Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ce.S.A.S. Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ce.S.A.S. Fri, 25 Sep 2020 16:36:11 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/25519/1 Milena Crupi. Quarant'anni di carriera Fri, 13 Dec 2019 06:18:03 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/611263.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/611263.html Ce.S.A.S. Ce.S.A.S.  

Milena Crupi festeggia i 40 anni di carriera. La pittrice rossanese, laureata con il massimo dei voti e Lode Accademica, ormai da anni nota anche a livello internazionale, inaugura il 15 dicembre nell’ex palazzo di città di Paola, la mostra personale retrospettiva con cui festeggia il quarantennale della carriera artistica.

La carriera dell’artista è costellata di premi e successi e il Maestro Crupi rimane protagonista della vita artistica e culturale grazie al suo talento artistico che l’ha vista realizzare decine di mostre personali e organizzare eventi artistico-culturale di enorme importanza e da anni conduce una ricerca personalissima. Ha sviluppato una tecnica assolutamente esclusiva di utilizzo dei giornali con sovrastrutture che ricreano perfettamente i chiaroscuri e la corposità dell’olio, il tutto lavorato e fuso in un unicum in tramatura classica di olio su tela per cui il suo nome è, ormai, sicuro sinonimo di ricerca e studio pittorico nel panorama artistico internazionale contemporaneo.

La sua arte spazia da opere postimpressioniste, all’espressionismo americano per giungere ad una pittura impregnata del realismo esistenziale, che comprende anche la realizzazione di originali, quanto innovative, installazioni che sono state presentate in occasione della Biennale di Venezia 2019 come “L’obolo della vedova” che, dopo Venezia, sarà riproposta a Paola in occasione della personale e reinstallata in una intera stanza viste le sue dimensioni. La dimostrazione della particolarità della pittura dell’artista è data anche dal fatto che l’arte di Milena Crupi è stata oggetto di studio in ben due tesi di laurea in due diversi atenei italiani, tanto che le opere del Maestro Crupi sono sinonimo di ricerca e assoluta originalità nel panorama artistico contemporaneo.

Le sue opere sono state utilizzate anche per la illustrazione di numerosi libri tra i quali ricordiamo, con l’opera "‘U massaru", la copertina del libro " 'Ddonnantoni ", di Giovanni Carrà, edito dal Centro Studi Tindari-Patti, collana Donnavilla, e con il quadro "Salomè" la copertina del libro “Reticenze” di Giovanni Carrà, Casa editrice Laruffa. Altre sue opere sono state utilizzate per le illustrazioni del libro "Cuore di farfalla " di Anna Ierna e "Armonie Sognanti" di Graziella Scuderi, casa editrice Kritios, in vendita anche in Germania .

Da ultimo i quadri del maestro Crupi sono stati inseriti nel volume LA GRANDE FAVOLA DELL'UNIVERSO di Giuseppe Arnone edito dalla Mondadori Editore.

La retrospettiva sarà presentata dal Prof. Boris Brollo, critico d’arte di chiara fama, già curatore di eventi collaterali per la Biennale di Venezia nonché consigliere dell’Accademia di belle Arti di Venezia il quale sarà presente appositamente insieme ad un noto curatore di eventi del veneto.

I saluti saranno portati dal Sindaco della città di Paola che ha fortemente voluto il Maestro Milena Crupi anche per festeggiare il V° Centenario della canonizzazione di San Francesco di Paola.

La mostra rimarrà aperta fino al 6 gennaio ed è liberamente visitabile, sia mattina che pomeriggio.

 

 

]]>
Milena Crupi. Quarant'anni di carriera Fri, 13 Dec 2019 06:17:23 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/611262.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/611262.html Ce.S.A.S. Ce.S.A.S. Milena Crupi festeggia i 40 anni di carriera. La pittrice rossanese, laureata con il massimo dei voti e Lode Accademica, ormai da anni nota anche a livello internazionale, inaugura il 15 dicembre nell’ex palazzo di città di Paola, la mostra personale retrospettiva con cui festeggia il quarantennale della carriera artistica.

La carriera dell’artista è costellata di premi e successi e il Maestro Crupi rimane protagonista della vita artistica e culturale grazie al suo talento artistico che l’ha vista realizzare decine di mostre personali e organizzare eventi artistico-culturale di enorme importanza e da anni conduce una ricerca personalissima. Ha sviluppato una tecnica assolutamente esclusiva di utilizzo dei giornali con sovrastrutture che ricreano perfettamente i chiaroscuri e la corposità dell’olio, il tutto lavorato e fuso in un unicum in tramatura classica di olio su tela per cui il suo nome è, ormai, sicuro sinonimo di ricerca e studio pittorico nel panorama artistico internazionale contemporaneo.

La sua arte spazia da opere postimpressioniste, all’espressionismo americano per giungere ad una pittura impregnata del realismo esistenziale, che comprende anche la realizzazione di originali, quanto innovative, installazioni che sono state presentate in occasione della Biennale di Venezia 2019 come “L’obolo della vedova” che, dopo Venezia, sarà riproposta a Paola in occasione della personale e reinstallata in una intera stanza viste le sue dimensioni. La dimostrazione della particolarità della pittura dell’artista è data anche dal fatto che l’arte di Milena Crupi è stata oggetto di studio in ben due tesi di laurea in due diversi atenei italiani, tanto che le opere del Maestro Crupi sono sinonimo di ricerca e assoluta originalità nel panorama artistico contemporaneo.

Le sue opere sono state utilizzate anche per la illustrazione di numerosi libri tra i quali ricordiamo, con l’opera "‘U massaru", la copertina del libro " 'Ddonnantoni ", di Giovanni Carrà, edito dal Centro Studi Tindari-Patti, collana Donnavilla, e con il quadro "Salomè" la copertina del libro “Reticenze” di Giovanni Carrà, Casa editrice Laruffa. Altre sue opere sono state utilizzate per le illustrazioni del libro "Cuore di farfalla " di Anna Ierna e "Armonie Sognanti" di Graziella Scuderi, casa editrice Kritios, in vendita anche in Germania .

Da ultimo i quadri del maestro Crupi sono stati inseriti nel volume LA GRANDE FAVOLA DELL'UNIVERSO di Giuseppe Arnone edito dalla Mondadori Editore.

La retrospettiva sarà presentata dal Prof. Boris Brollo, critico d’arte di chiara fama, già curatore di eventi collaterali per la Biennale di Venezia nonché consigliere dell’Accademia di belle Arti di Venezia il quale sarà presente appositamente insieme ad un noto curatore di eventi del veneto.

I saluti saranno portati dal Sindaco della città di Paola che ha fortemente voluto il Maestro Milena Crupi anche per festeggiare il V° Centenario della canonizzazione di San Francesco di Paola.

La mostra rimarrà aperta fino al 6 gennaio ed è liberamente visitabile, sia mattina che pomeriggio.

]]>
comunicato stampa Thu, 24 Jan 2019 19:47:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/518981.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/arti_figurative/518981.html Ce.S.A.S. Ce.S.A.S.

Lo studio d'arte Milena Crupi alla Fiera di Arte contemporanea di Pordenone

Tutti i corsisti dello studio del Maestro d'arte Milena Crupi presenti con uno stand alla Fiera d'Arte di Pordenone .
 Lo studio d’arte del maestro di Milena Crupi si è spostato alla  fiera di Arte Contemporanea di Pordenone, una delle più importanti d’Italia in cui gli espositori possono scegliere tra oltre 30 manifestazioni del calendario di Pordenone Fiere, dedicate in parte a settori specifici dell’industria, del commercio e dei servizi, e in gran parte all’arte e alla cultura.

Arte Pordenone è la Fiera d’Arte Moderna e Contemporanea che porta l’arte, gli artisti e le gallerie di punta italiane ed europee negli spazi appositamente dedicati ritrovandosi in una kermesse in cui si incontrano i diversi stili di arte contemporanea.

Grazie a questo evento che lo staff dello studio d’arte di Milena Crupi è riuscito ad organizzare, mettendosi in contatto con gallerie di livello internazionale, è stata offerta l’opportunità a tutti gli allievi dello studio, piccoli e grandi, di misurarsi con capolavori di indiscusso pregio artistico, portando nel cuore di Pordenone le opere dedicate a Monet e Van Gogh, confrontandosi da protagonisti artisti, galleristi e operatori del settore.

Ritengo che uno dei compiti del maestro d’arte contemporaneo sia quello di condividere le proprie conoscenze e le proprie scoperte, per avviare e istruire al bello i propri allievi, nel rispetto delle loro specificità e tendenze.

Gli impressionisti sono riusciti a trasportare nel dipinto, attraverso il colore, l’alito della vita, i suoni i profumi e quindi i loro quadri respirano quella vitalità in cui il colore è un polmone che fa comprendere a chi guarda l’opera la vita nella sua fase più vitale. Infatti, la difficoltà degli impressionisti non è tanto nella tecnica ma nella forma da dare al colore; ecco allora l’esperienza straordinaria ed emotiva in cui i miei allievi si sono tuffati, quasi respirando questi colori ricchi di vita, luce e atmosfere altamente emotive e sensibili.

Una mostra �“ quale questa intitolata “Il respiro del colore”, fortemente voluta alla Fiera di arte di Pordenone dagli operatori del settore - deve raccogliere, unire, fondere insieme come in un’orchestra che suona all’unisono, un unico corpo armonioso e creativo, seppure nelle diversità di ciascuno dei partecipanti.

Credo di poter dire, senza falsa modestia, di esserci riuscita“.  

Milena Crupi


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>