Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Angela Andolfo Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Angela Andolfo Mon, 13 Jul 2020 17:49:31 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/26298/1 LE RICHIESTE DEI PICCOLI PROPRIETARI IMMOBILIARI, AI TEMPI DEL CORONAVIRUS. Mon, 11 May 2020 16:46:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/636482.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/636482.html Angela Andolfo Angela Andolfo Le organizzazioni dei proprietari della “Città Metropolitana di Napoli”:
A.P.E. NAPOLI (Associazione della Proprietà Edilizia per la Provincia di Napoli “Confedilizia”) con sede in Napoli alla Riviera di Chiaia n. 124 -mail: confedilizia.na@libero.it tel. 081664530- in persona del Presidente avv. Prospero Pizzolla;

A.P.P.C. (Associazione Piccoli Proprietari Case) con sede in Napoli alla traversa Nuova Marina n. 8 – mail: appcnapoli@libero.it tel. fisso 0818491927 - mobile 3713252111- in persona del Presidente avv. Rocco Mastrangelo;

A.S.P.P.I. (Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari) con sede in Napoli alla via Marino Turchi n. 19 –mail: asppinapoli@gmail.com tel 0815511640- in persona del Presidente avv. Raffaello Lerro;

CONFABITARE NAPOLI con sede in Torre del Greco alla via Roma n. 62 –mail: napoli@confabitare.it tel 0818474347- in persona del Presidente avv. Luigi Grillo;

CONFAPPI (Confederazione Piccola Proprietà Immobiliare) con sede in Napoli alla via Calata San Marco n. 13 -mail: confappinapolicaserta@gmail.com tel. Fisso 0812461702 – mobile 3510980592- in persona del Presidente avv. Giovanni Gargiulo;

FEDERPROPRIETA’ NAPOLI con sede in Napoli alla via Toledo n. 418 –mail: presidente@federproprietanapoli.it tel 0815511097- in persona del Presidente avv. Luciano Schifone;

U.P.P.I. (Unione Piccoli Proprietari Immobili) con sede in Napoli alla Via Toledo n. 348 –mail: studiocarini-uppi@libero.it tel. 081410197- in persona del Presidente avv. Giacomo Carini;
                                                 Considerato
-che la crisi indotta dalla grave epidemia da covid19 tocca inevitabilmente anche il mercato degli affitti sia nelle locazioni abitative (contratti liberi, agevolati, transitori e per studenti) sia nelle locazioni ad uso diverso dall’abitativo, con inevitabili ricadute sui redditi degli inquilini e dei proprietari;
-che è quindi interesse delle summenzionate associazioni fare fronte comune nei confronti del governo e degli enti locali affinché vengano approvati provvedimenti urgenti e misure straordinarie a tutela dei locatori e conduttori degli immobili locati, destinati a qualsiasi uso;
-che è loro comune intendimento di contribuire con le istituzioni al superamento delle contingenti difficoltà sociali ed economiche conseguenti al contagio da coronavirus;
-che i provvedimenti sin qui emanati sono insufficienti per una risposta positiva alla grave emergenza che si profila nel settore abitativo ed è, quindi, necessario un incremento delle misure economiche e fiscali che dovranno essere disposte, a favore dei locatori e dei conduttori;
                                         congiuntamente chiedono
al governo, al parlamento ed agli enti locali l’approvazione immediata delle seguenti misure straordinarie finalizzate, quanto meno, ad attutire gli effetti drammatici della grave crisi economica in atto:
1) esclusione del pagamento di imposte sui canoni non percepiti per tutte le tipologie di locazione sulla base di una autocertificazione e senza obbligo di dover procedere giudizialmente;
2) sostegno economico ai conduttori in difficoltà attraverso l’estensione e la semplificazione delle procedure di accesso al fondo per la morosità incolpevole e al fondo di sostegno per l’accesso all’abitazione che dovranno essere adeguatamente rifinanziati anche dalla regione;
3) aumento del credito d’imposta, in ragione del 100% del canone corrisposto, ed estensione del beneficio per tutte le tipologie di contratto, senza limitazioni per categorie catastali, ovvero riconoscimento al locatore del medesimo credito di imposta per l'ipotesi di mancata riscossione del canone, previa autocertificazione;
4) differimento al 2021 del pagamento dell’IMU che andrà a scadere il 16/06/2020, senza oneri ulteriori;
5) deliberazione della Regione Campania per l'inserimento dei comuni siti nella cosiddetta “zona rossa” per il rischio Vesuvio nell’elenco CIPE dei comuni ad alta tensione abitativa;
6) adozione di ogni provvedimento pertinente ed utile a definire -fermi i reciproci diritti delle parti e la loro volontà negoziale- condizioni di agevolazioni fiscali e/o amministrative tese ad equilibrare gli effetti di eventuali rinegoziazioni, concernenti periodi emergenziali, con assistenza delle sottoscritte associazioni.
Nel contempo le Organizzazioni sottoscrittrici della presente “proposta congiunta” chiedono appositi incontri, sia con la Regione Campania che con i Comuni dell’area metropolitana di Napoli per avviarsi confronti sulle iniziative da mettersi in campo per ridurre la grave tensione abitativa.

Napoli lì 11/05/2020

f.to x A.P.E. (“Confedilizia”) avv. Prospero Pizzolla
f.to x A.P.P.C. avv. Rocco Mastrangelo
f.to x A.S.P.P.I. avv. Raffaello Lerro
f.to x CONFABITARE avv. Luigi Grillo
f.to x CONFAPPI avv. Giovanni Gargiulo
f.to x FEDERPROPRIETA’ avv. Luciano Schifone;
f.to x U.P.P.I. avv. Giacomo Carini

]]>
LE RICHIESTE DEI PICCOLI PROPRIETARI IMMOBILIARI, AI TEMPI DEL CORONAVIRUS. Mon, 11 May 2020 16:46:26 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/636481.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/636481.html Angela Andolfo Angela Andolfo Le organizzazioni dei proprietari della “Città Metropolitana di Napoli”:
A.P.E. NAPOLI (Associazione della Proprietà Edilizia per la Provincia di Napoli “Confedilizia”) con sede in Napoli alla Riviera di Chiaia n. 124 -mail: confedilizia.na@libero.it tel. 081664530- in persona del Presidente avv. Prospero Pizzolla;

A.P.P.C. (Associazione Piccoli Proprietari Case) con sede in Napoli alla traversa Nuova Marina n. 8 – mail: appcnapoli@libero.it tel. fisso 0818491927 - mobile 3713252111- in persona del Presidente avv. Rocco Mastrangelo;

A.S.P.P.I. (Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari) con sede in Napoli alla via Marino Turchi n. 19 –mail: asppinapoli@gmail.com tel 0815511640- in persona del Presidente avv. Raffaello Lerro;

CONFABITARE NAPOLI con sede in Torre del Greco alla via Roma n. 62 –mail: napoli@confabitare.it tel 0818474347- in persona del Presidente avv. Luigi Grillo;

CONFAPPI (Confederazione Piccola Proprietà Immobiliare) con sede in Napoli alla via Calata San Marco n. 13 -mail: confappinapolicaserta@gmail.com tel. Fisso 0812461702 – mobile 3510980592- in persona del Presidente avv. Giovanni Gargiulo;

FEDERPROPRIETA’ NAPOLI con sede in Napoli alla via Toledo n. 418 –mail: presidente@federproprietanapoli.it tel 0815511097- in persona del Presidente avv. Luciano Schifone;

U.P.P.I. (Unione Piccoli Proprietari Immobili) con sede in Napoli alla Via Toledo n. 348 –mail: studiocarini-uppi@libero.it tel. 081410197- in persona del Presidente avv. Giacomo Carini;
                                                 Considerato
-che la crisi indotta dalla grave epidemia da covid19 tocca inevitabilmente anche il mercato degli affitti sia nelle locazioni abitative (contratti liberi, agevolati, transitori e per studenti) sia nelle locazioni ad uso diverso dall’abitativo, con inevitabili ricadute sui redditi degli inquilini e dei proprietari;
-che è quindi interesse delle summenzionate associazioni fare fronte comune nei confronti del governo e degli enti locali affinché vengano approvati provvedimenti urgenti e misure straordinarie a tutela dei locatori e conduttori degli immobili locati, destinati a qualsiasi uso;
-che è loro comune intendimento di contribuire con le istituzioni al superamento delle contingenti difficoltà sociali ed economiche conseguenti al contagio da coronavirus;
-che i provvedimenti sin qui emanati sono insufficienti per una risposta positiva alla grave emergenza che si profila nel settore abitativo ed è, quindi, necessario un incremento delle misure economiche e fiscali che dovranno essere disposte, a favore dei locatori e dei conduttori;
                                         congiuntamente chiedono
al governo, al parlamento ed agli enti locali l’approvazione immediata delle seguenti misure straordinarie finalizzate, quanto meno, ad attutire gli effetti drammatici della grave crisi economica in atto:
1) esclusione del pagamento di imposte sui canoni non percepiti per tutte le tipologie di locazione sulla base di una autocertificazione e senza obbligo di dover procedere giudizialmente;
2) sostegno economico ai conduttori in difficoltà attraverso l’estensione e la semplificazione delle procedure di accesso al fondo per la morosità incolpevole e al fondo di sostegno per l’accesso all’abitazione che dovranno essere adeguatamente rifinanziati anche dalla regione;
3) aumento del credito d’imposta, in ragione del 100% del canone corrisposto, ed estensione del beneficio per tutte le tipologie di contratto, senza limitazioni per categorie catastali, ovvero riconoscimento al locatore del medesimo credito di imposta per l'ipotesi di mancata riscossione del canone, previa autocertificazione;
4) differimento al 2021 del pagamento dell’IMU che andrà a scadere il 16/06/2020, senza oneri ulteriori;
5) deliberazione della Regione Campania per l'inserimento dei comuni siti nella cosiddetta “zona rossa” per il rischio Vesuvio nell’elenco CIPE dei comuni ad alta tensione abitativa;
6) adozione di ogni provvedimento pertinente ed utile a definire -fermi i reciproci diritti delle parti e la loro volontà negoziale- condizioni di agevolazioni fiscali e/o amministrative tese ad equilibrare gli effetti di eventuali rinegoziazioni, concernenti periodi emergenziali, con assistenza delle sottoscritte associazioni.
Nel contempo le Organizzazioni sottoscrittrici della presente “proposta congiunta” chiedono appositi incontri, sia con la Regione Campania che con i Comuni dell’area metropolitana di Napoli per avviarsi confronti sulle iniziative da mettersi in campo per ridurre la grave tensione abitativa.

Napoli lì 11/05/2020

f.to x A.P.E. (“Confedilizia”) avv. Prospero Pizzolla
f.to x A.P.P.C. avv. Rocco Mastrangelo
f.to x A.S.P.P.I. avv. Raffaello Lerro
f.to x CONFABITARE avv. Luigi Grillo
f.to x CONFAPPI avv. Giovanni Gargiulo
f.to x FEDERPROPRIETA’ avv. Luciano Schifone;
f.to x U.P.P.I. avv. Giacomo Carini

]]>
Gli Armaioli Napoletani del XVI e XVII secolo viaggio storico e militare nell'artigianato dell'epoca Thu, 21 Nov 2019 09:40:04 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/607921.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/607921.html Angela Andolfo Angela Andolfo Un nuovo, importante, tassello si aggiunge al mosaico prezioso di quella ricerca della nostra identità storica di popolo e nazione che, ormai, non conosce soste. “Armaioli Napoletani nei secoli XVI e XVII” di Francesco Colonnesi è il nuovo libro edito da Giammarino Editore (prefazione di Sergio di Jugolasvia, 16,50 €, pp. 144). L’autore, avvocato, giudice di pace, appassionato ricercatore e collezionista di armi, con all’attivo la pubblicazione di articoli sulla materia delle armi antiche e degli armaioli, ha ricostruito l’attività degli armaioli a Napoli tra il ‘500 ed il ‘600, attraverso un lungo e laborioso lavoro di ricerca presso gli archivi storici della città di Napoli. Il volume sarà presentato in anteprima a Napoli venerdì 22 novembre alle ore 18 presso la galleria “Al Blu di Prussia” in via Gaetano Filangieri 42. All’evento, moderato dal giornalista Giuseppe Giorgio, interverranno lo storico Diodato Colonnesi, l’autore Francesco Colonnesi e l’editore Gino Giammarino. Soddisfazione per la ricerca edita dalla casa editrice napoletana è sottolineata nella prefazione del principe Sergio di Jugoslavia che, dopo aver ricordato l’importanza dei dati ritrovati con questo lavoro, afferma: la nuova opera di Francesco Colonnesi merita attenzione e sono lieto che a scrivere questo volume sia stato il Segretario della Consulta per la tutela del patrimonio e delle tradizioni napoletane dell’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus. I risultati straordonari della ricerca. Scarsissime sono state - sinora - le notizie su questo campo dell’artigianato importantissimo per l’epoca, eppure a seguito di questo studio si sono ritrovati oltre quattrocento documenti inediti (integralmente riportati in appendice), nella quasi totalità, “Polizze di pagamento” da parte di Banchi pubblici e privati. Da queste preziose testimonianze si ricavano più di duecentocinquanta nominativi di armaioli attivi sul territorio durante il periodo preso in esame da questa approfondita pubblicazione. Maestri armaioli, non a caso definiti con l’aggettivo di “magnifico” in alcuni casi, sconosciuti al grande pubblico, ai quali fanno da contraltare i nomi dei committenti, tutti di alto lignaggio e provenienti dalle famiglie della Nobiltà più in vista come quella del famosissimo Don Pedro da Toledo. 

]]>
Castellabate: accesso al mare mezzi di soccorso, ancora tutto fermo. Fri, 15 Nov 2019 16:00:28 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/607121.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/607121.html Angela Andolfo Angela Andolfo Oltre al problema degli accessi al mare per i cittadini e i turisti del Comune di Castellabate in questi anni è emerso in maniera sempre più crescente e preoccupante anche un’altra criticità legata all’accessibilità delle nostre spiagge: I SOCCORSI in caso di incidenti e/o malori.

Sappiamo tutti come in questi casi la tempestività dell’intervento sia determinante e quindi di vitale importanza per la salute di noi tutti. Eppure chi è preposto a far si che ciò accada rimane fermo, immobile.

È il caso dell’Amministrazione Spinelli. Alla frazione Lago è stato segnalata molte volte l’impossibilità di un facile e immediato accesso delle ambulanze alla spiaggia.

Molti sono stati i casi in cui gli operatori sanitari hanno dovuto lasciare l’ambulanza e raggiungere a piedi la spiaggia per portare soccorso.

Altre volte, addirittura, le ambulanze, nel tentativo di avvicinarsi alla spiaggia, sono rimaste letteralmente bloccate tra le stradine attualmente esistenti. E tutto ciò è testimoniato da articoli di giornale ed esperienze dirette dei malcapitati cittadini e turisti. Disservizi non accettabili e non giustificabili.

Per far fronte a questa situazione un’Associazione Nazionale ha presentato all’Amministrazione un progetto redatto a proprie spese. Successivamente il tecnico comunale ha provveduto ad effettuare i sopralluoghi necessari per certificare o meno il pericolo. In seguito ai rilievi fatti, con propria nota, dichiara che <<l’intera viabilità della zona presenta delle criticità tali da non garantire, nelle attuali condizioni, l’agevole accesso dei mezzi di soccorso sull’arenile esistente>>.

La giunta allora ha dato l’indirizzo per la realizzazione dell’intervento al fine di garantire un facile e veloce accesso per i mezzi di soccorso alla spiaggia nel tratto medio di Corso Beato Simeone.

A questo punto bisognava avviare l’iter per la realizzazione dell’intervento. Sono passate due estati e ANCORA NIENTE E’ STATO FATTO. Neanche le operazioni di base. Ci sono stati solleciti e diffide per questo immobilismo dell’Amministrazione. Ma ad oggi ancora niente. Come sempre un’Amministrazione che si ferma alla forma senza far seguire la sostanza.

Con l'interrogazione del 14 novembre, quindi, l'interpellante Luigi Maurano, Consigliere comunale, chiede i motivi di tale ritardo e si sollecita la dormiente Amministrazione Spinelli ad intervenire in vista dell'estate 2020.

Anche perché tra i requisiti richiesti per l’ottenimento della Bandiera Blu c’è anche quello inerente l’accessibilità e la sicurezza delle spiagge. È impensabile che in un paese turistico l’organizzazione del Demanio sia così confusa.

Con il persistere di tale situazione si rischia di dover riscrivere la famosa frase cinematografica: QUI NON SI MUORE … SE L’AMBULANZA RIESCE A PASSARE.

 

]]>
anziamenti Europei per il 2019: Opportunità per le imprese Thu, 14 Nov 2019 14:01:38 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/606904.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/606904.html Angela Andolfo Angela Andolfo
I finanziamenti europei a sostegno delle imprese campane’ questo il tema del convegno tenutosi martedì 12 novembre 2019 nella sala conferenze dell’Odcec di Napoli. 
All’incontro sono intervenuti Valeria Fascione (assessore all’internazionalizzazione e alle start up e innovazione della Regione Campania), Giuseppe Ferrandino (europarlamentare, membro della commissione per i problemi economici e monetari), Antonio Martini (dirigente del Mi.S.E. – divisione VII Interventi per ricerca e sviluppo), Valerio De Martino (Vicepresidente di Manageritalia Campania) e Pasquale Russiello (coordinamento Scientifico Commissione di Studio Ricerca e Programmi Comunitari – Mediterraneo) e Giosy Romano (presidente Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale della provincia di Napoli). Un forum coordinato dall’Ordine dei dottori commercialisti di Napoli, con Liliana Speranza  – Consigliere delegato Commissione Ricerca e Programmi Comunitari – Mediterraneo che ha affermato: "Il nostro scopo come ordine è quello costare vicino alle imprese per accompagnare verso una crescita una crescita intelligente. É necessario per le imprese scommettere sull'innovazione per essere più competitivi a confronto con le aziende estere. A riprova, ci si sta muovendo nel dare slancio al comparto imprese, come dimostrano i finanziamenti da 750 mila euro per la ricerca e sviluppo e circa 200 milioni sulle Zes." Un interessante impulso al dibattito sul ruolo specifico che hanno gli agglomerati ed in particolare l’ASI di Napoli nel puntare alla crescita e agli investimenti delle aziende presenti nei vari comparti, è arrivato dalle dichiarazioni del presidente del Consorzio, Giuseppe Romano: “Il tentativo che poniamo in essere, è di incentivare e consolidare la sinergia tra le imprese con lo scopo di attrarre investimenti. Pertanto, i distretti industriali e più precisamente gli agglomerati asi, hanno un ruolo di slancio e di impulso per le imprese,  producendo così effetti è risultati sicuramente più concreti e competitivi per gli interi comparti aziendali". 

]]>
Camerota, testimonianze e commozione per la sesta edizione del Premio Nassiriya per la Pace Tra i premiati anche il ministro Boccia, il magistrato Maresca ed il giornalista Sandro Ruotolo Tue, 12 Nov 2019 18:46:56 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/606477.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/606477.html Angela Andolfo Angela Andolfo CAMEROTA. Parole di speranza, occhi lucidi, commozione e ricordi: così il Cilento ha commemorato, 16 anni dopo, i caduti di Nassiriya nel santuario dell’Annunziata di Licusati. In prima fila il ministro Francesco Boccia, il sindaco di Camerota Mario Scarpitta ed il presidente del Premio “Nassiriya per la Pace” Vincenzo Rubano. La manifestazione, organizzata dall'associazione culturale Elaia e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dalla Difesa, dalla Regione Campania, dalla Città Metropolitana di Roma, dalla Provincia di Salerno, dal Parco Nazionale del Cilento e dai Comuni di Camerota, Centola, Celle di Bulgheria, Santa Marina e Caselle in Pittari, ha preso il via con l’inaugurazione di un monumento realizzato nel giardino del Santuario dell’Annunziata in ricordo dei Caduti di Nassiriya. Alla cerimonia hanno partecipato i genitori del caporal maggiore Pietro Petrucci, la più giovane vittima della strage di Nassiriya. Al loro fianco il ministro per gli Affari Regionale Francesco Boccia, il presidente del Premio Vincenzo Rubano, il sindaco Scarpitta, il presidente del Parco del Cilento Tommaso Pellegrino, i generali di Corpo d’Armata dell’Esercito Francesco Paolo Figliuolo e Rosario Castellano, il generale di Divisione dei Carabinieri Maurizio Stefanizzi, il Contrammiraglio Fabio Agostini e il procuratore capo di Vallo della Lucania Antonio Ricci. Al termine della cerimonia è stato conferito il Premio Nassiriya per la Pace al ministro Boccia e a seguire, nell’anfiteatro dell’Annunziata, sono stati conferiti altri riconoscimenti “a persone – ha spiegato il presidente del Premio Rubano - che hanno dato dimostrazione di impegno, di coraggio e di amore per la propria nazione”. Ecco la lista dei premiati: il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, i magistrati Catello Maresca e Katia Cardillo, i giornalisti sottoscorta Sandro Ruotolo e Michele Albanese, il sacerdote don Giacomo Panizza, l’imprenditore sottoscorta Antonino De Masi, il Gen. C.A. Francesco Paolo Figliuolo (Ei), il Gen. C.A. Rosario Castellano (Ei), il Contrammiraglio Fabio Agostini (MM), il Col. Daniele Cesaro, il ten. col. Daniele Campa (Cc), il cap. Davide Acquaviva (Cc), il cap. (Am) Salvatore Matrecano, il ten. Vincenzo Caputo (Cc), il ten. Ivana Fava (Cc), i luogotenenti (Cc) Domenico Nucera e Giuseppe Losciuto, i Caporal Magg. Capo S. Marco Valentino (Ei) e Paolo Esposito (Ei), l’assistente capo della Polizia Stradale Pasquale Vassallo e l’assistente Nicola Finamore, l’agente Riccardo Muci, il soldato Vincenzo Fiorillo (Ei), il giornalista Riccardo Pareggiani, il medico Michele Ferraiuoli, gli avvocati Silvana Paratore e Loreto D’Aiuto, gli imprenditori Antonio Ferrieri e Valerio Iovinella, il conduttore televisivo Gabriele Blair, la Fanfara dei carabinieri della Legione Campania, il ten. col. Nicola Mirante, il magg. Andrea Cinus, il maggiore Marilena Scudieri, il luogotenente Giulio Napoli, il Mar. Ca. Alessandro Rossi, il Mar. Clemente Iodice, l’app. Attilio Bassi e l’equipaggio della motovedetta Sar 851 di Cetraro formata dal 1° Maresciallo Marcello Petrillo e dai Sottocapi di 1 classe Vincenzo Cosentino e Cristian Lianza. Ai genitori del caporal maggiore Petrucci è stato invece consegnato un Premio alla memoria. La cerimonia è stata condotta da Gabriele Blair, con il coordinamento del tenente colonnello Antonio Grilletto. Nell’area della manifestazione sono stati allestiti stand, infopoint e mostre statiche dell’Esercito, dei Carabinieri e dell’Aeronautica Militare che sono stati visitati da oltre trecento studenti provenienti da diversi istituti scolastici della zona. L’intera mattinata è stata allietata dalle note della Fanfara dell’8° Reggimento Bersaglieri di Caserta e dalla Fanfara del 10° Reggimento Carabinieri Campania. La scorsa settimana, presso Palazzo Valentini a Roma, erano stati consegnati i premi “speciali” 2019 alla giornalista sottoscorta Federica Angeli, al cantante Simone Cristicchi, a monsignor Giovanni D’Ercole, ai ministri Lorenzo Guerini e Teresa Bellanova, al comando generale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e un premio alla memoria al giornalista Giancarlo Siani. Il premio Nassiriya proseguirà giovedì prossimo con il tour della legalità di Capitano Ultimo nei comuni di Centola, Celle di Bulgheria, Santa Marina e Caselle in Pittari. Serata conclusiva invece, venerdì alle ore 18.00, a Camerota capoluogo con il concerto della banda della Nato. Prevista la partecipazione del Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo.

]]>
Grande successo anche per la XIX edizione del Premio Internazionale “Padre Pio da Pietrelcina” Tue, 12 Nov 2019 16:20:15 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/606463.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/spettacoli/606463.html Angela Andolfo Angela Andolfo Pietrelcina (BN) - Grande successo di pubblico ed entusiasmanti apprezzamenti,  per la XIX edizione del “Premio Padre Pio da Pietrelcina” che si è svolto lo scorso nove novembre al Palavetro.  

Riconoscimento internazionale ispirato alla figura del Santo Frate, le cui opere ne hanno fatto un riferimento di vita e di solidarietà per i fedeli ovunque nel mondo.

L’esistenza di Padre Pio è stata ispirata dalla cultura del dono di se stesso al prossimo, ed è proprio in questa chiamata alla solidarietà, in questi gesti di amore verso il prossimo, che si sono ritrovate le motivazioni del premio che è stato consegnato a svariate personalità illustri, quale riconoscimento per quei gesti di generosità e altruismo compiuti in campo sociale, attraverso lo svolgimento delle loro attività giornaliere. 

Questo importante e ambìto premio internazionale, nasce dall’iniziativa di Padre Antonio Gambale, Gianni Mozzillo e Claudio Crovella, con l’assistenza Spirituale di Padre Marciano Morra. 

L’evento, come di consueto, è stato organizzato dall’Associazione Amici e Araldi di San Padre Pio riconosciuta dall’Arcidiocesi di Benevento e presieduta da Don Nicola Gagliarde, con la collaborazione della Pro-loco di Pietrelcina presieduta da Vincenzo Mastronardi ed il coordinamento del Dott. Antonio Grilletto. 

La serata, ripresa in diretta dalle telecamere di Caprievent, è stata condotta dalla giornalista Rai, Simona Rolandi e dallo showman Enzo Costanza ed è iniziata con un omaggio al compianto Franco Zeffirelli, scomparso lo scorso Giugno, sceneggiatore, attore e regista insignito del premio nel 1998. 

Ospite d’onore il giornalista Tito Stagno, volto notissimo dei telegiornali degli anni ’60 e ’70, associato in maniera indimenticabile alle imprese spaziali di quegli anni ad opera degli Stati Uniti e della Russia. 

Con il prestigioso riconoscimento sono stati insigniti quest’anno, tantissime personalità di primo piano nel panorama della cultura, della scienza, dello spettacolo e dell’informazione. 

I premi, realizzati dalla Fonderia Nolana Del Giudice, sono stati opportunamente conferiti  all’attrice Antonella Ponziani, madrina della serata, al Dottor Giovanni Di Monde, Direttore centrale delle risorse umane dell’INPS, al Professor Antonio Cisternino, Direttore dell’Unità Operativa di Urologia e Direttore del Dipartimento scienze Chirurgiche presso la Casa “Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo. 

Premiati inoltre, il Dottor Ciro Guarino titolare della TSM srl, la giornalista Safiria Leccese della testata Mediaset, il giornalista e capo redattore del TG1 mattino Piero Damosso, l’oncologo Antonio Giordano, Direttore dello Sbarro Insitute for Cancer Research and Molecular Medicine, della Temple University di Philadelphia ed al Prof. Aurelio Tommasetti, magnifico Rettore Emerito dell’Università di Salerno. 

Sul palco si sono poi susseguiti, tra le varie premiazioni, diversi interventi musicali. Il Maestro Mario di Nonno che ha entusiasmato il pubblico in sala con il famosissimo brano il “Capriccio n.9” di Paganini - il Tenore Antonio Scibelli accompagnato alla tastiera dalla pianista Stefania Cuciniello che hanno proposto una graditissima versione del brano “Mamma” di Nino Bixio, tanto caro a Padre Pio. 

In chiusura si è assistito all’esibizione del cantautore Gico, con l’inno ufficiale dell’Associazione Amici di Padre Pio, intitolato “Faro di Luce” del quale è anche autore.  

Tanta partecipazione e grande affetto testimoniato dalla presenza in sala di tante personalità illustri, gruppi di preghiera, autorità civili e militari. 

Presente come in ogni edizione, Padre Marciano Morra, amico per la vita del Santo Frate, miniera di ricordi, aneddoti ed emozioni, che puntualmente ogni anno condivide con tutti i partecipanti. 

In sala, presenti inoltre, il Primo Cittadino Domenico Masone, il Priore Giovanni Pimpinella, l’Arcivescovo metropolita di Benevento Felice Accrocca ed il Rettore di San Giovanni Rotondo, fra Francesco Dileo 

Cala cosi il sipario su, una riuscitissima XIX edizione che getta il ponte sulla prossima che sarà la ventesima e come tale, rivestirà un’importanza particolare con tante novità che gli organizzatori però, come consuetudine, non hanno svelato.

 

]]>
Al via i lavori di completamento dell'Interporto di Nola Wed, 06 Nov 2019 17:29:26 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/605777.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/605777.html Angela Andolfo Angela Andolfo Il 5 novembre è stato riaperto il cantiere, fermo dal 2011, per il completamento della viabilità di accesso dell'Interporto di Nola, grazie a un investimento della Regione Campania di circa 12 milioni di euro.
Questo intervento sarà in grado di snellire il traffico viario della Strada Statale variante 7bis in quanto il nuovo asse collegherà direttamente l'Autostrada A30 con l'area interportuale, grazie alla viabilità complanare ed alternativa a quella Statale. Ad oggi, l'accessibilità è di circa 4.000 veicoli/h: con questo intervento è prevedibile che l'accessibilità all'Interporto/CIS/Vulcano sarà raddoppiata, consentendo di raggiungere una capacità di 8.000 veicoli/h.
All’incontro hanno partecipato: il Presidente della Giunta della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il presidente e l’AD dell’Interporto Campano, Alfredo Gaetani e Claudio Ricci, il Presidente del Consorzio ASI di Napoli, Giuseppe Romano e l’Assessore alle Attività Produttive della Regione Campania, Antonio Marchiello. 
"Puntiamo a costruire una efficiente rete logistica regionale, anche per dare respiro ai porti - ha detto il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo intervento - Siamo convinti che la qualità del territorio, delle sue infrastrutture e dei servizi determina la competitività delle imprese. Faremo di Nola un punto di svolta delle politiche di sviluppo della regione Campania". Gli fa eco il presidente del consorzio ASI di Napoli, Giuseppe Romano, che precisa: “Un momento importante la riapertura asse viario dell’Interporto Campano, segno tangibile della sinergia tra Interposto, Regione ed ASI. Uno dei tanti tasselli fondamentali per il potenziamento dell'intera area ASI, un percorso iniziato fin dall’inizio del mio mandato, che permetterà l’insediamento di nuove infrastrutture. E’ il segno, che le cose si riescono ad ottenere collaborando con persone che guardano verso gli stessi obiettivi, contribuendo così alla crescita e al potenziamento del nostro comparto industriale. Una sinergia, che proprio in questi giorni vede la pubblicazione sul sito dell'ASI Napoli, della procedura del progetto ‘ASI…CURA’ finalizzato al rafforzamento degli standard di sicurezza in aree strategiche per lo sviluppo  inerente al Pon Legalità 2014-2020”.
]]>
Tivoli: Si è concluso il XXIV Congresso Nazionale UNMS. Il Cav. Uff. Antonio MONDELLO, confermato presidente Wed, 06 Nov 2019 12:25:51 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/605737.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/605737.html Angela Andolfo Angela Andolfo Calano i riflettori sul XXIV Congresso Nazionale dell’Unione Mutilati per Servizio (UNMS) che si è svolto a Tivoli dal 22 al 24 ottobre presso il Grand Hotel Duca d’Este. Durante i lavori congressuali sono stati eletti: Presidente Nazionale Antonino Mondello (riconfermato), Vice Presidente Nazionale Giordanno Ferretti e Salvatore Leopardi, il comitato esecutivo così composto: Leonardo Cassano, Carmine Diez, Luigi, D’Ostillo, Vittorio Ghiotto, Paolo Iob, Claudio Drago, Paolo Milanese. Supplenti: Paolo Mazzei, Antonio Castello, Antonino Francia- Il Collegio centrale dei sindaci effettivi: Antonio Paladino, presidente. Membro 1Giovanni Leggiri, supplenti: Maria D’Irienzo e Marisa Camozzini. Il Collegio dei probiviri: Emilio Corona, Vincenzo Catenaro, Federico Ceccarelli, Elisa Caruso, Annamaria D’Acampo.

Soddisfatto per la riconferma il presidente Antonino Mondello  ha voluto sottolineare, nel suo intervento, la necessità di rendere l’Unione molto più comunicativa al passo con i tempi presentando le pagine social (instagram, twitter, sito web).

“In una società – ha dichiarato Mondello – che cambia e si nutre ormai di comunicazione web, l’Unms non può essere impreparata se vuole continuare a dare voce a tutti coloro che non ce l’hanno. Le sfide e gli obiettivi da raggiungere sono notevoli come per esempio la nascita di un Gruppo Sportivo UNMS, la celebrazione della Giornata Nazionale del Mutilato, Il ricordo dei nostri Caduti, eventi sulla Disabilità. Tutto ciò sarà veicolato e diffuso attraverso tutti i nostri canali di promozione, comunicazione e informazione. Saremo presenti e busseremo a tutte le porte istituzionali affinchè i diritti dei mutilati per servizio siano sempre rispettati.”

Le serate dei tre giorni del Congresso sono state allietate dalla presenza del chitarrista e cantante Espedito De Marino, artista di chiara fama nazionale e divulgatore della napoletanità nel mondo; dalla Banda musicale della Scuola Trasporti e Materiali dell’Esercito. L’intero evento presentato da Gabriele Blair, voce costante nelle manifestazioni collegate alle Forze Armate.

Hanno preso parte Autorità civili, militari tra cui la MOVM Ten. Col. Gianfranco Paglia, la Medaglia d’Oro al Valore dell’Arma il Maresciallo dei Carabinieri Antonio Brunetti, uno dei 31 uomini scelti dal generale Dalla Chiesa per far parte del suo nucleo speciale e segreto contro le Brigate Rosse. Presenti anche i genitori del Caporale Maggiore Gianluca Catenaro, Croce d’Oro al Merito dell’Esercito, caduto in Spagna il 22 novembre 1994;

gli studenti degli Istituti Superiori di Tivoli,  don Augusto Piccoli, cappellano della Polizia di Stato e  consulente spirituale nazionale dell’UNMS che ha celebrato la Santa Messa.

]]>
ATHOS FACCINCANI ha il piacere di presentare CRISTIANA PEGORARO in concerto Thu, 24 Oct 2019 09:17:25 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/604391.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/604391.html Angela Andolfo Angela Andolfo SABATO 26 OTTOBRE 2019 – ORE 16.30

SALA DELLE CARCERI – CASTEL DELL’OVO – NAPOLI

“Un’artista del più alto calibro”, così la definisce il New York Times.

Cristiana seduce il pubblico di ogni dove con il suo talento prorompente, la sua maestria, il suo tocco virtuoso e la sua maturità espressiva capace di tradurre un semplice spartito in pura e autentica poesia, quale connubio migliore di quello fra i sentimenti suscitati dalla musica di Cristiana Pegoraro e le emozioni che genera l’arte di Athos Faccincani?

 Athos Faccincani è ormai un acclamato Maestro dell’arte contemporanea, nei suoi quadri si respira la serenità degli dei, che attraversano il mondo, senza temere che mai nulla potrà devastare la bellezza e l’armonia che portano dentro, la felicità di vivere fino in fondo ciò che è stato donato al loro sguardo, al loro intelletto, ma soprattutto al loro cuore, leopardianamente avido di infinito e di assoluto.

Cristiana Pegoraro, concertista di fama internazionale dalle  grandi capacità tecniche ed interpretative,  comunica con virtuosismo, intensa concentrazione e passione che viene dal cuore. Oltre al repertorio classico che sa interpretare con grande personalità ed estrema maestria, è considerata fra i migliori interpreti di musica cubana e sudamericana, è  inoltre abilissima compositrice, Presidente e Direttore Artistico di Narnia Festival. Tiene regolarmente concerti in tutto il mondo, in particolare in Italia e Stati Uniti. Ha suonato al Lincoln Center, Carnegie Hall (New York), Sidney Opera House, Royal College of Music (Londra), Festspielhaus (Salisburgo), Auditorium Parco della Musica (Roma) e in molte altre prestigiose sale da concerto. È regolarmente invitata dal Ministero degli Affari Esteri, in collaborazione con Ambasciate e Istituti di Cultura, a rappresentare l’Italia e a promuovere la musica italiana nel mondo.

La mostra napoletana di Athos Faccincani a Castel dell’Ovo diviene dunque cornice perfetta di emozioni e sentimenti ove gustare il piacere della musica e dell’arte ai più alti livelli.

Presenzieranno il Dr. Nino Daniele, Assessore alla Cultura del Comune di Napoli e il Prof. Francesco D’Episcopo, già docente all’Università degli Studi di Napoli Federico II.

]]>
Elogio al reddito di Cittadinanza alla Libreria IOCISTO la presentazione ufficiale Tue, 22 Oct 2019 17:58:02 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/604097.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/604097.html Angela Andolfo Angela Andolfo Investire sulla propria professionalità e prepararsi alla prossima attività lavorativa. Da questo stimolo nasce la riflessione di Domenico Raio nel suo ultimo libro “Elogio al reddito di cittadinanza” (6 euro, pp. 65) edito da Giammarino Editore. La presentazione ufficiale del volume del giornalista pubblicista napoletano, giunto alla sua 14esima pubblicazione, si terrà lunedì 28 ottobre ore 18 presso la libreria Iocisto di Napoli. Oltre all’autore parteciperanno Maria Muscarà, Consigliere M5S Regione Campania, Canio Trione, economista e prefatore del libro, Sergio Angrisano, giornalista e portavoce CMI. “Elogio al reddito di cittadinanza” non è un libro “tecnico” ma, piuttosto, un pamphlet “pratico” dove si elogia la misura economica del provvedimento. Il testo, infatti, non si inerpica tra i bizantinismi del linguaggio politichese o le sterili valutazioni degli economisti, fatte solo di cifre e dati quasi mai incontrovertibili. Un piccolo, ma geniale libretto, che parla dall’esperienza diretta, vissuta, quotidiana, capovolgendo il punto di vista di chi ha parlato di una semplice misura assistenziale. Non solo: per Raio“…favorisce l’ottenimento di un posto di lavoro in tempi più rapidi; è una spinta all’economia, un’integrazione ai bassi salari e agli stipendi da part time; restituisce dignità al disoccupato; contrasta lo sfruttamento del lavoratore; combatte il lavoro nero; consente di trovare impieghi più qualificati; aumenta il potere contrattuale dei disoccupati; incrementa la formazione del disoccupato e ne favorisce il ristoro; combatte l’emarginazione del senza lavoro e gli consente d’intraprendere relazioni sentimentali; rafforza il diritto alla giustizia del cittadino indigente; rende liberi da condizionamenti di ogni sorta; sviluppa il senso della solidarietà sociale; ferma l’emigrazione dal Meridione; rinsalda lo spirito europeistico; risarcisce i disoccupati del Sud per il maggior tempo impiegato nella ricerca di un posto di lavoro…”. 

]]>
TUTTO PRONTO ALLA GALLERIA D’ARTE PAR’BLEU PER I GIORNI DELLA FOLLIA TRA ARTE E CULTURA. Tue, 08 Oct 2019 19:34:51 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/602130.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/602130.html Angela Andolfo Angela Andolfo Giovedì 10 ottobre alle ore 19,00 presso la Galleria d’Arte Par’Bleu (Palazzo Candia – Piazza Vittorio Emanuele III, Aversa) si svolgerà l’evento “I giorni della follia tra arte e cultura” organizzato dall’Associazione Par’Bleu con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Arte, teatro e musica a cornice di scenari suggestivi attraverso il viaggio nella follia: sullo sfondo, le storie dei reclusi dell’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Aversa, raccontate da Nicola Graziano nel suo libro, “Matricola 001” (Giapeto Editore).

L’incontro, moderato dall’avv. Giovanni Puca,  Presidente dell’Associazione Par’Bleu, con i saluti dell’avv. Gianfranco MallardoPresidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord e dell’avv. Felice BelluomoPresidente della Camera Penale di Napoli Nord, attraverso musica e parole, condurrà gli ospiti nel mondo dell’alienazione mentale nelle sue varie forme.

Protagoniste della serata le arti: narrativa, musica e scultura, diluite tra suoni ed immagini suggestive. Interpreti sapienti, le performance teatrali a cura di Camilla Aiello con le incursioni musicali di Argia di Donato e Andrea Sensale

. Strabilianti e poetiche le visioni oniriche di Mario Iaioneche, tra ricerca identitaria e inconsapevole coscienza, prendono corpo  nelle sue ultime sculture, esposte per l’occasione nella sede dell’Associazione. 

Interventi dell’avv. Antonio BarbatoSegretario della Camera Penale di Napoli Nord e del prof. Luigi Caramiellosociologo

Conclude l’autore Nicola Grazianomagistrato del Tribunale di Napoli.

]]>
LA SCUOLA NAPOLETANA, I PARTIMENTI ED IL METODO CATEMARIO Thu, 03 Oct 2019 11:36:56 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/601479.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/601479.html Angela Andolfo Angela Andolfo La Fondazione Pietà de’ Turchini in collaborazione con l’Accademia Catemario di Napoli e l’Accademia Mandolinistica Napoletana presenta

 

“La Scuola Napoletana, i Partimenti ed il Metodo Catemario”.


La conferenza avrà luogo venerdì 11 ottobre 2019 alle ore 17,00 presso il Gran Caffè Gambrinus (via Chiaia, 1 – Piazza Trieste e Trento, 42).


La conferenza sarà basata sull’esposizione dei fondamenti storici della scuola napoletana e dell’uso dei partimenti del Settecento e del loro uso attualizzato attraverso il Metodo Catemario. 


I relatori saranno:

- Luca Bianchini Anna Trombetta (musicologi ed esperti di partimenti): Esistenza della scuola napoletana, introduzione storica, i partimenti 


- Giovanni Paracuollo (concertista e professore): L’importanza della didattica pratica e della formazione dell’orecchio 


- Edoardo Catemario (concertista e didatta internazionale): Metodo Catemario, genesi e sviluppo 


- Mauro Squillante (concertista e professore): Il Metodo Catemario per mandolino 


- Federica Castaldo (presidente della Fondazione Pieta de Turchini): L’offerta formativa di base.

 

L’ingresso è libero

]]>
Presentato alle Scuderie di Villa Favorita il “1° EAT ART VESUVIO EXPO” Tue, 01 Oct 2019 12:43:36 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/600806.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/600806.html Angela Andolfo Angela Andolfo Il cartellone della kermesse ercolanese è stato svelato con una conferenza stampa alla presenza di organizzatori, politici, artisti, chef e mezzi di comunicazione.
Tantissimi e variegati gli appuntamenti
che si susseguiranno
nei prossimi giorni dal 4 al 7 ottobre 2019

La conferenza stampa, moderata dal giornalista Roberto Esse, ha visto gli interventi di Ciro Iengo, Presidente dell’Associazione l’Oro del Miglio che, in collaborazione con Artesa, Archeoclub, U.N.C.I. Agroalimentare e dall’Associazione Promozione Sociale Jazz and Conversation, ha promosso ed organizzato l’evento. Inoltre, hanno partecipato alla presentazione il Consigliere regionale della Campania e Vicepresidente della commissione bilancio Alfonso Longobardi, lo Chef del Ristorante Zi Teresa Raffaele de Rosa, il Maestro Donato Cucolo e Daniela Daf Moretto dell’Associazione NapoliTango che, con la loro esibizione di Milonga, hanno dato alla stampa intervenuta un’originale anticipazione di quello che si vedrà nelle serate in programma.

 

“Il Format presentato qui questa mattina - ha dichiarato Iengo – parla di Storia, Cultura, Cibo e Territorio; vogliamo far interconnettere le Città Patrimonio Unesco (territorio) con i riconoscimenti avuti, qualiquello intitolato Beni Immateriali con la Dieta Mediterranea el’Arte del Pizzaiolo.

Le giornate saranno animate da mostre d’arte, spettacoli musicali, incontri, premiazioni, in più, si rinnoverà l’appuntamento con i premi Donne all’opera, Incontri Di…Vini, Premio Speciale Tonia Accardo ed Un Sorriso per la Vita, Marcellino De Baggis.
Per l’ultima sera è previsto l’evento
E le Stelle stanno a guardare…

Cena Spettacolo alla Corte dei Borbone con Re Ferdinando e Maria Carolina d’Austria unitamente al suo popolo”. Location della cena sarà il Corso Resina, antistante Villa Favorita, nelle cui Scuderie ci si trasferirà in caso di pioggia o  condizioni climatiche avverse. Il menù sarà  preparato dallo Chef Raffaele de Rosa  (Ristorante Zi Teresa).

Ercolano – ha chiuso l’organizzatore - dovrà diventare Città della Domenica e Cittadella della Cultura”.

Tra le iniziative messe in campo, certamente rilevanti quelle che si terranno al Parco Urbano del Miglio d’Oro, dove debutterà “October Chef”, un villaggio dove verranno esaltati momenti di incontro tra cibo e vini, nel quale per la prima volta saranno protagonisti i ristoratori.

Insomma, nella Città di Ercolano, il cibo e le sue eccellenze si fanno strada.

La parola è poi passata ad Alfonso Longobardi, che ha aperto il suo intervento dichiarando: Il ruolo della nostra Regione in questo evento è fondamentale perché, per valorizzare le nostre eccellenze ed i nostri territori, è fondamentale non solo essere presenti, ma affiancare tutti gli operatori in maniera fattiva e concreta.

Questo per dare la possibilità di partecipare a tutti coloro che fanno parte di questo indotto straordinario: dobbiamo essere bravi a dare il giusto valore e la giusta dignità ai produttori e agli artigiani che sanno fare la lavorazione di questi prodotti, ma anche creare momenti di attrazione turistica. Il connubio perfetto è eccellenze, produzioni tipiche, turismo, bellezze, archeologia.

Abbiamo tutto quanto può occorrere: dobbiamo solo essere bravi a far arrivare turisti, creando un sempre più alto indotto economico e nuovi posti di lavoro.
Questa è la nostra missione’’.
“1° EAT ART VESUVIO EXPO”

 

Lo sviluppo, passa attraverso il Corso Resina, da Villa Favorita fino alla Reggia di Portici.

]]>
“1° EAT ART VESUVIO EXPO” DAL 4 AL 7 OTTOBRE, NELLA CITTÀ DI ERCOLANO, IL CIBO E LE SUE ECCELLENZE SI FANNO STRADA Sat, 28 Sep 2019 14:17:26 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/varie/600257.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/varie/600257.html Angela Andolfo Angela Andolfo  

Si presenta con una conferenza stampa in programma per lunedì 30 settembre alle ore 12:00 presso Le Scuderie di Villa Favorita,
“1° EAT ART VESUVIO EXPO”
Dal 4 al 7 Ottobre, nella città di Ercolano, il cibo e le sue eccellenze si fanno strada

* * * * * *
Si svolgerà lunedì 30 settembre alle ore 12:00 presso Le Scuderie di Villa Favorita, la conferenza stampa di presentazione del “1° Eat Art Vesuvio Expo”, evento organizzato dall’Associazione del Miglio in collaborazione con Artesa, Archeoclub, U.N.C.I. Agroalimentare e dall’Associazione Promozione Sociale Jazz and Conversation.

Punto di riferimento riconfermato, la Cittadella della cultura di corso Resina, con una serie di appuntamenti itineranti da Villa Favorita fino ad arrivare a Villa Campolieto.

Continua per Ciro Iengo (presidente dell’Associazione del Miglio), l’impegno per la valorizzazione delle terre del Sud, una vera e propria missione che lo vede fortemente coinvolto - già da diversi anni – a tenere alta l’attenzione sul tema attraverso una riuscita serie di appuntamenti ed iniziative.

Si tratterà di una quattro giorni, in onore della città di Ercolano, che spazierà tra musica, cibo, moda, cultura, artigianato e arte, grazie ad un imponente cartellone che farà da grandissima attrazione per i numerosi visitatori che certamente interverranno.

Ci sarà spazio per la memoria attraverso il ricordo di importanti ricorrenze quali:

79/2019 -  "Ercolano a distanza di secoli dall'eruzione storica del Vesuvio"

1969/2019 - "50 anni dal cambio del toponimo da Resina ad Ercolano"

1989/2019 " - 30 anni dalla magica notte di Ercolano" in mondovisione su Rai 1.

Ma, naturalmente non mancheranno momenti dedicati anche alle nuove idee, in quello che si prefigura già come un appuntamento imperdibile, anche per i grandi ospiti che interverranno a rendere più intrigante questa originale kermesse.

Con l’organizzatore Ciro Iengo, parteciperanno alla Conferenza Stampa di lunedì il Sindacodella città di Ercolano Ciro Bonajuto, Alfonso Longobardi, consigliere della Regione Campania e vice-presidente Commissione Bilancio, nonché alcuni tra gli artisti partecipanti all’evento.

 

 

 

]]>
“1° EAT ART VESUVIO EXPO” DAL 4 AL 7 OTTOBRE, NELLA CITTÀ DI ERCOLANO, IL CIBO E LE SUE ECCELLENZE SI FANNO STRADA Sat, 28 Sep 2019 14:16:54 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/varie/600256.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/varie/600256.html Angela Andolfo Angela Andolfo Si presenta con una conferenza stampa in programma per lunedì 30 settembre alle ore 12:00 presso Le Scuderie di Villa Favorita,
“1° EAT ART VESUVIO EXPO”
Dal 4 al 7 Ottobre, nella città di Ercolano, il cibo e le sue eccellenze si fanno strada

* * * * * *
Si svolgerà lunedì 30 settembre alle ore 12:00 presso Le Scuderie di Villa Favorita, la conferenza stampa di presentazione del “1° Eat Art Vesuvio Expo”, evento organizzato dall’Associazione del Miglio in collaborazione con Artesa, Archeoclub, U.N.C.I. Agroalimentare e dall’Associazione Promozione Sociale Jazz and Conversation.

Punto di riferimento riconfermato, la Cittadella della cultura di corso Resina, con una serie di appuntamenti itineranti da Villa Favorita fino ad arrivare a Villa Campolieto.

Continua per Ciro Iengo (presidente dell’Associazione del Miglio), l’impegno per la valorizzazione delle terre del Sud, una vera e propria missione che lo vede fortemente coinvolto - già da diversi anni – a tenere alta l’attenzione sul tema attraverso una riuscita serie di appuntamenti ed iniziative.

Si tratterà di una quattro giorni, in onore della città di Ercolano, che spazierà tra musica, cibo, moda, cultura, artigianato e arte, grazie ad un imponente cartellone che farà da grandissima attrazione per i numerosi visitatori che certamente interverranno.

Ci sarà spazio per la memoria attraverso il ricordo di importanti ricorrenze quali:

79/2019 -  "Ercolano a distanza di secoli dall'eruzione storica del Vesuvio"

1969/2019 - "50 anni dal cambio del toponimo da Resina ad Ercolano"

1989/2019 " - 30 anni dalla magica notte di Ercolano" in mondovisione su Rai 1.

Ma, naturalmente non mancheranno momenti dedicati anche alle nuove idee, in quello che si prefigura già come un appuntamento imperdibile, anche per i grandi ospiti che interverranno a rendere più intrigante questa originale kermesse.

Con l’organizzatore Ciro Iengo, parteciperanno alla Conferenza Stampa di lunedì il Sindacodella città di Ercolano Ciro Bonajuto, Alfonso Longobardi, consigliere della Regione Campania e vice-presidente Commissione Bilancio, nonché alcuni tra gli artisti partecipanti all’evento.

 

]]>
Notte dei Ricercatori al Pascale: lo spettacolo della scienza Wed, 25 Sep 2019 16:41:45 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/599524.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/599524.html Angela Andolfo Angela Andolfo Il 27 settembre l’Istituto dei tumori di Napoli si trasforma in un mega palcoscenico in cui i cittadini sono invitati a visitare, dalle 20 e fino a notte fonda, i laboratori, ad assistere a esperimenti e seminari divulgativi. Nei viali e nel giardino di inverno della Radioterapia saranno allestiti palchi su cui si altereranno attori, musicisti e cantanti.

Napoli, 25 settembre 2019

 

Dalle 20 e fino a notte fonda, un appuntamento per tutti: bambini, giovani, adulti. Incontri, laboratori, mostre, dimostrazioni di esperimenti, seminari divulgativi, secondo il filo conduttore del "Made in Science", per una scienza intesa come vera e propria filiera della conoscenza, come marchio di fabbrica, una garanzia di eccellenza della ricerca che migliora la vita quotidiana di tutti.  Il 27 settembre il Pascale, insieme con il Cnr, festeggia la “Notte Europea dei Ricercatori”, il grande evento, promosso dalla Commissione Europea, che da 14 anni porta in tutta Europa e in 52 città italiane la scienza (e quindi i ricercatori) tra i cittadini e in particolare tra i giovani e gli studenti. Durante l'evento, che conoscerà oltre alla scienza momenti di spettacolo, di divertimento e di eno-gastronomia  la comunità potrà visitare l'Istituto, e in particolare i laboratori, ma anche sperimentare le apparecchiature più sofisticate, discutere, giocare e perfino affrontare gli scienziati del più grande polo oncologico del Mezzogiorno e i professori del Cnr. A fare da guida agli ospiti i 250 ricercatori del Pascale. Ma anche gli studenti della scuola infermieristica, e in definitiva tutti gli  operatori dell’Istituto.

 Dopo il saluto delle istituzioni e del management del Pascale nella sala d’attesa del day-hospital la Notte proseguirà lungo i viali dell’ Istituto dove saranno allestiti gli stand dei ricercatori. Nel reparto di Radioterapia sarà, invece, allestita la postazione del Consiglio Nazionale della Ricerca.

Scienza, si diceva, ma anche tanto intrattenimento. Alla Notte dei Ricercatori del Pascale hanno voluto aderire in tanti. Attori, comici, musicisti, cantanti. Primi fra tutti i mandolini dell’Accademia Mandolinistica Napoletana che apriranno la serata sul grande palco allestito nel mega parcheggio antistante la palazzina degenze. Porteranno il loro contributo i comici Rosalia Porcaro, Paolo Caiazzo, Patrizio Rispo e Alessandro Bolide. Nei tre palchi allestiti tra la palazzina amministrativa, il parcheggio antistante lo stabile degenze e il giardino d’inverno della Radioterapia si alterneranno i Soulpalco, le ragazze della scuola Danza&Danza di Antonella e Maria Cira Iacomino, il gruppo rapper Rudeclan che arrivano dalla Puglia insieme con il duo Mangano e Sole Luna. E ancora il sassofonista Gaetano Pellegrino, il cantautore Lino Blandizzi. Rallegreranno la serata con le loro musiche popolari i Rescatto, Mimmo Maglionico e i Pietrarsa e i “posteggiatori”Davide Sole, Lello Ferrara, Guido e Julia Primicile. La Notte sarà presentata dalla speaker radiofonica Simonetta de Chiara Ruffo e direttamente da Made in Sud Francesco Mastandrea.

Ricerca, spettacolo ma anche prevenzione. E se è vero che la prevenzione comincia a tavola nella Notte dei Ricercatori del Pascale non poteva mancare la pizza Pascalina, la pizza che aiuta a prevenire i tumori e le malattie cardiovascolari, nata un anno fa da un progetto dell’Istituto, che ha cercato di studiare una tipologia di pizza che, a base di friarielli, noci, olive, pomodoro, olio Evo e peperoncino,  potesse rappresentare una sana alimentazione. E come avviene in tutte le pizzerie che hanno adottato la pizza Pascalina, anche nella Notte un euro del costo della pizza verrà devoluto alla ricerca oncologica.

Ma non è finita qui. Venerdì 27 settembre, apertura straordinaria della Cappella Sansevero dalle 19.30 alle 23.00 (ultimo ingresso consentito alle 22.30) e biglietto ordinario di ingresso eccezionalmente ridotto a 3 euro. L’incasso della serata sarà destinato dal Museo al Pascale per il progetto di ricerca “Biomarcatori indicativi della risposta all’immunoterapia del melanoma metastatico”.

 

]]>
Macroregione Meridionale, si parte per il Referendum Tue, 24 Sep 2019 08:50:41 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/598953.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/598953.html Angela Andolfo Angela Andolfo  

Presentato stamane alla stampa, presso la Sala Multimediale del Consiglio della Regione Campania, l’iter che porterà al Referendum per realizzare, partendo appunto dalla Campania, la Macroregione Meridionale. In apertura l’intervento dell’ex governatore Stefano Caldoro, promotore dell’iniziativa e attualmente capogruppo dell’opposizione (Forza Italia), che ha definito un guanto di sfida politica al Nord, tanto le firme raccolte dai campani, quanto l’iniziativa di otto consiglieri regionali, grazie al cui supporto si potrà indire il referendum sull’autonomia. Un’azione finalizzata a chiedere l’avvio di un processo che sia equo nei diritti e per lanciare la sfida della macroregione del Sud, di un Sud più forte ed unito che pretenda - senza sudditanze - una parità di condizioni su asili nido, sanità, trasporto pubblico locale, formazione e nelle risorse per le infrastrutture.

Caldoro ha anche sottolineato come l’autonomia delle Regioni settentrionali, da quanto si legge tra le righe delle dichiarazioni del Ministro per le Autonomie Francesco Boccia, verrà rimessa in discussione, subendo allungamenti verosimilmente calcolabili in due o tre anni.
Sgombrato anche il campo dalle speculazioni elettorali: il Referendum, per legge, non potrà essere messo in campo prima di sei mesi dalle prossime elezioni regionali, dunque, smentiti stamane anche i soloni meridionali sempre (male)informati delle “manovre politiche” delle quali sono sempre (e solo) loro al corrente.

Ma ricordiamo i quesiti che verranno sottoposti all’approvazione per poi diventare Referendum.
Il primo “Volete voi che la Regione Campania intraprenda tutte le iniziative istituzionali necessarie per ottenere dallo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, comma terzo, della Costituzione, in tutte le materie indicate dalla predetta disposizione?“;

il secondo “Volete voi che, sulla base dei principi di sussidiarietà ed adeguatezza, le condizioni di autonomia della Regione Campania, siano rimodulate attraverso un più incisivo esercizio dei poteri sostitutivi statali, al fine di garantire e tutelare la piena uguaglianza tra cittadini campani e cittadini residenti in altre Regioni, anche nell’erogazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali e dei livelli essenziali di assistenza, sia di raggiungere  la definitiva perequazione infrastrutturale tra territorio regionale e quello nazionale?”;

il terzo “Volete voi che la Regione Campania stipuli con le altre Regioni dell’Italia meridionale continentale tutte le intese necessarie, ai sensi dell’articolo 117, ottavo comma, della Costituzione, per l’esercizio unitario, anche attraverso l’istituzione di organi comuni, delle funzioni di propria competenza?“.

Alla conferenza hanno partecipato i rappresentanti del comitato promotore, dal Presidente Alessandro Sansoni, a Sergio Angrisano, Gino Giammarino, Nando Dicé, Sabino Morano, Leonarda La Sala, Mimmo Della Corte, Pasquale Riccio e Gennaro Salvatore.

“Questo Referendum cambia la prospettiva del Sud - ha dichiarato il Presidente Sansoni – ribaltando l’eterna sudditanza nei confronti del Nord, grazie ad una rinnovata e forte posizione che fa del dibattito sull’autonomia un proprio cavallo di battaglia. Una rappresentazione che non è certamente quella del regionalismo differenziato, ma soprattutto combatte con volontà forte cortigiani e conservatori dello status quo a fini del sistema”.
Alla fine dell’incontro, il nostro direttore Gino Giammarino ha lanciato un appello alla mobilitazione generale, travalicando le piccinerie ed i personalismi della sfera meridionalista.
“Il nostro Sud - ha ammonito l’editore - sta correndo un serio pericolo: quello di restare in salotto a disquisire su fatti e aneddoti che ricostruiscono la vera storia, senza mai dare risposte in atti politici concreti come questo Referendum. Un paradosso per effetto del quale, proprio quei meridionalisti “spacca capelli storici” finiscono per sortire l’effetto di immobilizzare i meridionali.
Ma a che serve
- ha concluso Giammarino - preparare ed informare la classe dirigente meridionale di domani, se non gli si forniscono le armi per ribaltare l’azione della macchina istituzionale, lasciandola nelle mani di ascari meridionali e servi delle logiche nordiste?!”

 

 

 

]]>
Macroregione Meridionale, si parte per il Referendum Tue, 24 Sep 2019 08:50:14 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/598952.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/598952.html Angela Andolfo Angela Andolfo Presentato stamane alla stampa, presso la Sala Multimediale del Consiglio della Regione Campania, l’iter che porterà al Referendum per realizzare, partendo appunto dalla Campania, la Macroregione Meridionale. In apertura l’intervento dell’ex governatore Stefano Caldoro, promotore dell’iniziativa e attualmente capogruppo dell’opposizione (Forza Italia), che ha definito un guanto di sfida politica al Nord, tanto le firme raccolte dai campani, quanto l’iniziativa di otto consiglieri regionali, grazie al cui supporto si potrà indire il referendum sull’autonomia. Un’azione finalizzata a chiedere l’avvio di un processo che sia equo nei diritti e per lanciare la sfida della macroregione del Sud, di un Sud più forte ed unito che pretenda - senza sudditanze - una parità di condizioni su asili nido, sanità, trasporto pubblico locale, formazione e nelle risorse per le infrastrutture.

Caldoro ha anche sottolineato come l’autonomia delle Regioni settentrionali, da quanto si legge tra le righe delle dichiarazioni del Ministro per le Autonomie Francesco Boccia, verrà rimessa in discussione, subendo allungamenti verosimilmente calcolabili in due o tre anni.
Sgombrato anche il campo dalle speculazioni elettorali: il Referendum, per legge, non potrà essere messo in campo prima di sei mesi dalle prossime elezioni regionali, dunque, smentiti stamane anche i soloni meridionali sempre (male)informati delle “manovre politiche” delle quali sono sempre (e solo) loro al corrente.

Ma ricordiamo i quesiti che verranno sottoposti all’approvazione per poi diventare Referendum.
Il primo “Volete voi che la Regione Campania intraprenda tutte le iniziative istituzionali necessarie per ottenere dallo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con le relative risorse, ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 116, comma terzo, della Costituzione, in tutte le materie indicate dalla predetta disposizione?“;

il secondo “Volete voi che, sulla base dei principi di sussidiarietà ed adeguatezza, le condizioni di autonomia della Regione Campania, siano rimodulate attraverso un più incisivo esercizio dei poteri sostitutivi statali, al fine di garantire e tutelare la piena uguaglianza tra cittadini campani e cittadini residenti in altre Regioni, anche nell’erogazione dei livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali e dei livelli essenziali di assistenza, sia di raggiungere  la definitiva perequazione infrastrutturale tra territorio regionale e quello nazionale?”;

il terzo “Volete voi che la Regione Campania stipuli con le altre Regioni dell’Italia meridionale continentale tutte le intese necessarie, ai sensi dell’articolo 117, ottavo comma, della Costituzione, per l’esercizio unitario, anche attraverso l’istituzione di organi comuni, delle funzioni di propria competenza?“.

Alla conferenza hanno partecipato i rappresentanti del comitato promotore, dal Presidente Alessandro Sansoni, a Sergio Angrisano, Gino Giammarino, Nando Dicé, Sabino Morano, Leonarda La Sala, Mimmo Della Corte, Pasquale Riccio e Gennaro Salvatore.

“Questo Referendum cambia la prospettiva del Sud - ha dichiarato il Presidente Sansoni – ribaltando l’eterna sudditanza nei confronti del Nord, grazie ad una rinnovata e forte posizione che fa del dibattito sull’autonomia un proprio cavallo di battaglia. Una rappresentazione che non è certamente quella del regionalismo differenziato, ma soprattutto combatte con volontà forte cortigiani e conservatori dello status quo a fini del sistema”.
Alla fine dell’incontro, il nostro direttore Gino Giammarino ha lanciato un appello alla mobilitazione generale, travalicando le piccinerie ed i personalismi della sfera meridionalista.
“Il nostro Sud - ha ammonito l’editore - sta correndo un serio pericolo: quello di restare in salotto a disquisire su fatti e aneddoti che ricostruiscono la vera storia, senza mai dare risposte in atti politici concreti come questo Referendum. Un paradosso per effetto del quale, proprio quei meridionalisti “spacca capelli storici” finiscono per sortire l’effetto di immobilizzare i meridionali.
Ma a che serve
- ha concluso Giammarino - preparare ed informare la classe dirigente meridionale di domani, se non gli si forniscono le armi per ribaltare l’azione della macchina istituzionale, lasciandola nelle mani di ascari meridionali e servi delle logiche nordiste?!”

 

]]>
“Corri per abbattere le disabilità” Si rinnova il grande successo anche per l’edizione 2019 Mon, 09 Sep 2019 11:03:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/sport/varie/595756.html http://content.comunicati.net/comunicati/sport/varie/595756.html Angela Andolfo Angela Andolfo Si è svolta ieri, domenica 8 settembre, la V edizione della gara podistica “Corri per abbattere le disabilità”, presso lo stadio militare Albricci di Napoli, che per l’occasione è stato allestito con stand promozionali ed un buffet per festeggiare i partecipanti alla competizione.  Ai nastri di partenza, circa 700 atleti da 76 società sportive differenti, provenienti dalla regione Campania, dal Lazio, dalla Puglia e dalla Toscana.                      

E’ stata una domenica di grande sport e forti emozioni, di altissimo livello tecnico ed organizzativo, ma anche un momento di inclusione sociale, di condivisione e di confronto.

Un appuntamento davvero aperto a tutti, senza alcuna distinzione, come dimostra il fatto che alla gara hanno partecipato anche diversi atleti disabili i quali, in carrozzina da corsa, sono partiti per gareggiare alla pari con gli altri atleti in campo. 

Un percorso - rigorosamente senza barriere - snodatosi per dieci chilometri tra le strade di Poggioreale, Vicaria, Vasto, Foria, per poi fare ritorno nuovamente alla stadio militare Albricci.

La competizione, cresciuta negli anni in maniera esponenziale, è stata come di consueto organizzata, promossa e fortemente voluta da Alfonso Iavarone, presidente dell’Associazione Organizzazione Europea Volontari di Prevenzione e Protezione Civile.

Sono veramente soddisfatto per la riuscita dell’evento – ha dichiarato il pres. Iavarone – soprattutto per la speciale valenza che ha avuto in termini di inclusione e partecipazione ai limiti imposti per gli atleti diversamente abili. Ringrazio i miei collaboratori, la mia famiglia e tutto lo staff, nonché il Comune di Napoli, ente patrocinante unitamente alla IV municipalità, Osservatorio Permanente Centro Storico Napoli - Sito Unesco, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e Città Metropolitana di Napoli”. 

A tagliare per primo il traguardo per la categoria maschile, Aich Youssef, della società ASD Mondragone in Corsa, che ha chiuso con un tempo totale di 30’, 20’’.

Secondo classificato, Iannone Gilio della società ASD Carmax Camaldolese, seguito da Akhal Hicham della società ASD Pod. Il Laghetto, salito sul terzo gradino del podio. 

Nella categoria femminile, la prima a tagliare il traguardo è stata Janat Hanane della ASD Pod. Il Laghetto, mettendo a referto il tempo di 36’,59”.

Secondo posto per Annamaria Capasso della ASD Amatori Vesuvio, terzo piazzamento per Graziella Esposito della ASD Marath Club Is. d’ischia

Ad accompagnare e raccontare la manifestazione per tutta la sua durata, Gabriele Blair, voce ufficiale dell’Esercito  Italiano, impeccabile come sempre, affiancato per i commenti tecnici dal noto speaker Carlo Cantales.
E, a proposito di voci, va sottolineata quella splendida di Lino Flagiello che, nel post gara, ha conquistato sin da subito il pubblico intervenuto all’evento. Con lui, Aminta Cozzolino, reduce del titolo Miss Free Style, Simone Ferrante, Mister Free Style e Filomena Flora Marciano, finalista del concorso “Miss Italia”, dell’Agenzia Free Style di Pietro Bellaiuto, che hanno ricevuto un attestato di partecipazione. 

Alla cerimonia di premiazione hanno preso parte il Colonnello Biagio Ferraro, in rappresentanza del Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano, l’Assessore allo Sport del Comune di Napoli Ciro Borriello, Enrico Parlati campione di Judo delle Fiamme Oro, gli organizzatori Alfonso e Guglielmo Iavarone

In chiusura, sono state consegnate diverse targhe per la fattiva collaborazione alla realizzazione dell’evento.

Particolare e molto toccante, il momento in cui è stata consegnata la targa in memoria del caro collega, amico e videomaker Giovanni Battiloro, scomparso lo scorso 14 agosto 2018, vittima del crollo del ponte Morandi a Genova, che ha lasciato un vuoto incolmabile in quanti lo conoscevano. A ritirare il riconoscimento, il dott. Pasquale Turco, editore dell’emittente televisiva Caprievent che ha ripreso e trasmesso in diretta l’intera manifestazione, diffondendola in contemporanea in diretta Facebook. 

La manifestazione è stata resa possibile grazie al supporto di: Alaska Pub, Autotrasporti Figliolino, Cantine Mediterranee, Chalet Barbato, Cianotic, ICM S.p.a., Parrucchieri Idola, Il Poggio, I Viaggi del Vesuvio, Le Residenze del Bosco, Macelleria Impeeati, Pizzeria Nana’, Bar Pasticceria Onufrio, Podistica Azzurra Napoli, Caseificio The Green Valley Agerola, Uffici Allocca.

 

Premiazioni Divisione HB

1° ) Lieti Marco - Podistica Solidarietà

2°)  Fiscina Michele - Libero

3°)  Marigliano Michele - Libero 

Di seguito i primi classificati per ogni categoria: 

Premiazioni ASC – Divisione 10 KM

Cat. SM Balzano Francesco - ASD Erco Sport

Cat. SM35 Di Mare Castrese Davide - ASD New Atletica Afragola 

Cat. SM40 Vaiano Michele - ASD Erco Sport

Cat. SM45 Improta Carlo - ASD New Atletica Afragola 

Cat. SM50 Iliucci Luca - ASD Rundagi

Cat. SM55 Bhune Maurizio - ASD Erco Sport

Cat. SM60 Colantuono Raffaele - ASD Erco Sport

Cat. SM65 Ambrosio Vincenzo - ASD Erco Sport

Cat. SF Reccia Giorgia Ilaria - ASD Rundagi

Cat. SF35 Fiorentino Giustina - ASD Rundagi

Cat. SF45 Gesuele Anna - ASD New Atletica Afragola 

Cat. SF50 Silvestro Rosa - ASD New Atletica Afragola 

Cat. SF55 Cristiano Nunzia - ASD New Atletica Afragola  

Premiazioni Divisione 10 KM

Cat. SM50 Paudice Armando - Podistica Bosco di Capodimonte

Cat. SM55 Negroni Antonio - ASD Napolirun

Cat. SM60 Gallifuoco Gennaro - ASD Amatori Vesuvio

Cat. SM65 Razzano Vincenzo - ASD Amatori Vesuvio

Cat. SM70 Diana Francesco - ASD Amatori Vesuvio

Cat. SM75 Di Lauro Vincenzo - ASD Stufe di Nerone

Cat. SF50  Frascadore Maria – Dromos

Cat. SF55  Capone Nicoletta – ASD Amatori Marathon Frattese

 

]]>