Comunicati.net - Comunicati pubblicati - MetaAlternativa Comunicati.net - Comunicati pubblicati - MetaAlternativa Wed, 23 Sep 2020 01:40:33 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/26378/1 Insolita Mente Fri, 14 Aug 2020 15:36:54 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/655514.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/655514.html MetaAlternativa MetaAlternativa

 

 

INSOLITA MENTE
Vania Elettra Tam

a cura di Carlo Micheli

22 agosto – 18 settembre 2020

Portopiccolo Art Gallery
strada Le Botteghe
34011 Portopiccolo Sistiana (TS)

Insolita Mente", a cura di Carlo Micheli, è la mostra che Vania ElettraTam inaugura nella splendida cornice di Portopiccolo a Trieste, dove espone, a 4 anni di distanza, all’Art Gallery di Fabio Fonda.


Lo fa con immagini stravaganti generate dall’innesto di vari elettrodomestici nelle teste (nella mente) delle dame del Pollaiolo creando così un anacronismo lampante, ma anche con la rappresentazione di pesci (pensieri) immersi all’interno o all’esterno della “boccia” cranica di donne contemporanee, oppure con ritratti maschili trasformati dall’inserimento di marchingegni casalinghi in “soldatini”.

 

Dunque la testa, la mente, è al centro dei nuovi cicli pittorici di Vania Elettra Tam, sia nel caso di Tecnologica-mente, il ciclo pittorico dove i crani non sono semplicemente sormontati ma si mutano in protuberanze elettroniche, dissacrante parodia de “l’uomo moltiplicato” marinettiano, sia in Natural-mente, la ricerca più recente e intima dell’artista, dove pesci allegorici, che simboleggiano differenti stati mentali, fluttuano in cerca di una condizione ottimale.

orari: 

martedì giorno di chiusura gli altri giorni dalle 17 alle 21
o su appuntamento
info@fabiofonda.art
+39 3492200426
#portopiccolo #lifeinportopiccolo
facebook.com/sistianaportopiccolo

]]>
CAROUSEL al To be Kind Sun, 08 Dec 2019 19:24:44 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/610457.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/610457.html MetaAlternativa MetaAlternativa

 

CAROUSEL

Inaugurazione: martedì 10 dicembre 2019 ore 19.30

Luogo: To be Kind di Loredana Galante, Via Carlo Imbonati 81, Milano

 

Artisti in mostra: Marianna Bussola, Felipe Cardena, Anna Caruso, Antonella Casazza, Massimo Dalla Pola, Francesco De Molfetta , Ilaria Del Monte, Annalisa Fulvi, Loredana Galante, Debora Garritani, Iulia Ghita, Marta Mez, Isabella Nazzarri, Maurizio Orrico, Michael Rotondi, Milena Sgambato, Chiara Sorgato, Vania Elettra Tam

 

 

 

“Essi fendono la notte in un carosello sconclusionato, invadono la notte, splendidi padroni della notte” (Pier Paolo Pasolini, “Verso le Terme di Caracalla”)

 

La mostra è organizzata nello studio To be Kind di Loredana Galante ed ospita le opere di 18 artisti che vivono e operano a Milano.

L’idea del carosello è legata al significato figurato del movimento e dell’esibizione, che accomuna i tratti della ricerca di ogni singolo artista coinvolto.

Gli autori mettono in scena una grande quadreria della lunghezza 6 metri, costituita da circa 35 opere di piccolo formato che rappresentano ognuna un tassello del vortice di “Carousel”. L’esposizione accompagna i visitatori in un cammino che ripercorre i toni giocosi e innocenti dell’infanzia per addentrarsi in una riflessione sulla vita, sul trascorrere del tempo e sul mondo che gira, letteralmente e metaforicamente, senza mai arrestarsi.

In una società liquida come quella contemporanea, il simbolo della giostra diventa un punto di rottura e, al tempo stesso, di congiunzione tra la frenesia dell’invisibilità e la volontà atavica di una riflessione profonda sull’Essere umano.

 

 

 

To be Kind:

Porsi in relazione è il tema portante del lavoro di Loredana Galante: un esercizio di inclusione e confronto, di capitalizzazione delle radici, di rispetto; un conferire costantemente importanza all'altro da sé. Il suo lavoro attraversa gli strati emozionali, riabilita la gentilezza, esalta il sentimento “Si condividono proposte purché Kind".

To be Kind è dunque un modo di concepire l'arte e la realtà, ma è pure uno spazio da visitare, un atelier, un terminale d’incontri e proposte, attivo da due anni a Milano in via Carlo Imbonati 81. L'approccio inclusivo di Loredana Galante ha inteso realizzare in questo spazio colorato e controtendenza eventi culturali e solidali, laboratori d'arte.
L’esperienza tutta da vivere di To be Kind si completa con la presenza di due stanze per gli ospiti.

 

 

 

 

Titolo: CAROUSEL

Periodo: 10|12|2019 – 10|01|2020

Inaugurazione: martedì 10 dicembre 2019 ore 19.30

Sede: To be Kind di Loredana Galante, Via Carlo Imbonati 81, Milano

 

visite su appuntamento – 3388834826 - info@loredanagalante.it

]]>
info@fratturascomposta.it Wed, 16 Oct 2019 08:53:57 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/603205.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/603205.html MetaAlternativa MetaAlternativa

La donna moltiplicata
Evita Andújar | Vania Elettra Tam

a cura di Carlo Micheli
16|31 ottobre 2019
Inaugurazione mercoledì 16 ottobre dalle 18.00 alle 21.00
Galleria Francesco Zanuso
Corso di Porta Vigentina 26 - Milano
"La donna moltiplicata" è il titolo della bi-personale curata da Carlo Micheli, che si terrà presso la Galleria Francesco Zanuso, da mercoledì 16 a giovedì 31 ottobre. Le due artiste chiamate a realizzare questa mostra sono Evita Andújar, andalusa di nascita, romana d’adozione e la comasca naturalizzata milanese Vania Elettra Tam.
 
Si tratta di uno sguardo al femminile, come femminili sono i sostantivi, ironia, genialità, tecnica, fantasia, intelligenza, sensibilità e bellezza. La proposta delle due artiste si avvale di tutte queste caratteristiche, ponendosi, sia pure con tecniche e linguaggi differenti, in una dimensione “sospesa”, che consente loro di abbattere le barriere temporali, dilatandole, comprimendole o, addirittura, eludendole.

Evita Andújar si impadronisce, rubandoli, degli attimi fuggenti che le frequentatrici dei social “postano” per dar conto dei propri stati d'animo. La sfida accettata dall'artista d'origine spagnola consiste nel dilatare l’istante colto in un sefie approfondendo la personalità del soggetto, riuscendo a ricostruire “storie” che hanno nello scatto il momento culminante. Caratterizzati da una tecnica raffinata, mutuata dal suo passato di restauratrice, i dipinti di Evita sono immagini paradigmatiche delle eroine inquiete dei nostri giorni, donne moltiplicate, preda di un vortice dinamico che le trasforma in archetipi di una nuova femminilità, più complessa, più multiforme, più consapevole della fugacità dell'esistenza, del fatto che il quarto d'ora di celebrità spettante ad ognuno, prefigurato da Andy Warhol, era stimato per eccesso.

Vania Elettra Tam, per contro, si è idealmente intrufolata nel segretissimo backstage leonardesco, ricostruendo le dinamiche che hanno consentito la creazione di alcuni noti capolavori. Nell’atelier acconciatrici, sarte, truccatrici, semplici garzoni, tutti stanno dando il meglio di sé per allestire la perfetta rappresentazione… Tutto ciò accade nella mente ironico-sognatrice di Vania, attraverso una smitizzazione sorridente, che scivola con leggerezza e intelligenza verso una dimensione surreale, dove il tempo è svuotato d’ogni rigidità e diviene un’entità plasmabile, depistabile, non indispensabile. Non mancano tocchi caricaturali, in un continuo rimando tra finzione e immaginazione, dove l’apparente realismo rappresentativo precipita di fatto la realtà in un vortice di nonsense e anacronismi.

P.S. La donna moltiplicata, a differenza dell'uomo-macchina marinettiano, non subisce modificazioni fisiche o psichiche, né nega i sentimenti per raggiungere una dimensione robotica; non cancella la poesia né attenta al “chiaro di luna”... È una “donna soggetto”, multiforme, creativa, sensibile e attuale. E' LA DONNA, senza bisogno di aggettivi. 

Carlo Micheli
Evita Andújar

Nasce a Écija in Spagna, vive a Roma. Ha studiato Pittura e Restauro all’Accademia di Belle Arti di Siviglia. Nel 2000 viene in Italia come borsista all’Accademia di Spagna in Roma. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti ed è stata invitata a partecipare a mostre nazionali e internazionali.
www.evitaandujar.com

Vania Elettra Tam

Nasce a Como, vive a Milano.  Si è formata alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Fra le mostre più importanti: 54° Biennale di Venezia; 2016 personale al Museo di Šibenik; 2017 personale al Palazzo della Ragione di Mantova; 2019 Residenza d’artista ad Amman; 2019 Realizza il 43° Palio di Montagnana.
www.vaniaelettratam.it
INFORMAZIONI

titolo: La donna moltiplicata
artisti: Evita Andújar | Vania Elettra Tam
curatela: Carlo Micheli
sede: Galleria Francesco Zanuso
indirizzo: Corso di Porta Vigentina 26 - 20122 Milano
date: dal 16 al 31 ottobre 2019
inaugurazione: mercoledì 16 ottobre dalle 18.00 alle 22.00
orari: da lunedì a giovedì 15.00 - 19.00 | venerdì e in altri orari su appuntamento
mobile: +39 335 6379291
e-mail: francesco.zanuso@gmail.com
sito: www.galleriafrancescozanuso.com
mediapartner: Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine
Scarica il banner dell'evento
Scarica il comunicato in formato PDF
Scarica l'immagine di un'opera di Evita Andújar
Scarica l'immagine di un'opera di Vania Elettra Tam
Facebook
Website






This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Frattura Scomposta contemporary art magazine · via sant'abbondio, 019, 3° piano · milano, mi 20142 · Italy

Email Marketing Powered by Mailchimp
]]>
La donna moltiplicata - Evita Andújar | Vania Elettra Tam Wed, 09 Oct 2019 12:43:12 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/602253.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/602253.html MetaAlternativa MetaAlternativa

La donna moltiplicata

Evita Andújar | Vania Elettra Tam

a cura di Carlo Micheli

16|31 ottobre 2019
inaugurazione mercoledì 16 ottobre dalle 18.00 alle 22.00

Galleria Francesco Zanuso
Corso di Porta Vigentina 26 - Milano

 

"La donna moltiplicata" è il titolo della bi-personale curata da Carlo Micheli, che si terrà presso la Galleria Francesco Zanuso, da mercoledì 16 a giovedì 31 ottobre. Le due artiste chiamate a realizzare questa mostra sono Evita Andújar, andalusa di nascita, romana d’adozione e la comasca naturalizzata milanese Vania Elettra Tam.

 

Si tratta di uno sguardo al femminile, come femminili sono i sostantivi, ironia, genialità, tecnica, fantasia, intelligenza, sensibilità e bellezza. La proposta delle due artiste si avvale di tutte queste caratteristiche, ponendosi, sia pure con tecniche e linguaggi differenti, in una dimensione “sospesa”, che consente loro di abbattere le barriere temporali, dilatandole, comprimendole o, addirittura, eludendole.

 

Evita Andújar si impadronisce, rubandoli, degli attimi fuggenti che le frequentatrici dei social “postano” per dar conto dei propri stati d'animo. La sfida accettata dall'artista d'origine spagnola consiste nel dilatare l’istante colto in un sefie approfondendo la personalità del soggetto, riuscendo a ricostruire “storie” che hanno nello scatto il momento culminante. Caratterizzati da una tecnica raffinata, mutuata dal suo passato di restauratrice, i dipinti di Evita sono immagini paradigmatiche delle eroine inquiete dei nostri giorni, donne moltiplicate, preda di un vortice dinamico che le trasforma in archetipi di una nuova femminilità, più complessa, più multiforme, più consapevole della fugacità dell'esistenza, del fatto che il quarto d'ora di celebrità spettante ad ognuno, prefigurato da Andy Warhol, era stimato per eccesso.

 

Vania Elettra Tam, per contro, si è idealmente intrufolata nel segretissimo backstage leonardesco, ricostruendo le dinamiche che hanno consentito la creazione di alcuni noti capolavori. Nell’atelier acconciatrici, sarte, truccatrici, semplici garzoni, tutti stanno dando il meglio di sé per allestire la perfetta rappresentazione… Tutto ciò accade nella mente ironico-sognatrice di Vania, attraverso una smitizzazione sorridente, che scivola con leggerezza e intelligenza verso una dimensione surreale, dove il tempo è svuotato d’ogni rigidità e diviene un’entità plasmabile, depistabile, non indispensabile. Non mancano tocchi caricaturali, in un continuo rimando tra finzione e immaginazione, dove l’apparente realismo rappresentativo precipita di fatto la realtà in un vortice di nonsense e anacronismi.

 

P.S. La donna moltiplicata, a differenza dell'uomo-macchina marinettiano, non subisce modificazioni fisiche o psichiche, né nega i sentimenti per raggiungere una dimensione robotica; non cancella la poesia né attenta al “chiaro di luna”... È una “donna soggetto”, multiforme, creativa, sensibile e attuale. E' LA DONNA, senza bisogno di aggettivi. 

Carlo Micheli

 

Evita Andújar
Nasce a Écija in Spagna, vive a Roma. Ha studiato Pittura e Restauro all’Accademia di Belle Arti di Siviglia. Nel 2000 viene in Italia come borsista all’Accademia di Spagna in Roma. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti ed è stata invitata a partecipare a mostre nazionali e internazionali.
www.evitaandujar.com

 

Vania Elettra Tam
Nasce a Como, vive a Milano.  Si è formata alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Fra le mostre più importanti: 54° Biennale di Venezia; 2016 personale al Museo di Šibenik; 2017 personale al Palazzo della Ragione di Mantova; 2019 Residenza d’artista ad Amman; 2019 Realizza il 43° Palio di Montagnana.
www.vaniaelettratam.it

 

 

titolo: La donna moltiplicata

artisti: Evita Andújar | Vania Elettra Tam

curatela: Carlo Micheli

sede: Galleria Francesco Zanuso

indirizzo: Corso di Porta Vigentina 26 - 20122 Milano

date: dal 16 al 31 ottobre 2019

inaugurazione: mercoledì 16 ottobre dalle 18.00 alle 22.00

orari: da lunedì a giovedì 15.00 - 19.00 | venerdì e in altri orari su appuntamento

mobile: +39 335 6379291

e-mail: francesco.zanuso@gmail.com

sito: www.galleriafrancescozanuso.com

mediapartner: Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine

]]>
La donna moltiplicata - Evita Andújar | Vania Elettra Tam Wed, 09 Oct 2019 12:42:36 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/602252.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/602252.html MetaAlternativa MetaAlternativa

La donna moltiplicata

Evita Andújar | Vania Elettra Tam

a cura di Carlo Micheli

16|31 ottobre 2019
inaugurazione mercoledì 16 ottobre dalle 18.00 alle 22.00

Galleria Francesco Zanuso
Corso di Porta Vigentina 26 - Milano

 

"La donna moltiplicata" è il titolo della bi-personale curata da Carlo Micheli, che si terrà presso la Galleria Francesco Zanuso, da mercoledì 16 a giovedì 31 ottobre. Le due artiste chiamate a realizzare questa mostra sono Evita Andújar, andalusa di nascita, romana d’adozione e la comasca naturalizzata milanese Vania Elettra Tam.

 

Si tratta di uno sguardo al femminile, come femminili sono i sostantivi, ironia, genialità, tecnica, fantasia, intelligenza, sensibilità e bellezza. La proposta delle due artiste si avvale di tutte queste caratteristiche, ponendosi, sia pure con tecniche e linguaggi differenti, in una dimensione “sospesa”, che consente loro di abbattere le barriere temporali, dilatandole, comprimendole o, addirittura, eludendole.

 

Evita Andújar si impadronisce, rubandoli, degli attimi fuggenti che le frequentatrici dei social “postano” per dar conto dei propri stati d'animo. La sfida accettata dall'artista d'origine spagnola consiste nel dilatare l’istante colto in un sefie approfondendo la personalità del soggetto, riuscendo a ricostruire “storie” che hanno nello scatto il momento culminante. Caratterizzati da una tecnica raffinata, mutuata dal suo passato di restauratrice, i dipinti di Evita sono immagini paradigmatiche delle eroine inquiete dei nostri giorni, donne moltiplicate, preda di un vortice dinamico che le trasforma in archetipi di una nuova femminilità, più complessa, più multiforme, più consapevole della fugacità dell'esistenza, del fatto che il quarto d'ora di celebrità spettante ad ognuno, prefigurato da Andy Warhol, era stimato per eccesso.

 

Vania Elettra Tam, per contro, si è idealmente intrufolata nel segretissimo backstage leonardesco, ricostruendo le dinamiche che hanno consentito la creazione di alcuni noti capolavori. Nell’atelier acconciatrici, sarte, truccatrici, semplici garzoni, tutti stanno dando il meglio di sé per allestire la perfetta rappresentazione… Tutto ciò accade nella mente ironico-sognatrice di Vania, attraverso una smitizzazione sorridente, che scivola con leggerezza e intelligenza verso una dimensione surreale, dove il tempo è svuotato d’ogni rigidità e diviene un’entità plasmabile, depistabile, non indispensabile. Non mancano tocchi caricaturali, in un continuo rimando tra finzione e immaginazione, dove l’apparente realismo rappresentativo precipita di fatto la realtà in un vortice di nonsense e anacronismi.

 

P.S. La donna moltiplicata, a differenza dell'uomo-macchina marinettiano, non subisce modificazioni fisiche o psichiche, né nega i sentimenti per raggiungere una dimensione robotica; non cancella la poesia né attenta al “chiaro di luna”... È una “donna soggetto”, multiforme, creativa, sensibile e attuale. E' LA DONNA, senza bisogno di aggettivi. 

Carlo Micheli

 

Evita Andújar
Nasce a Écija in Spagna, vive a Roma. Ha studiato Pittura e Restauro all’Accademia di Belle Arti di Siviglia. Nel 2000 viene in Italia come borsista all’Accademia di Spagna in Roma. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti ed è stata invitata a partecipare a mostre nazionali e internazionali.
www.evitaandujar.com

 

Vania Elettra Tam
Nasce a Como, vive a Milano.  Si è formata alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano. Fra le mostre più importanti: 54° Biennale di Venezia; 2016 personale al Museo di Šibenik; 2017 personale al Palazzo della Ragione di Mantova; 2019 Residenza d’artista ad Amman; 2019 Realizza il 43° Palio di Montagnana.
www.vaniaelettratam.it

 

 

titolo: La donna moltiplicata

artisti: Evita Andújar | Vania Elettra Tam

curatela: Carlo Micheli

sede: Galleria Francesco Zanuso

indirizzo: Corso di Porta Vigentina 26 - 20122 Milano

date: dal 16 al 31 ottobre 2019

inaugurazione: mercoledì 16 ottobre dalle 18.00 alle 22.00

orari: da lunedì a giovedì 15.00 - 19.00 | venerdì e in altri orari su appuntamento

mobile: +39 335 6379291

e-mail: francesco.zanuso@gmail.com

sito: www.galleriafrancescozanuso.com

mediapartner: Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine

]]>
Il "Palio in Arte" di Vania Elettra Tam Fri, 02 Aug 2019 09:36:18 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/586635.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/586635.html MetaAlternativa MetaAlternativa

Domenica 11 agosto inaugurerà la personale di Vania Elettra Tam a Castel San Zeno di Montagnana (PD), a cura di Andrea Malaman, che si concluderà il giorno in cui si correrà il "Palio dei 10 Comuni". In mostra sarà presente l'opera realizzata appositamente dall'artista per l'occasione (che rimarrà inedita fino al giorno dell'inaugurazione della mostra) come premio per il vincitore della corsa dei cavalli. Si tratta di un incarico di grande prestigio, visto che nell'albo d'oro di coloro che hanno dipinto in passato il Palio figurano artisti del calibro di Pietro Annigoni, Aligi Sassu, Riccardo Licata, Augusto Murer, Giuseppe Santomaso, Tono Zancanaro... solo per citarne alcuni. 

 

Nelle realizzazioni pittoriche di Vania Eletta Tam, l'ironia e la seduzione delle sceneggiature si sovrappongono ad una velata critica sociale, frutto di uno sguardo sempre lieve, divertito e surreale. Anche quest'opera, che costituirà il premio per il vincitore del Palio, non deroga dalla cifra stilistica dell'artista. Pertanto in questo dipinto, intitolato "ConTAMinAZIONE Vinciana in Palio", Vania ha voluto accentuare gli aspetti anacronistico-surreali della sua ricerca, presenti anche nelle altre opere esposte nella sala Austriaca e realizzate in occasione del cinquecentesimo anniversario leonardesco. Dapprima, intimorita dall’improbo confronto, ha dunque compiuto opere che si richiamavano ai colori di un’ipotetica tavolozza rinascimentale, ma col tempo si è allontanata il più possibile da quel tipo di citazionismo, approdando ad una visione più contemporanea, dal sapore vagamente “pop”, dove le figure sono inserite in campiture geometriche di vari colori, quasi si trattasse dei modelli in carta utilizzati nelle sartorie per realizzare le creazioni di moda. Negli lavori più recenti, inoltre, ha ipotizzato che il grande genio, inventore e soprattutto anticipatore di progetti ormai entrati nell’uso comune, sia di fatto il “padre di tutte le invenzioni”. 

Pertanto, ribaltando la realtà temporale, ha rintracciato in alcuni oggetti di uso quotidiano la matrice leonardesca attraverso sovrapposizioni anacronistiche e surreali. 

Ad esempio l’uomo vitruviano è messo in parallelo con le forme della moka, così come lo spaccato del sistema circolatorio umano è posto a confronto con quello della caffettiera. 

Oppure, ipotizzando di trovarci nello studio di Leonardo durante il backstage preparatorio per la realizzazione della Gioconda, ecco che la modella è circondata da uno staff comprendente un’anacronistica parrucchiera armata di asciugacapelli elettrico e un’improbabile aiutante occhialuta che, a sottolineare l’ambiguità di Monnalisa, la sta sbarbando.

 

titolo: Palio in Arte

artista: Vania Elettra Tam

sede:  Castel San Zeno - Sala Austriaca

indirizzo: Piazza Trieste 15, 35044 Montagnana (PD)

curatela:  Andrea Malaman

date: 11 agosto - 1 settembre 2019

inaugurazione: domenica 11 agosto ore 11

organizzazione: Associazione del Pailo dei 10 Comuni

patrocinio: Comune di Montagnana

info: www.amartevents.it - info@amartevents.it - 333 8289350

orari: ven.16 - 19 | sab. dom. e festivi 10 - 12 / 16 - 19

 

]]>