Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Teatro Comunale di Monfalcone Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Teatro Comunale di Monfalcone Fri, 18 Sep 2020 10:02:26 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/266/1 "R 60 ballata operaia": storie di lavoro in musica (7 dicembre) Tue, 27 Nov 2007 08:30:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47881.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47881.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

Comunicato stampa – Con cortese preghiera di pubblicazione

 

 

Lestorie di fabbrica diventano musica in R 60ballata operaia, secondo appuntamento di contrAZIONI (venerdì 7 dicembre)

 

Venerdì 7 dicembre, con inizioalle ore 20.45, prosegue contrAZIONI, larassegna interna al cartellone di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone chequest’anno è dedicata al tema dellavoro. R 60ballata operaia è l’originalissimo spettacolo messo inscena dal Teatro dell’Orsadi Reggio Emilia, già “Premio Ustica per il teatro di impegno civilee sociale” nel 2003 con Cuori di terra.Memoria per i sette fratelli Cervi.

 

Frutto di un articolato progetto di ricerca teatrale intitolatoMemoria e lavoro che intreccianarrazione e musica (iniziato a Reggio Emilia nel 2004 e proseguito fino al2006), R 60 ballata operaiaripercorre la storia del lavoro a Reggio Emilia e nella provincia dal 1930 allafine degli anni Settanta, periodo di grande sviluppo industriale.

Nello spettacolo, scritto ed interpretato da Monica Morini e Bernardino Bonzani, lamemoria emotiva, individuale e corale, si interseca agli eventi storicinazionali: la leggendaria occupazione delle Officine Reggiane tra il 1950 e il1951, quando gli operai, senza salario, continuarono il lavoro e costruironodiversi esemplari del trattore R 60; le lotte sindacali e di emancipazione delledonne del Calzificio Bloch dal 1950 al 1978, fabbrica femminile che harappresentato una punta di diamante del movimento operaio; la Resistenza infabbrica; le battaglie contro i licenziamenti.

 

In R 60 ballata operaiaprendono corpo e voce le storie di operaie ed operai di una città dellaprovincia italiana che nel corso del Novecento vede svilupparsil’industria con un grande numero di occupati ma anche la storia dellavoro di fabbrica, con la sua carica antica e leggendaria, a tratti epica. Levoci narranti ripercorrono memorie di vita e di lotte e la musica, eseguita dalvivo, sostiene la parola fino a farla diventare canto, ballata. La fabbricarisuona con i suoi pezzi fatti strumenti: turbine e ventole diventano infatti basiper le percussioni di Davide Bizzarri, autore di questo originale percorsomusicale, cui si affiancano il pianoforte e la fisarmonica di Claudia Catellanie il contrabbasso di Giovanni Cavazzoli.  

 

Uno spettacolo che riflette sul lavoro, su cosa è diventato (interinale,lungo apprendistato, collaborazione coordinata a progetto, in nero...), su cosasignifica non averlo, cercarlo. Uno spettacolo che pone in maniera forte ladomanda: dignità del lavoro, diritto al lavoro, solidarietà sul lavoro, lottaper il lavoro sono parole che appartengono ancora al presente?

 

A corredo dello spettacolo,giovedì 6 dicembre, alle ore 21.00,presso il Centro di Aggregazione Giovanile diMonfalcone, nell’ambito di contrAZIONImovie, rassegna video sul temadel lavoro, viene proiettato il film Roger & Me (1989), primo documentario di Michael Moore, ambientato nella cittadina di Flint nelMichigan, dove la General Motors chiuse undici stabilimenti licenziando circa30.000 operai: un viaggioattraverso la faccia buia degli Stati Uniti e la folle arroganza delcapitalismo trionfante.

Al termine della proiezione, con la collaborazione di Donato Acampora, rappresentante sindacale FIOMdella ditta Beraud Mare, e di Luciano Capaldo,dell’Associazione Nuova Entrata Libera, si discuterà sui temi proposti dal filme dallo spettacolo R 60 ballata operaia,con particolare riferimento al rapporto fra ilcantiere navale e Monfalcone; modera l’incontro Massimiliano Nicoli, delegato sindacaleCGIL che svolge attività di ricerca sulle strategie di assoggettamento e lepratiche di resistenza nei luoghi di lavoro.

L’ingressoè libero.

 

I biglietti ditutti gli spettacoli incartellone possono essere acquistati presso: Biglietteriadel Teatro (da lunedì a sabato, dalle 17.00 alle 19.00), Ticketpoint di Trieste, ERT-Ente Regionale Teatrale del FVG di Udinee, on line, sul sito www.greenticket.it.

 

giovedì 6 dicembre 2007 ore 21.00

c/o Centro di Aggregazione Giovanile diMonfalcone (viale San Marco, 70)
contrAZIONImovie – rassegna video sul tema del lavoro

ROGER & ME di Michael Moore (1989)

Ingresso libero

venerdì 7 dicembre 2007 ore 20.45 / contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici

R 60 BALLATA OPERAIA

ricerca storica, drammaturgia e messa in scena Monica Morini e BernardinoBonzani

ricerca e composizione musicale Davide Bizzarri

con Monica Morini eBernardino Bonzani

e con Davide Bizzarri(percussioni e violino), Claudia Catellani(pianoforte), Giovanni Cavazzoli (contrabbasso)

teatrO dell’Orsa

 

 

Ufficio Comunicazione Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Il quintetto Bibiena con il percussionista indiano Manjunath per '900&oltre al Comunale di Monfalcone (4 dicembre) Fri, 23 Nov 2007 11:20:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47686.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47686.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DI MONFALCONE
PROSA E MUSICA 2007-2008

 

Comunicato stampa – Con cortese preghiera dipubblicazione

Primo appuntamento di ‘900&oltre al Comunale di Monfalcone:il quintetto di fiati Bibiena con il percussionista indiano B.C. Manjunath

Martedì 4 dicembre, alle ore 20.45, il Teatro Comunale di Monfalcone propone il primo appuntamentodella rassegna ‘900&oltrededicata al contemporaneo. Di tutta originalità il programma presentato dal Quintetto Bibiena (di strumenti a fiato),che, accompagnato dal percussionista indiano B.C. Manjunath, dedica la prima parte del concerto alle sonoritàtradizionali dell’India, arricchite da due pagine del giovane compositoreRiccardo Nova. Il solo quintettoconclude la serata con un delizioso omaggio a ClaudeDebussy, appositamente trascritto per il Bibiena da Carlo Ballarini.

Il Quintetto Bibiena,fondato nel 1993, vince la 42° edizione del Concorso ARD di Monaco e vienecontattato dal CIDIM (Comitato Italiano per la Musica) perl’iniziativa “Nuove Carriere”, diventando così uno dei piùriconosciuti ed apprezzati ensemble in ambito europeo. Molte le incisionidiscografiche tra cui l’integrale di Ligeti (per Ermitage, ora Aura),l’integrale per fiati e pianoforte di Poulenc e la versione per quintettodei Quadri da un’esposizione”di Moussorgskij, arrangiata da Carlo Ballarini, per Agorà. L’attivitàconcertistica del Quintetto Bibiena conta moltissimi spettacoli in Italia,Francia, Austria, Germania, Sud America e molti altri paesi, per le maggioriassociazioni concertistiche italiane (l’Accademia Nazionale di SantaCecilia, la Societàdel Quartetto di Milano, solo per citarne alcune) e per i principali Teatri eFestival europei. Artisti come Michele Campanella, Michel Dalberto, AndreaLucchesini, Roberto Cominati, Mario Brunello collaborano spesso con ilQuintetto.

Premiata anche l’attività didattica del Bibiena, cheorganizza stages e masterclass alla Scuola di Musica di Fiesole e alla Chigianadi Siena.

 

B. C. Manjunath, figliod’arte per le interpretazioni al tamburo Mridanga,si esibisce come percussionista virtuoso in tutto il mondo.

I suoi impulsi creativi si sonomanifestati, sin da giovanissimo, sotto varie forme, dalla musica classica allafusion. Per rinforzare queste doti, ha imparato anche a recitare il Konnakol (tipica tecnica sillabatoriaindiana), per il quale ha tratto ancora ispirazione da suo padre. Il Konnakol ha regalato piena espressione alsuo talento tramite un ampio repertorio di composizioni. Manjunath si esibisceoltre che in tutti i principali centri culturali del Sud dell’India,anche in molti paesi europei, asiatici ed americani. Collabora anche con compositorieuropei come Rafael Reina e Riccardo Nova e con organizzazioni come ilConservatorio di Amsterdam, il Carnatic Lab Festival (2001 e 2003), la Biennale di Musica diZagabria (2003), il North Sea Jazz festival e molte altre. Con la Akram Khan Dance Company(una rinomata compagnia di ballo inglese) ha portato in tour in tutta Europa,parti dell’Asia, Australia, Sud Africa, Paesi del Caucaso e Nord America,un il nuovo pezzo MA, unavariante del quale è proposta nel concerto monfalconese.

 

Il concerto si segnala perl’originalità delle scelte e per l’ampio spettro del repertorio. Laprima parte, interamente dedicata al repertorio indiano, è pervasa daun’atmosfera che dà voce alle musichetradizionali di quella zona d’oriente attraverso il dialogotra i cinque fiati e le articolate percussioni di Manjunath. Due pagine di Riccardo Nova, Koraippu e Ma’s Sequence, 8 entrambecaratterizzate dall’enfatizzazione di alcune cellule ritmiche tipichedella musica indiana, ma con molte evocazioni ai misteri e alle simbologiedella cultura dell’India del Nord, completano il panorama portandolo finoalle musiche d’oggi.
Il solo quintetto è protagonista invece della parte conclusiva della serata,dedicata a una pagina di delicata e divertente atmosfera fiabesca di Claude Debussy: La Boîte à joujoux (La scatola dei balocchi), in cui gli strumenti narrano la storiadei tanti giocattoli che prendono vita e costruiscono assieme delle storiefantastiche. La trascrizione di CarloBallarini restituisce l’atmosfera sottile e molto poeticadella pagina originariamente scritta per orchestra e poi per pianoforte.

Prevendita
c/o Biglietteria del Teatro (dal lunedì al sabato, ore 17.00 > 19.00, tel.0481 790 470) / Ticketpoint di Trieste / ERT-Ente Regionale Teatrale del FVG diUdine
Acquisto on line
tramite carta di credito, sul sito www.greenticket.it


Martedì 4 dicembre 2007 ore 20.45
Quintetto Bibiena
B. C. Manjunath
percussioni
Musiche di: Riccardo Nova /Musiche tradizionali indiane / Claude Debussy

Ufficio Comunicazione
Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

AVVERTENZA| Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Tutela delle persone e di altrisoggetti rispetto al trattamento di dati personali. Gli indirizzi E-Mailpresenti nel nostro archivio provengono da richieste di iscrizioni pervenute alnostro recapito o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati inInternet, da dove sono stati prelevati. I Vs. dati sono acquisiti, conservati etrattati nel rispetto del Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Il titolare deidati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, lamodifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinataridella mail sono in copia nascosta ma può succedere che il messaggio pervengaanche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarceloscrivendo come indicato l'indirizzo di posta elettronica che desideraterimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitare fastidiosi invii multipli;laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarceloimmediatamente.

]]>
"Gastone" con Massimo Venturiello (23 e 24 novembre) Thu, 15 Nov 2007 18:49:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47215.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47215.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

Comunicato stampa – Con cortese preghiera di pubblicazione

 

MassimoVenturiello, regista e interprete di Gastone,fa rivivere sulla scena il celebre personaggio di Petrolini (venerdì 23 esabato 24 novembre)

 

Venerdì 23 e sabato 24 novembre, con inizioalle ore 20.45, la stagione diprosa 2007-2008 del Teatro Comunale di Monfalcone ospita uno spettacolomusicale di grande fascino dedicato a Gastone, celebre personaggio di Ettore Petrolini, fra le figure più amatedagli uomini di teatro di ieri e di oggi.

A riproporre quell’attore spiantato, venditore dinulla, inguaribile narcisista ed eterno sognatore è Massimo Venturiello, protagonista e regista dello spettacolo,affiancato da Tosca, cantante straordinariae sensibile interprete del teatro-canzone italiano.

La trama dello spettacolo è semplice: Gastone crede diessere giunto a una svolta importante perché ha appena conosciuto Lucia, unaragazza del popolo dal grande talento vocale, ambiziosa e sognatrice. Fortedella sua scoperta, cerca di convincere un impresario a produrre uno spettacolodella sua sgangherata compagnia di ballerine e fantasisti e questo, rapitodalla straordinaria voce della ragazza, si lancia a capofitto nell’avventura.Dopo il debutto in provincia, che segna l'inizio della promettente carriera diLucia, la giovane cantante, visto il grande successo della serata, lascia senzascrupoli Gastone, accecata dalle promesse e dalle lusinghe dell'impresario.

Per realizzare il gustoso affresco di un mondo di artisti lontano(ma tristemente simile a quello attuale, ben più smaliziato e cinico), Nicola Fano e Massimo Venturiello hanno elaborato un percorso drammaturgico scanzonato,al confine fra teatro del nonsense e café chantant, grazie al quale rivivonogli indimenticabili monologhi di Petrolini, caustici e poetici al contempo.

Sulla scena, affiancato da una decina di attori che cantanoe ballano e dalla bravissima Tosca, Massimo Venturiello, indossando coneleganza il celebre frac e intrecciando recitazione, canto e ballo, regala unastraordinaria prova d’attore e propone un Gastone ricco di umanità esimpatia. Perché, come afferma lo stesso Venturiello: “il personaggioGastone, forse la più grande invenzione di Petrolini, è il simbolo diun'esaltazione scenica, minata dal vuoto di valori. E' la maschera di un teatrocomico popolare, sorto in un'epoca in cui iniziavano a farsi sentite i germi diquella grave malattia che ha segnato la vittoria dell'apparenza sulla sostanza,dell'immagine sul talento vero”.

I biglietti ditutti gli spettacolie i concerti incartellone possono essere acquistati presso: Biglietteriadel Teatro (da lunedì a sabato, dalle 17.00 alle 19.00), Ticketpoint di Trieste, ERT-Ente Regionale Teatrale del FVG di Udinee, on line, sul sito www.greenticket.it.

 

venerdì 23, sabato 24 novembre 2007 ore20.45

Massimo Venturiello e Tosca in
GASTONE

di Ettore Petrolini

drammaturgia di NicolaFano

musiche di Germano Mazzocchetti

regia di MassimoVenturiello

e con Franco Silvestri, Camillo Grassi, Antonio Fornari, PaolaGiannetti, Cinzia Ricciardi, Lara Raffaello, Alessandro Greggia, Claudia Campagnola,Renato Merlino

 

 

Ufficio Comunicazione RobertaSodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Prosa e musica 2007-2008 / DICEMBRE Thu, 15 Nov 2007 12:15:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47166.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/47166.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008 /DICEMBRE

 

 

MUSICA

martedì 4 dicembre 2007 ore 20.45

QUINTETTO BIBIENA

B.C. MANJUNATH

In programma musiche di Riccardo Nova,Claude Debussy e della tradizione indiana

La “strategia artistica” del Quintetto Bibienasi fonda sulla combinazione di tre elementi: Nuova Musica, arrangiamenti erepertorio puro. I musicisti del Bibiena sono infatti destinatari di moltecomposizioni di autori contemporanei, esecutori di arrangiamenti ad hoc dipagine novecentesche, attenti esploratori delle realtà musicali tradizionali didiversi popoli. Da queste molteplici attitudini deriva anche la collaborazionecon B.C. Manjunath, eccezionale suonatore del tamburo Mridanga ed abilissimoesecutore dell’incisiva sillabazione ritmica del Konnakol. La prima partedel concerto percorre le sonorità indiane senza soluzione di continuità tra lemusiche tradizionali e la pagina di Riccardo Nova, anch’essa ricca disimbologie e ritmi dell’India del sud. L’atmosfera giocosa de La Boîte á joujoux di Debussy viene invecetrasformata dall’originalissima trascrizione di Ballarini per il soloquintetto.

 

venerdì 21 dicembre 2007 ore 20.45

MUSICA PER IL NATALE NELLA VECCHIA UNGHERIA

CLEMENCIC CONSORT, WIEN

La ”vecchia Ungheria” è quella terra che,estendendosi ben oltre gli attuali confini, circonda il Danubio centrale ed èsede di tante e diverse minoranze etniche (slovacche, rumene, serbe, croate,russe) che da sempre convivono, contaminandosi reciprocamente. Con la periziafilologica e la straordinaria creatività con cui da oltre quarant’anniconduce le sue ricerche, René Clemencic (autorità assoluta a livello mondialenel campo della musica antica, e più volte apprezzato ospite del Comunale)ripercorre la storia delle musiche di questa complessa area culturale,affiancato dalle voci e dagli strumenti tradizionali antichi di Tamás Kiss edei fratelli Kecskés, proponendo un repertorio di canti natalizi, tratti dallatradizione religiosa e pagana, che spaziano dalle antiche monodie popolari aicanti polifonici medievali o barocchi, fino a pagine primo-ottocentesche.

 

PROSA
giovedì 6 dicembre 2007 ore 21.00

c/o Centro di Aggregazione Giovanile diMonfalcone (viale San Marco, 70)
contrAZIONImovie – rassegna video sul tema del lavoro

ROGER & ME di Michael Moore (1989)

Ingresso libero
[in collaborazione con l’Associazione “Banda Larga”]

 

venerdì 7 dicembre 2007 ore 20.45 /contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici

R 60 BALLATA OPERAIA

ricerca storica, drammaturgia e messa in scena di Monica Morini e Bernardino Bonzani

ricerca e composizione musicale di Davide Bizzarri

con Monica Morini eBernardino Bonzani

e con i musicisti DavideBizzarri, Claudia Catellani,Giovanni Cavazzoli

teatrO dell’Orsa

Frutto di un articolato progetto di ricerca teatrale, R 60 ballata operaia ripercorre la storiadel lavoro a Reggio Emilia e nella provincia dal 1930 alla fine degli anniSettanta, periodo di grande sviluppo industriale. L’occupazione delleOfficine Reggiane tra il 1950 e il 1951, quando gli operai, senza salario,continuarono il lavoro e costruirono diversi esemplari del trattore R 60; lelotte sindacali delle donne del Calzificio Bloch dal 1950 al 1978; laResistenza in fabbrica; le battaglie contro i licenziamenti: la memoriaindividuale e gli eventi storici nazionali si intrecciano per dare vita a unospettacolo che riflette sul lavoro, su cosa è diventato, su cosa significa nonaverlo, cercarlo. Dignità, diritto, solidarietà, lotta: sono parole cheappartengono ancora al presente?

 

mercoledì 12, giovedì 13 dicembre 2007 ore20.45

LA COMMEDIA DEGLI ERRORI

di William Shakespeare

regia di Giuseppe Pambieri

con Giuseppe e MicolPambieri

Broken Silence S.r.l.

Fra le prime commedie scritte da Shakespeare, La commedia degli errori mette in scenal’incredibile giornata di due coppie di gemelli (due servi e i lororispettivi padroni) che, protagonisti di una serie di scambi di persona, dannovita a una lunga e divertente sequenza di progressivi e folli equivoci. Iltutto ambientato in una Efeso magica e surreale, dove le rincorse deipersonaggi, incapaci di individuare la logica che guida le loro azioni,diventano una metafora, malinconica e a tratti angosciosa,dell’incomunicabilità.

Lo spettacolo La famiglia dell’antiquario, in programma i giorni 17e 18 dicembre, è stato annullato per cause di forza maggiore di natura tecnica,del tutto indipendenti dalla Direzione del Teatro. Viene sostituito dallospettacolo La commedia degli errori.

 

I bigliettidi tutti gli spettacolie i concerti incartellone possono essere acquistati presso: Biglietteriadel Teatro (tel. 0481 790 470, da lunedì a sabato, ore 17-19), Ticketpoint di Trieste, ERT-Ente Regionale Teatrale del FVG di Udine.E’ possibile acquistare i biglietti anche on line, collegandosi al sito www.greenticket.it.

 

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Torna "piccolipalchi", rassegna teatrale per famiglie Fri, 09 Nov 2007 12:00:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/46804.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/46804.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE
STAGIONE 2007-2008

 

Comunicatostampa – Con cortese preghiera dipubblicazione

Tornapiccolipalchi, rassegna teatraleper le famiglie

Torna alTeatro Comunale di Monfalcone piccolipalchi, la rassegna teatrale per le famiglierealizzata dall’ERT – Ente Regionale Teatraledel Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Monfalcone.

 

Visto il grande successo riscosso nel corso della passatastagione, quando la rassegna ha esordito, il circuito ERT ha deciso di ampliare,grazie alla collaborazione dei Comuni, le piazze coinvolte, che quest’anno sono10. Oltre a Monfalcone, infatti, aderiscono all’iniziativa i comuni di Codroipo,Camino al Tagliamento, Grado, Orsaria di Premariacco, Tolmezzo, Zoppola, Artegna,Casarsa della Delizia e Lestizza.

 

Obiettivo della rassegna, che offre al pubblico dei bambinie delle loro famiglie l’opportunità di passare la domenica pomeriggio a teatroe che a Monfalcone prevede tre appuntamenti, è sempre lo stesso, come spiegail direttore dell’ERT Renato Manzoni: “permettere ai più piccoli di prendere confidenzacon i linguaggi e le regole del Teatro”.

In quest’ottica, l’ERT ha anche previsto una speciale accoglienza dei bambini in salaattraverso un progetto pilota di educazionealla visione chiamato “q.b. – quanto basta per andare, stare... e ritornare aTeatro”: una serie di piccole indicazioni, fornite dal personale disala in modo innovativo e divertente, affinché i più piccoli possano godere almassimo dello spettacolo.

 

piccolipalchi si inaugura a Monfalcone domenica 18 novembre, alle ore 16.00, presso il Teatro Comunale con Zitto lupaccio!,uno spettacolo di teatro delle ombre e dinarrazione, adatto ai bambini dai5 anni in su, prodotto dall’Associazione Culturale GraDibA diPordenone in collaborazione con il CSS Teatro stabile diinnovazione del FVG di Udine.

Sulle note di Pierino eil lupo di Sergej Prokof’ev, giochi d’ombre e di luce ricreano gliambienti e danno vita ai personaggi della rocambolesca avventura di Pierino: ilfamelico lupaccio, il nonno brontolone, l’uccellino sempre felice, lasfortunata anatra, il gatto sornione, i prorompenti cacciatori…

 

Il biglietto d’ingressoagli spettacoli è unico e costa 5,00 €;è inoltre possibile sottoscrivere un abbonamentoai tre spettacoli in programma a Monfalcone al costo di 10,00 €. Bigliettie abbonamenti sono in vendita pressola Biglietteria del Teatro (dal lunedì al sabato, dalle 17.00 alle19.00) e on line sul sito www.greenticket.it.

 

Questi gli altri spettacoli inprogramma a Monfalcone:

domenica 6 gennaio, ore 16.00

La bottega del sonno

CTA Centro regionale di Teatro d’Animazione e Figura(Gorizia)

teatro d’attore, di figura (pupazzi e oggetti) e musica

per bambini dai 6 anni in su

Il momento del “prendere sonno” diventa un giocodell’immaginazione, da costruire con piccoli gesti rituali, cui abbandonarsicon serenità e fiducia.

Il sonno abita lontano, in un luogo appartato e silenzioso,una specie di bottega dove, con scarpe di feltro, si muovono i suoi aiutanti. Enella bottega c’è un angolo riservato al sonno dei bambini, dove si inventanoninne nanne e filastrocche, si costruiscono carillon, si impara ad ascoltare ilsilenzio...

 

domenica 20 gennaio, ore 16.00 (la data sostituisce quella,precedentemente annunciata, di domenica 21 ottobre)

Sentieri del perdersi edel ritrovarsi

Nautai Teatro / Teatro del Canguro (Firenze)

teatro d’attore

per bambini dai 6 anni in su

Lo spettacolo si ispira ai “sentieri” che le fiabe fannopercorrere ai loro protagonisti e che li portano a smarrirsi dentro foreste piùo meno intricate: sentieri che fanno attraversare, che prendono la forma dilabirinti o che si biforcano, che scompaiono, che portano “ad un centro”. Verie propri percorsi iniziatici, dove si apprende a sopravvivere alla fame, allestreghe, agli orchi: solo dopo averli affrontati, infatti, sarà possibileritrovare “la strada” per tornare a casa.

La “bambina” protagonista dello spettacolo si troverà adaffrontare un vero e proprio viaggio di iniziazione alla ricerca del “fuoco”che si è spento nella sua casa.

 

Ulteriori informazioni sulla rassegna (programmadettagliato, schede degli spettacoli) sono reperibili sui siti www.ertfvg.it e www.teatroescuola.it.

 

 

Ufficio Comunicazione Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Marco Paolini inaugura gli appuntamenti con "contrAZIONI" Thu, 08 Nov 2007 15:35:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/46756.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/46756.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008 /contrAZIONI.Nuovi percorsi scenici

 

Comunicatostampa – Con cortese preghiera dipubblicazione



MarcoPaolini inaugura la rassegna contrAZIONI(lunedì 19 novembre) in un Teatro tutto esaurito / Proseguono gli appuntamentidi contrAZIONI netWORK

 

contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici non èancora iniziata ed è già un successo. La rassegna interna al cartellone diprosa del Teatro Comunale di Monfalcone, che quest’anno è dedicata al tema del lavoro, si inaugura lunedì 19 novembre, alle ore 20.45, con Miserabili. Io e Margaret Thatcher,lo spettacolo scritto e interpretato da Marco Paolini che nel corso della passata stagione hariscosso un grandissimo successo in molti teatri italiani e che a Monfalcone hagià fatto registrare il “tutto esaurito” al botteghino.

 

Miserabili è unracconto in forma di ballata che attraverso monologhi, canzoni e brevinarrazioni (lo spettacolo è stato scritto da Paolini insieme ad Andrea Bajani,Lorenzo Monguzzi e Michela Signori) descrive la metamorfosi della società italianaa partire dagli anni Ottanta.

In questo senso lo spettacolo è anche laprosecuzione del percorso intrapreso da Paolini con gli Album: torna infatti Nicola, ilpersonaggio degli Album, protagonistaquesta volta di un dialogo immaginario con Margaret Thatcher.

Tema principale della ballata èl’economia: l’intreccio fra “macro” e“micro”, l’influenza, sempre crescente, delle regole (edell’assenza di regole) di mercato sul nostro modo di vivere il presenteed immaginare il futuro.

Sulla scena, a fare da contrappunto alleparole di Paolini, le musiche composte ed eseguite dal vivo dai Mercanti diLiquore.

 

Ma gli appuntamenti con contrAZIONI in programma nel mese dinovembre non finiscono qui. Prosegue infatti il ricco calendario di contrAZIONI netWORK, serie di iniziative, dedicate altema del lavoro, realizzate insieme ad alcune associazioni che operano sulterritorio non soltanto locale e che si occupano, sotto diversi aspetti, dilavoro e di promozione sociale: l’AssociazioneNazionale Esposti Amianto di Monfalcone, in prima linea ormai daanni per il riconoscimento dei diritti violati e la tutela della salute deilavoratori; l’Associazione“Carico Sospeso”, che da alcuni anni si occupa di informazionecirca i temi della sicurezza e del diritto alla sicurezza sul luogo di lavoro;l’Associazione di Promozione Sociale“Banda Larga”, la cui attività è prevalentementeindirizzata alla realtà giovanile e che gestisce il Centro di AggregazioneGiovanile di Monfalcone.

 

Giovedì 15 novembre, alle ore 21.00, presso il Centrodi Aggregazione Giovanile di Monfalcone, nell’ambito di contrAZIONImovie,rassegna video sul tema del lavoro, viene proiettato il film Grazie, Sig.ra Thatcher,di Mark Herman, amara commedia inglese che racconta la storia di una comunitàmineraria la cui sopravvivenza è minacciata dall'incombente chiusura deglistabilimenti (una conseguenza della scellerata politica del premier Thatcher) eche ritrova una temporanea dignità stringendosi intorno alla banda delvillaggio, ultimo baluardo della smarrita autostima.
Al termine della proiezione, con lacollaborazione di Tiziano Pizzamiglio, coordinatore RSU della Ineos Film di Monfalcone,si discuterà su alcuni dei temi proposti dal film e dallo spettacolo di MarcoPaolini.

L’ingressoè libero.

 

Molto atteso l’appuntamento di sabato 17 novembre, alle ore 20.30, presso il Teatro Comunale. Qui farà tappa Avanti Pop, il viaggio-concerto dei Têtes de Bois che sitiene nei luoghi in cui la dignità dei lavoratori è stata violata (fabbriche,call center, campi di pomodori) e che finora ha toccato, fra gli altri, icancelli della Fiat Sata di Melfi, le cartiere di Isola del Liri, le acciaieriedi Terni, i campi di Borgo Libertà, l’Atesia.

Anche l’ingressoal concerto è libero.

 

Lunedì19 novembre infine, in occasione dello spettacolo diMarco Paolini,l’Associazione Nazionale Esposti Amianto di Monfalconesarà presente in Teatro con un banchettoinformativo per distribuire al pubblico materiali relativiall’attività dell’Associazione e all’andamento deiprocedimenti giudiziari in atto presso la Procura di Gorizia.

 

contrAZIONI. Nuovi percorsiscenici contrAZIONI netWORK: appuntamenti dinovembre

 

giovedì 15 novembre, ore 21.00, Centro di Aggregazione Giovanile (v.le S. Marco, 70)

contrAZIONImovie –rassegna video sul tema del lavoro

Grazie, Sig.ra Thatcher di MarkHerman (1996),con Pete Postlethwaite, Ewan McGregor

Interviene Tiziano Pizzamiglio, coordinatore RSU della IneosFilm di Monfalcone.

Ingresso libero

[incollaborazione con l’Associazione “Banda Larga”]

 

sabato 17 novembre, ore 20.30, Teatro Comunale 

Avanti Pop Têtesde Bois in concerto

Ingresso libero

[a curadell’Associazione “Carico Sospeso - coordinamento FrancoCicciarella per i diritti a un lavoro sicuro”]

 

lunedì 19 novembre, ore 20.45, Teatro Comunale

Miserabili. Io e MargaretThatcher

di econ Marco Paolini

e con iMercanti di Liquore (LorenzoMonguzzi, Piero Mucilli, Simone Spreafico)

 

Ufficio Comunicazione Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Il Giardino Armonico protagonista de "La casa del diavolo" per i concerti del Comunale di Monfalcone Fri, 02 Nov 2007 19:30:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/46446.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/46446.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALEDI MONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

Il Giardino Armonico protagonistade La casa del diavolo per iconcerti del Teatro Comunale di Monfalcone (giovedì 8 novembre)

 

Prosegue la Stagione di Musica del Teatro Comunale diMonfalcone che giovedì 8 novembre 2007,alle ore 20.45, vede protagonistal’ensemble il Giardino Armonico,diretto da Giovanni Antonini, conun programma interamente dedicato alla musica del Sei-Settecento: il programmadella serata prevede, infatti, pagine di JosephMartin Kraus, Carl Philipp EmanuelBach, Franz Joseph Haydn, Pietro Antonio Locatelli e Luigi Boccherini.

Il Giardino Armonico è oggi uno dei più apprezzati erichiesti gruppi musicali specializzati nell'esecuzione con strumentioriginali. Svolge un’intensissima attività concertistica nei teatri e nellesale da concerto più importanti del mondo (Concertgebouw di Amsterdam,Musikverein e Konzerthaus di Vienna, Théâtre des Champs-Elysées e Théâtre duChâtelet di Parigi solo per citarne alcuni) e d’Italia. Tra le numeroseincisioni, memorabili sono quelle dedicate a Vivaldi, tra cui l’integrale dei Concerti da camera e Il cimento dell’armonia e dell’inventione;il Vivaldi Album, con CeciliaBartoli ha vinto il Grammy Award nel 2000,mentre ai Concerti per violino conViktoria Mullova è stato assegnato il Diapason d’Or nell’edizione Onyx. Del2005 la pubblicazione per Naïve de La Casa del diavolo, con un repertorio molto simile a quelloscelto per la performance monfalconese. Tra gli altri artisti con cui ilGiardino Armonico collabora sono da citare Katia e Marielle Labèque, MagdalenaKožená, Christophe Coin, Giuliano Carmignola e molti altri. Dall’aprile 2007 ilGiardino Armonico è Orchestra Barocca Residente presso il Centro CulturalMiguel Delibes di Valladolid.

Giovanni Antonini dirige Iil Giardino Armonico sindalle sue origini e partecipa all’ensemble anche come solista di flauto dolce eflauto traverso barocco. Da alcuni anni è direttore ospite, tra gli altri, diCamerata Academica di Salisburgo, Deutsche Kammerphilharmonie Bremen, Orchestraof the Age of Enlightenment e Gewandhaus di Lipsia. Inoltre con la Kammerorchester diBasilea ha pubblicato le prime quattro sinfonie di Beethoven e con grandesuccesso ha diretto Ascanio in Albadi Mozart alla Scala di Milano e (suonando anche come solista), su invito diSimon Ratte, i Berliner Philharmoniker. Tra i vari premi per le sueregistrazioni discografiche annovera Diapason d’Or, Echo Preis, GramophoneAward.

La casa del diavolo è un titolo quantomai evocativo del clima che la scrittura musicale tra Sei e Settecento disegnacon le sue caratteristiche di acceso virtuosismo e di grande coinvolgimentoemotivo: le musiche scelte per il concerto coprono circa un cinquantennio incui l’evoluzione musicale si distacca gradualmente dalla precisione dello stilebarocco per arrivare, attraverso i prodromi dello Sturm und Drang, a una scrittura classica che già lasciatrapelare i primi sintomi di romanticismo.
Il programma, infatti, spazia dalle più note pagine di Haydn
- La passione è una sinfonia tra le piùfamose ed intense, che preludono alla grande stagione delle Sinfonie londinesi
del compositoreaustriaco - e di Boccherini - La casa del diavolo èproprio il sottotitolo della sinfonia boccheriniana, di grande impeto, chechiude il concerto - fino alla suggestiva Sinfonia Wq182 n. 2 di Carl PhilippEmanuel Bach (il “figlio più famoso” del grande Johann Sebastian),alla bellissima OlympieOuverture per la tragedia di Voltaire di Joseph Martin Kraus (compositorenaturalizzato svedese, rivalutato dalla critica nel XX secolo) e ancora allostruggente e lirico concerto grosso Il pianto d’Arianna di Pietro Antonio Locatelli.

Prevendita
c/o Biglietteria delTeatro - Tel. 0481 790 470

Orari: lunedì 22, martedì 23, mercoledì 24 ottobre, ore10.00 > 12.00 e 17.00 > 20.00
dal 25 ottobre, dal lunedì al sabato, ore 17.00 > 19.00

c/o Ticketpoint di Trieste - Tel. 040 3498277 / 6

Orari: da lunedì a sabato, ore 8.30 > 12.30 e 15.30 >19.00

c/o ERT – Ente RegionaleTeatrale del FVG di Udine - Tel. 0432 224 211

Orari: da lunedì a venerdì, ore 10.00 > 13.00 e 15.00> 17.00

Acquisto on line
tramite carta di credito, sul sito www.greenticket.it.


giovedì 8 novembre 2007 ore 20.45

La casa del diavolo

Il giardino armonico
Giovanni Antonini
direttore
Musiche di: Joseph Martin Kraus / CarlPhilipp Emanuel Bach / Franz Joseph Haydn / Pietro Antonio Locatelli / LuigiBoccherini

 

Ufficio Comunicazione: Roberta Sodomaco - Clara Giangaspero
tel. 0481 494 369 / teatro@comune.monfalcone.go.it
/ www.teatromonfalcone.it

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

]]>
Tullio Solenghi apre la stagione di prosa del Comunale Tue, 23 Oct 2007 10:04:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45866.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45866.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

 

TullioSolenghi, protagonista de Le nozze di Figaro,inaugura il cartellonedi prosa (2-3 novembre)

 

Venerdì 2 e sabato 3 novembre, con inizio alle ore 20.45, si apre la stagione di prosa 2007-2008del Teatro Comunale di Monfalcone. Ad aprire il cartellone è Tullio Solenghi, mattatore della scena nonsoltanto teatrale italiana, che dopo il grande successo riscosso le passatestagioni con l’originale messinscena, tutta al maschile, de La bisbetica domata, torna suipalcoscenici con una divertentissima rilettura de Le nozze di Figaro, di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais, l’autoreamato da Mozart e Da Ponte.

 

Fra le più vivaci commedie del teatro francese, Le nozze di Figaro è l’ultimo grandetesto teatrale prima della Rivoluzione Francese, “un’allegra commediain un mondo che crolla” – sono parole del regista Matteo Tarasco –, un’anticipazionedei tempi nuovi, il simbolo della lotta del Terzo Stato contro la classe politicae sociale dell’ancien regime. 

 

La divertente commedia, in tournée nei maggiori teatri italianifino alla fine di maggio, rappresenta un testo ideale per le straordinarie qualitàistrioniche di Solenghi, che afferma: “Figaro mi ha subito conquistatoper la sua schietta teatralità, messa abilmente al centro di una tessitura dicommedia davvero prodigiosa. Ma sarebbe fargli torto il relegarlo al semplicevirtuosismo scenico, senza avvertirne la componente di coraggiosa istanzasociale nei confronti di una classe eternamente dominante. Partendo dallailluminante traduzione di Enrico Groppali, la nostra messa in scena propone sìil Figaro-servo, scaltro architetto di mille trame, ma anche ilFigaro-proletario, degno rappresentante di quel Quarto Stato che per troppotempo fu costretto a tenere sopite le proprie rivendicazioni”.

 

Il linguaggio colorito e le situazioni farsesche tipiche delvaudeville che ne decretarono il successo (nel 1784, quando debuttò, furappresentata per cento sere consecutive) nascondono in realtà una fortecritica sociale. Le nozze di Figaroè una commedia ancora fortemente attuale, nella quale il pubblico, ridendo, sirispecchia e si riconosce.

Una sorta di teatrino dei burattini – che lospettacolo cerca di evidenziare attraverso i costumi e le scene di AndreaViotti – un mondo in cui si racconta la realtà non come è o come dovrebbeessere ma come appare nei sogni, senza dimenticare però che i sogni, a volte,possono diventare degli incubi...

 

I biglietti ditutti gli spettacolie i concerti incartellone possono essere acquistati presso: Biglietteriadel Teatro (da lunedì a sabato, dalle 17.00 alle 19.00), Ticketpoint di Trieste, ERT-Ente Regionale Teatraledel FVG di Udine e, on line, sul sito www.greenticket.it.

Prosegue inoltre, presso la Biglietteria del Teatro, lasottoscrizione di nuovi abbonamenti (prosa, musica, rassegne “contrAZIONI”e “’900&oltre”).

 

venerdì 2, sabato 3 novembre 2007 ore 20.45

Procope Studio e Compagnia Lavia presentano

Tullio Solenghi in

Le nozze di Figaro

di Pierre-Augustin Caron deBeaumarchais

traduzione di Enrico Groppali

riduzione e adattamento di TullioSolenghi e Matteo Tarasco

regia di Matteo Tarasco

e con Sandra Cavallini, Roberto Alinghieri, Giancarlo Condè,Alessandra Schiavoni, Silvia Salvatori, Guglielmo Guidi, Gianluca Musiu, SalvatoreRancatore

 

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Stagione prosa e musica 07-08 / NOVEMBRE Mon, 22 Oct 2007 03:17:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45794.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45794.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008 /NOVEMBRE

 

MUSICA

giovedì 8 novembre 2007 ore 20.45

LA CASA DEL DIAVOLO

IL GIARDINO ARMONICO

Giovanni Antonini direttore

In programma musiche di Joseph MartinKraus, Carl Philipp Emanuel Bach, Franz Joseph Haydn, Pietro Antonio Locatelli,Luigi Boccherini

La casa del diavolo è il titoloemblematico del secondo appuntamento musicale (ispirato all’indicazionedella sinfonia boccheriniana che chiude la serata), interamente dedicato a quellinguaggio denso e virtuosistico, traduttore di emozioni tormentate ed estreme,tipico della scrittura musicale tra Sei e Settecento. Interpreti, tra i piùapprezzati esecutori a livello internazionale che suonano con strumentioriginali, sono i solisti del Giardino Armonico. Attivo dal 1985, il gruppo èregolarmente ospite dei maggiori festival e delle sale da concerto di tutto ilmondo e vanta un’importante attività discografica: tra gli altri, con Vivaldi Album, inciso per Decca conCecilia Bartoli, ha conquistato il Grammy Award nel 2000, mentre con i Concerti per violino di Vivaldi conViktoria Mullova si è aggiudicato nel 2005 il Diapason d’Ornell’edizione Onyx.

 

martedì 20 novembre 2007 ore 20.45

NIKOLAJ ZNAIDER violino / ROBERT KULEKpianoforte

In programma musiche di Ludwig vanBeethoven, Robert Schumann, Johann Sebastian Bach

“Intelligente, appassionante e vibrante”,Nikolaj Znaider è violinista tra i più rinomati delle giovani generazioni, recentementeacclamato per i Concerti diBeethoven

e Mendelssohn eseguiti con la Filarmonica di Israele direttada Zubin Metha, e per la “scrupolosa osservazione e profondamusicalità” delle sue interpretazioni romantiche. Con lui è protagonistadella serata il pianista Robert Kulek, che vanta, tra i tanti successiinternazionali, una serie di lusinghiere critiche per la sua forza tecnica eper la versatilità stilistica. Complesso e affascinante il repertorio sceltoper Monfalcone: la Sonata in la minoredi Bach è pagina di poderosa architettura contrappuntistica, mentre un clima difebbrile turbamento pervade l’opera di Schumann; i due capolavoribeethoveniani colpiscono rispettivamente per la limpida vivacità (op. 30.3) eper l’intensità e il maturo equilibrio dello stile compositivo (op. 96).

 

PROSA

venerdì 2, sabato 3 novembre 2007 ore 20.45

LE NOZZE DI FIGARO

di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais

riduzione e adattamento di Tullio Solenghi e Matteo Tarasco

regia di Matteo Tarasco

con Tullio Solenghi

Con Le nozze di Figaroil giovane regista Matteo Tarasco mette in scena una rutilante giostra diequivoci giocati sul filo della passione erotica, attraverso un congegnoteatrale perfettamente calibrato, esempio massimo del vaudeville.

Accolta al debutto, nel 1784, da un successo senza eguali,la commedia fu rappresentata per cento sere consecutive. Nella trama siintrecciano nuovi e vecchi amori, conflitti familiari e lo scontro fra ciò cheè giusto socialmente e ciò che è sbagliato moralmente, cardini attorno ai qualisi svolge “la folle giornata” delle nozze.

Fra le più vivaci commedie del teatro francese, Le nozze di Figaro è quindi il testoideale per le qualità istrioniche di Tullio Solenghi, vera star dellospettacolo.

 

lunedì 19 novembre 2007 ore 20.45 / contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici / B

MISERABILI. IO E MARGARET THATCHER

testi di Andrea Bajani, Lorenzo Monguzzi, Marco Paolini, MichelaSignori

con Marco Paolini

musiche dei Mercanti di Liquore (Lorenzo Monguzzi, PieroMucilli, Simone Spreafico)

Miserabili è un racconto informa di ballata che attraverso monologhi, canzoni e brevi narrazioni descrivela metamorfosi della società italiana a partire dagli anni Ottanta. In questo senso lo spettacoloè anche la prosecuzione del percorso intrapreso da Paolini con gli Album. Torna infatti Nicola, ilpersonaggio degli Album,protagonista questa volta di un dialogo immaginario con Margaret Thatcher.

Tema principale della ballata è l’economia, l’intrecciofra “macro” e “micro”, l’influenza, semprecrescente, delle regole (e dell’assenza di regole) di mercato sul nostromodo di vivere il presente ed immaginare il futuro.

Sulla scena, a fare da contrappunto alle parole di Paolini,le musiche composte ed eseguite dal vivo dai Mercanti di Liquore.

 

venerdì 23, sabato 24 novembre 2007 ore20.45

GASTONE

di Ettore Petrolini

drammaturgia di Nicola Fano

musiche di Germano Mazzocchetti

regia di Massimo Venturiello

con Massimo Venturiello e Tosca

Attore spiantato, venditore di nulla, inguaribile narcisistaed eterno sognatore: è Gastone, celebre personaggio di Ettore Petrolini, fra lefigure più amate dagli uomini di teatro di ieri e di oggi, da Mario Scaccia aGigi Proietti. A riproporlo è ora Massimo Venturiello, protagonista e registadello spettacolo, affiancato da Tosca, cantante straordinaria e sensibileinterprete del teatro-canzone italiano.

La trama è semplice: un percorso scanzonato, al confine frateatro del nonsense e café chantant, grazie al quale rivivono gliindimenticabili monologhi di Petrolini, caustici e poetici al contempo. Indossandocon eleganza il celebre frac, Venturiello propone un Gastone ricco di umanità esimpatia e, intrecciando recitazione, canto

e ballo, ci regala una straordinaria prova d’attore.

 

I biglietti ditutti gli spettacolie i concerti incartellone possono essere acquistati presso:Biglietteria del Teatro, Ticketpoint di Trieste, ERT-Ente Regionale Teatraledel FVG di Udine.E’ possibile acquistare i biglietti anche on line, collegandosi al sito www.greenticket.it.

Prosegue la sottoscrizionedi nuovi abbonamenti(prosa, musica, “contrAZIONI” e “’900&oltre”)presso la Biglietteria del Teatro (tel. 0481 790 470, ore 17-19).

 

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Il duo pianistico Lortie & Mercier inaugura la Stagione 2007-2008 del Teatro Comunale di Monfalcone Fri, 19 Oct 2007 19:00:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45725.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45725.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALEDI MONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

Il duo pianistico Lortie & Mercierinaugura la Stagione 2007-2008 del Teatro Comunale di Monfalcone

 

Martedì 30 ottobre 2007, alle ore 20.45, il Teatro Comunale di Monfalconeinaugura la Stagione2007-2008, con un duo pianistico d’eccezione: Louis Lortie, storico e amatissimo amico del pubblicomonfalconese è sul palcoscenico assieme ad HélèneMercier, affascinante ed elegante artista canadese.

Un sodalizio la cui fama è ormai consolidata per la sensibilitàe l’originalità delle interpretazioni, che per l’evento inauguraledel Teatro propone alcune intense pagine per due pianoforti e per pianoforte aquattro mani di Robert Schumann edi Edvard Grieg.

 

La grande personalità di Louis Lortie è nota a livellointernazionale, e molte sono le interpretazioni grazie alle quali Lortie è oggiannoverato come uno dei più grandi pianisti al mondo: dalle sue letturechopiniane e beethoveniane, fino alle incisioni di Brahms e Schumann, premi ecritiche lusinghiere riconoscono la grandezza assoluta di questo artista. Lortiesi esibisce nelle più importanti sale internazionali, e collabora con le casediscografiche e le istituzioni musicali più grandi del mondo.

Al suo attivo, tra le altreinterpretazioni, l’integrale di Ravel a Londra e Montréal, i ventisette Concerti per pianoforte di Mozart con la Sinfonica di Montréal, l’integraledelle Sonate di Beethoven allaWigmore Hall di Londra, al Ford Center di Toronto, alla Filarmonica di Berlinoe molta altra parte del repertorio beethoveniano.

Louis Lortie ha realizzato oltre trenta registrazioni perl’etichetta Chandos, spaziando da Mozart a Stravinskij. L’incisionedelle Variazioni dell’Eroicadi Beethoven ha vinto il Premio Edison, mentre ha quasi portato a compimentol’incisione delle trentadue Sonatedi Beethoven. La sua registrazione degli Studicompleti di Chopin è stata citata dal BBC Music Magazine come unadelle “cinquanta registrazioni di pianisti superlativi”. Recente,inoltre, la registrazione di tre CD con le opere complete per pianoforte eorchestra di Liszt, eseguite con la Residentie Orchestradi The Hague, subito nominata Editor’sChoice dalla rivista Gramophone.

 

Hélène Mercier,dopo gli studi svolti tra gli Stati Unitie la Francia,vive oggi a Parigi: si esibisce regolarmente per i più prestigiosi festival (tracui il Festival di Aix-en Provence, di Reims, di Evian, …) e collaboracon molte emittenti tra cui France-Musique, Radio-Suisse-Romande e la CBS negli Stati Uniti.

InEuropa e in Nord America si esibisce regolarmente come solista e in musica dacamera, ed è stata invitata ad esibirsi con diverse orchestre tra cui l’OrchestraFilarmonica di Israele, diretta da Zubin Mehta. Al Theatre des Champs-Elysées èstata diretta da Kurt Masur e nella sua carriera ha lavorato con Natalia Gutman,Salvatore Accardo, Vladimir Spivakov, Mstislav Rostropovic. Con Louis Lortie hainciso due CD per Chandos, comprendenti opere di Ravel, Schubert e Mozart;entrambe le registrazioni hanno ottenuto grande successo di critica ( Top Six perGrammophone e The Rosette e Tre Stelle per la Guida Penguin). Con VladimirSpivakov, ha inciso per “Capriccio” un cd di Chausson, ottenendo ilpremio Choc da Le Monde de la Musique.

 

Una nuova iniziativa accompagna i concerti a partire daquest’anno: prima di ogni esibizione avrà luogo una breve guida all’ascolto, nella formadi un’informale chiacchierata volta ad illustrare il programma previstoper la serata, per renderlo più amichevolmente fruibile al pubblico in sala.

Sarà Carlo de Incontrera,che da sempre cura la programmazione musicale del Teatro, a presentare questoprimo evento inaugurale (e svariati altri), mentre successive  serate vedrannocome interlocutori gli stessi artisti protagonisti dei concerti o altricollaboratori del Teatro.

 

La prima parte del concerto del duo Lortie & Mercier,interamente dedicata all’opera di RobertSchumann, esordisce con una pagina non molto eseguita, e riportataad una maggiore fama dalla trascrizione per due pianoforti lasciataci da ClaudeDebussy: si tratta degli Studienfür den Pedal-Flügel, op. 56, sei pezzi in forma di canone cheevidenziano il richiamo alla scrittura contrappuntistica bachiana,originariamente scritti da Schumann per pianoforte con pedaliera (strumentoparticolarmente diffuso alla fine dell’Ottocento). Seguono i Quadri d’Oriente(Bilder aus Osten, op.66) per pianoforte a quattro mani, in cui l’autore siispira alle atmosfere orientali senza alcuna retorica settecentesca, ma conaccenti di intimo ed accorato lirismo. Conclude la prima parte l’Andante e variazioni, op. 46, pagina dsll’atmosferasospesa in cui Schumann dispiega tutta la ricchezza del suo linguaggiocromatico.

La serata prosegue con un omaggio a Edvard Grieg, nel centenario dalla morte: alcuneceleberrime pagine del compositore norvegese aprono una seconda parte dal tonobrillante, a volte ironico, a volte evocativo, che fonda le sue basi sulleradici delle tradizioni del nord. La Prima suite dalle musiche di scena delPeer Gynt, op. 46 da Grieg stesso trascritta per pianofortea quattro mani, comprende quattro tra le melodie più note del compositore, tracui la Danza d’Anitra e Il mattino. Achiudere il programma le Danzenorvegesi op. 35, che il maestro di Bergen ha elaborato sullabase di alcune melodie ufficiali del folklore della sua terra.

 

Siricorda che presso la Biglietteria del Teatro Comunale è ancora possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti, in tuttele loro formule, alla Stagione 2007-2008.

Inoltre,a partire da lunedì 22 ottobre, saràpossibile acquistare i biglietti degli spettacoli di tutta la stagione presso la Biglietteria del Teatro, presso l’agenzia Ticketpoint di Trieste e presso l’ERT– Ente Regionale Teatrale diUdine.

 

Prevendita
c/o Biglietteriadel Teatro - Tel. 0481 790 470

Orari: lunedì 22, martedì 23, mercoledì 24 ottobre,ore 10.00 > 12.00 e 17.00 > 20.00
dal 25 ottobre, dal lunedì al sabato, ore 17.00 > 19.00

c/oTicketpoint di Trieste - Tel. 0403498277 / 6

Orari: da lunedì a sabato, ore 8.30 > 12.30 e 15.30 > 19.00

c/o ERT – EnteRegionale Teatrale del FVG di Udine - Tel. 0432 224 211

Orari: da lunedì a venerdì, ore 10.00 > 13.00 e 15.00> 17.00

Acquisto on line
tramite carta di credito, sul sito www.greenticket.it.


Martedì 30 ottobre 2007 ore 20.45

Louis Lortie& Hélène Mercier pianoforti
Musiche di: Robert Schumann / Edvard Grieg

 

Ufficio Comunicazione: Roberta Sodomaco - Clara Giangaspero
tel. 0481 494 369 /
teatro@comune.monfalcone.go.it/ www.teatromonfalcone.it

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal casovi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

 

]]>
'900&oltre. Sei appuntamenti musicali dedicati al contemporaneo Wed, 10 Oct 2007 19:30:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45173.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/45173.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALEDI MONFALCONE

PROSA E MUSICA2007-2008

 

Comunicato Stampa

Con viva e cortese preghiera di pubblicazione

 

‘900&oltre: sei appuntamenti concertistici dedicati alcontemporaneo

 

Larassegna ‘900&oltre, dedicataal contemporaneo, è anche quest’anno cifra caratteristica del cartellonemusicale del Teatro Comunale di Monfalcone e comprende per la nuova stagioneben sei appuntamenti,particolarmente interessati per la vastità del panorama culturale che intendonorappresentare. E proprio per la completezza e l’interesse artistico dellarassegna il Comunale offre, per la prima volta, la possibilità di abbonarsi ai soli concerti di ‘900&oltre a un prezzomolto vantaggioso.

 

Ilprimo appuntamento della rassegna (4 dicembre 2007) è dedicato ai solisti del Quintetto Bibiena, attenti esploratoridella Nuova Musica, e spesso destinatari di composizioni di giovani autori e ditrascrizioni “ad hoc”. Assieme al grande percussionista B.C. Manjunath ripercorre le tradizionidella musica indiana, mentre conclude il concerto La Boîte à Jouxjoux di Bebussy, che trova nuovedimensioni nella trascrizione di Carlo Ballarini per il quintetto stesso.

 

IlKlangforum Wien, protagonista dell’appuntamentodel 23 gennaio 2008, è un ensemble che si definisce “guidato da uno spiritodemocratico, contro le gerarchie della musica”. Vincitore del Leone d’oro allamusica del presente alla 50a edizione della Biennale di Venezia, a Monfalconepropone un excursus di composizioni di autori contemporanei (da Sciarrino aXenakis, fino ai giovani Benjamin e Manca).

 

IlPhilharmonische Camerata Berlin èun ensemble composto dai migliori archi dei Berliner Philharmoniker cheriunisce la pienezza del suono orchestrale con la ricerca sonora cameristica.Oltre a due bellissime pagine originali di Stravinskij e Šostakovič l’ensemblepropone, venerdì 1 febbraio 2008, due trascrizioni di Gustav Mahler (Quartetto op. 95 di Beethoven), e di YuriBashmet (Trio per archi diŠnitke).


Prevalentemente russo è il repertorio scelto, per il concerto del 22 febbraio2008, dal giovane duo formato da IgorBobovich (violoncello) e ElenaKolesnitschenko (pianoforte), che dei maestri della grande scuolascelgono Prokof’ev e Šostakovič, ma si cimentano anche con pagine piùschiettamente contemporanee.

 

Mugiyono Kasiko è “un verovirtuoso, che introietta la vitalità della danza contemporanea nelle artiantiche”: protagonista del quinto appuntamento di ‘900&oltre (7 aprile 2008) assieme alla Mugi Dance Company, il coreografo inventacreature universali, ora comiche, ora tragiche, che coniugano senza soluzionedi continuità ritualità antica e “follia” moderna.

 

Il nome di Paul Hillier,famosissimo direttore, musicologo e docente, chiude la rassegna il 13 maggio2008 alla guida dell’Estonian PhilharmonicChamber Choir, nel programma dedicato alle “Voci del Baltico”, in un programma diraffinate pagine della letteratura musicale del nord Europa, assai pococonosciute ed eseguite in Italia.

 

L’abbonamento a ‘900&oltreè sottoscrivibile a partire da sabato 13ottobre al prezzo molto conveniente di 70 euro per le poltrone di platea e di 55 euro per quelle di galleria, presso labiglietteria del Teatro Comunale di Monfalcone (aperta da lunedì a sabato dalle10 alle 12 e dalle 17 alle 20, tel. 0481 790 470), presso le agenzieTicketpoint di Trieste e Appiani di Gorizia e presso l’ERT di Udine.

 

Ufficio Comunicazione: Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero
tel. 0481 494 369 / teatro@comune.monfalcone.go.it
/
www.teatromonfalcone.it

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003 art.13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di datipersonali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

 

]]>
'900&oltre. Sei appuntamenti dedicati al contemporaneo Wed, 03 Oct 2007 19:20:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44779.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44779.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALEDI MONFALCONE

PROSA E MUSICA2007-2008

 

Comunicato stampa – Con viva e cortese preghiera dipubblicazione


Il contemporaneo ancorauna volta cifra caratteristica del Teatro Comunale di Monfalcone: seiappuntamenti concertistici e una nuova produzione editoriale.

 

Lescelte artistiche musicali del Comunale di Monfalcone confermano l’innovativo elungimirante interesse del Teatro nei confronti delle più diverse espressioniartistiche della cultura contemporanea, senza confini stilistici né geografici.

Ilcartellone 2007-2008 propone, infatti, per ‘900&oltre, un calendario quanto maifitto di appuntamenti caratterizzati, oltre che dall’indiscussa fama degliesecutori, anche dall’ampiezza del panorama artistico che vuole rappresentare.

 

Larassegna dedicata al contemporaneo comprende infatti ben sei appuntamenti che quest’anno, per laprima volta, comporranno assieme una nuova, vantaggiosa formula di abbonamentoautonoma: i concerti di ‘900&oltre,infatti, a partire dalla stagione 2007-2008, potranno essere acquistati in un unico abbonamento.

 

Ilprimo appuntamento di ‘900&oltreè dedicato ai solisti del Quintetto Bibiena,attenti esploratori della Nuova Musica, e spesso destinatari di composizioni digiovani autori e di trascrizioni “ad hoc”. Due facce diverse dell’espressionemusicale, nel loro programma: la prima parte è interamente dedicata sonoritàindiane rilette, assieme al grande percussionista B.C. Manjunath, prima attraverso la tradizione, poi per iltramite di una pagina di Riccardo Nova appositamente scritta per i seimusicisti. A concludere il concerto il Novecento storico di Debussy, il cui La Boîte à Jouxjoux trova nuove dimensioni nellatrascrizione di Carlo Ballarini per il quintetto stesso.

 

IlKlangforum Wien, protagonista delsuccessivo appuntamento, è un ensemble che si distingue per la “coralità” e l’intentocollaborativo nelle scelte di repertorio e di interpretazione: i suoicomponenti, infatti, definiscono il loro uno “spirito democratico, contro legerarchie della musica”. Per l’originalità e la visione innovativa delle loroproposte, i musicisti di Klangforum hanno ricevuto il Leone d’oro alla musicadel presente alla 50a edizione della Biennale di Venezia. A Monfalconepropongono un excursus di composizioni di autori contemporanei (da Sciarrino aXenakis, fino ai giovani Benjamin e Manca), testimoni di aree culturali elinguaggi diversissimi.

 

IlPhilharmonische Camerata Berlin èun ensemble composto dai migliori archi dei Berliner Philharmoniker cheriunisce, nelle sue letture, la pienezza del suono orchestrale con la ricercacameristica del dettaglio sonoro. Oltre a due bellissime pagine originali diStravinskij (Concerto in re) e diŠostakovič (Preludio e Scherzo, op. 11),l’ensemble presenta una trascrizione, dalle tinte esasperate, che Gustav Mahlerha lasciato del Quartetto op. 95di Beethoven, e il Trio per archidi Šnitke adattato per gruppo da camera dal violista e direttore Yuri Bashmet.


Prevalentemente russo è il repertorio scelto dal giovane duo formato da Igor Bobovich
(violoncello) e Elena Kolesnitschenko
(pianoforte), che deimaestri della grande scuola scelgono coraggiosamente due sonate di Prokof’ev eŠostakovič, e si cimentano, assieme, anche con una pagina di rara esecuzionedel contemporaneo Anatoly Samonov e con il più analitico linguaggio di AlfredŠnitke.

 

“Un vero virtuoso, Mugiyono introietta la vitalità delladanza contemporanea nelle arti antiche e fonde la virtù della storia centenariacon la forza infuocata di una nuova vita”. Questo solo uno dei tantilusinghieri riscontri che il grande danzatore e coreografo indonesiano Mugiyono Kasiko, protagonista del quintoappuntamento di ‘900&oltre,riceve per i suoi progetti, prodigi di tecnica e di espressività, dallo stileinconfondibile, denso e tagliente: assieme alla Mugi Dance Company, Mugiyono inventa creature universali, oracomiche, ora tragiche, che coniugano senza soluzione di continuità ritualitàantica e “follia” moderna.

 

Il nome di Paul Hillier,direttore, musicologo e docente, inizialmente legato alla formazionedell’Hilliard Ensemble, è oggi sinonimo di musica corale: molti, infatti ipremi vinti per la sua magistrale direzione, e indimenticabili le sue letturedelle musiche vocali di Arvo Pärt. A Monfalcone Hillier dirige, nel programmadedicato alle “Voci del Baltico”,l’Estonian Philharmonic Chamber Choir,uno tra i più famosi ed apprezzati cori dell’area nordeuropea. Dopo la interpretazione del Coro della Radio Svedese, ospite del Comunale durante lapassata stagione, le suggestioni e gli effetti sonori stupefacenti dellearmonie del nord, non mancheranno di restituire un programma di raffinatepagine a cappella, assai poco conosciute ed eseguite in Italia.

 

L’abbonamento a ‘900&oltreè sottoscrivibile a partire da sabato 13ottobre presso la biglietteria del Teatro Comunale di Monfalcone,presso le agenzie Ticketpoint di Trieste e  Appiani di Gorizia e pressol’ERT di Udine, al prezzo molto conveniente di 70 euro per le poltrone di platea e di 55 euro per quelle di galleria.

 

Ulterioretestimonianza della crescita e della volontà di rinnovarsi attraverso ilrapporto con la realtà culturale d’oggi è, anche quest’anno, l’attivitàeditoriale del Teatro: è di prossima uscita, infatti, l’ottavo numero dei Quaderni di Cultura Contemporanea,firmato dal grande flautista RobertoFabbriciani.

 

Flauto in scena è il titolodel volume, in cui Fabbriciani, ben noto al pubblico monfalconese ed apprezzatoper le sue numerose presenze sul palcoscenico del Comunale, ripercorre ilviaggio delle sue scelte stilistiche, della sua evoluzione interpretativa,delle sue sperimentazioni sonore. Percorso privilegiato delle “scoperte”dell’artista è da sempre l’ambito del teatro musicale contemporaneo, da cui iltitolo del Quaderno: “il flauto è un mezzo infinito per realizzare dei pensierimusicali intorno alla musica, non limitatamente al pensiero strumentale (…). Ilsuono è strettamente unito al movimento, al gesto; esso stesso ha una sorta digestualità e quindi una sua intrinseca teatralità”: è da questa concezione cheil viaggio di Fabbriciani lo porta verso una ricerca che si misura con le piùimprevedibili potenzialità dello strumento e con gli studi più “estremi” dellepossibilità sonore del flauto. Allegato al volume, come nelle precedentiedizioni, un cd di interpretazioni scelte dello stesso artista (Maderna,Bussotti, Vacchi, Togni …).

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Rassegna "contrAZIONI" e iniziative collaterali Mon, 01 Oct 2007 17:49:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44631.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44631.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALEDI MONFALCONE

PROSA E MUSICA2007-2008

 

 

Comunicato stampa – Con viva e cortese preghiera dipubblicazione


contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici / contrAZIONI netWORK

 

L’edizione2007-2008 di contrAZIONI,la rassegna che per il sesto anno consecutivo caratterizza il cartellone di prosa delTeatro Comunale di Monfalcone esplorando i “percorsi scenici” trascurati daigrandi circuiti commerciali, è dedicata altema del “lavoro”.

Un’edizione che ha inizio nel 2007,anno il cui Primo Maggio è stato dedicato alle morti bianche e che vedel’approvazione, da parte del governo, di un nuovo testo unico per la sicurezzasui luoghi di lavoro; e che si concluderà nel 2008, anno che celebra il Centenariodei Cantieri Navali di Monfalcone, luogo di lavoro e di molta della memoria,individuale e collettiva, di questa città.

Apre la rassegna, in novembre, Marco Paolini, indiscusso caposcuola del teatro dinarrazione italiano, protagonista insieme ai Mercanti di Liquore di Miserabili. Io e Margaret Thatcher,racconto in forma di ballata che descrive la metamorfosi della società italiana apartire dagli anni Ottanta.

Nicola, il personaggio degli Album di Paolini, è questa volta il protagonista di undialogo immaginario con Margaret Thatcher i cui temi principali sonol’economia, l’intreccio fra “macro” e “micro”, l’influenza delle regole (edell’assenza di regole) di mercato sul nostro modo di vivere il presente edimmaginare il futuro.

 

Frutto di un articolato progetto di ricerca teatrale, lospettacolo R 60 ballataoperaia del Teatro dell’Orsaripercorre la storia del lavoro a Reggio Emilia e nella provincia dal 1930 allafine degli anni Settanta, soffermandosi su alcuni importanti periodi: l’occupazionedelle Officine Reggiane, le lotte sindacali delle donne del Calzificio Bloch,la Resistenza in fabbrica. Intrecciando memoria individuale ed eventi storicinazionali, R 60 ballata operaiaracconta in modo esemplare il legame fra la “fabbrica” ed il territorio (legamein cui si rispecchia alla perfezione la storia dei Cantieri Navali diMonfalcone) e riflette sul lavoro e sulle sue trasformazioni. 

 

Roma ore 11, unaproduzione Teatro Eliseo che harecentemente vinto il Premio ETI “Olimpicodel Teatro” quale “Migliore spettacolo d’innovazione”, mette inscena la celebre inchiesta che nel 1951 Elio Petri, allora giovane giornalista,condusse per conto del regista Giuseppe De Santis, autore dell’omonimo film.Originata da un fatto di cronaca, la cruda indagine di Petri sulla miseria, ladisperazione e le prepotenze sessuali subite dalle ragazze diventa in scena unadenuncia, tristemente attuale, della condizione lavorativa femminile.

Fra gli spettacoli inrassegna figura anche quest’anno una produzione del CSS – Teatro Stabile di Innovazione delFriuli Venezia Giulia. L’arte e la maniera di abbordare il propriocapoufficio per chiedergli un aumento, interpretato da Rita Maffeiediretto da AlessandroMarinuzzi, ripropone (a 15 anni di distanza da quando, per la prima volta inItalia, il CSS presentò il teatro di Georges Perec) la surreale storia di un impiegatoche vive ed invecchia all'interno della stessa azienda illudendosi di riusciread ottenere un aumento di stipendio.
Lo spettacolo esplora l’ampia casistica della richiesta diaumento attraverso un gioco ironico e crudele in cui si espongono le variantiad un
piccolo gruppodi spettatori invitato ad accomodarsi in una sala riunioni, attorno adun grande tavolo. Per questo motivo, le repliche dello spettacoloavranno luogo presso la Galleria Comunale d’Arte Contemporanea diMonfalcone.

 

FIATosul collo, di e con UldericoPesce, racconta, attraverso la storia di Antonio e Angela, quelladegli operai della Fiat Sata di Melfi, lo stabilimento cha applica la “doppiabattuta” (un turno di 12 notti consecutive) e paga un salario basso, non equiparatoa quello degli altri stabilimenti italiani. Il 19 aprile 2004 ha inizio una lungalotta: gli operai “assediano” la fabbrica e resistono per 21 giorni, condeterminazione e orgoglio. La lotta, unica nella storia della Fiat, si concludecon l’accettazione delle richieste degli operai.

In scena, le incursioni musicali di Andrea Satta, dei Têtes de Bois, incontratoda Pesce proprio davanti ai cancelli della Fiat di Melfi.

 

contrAZIONI si chiude,in aprile, con l’ultimo spettacolo scritto e interpretato da Ascanio Celestini, presenza fra le piùoriginali del nuovo teatro italiano, noto al grande pubblico per le sue“inchieste da fermo” alla trasmissione di Rai 3 “Parla con me”.

Appuntiper un film sulla lotta di classe è un’attenta e ironica riflessionesu cosa sia rimasto della coscienza e dell’identità di classe, con particolareattenzione alla voragine costituita dal lavoro precario, di cui sono vittimeesemplari gli operatori dei call center. 

Analitico e tagliente, Celestini ci ricorda che a stabilireidentità e appartenenze, oggi, sono soltanto ed esclusivamente i soldi. Maforse, in qualche modo, la lotta di classe è ancora possibile...

 

Gli abbonamenti a contrAZIONI (70,00€ in Platea e 55,00 € in Galleria) possono essere sottoscritti, a partire da sabato 13 ottobre, presso: Biglietteria del Teatro Comunale di Monfalcone (apertada lunedì a sabato, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 20.00), Ticketpoint di Trieste, Agenzia Appiani di Gorizia, ERT-Ente Regionale Teatrale del FVG di Udine.

 

Ai 6 spettacoli proposti dalla rassegna si affianca unaserie di iniziative dedicate al tema del “lavoro” raccolte sotto il titolo di contrAZIONI netWORK.

Le iniziative (la maggior parte delle quali ha luogo presso il Centro di Aggregazione Giovanile diMonfalcone di viale San Marco) sono state progettate insieme adalcune associazioni che operano sul territorio non soltanto locale e che sioccupano, sotto diversi aspetti, di lavoro e di promozione sociale: l’Associazione Nazionale Esposti Amianto di Monfalcone,in prima linea ormai da anni per il riconoscimento dei diritti violati e latutela della salute dei lavoratori; l’Associazione“Carico Sospeso”, che da alcuni anni si occupa di informazione circai temi della sicurezza e del diritto alla sicurezza sul luogo di lavoro; l’Associazione di Promozione Sociale “Banda Larga”,la cui attività è prevalentemente indirizzata alla realtà giovanile e chegestisce il Centro di Aggregazione Giovanile di Monfalcone.

 

Questo il ricco ed articolato programma di contrAZIONI netWORK:

- Le sere degli spettacoli,l’Associazione Nazionale Esposti Amianto diMonfalcone sarà presente in Teatro con un banchetto informativo per distribuire al pubblico materialirelativi all’attività dell’Associazione e all’andamento dei procedimentigiudiziari in atto presso la Procura di Gorizia.

 

- ottobre 2007

Monfalcone, Ronchi dei Legionari,Fogliano-Redipuglia, San Canzian d’Isonzo
[programma in via di definizione - a cura dell’Associazione“Carico Sospeso”]

I GIOVEDÌ SUL LAVORO

Rassegna di cortometraggi sul tema dellasicurezza nei luoghi di lavoro

- sabato 17 novembre 2007, ore 20.30, TeatroComunale di Monfalcone

TÊTES DE BOIS IN CONCERTO
[a cura dell’Associazione “Carico Sospeso”]

Fa tappa anche a Monfalcone AvantiPop, il viaggio-concerto dei Têtes de Bois che si tiene nei luoghiin cui la dignità dei lavoratori è stata violata (fabbriche, call center, campidi pomodori) e che finora ha toccato, fra gli altri, i cancelli della Fiat Satadi Melfi, le cartiere di Isola del Liri, le acciaierie di Terni, i campi diBorgo Libertà, l’Atesia.

SICUREZZA ABC

Presentazione di un opuscolo informativo sullasicurezza nei luoghi di lavoro e sulle implicazioni psicologiche degliinfortuni

 

- contrAZIONImovie

Proiezioni video sul tema del lavoro
ore 21.00, Centro di Aggregazione Giovaniledi Monfalcone (viale San Marco, 70)
[in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale “Banda Larga”]
giovedì 15 novembre 2007: Grazie, Sig.ra Thatcher
di Mark Herman(1996)

giovedì 6 dicembre 2007: Roger& Me di Michael Moore (1989)

giovedì 14 febbraio 2008: Breadand Roses di Ken Loach (2000)

giovedì 21 febbraio 2008: La febbre di Alessandro D’Alatri (2005)

giovedì 13 marzo 2008: Risorse umane di Laurent Cantet (2000)

giovedì 10 aprile 2008: Il Vangelo secondo precario. Storie di ordinariaflessibilità di Stefano Obino (2005)

 

- giovedì 17 aprile 2008, ore21.00, Centro di Aggregazione Giovanile di Monfalcone AMIANTO MAI PIÙ. QUANDO IL LAVORO RUBA L’ANIMA

Video-inchiesta di Ferruccio Goia sulproblema dell’amianto a Monfalcone

Tutte le iniziative di contrAZIONI netWORK sono ad ingresso libero.

 

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
conferenza stampa "contrAZIONI netWORK" Thu, 27 Sep 2007 15:30:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44410.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44410.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATROCOMUNALE DI MONFALCONE

PROSA 2007-2008

 

 

“contrAZIONI netWORK”
CONVOCAZIONE CONFERENZA STAMPA

 

La S.V. è cortesemente invitata alla conferenza stampa di presentazione di “contrAZIONI netWORK”,la serie di iniziative collaterali a “contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici”,rassegna interna al cartellone di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone.

La conferenza stampa avrà luogo lunedì 1 ottobre, alle ore14.00, presso il Centro diAggregazione Giovanile di Monfalcone (viale San Marco, 70).

 

Saranno presenti: l’Assessore alla CulturaStefano Piredda, l’Assessorealle Politiche Giovanili Cristiana Morsolin,i rappresentanti delle Associazioni “CaricoSospeso”, “EspostiAmianto” e “BandaLarga”, insieme alle quali è stato progettato il programma di “contrAZIONInetWORK”.

 

Confidando nella sua presenza, rimaniamoa completa disposizione per ulteriori informazioni o chiarimenti e cogliamol'occasione per inviare i nostri più cordiali saluti.

 

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

 

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Ben 2 "Olimpici del Teatro" per il cartellone di prosa del Comunale di Monfalcone Mon, 24 Sep 2007 19:20:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44194.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44194.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATROCOMUNALE DI MONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

 

Comunicato stampa – Con viva e cortesepreghiera di pubblicazione

 

Gli “Olimpicidel Teatro” nel nuovo cartellone di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone

 

Grandi nomi della scena teatrale italiana e un articolatopercorso fra la drammaturgia classica e quella contemporanea per la nuovastagione di prosa del Teatro Comunale di Monfalcone.

A confermare l’altissima qualità degli spettacoli in cartellone,la presenza di ben due “Olimpici del Teatro”, i riconoscimenti recentementeassegnati dall’Ente Teatrale Italiano attraverso una giuria composta daoltre 400 esperti fra attori, critici teatrali ed altre professionalità dellospettacolo.

 

L’edizione 2007 del Premio ha infatti riconosciutoquale “Migliore attrice protagonista”Ottavia Piccolo, straordinaria interprete di Processo a Dio. Lospettacolo, che ha riscosso un grandissimo successo nel corso della passatastagione, scritto dal giovane ma già affermato Stefano Massini, mette in scena la rabbia di Elga Firsch,attrice ebrea di Francoforte che chiama Dio a rendere conto dell’Olocausto,massacro tanto barbaro quanto indecifrabile.

“Migliore spettacolo d’innovazione” è statoinvece decretato Romaore 11, fra gli appuntamenti della nuova edizione di contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici, la rassegnache da ormai sei anni caratterizza il cartellone di prosa dando voce agli interpreti eagli spettacoli della scena contemporanea trascurati dai consueti circuiticommerciali.

Tratto dall’inchiesta che Elio Petri, allora giovanegiornalista, condusse per conto del regista Giuseppe De Santis (che ne avrebbe ricavatoil celebre, omonimo film), Roma ore 11mette in scena la miseria e la disperazione ma anche le attese e i sogni delledonne italiane del dopoguerra e si trasforma, attraverso l’energicainterpretazione di quattro bravissime attrici, in una denuncia, tristementeattuale, della condizione lavorativa femminile.

 

Spetta infine a TullioSolenghi, che ha presentato alla televisione la serata degli “Oscardel Teatro”, inaugurare il cartellone di prosa del Comunale di Monfalcone.

Venerdì 2 e sabato 3 novembre questogrande mattatore della scena non soltanto teatrale italiana, reduce dal grandesuccesso riscosso con l’originale rilettura de La bisbetica domata, propone una vivace e divertentissimamessinscena della commedia francese Le nozze di Figaro.

 

A Solenghi fanno seguito altri importanti nomi del teatroitaliano: Massimo Venturiello,regista e interprete dello spettacolo musicale Gastone, ispirato al celeberrimopersonaggio di Petrolini, affiancato dalla bravissima Tosca, sensibile interprete delteatro-canzone; Eros Pagni,protagonista della commedia di Goldoni La famiglia dell’antiquario, recentementepresentata alla Biennale Teatro di Venezia; IsaDanieli, intensa Madre Coraggio nella rilettura proposta dalla regista Cristina Pezzoli della celebre opera diBrecht.

 

Ai grandi classici della storia della drammaturgia (Beaumarchais,Goldoni, Brecht, Pirandello, di cui la collaudata coppia Vetrano/Randisi propone L’uomo, la bestia e la virtù),si intrecciano testi e spettacoli contemporanei, che volgono lo sguardo alpassato per meglio comprendere il presente: dal già citato Processo a Dio di Massini a Non si paga! Non si paga!,la pièce firmata da Dario Fo che torna,a circa trent’anni di distanza, per la regia dello stesso Fo, interpretatada Marina Massironi e Antonio Catania;fino all’ultima fatica di Gioele Dix,che firma insieme a Sergio Fantoni Tutta colpa di Garibaldi, ironica edivertente rilettura della storia patria italiana che porta a riflettere sullanostra identità di individui.

 

Fra gli ospiti di contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici, quest’annodedicata al tema del “lavoro”, troviamo qualche gradito ritorno.

Apre infatti la rassegna Marco Paolini, indiscusso caposcuoladel teatro di narrazione italiano, protagonista di Miserabili. Io e Margaret Thatcher,racconto in forma di ballata che descrive la metamorfosi della società italianaa partire dagli anni Ottanta.

Chiude contrAZIONIAscanio Celestini, noto al grandepubblico per le sue “inchieste da fermo” alla trasmissione di Rai 3“Parla con me”, che con Appunti per un film sulla lotta di classe raccontala voragine costituita dal lavoro precario e riflette su cosa sia rimasto,oggi, della coscienza di classe.

La rassegna ospita inoltre gli spettacoli R 60 ballata operaia,del Teatro dell’Orsa diReggio Emilia; L’artee la maniera di abbordare il proprio capoufficio per chiedergli un aumento,una produzione CSS – Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giuliache vede protagonista Rita Maffei; FIATo sul collo, di econ Ulderico Pesce, in scenainsieme ad Andrea Satta, dei Têtesde Bois.

 

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Teatro Comunale di Monfalcone / Stagione 2007-2008. Il cartellone musicale Fri, 21 Sep 2007 12:10:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44056.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/44056.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATROCOMUNALE DI MONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

La Stagione di Musica 2007-2008 del Teatro Comunale diMonfalcone: un programma ricercato, all’insegna della varietà edell’innovazione

 

Straordinari interpreti della musica internazionale e raffinatescelte di repertorio caratterizzano la stagione musicale del Teatro Comunale diMonfalcone, che apre, martedì 30 ottobre, con un concerto per due pianoforti,affidato a un nome profondamente legato alla storia del Comunale, Louis Lortie, sul palcoscenico, perl’occasione, con l’affascinante pianista Hélène Mercier: un repertorio di forte impatto (dal maturoSchumann pianistico, alle suggestioni del PeerGynt di Edvard Grieg) conferma la grande forza comunicativa delsodalizio.

Ancora autori della grande storia della musica classica eromantica, nella serata che vede protagonista il duo Nikolaj Znaider (violino) e RobertKulek (pianoforte), il primo acclamato per la profonda musicalità ele “vibranti” interpretazioni, il secondo per l’impeccabilesolidità tecnica e per la versatilità stilistica: i due solisti presentano unrepertorio multiforme che si scioglie attraverso alcune celebri pagine di Bach(il bellissimo Concerto in la minore perviolino solo BWV 1003), Beethoven e Schumann. 

Alla fresca lettura di GesaHoppe, Franziska Gottwalde Felicitas Strack, giovani ma giàaffermate interpreti, formatesi presso le più alte accademie di area tedesca,sono affidate alcune delle più belle pagine liederistiche di Robert e ClaraSchumann, tra cui il capolavoro Frauenliebeund Leben, ma anche Myrthene Spanische Liederspiel, edalcuni lieder di Clara, dedicati all’amato compagno.

Il giovanissimo talento del pianoforte Rafal Blechacz, vincitore del primo premioal Concorso Chopin di Varsavia 2005, é ospite al Comunale con un programmacoraggioso per il suo eclettismo, che va dalla scrittura cristallina di Mozart,all’intimismo di Debussy, dalla profondità chopiniana alla grande energiadi Szymanowski.

Continua, all’interno della stagione, il percorsodedicato a Johann Sebastian Bach che vede l’insuperabile Angela Hewitt, portare a terminel’incantevole lettura del Clavicembaloben temperato, iniziata nelle scorse stagioni; a chiudere ilconcerto la melodica leggerezza della Suitefrancese n. 5 insol maggiore.

Prosegue con un altro appuntamento bachiano il pianistaisraeliano Ramin Bahrami che,appena trentunenne, ha consacrato la sua promettente carriera all’operadi Bach: alle sue mani è affidato un altro capolavoro assoluto, L’arte della fuga, da Bahramirecentemente inciso, dopo le VariazioniGoldberg e le 7 Partite,per la Decca.

Ancora rivolto al periodo Sei-settecentesco è il concerto deIl Giardino Armonico, ensemblediretto da Etienne Siebens, cheesplora il linguaggio virtuosistico della musica, tra gli altri, di Haydn,Locatelli e Boccherini in un percorso caratterizzato da un titolo quanto maisignificativo, La casa del diavolo,che richiama, infatti, quel linguaggio denso, virtuosistico edall’intensa passionalità, tipico della scrittura musicaledell’epoca.

Di assoluta rarità è il concerto del periodo di Natale,affidato al notissimo Clemencic Consort:Tamás Kiss, András e PéterKecskés insieme al fondatore dell’ensemble, Renè Clemencic, propongono paginetradizionali dell’area centro-danubiana (la cosiddetta vecchia Ungheria)composte tra il XV e il XVI secolo, rilette dall’ensemble con grandeperizia filologica ed eseguite con rari e pregiati strumenti antichi.

 

La precisa attenzione alla realtà contemporanea, scelta dirinnovamento e di crescita che rende il Teatro Comunale di Monfalcone un unicumin regione, e non solo, connota come nelle passate stagioni, la rassegna ‘900&oltre,più che mai nutrita e ad ampio spettro. Per evidenziare ulteriormente questasua cifra caratteristica, il Teatro offre, da quest’anno, la possibilità diabbonarsi alla sola rassegna, aprezzi molto vantaggiosi.
Il primo appuntamento di ‘900&oltrevede sul palcoscenico il Quintetto Bibiena,attento esploratore della Nuova Musica, affiancato, nella prima parte delconcerto, dal grande percussionista B.C. Manjunath,per un’affascinante contaminazione tra sonorità primitive indiane elinguaggio contemporaneo; il Novecento storico del debussyano La Boîte à Jouxjoux
, previsto nella seconda parteper il solo quintetto, trova nuove dimensioni nella trascrizione di CarloBallarini.

Il Klangforum Wien,protagonista del successivo appuntamento, è un ensemble che si distingue perl’originalità nella ricerca del repertorio: grazie ad essa si èaggiudicato il Leone d’oro alla musica del presente alla 50a edizionedella Biennale di Venezia. A Monfalcone il gruppo propone un excursus dicomposizioni di autori contemporanei (da Sciarrino a Xenakis, fino ai giovaniBenjamin e Manca), testimoni di aree culturali e linguaggi diversissimi.
Il Philharmonische Camerata Berlin,successivo ospite, è un ensemble che riunisce i migliori archi dei BerlinerPhilharmoniker ed abbina la pienezza del suono orchestrale alla ricercacameristica del dettaglio sonoro. Oltre a due pagine originali di Stravinskij (Concerto in re
) e di Šostakovič(Preludio e Scherzo, op. 11),l’ensemble presenta alcune bellissime trascrizioni per gruppo da cameradi Gustav Mahler e di Yuri Bashmet.

E’ poi la volta del giovane duo formato da Igor Bobovich (violoncello) e Elena Kolesnitschenko (pianoforte), che deimaestri della grande scuola russa scelgono coraggiosamente due sonate diProkof’ev e Šostakovič, e si cimentano, assieme, anche con unapagina di rara esecuzione del contemporaneo Anatoly Samonov e con il più analiticolinguaggio di Alfred Šnitke.

Il grande danzatore e coreografo indonesiano Mugiyono Kasiko, protagonista del quintoappuntamento di ‘900&oltre,è un virtuoso delle arti corporee e un attento riscopritore delle centenarietradizioni della sua terra: assieme alla MugiDance Company, Mugiyono inventa creature universali, ora comiche,ora tragiche per uno spettacolo prodigioso per tecnica ed espressività.

Il nome di Paul Hillier,direttore e musicologo, inizialmente legato alla formazione dell’HilliardEnsemble, è oggi sinonimo di coralità: a Monfalcone dirige, nel programmadedicato alle Voci del Baltico,l’Estonian Philharmonic Chamber Choir,uno tra i più famosi ed apprezzati cori dell’area nordeuropea.Interamente dedicato alla lettura di compositori contemporanei nordici, ilconcerto, che conclude la Stagione 2007-2008, non manca di stupefacenti effetti sonori,e di raffinate pagine a cappella, molto poco conosciute ed eseguite inItalia.   

 

Ufficio Comunicazione Roberta Sodomaco – Clara Giangaspero

Tel. 0481 494 369 / teatro@comune.monfalcone.go.it / www.teatromonfalcone.it

 

 

 

 

]]>
Presentazione stagione 2007-2008 Fri, 07 Sep 2007 19:10:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/43387.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/43387.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

TEATRO COMUNALE DIMONFALCONE

PROSA E MUSICA 2007-2008

 

Comunicato stampa – Con viva e cortese preghiera di pubblicazione

 

 

Grandi nomi della musica internazionale e della scenateatrale italiana per la nuova stagione di prosa e concerti del Teatro Comunaledi Monfalcone.

 

L’apertura dellastagione musicale è affidata a un grande amico del Teatro, Louis Lortie, sul palcoscenico conl’affascinante pianista Hélène Mercier:con un repertorio di forte impatto (dal maturo Schumann pianistico, allesuggestioni del Peer Gynt diEdvard Grieg) il sodalizio conferma la sua grande forza comunicativa. Ancoraautori della grande storia della musica classica e romantica, nella serata chevede protagonista il duo Nikolaj Znaider(violino) e Robert Kulek (pianoforte),che attraverso le pagine di Bach, Beethoven e Schumann esprime tutta la suavibrante musicalità. Alla fresca lettura di GesaHoppe, Franziska Gottwald e Felicitas Strack sono affidate alcunedelle più celebri pagine liederistiche di Robert e Clara Schumann, tra cui ilcapolavoro Frauenliebe und Leben,mentre il giovanissimo talento del pianoforte RafalBlechacz si cimenta con un programma coraggioso per il suoeclettismo (da Mozart a Chopin, da Debussy a Szymanowski). Continua il percorsodedicato a Johann Sebastian Bach che vede l’insuperabile Angela Hewitt, portare a terminel’incantevole lettura del Clavicembalo benTemperato, iniziata nelle scorse stagioni; il celeberrimo pianistaisraeliano Ramin Bahrami si dedicainvece a un altro capolavoro assoluto bachiano, L’arte della fuga. Ancora rivolto al periodoSei-settecentesco è il concerto de IlGiardino Armonico, ensemble diretto da Giovanni Antonini, che esplora il linguaggio virtuosisticodella musica, tra gli altri, di Haydn, Locatelli e Boccherini, mentre per ilconcerto natalizio il Clemencic Consort(Tamás Kiss, András e Péter Kecskés insieme a Renè Clemencic) propone rarissime paginetradizionali della vecchia Ungheria del XV e XVI secolo.

 

Caratteristicopunto di forza ed originalità è ancora una volta il calendario di ‘900&oltre, cheesplora i più diversi territori della musica d’oggi: esordisce il Quintetto Bibiena, attento esploratoredella nuova musica che, con ilpercussionista indiano B.C. Manjunath,rivisita i riti musicali indiani tra passato e presente. E ancora all’oriente sonodedicate le affascinanti coreografie virtuosistiche del grande danzatoreindonesiano Mugiyono, con la Mugi Dance Company.Il Klangforum Wien, gruppo da camera, riconosciuto per l’approccio innovativodelle sue interpretazioni, affronta con disinvoltura un programmadedicato a giovani compositori di livello internazionale, mentre è invece ilNovecento storico di Prokof’ev e Šostakovič ad essere messo in rilievo daigiovani Igor Bobovich e Elena Koesnitschenko(violoncello e pianoforte). Il PhilharmonischeCamerata Berlin, formato dai migliori archi dei BerlinerPhilharmoniker riuniti in ensemble da camera, porta a Monfalcone un repertoriodi grande pregio, da alcune grandi pagine del repertorio russo a bellissimetrascrizioni di Mahler e Bashmet. A chiudere la stagione alcune raffinatissimepagine di autori contemporanei nordeuropei, affidate al bravissimo Estonian Philharmonic Chamber Choir,guidato dal grande musicologo e direttore inglese Paul Hillier, famoso per le sue recenti interpretazioni corali,in particolare delle musiche di Arvo Pärt.

 

Ad aprire la stagione di prosa è un grande mattatore dellascena non soltanto teatrale italiana. Si tratta di Tullio Solenghi che, dopo il grande successo riscosso conl’originale rilettura de La bisbetica domata,propone una vivace e divertentissima messinscena della commedia francese Le nozze di Figaro.

A Solenghi fanno seguito altri importanti nomi della scenateatrale italiana: Massimo Venturiello,regista e interprete dello spettacolo musicale Gastone, ispirato al celeberrimopersonaggio di Petrolini; Eros Pagni,protagonista della commedia di Goldoni La famiglia dell’antiquario, recentementepresentata alla Biennale Teatro di Venezia; OttaviaPiccolo, interprete dello spettacolo Processo a Dio, che ha riscosso ungrandissimo successo nel corso della passata stagione; Marina Massironi e Antonio Catania, chediretti da Dario Fo rimettono inscena il celebre testo Nonsi paga! Non si paga!; IsaDanieli, intensa Madre Coraggio nella rilettura proposta dalla regista Cristina Pezzoli della celebre opera diBrecht.

Quello proposto dal Comunale di Monfalcone è un percorso frateatro classico (Beaumarchais, Goldoni, Pirandello, Brecht) e teatrocontemporaneo (Dario Fo, Gioele Dix, il giovane ma già affermato StefanoMassini) che alle pièce più conosciute dal grande pubblico affianca alcunitesti nuovi ed originali. Ne è un esempio l’ultima fatica di Gioele Dix, che firma insieme a SergioFantoni, regista dello spettacolo, Tutta colpa di Garibaldi, ironica e divertenterilettura della storia patria italiana che porta a riflettere sulla nostraidentità di individui.

 

Fra gli ospiti di contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici, larassegna che da ormai sei anni caratterizza il cartellone di prosadando voce agli interpreti e agli spettacoli della scena contemporaneatrascurati dai consueti circuiti commerciali, troviamo qualche gradito ritorno.

Apre infatti la rassegna Marco Paolini, indiscusso caposcuoladel teatro di narrazione italiano, protagonista di Miserabili. Io e Margaret Thatcher,racconto in forma di ballata che descrive la metamorfosi della società italiana apartire dagli anni Ottanta.

Chiude contrAZIONIAscanio Celestini, noto al grandepubblico per le sue “inchieste da fermo” alla trasmissione di Rai 3 “Parla conme”, che con Appunti perun film sulla lotta di classe racconta la voragine costituitadal lavoro precario e riflette su cosa sia rimasto, oggi, della coscienza diclasse.

Dedicata al tema del “lavoro”, la rassegna ospita inoltre gli spettacoli R 60 ballata operaia,del Teatro dell’Orsa di ReggioEmilia; Roma ore 11,tratto dalla celebre inchiesta di Elio Petri;L’arte e la maniera diabbordare il proprio capoufficio per chiedergli un aumento, unaproduzione CSS – Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia chevede protagonista Rita Maffei; FIATo sul collo, di econ Ulderico Pesce, in scenainsieme ad Andrea Satta, dei Têtesde Bois.

 

Fra le novità relativeagli abbonamenti (la campagna avrà inizio il 24 settembre), lapossibilità di sottoscrivere, nell’ambito del cartellone dei concerti, un abbonamento alla sola rassegna ‘900&oltre; confermatainoltre, in relazione alla stagione di prosa, la sottoscrizione di unabbonamento alla sola rassegna contrAZIONI.

 

 

Ufficio Comunicazione

Roberta Sodomaco / Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovia segnalarcelo immediatamente.

]]>
Le sorelle Labèque in "Flamenco" chiudono la stagione musicale Fri, 30 Mar 2007 13:49:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/36868.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/36868.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

Nuovo Teatro Comunale di Monfalcone
www.teatromonfalcone.it

 

 

Stagionedi Musica 2006-2007
“Flamenco”: Katia& Marielle Labèque (pianoforti) e Mayte Martín (cantora) chiudono la stagione musicale del TeatroComunale di Monfalcone (martedì 3 aprile)

 

La stagione musicale del Teatro Comunaledi Monfalcone si conclude con un appuntamento d’eccezione, interamentededicato al flamenco: martedì 3 aprile, alle 20.45, il Comunale ospita Katia e Marielle Labèque ai pianoforti e lacelebre “cantaora” di flamenco MayteMartín per un fittissimo programma dedicato alle più importanticanzoni tradizionali spagnole, riproposte e rivisitate in vari stili (da autoricome Manuel deFalla, Joaquín Rodrigo, Enrique Granados, Maurice Ravel,Carlos Gardel, Federico García Lorca solo per citarne alcuni).

 

Katia e Marielle Labèque sono duepianiste assolutamente anticonformiste e dominano un repertorio eclettico eoriginale. Fin dall’inizio, si sono dedicate alla musica contemporaneae a compositori come Boulez, Berio, Ligeti e Messiaen. Il loro repertoriocomprende una vasta gamma di stili che sembrano in contraddizione uno conl’altro ma Katia e Marielle si muovono disinvoltamente tra Bach, Brahms,Liszt, Mozart, Stravinskij, Gershwin, Bernstein, Takemitsu, Lutoslawskij e igiovani compositori contemporanei. In duo Katia e Marielle hanno fatto unasbalorditiva carriera a livello internazionale, richieste dalle più prestigioseorchestre e dai più importanti direttori.

Autrici di pluripremiate incisioni con le più importanticase discografiche del mondo, hanno fondato la propria casa discografica, la KML Recordings, chesi propone una visione che va oltre la musica classica per esplorare nuoviterritori dove trovano posto rock, elettronica, musica contemporanea,improvvisazione e video. Nel 2005 hanno costituito anche la Fondazione KML, chesi prefigge lo sviluppo e la diffusione del repertorio per due pianofortiattraverso l’incontro di artisti di ogni tipo, siano essi musicisti,cineasti o scrittori.


Mayte Martín non è e non vuolessere considerata esclusivamente una cantante di flamenco, benché riconoscache le sue origini attingono alla tradizione del flamenco, che ha imparatoascoltando i dischi del padre. Contemporaneamente si è avvicinata al bolero enel corso della sua carriera ha frequentato diversi stili musicali. Ha comunquesempre trovato la propria ispirazione nella tradizione popolare a cui adatta il proprio stile intenso, fatto disobrietà e grande calore. Ha cantato molto nelle “flamencopeñas” di Barcellona, dove è esplosa la sua fama dopo la vittoria, nel1987, della Lámpara Minera al Concurso Nacional de Cante de las Minas. Oltre a registrazionidedicate al flamenco, Mayte Martín ha inciso due dischi di bolero, uno con ilpianista jazz Tete Montoliù e l’altro con Moncho.

 

Sulletracce lasciate da celebri compositori del passato come de Falla, Granados,Rodrigo e molti altri, icompositori Lluís Vidal e Joan Albert Armagós propongono la loropersonale rivisitazione di antiche canzoni tradizionali spagnole (da Zorongo a Café de Chinitas, da La Maja dolorosaa Pastorcillo santo, da Soneto de Amor a Nana),per dar vita ad una creazione in grado di raccogliere ed abbracciare tutto ilcalore, il ritmo e la passione del flamenco. La straordinaria semplicità deibrani tratti dalla tradizione popolare ha permesso una molteplicità di lettureed interpretazioni a livello sia armonico, sia ritmico, sia formale, adattateallo speciale organico dei due pianoforti e della calda voce della“cantaora”. Il risultato finale è dunque frutto delle numerosepossibilità tecniche e dei tocchi di colore offerti dagli strumenti, oltre chedella straordinaria energia e della elevata qualità artistica delle interpretie committenti dell’opera, Katia e Marielle Labèque. Laloro esecuzione, unitamente all’ardore della straordinaria voce di MayteMartín, conferiscono aquesto lavoro – marcatamente figlio della cultura spagnola e mediterranea– un valore a tratti universale che lo rende adatto ad essere accolto eapprezzato da un pubblico sempre più abituato alla convivenza e al dialogo fraculture e mondi lontani.

 

martedì3 aprile, ore20.45

“Flamenco”

Katia& Marielle Labèque, pianoforti

Mayte Martín, cantora

In programma musiche di Lluís Vidal, Manuel de Falla, JoaquínRodrigo, Enrique Granados, Maurice Ravel, Rafael de León, Mayte Martín, JoséLuis Montón, Carlos Gardel,Alfredo Le Pera, Federico García Lorca, Joan AlbertAmargós, Paco de Lucía, Juan Valderrama

 

Prevendita
c/o Biglietteria delTeatro, dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19.

Prenotazionetelefonica
Chi risiede fuoriMonfalcone può prenotare telefonicamente (tel. 0481 790 470, dal lunedì alsabato, dalle 17 alle 19) al massimo due posti, a partire dal secondo giorno diprevendita (informazioni più dettagliate sul sito del Teatro).

Acquisto online
Prenotazione e acquisto,tramite carta di credito, sul sito www.greenticket.it.

 

 

Ufficio Comunicazione: Roberta Sodomaco - Clara Giangaspero (tel.0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Il "Don Chisciotte" di Maurizio Scaparro a Monfalcone (30 e 31 marzo) Tue, 27 Mar 2007 11:49:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/36671.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/36671.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

Nuovo Teatro Comunale di Monfalcone

www.teatromonfalcone.it

 

 

STAGIONE DI PROSA2006-2007

DON CHISCIOTTE. FRAMMENTI DI UN DISCORSOTEATRALE, di Maurizio Scaparro (30 e 31 marzo), chiude la stagione diprosa del Comunale di Monfalcone

 

La stagione diprosa del Teatro Comunale di Monfalcone si conclude, venerdì 30 e sabato 31 marzo, alle ore 20.45, con un vero e proprio viaggio frale “macchinerie dell'illusioneteatrale”. Si tratta di Don Chisciotte. Frammenti di un discorso teatrale, lospettacolo che il regista Maurizio Scaparroha tratto dal Don Quijote de la Manchadi Miguel de Cervantes, il cui adattamento è firmato dallo stesso Scaparroinsieme a Rafael Azcona e Tullio Kezich

 

Il Don Chisciottedi Maurizio Scaparro, una co-produzione Compagnia Italiana e CompagniaGli Ipocriti, viene riproposto in una nuova edizione, dopo lostraordinario successo ottenuto venti anni fa sui maggiori palcosceniciitaliani, europei e degli Stati Uniti e in occasione delle celebrazioni che il governo spagnolo ha organizzato in Europa per il IV centenario della prima pubblicazione delcelebre romanzo di Cervantes.

 

Interpretato da Pino Micol,che veste i panni del mitico eroe, e da AugustoFornari, in quelli del fido scudiero Sancho Panza, lo spettacolo siavvale di alcune prestigiose collaborazioni: i costumi, infatti, sono a cura diLele Luzzati, le scene di Roberto Francia e le musiche portano lafirma di Eugenio Bennato.

In scena, inoltre, accanto agli attori, i meravigliosi Pupi dei Figli d’Arte Cuticchio, animati da FilippoVerna Cuticchio.

 

Lo spazio che ilregista ha immaginato per questo suo DonChisciotte è, come scrive nella presentazione, “moltosemplicemente un teatro, anzi unvecchio cadente rotto ex teatro,dove al posto della platea esiste solo una pista di terra battuta, dove forseun giorno crescerà l’erba, e dove, miracolosamente, sopravvive un vecchioex palcoscenico, nudo, conqualche ricordo residuo di macchinerie teatrali, povere e semplici macchine della illusionee della fantasia: che muovono il sipario, modificano le luci,creano il vento, la pioggia, ituoni, gli antichi eterni trucchi,le illusioni, del teatro di tutti itempi”.

 

“Il mio DonChisciotte – dichiara ancora Scaparro – è la festa, lamalinconia, la solitudine, insomma ilteatro. Parente stretto di Amleto, questo personaggio cavalleresco ecarnevalesco vive nell’età del ferro ma sogna l’etàdell’oro”.

 

venerdì 30 e sabato31 marzo 2007, ore 20.45

Don Chisciotte. Frammenti di un discorsoteatrale

adattamento di Rafael Azcona, Tullio Kezich, MaurizioScaparro

regia di Maurizio Scaparro

con Pino Micol, Augusto Fornari

musiche di Eugenio Bennato

una produzione Gli Ipocriti - Compagnia Italiana

 

Prevendita
c/o Biglietteria del Teatro, dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19.

Prenotazione telefonica
Chi risiede fuori Monfalcone può prenotare telefonicamente (tel. 0481 790 470,dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19) al massimo due posti, a partire dalsecondo giorno di prevendita (informazioni più dettagliate sul sitodel Teatro
).

Acquisto on line
Prenotazione e acquisto, tramite carta di credito, sul sito www.greenticket.it
.

 

 

UfficioComunicazione: Roberta Sodomaco – Clara Giangaspero (tel. 0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento didati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs.dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momentola conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previstodall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma puòsuccedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in talcaso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di postaelettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitarefastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'orainvitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>
Henschel Quartett (giovedì 29 marzo 2007) Mon, 26 Mar 2007 12:00:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/36617.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/36617.html Teatro Comunale di Monfalcone Teatro Comunale di Monfalcone

Nuovo Teatro Comunale di Monfalcone

www.teatromonfalcone.it

 

 

Stagionedi Musica 2006-2007
Henschel Quartet (giovedì 29marzo 2007)

 

Il prossimo appuntamento della stagioneconcertistica del Teatro Comunale diMonfalcone è dedicato alla musica da camera, e vede sul palcoscenicoil Quartetto Henschel: giovedì 29 marzo, alle ore 20.45, l’ensemble interpreterà musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy, Erwin Schulhoff e Alban Berg.


Il Quartetto Henschel,ripetutamente elogiato per “il brio e l’audacia che altreformazioni raramente dimostrano” e perché “capace di musica magicae siderea”, nasce dall’iniziativa dei fratelli Henschel che trovanonel violoncellista Mathias Beyer-Karlshøj il partner ideale per questaformazione.

Glianni di studio con il Quartetto Amadeus, con Beyer e di seguito con i quartettiAlban Berg, La Salle e Melos li hanno messi a confronto con i livelliinternazionali più alti. Nel 1995 il quartetto vince tre dei più rinomaticoncorsi internazionali: ad Evian, Banff e Salisburgo; segue il debutto neicentri più importanti della musica classica.

Presso la Wigmore Hall diLondra sostituirono all’ultimo momento il Quartetto Juilliard,trasmessi live dalla BBC. Questi successi hanno elevato il Quartetto Henschelalla “prima classe dei quartetti d’arco più importanti delmondo.”  (Westdeutsche Allgemeine Zeitung).

IlQuartetto Henschel è regolarmente ospite delle stagioni concertistiche piùnote. Si esibisce nei festival più famosi quali: Tanglewood/USA, presso i“Proms Concerts“ a Londra, alla “Schubertiade“ diFeldkirch, e molti altri, e conta oltre 80 concerti all’anno presso ilConcertgebouw di Amsterdam, il Tivoli di Kopenhagen, a Glasgow (BBC),Stoccarda, Monaco, Giappone, Australia. I componenti dell’Henschel siesibiscono frequentemente assieme a colleghi altrettanto noti come RadovanVlatkovic, Sharon Kam, Eduard Brunner, Alfredo Perl, Christian Elsner,Magdalena Kozena, e molti altri. Apprezzati per l’affinità, il loro suonounico e la gioia che trasmettono sono stati più volte reinvitati in Danimarca,Australia e Giappone dove abitualmente eseguono sempre cicli interi diquartetti.

Dal1998 hanno un loro festival presso il monastero di Seligenstadt,  dove è natoanche un nuovo centro della musica da camera che gode di fama internazionale.Numerose sono le incisioni del Quartetto Henschel, tra le quali emergono quelladei Quartetti di Mendelssohn,premiata con il premio della critica discografica tedesca (“Preis derdeutschen Schallplattenkritik”) e l’incisione dei quartetti diGinastera  premiata dalla “Grammophone”.

Per la Deutsche Grammophonehanno inciso molte opere novecentesche.


Due i Quartetti di Felix Mendelssohn-Bartholdy
, interpretatidal quartetto, che rappresentano due momenti molto diversi della biografia edell’arte del compositore: il Quartetto in re maggiore op. 44.1 è tra ipreferiti di Mendelssohn, e viene composto nel 1838, periodo di grande e serenacreatività, in cui è da poco nominato direttore del Gewandhaus di Lipsia etrascorre sereni viaggi in compagnia della nuova sposa. La linearità, lo stileaperto, la trasparenza formale sono quelle tipiche dello stile esplicito espontaneamente romantico di Mendelssohn. Non lo stesso si può dire del Quartetto in fa minore, op. 80
,composto pochi mesi prima di morire, e dopo aver ricevuto la notizia dellamorte dell’amata sorella Fanny, dalla quale non riesce più a riprendersi.Uno stile inusitatamente turbolento e angoscioso conduce tutta la composizione,quasi sovrastando la caratteristica linearità e la limpidezza mendelssohniane,per una delle opere sicuramente più significative di tutta la sua produzione.

ErwinSchulhoff è un musicista ebreo(in particolare brillante pianista), operante in Germania, ma nato a Praga:durante il nazismo, fu costretto a fuggire e riuscì a farsi assumere comepianista presso la radio di Praga, ma fu scoperto dai nazisti e deportato nelcampo di Wülzburg, dove morì: in omaggio al compositore, non sempre moltoeseguito, il Quartetto Henschel esegue il Quartetto n. 1.

Il Quartettoop. 3 di Alban Bergè l’ultimo scritto dal compositore sotto la guida dell’insegnante ArnoldSchönberg: articolato in due movimenti (il primo presenta una lunga coda diandamento lento), manifesta con straordinaria evidenza l’attitudineberghiana a presentare un discorso musicale partendo da cellule elementari.Singoli elementi melodici minimi sono sottoposti ad attenta ed emozionanteelaborazione.

 

Giovedì29 marzo, ore20.45

HenschelQuartett

In programma musiche di Felix Mendelssohn-Bartholdy, Erwin Schulhoff, Alban Berg

 

Prevendita
c/o Biglietteria del Teatro, dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19.

Prenotazione telefonica
Chi risiede fuori Monfalcone può prenotare telefonicamente (tel. 0481 790 470,dal lunedì al sabato, dalle 17 alle 19) al massimo due posti, a partire dalsecondo giorno di prevendita (informazioni più dettagliate sul sito del Teatro
).

Acquisto on line
Prenotazione e acquisto, tramite carta di credito, sul sito www.greenticket.it
.

 

 

Ufficio Comunicazione: Roberta Sodomaco – Clara Giangaspero (tel.0481 494 369)

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003 art. 13.Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di datipersonali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono darichieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi dipubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nelrispetto del Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potràrichiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica ocancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mailsono in copia nascosta ma può succedere che il messaggio pervenga anche apersone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendocome indicato l'indirizzo di posta elettronica che desiderate rimuovere dallalista. Abbiamo cura di evitare fastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenissece ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

]]>