Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa Sat, 14 Dec 2019 04:04:26 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/384/1 IL MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI CONCEDE IL PATROCINIO - ESPERANTISTI DI TUTTO IL MONDO A CONGRESSO, L'ANNO PROSSIMO, A FIRENZE Sat, 26 Feb 2005 18:18:09 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/11564.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/11564.html Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa al congresso mondiale di Esperanto che si terra' a Firenze dal 29 luglio
al 5 agosto 2006. La manifestazione e' giunta alla 91-esima edizione, con
un riscontro sempre maggiore da parte del movimento esperantista: si riuniscono
annualmente almeno 2500 persone da un centinaio di paesi di tutti i continenti.

Sotto l'egida dell'associazione universale di esperanto (ente con sede a
Rotterdam, Paesi Bassi, dal 1954 in relazioni ufficiali con l'UNESCO quale
organizzazione non governativa) il congresso del 2006 verra' organizzato
dall'ente morale Federazione Esperantista Italiana.

La manifestazione si caratterizza per i moltissimi incontri culturali,
sociali e di dialogo, tra persone di paesi e culture piu' diversi, incontri
resi possibili dalla lingua comune: l'Esperanto.

Il congresso esperantista di Firenze intende altresi' svolgere un ruolo

significativo per la promozione della cultura italiana presso un uditorio
cosi' cosmopolita.

Per informazioni:


*******************************************************
Ufficio Stampa - Federazione Esperantista Italiana
ufficiostampa.fei@gmail.com
339/89.96.771 (Marco Menghini)
-------------------------------------------------------
Federazione Esperantista Italiana, Via Villoresi, 38, 20143 Milano, tel/fax
(02) 58100857
info@esperanto.it
Ulteriori informazioni: http://www.esperanto.it http://www.esperanto.net
-------------------------------------------------------



]]>
DIALOGO A 25: COMUNICARE IN EUROPA - CONGRESSO ITALIANO DI ESPERANTO Wed, 01 Sep 2004 20:13:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/8218.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/8218.html Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa dal Congresso Italiano di Esperanto che si terra' a Treviso dal 3 al 6 settembre
prossimi.
L'argomento centrale verra' sviluppato nel corso di conferenze alle quali
tutti gli interessati potranno partecipare.

Venerdi' 3 settembre sara' il dottor Carlo Sarandrea (segretario dell'Associazione
Cattolica Esperantista Internazionale e giornalista di Radio Vaticana per
le trasmissioni in esperanto) a svolgere la prima relazione: "Alla ricerca
dei pionieri:per una storia dell'esperantismo in Italia".

Sabato 4 settembre ci saranno tre relazioni. La prima del dottor Davide
Astori (linguista, docente all'Universita' di Parma, autore di molte opere
su diverse lingue dal turco, all'yddish, all'esperanto): "Perche' non si
sente piu' parlare di esperanto?".
La seconda relazione sara' quella del dottor Federico Gobbo (ricercatore
all'Universita' di Varese, laureato in interlinguistica ed esperantologia
all'Universita' di Torino, autore della versione italiana di uno dei corsi
di esperanto in rete di maggior successo) su "La validita' dell'esperanto
nell'Unione Europea".
La terza relazione sara' svolta dalla dottoressa Anna Maria Campogrande
(membro dell'obseratoire international de la langue francais, responsabile
delle relazioni con le istituzioni europee, organizzatrice di iniziative
per la democrazia linguistica in Europa ed in particolare per la difesa
dell'italiano in sede comunitaria), su: Le lingue e l'Europa".

Domenica 5 settembre il dottor Guido Ricci ( funzionario presso il segretariato
generale del Parlamento europeo ed attivo esperantista anche in sede comunitaria
a Bruxelles) relazionera' su: "Multilinguismo quotidiano a Bruxelles". Il
dottor Umberto Broccatelli e Lea Fabbri presenteranno le ultime novita'
editoriali.

Lunedi' 6 settembre. Prima conferenza: "Lingua internazionale di fatto
o di diritto?". Relatore il dottor Giordano Formizzi, professore universitario
emerito dell'Universita' di Verona. Il maggior esperto italiano di Comenio.
Ex presidente della Federazione Esperantista Italiana.
Relazione conclusiva "Plurilinguismo ed esperanto: problemi, rischi, opportunita'".
Relatore l'ingegner Ranieri Clerici, militante del movimento esperantista
e del Partito Radicale. Membro a vita dell'Associazione Mondiale di Esperanto
ed attuale rappresentante, per l'Italia, nel Comitato direttivo di tale
Associazione.

In programma, durante il Congresso il concerto dell'orchestra da camera
"Camerata delle Arti"; l'esibizione del Coro "Nuova Aurora"; l'intrattenimento
con il gruppo "Bandaradàn"ed escursioni nella Regione.

*******************************************************
Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa
ufficiostampafei@yahoo.it
339/89.96.771 (Marco Menghini)
-------------------------------------------------------
Federazione Esperantista Italiana, Via Villoresi, 38, 20143 Milano, tel/fax
(02) 58100857
info@esperanto.it
Ulteriori informazioni: http://www.esperanto.it http://www.esperanto.net
*******************************************************









]]>
Esperanto - La Dichiarazione di Pechino per un nuovo ordine linguistico internazionale e la pace mondiale Tue, 31 Aug 2004 04:44:03 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/8200.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/8200.html Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa
Il Congresso che si è svolto in Cina, e che ha visto la riconferma dell'italiano
Renato Corsetti alla guida del movimento esperantista mondiale, si è concluso
con l'approvazione della seguente dichiarazione.

DICHIARAZIONE DI PECHINO

L'89° Congresso Mondiale di Esperanto, svoltosi a Pechino, Cina, dal 24
al 31 luglio 2004, con 2031 partecipanti provenienti da 51 Paesi,

- avendo trattato il tema "Eguaglianza linguistica nelle relazioni internazionali",

- notando, che l'anno 2004 segna il cinquantenario delle relazioni ufficiali
tra l'UEA e l'Unesco;

- ricordando, che varie risoluzioni dell'Unesco hanno preso atto dei risultati
raggiunti tramite l'Esperanto nel campo degli scambi culturali internazionali
e dell'avvicinamento dei popoli del mondo e che queste risoluzioni hanno
riconosciuto che questi risultati corrispondono agli scopi ed ideali dell'Unesco,

- prendendo atto del "Rapporto sullo sviluppo umano 2004" del Programma
per lo Sviluppo delle Nazioni Unite, che asserisce essere la libertà di
espressione e l'uso delle lingue valori indissolubili,

- valutando positivamente l'azione del governo cinese, che, per un approccio
più giusto e più diversificato alla comprensione internazionale, sostiene
l'insegnamento e l'utilizzazione dell'esperanto, nello spirito delle risoluzioni
dell'Unesco,

DICHIARA

- che una comunicazione democratica ed egualitaria nelle relazioni internazionali
è essenziale per la intercomprensione internazionale e per la collaborazione
pacifica sulla base di relazioni linguistiche egalitarie,

- che è necessario un nuovo ordine linguistico internazionale, che garantisca
eguaglianza, pluralità e democrazia nelle questioni linguistiche ed una
comunicazione efficace tra nazioni e gruppi aventi lingue diverse, poiché
nell'attuale situazione linguistica mondiale, con un crescente dominio di
alcune lingue sulle altre, non è possibile realizzare questi principi,

- che una lingua comune neutrale deve essere un elemento centrale in questo
nuovo ordine, per raggiungere l'unità nella pluralità - diversità tra le
diverse lingue e culture a livello internazionale,

- che, conseguentemente, la lingua internazionale esperanto, avendo provato
da oltre un secolo la sua utilità e praticità, merita seria considerazione
da parte delle organizzazioni internazionali, dei loro stati membri e di
tutte le persone o associazioni di di buona volontà, che rispettino e desiderino
la pace e la comprensione pacifica in uno spirito di eguaglianza nel mondo
odierno,

- che per creare un nuovo ordine linguistico internazionale, che contribuisca
alla comprensione internazionale e alla pace mondiale, è necessario sostenere
con forza l'introduzione dell'esperanto nelle scuole, secondo lo spirito
delle risoluzioni dell'Unesco, perché ciò facilita in generale lo studio
delle lingue e favorisce una visione del mondo internazionalistica.

Della "Dichiarazione di Pechino" terranno conto, nei loro lavori, gli esperantisti
italiani che, dal 3 al 6 settembre, celebreranno il Congresso Nazionale
della Federazione Esperantista Italiana a Treviso.

*******************************************************
Federazione Esperantista Italiana - Ufficio Stampa
ufficiostampafei@yahoo.it
339/89.96.771 (Marco Menghini)
-------------------------------------------------------
Federazione Esperantista Italiana, Via Villoresi, 38, 20143 Milano, tel/fax
(02) 58100857
info@esperanto.it
Ulteriori informazioni: http://www.esperanto.it, http://www.esperanto.net
*******************************************************


]]>