore, attore, conduttore radiofonico, autore televisivo di diversi programmi e comici italiani tra cui Luciana Litizzetto.

 

SABATO 11 MARZO – dalle ore 14.00 alle ore 19.00

La comicità tra la tv e il teatro

Docente: Andrea Zalone

Una lezione per orientarsi nel mondo della scrittura comica, sul limite tra la tv e il teatro. Conduce uno degli autori comici televisivi più conosciuti in Italia. Un incontro ricco di esperienza sul campo, di aneddoti e trucchi.

 

Andrea Zalone
Autore televisivo. Capo-progetto e autore di Crozza nel Paese delle Meraviglie. Da anni collabora con Maurizio Crozza anche come spalla. In passato ha collaborato con Enrico Bertolino, Geppi Cucciari, Victoria Cabello, la Gialappa’s Band e altri.

 

 

MERCOLEDÌ 15 MARZO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00 

5 ore da ridere

Docente: Walter Leonardi
Cinque ore per potenziare le qualità per raccontare una storia comica. Un’ora per conoscersi, per la presentazione del docente e del suo lavoro. Un’ora per capire perché si ride. Un’ora per capire il modo (o i modi) per stare su una pedana e far ridere. Un’ora per capire cosa dire all’inizio e alla fine di uno spettacolo, momenti cruciali di uno show. Un’ora per capire come continuare a ravvivare l’ascolto.


Walter Leonardi
Attore, comico atipico. Preferisce le sit-com alle classiche trasmissioni “vetrina” dei comici. Preferisce il teatro ai locali di cabaret per i suoi spettacoli comici. Preferisce i locali di cabaret ai teatri per i classici. È professionista dal ’94 e ha lavorato in Italia e all'estero, tra gli altri con: Paolo Rossi, Serena Dandini, G.B.Corsetti, M. Martone, C. Mazzacurati, D. Ferrario. Attore nei video de “Il Terzo Segreto di Satira”, stand-up comedian italiano ante litteram è in perenne tour con i suoi spettacoli teatrali.

 

 

MERCOLEDI 22 MARZO – dalle ore 11.00 alle ore 17.00             

Le ore di ginnastica

Docente: Stefano Dell’Accio

Le ore di ginnastica ovvero la palestra dove la classe comica può cominciare a mettere in pratica quanto imparato durante gli incontri precedenti.

 

Stefano Dell'Accio
Attore, autore e regista. Ha lavorato come autore in diversi programmi comici, radiofonici e televisivi. E’ tra i fondatori della compagnia teatrale Comunque Polonio Era Malato-Teatro. Ha lavorato come attore in alcuni importanti film italiani.

 

 

SABATO 8 APRILE – ore 21.00

FESTA DI CLASSE

 Meno peggio della migliore festa delle medie e molto meglio di una festa nella media.

Gli allievi della Classe comica presenteranno al pubblico un estratto del lavoro di ricerca e scrittura comica fatto durante i tre mesi di corso.

 

 

]]>
LEINI A TEATRO PRIMO ATTO Wed, 22 Oct 2014 12:40:24 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/333570.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/333570.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Si alza il sipario sulla prima stagione teatrale di Leini denominata LEINI A TEATRO PRIMO ATTO, con la direzione artistica della Fondazione TRG Onlus in collaborazione con Sistema Teatro Torino e Provincia/Teatro Stabile di Torino.

Sul palco del Cine Auditorium, dal mese di ottobre a maggio 2015, saliranno professionisti della scena che proporranno spettacoli capaci di incontrare i diversi gusti del pubblico. Sette compagnie teatrali piemontesi, una toscana e una pugliese, compongono un cartellone di proposte variegate che accompagneranno gli spettatori  all’interno di un percorso fatto di storie reali e reinventate in grado di offrire l’emozione che solo lo spettacolo dal vivo sa dare. Otto appuntamenti, un venerdì sera al mese, a cui si aggiungerà un titolo per i più piccoli e le loro famiglie il sabato pomeriggio prima di Natale.

Ad aprire la rassegna GLI OCCHI DI LEONILDA della compagnia C.P.E.M. Teatro, il cui lavoro è caratterizzato da un teatro di narrazione avvincente fruibile da ogni tipo di spettatore. Monica Bonetto racconta in maniera intensa, poetica e a tratti commovente, la storia di Leonilda, musicante e fotografa ambulante, una donna dalla straordinaria energia che, per nulla spaventata da una quotidianità priva di certezze assolute, trova la forza di reinventarsi più volte diventando un’invidiata fotografa. In concomitanza con lo spettacolo nella sala sarà allestita la mostra fotografica, curata da Alessandra Demichelis - Istituto Storico della Resistenza di Cuneo, con una selezione delle foto di Leonilda Prato.

Seguiranno TORINO - CROTONE: 1244 Km  de I TRITONO, uno spettacolo di teatro-canzone molto ironico che racconta l’emigrazione dalla Calabria, vista con gli occhi di un bambino, attraverso i vetri di una 127 e  VIA PAOLO FABBRI 43 di e con TONI MAZZARA e STEFANO DELL’ACCIO, commovente spettacolo che vede in scena due personaggi, un professore ed un suo allievo, insieme per un viaggio in tandem la cui meta è una leggenda metropolitana degli anni settanta: casa Guccini a Bologna. E’ il 2 agosto del 1980 e la coppia deciderà all’ultimo momento di proseguire con il treno che dovrebbe arrivare a Bologna alle 10.25 …

A Natale il Cine Auditorium ospiterà uno spettacolo per le famiglie IL VIAGGIO DELLA FORTUNA de LA TURCACANE, ispirato alla raccolta Fiabe Italiane di Italo Calvino, un viaggio nell'immaginario narrativo della tradizione italiana in cui si nascondono, dietro alle metafore antiche, la società dei giorni nostri, le lotte di potere, il lavoro, l’inganno. l’amore, l’incontro e la riscoperta di sé.

Nel nuovo anno sarà la volta di SANDOKAN O LA FINE DELL’AVVENTURA de I SACCHI DI SABBIA spettacolo tratto da Le Tigri di Mompracem di Emilio Salgari in cui, attorno ad un tavolo da cucina, i diversi ortaggi – carote/soldatini, sedani/foresta, pomodori rossi/sangue, patate/bombe - rivivono le intricate gesta del pirata malese. Poi due spettacoli tutti al femminile: TI LASCIO PERCHE’ HO FINITO L’OSSITOCINA di GIULIA PONT, un gioco divertente, commovente e catartico nel tentativo di guarire dal mal d’amore sperimentando in maniera folle il potere terapeutico del teatro e CALDANE esilarante racconto, scritto e interpretato da ANNA MEACCI, che parla, appunto, delle temute caldane, affrontando  le paure e la voglia di ironizzare sullo scorrere degli anni e l'impossibilità di capire l’età di una donna.

Una profonda riflessione sulla storia della Shoah è lo spettacolo VIAGGIO AD AUSCHWITZ A/R della COMPAGNIA IL MELARANCIO, in cui si ripercorre il lungo cammino che Gimmi Basilotta ha realizzato insieme ad altri “pellegrini” dal Piemonte fino in Polonia per rivivere a piedi il viaggio di deportazione che nel 1944 portò ventisei ebrei cuneesi da  Borgo  San  Dalmazzo  ad Auschwitz.

Chiuderà la stagione REALITALY di LA BALLATA DEI LENNA/BOTTEGA DEGLI APOCRIFI, un esperimento di docu-teatro in cui il pubblico è invitato a spiare - in diretta e senza sconti - la vita di tre giovani italiani alle prese con la loro tragicomica scalata all'insuccesso.

 

BIGLIETTI: ingresso unico € 5,00

Per lo spettacolo di Teatro per Famiglie: adulti € 5,00 - bambini € 3,00

ingresso omaggio ai bambini minori di 3 anni

INFO: Tel 011.9986366 (dalle 9 alle 13)

]]>
STAGIONE 14/15 CASA TEATRO RAGAZZI DI TORINO Fri, 10 Oct 2014 11:44:08 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/332499.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/332499.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

“Oggi, dopo quasi dieci anni di vita della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani e d’intenso lavoro al servizio dei ragazzi, delle ragazze e delle loro famiglie - dichiara Graziano Melano, direttore artistico e progettuale della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus - possiamo contare oltre 350.000 spettatori e migliaia di partecipanti ai corsi, ai laboratori e alla Piccola Accademia. Un investimento della Città di Torino e della Regione Piemonte che ha prodotto tanta educazione al linguaggio teatrale, tanta ricaduta sociale in termini d’aggregazione, tanta occupazione e ricaduta economica per molti giovani qualificati, facendo della Casa del Teatro di Torino sempre più un riferimento nazionale d’interesse culturale per tutto il Teatro Ragazzi italiano ed europeo”.

 

La Stagione 2014/15 della Casa del Teatro aprirà a fine ottobre con il nuovo spettacolo di Emma Dante prodotto dal Teatro Biondo Stabile di Palermo: TRE FAVOLE PER UN ADDIO. Prendendo spunto da tre favole di Hans Christian Andersen (La piccola fiammiferaia, La sirenetta e Le scarpette rosse), la regista palermitana, coadiuvata dai suoi bravissimi attori, si confronta con il processo di trasformazione da essere terreno a essere aereo e inconsistente come i sogni. Ambientato alla vigilia di Natale, lo spettacolo parte dalla storia della piccola fiammiferaia: mentre la bimba muore, sarà la madre morta a raccontarle tre favole per dirle addio.

 

LE PRODUZIONI DELLA FONDAZIONE TRG ONLUS                                                                       

Saranno due le novità della Fondazione TRG onlus. LOST & FOUND – Un viaggio da ridere è il nuovo spettacolo della coppia Milo & Olivia, che incanterà la platea con i suoi giochi di equilibrismo, giocoleria e acrobazia ambientati nel gate di un aeroporto dove un’enorme valigia, che non può essere imbarcata, si trasforma in palcoscenico dando vita alla più tragicomica delle commedie. LUNA DELLE MIE BRAME è il nuovo monologo di Giorgia Goldini - pensato per i bambini delle scuole primarie - l’avventura di un’insospettabile protagonista che, inciampando in assurde situazioni che la portano a crescere, a mettersi alla prova, a fare i conti con le proprie insicurezze e paure, cerca di riportare l'ordine in un mondo che sembra stravolto e scombinato per sempre dalla strana presenza di un'enorme luna.

Il pubblico ritroverà anche i diversi spettacoli che la Fondazione TRG onlus ha nel proprio ricco repertorio: AQUARIUM, un’immersione nell’affascinante mondo sottomarino, una piccola enciclopedia del mare che spazia con fantasia dalle alghe ai crostacei, dai pesci comuni ai cefalopodi, dalle creature degli abissi ai feroci squali; MARAMEO – Sogni a colori, un viaggio nella fantasia, un cartone animato vivente in cui danza e disegno si fecondano a vicenda, con proiezioni sul corpo della danzatrice Paola Chiama e in video, mostrando un lato poetico e creativo della tecnologia contemporanea legata al cartoon, allo schermo e ai videogiochi; MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE, spettacolo che narra alcune delle più incredibili e meravigliose avventure vissute e raccontate ne Il Milione in modo divertente, allegro e coinvolgente da tre giovani attori - Claudio Dughera, Daniel Lascar e Claudia Martore guidati da Luigina Dagostino - che si cimentano anche ne IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI, liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Jules Verne in cui il londinese Phileas Fogg ed il suo cameriere francese Passepartout, attraverso terre lontane e luoghi misteriosi, tentano di circumnavigare il globo terrestre in soli 80 giorni.

Milo e Olivia riproporranno TWIRIBO’ - L’energia e l’integrità della Terra, spettacolo di circo-teatro, liberamente ispirato ai progetti di Nikola Tesla riguardo uno sviluppo energetico mondiale ecosostenibile, in cui uno scienziato e il suo garzone danno vita a piccole e potenti energie che esplodono in magici episodi incontrollabili, e KOLOK – I terribili vicini di casa, dove le abilità acrobatiche dei due protagonisti si fondono con la drammaturgia di un testo in grado di emozionare e di divertire lo spettatore.

Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci, autori e interpreti di tanti fortunati spettacoli della Fondazione TRG onlus che festeggiano 20 anni di sodalizio artistico, calcheranno nuovamente il palcoscenico della Casa con PIGIAMI, un vero cult del teatro per tutti che, dopo trent’anni di tournées in giro per il mondo, continua ad affascinare grandi e piccini, e con il loro ultimo spettacolo HANSEL E GRETEL DEI FRATELLI MERENDONI produzione del Progetto Alcotra Terre Comuni/Terres Comunes in cui due burattinai, i vecchi fratelli Merendoni - due maestri della finzione teatrale tornati sulla scena dopo anni di oblio -, raccontano la fiaba di Hansel e Gretel utilizzando molteplici tecniche teatrali, dai pupazzi al teatro d’ombre, e ponendo l’accento sulla sottile differenza tra finzione e inganno.

Infine lo spettacolo tutto al femminile RAGAZZE, IN ONDA! in cui quattro giovani attrici, strizzando l'occhio alla scienza che vuole l'uomo e la donna biologicamente diversi, ridono su stupidi stereotipi e si crogiolano un po' sui difetti femminili e sulle mancanze maschili.

 

GLI SPETTACOLI DELLE COMPAGNIE CHE ABITANO ALLA CASA DEL TEATRO                   

Come sempre il cartellone ospiterà le compagnie piemontesi che abitano alla Casa del Teatro (Unoteatro - con le formazioni Compagnia Teatrale Stilema, Il Dottor Bostik e Nonsoloteatro – e Onda Teatro) e collaborano con essa (Assemblea Teatro).

La Compagnia Teatrale Stilema festeggerà 20 anni di repliche dello spettacolo PERCHE’ di e con Silvano Antonelli, che affronta alcune delle grandi domande dell’infanzia e svela la tenerezza del rapporto che lega i grandi ai piccini quando stando insieme imparano gli uni dagli altri.
Onda Teatro presenterà tre lavori diretti da Bobo Nigrone: ANTARTICA – Lo straordinario viaggio di Shackleton,
racconto dell’incredibile avventura di un gruppo di uomini in Antartide, come metafora del gioco della vita; ROMPERE LE SCATOLE, un gioco continuo in cui le scatole si trasformano in macchinine, vestiti, robot, carillon e i corpi delle due attrici si tramutano in lievi coreografie raccontando le emozioni della vita; per il Giorno della Memoria IO TI RACCONTO, storia che con un linguaggio scarno e poetico ricorda la prima strage di ebrei in Italia dopo l’8 settembre ’43.

I burattini di Dino Arru de Il Dottor Bostik si animeranno ne I SOGNI DI CELESTINO che, come ogni bambino, con il cuore che batte forte, dovrà affrontare la paura per imparare a crescere.

Il racconto dell’Odissea visto attraverso le emozioni di Ulisse è IN VIAGGIO CON NESSUNO di Nonsoloteatro, una narrazione leggera di Guido Castiglia in cui parola e corpo si trasformano in azione e scenografia.

Cristiana Voglino, trasformatasi in splendido ragazzaccio, racconterà con GIANNI DETTO BURRASCA di Assemblea Teatro le vicissitudini dell’enfant terrible della letteratura per l’infanzia nel quale migliaia di ragazzi possono identificarsi.

 

LE OSPITALITA’                                                                       

Il cartellone si arricchirà con le produzioni di alcune compagnie di Teatro Ragazzi tra le più rilevanti nel panorama italiano: LE 12 FATICHE DI ERCOLE del Teatro della Tosse|Genova, un viaggio tra le storie del Mediterraneo Antico attraverso un grande gioco dell’oca a cui partecipa il pubblico diviso in due squadre; L’APPRENDISTA STREGONE de La Piccionaia|Vicenza in cui, con uno sguardo alla coraggiosa sperimentazione di Walt Disney del 1940, gli attori si muovono senza parole in uno spazio fantastico di immagini e musica; L’OMINO DELLA PIOGGIA di Michele Cafaggi|Milano, uno spettacolo comico e magico, un viaggio onirico e visuale accompagnato dalla magia delle piccole cose e da spettacolari effetti con acqua e sapone; BIANCANERA dei Teatrimperfetti|Bologna, la danza di due corpi danzanti che saranno diversi in tutto, tanto diversi da non accorgersene, una riflessione sul trovare la propria identità attraverso l’ascolto e il confronto; AMORE E PSICHE tra pennello e scalpello di Segni d’Infanzia|Mantova, narrazione dell’affascinante mito di Amore e Psiche utilizzando varie opere pittoriche e scultoree che risalgono ad epoche differenti; SANDOKAN O LA FINE DELL’AVVENTURA de I Sacchi di Sabbia|Pisa in cui, attorno ad un tavolo da cucina, i diversi ortaggi – carote/soldatini, sedani/foresta, pomodori rossi/sangue, patate/bombe - rivivono le intricate gesta del pirata malese.

Dal territorio regionale Gimmi Basilotta, in concomitanza con il Giorno della Memoria, ripercorrerà il lungo cammino che ha realizzato dal Piemonte fino in Polonia con VIAGGIO AD AUSCHWITZ A/R della Compagnia Il Melarancio, una profonda riflessione sulla storia della Shoah. Inoltre verranno presentati PIERINO E L’OMBRA DEL LUPO de La TurcaCane, liberamente ispirato a Pierino e il lupo di Prokofiev, una sorta di libro illustrato perennemente in movimento grazie al teatro d’ombre; RANA RANA – Fiabe al pie’ del monte di Teatro del Rimbalzo, che prende spunto dalla celebre raccolta Fiabe italiane di Italo Calvino, uno spettacolo che racconta del tempo che fu con un fascino contemporaneo; L’UFFICIO DELLE FAVOLE del Teatro del Ciuchino liberamente ispirato al “Signor Bianchi” delle Favole al Telefono di Gianni Rodari e alle storie che racconta ogni sera alla sua bambina per non farle sentire la lontananza.

Anche quest’anno la Casa del Teatro proporrà, in coincidenza con alcune festività, degli accattivanti appuntamenti con travestimenti, trucchi, laboratori creativi e ovviamente lo spettacolo teatrale: per Halloween andrà in scena I LOVE FRANKENSTEIN de Gli Eccentrici Dadarò|Milano, una storia d'amore tra clownerie e colpi di scena in cui la mostruosa creatura letteraria ideata da Mary Shelley ci fa ridere e commuovere; a Carnevale Milo e Olivia avranno modo di mostrare ancora una volta il loro poliedrico talento con KOLOK – I terribili vicini di casa, mentre per salutare il nuovo anno saliranno sul palcoscenico I Fratelli Caproni|Milano con I VESTITI NUOVI DELL’IMPERATORE, un classico della letteratura per ragazzi, scritto da H. C. Andersen perché tutti potessero vedere la fragilità del potere, che in questo caso diventa un pretesto per il gioco clownesco in cui gli attori creano mondi invisibili, vestito compreso.

 

GIOVANI X I GIOVANI                                                                       

Dopo il grande successo ottenuto la scorsa stagione, ritornerà la mini rassegna GIOVANI X I GIOVANI pensata per un pubblico più adulto, che darà voce ad autori ed interpreti che hanno condiviso parte della loro crescita professionale alla Casa del Teatro: CYRANO di Crab Teatro, un grande eroe moderno, che non smette mai di sorprenderci ed emozionarci, tanto deciso e fiero nell’opporsi alle ingiustizie e alla volgarità, tanto vulnerabile di fronte all’amore; TI LASCIO PERCHE’ HO FINITO L’OSSITOCINA di Giulia Pont, un gioco divertente, commovente e catartico nel tentativo di guarire dal mal d’amore sperimentando in maniera folle il potere terapeutico del teatro; NARCISO - RACCONTO TRAGICOMICO DI UN MITO di Comunque Polonio era malato–Teatro, ovvero il mito di Narciso e le vicende dei personaggi che ne fanno parte raccontati da un moderno aedo e accompagnati da una chitarra elettrica suonata dal vivo.

 

TORINO INCONTRA BERLINO

Nell’ambito del progetto di gemellaggio culturale con Berlino per il 2015, la Casa ospiterà IL CIELO DEGLI ORSI di Teatro Gioco Vita|Piacenza, dall’opera di Dolf Verroen & Wolf Erlbruch, che sviluppa, attraverso il teatro d’ombre, alcuni temi delicati e profondi con leggerezza e tatto; L’ANATRA LA MORTE E IL TULIPANO, coproduzione Franceschini/Droste & CO|Berlino e Compagnia Tardito/Rendina, che affronta un tema profondo e difficile come la morte in modo delicato e poetico, intrecciando danza, teatro e musica dal vivo, e STTT! di  Florschutz & Dohnert|Berlino, in collaborazione con Goethe-Institut Turin, creazione teatrale per i piccolissimi dai due anni in cui si fondono la musica e i molteplici mezzi espressivi del teatro di figura e di oggetti.

 

FONDAZIONE PAIDEIA                                                                      

Continua la collaborazione tra Fondazione Paideia e Fondazione TRG onlus  con l’obiettivo di offrire un contributo alla crescita culturale di bambini e ragazzi in una prospettiva di inclusione e partecipazione. Gli spettacoli di quest’anno saranno: AHI! AHIA! PIRATI IN CORSIA di Santibriganti Teatro, l’incontro di due giovani vite, una bimba e un giovane infermiere che la fa sorridere, all’interno di un luogo dove il dolore alberga quotidianamente, quale la stanza di un ospedale; DEL MONDO CHE AMO de Il Mutamento/Zona Castalia, un viaggio intimo nel mondo dell’autismo con l’odissea di una mamma che sorride e ironizza sulla propria condizione piena di rabbia, sconforto, paura, senso di colpa, ma anche di perseveranza e amore incondizionato; SENZA FRANCOBOLLO di Schedìa Teatro, liberamente ispirato a Oscar e la dama in rosa di Eric-Emmanuel Schmitt, spettacolo che, pur affrontando temi profondi e struggenti, riesce sempre a strappare il sorriso.

 

SCUOLE & TEATRO                                                                 

Come sempre il programma della Stagione 2014/15 si completerà con il consueto cartellone SCUOLE & TEATRO, in collaborazione con Città di Torino - ITER, Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile, proponendo una multiforme e significativa offerta di spettacoli, con recite al mattino, per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I° e II° grado.

 

LA FORMAZIONE       

Alla Casa del Teatro, accanto al percorso del vedere teatro, è sempre più presente quello del fare teatro con tanti e diversificati corsi e laboratori.
Da quindici anni la SCUOLA DI TEATRO PER RAGAZZI a cura di Luigina Dagostino, coinvolge bambini e ragazzi, dai 7 ai 18 anni, al piacere del gioco del teatro in un’atmosfera non competitiva e di stimolo reciproco, favorendo l’esplorazione di se stessi e il piacere di condividere la propria creatività, intelligenza e sensibilità                                           
    

I LABORATORI DEL SABATO offriranno ai bambini dei momenti in cui sperimentare le diverse espressioni artistiche: Tutti in scena a cura di Luigina Dagostino e Elisa Olivero, per provare ad essere attori/scenografi/costumisti in poche ore e condividere con i genitori un breve momento teatrale; I suoni e le voci delle fiabe del mondo a cura di Alessandra Patrucco, un avvicinamento ai canti e ai ritmi di culture lontane; Musicar narrando a cura di Arianna Zambon, per conoscere ed esplorare in forma di gioco le diverse caratteristiche della musica; Cucina teatrale a cura dei Cuochivolanti, per imparare golose ricette ricche di gusto e di storie da raccontare. Inoltre, in occasione delle vacanze scolastiche, Quando non c’e’ la scuola… ci siamo noi! ovvero la possibilità di trascorrere una giornata con laboratori teatrali, attività manuali, riciclo creativo e tanti giochi, nell'attesa di ritrovarsi al termine della scuola con Estate in scena, laboratorio estivo ormai consolidato per vivere il teatro in tutti i suoi aspetti.

Da segnalare anche un laboratorio per gli adulti Dall’arte del teatro all’arte dello shiatsu a cura di Paola Naretto Rosso, breve percorso in cui s’imparerà a regalarsi momenti di sano benessere per sé e per i propri figli.

Da sempre la Fondazione TRG onlus ha una grande attenzione non solo verso le nuove generazioni ma anche verso i giovani/adulti. Proprio a questi, con un'età compresa tra i 18 e i 35 anni, è rivolta la PICCOLA ACCADEMIA DEL TEATRO RAGAZZI E DELL’ANIMAZIONE, percorso biennale di formazione unico in Italia diretto da Graziano Melano, in cui il sapere teorico incontra professionisti del "far teatro con e per i ragazzi": un intenso programma di lezioni e seminari che trasmettono un patrimonio di oltre 40 anni,  garanzia di un ricambio generazionale in questo settore. Dalla formazione all'esperienza sul campo: nel secondo anno del biennio in corso, che partirà ad ottobre, il gruppo si cimenterà nell’elaborazione di un progetto di animazione teatrale realizzato in collaborazione con un'istituzione scolastica coordinato dai docenti Marco Bricco, Bobo Nigrone, Alessandra Patrucco e Mariapaola Pierini.

Parallelamente gli allievi avranno la possibilità di partecipare ad alcuni percorsi di laboratorio in collaborazione con importanti realtà torinesi come ITER/A Caval Teatro e l’Associazione Mus-e Torino Onlus.

 

VOLA VOLA PETER PAN

La Fondazione TRG onlus è il referente  amministrativo  ed  organizzativo  del  PROGETTO  TEATRO  RAGAZZI  E  GIOVANI PIEMONTE, circuito di teatro per le scuole e per le famiglie, che da anni presenta, in collaborazione con le compagnie professionali del territorio, la stagione “Vola Vola Peter Pan” - selezionata dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando Arti Sceniche 2014 - che prevede la realizzazione di un cartellone di 305 spettacoli in 45 comuni del Piemonte, con 60 compagnie ospitate.

 

 

INFO per il pubblico

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani – Corso Galileo Ferraris 266, Torino

Tel. 011.19740280/281

www.casateatroragazzi.it   

mail@fondazionetrg.it

 

 

]]>
GIORGIA GOLDINI in MAIFEMILI Mon, 03 Feb 2014 12:39:36 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/307546.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/307546.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Sabato 8 febbraio inizierà alla Casa del Teatro di Torino la mini-rassegna di teatro comico pensata per un pubblico adulto GIOVANI X I GIOVANI, con spettacoli  presentati in due orari differenti, alle ore 18.30 e alle ore 21.15, in modo da poter abbinare un apericena o un momento conviviale presso la caffetteria della Casa del Teatro a cura dei Cuochivolanti.
A salire per prima sul palcoscenico sarà Giorgia Goldini con il nuovo spettacolo MAIFEMILI, una storia di amore e di dolore, di responsabilità, di doveri, di fantasia, di soluzioni e di risposte. Un monologo a più voci, comico e tragico, assurdo, poetico e a tratti impossibile.

Uno spettacolo per domatori con la frusta senza leoni, con Giorgia Goldini e la partecipazione inconsapevole della sua famiglia, delle famiglie degli altri, della famiglia come concetto, di concetti familiari. Su tutte quelle cose trovate nei cassetti spostando mutande, cercando segreti. Sulle cose così come me le ricordo io, così come avrei voluto che fossero andate, così come sono davvero.


Giorgia Goldini ha trent’anni. Vive a Torino. E’ felice.
E’ un’ attrice, preferibilmente comica. E’ anche lettrice e presentatrice. E’ brava.
Si scrive da sola gli spettacoli che recita. Ha letto più di mille libri. E’ alta 1.52, quando cammina per strada parla da sola.
Ha vinto anche dei premi. Attualmente prosegue la sua ricerca come attrice e come persona in territori sconosciuti che fanno male e paura; si impegna molto.
Una volta al mese pensa di cambiare lavoro. Per il resto tutto bene.

 

www.casateatroragazzi.it

]]>
CASA TEATRO RAGAZZI DI TORINO: Stagione Teatrale13/14 Tue, 08 Oct 2013 11:51:52 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/295374.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/295374.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

 

 

La Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus - Teatro Stabile d’Innovazione con la direzione artistica e progettuale di Graziano Melano - inaugura sabato 26 ottobre la Stagione della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino con LA BELLA ROSASPINA ADDORMENTATA, il nuovo spettacolo di Emma Dante. Dopo i successi di Anastasia, Genoveffa e Cenerentola e Gli alti e bassi di Biancaneve, la Compagnia Sud Costa Occidentale dell’artista palermitana prosegue il proprio progetto con la fiaba, cimentandosi in una rivisitazione in chiave contemporanea de "La bella addormentata" di Perrault, ripresa poi dai fratelli Grimm. Una favola dedicata alla crescita e alla scoperta di sé, nel momento critico che segna il passaggio dall’infanzia all’età adulta. La protagonista Rosaspina si addormenta bambina e si risveglia donna; si innamora perdutamente di un principe moderno, diverso, che svelerà solo alla fine la sua vera identità.

Nella Stagione 2013/14 la Fondazione TRG onlus proporrà 11 produzioni, di cui 5 nuovi allestimenti e 6 riprese, e sarà capofila del Progetto Alcotra sulle arti performative rivolto ai ragazzi e ai giovani TERRE COMUNI/TERRES COMMUNES Italia-Francia, insieme al Théâtre Durance (Château-Arnoux/Saint-Auban), al Théâtre de Grasse (Grasse) e al Théâtre du Briançonnais (Briançon). 

Risalirà finalmente sul palcoscenico, dopo un anno di assenza forzata, Milo Scotton al fianco di Olivia Ferraris in TWIRIBÒ - L’energia e l’integrità della terra, coproduzione di Milo e Olivia/Fondazione TRG onlus, spettacolo in cui le svariate discipline circensi si snodano in un laboratorio futuribile dove uno scienziato e il suo garzone danno vita, con esperimenti magnetici, a piccole e potenti energie esplosive ed incontrollabili. A dicembre verrà riproposto lo storico AQUARIUM, un’immersione nell’affascinante mondo sottomarino, una piccola enciclopedia del mare che spazia con fantasia dalle alghe ai crostacei, dai pesci comuni ai cefalopodi, dalle creature degli abissi ai feroci squali. Tornerà anche IL RE PESCATORE, una favola delicata e divertente sul tema del tempo, custode come il mare dei nostri sogni e desideri più segreti, scritto e interpretato da Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci che, come è consuetudine, entusiasmano il pubblico dei bambini e invitano all'autoanalisi gli adulti. Per i più piccoli oltre a ORSETTI, sempre amato dai bambini accompagnati a teatro, spesso per la primissima volta, dai loro peluches, la nuova produzione MARAMEO - Sogni a colori, che utilizza i linguaggi della danza e del cartone animato, con proiezioni sul corpo della danzatrice e sullo schermo e con l'interazione dal vivo tra proiezione e movimento, per creare un gioco di percezioni extra-ordinarie, fantastiche e illusorie che sorprende l'occhio e affascina la mente.

Il gioco teatrale con e per i ragazzi L’ALBERO DEI REGALI coinvolgerà anche quest’anno i bambini presenti tra il pubblico, invitandoli a partecipare alla situazione rappresentata dagli attori-narratori. Sull’onda del successo ottenuto la Fondazione TRG onlus sperimenterà in alcuni venerdì pomeriggio un altro gioco teatrale: STORIE TURCHE, in cui i giovani attori, partendo dalla tradizione e compiendo voli nella modernità, interpreteranno le Fiabe Turche con le loro varianti mediterranee.

La Casa del Teatro proporrà anche quest’anno tre simpatici appuntamenti - con giochi, laboratori, travestimenti e spettacolo teatrale – in concomitanza con alcune festività: ad Halloween andrà in scena SERENO MONSTER – AGENZIA SPAVENTI di Serenomagic, uno spettacolo divertente ed entusiasmante, in cui i bambini verranno invogliati e stimolati ad utilizzare il proprio “pensiero magico” per capire, affrontare e vincere le loro paure; a Carnevale MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE della Fondazione TRG onlus ci presenta alcune delle più incredibili e meravigliose avventure vissute e raccontate ne Il Milione; a Capodanno la consueta festa teatrale per grandi e piccini con CIRCO PUNTINO, un mix di teatro-circo con un folle manipolatore d’oggetti e un’acrobata della ruota tedesca e MISTER DAVID, campione del mondo di street magic, comico, illusionista, giocoliere, equilibrista estremo… e molto altro.

Nella prossima stagione teatrale saranno presentati i tre spettacoli vincitori dell’ultima edizione di Giocateatro Torino: IL GIOCO DEL LUPO di Teatrodistinto - premio migliore spettacolo - un racconto senza parole, fatto di suggestioni ed atmosfere veicolate attraverso un linguaggio semplice e ironico, che affronta il tema dell’aggressività insita in ogni essere umano; ANTARTICA – Lo straordinario viaggio di Shackleton di Onda Teatro, l’incredibile avventura di un gruppo di amici, come metafora del gioco della vita, menzione per il lavoro drammaturgico dalla straordinaria capacità evocativa e per il forte impatto emotivo; B comeBABAU di Nonsoloteatro, liberamente ispirato al racconto di Dino Buzzati, menzione per il percorso di ricerca e attenzione costante e sensibile all’animo infantile.  

Il programma di questa VIII° stagione presenterà numerosi spettacoli che raccontano avventure straordinarie: A PROPOSITO DI PITER PAN della Compagnia Teatrale Stilema - di e con Silvano Antonelli -, uno spettacolo molto liberamente ispirato alle visioni di James Matthew Barrie che non segue la storia originale ma affronta il rapporto tra “i desideri” e “le paure”, due archetipi dell'immaginario bambino e universale; I VIAGGI DI GULLIVER di Controluce Teatro d’Ombre, lavoro lirico-teatrale tratto dal romanzo di Johnatan Swift in cui il nostro eroe, legato a terra e circondato da uomini in miniatura, affronterà ogni sorta di avventura, scenario e possibile declinazione antropologico-sociale del creato; IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI della Fondazione TRG onlus, nuova produzione in collaborazione con la Fondazione Bottari Lattes, liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Jules Verne in cui il londinese Phileas Fogg ed il suo cameriere francese Passepartout, attraverso terre lontane e luoghi misteriosi, tentano di circumnavigare il globo terrestre in soli 80 giorni; PIPPI CALZELUNGHE - Amica libertà del Teatro d’Aosta, la favolosa storia di una bambina assolutamente fuori dagli schemi, nata dalla fantasia dell'autrice svedese Astrid Lindgren, che incarna il sogno di libertà di ogni bambino; IL PRINCIPE FELICE E LA RONDINE D’INVERNO di Coltelleria Einstein, spettacolo comico e poetico che prende spunto dal racconto Il Principe Felice di Oscar Wilde, in cui si racconta una storia di dedizione, di generosità e di amore.  

Come sempre, il cartellone ospiterà gli artisti e le compagnie piemontesi che abitano e collaborano con la Casa del Teatro: per il Giorno della memoria, IO TI RACCONTO di Onda Teatro, cronaca della prima strage di ebrei in Italia, nella zona del Lago Maggiore, e occasione di riflessione su contenuti fondamentali per l'educazione alla cittadinanza e per l'accettazione dell'altro; SAREBBE BELLO de Il Dottor Bostik, viaggio di un bambino che osserva le imperfezioni del mondo attraverso l'evocazione potente della narrazione e la magia del teatro di figura; DOVE VANNO A FINIRE I PALLONCINI di Assemblea Teatro delizioso musical, a partire dalle canzoni che Renato Rascel aveva pensato per l’infanzia, a misura di bambino e ad uso e consumo di adulti in astinenza da poesia; C’ERA UNA SVOLTA de La Bonaventura, un viaggio metropolitano fantastico attraverso le favole nel quale si incontrano degli strani personaggi ironici, pasticcioni, sognatori ma umanissimi! 

Pensando ad un pubblico più adulto la mini rassegna GIOVANI X I GIOVANI darà voce ad autori ed interpreti che hanno condiviso parte della loro crescita professionale alla Casa del Teatro: la Fondazione TRG onlus presenterà RAGAZZE, IN ONDA! nuova produzione con quattro giovani attrici che, strizzando l'occhio alla scienza che vuole l'uomo e la donna biologicamente diversi, ridono su stupidi stereotipi e si crogiolano un po' sui difetti femminili e sulle mancanze maschili; Giorgia Goldini proporrà MAIFEMILI con la partecipazione inconsapevole della sua famiglia, delle famiglie degli altri, della famiglia come concetto, di concetti familiari; infine la Compagnia Andrea Roncaglione - e la sua équipe di danzatori, attori, rumoristi e musicisti - porterà in scena AVREI PREFERITO ESSERE JACQUES COUSTEAU, un documentario surreale senza alcuna immagine video né alcun rumore registrato, un viaggio alla scoperta del mondo fatto dal vivo.

Il programma della Stagione 2013/14 si completerà con VOGLIO LA LUNA! del Teatro Pirata spettacolo nato dall’incontro con Fabio, attore affetto dalla sindrome di Down che, con il suo sguardo aperto al mondo come quello dei più piccoli e la capacità di credere che se si vuole davvero qualcosa sia possibile ottenerla, racconta una storia poetica; DEL MONDO CHE AMO de Il Mutamento/Zona Castalia, un viaggio intimo nel mondo dell’autismo con l’odissea di una mamma che sorride e ironizza sulla propria condizione piena di rabbia, sconforto, paura, senso di colpa, ma anche di perseveranza e amore incondizionato; GIOCAGIOCATTOLO del Teatro del Buratto, in cui i protagonisti sono i giocattoli sempre pronti a soddisfare ogni desiderio del bambino di cui conoscono i segreti, le paure, i desideri; BRANCIFORTE del Teatro della Tosse, storia di un coniglietto aristocratico, attraverso un percorso di grandi libri pop-up, che parte all'avventura in cerca di una moglie; IL VIAGGIO DELLA FORTUNA de La turcacane, ispirato alla raccolta Fiabe Italiane di Italo Calvino, un viaggio nell'immaginario narrativo della tradizione italiana; JOHN TAMMET FA SENTIRE LE PERSONE MOLTO COSI’ :-? de L’Organizzazione, il cui protagonista, affetto dalla sindrome di Asperger - una forma di autismo ad alto funzionamento - scandaglia le coscienze degli spettatori, facendoli sorridere e piangere, lasciandoli tutti un po’ così :-?

Da sottolineare l’aspetto internazionale della nuova Stagione della Casa del Teatro: il Festival TERRE COMUNI/TERRES COMMUNES – Giocateatro Torino 2014 del Progetto Alcotra presenterà le quattro produzioni teatrali italo-francesi (bilingui) dei partners: HANSEL & GRETEL dei Fratelli Merendoni e AT O della Fondazione TRG onlus, CARTA MEMORIA  de La Compagnie Clandestine, PICCOLE MODIFICHE di Sarabanda, nonché altri spettacoli di compagnie della regione Piemonte e della regione Provenza Alpi Costa Azzurra.

A dicembre la Casa del Teatro ospiterà il FESTIVAL SAN PIETROBURGO DEI RAGAZZI, manifestazione della Città di Torino e del Governatorato di San Pietroburgo, un evento culturale in cui il pubblico di Torino potrà apprezzare la tradizione musicale, teatrale e attorale russa. Infine, in occasione della Giornata Mondiale del Teatro per l’Infanzia e la Gioventù (20 marzo), verrà presentato lo spettacolo gestuale VEGGIE GARDEN (L’ORTO) della Compagnie sQueezz di Amsterdam, una produzione teatrale di danza ambientata nella terra, un richiamo ai 5 sensi inscenato da due danzatrici.   

Come sempre, il consueto cartellone SCUOLE&TEATRO, in collaborazione con Città di Torino - ITER, Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile, programmerà una multiforme e significativa proposta di spettacoli, con recite al mattino, per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I° e II° grado.

Ma alla Casa del Teatro, accanto al percorso del vedere teatro, è sempre più presente il fare teatro con tanti e diversificati corsi e laboratori: la SCUOLA DI TEATRO PER RAGAZZI a cura di Luigina Dagostino; LE COSE CHE CONTANO, a cura di Luigina Dagostino e Sabrina Rondinelli, corso di teatro per ragazzi che prevede la partecipazione - in alcuni momenti dell’anno - dei genitori; INCONTRIAMOCI A TEATRO, percorso propedeutico al teatro a cura di Andrea Errichiello e Luigina Dagostino, che intende stimolare alcune aree di sviluppo che permettano ai bambini di potenziare le loro risorse relazionali; IL SABATO DEI RAGAZZI, un’attività espressiva e creativa; il laboratorio di teatro/danza DANZIAMO CON MAMMA E PAPA’ a cura di Mariachiara Raviola; MUSICAR NARRANDO a cura di Arianna Zambon, laboratorio che utilizza le favole di Esopo per insegnare la musica ai bambini; il laboratorio CUCINA TEATRALE a cura dei Cuochivolanti; per giovani/adulti il laboratorio di formazione e produzione T.URBANO / Tecniche, strategie e poetiche per un teatro liquido diretto da Bobo Nigrone – Onda Teatro.

A novembre, inoltre, partirà il quarto biennio della PICCOLA ACCADEMIA DEL TEATRO RAGAZZI E DELL’ANIMAZIONE, percorso formativo in cui il sapere teorico incontra il mondo della professione, rivolto a giovani con diploma di scuola media superiore con un'età compresa tra i 18 e i 35 anni con specifica vocazione al settore del Teatro per Ragazzi e all’Animazione Teatrale.

La Casa del Teatro Ragazzi e Giovani è sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo, dalla Regione Piemonte, dalla Città di Torino e dalla Fondazione CRT, in collaborazione con la Fondazione Paideia, che dal 1993 offre sostegno a famiglie e bambini in difficoltà e con la partnership di Cifa for children per il progetto Tutte a Scuola!” che consente ad oltre 300 bambine etiopi di poter andare a scuola e di godere dei propri diritti.

Abitano alla Casa: la Fondazione TRG onlus, responsabile della gestione e della programmazione dell’attività, Unoteatro, con le formazioni Compagnia Teatrale Stilema, Il Dottor Bostik, Nonsoloteatro e Onda Teatro; il progetto della Casa del Teatro è realizzato in collaborazione con Assemblea Teatro.

 

Comunicazione e Ufficio Stampa

Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus

Roberta Todros

Tel. 011.19740285 – 333.4853287

ufficiostampa@fondazionetrg.it


 

 

]]>
STAGIONE 12.13 CASA TEATRO RAGAZZI DI TORINO Fri, 05 Oct 2012 15:37:30 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/248309.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/248309.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

 

La Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus - Teatro Stabile d’Innovazione con la direzione artistica e progettuale di Graziano Melano - apre la VIIª Stagione della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani con il ritorno sulle scene torinesi di Nino D’Introna, già fondatore del Teatro dell’Angolo e della Fondazione TRG onlus e ora Direttore Artistico del Théâtre Nouvelle Génération di Lione, in veste di attore e regista de IL PAESE DEI CIECHI dello scrittore britannico Herbert George Wells. Lo spettacolo, già prodotto in altra versione dal Teatro dell’Angolo negli Anni Novanta, dopo il suo debutto in Francia giunge venerdì 26 ottobre in prima nazionale alla Casa del Teatro con l’adattamento in lingua italiana dello stesso D’Introna e la musica dal vivo dei Supershock. Si tratta di un’affascinante favola fantastica sulla relatività del potere in cui si racconta dell’arrivo di uno straniero in un paese isolato dal resto del mondo e abitato da molte generazioni da una popolazione di non vedenti. La prima tentazione dell’uomo sarà quella di dimostrare la propria "superiorità", ma ben presto si accorgerà della vanità insensata del suo progetto.

La stagione teatrale 12/13 sarà l’occasione per il ritorno degli spettacoli vincitori dell’ultima edizione di Giocateatro Torino: LA GATTA CENERENTOLA di Oltreilponte Teatro – Premio miglior spettacolo - tratto dall’originale fiaba di Basile con in scena, oltre a Beppe Rizzo e Fabiana Ricca in stretto e continuo rapporto con il pubblico a suon di musica, dei grandi espressivi pupazzi; MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE della Fondazione TRG onlus, premiato dalla giovane giuria di Ragazze e Ragazzi in Gioco che si è sentita coinvolta, in modo divertente e allegro, nella messinscena di alcune delle più incredibili avventure vissute e raccontate nel Milione; YOYO PIEDERUOTA di Santibriganti Teatro, che ha ricevuto una menzione per aver saputo raccontare l’amicizia che va al di là delle barriere, facendo riflettere con naturalezza e semplicità sulla disabilità e l’accettazione di se stessi e conseguentemente dell’altro; LA PECORA NERA di Teatrodistinto, menzioneper la ricerca e l’innovazione del linguaggio e per la capacità interpretativa dei due attori che utilizzano in modo espressivo la loro diversissima fisicità.

Il pubblico che da anni segue la Fondazione TRG onlus potrà continuare ad emozionarsi con gli spettacoli storici quali ORSETTI (sempre amato dai bambini accompagnati a teatro, spesso per la primissima volta, dai loro peluches) e PIGIAMI (da 30 anni in giro per il mondo), con i più recenti LA FAVOLA DELLA BELLEZZA – Favolosofia N. 3 del Progetto Favole Filosofiche, KOLÒK e QUISQUILIA del poliedrico duo Milo&Olivia, ed assistere alle sue nuove produzioni. Nell’ambito di Giocateatro Torino 2013 debutterà IL RE PESCATORE – la leggenda del tempo di e con Pasquale Buonarota  e Alessandro Pisci, favola di un Re leggendario che, scordatosi per i troppi impegni di aver promesso alla sua bambina un’intera giornata per giocare con lei, vede la propria figlia trasformata in un pesce incantato e da quel momento si trova costretto a dimenticare ogni altra occupazione per andare a pescare quel pesciolino che ogni giorno lo chiama dal mare. TWIRIBÒ – l’energia e l’integrità della terra sarà il titolo del nuovo spettacolo di circo-teatro di Milo&Olivia, liberamente ispirato alla vita e alle opere di Nikola Tesla e alle sue antesignane idee per uno sviluppo energetico mondiale ecosostenibile, in cui le parole, la musica, le luci e la scenografia si intrecciano con le discipline circensi e le acrobazie mozzafiato. In collaborazione con importanti realtà produttive tedesche  - di danza e teatro di ricerca - andrà in scena PRIMO, spettacolo sott'acqua di oggetti, danza contemporanea e poesia per i piccolissimi dai 2 anni, di e con Alfredo Zinola e Felipe Gonzàlez, il quale si svolge in una grande piscina in PVC trasparente che riproduce lo spazio particolare in cui risiede il bambino prima di nascere: l’utero. Infine sarà la volta de L’ALBERO DEI REGALI, un gioco teatrale interattivo, con alcuni giovani attori della Fondazione TRG onlus e il coordinamento artistico di Graziano Melano, che coinvolge i bambini presenti tra il pubblico invitando alcuni di loro a partecipare alla situazione rappresentata dagli attori-narratori.

Anche quest’anno la Casa del Teatro propone, in concomitanza con alcune festività, degli accattivanti appuntamenti con giochi, travestimenti e trucchi, laboratori creativi e ovviamente lo spettacolo teatrale: ad Halloween andrà in scena IL FANTASMA DI CANTERVILLE de I Lunatici, liberamente tratto dall’omonimo racconto di Oscar Wilde, mentre a Carnevale toccherà al delizioso gioco musicale di CANZONCINE ALTE COSI’ con Silvano Antonelli della Compagnia Stilema. Invece per festeggiare il nuovo anno salirà sul palcoscenico Michele Cafaggi dell’Associazione Fresche Frasche che, a seguito del grande successo di Ouverture des Saponettes, ritorna con il nuovo spettacolo L’OMINO DELLA PIOGGIA – Una notte tra acqua, bolle e sapone in cui si sperimentano attrezzi, materiali e tecniche per trovare nuove forme espressive attraverso l'utilizzo delle bolle di sapone.

 

Nell’ambito di Contemporary Art Torino Piemonte, oltre a LA FAVOLA DELLA BELLEZZA – Favolosofia N. 3 della Fondazione TRG onlusin cui si narra, fra le sale di un Museo del Bello, l’avventura favolosa e rocambolesca di un Re e del suo Buffone, andrà in scena KINDUR – Avventurosa vita delle pecore in Islanda del TPO, spettacolo che intende comunicare ai bambini la straordinaria bellezza della natura attraverso uno spazio teatrale “sensibile” dove il pubblico può immergersi nei vari ambienti naturali ad interagire grazie all’uso di microfoni e telecamere capaci di “catturare” il suono e il movimento. Inoltre prima e dopo ciascuna  replica di Kindur, il pubblico potrà partecipare attivamente all’installazione artistica SE FOSSE… a cura di Manuela Cirino.

Un’attenzione particolare è riservata ai preadolescenti con alcuni spettacoli in replica solo il venerdì sera: PER QUESTO! – dedicato a Giovanni Falcone de La Bonaventura, la rievocazione della storia di Giovanni Falcone e del pool anti-mafia attraverso il delicato racconto di una giornata speciale trascorsa a Palermo da una bambina di nome Giovanna e da suo padre. Nell’esplorazione della propria città Giovanna scoprirà che la mafia è una nemica da combattere subito, senza aspettare di diventare grandi. In occasione del Giorno della Memoria il Teatro del Piccione ritorna con lo spettacolo LA PORTINAIA APOLLONIA, liberamente ispirato all’omonimo libro di Lia Levi, Premio Andersen 2005 – Miglior libro per ragazzi. Si tratta di una storia fatta di piccoli gesti, comici e tragici al tempo stesso, semplici eppure straordinari, una storia contro il pregiudizio, germe dell’odio e della violenza, raccontata con forza e delicatezza. Infine OH, BOY! della Fondazione Aida, spettacolo tratto dal romanzo di Marie-Aude Murail (Miglior libro per ragazzi in Francia) la cui riduzione teatrale e regia si avvale della prestigiosa firma di Maurizio Nichetti. E’ la storia del ventiseienne Barthélemy Morlevent travolto dagli avvenimenti allorché conosce i suoi tre fratellastri rimasti orfani da poco. Una commedia amara e commovente che affronta con grazia e leggerezza temi difficili quali il suicidio, la malattia, l’omosessualità, l’adozione, la violenza.

Come sempre il cartellone ospiterà gli spettacoli delle compagnie piemontesi che abitano e collaborano con la Casa del Teatro: DA GRANDE di Onda Teatro, spettacolo di teatro-danza in cui, attraverso gesti precisi e leggeri, le due attrici affrontano in scena il tema della crescita e della scoperta del proprio corpo; GIANNI DETTO BURRASCA di Assemblea Teatro, lavoro che da vent’anni racconta le vicissitudini dell’enfant terrible della letteratura per l’infanzia nel quale migliaia di ragazzi possono identificarsi; BABÙ E IL BOSCO DEI PROFUMI de La Bonaventura uno spettacolo di “teatro e sensi” per i più piccini; ERNESTO RODITORE GUARDIANO DI PAROLE di Nonsoloteatro, storia del topo di biblioteca Ernesto Roditore che mangia i libri per poterli raccontare in modo da diffondere conoscenza e sapere.

Il programma della Stagione 12/13 si completa con Favole al (video)telefono de La Piccionaia, liberamente tratto da Favole al telefono di Gianni Rodari ma attualizzato grazie all’uso dei moderni mezzi di comunicazione come la webcam, il cellulare e internet. Il luna park della scienza del Teatro della Tosse, spettacolo delicato e poetico con tre personaggi un po’ maghi e un po’ cialtroni, un po’ scienziati e un po’ artisti di strada che rimandano alle vecchie pellicole di Charlot. La cicala e la formica di Accademia Perduta che ripropone l’antica e popolare favola di La Fontaine inserendo però tra le due protagoniste un terzo personaggio: il calabrone.                   

Come di consueto ad ottobre la Casa del Teatro ospiterà alcuni spettacoli di INCANTI Rassegna Internazionale di Teatro di Figura, quest’anno dedicata alla “favola” dove pupazzi, ombre e marionette sono i protagonisti di storie che, da sempre, incantano grandi e bambini, mentre a maggio ritornerà FIGURE DI NOTTE a cura de Il Dottor Bostik, un’intera nottata dedicata al teatro di figura attraverso l’arte antica delle marionette e dei burattini si immerge in un teatro totale capace di fondere teatro d’attore, musica, arti visive e ricerca poetica.

Infine il consueto cartellone SCUOLE&TEATRO, in collaborazione con Città di Torino - ITER, Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile, programmerà una multiforme e significativa proposta di spettacoli, con recite al mattino, per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I° e II° grado.

Alla Casa del Teatro, accanto al percorso del vedere teatro, è sempre più presente il fare teatro con tanti e diversificati corsi: la SCUOLA DI TEATRO PER RAGAZZI a cura di Luigina Dagostino; IL SABATO DEI RAGAZZI, un’attività espressiva e creativa che spazia tra il fare teatro, la creazione di giocattoli e il linguaggio pittorico; il laboratorio di teatro/danza DANZIAMO CON MAMMA E PAPA’ a cura di Mariachiara Raviola; il nuovo stage di avvicinamento all’arte comica COMICHE COCCOLE a cura di Tiziana Catalano. Oltre a ciò i workshop per adulti quali l’ATELIER DEL BURATTINAIO a cura di Dino Arru, il laboratorio di formazione e produzione T.URBANO diretto da Bobo Nigrone – Onda Teatro e il secondo anno della PICCOLA ACCADEMIA DEL TEATRO RAGAZZI E DELL’ANIMAZIONE, percorso biennale per giovani leve artistiche con specifica vocazione al settore del teatro per ragazzi e all’animazione teatrale.

La Casa del Teatro Ragazzi e Giovani è sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo, dalla Regione Piemonte, dalla Città di Torino e dalla Fondazione CRT, in collaborazione con la Fondazione Paideia e con la partnership di Cifa for children e Dada.

Abitano alla Casa: la Fondazione TRG onlus, responsabile della gestione e della programmazione dell’attività, Unoteatro e Onda Teatro; il progetto della Casa del Teatro è realizzato in collaborazione con Assemblea Teatro.

 

 

]]>
JOB ACTING – I mestieri del teatro Mon, 25 Jun 2012 12:08:37 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/229765.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/229765.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Sabato 7 luglio 2012, dalle ore 17.00

 

alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani
Corso Galileo Ferraris 266 - Torino 

Festa finale

JOB ACTING – I mestieri del teatro

 

Dalla considerazione del ruolo del teatro quale strumento in grado di incidere positivamente sul territorio, capace di consolidare l’identità di una comunità e di amplificare il valore della creatività come opportunità di crescita sociale ed economica, nasce JOB ACTING – I mestieri del teatro, un progetto della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus, con il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e della Regione Piemonte – Direzione Cultura Turismo e Sport/Settore Politiche Giovanili.

Il progetto ha visto la realizzazione di laboratori teatrali rivolti ai giovani con un’età compresa tra i 15 ed i 29 anni, in cinque Comuni del territorio regionale: Asti, Ciriè, Torino, Torre Pellice e Verbania, con il coinvolgimento delle compagnie teatrali Dottor Bostik/Unoteatro, Fondazione TRG Onlus, Nonsoloteatro, Onda Teatro e Stilema/Unoteatro. Tutte le attività, a partecipazione gratuita, sono state documentate attraverso la realizzazione di un video che ha raccolto le diverse esperienze e confluiscono sabato 7 luglio dalle ore 17.00 presso la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino in una dimostrazione finale degli spettacoli realizzati dai giovani partecipanti, in modo da offrire una vetrina di rilievo nazionale all’esito delle attività ed ai loro giovani protagonisti.

 

Programma Festa Finale

ore 17.00

Saluti istituzionali

ore 17.30 Torre Pellice

Foll’io
a cura di Guido Castiglia di Nonsoloteatro (Sala Grande)

ore 18.00 e ore 19.00 Verbania

Cappuccetto Rosso, Hansel e Gretel, Che fine ha fatto Biancaneve,

I vestiti nuovi dell'Imperatore, Cenerentola,

 Rosaspina, ovvero non è mai troppo tardi per scoprire le proprie fiabe

a cura di Dino Arru di Dottor Bostik/Unoteatro (Sala Piccola/Esterno Casa)

ore 18.30 Torino
Scena urbana
a cura di Bobo Nigrone e Francesca Guglielmino di Ondateatro (Arena)

ore 19.30 Asti
Job’n jazz
a cura di Vanni Zinola e Tiziana Ferro di Fondazione TRG Onlus (Sala Grande)

ore 20.00 Ciriè

Corde, cordini e cordoni

(titolo non solo provvisorio ma addirittura notevolmente improbabile)

 a cura di Silvano Antonelli di Stilema/Unoteatro (Sala Grande)

ore 20.30

Proiezione Video WORK IN PROGRESS

realizzato da concentra.to - fresh video solutions

in collaborazione con gli studenti IPSSP Albe Steiner di Torino

 

 

Ingresso libero su prenotazione

 

Per informazioni:

Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus tel. 011.19740282.

 

Facebook

http://www.facebook.com/Jobacting

Twitter

http://twitter.com/JobActing

 

 

 

]]>
GIOCATEATRO TORINO Tue, 03 Apr 2012 13:13:49 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/212658.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/212658.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Dal 20 al 22 aprile 2012 si svolgerà a Torino, presso la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani e il Teatro Agnelli, la sedicesima edizione di Giocateatro Torino – Vetrina di teatro per le nuove generazioni, Direzione Artistica di Graziano Melano. La manifestazione, sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Piemonte e dalla Città di Torino, costituisce un appuntamento ormai immancabile per adulti, ragazzi, famiglie e operatori culturali provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Il ricco cartellone che come sempre Giocateatro Torino offre al suo pubblico, con le migliori novità delle compagnie di teatro-ragazzi del territorio regionale, si apre la mattina di venerdì 20 aprile con GUERRA E PACE ovvero l’obiezione di coscienza spiegata a mio fratello, spettacolo di Assemblea Teatro in cui si osserva il mondo degli adolescenti che si interroga sulle inquietudini del presente tra cui le guerre vive, cariche di nuova quanto occulta violenza, che ci circondano. Nel pomeriggio il programma serrato comincia con MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE della Fondazione TRG onlus, percorso teatrale sul tema dell’esplorazione, della conoscenza e del meraviglioso - tratto dai racconti de Il Milione di Marco Polo - un diario di viaggio in cui scoprire gli usi e i costumi, i diversi linguaggi, i cibi e i profumi di chi ha vissuto e vive in luoghi lontani dai nostri. Seguono fino a sera YO YO PIEDERUOTA di Santibriganti Teatro, spettacolo nato dal desiderio di raccontare la disabilità che incontra l’abilità ma anche la scoperta e l’accettazione di se stessi e conseguentemente dell’altro, in cui si racconta la storia di due ragazzi, Giovanni e Giorgia. Lui, Giovanni, da tutti chiamato Yo: troppo alto e con due grandi piedi per correre. Lei, Giorgia, da tutti chiamata Yo: troppo arrabbiata e con due grandi ruote per forza. LA PECORA NERA di Teatrodistinto, un viaggio in cui due attori bizzarri raccontano, nel modo stesso che hanno di esistere, la loro fiera diversità e il bisogno di affermare la propria identità. LA GATTA CENERENTOLA di Oltreilponte Teatro, versione più antica di Cenerentola tratta da Lo cunto de li cunti di Giambattista Basile, narrata attraverso il teatro delle figure con pupazzi e musiche dal vivo. 10 PAROLE della Compagnia Il Melarancio, spettacolo che, quasi senza parole, racconta quelle prime dieci parole che un bimbo impara a dire. Una storia semplice che parla di natura generosa, di famiglia, di giochi, dell’esperienza gioiosa del conoscere che è di ogni bambino. Chiude la giornata BUS STOP del Five Quartet Trio, una divertente avventura ai limiti del surreale in cui una fermata del bus si trasforma nell’arena di un circo dove si susseguono e fondono tra loro giocoleria e acrobatica al palo cinese.

Sabato 21 aprile si inizia con BIANCA CORRE del Teatro del Rimbalzo, divertente, commovente e sottilmente inquietante viaggio introspettivo tra il bene e il male, eterna storia dell’innocenza tradita e dell’invidia che finisce per distruggere se stessa. Si prosegue con FAVOLA DELLA LIBERTA’ di Stilema/Unoteatro, una strana favola sulla Libertà, le Regole, l’Autorità e la Democrazia - scritta con la prestigiosa collaborazione di un grande protagonista della cultura italiana contemporanea quale Vincenzo Cerami - che intende lasciare suggestioni ed evocare ciò che bambini e ragazzi pensano a proposito di questi concetti universali. Infine PICCOLO ASMODEUS del Teatro Gioco Vita, una favola sul bene e sul male dello svedese Ulf Stark, uno dei più affermati scrittori contemporanei per ragazzi che ci racconta, con sottile ironia ma anche con delicata poesia, di un novello Mefistofele alla ricerca del suo Faust.

Come per l’edizione passata anche quest’anno è presente la sezione Promo, riservata agli operatori professionali, all'interno della quale si potrà assistere a degli assaggi di 20 minuti ciascuno di altri 5 spettacoli. Sono proposti: CAPITAN TIGRE di Itaca Teatro, uno spettacolo di Gianni Bissaca sull’infanzia di Emilio Salgari in cui il giovane protagonista sogna, litiga, viaggia, canta, disegna … e scrive i più straordinari e paradossali romanzi italiani per l’infanzia; IN BOCCA AL LUPO! di Patatrac in cui un personaggio fuori dal tempo - Novella Raccatta Storie - gira il mondo recuperando antiche saggezze e dando vita alle storie del mondo di C’era una volta; PRINCIPESSA kualunkue kosa accada della Fondazione Sipario Toscana scritto e diretto da Guido Castiglia, piccola grande storia di uno scontro/incontro affettivo tra due galassie spesso lontane: quella dei genitori e quella dei figli; PER QUESTO! spettacolo dedicato a Giovanni Falcone de La Bonaventura tratto dal libro Per questo mi chiamo Giovanni di Luigi Garlando, in cui un padre e un figlio - attraverso le parole delicate della narrazione - esplorano Palermo e la storia del magistrato assassinato dalla mafia; BARRICATE di PIP - Progetto Incanti Produce, spettacolo diretto da Giulio Molnàr in cui le  4 protagoniste percorrono, attraversando il tempo, scenari fatti di suggestioni, oggetti e testi che evocano sia la Storia che la più irritante attualità.

Quest’anno alla Giuria degli Esperti verrà affiancato il laboratorio “Ragazze e ragazzi in Gioco”, condotto da Luigina Dagostino e dai giovani della Piccola Accademia del Teatro Ragazzi e dell’Animazione, formato da ragazzi e ragazze tra gli 8 e 12 anni che alla fine di ognuno degli spettacoli in concorso esprimerà le proprie opinioni su ciò che ha visto. Al termine di GIOCATEATRO, durante la consegna del premio al miglior spettacolo e il conferimento delle menzioni per categorie specifiche quali - ad esempio - la regia, la drammaturgia e l’interpretazione, sarà letta ai presenti una sintesi dei pensieri espressi dalle “Ragazze e dai Ragazzi” di GIOCATEATRO.

Giocateatro Torino è una manifestazione promossa e organizzata dalla Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus e dalle Compagnie del Progetto Teatro Ragazzi e Giovani Piemonte (Assemblea Teatro, Unoteatro, Onda Teatro, Nonsoloteatro, Coltelleria Einstein, Il Melarancio, Grilli Spettacoli Torino) con la collaborazione di I.T.E.R. - Centro di Cultura per l’Arte e la Creatività e Centro Studi Teatro Ragazzi “G.R. Morteo”.

 

INFO: Tel 011.19740280 – www.giocateatrotorino.it

 

BIGLIETTI: Venerdì fino alle ore 20.00 / Sabato fino alle ore 11.30: Posto unico € 5

Sabato pomeriggio e sera / Domenica pomeriggio: Intero € 8 - Ragazzi € 6 (fino ai 12 anni) - Ridotto convenzionato € 7

 

I LUOGHI DEL FESTIVAL:

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani – Corso Galileo Ferraris, 266 – Torino       

Teatro Agnelli - Via Paolo Sarpi, 111 – Torino

]]>
Stagione 2011/2012 CASA DEL TEATRO RAGAZZI E GIOVANI DI TORINO Mon, 24 Oct 2011 11:46:55 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/184474.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/184474.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus La Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus - Teatro Stabile d’Innovazione, con la direzione artistica e progettuale di Graziano Melano - inaugura venerdì 28 ottobre la VIª Stagione della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino con il debutto nazionale di GLI ALTI E BASSI DI BIANCANEVE, nuovo spettacolo dell’artista palermitana Emma Dante che ne firma la drammaturgia, la regia, le scene e i costumi. Dopo i successi ottenuti la scorsa stagione con Anastasia, Genoveffa e Cenerentola, prima messinscena della Compagnia Sud Costa Occidentale pensata per i ragazzi, la regista siciliana affronta una nuova fiaba “crudele”, per bambini dai 6 anni ma anche per adulti. In questa originale versione teatrale tutto è sproporzionato - come all’inizio sono le cose che vedono i bambini - Biancaneve vede alzarsi e abbassarsi intorno a lei il mondo circondato da creature buone e cattive che l’aiuteranno a diventare grande.
A novembre, nell’ambito dell’appuntamento con TORINO + PIEMONTE \CONTEMPORARY ART, la Casa del Teatro presenta 6 spettacoli che spaziano dal circo al teatro, dal teatro-danza al teatro di figura. I talentuosi Milo&Olivia, con il loro circo teatro comico poetico, sono in scena con due coproduzioni della Fondazione TRG onlus: QUISQUILIA – Viaggio per un Angelo e un Clown, una storia fatta di dolcezza e tenerezza, ma anche di scoperta e sorpresa, in cui un Angelo e un Clown si incontrano e riscoprono - nelle piccole occasioni della vita - grandi affetti e sensazioni, e quindi con il pluripremiato KOLÒK – I terribili vicini di casa in cui la comicità e la giocoleria, oltreché le abilità acrobatiche, si legano alla drammaturgia di un testo in grado di emozionare e divertire lo spettatore. A seguire: DA GRANDE di Onda Teatro, Migliore Spettacolo all’ultima edizione di Giocateatro Torino, in cui 2 personaggi si incontrano ed iniziano un percorso evolutivo, sperimentando paura, rabbia, gioia, scoperta, amicizia e con voli nel cielo e acrobazie del corpo giocano a diventare grandi; RACCONTO ITALIANO della Fondazione TRG onlus, quarto spettacolo del Progetto Favole Filosofiche, storia poetica e divertente di due fratelli e un piccolo villaggio isolati in mezzo al mare, pensata riflettendo e giocando sulle ragioni e le difficoltà dello “stare insieme” nell’anno delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia; LA REPUBBLICA DEI BAMBINI del Teatro delle Briciole/Teatro Sotterraneo, uno spettacolo teatrale/gioco di ruolo in cui il pubblico di bambini e adulti è invitato a costruire una nazione in miniatura e - interagendo come “popolo” di un nuovo microstato - a sperimentare sulla propria pelle le forme degenerative a cui può giungere la democrazia. Infine, IL VIAGGIO DEL BURATTINAIO del Dottor Bostik/Unoteatro, un cammino attraverso trent’anni nel teatro di Figura, una mostra animata con Dino Arru e i suoi burattini scolpiti in legno, articolati come marionette, pupazzi realizzati assemblando materiali di uso comune.
Sul finire delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia La Bonaventura ripropone PAZZA STORIA AL MUSEO! liberamente ispirato al libro Attenti al cane di Guido Quarzo e Sebastiano Ruiz Mignone, in cui tre buffi personaggi si improvvisano esperti di storia e scoprono così di somigliare un po’ agli eroi e alle figure storiche risorgimentali che hanno portato all’Unità d’Italia.
A dicembre: Assemblea Teatro ripresenta, dopo 20 anni di repliche, 1492: non solo una data storica, ma anche il momento in cui l’Occidente inaugura un modo – “assimilare o distruggere” - di affrontare i popoli e le culture considerate inferiori; poi è la volta di MAMMATRIGNA della Fondazione Sipario Toscana, un viaggio nel mondo delle mamme e dei loro comportamenti, una scanzonata galleria di ritratti teneri e graffianti, ironici e malinconici, nella quale ogni mamma potrà riconoscere un pezzetto di sé. Nell’avvicinarsi il Natale va in scena DONI della compagnia Is Mascareddas che racconta il gesto del dono e la magia che lo accompagna attraverso un testo di Grazia Deledda, una favola dei fratelli Grimm e due leggende della tradizione popolare. Ritorna PIGIAMI della Fondazione TRG onlus, lo spettacolo che, da quasi 30 anni in giro per il mondo, continua a divertire ed emozionare vecchi e nuovi amici di tutte le età: due sconosciuti si trovano a dover trascorrere una notte insieme e, dapprima con cautela, poi sempre più affiatati, entrano l’uno nel gioco dell’altro. Curiosità reciproche, crudeltà, tenerezza si alternano in una girandola che ha il colore dominante di una nuova amicizia.
Per festeggiare il nuovo anno, come è ormai di consueto, il CAPODANNO IN FAMIGLIA, una festa teatrale con giochi, brindisi di mezzanotte e spettacolo teatrale: quest’anno sarà la volta de L’OMINO DEL PANE E L’OMINO DELLA MELA dei Fratelli Caproni, allegro gioco teatrale, tra il mimo e la clownerie, che riempie la scena di sorprese e di sorrisi e lascia nelle orecchie una musica da fischiettare. Una folgorante serie di gags dal sapore circense condotte con ritmo e grande precisione.
In concomitanza con il Giorno della Memoria la Compagnia Mattioli presenta COME SORELLE liberamente ispirato al racconto Sorelle di Lia Levi. Uno spettacolo che parla dell’Olocausto, visto attraverso gli occhi dei bambini di allora ma anche con lo sguardo dei bambini di oggi, poiché questa nuova storia è anche il frutto di un laboratorio teatrale condotto dall’attrice con dei ragazzi di 9 anni.
Nel corso della Stagione vengono presentati diversi spettacoli pensati per i piccolissimi (dai 3 anni): IL CUBO MAGICO ovvero la morbida pietra filosofale del gioco di Pandemonium Teatro, storia dell’incontro di UNO e L’ALTRO in uno strano mondo fatto solo di cubi. UNO guarda, odora e tocca quei cubi che per lui sono solo cubi, nient’altro. L’ALTRO odora e tocca quei cubi… ed ecco apparire un intero mondo; BABU’ E IL BOSCO DEI PROFUMI de La Bonaventura, uno spettacolo di “teatro e sensi”, durante il quale i più piccini potranno toccare, annusare, insomma “sentire” le piante aromatiche, e poi portarle a casa; PINOCCHIO IN MUSICA del Teatro d’Aosta, un’originale riscrittura ispirata a La filastrocca di Pinocchio di Gianni Rodari in cui l'attrice protagonista danza tra le rime e le filastrocche per dare vita al burattino più conosciuto al mondo sulle note suonate dal vivo dalla Sinfonica - Orchestra giovanile della Valle d’Aosta; ORSETTI della Fondazione TRG onlus, sempre amato dal pubblico di bambini accompagnati a teatro, spesso per la primissima volta, dai loro peluches; IL BAULE DEGLI ANIMALI – Sei storie di viaggio e amicizia di Faber Teater, un modo per far conoscere ai bambini sentimenti di amicizia veri e profondi attraverso i racconti di tanti animali meravigliosi dai più esotici ai più domestici.
A febbraio si tiene la SETTIMANA DELLE FAVOLE FILOSOFICHE, prima edizione di teatro e filosofia con i ragazzi, dedicato al tema DELL’IDENTITÀ E DEL TEMPO. Questo evento offre lungo una settimana momenti in cui divertirsi a pensare insieme: feste, giochi, laboratori, uno stage formativo indirizzato a insegnanti della scuola primaria, incontri con scrittori al Circolo dei Lettori nonché due spettacoli, entrambi incentrati sul tema dell’Identità e del Tempo: LA LEGGENDA DEL TEMPO della Fondazione TRG onlus nuovo percorso del Progetto Favole Filosofiche di Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci, artefici di questo nuovo appuntamento con la filosofia e anche della nascita alla Casa del Teatro del primo “Centro di Teatro e Filosofia con i ragazzi”; C’EST PAS PAREIL! della Compagnie Clandestine (Francia) spettacolo che parla di tolleranza, dell’accettazione delle differenze e dell’altro con la complicità dell’arte del “kirigami” (carta tagliata) e del “pop up”.
A marzo la Fondazione TRG onlus ritorna con due importanti spettacoli ed una nuova produzione: FAVOLOSOFIA N°1 – La favola dei cambiamenti, spettacolo pioniere del Progetto Favole Filosofiche, viaggio teatrale, comico e filosofico sull’esperienza dei cambiamenti; AQUARIUM un’immersione nell’affascinante mondo sottomarino che continua ad essere rappresentato con successo in Italia e all’estero (nel mese di settembre ha partecipato con grande successo al Festival Internazionale di Teatro Ragazzi “Gavroche 2011 di Mosca); MARCO POLO E IL VIAGGIO DELLE MERAVIGLIE percorso teatrale sul tema dell’esplorazione, della conoscenza e del meraviglioso - tratto dai racconti de Il Milione di Marco Polo - realizzato in collaborazione con la Fondazione Bottari Lattes.
Verso fine stagione un’altra favola famosa sale sul palcoscenico della Casa: si tratta di ALICE NELLA CASA DELLO SPECCHIO del Teatro della Tosse, tratto da Lewis Carroll, spettacolo messo in scena da Emanuele Conte nel 2005 e ripreso da Elisa D’Andrea in una nuova versione per ragazzi pensata anche per i grandi che vedono in quell’altro mondo oltre lo specchio lo stesso spirito che li può spingere a continuare a giocare, ora e sempre, il serissimo gioco dell’infanzia.
Ad aprile la XVI edizione di GIOCATEATRO TORINO - Vetrina di teatro per le nuove generazioni presenta alcune tra le più significative novità di Teatro Ragazzi: BUS STOP del Five Quartet Trio, una divertente avventura ai limiti del surreale in cui si susseguono e fondono tra loro giocoleria e acrobatica al palo cinese; FAVOLA DELLA LIBERTA’ di Stilema/Unoteatro, una strana favola sulla Libertà, le Regole, l’Autorità e la Democrazia, scritta con la prestigiosa collaborazione di un grande protagonista della cultura italiana contemporanea quale Vincenzo Cerami; PICCOLO ASMODEUS del Teatro Gioco Vita, una favola sul bene e sul male dello svedese Ulf Stark, uno dei più affermati scrittori contemporanei per ragazzi.
Anche nella nuova Stagione continua lo sguardo sul teatro di Figura, forma espressiva che propone innovazione e contaminazione tra i differenti linguaggi artistici, con alcuni appuntamenti rivolti ad un pubblico di giovani ed adulti: INTRIGANTI VENERDI’ a cura dell’Associazione Riccardo Braghin, quattro serate dedicate al teatro di figura con spettacoli e installazioni a partire dalle ore 22.00 (2 dicembre – 24 febbraio – 16 marzo – 30 marzo) e, a maggio, FIGURE DI NOTTE a cura de Il Dottor Bostik/Unoteatro, una notte dedicata al teatro di figura, dalla sera alle prime luci dell’alba, in cui l’arte antica delle marionette e dei burattini si tuffa nella modernità.
Quest’anno la Casa del Teatro propone, in concomitanza con il carnevale e la festa della mamma, una accattivante novità: LA CASA IN FESTA, un appuntamento molteplice con giochi, laboratori creativi, piccoli doni da portare a casa, la merenda e naturalmente lo spettacolo teatrale. A febbraio sarà la volta di Milo e Olivia con il loro divertentissimo ed emozionante KLINKE – Giochi di sca(to)le; a maggio tornerà Michele Cafaggi con il suo OUVERTURE DES SAPONETTES – Concerto per bolle di sapone.
Infine, oltre al consueto cartellone SCUOLE&TEATRO realizzato con ITER, Istituzione Torinese per una Educazione Responsabile della Città di Torino, che prevede recite per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I° grado, per la prima volta la Fondazione TRG onlus, in collaborazione con la Fondazione Paideia onlus, propone - per ragazzi e giovani - la rassegna IL TEATRO DELL’INCLUSIONE sul tema della disabilità e della malattia.
Alla Casa del Teatro, accanto al percorso del vedere teatro, è sempre più presente il viaggio iniziatico del fare teatro: la SCUOLA DI TEATRO PER RAGAZZI a cura di Luigina Dagostino, le animazioni, il progetto di teatro e scrittura creativa INCOMPRESO, il laboratorio di teatro/danza DANZIAMO CON MAMMA E PAPA’, il laboratorio sperimentale di architettura SPIELRAUM, nonché il nuovo biennio della PICCOLA ACCADEMIA DEL TEATRO RAGAZZI E DELL’ANIMAZIONE e, per un pubblico adulto, i nuovi corsi di drammaturgia teatrale, di cinema e di teatro-movimento.
La Casa del Teatro Ragazzi e Giovani è sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo, dalla Regione Piemonte e dalla Città di Torino. Abitano alla Casa: la Fondazione TRG onlus, responsabile della gestione e della programmazione dell’attività, Unoteatro, con le due formazioni Il Dottor Bostik e Stilema, e Onda Teatro; il progetto della Casa del Teatro è realizzato in collaborazione con Assemblea Teatro.

]]>
DIALOGHI SUL TEATRO CONTEMPORANEO NELLE LINGUE DEL PIEMONTE Tue, 31 May 2011 10:47:23 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/164191.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/164191.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Martedì 14 giugno 2011 la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino ospiterà la manifestazione DIALOGHI SUL TEATRO CONTEMPORANEO NELLE LINGUE DEL PIEMONTE, un appuntamento dedicato alle Lingue Storiche del Piemonte e alla loro implicazione nel teatro contemporaneo.

Si comincerà alle ore 18.30 con una tavola rotonda, aperta a tutti - che vuole essere un’occasione di riflessione sul tema - che verrà introdotta da esponenti di Enti Istituzionali e alla quale parteciperanno alcuni operatori del settore.

A seguito di un momento conviviale alle ore 21.00 inizierà la cerimonia di premiazione dei testi vincitori del Premio per un testo teatrale nelle lingue storiche del Piemonte – XIV edizione anno 2009 e XV edizione anno 2010. A seguire, la lettura di alcuni brani da parte degli autori.

Infine alle ore 21.30 si potrà assistere allo spettacolo teatrale - prodotto dalla Fondazione TRG onlus in collaborazione con l’Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare - L’ANCIOVÉ SÖTA SAL di e con Marco Gobetti, il cui testo ha ricevuto un premio speciale della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus per l’edizione 2009.

 

L’ iniziativa è organizzata dalla Regione Piemonte - Assessorato alla Cultura in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus, Il Centro Studi Piemontesi - Ca dë Studi Piemontèis e il Centro Studi del Teatro Stabile di Torino.

 

L’ingresso sarà gratuito a tutte le iniziative fino ad esaurimento dei posti disponibili. Pertanto è consigliabile la prenotazione al n. tel. 011.19740285.


PROGRAMMA

 

ore 18.30 – 20.00  

Tavola Rotonda

 Introducono:

Anna Maria Morello, dirigente - Regione Piemonte

Albina Malerba, direttore - Centro Studi Piemontesi - Ca dë Studi Piemontèis

Pietro Crivellaro, responsabile sviluppo, scuola e centro studi -  Teatro Stabile di Torino

Giovanni Moretti, presidente - Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare

 

Moderatore:

Graziano Melano, direttore artistico e progettuale - Fondazione TRG onlus

 

Parteciperanno ai Dialoghi :

Dario Anghilante, Chambra d’Oc, operatore e attore di teatro | Girolamo Angione, direttore artistico, Festival di Cultura Classica Ferie di Augusto, Bene Vagienna | Sergio Ariotti, direttore, Festival delle Colline Torinesi | Mauro Arneodo, rappresentante, Compagnia teatrale Coumboscuro | Maurizio Babuin, regista, attore e organizzatore | Gimmi Basilotta, regista e autore | Mario Brusa, attore | Ivano Favre, presidente, Fédérachon Valdoténa di Téatro Populéro della Regione Valle d'Aosta | Nicola Gallino, giornalista | Pier Giorgio Gili, regista e autore | Marco Grilli, direttore, Alfa Teatro | Roberto J. M. Novero, Gioventura Piemontèisa | Beppe Rosso, attore, regista e autore | Massimo Scaglione, regista.

 

ore 21.00

Premio per un testo teatrale nelle lingue storiche del Piemonte

Cerimonia di consegna dei premi:

Edizione 2009

Primo Premio ex aequo        

“L’antrigh ëd la marcia dël Rè” di Michele Bonavero e Danilo Tacchino

“La reusa bianca” di Vittorio Sivera

Premio speciale della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus

“L’anciové sota sal” di Marco Gobetti

Edizione 2010

Proclamazione Primo Premio

“Maria Madalena” di Oscar Barile

Opera segnalata per la pubblicazione

“Bastian Nevacho”  di Diego Anghilante

 

Lettura di alcuni brani da parte degli autori.


ore 21.30   

Spettacolo L’ANCIOVÉ SÖTA SAL di e con Marco Gobetti

 

La Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus

in collaborazione con Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare

presenta

Compagnia Marco Gobetti

 

L'ANCIOVE' SOTA SAL

Testo e recitazione Marco Gobetti

direzione Anna Delfina Arcostanzo, Marco Gobetti

disegno luci Simona Gallo

allestimento tecnico Simona Gallo, Lisa Guerini

burattino Andrea Rugolo

musiche Fabio Viana

scene e costumi La Compagnia

 

"Il contadino che parla il suo dialetto è padrone di tutta la sua realtà".

Pier Paolo Pasolini

 

Un uomo sogna una notte di essere un venditore di acciughe che finisce sotto sale fra le sue stesse acciughe, dentro al barile che le contiene. Questo è un sogno che lascerà il suo segno nella vita dell'uomo e in quella delle persone che incontrerà:

“A val nen tant ël seugn: / col seugn a l'é la spluva ch'a 'nvisca 'l feau. / A val còsa ch'a l'é capitàie dòp”

 

Nell’Anciové sota sal si usa poeticamente il dialetto piemontese per evocare un mestiere ormai scomparso, ma drammaturgicamente incastonato in un’immaginaria vicenda attuale. Lingua e trama dello spettacolo mirano così a diventare strumento per ragionare - analogicamente e oggettivamente - su quanto siamo padroni della realtà contemporanea; o anche solo per intuirlo od avvertirlo: vale ogni grado di consapevolezza.

 

Comprensione e comunicazione sono le urgenze forti dalle quali muove l’agire del protagonista. Uno dei dati più importanti riguardo a ciò che accade all’uomo dopo il suo bizzarro sogno, è il fatto che lui cerca altre persone. Unito al  bisogno di trovarle c'è uno scopo preciso: comunicare loro qualcosa. E’ in questa ricerca di incontro - che diventa il senso ultimo di una vita - che il nostro si perde, giungendo a confondere ruoli, cause ed effetti. Si ritroverà proprio perdendosi.

Il suo spettacolo (perché il protagonista ne crea uno) tenta di incidere sulla singola realtà di ognuno degli spettatori, fornendo loro strumenti per sognare e pensare, ciascuno a suo modo. In tal senso anche l'ascolto e il tentativo di comprensione di una lingua sconosciuta, può diventare una leva emotiva efficace.


Casa del Teatro Ragazzi e Giovani – Corso Galileo Ferraris 266 - Torino

TELEFONO: 011.19740285 

SITO WEB: www.casateatroragazzi.it

]]>
150° UNITA' D'ITALIA ALLA CASA DEL TEATRO Wed, 23 Feb 2011 15:09:31 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/151237.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/151237.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

A partire dal mese di marzo, nell'ambito di ESPERIENZA ITALIA, in concomitanza con l’inizio delle celebrazioni per il 150° dell’Unità d’Italia, la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino ospita 3 spettacoli legati ai festeggiamenti e alla storia della prima Capitale d’Italia. CARBONARA – Risorgimento a fumetti di ScarlattineTeatro / Luna e Gnac è uno spettacolo in cui gli attori, nel mondo del fumetto, interagiscono con i protagonisti e diventano parte della Storia, raccontando alcuni tra i più importanti episodi del Risorgimento italiano attraverso personaggi come Garibaldi, Cavour, Mazzini, Cattaneo, Pio IX, Vittorio Emanuele II; PAZZA STORIA AL MUSEO! della compagnia La Bonaventura, è un originale spettacolo, ispirato al libro “Attenti al cane” di Guido Quarzo e Sebastiano Ruiz Mignone e nato dalla collaborazione con il Museo del Risorgimento di Torino, che gioca con la Storia, dai Moti Rivoluzionari del 1820-21 fino al 17 marzo 1861 in cui Vittorio Emanuele II diviene primo Re d'Italia, nel pieno rispetto dei fatti e dei personaggi storici che hanno portato all’Unità d’Italia.

Ad aprile infine viene presentato RACCONTO ITALIANO della Fondazione TRG onlus, quarto spettacolo del Progetto Favole Filosofiche, storia poetica e divertente di due fratelli e di un piccolo villaggio isolato in mezzo al mare, per riflettere insieme al pubblico di ragazzi e famiglie sulle ragioni e le difficoltà dello “stare insieme” a 150 anni dall’Unità d’Italia. Unione, Identità e Condivisione sono i temi affrontati dal quarto spettacolo del “PROGETTO FAVOLE FILOSOFICHE” di Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci, una formula dove il teatro è uno strumento per ragionare con i ragazzi e la filosofia un metodo perché la riflessione resti aperta al contributo di tutti.

INFO 

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani – Corso Galileo Ferraris 266 - Torino 

Telefono:   011.19740280 

Biglietti:    Posto unico € 7 - Ridotto (Ragazzi fino a 12 anni) € 6

Sito web:   www.casateatroragazzi.it 


 

Venerdì 18, Sabato 19 Marzo ore 21.00

Domenica 20 Marzo ore 16.30

CARBONARA – Risorgimento a fumetti 

ScarlattineTeatro / Luna e Gnac

Con Michele Eynard, Federica Molteni, Virginia Peressin

Drammaturgia: Michele Losi

Disegni: Michele Eynard

Movimento degli attori: Anna Fascendini 

Uno spettacolo in cui gli attori, nel mondo del fumetto, interagiscono con i protagonisti e diventano parte della Storia. Ispirato alla “Storia d’Italia” di Alfredo Chiappori vengono raccontati alcuni tra i più importanti episodi del Risorgimento italiano attraverso personaggi come Giuseppe Garibaldi, Camillo Benso Conte di Cavour, Giuseppe Mazzini, Carlo Cattaneo, Pio IX, Vittorio Emanuele II.

 

Tre cantastorie girano le piazze d’Italia per raccontare vittorie e sconfitte, imprese disperate e atti di eroismo, principi e ideali del Risorgimento italiano. Storie epiche del nostro recente passato raccontate con leggerezza e ironia con l’aiuto di un organetto a rullo, di un carretto siciliano che si trasforma in un palcoscenico, di una tenda che diventa schermo e di una lavagna luminosa travestita da grammofono.

I tre girovaghi ci presentano un cinegiornale ante litteram sulle guerre d’Indipendenza, utilizzando strumenti antichi e ritmo moderno, giocando nel passare dal notiziario piemontese a quello borbonico, per finire su quello austriaco. I differenti punti di vista sulla Storia…

A un certo punto il carretto si trasforma in un palcoscenico, il disegno proiettato sulla tenda comincia a interagire con gli attori, i colori, le canzoni e i suoni conquistano la scena, che diventa episodio, aneddoto, momento storico. Per esprimersi i personaggi usano grammelot dialettali dalle varie regioni d’Italia, a volte incomprensibili tra loro, dando forma ad equivoci, gag, fraintendimenti.

Come movimento e azione gli attori utilizzano la tecnica Lecoquiana e di interazione con il disegno dal vivo (già sperimentata nello spettacolo Manolibera). La musica, azionata da un suonatore d’organetto a rullo, personaggio sempre presente nella letteratura e nell’iconografia del XIX secolo e dell’inizio del XX, è insieme tappeto sonoro ed elemento di poesia per lo spettacolo. 

CARBONARA ha il gusto di quelle storie che i nostri nonni leggevano a scuola e che ancora oggi vorresti venissero raccontate...

Dai 7 anni – Sala Grande

 

 

 

 

Venerdì 18, Sabato 19 Marzo ore 21.00

Domenica 20 Marzo ore 16.30

PAZZA STORIA AL MUSEO! 

La Bonaventura

In collaborazione con Museo del Risorgimento di Torino

Di Giuseppina Francia, Eleonora Mino, Ilenia Speranza, Davide Viano

Liberamente ispirato al libro Attenti al cane di G. Quarzo e S. R. Mignone

(Editrice Piccoli)

Con Eleonora Mino, Ilenia Speranza, Davide Viano

E con la partecipazione di Giuseppina Francia

Per Pazza storia al museo l’Associazione Bonaventura si è ispirata al libro “Attenti al cane” (Editrice Piccoli), scritto a quattro mani dai celebri scrittori torinesi Sebastiano Ruiz Mignone e Guido Quarzo, creando un’originale storia dedicata al 150° anniversario dell’Unità d’Italia. L’intento dello spettacolo è di giocare con la storia del Risorgimento Italiano, nel pieno rispetto dei fatti e dei personaggi storici che hanno portato all’Unità d’Italia.

 

Museo del Risorgimento, sala delle Conferenze.

C’è grande attesa per l’arrivo di un importante storico. Una telefonata annuncia che non verrà: ma il pubblico ormai è già in sala. Che fare? La bigliettaia, il guardia sala e l’addetto alle pulizie cadono nello scompiglio!

Sono anni che lavoriamo qui, la storia la conosciamo. Perché non ci pensiamo noi?

Io sono un po’ come Garibaldi

Io un pensatore...come Cavour!

Io non saprei...

Allora potresti fare Re Tentenna, Carlo Alberto!

I tre buffi personaggi si improvvisano esperti di storia, illustrando i quadri del Museo, e scoprono così di somigliare un po’ agli eroi e alle figure storiche risorgimentali che hanno portato all’Unità d’Italia.

Senza sapere come, il pubblico si troverà catapultato in mezzo a cavalli, cannoni e risate: e capirà che la storia non è così noiosa, e neppure tanto lontana da noi!

Nello spettacolo si affronta la storia del Risorgimento Italiano dai Moti Rivoluzionari del 1820-21 fino al 17 marzo 1861 in cui Vittorio Emanuele II diviene primo Re d'Italia, passando per Giuseppe Mazzini e la Giovine Italia, la Prima Guerra di Indipendenza e la spedizione dei Mille al comando di Giuseppe Garibaldi.

Dai 7 anni – Sala Piccola

 

 

 

 

Venerdì 15, Sabato 16 Aprile ore 21.00

Domenica 17 Aprile ore 16.30

 

RACCONTO ITALIANO

Fondazione TRG onlus

 

Progetto Favole Filosofiche

Di Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci

Con Alessandro Pisci, Claudio Dughera, Elena Campanella

Scene Lucio Diana

Ideazione costumi Monica Di Pasqua

Creazione luci Bruno Pochettino

Due fratelli vivono nella casa di campagna della nonna, lontani dall’unico villaggio di una piccola isola. Imparano presto ad essere autonomi in tutto e a non sentire bisogno dell’aiuto e della compagnia di nessuno, anche dopo la scomparsa della nonna. Il loro legame è molto forte, ma un giorno il fratello lascia il suo capanno per andare incontro a degli uomini venuti dal mare. La sorella lo guarda dalla finestra: i due si fanno dei gesti ma non si capiscono: il fratello parte sulla nave e la sorella rimane sola nella casa. Si incontrano dopo dieci anni, e pur essendo impazienti di ritrovarsi finiscono subito per litigare e per rimproverarsi a vicenda fraintendimenti e cambiamenti. Quello più insopportabile per il fratello è l’amicizia della sorella con un fabbro che in sua assenza le ha tenuto compagnia, aiutandola nei lavori per la casa e facendole conoscere il villaggio. Da allora la sorella è diventata importante per tutti e tutto il villaggio lo è per lei. Ma anche il fabbro non vede di buon occhio il ritorno improvviso del fratello che se ne è andato dieci anni fa con gli uomini del mare. La sorella è presa tra due fuochi - fratello ed amico - perché entrambi pretendono affetto e riconoscenza e, quindi, fedeltà alla causa. Sacrificare l’affetto per il fratello alle ragioni del villaggio o i forti legami stretti in questi anni con la comunità per l’affetto verso il fratello?

Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci sono autori e attori da oltre quindici anni di testi e spettacoli teatrali rivolti alle nuove generazioni. Collaborano stabilmente con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus di Torino (già Teatro dell’Angolo) partecipando ad alcuni dei più importanti Festival Nazionali ed Internazionali e ricevendo numerosi riconoscimenti.

Da oltre quattro anni curano il Progetto Favole Filosofiche che, attraverso laboratori, spettacoli e pubblicazioni, offre alle scuole e ai ragazzi un’occasione festosa di teatro e filosofia, una formula dove il teatro è uno strumento per ragionare con i ragazzi e la filosofia un metodo perché la riflessione resti aperta al contributo di tutti.

Per approfondimenti visitate il sito www.favolefilosofiche.com

Dai 6 anni – Sala Grande

 

]]>
PIGIAMI alla Casa del Teatro Ragazzi e Giovani Mon, 19 Oct 2009 16:11:27 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/94620.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/94620.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus
Buongiorno,
venerdì 23 ottobre lo storico spettacolo Pigiami della Fondazione TRG onlus (oltre 1000 repliche in 25 anni e diversi importanti riconoscimenti) apre la stagione 2009/2010 della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino.
Per qualsiasi informazione potete chiamarmi al 333.4853287 oppure visitare il sito www.casateatroragazzi.it.
Grazie e a presto.

Roberta Todros

   

 --  Roberta Todros Comunicazione e Ufficio Stampa Fondazione TEATRO RAGAZZI E GIOVANI onlus Teatro Stabile d'Innovazione per Ragazzi e Giovani c.so Galileo Ferraris, 266 - 10134 Torino - Italy Tel. ++39 011 19 74 02 85 - Fax ++39 011 30 43 755 ufficiostampa@fondazionetrg.it - www.casateatroragazzi.it 
]]>
Stagione 2009/2010 Casa del Teatro Ragazzi e Giovani Wed, 07 Oct 2009 13:02:47 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/92741.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/92741.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus
 Gentile Redazione, 
 vi invio in allegato il comunicato relativo alla stagione 2009/2010 della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino,  il calendario e il programma + l'immagine realizzata appositamente da Marco Cazzato per noi.  La Stagione si aprirà venerdì 23 ottobre 2009 con lo spettacolo Pigiami della Fondazione TRG onlus  che quest'anno festeggia i 25 anni di vita.  Per qualsiasi informazione potete chiamarmi ai n. 011.19740285 e 333.4853287 oppure consultare il sito www.casateatroragazzi.it  Grazie e buon lavoro. Roberta Todros 


 --  Roberta Todros Comunicazione e Ufficio Stampa Fondazione TEATRO RAGAZZI E GIOVANI onlus Teatro Stabile d'Innovazione per Ragazzi e Giovani c.so Galileo Ferraris, 266 - 10134 Torino - Italy Tel. ++39 011 19 74 02 85 - Fax ++39 011 30 43 755 ufficiostampa@fondazionetrg.it - www.casateatroragazzi.it 
]]>
Presentazione Stagione 2009/2010 Casa del Teatro Ragazzi e Giovani Thu, 24 Sep 2009 15:26:58 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/90605.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/90605.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus
 
d
d



Graziano Melano

Direttore Artistico
della
Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus
ha il piacere di invitarLa
alla CASA DEL TEATRO RAGAZZI e GIOVANI

LUNEDI' 5 OTTOBRE 2009 ore 21.00

 alla PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE TEATRALE 2009/2010
con interventi teatrali a cura delle compagnie ospiti

Interverranno
il Sindaco della Città di Torino
SERGIO CHIAMPARINO
l'Assessore all'Istruzione e Formazione Professionale
della Regione Piemonte
GIOVANNA PENTENERO

Saranno presenti
Silvano Antonelli e Dino Arru, Direttori Artistici di Unoteatro
Bobo Nigrone, Direttore Artistico di Onda Teatro
Renzo Sicco, Direttore Artistico di Assemblea Teatro

Coordinamento artistico della serata a cura di
Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci


R.S.V.P.
tel. 011.19740285 - 011.19740281
 ufficiostampa@fondazionetrg.it -
comunicazione@fondazionetrg.it


INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO DEI POSTI DISPONIBILI


Ciccolatini offerti da  Spes Cioccolato  - Vini offerti da Nicola's






 

]]>
INVITO alla PRESENTAZIONE della STAGIONE TEATRALE della CASA DEL TEATRO Tue, 30 Sep 2008 19:30:18 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/63633.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/63633.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus

Graziano Melano
Direttore Artistico della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus
ha il piacere di invitarLa

venerdì 10 ottobre 2008
PORTE APERTE ALLA CASA DEL TEATRO

Casa del Teatro Ragazzi e Giovani
Corso Galileo Ferraris 266 – Torino

ore 19.00
Conferenza stampa di presentazione della
Stagione 2008/2009
della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani

e posa del premio-targa “Architetture Rivelate 2007” 
alla presenza di Fiorenzo Alfieri, Assessore alla Cultura della Città di Torino
e del Prof. Arch. Agostino Magnaghi

ore 21.00
Presentazione del cartellone
con interventi teatrali a cura delle compagnie ospiti

Interverranno
Gianni Oliva, Assessore alla Cultura - Regione Piemonte
Giovanna Pentenero, Assessore all’Istruzione - Regione Piemonte
Luigi Saragnese, Assessore al Sistema Educativo - Città di Torino
Dario Disegni, Compagnia di San Paolo
un rappresentante della Fondazione CRT

Bobo Nigrone, Direttore Artistico di Onda Teatro
Silvano Antonelli e Dino Arru, Direttori Artistici di Unoteatro
Emanuele Conte, Direttore Generale del Teatro della Tosse per la mostra
“Candido ovvero Emanuele Luzzati”

R.S.V.P
011.19740285 - ufficiostampa@fondazionetrg.it


Ai sensi della Legge 675/1996, in relazione al D.Lgs 196/2003 La informiamo che il Suo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso e-mail o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96). Qualora il messaggio pervenga anche a persona non interessata,  preghiamo volercelo cortesemente segnalare rispondendo CANCELLAMI a questo messaggio e precisando l'indirizzo che desiderate sia immediatamente rimosso dalla mailing list. Grazie.

 

]]>
ultima settimana de IL PIFFERAIO MAGICO Fri, 11 Jul 2008 13:20:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/59890.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/59890.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus
Città di Torino
Torino d’Estate
I.T.E.R.
Fondazione TeatroRagazzi eGiovani onlus
presentano

ILPIFFERAIO MAGICO 2008
spettacolie animazioniper ragazzi e famiglie

martedì15luglio
Casa delTeatro Ragazzi e Giovani
Ore20.00 - Un’ora di creatività - Laboratorio/animazione perragazzi
Ore21.00 – TEATRINO DELL’ERBA MATTA (Savona)

Alì Babà e i quaranta ladroni

Regiae interpretazione: Daniele Debernardi; Scene:Luigi Paletti; Sagome: Rosalba Marsala; Musiche: Nicola Calcagno ;Costumi:Lorella Lionello, Anna Damonte
Qui ènarrata la storia del povero taglialegna Alì Babà e del ricco fratelloKassim,entrambi venuti a conoscenza della formula per aprire la grotta magicaove sinasconde il tesoro del brigante Mustafà. Il narratore in scena anima ipupazzie muove le scenografie creando uno spettacolo comico adatto per tuttalafamiglia.
Posto unico¤ 2

 

 

mercoledì16luglio
Casa delTeatro Ragazzi e Giovani
Ore16.30 - Un’ora di creatività - Laboratorio/animazione perragazzi
Ore17.30 –  ONDA TEATRO(Torino)

A scatola chiusa

Liberamenteispirato a “Il brutto anatroccolo” di H. C. Andersen.; Di Bobo Nigronee SilviaElena Montanini; Con Silvia Elena Montanini; Musiche: Marco Baccino;Regia:Bobo Nigrone
A Silvia bastamettere in fila delle vecchie scarpe nellosgabuzzino per incontrare personaggi e animali di ogni tipo, eimmaginare diavere tanti amici e amiche disposti ad ascoltare le sue storie. Primatratutte, “Il brutto anatroccolo”, una storia che potrebbe essere la sua.
Posto unico¤ 2

 


Giovedì17luglio
Casa delTeatro Ragazzi e Giovani
Ore20.00 - Un’ora di creatività - Laboratorio/animazione perragazzi
Ore21.00 – FONDAZIONE TRG onlus (Torino)

Pigiami

DiNino D’Introna, Graziano Melano eGiacomo Ravicchio; Con Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci; Regia:NinoD’Introna e Giacomo Ravicchio; Scene e costumi: François Chanal
Dopo25 anni di tournèe in giro per il mondo, “Pigiami” conserva la medesimacaricadi energia scenica ed innovazione teatrale, utilizzando un linguaggiosempreattuale, di rara freschezza e longevità, che ne fa un vero classico delteatroper i giovani.
Posto unico¤ 2

 

INFO
Casa del Teatro Ragazzi eGiovani – Corso Galileo Ferraris 266
(Mezzi pubblici: 4, 10,14, 17, 63)
Telefono:   011.19740280  
Email :       mail@fondazionetrg.it       
Sitoweb:   www.casateatroragazzi.it


-- Roberta TodrosComunicazione e Ufficio StampaFondazione TEATRO RAGAZZI E GIOVANI onlusTeatro Stabile d'Innovazione per Ragazzi e Giovanic.so Galileo Ferraris, 266 - 10134 Torino - ItalyTel. ++39 011 19 74 02 85 - Fax ++39 011 30 43 755ufficiostampa@fondazionetrg.it - www.casateatroragazzi.it
]]>
PICCOLA ACCADEMIA DEL TEATRO RAGAZZI E DELL'ANIMAZIONE Fri, 30 May 2008 16:00:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/57542.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/teatro/57542.html Roberta Todros - Fond. TRG onlus Roberta Todros - Fond. TRG onlus in allegato il comunicato relativo alla Piccola Accademia del Teatro
Ragazzi e dell'Animazione che concluderà il suo primo anno con "La Casa
delle fiabe",
spettacolo itinerante, attraverso tutti gli ambienti della Casa del
Teatro, intorno alle fiabe popolari raccolte da Italo Calvino.
Grazie.
Roberta Todros

--
Roberta Todros
Comunicazione e Ufficio Stampa
Fondazione TEATRO RAGAZZI E GIOVANI onlus
Teatro Stabile d'Innovazione per Ragazzi e Giovani
c.so Galileo Ferraris, 266 - 10134 Torino - Italy
Tel. ++39 011 19 74 02 85 - Fax ++39 011 30 43 755
ufficiostampa@fondazionetrg.it - www.casateatroragazzi.it

]]>