Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Antonio Del Piano Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Antonio Del Piano Sat, 20 Jul 2019 03:54:03 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/24192/1 PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018 Fri, 19 Oct 2018 12:39:22 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497689.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497689.html Antonio Del Piano Antonio Del Piano  

Anacapri, 19 ottobre 2018 - Nell’ambito della XXXV edizione del Premio Capri – San Michele in programma domani 20 ottobre alle ore 10 nell’Auditorium Comunale di Anacapri, si svolgerà anche la cerimonia di consegna del Premio di Giornalismo Italo De Feo 2018 a Carlo Verna presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

A consegnare il premio sarà la giornalista ed ex senatrice Diana De Feo.

“Questo premio di giornalismo intitolato da oltre venti anni a mio padre, ha dichiarato Diana De Feo, cade in un momento di grande incertezza dal punto di vista della professione. Per la comunicazione infatti più che un’epoca di cambiamento assistiamo, già da qualche anno a dire il vero, ad un cambiamento di epoca con risvolti al momento imprevedibili per la società tutta. I recenti disegni poi di parte del governo sull’abolizione della governance giornalistica con la minaccia sempre più ventilata di eliminare l’Ordine, minano alla base la divisione, l’autonomia e l’indipendenza dei poteri - quale il giornalismo è in una sana democrazia - per i quali e per il quale si è sempre battuto mio padre e che sono oggi tuttora validi”.

 

Italo De Feo è stato un giornalista e dirigente Rai, scrittore, critico letterario e saggista. Nato a Mirabella Eclano il 30 aprile del 1912, si laureò a Napoli in giurisprudenza ed intraprese subito la professione di insegnante. Ma, a causa delle sue idee giudicate non in linea col regime fascista, nel 1933 fu arrestato e deferito al Tribunale Speciale. Italo De Feo fu quindi costretto a trascorrere una parte della sua esistenza a Cagli, città che molti anni dopo – nel novembre del 2010 - gli conferirà la cittadinanza onoraria alla memoria.

Dopo l'8 settembre del 1943 tornò a Napoli dove ricoprì prima il ruolo di capo dell'ufficio stampa del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN), per poi diventare membro della Commissione nazionale della stampa e capo dell'ufficio radio della Presidenza del Consiglio. L'attività giornalistica lo portò negli anni a collaborare con Time, Life, Il Mondo, Il Giornale d'Italia, La Gazzetta del Popolo, Il Resto del Carlino, il Giornale di Brescia e La Nazione.

Dal 1944 fino al dicembre del 1946 fu segretario e stretto collaboratore di Palmiro Togliatti; ma la conoscenza diretta di taluni eventi comportò la rottura con il PCI.

Amico e consigliere di Giuseppe Saragat fu con lui tra i fondatori l'11 gennaio del 1947 del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani in seguito alla scissione di Palazzo Barberini.

Nella RAI, nella quale sin dal principio fu uno dei primi organizzatori e promotori, fu direttore per poi passare alla vicepresidenza. Incarico quest'ultimo che ricoprì per undici anni dal 1964 al 1975.

Fu anche sostenitore e promotore fin dal 1971 del Sindacato Libero Scrittori Italiani, organismo per il quale nel 1985, poche settimane prima di morire, continuava a battersi per averlo libero, autorevole e pienamente autonomo.

In campo televisivo Italo De Feo è stato autore di molti programmi e film per la televisione alcuni dei quali hanno conseguito un successo internazionale. Fu autore e promotore di numerose pubblicazioni, saggi, pellicole su personaggi storici e politici, su scrittori e letterati, sul giornalismo e sulla cultura in genere. Molti suoi libri sono tuttora in catalogo presso la casa editrice Mondadori. Della sua produzione letteraria vanno soprattutto ricordati “Venti secoli di giornalismo”, “L'Italia dei nostri nonni”, “L'ultima Italia”, “Giovanna d'Angiò regina di Napoli”.

Morì a Roma il 6 marzo del 1985.

 

PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018

OPERE VINCITRICI E PREMIATI

PREMIO CAPRI – S. MICHELE - Il crollo del Noi di VINCENZO PAGLIA Laterza

PREMIO DI GIORNALISMO ITALO DE FEO - CARLO VERNA Presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti

PREMIO ATTUALITA’- Vangelo e Psiche di LUIGI DE SIMONE e GIAMPAOLO PAGANO Cantagalli

PREMIO GIOVANI - Crescere digitali a cura di ANNA TERESA BORRELLI, CLAUDIA D’ANTONI, MARTINO NARDELLI AVE

PREMIO POLITICA - Alfieri politico di STEFANO DE LUCA Rubbettino

PREMIO STORIA - Cultura e petrolio di MAURIZIO ROMANO Il Mulino

PREMIO PER L’OPERA CESARE CAVALLERI - Per meglio vivere. Una conversazione con JACOPO GUERRIERO La Scuola

PREMIO SUOR SERAFINA - E adesso la palla passa a me di ANTONIO MATTONE Guida

PREMIO SERAFINO CIMINO - Lo Sconosciuto accanto. Storie di conversioni nel Giappone di oggi di TIZIANO TOSOLINI EMI

PREMIO LAURA ROLANDI - Un gesuita a Scampia di FABRIZIO VALLETTI EDB

PREMIO EDITORIA - Vita e Pensiero Nel centenario della fondazione.

PREMIO PAESAGGIO - Luoghi dell’Infinito Rivista di itinerari, arte e cultura. Nel ventesimo della fondazione

PREMIO AXEL MUNTHE - SALVATORE GRIMALDI Imprenditore italo – svedese

PREMIO IMPEGNO PER L’ISOLA - KARINA LATERZA Segretario Generale  Prix Italia

PREMIO DI VARIA UMANITA’ - Vania De Luca Presidente dell’Unione Cattolica Stampa Italiana Direttore della rivista “Desk”

PREMIO ANACAPRI L’AMO DI CAPRI - Associazione Ambientale- Sportiva-Culturale

 

 

 

 

]]>
PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018 Fri, 19 Oct 2018 12:38:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497688.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/497688.html Antonio Del Piano Antonio Del Piano Anacapri, 19 ottobre 2018 - Nell’ambito della XXXV edizione del Premio Capri – San Michele in programma domani 20 ottobre alle ore 10 nell’Auditorium Comunale di Anacapri, si svolgerà anche la cerimonia di consegna del Premio di Giornalismo Italo De Feo 2018 a Carlo Verna presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti.

A consegnare il premio sarà la giornalista ed ex senatrice Diana De Feo.

“Questo premio di giornalismo intitolato da oltre venti anni a mio padre, ha dichiarato Diana De Feo, cade in un momento di grande incertezza dal punto di vista della professione. Per la comunicazione infatti più che un’epoca di cambiamento assistiamo, già da qualche anno a dire il vero, ad un cambiamento di epoca con risvolti al momento imprevedibili per la società tutta. I recenti disegni poi di parte del governo sull’abolizione della governance giornalistica con la minaccia sempre più ventilata di eliminare l’Ordine, minano alla base la divisione, l’autonomia e l’indipendenza dei poteri - quale il giornalismo è in una sana democrazia - per i quali e per il quale si è sempre battuto mio padre e che sono oggi tuttora validi”.

 

Italo De Feo è stato un giornalista e dirigente Rai, scrittore, critico letterario e saggista. Nato a Mirabella Eclano il 30 aprile del 1912, si laureò a Napoli in giurisprudenza ed intraprese subito la professione di insegnante. Ma, a causa delle sue idee giudicate non in linea col regime fascista, nel 1933 fu arrestato e deferito al Tribunale Speciale. Italo De Feo fu quindi costretto a trascorrere una parte della sua esistenza a Cagli, città che molti anni dopo – nel novembre del 2010 - gli conferirà la cittadinanza onoraria alla memoria.

Dopo l'8 settembre del 1943 tornò a Napoli dove ricoprì prima il ruolo di capo dell'ufficio stampa del Comitato di Liberazione Nazionale (CLN), per poi diventare membro della Commissione nazionale della stampa e capo dell'ufficio radio della Presidenza del Consiglio. L'attività giornalistica lo portò negli anni a collaborare con Time, Life, Il Mondo, Il Giornale d'Italia, La Gazzetta del Popolo, Il Resto del Carlino, il Giornale di Brescia e La Nazione.

Dal 1944 fino al dicembre del 1946 fu segretario e stretto collaboratore di Palmiro Togliatti; ma la conoscenza diretta di taluni eventi comportò la rottura con il PCI.

Amico e consigliere di Giuseppe Saragat fu con lui tra i fondatori l'11 gennaio del 1947 del Partito Socialista dei Lavoratori Italiani in seguito alla scissione di Palazzo Barberini.

Nella RAI, nella quale sin dal principio fu uno dei primi organizzatori e promotori, fu direttore per poi passare alla vicepresidenza. Incarico quest'ultimo che ricoprì per undici anni dal 1964 al 1975.

Fu anche sostenitore e promotore fin dal 1971 del Sindacato Libero Scrittori Italiani, organismo per il quale nel 1985, poche settimane prima di morire, continuava a battersi per averlo libero, autorevole e pienamente autonomo.

In campo televisivo Italo De Feo è stato autore di molti programmi e film per la televisione alcuni dei quali hanno conseguito un successo internazionale. Fu autore e promotore di numerose pubblicazioni, saggi, pellicole su personaggi storici e politici, su scrittori e letterati, sul giornalismo e sulla cultura in genere. Molti suoi libri sono tuttora in catalogo presso la casa editrice Mondadori. Della sua produzione letteraria vanno soprattutto ricordati “Venti secoli di giornalismo”, “L'Italia dei nostri nonni”, “L'ultima Italia”, “Giovanna d'Angiò regina di Napoli”.

Morì a Roma il 6 marzo del 1985.

 

PREMIO CAPRI – S. MICHELE XXXV EDIZIONE 2018

OPERE VINCITRICI E PREMIATI

PREMIO CAPRI – S. MICHELE - Il crollo del Noi di VINCENZO PAGLIA Laterza

PREMIO DI GIORNALISMO ITALO DE FEO - CARLO VERNA Presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti

PREMIO ATTUALITA’- Vangelo e Psiche di LUIGI DE SIMONE e GIAMPAOLO PAGANO Cantagalli

PREMIO GIOVANI - Crescere digitali a cura di ANNA TERESA BORRELLI, CLAUDIA D’ANTONI, MARTINO NARDELLI AVE

PREMIO POLITICA - Alfieri politico di STEFANO DE LUCA Rubbettino

PREMIO STORIA - Cultura e petrolio di MAURIZIO ROMANO Il Mulino

PREMIO PER L’OPERA CESARE CAVALLERI - Per meglio vivere. Una conversazione con JACOPO GUERRIERO La Scuola

PREMIO SUOR SERAFINA - E adesso la palla passa a me di ANTONIO MATTONE Guida

PREMIO SERAFINO CIMINO - Lo Sconosciuto accanto. Storie di conversioni nel Giappone di oggi di TIZIANO TOSOLINI EMI

PREMIO LAURA ROLANDI - Un gesuita a Scampia di FABRIZIO VALLETTI EDB

PREMIO EDITORIA - Vita e Pensiero Nel centenario della fondazione.

PREMIO PAESAGGIO - Luoghi dell’Infinito Rivista di itinerari, arte e cultura. Nel ventesimo della fondazione

PREMIO AXEL MUNTHE - SALVATORE GRIMALDI Imprenditore italo – svedese

PREMIO IMPEGNO PER L’ISOLA - KARINA LATERZA Segretario Generale  Prix Italia

PREMIO DI VARIA UMANITA’ - Vania De Luca Presidente dell’Unione Cattolica Stampa Italiana Direttore della rivista “Desk”

PREMIO ANACAPRI L’AMO DI CAPRI - Associazione Ambientale- Sportiva-Culturale

 

 

]]>
Il Presidente Sergio Mattarella incontra la prof.ssa Angela Procaccini e Graus Editore Sat, 17 Mar 2018 14:26:23 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/varie/473614.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/varie/473614.html Antonio Del Piano Antonio Del Piano

 

COMUNICATO STAMPA

 

Il PRESIDENTE DELLA  REPUBBLICA SERGIO  MATTARELLA INCONTRA LA PROFESSORESSA ANGELA PROCACCINI, AUTRICE DEL LIBRO “D. RACCONTI  DI  DONNE” EDITO DA GRAUS EDITORE ED IDEATRICE DEL PROGETTO SCOLASTICO  DI  LETTURA “VIAGGIO LIB(E)RO”.
L’appuntamento è per martedì 20 marzo a Roma, nel Palazzo del Quirinale. Insieme all’autrice e all’editore, anche una rappresentanza di studenti campani.

 

Il prossimo martedì 20 Marzo alle ore 11.00, in un sala riservata del Quirinale a Roma, il Capo dello Stato Sergio Mattarella incontrerà la Prof.ssa Angela Procaccini, Preside dell’Istituto “Regina Coeli” di Napoli ed ideatrice del progetto scolastico di lettura intitolato “VIAGGIO LIB(E)RO”.
L’incontro con il Capo dello Stato, aperto anche ad una rappresentanza di studenti di alcuni istituti scolastici di Napoli e Caserta, segue una commovente lettera su storie di vita vissuta, indirizzata al Presidente della Repubblica e finalizzata alla sensibilizzazione della cultura fra i giovani. Un tentativo di approfondire questo argomento così delicato ed importante e di individuare un cammino che possa iniziare dai primi giorni fra i banchi di scuola per formare sani giovani che domani rappresenteranno cittadini civili e di esempio per una società migliore.

Le parole utilizzate della Prof.ssa Procaccini nella lettera indirizzata al Capo dello Stato, producono per chi le ascolta seriamente, un effetto di totale riflessione e non passano inosservate perché toccano il cuore.

La Prof.ssa Procaccini è autrice di tanti libri: il suo ultimo volume è intitolato “D. Racconti di donne” ed è edito da Graus Editore. Una tragica data segna la vita dell’autrice, quella in cui la piccola figlia di soli undici anni, Simonetta Lamberti, fu vittima innocente della camorra in un agguato teso al suo papà, il magistrato Alfonso Lamberti.

Da allora tutto si è modificato ed il dolore di mamma è riuscita a trasformarlo in positività ed in azioni costruttive dirette a tutti i giovani in difficoltà ai quali si rivolge quotidianamente per sensibilizzarli ed educarli ad un messaggio di Legalità, Rispetto, Civiltà e soprattutto sano Amore e, attraverso la cultura, i libri questi principi si possono raggiungere.

Nasce così, proprio della Prof.ssa Angela Procaccini, il progetto di lettura “VIAGGIO LIB(E)RO di cui è ideatrice, coadiuvata dalla promozione della Casa Editrice Graus.

All’incontro di martedì 20 Marzo 2018 ore 11.00 con il Presidente delle Repubblica Sergio Mattarella parteciperanno la Prof.ssa Angela Procaccini, l’Editore Pietro Graus, i Dirigenti Casa Editrice Graus e un gruppo di ragazzi in rappresentanza degli Istituti Regina Coeli e Nazareth di Napoli, Istituto Siani di Casalnuovo, dei licei Urbani di San Giorgio a Cremano e Manzoni di Caserta e una rappresentanza di studenti che si sono distinti  nel corso del progetto “VIAGGIOLIB(E)RO”  per la loro spiccata applicazione e comprensione della mission del progetto.


Antonio Del Piano
ASTINEWS srl
Centro Direzionale Isola F3
80143 NAPOLI
339.4486695

 

]]>
c.s. BMT 2018: NAPOLI CAPITALE MONDIALE DEL TURISMO Fri, 16 Mar 2018 16:01:58 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/473589.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/473589.html Antonio Del Piano Antonio Del Piano  

https://www.bmtnapoli.com/wp-content/uploads/2017/04/bmt-2018.jpg

 

COMUNICATO STAMPA

 

BMT 2018: NAPOLI CAPITALE MONDIALE DEL TURISMO

La città accoglierà nel prossimo week end numerose delegazioni internazionali che saranno in fiera per promuovere i loro territori. Il Ministro del Turismo dell’Argentina, Gustavo Santos inaugurerà la ventiduesima edizione della manifestazione che si conferma punto di riferimento per gli incontri b2b dei professionisti del turismo con workshop tematici, seminari e approfondimenti. In fiera anche un treno! Domenica 25 marzo l’apertura al pubblico

 

Napoli, 16 marzo 2018 - Sarà una Borsa Mediterranea del Turismo a forte connotazione internazionale quella in programma alla Mostra d’Oltremare di Napoli da venerdì 23 a domenica 25 marzo. Napoli capitale mondiale del turismo quindi! Non si tratta della solita formula abusata: accanto alla tradizionale vetrina riservata all’offerta Italia, con un particolare focus sul centro sud, e alle proposte degli oltre 500 espositori  fra tour operator, compagnie crocieristiche, catene alberghiere, vettori aerei, marittimi e su gomma, l’edizione 2018 BMT allargherà ancor di più lo spazio riservato agli enti del turismo stranieri che quest’anno hanno scelto Napoli per avvicinare un mercato come quello meridionale che conserva ancora enormi potenzialità di crescita.

I lavori della ventiduesima edizione di BMT si apriranno ufficialmente venerdì 23 marzo alle ore 11.00. Il taglio del nastro sarà affidato al Ministro del Turismo del Governo dell’Argentina, Gustavo Santos, accompagnato dai Sottosegretari ai Beni Culturali, Dorina Bianchi e Antimo Cesaro. All’inaugurazione saranno presenti anche l’assessore al Turismo della Regione Campania, Corrado Matera e il Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

La presenza del Ministro Santos non sarà casuale. L’Argentina è il Paese ‘Special Guest’ di BMT 2018 e la delegazione governativa del Paese sudamericano sarà a Napoli per avvicinare un mercato che è tradizionalmente legato all’Argentina da vincoli anche etnici.

L’Argentina farà da capofila ad una folta delegazione di enti del turismo che rappresenteranno a Napoli praticamente tutti e 5 Continenti, dai Paesi del ritrovato Mediterraneo in particolare e dell’Asia. Significativa anche la presenza degli enti del turismo che parteciperanno al workshop organizzato da ADUTEI venerdì 23 marzo.

Grandi protagoniste di BMT si confermano le agenzie di viaggio: in base ai dati del preaccredito è possibile prevedere una folta presenza di professionisti della distribuzione turistica che arriveranno da tutta Italia. Non a caso, a BMT 2018 debutta la Fiavet, massima espressione sindacale delle agenzie di viaggio italiane insieme ad ASTOI che quest’anno torna in BMT con uno spazio istituzionale. Con Fiavet si discuterà  nel corso di un convegno sulle novità in tema di privacy mentre ASTOI riserverà il suo spazio alle imprese associate per l’incontro con il mercato.

Workshop di prodotto, aree tematiche che guarderanno soprattutto alla tecnologia applicata all’impresa turistica e grandi presenze dell’industria del turismo, confermano anche quest’anno l’unicità di BMT, ossia di essere la sole e vera borsa del turismo di primavera, momento ormai tradizionale di avvio di stagione.

Fra gli aspetti particolari di BMT 2018, la presenza di Trenitalia che porterà materialmente in fiera il suo nuovo treno Rock che farà bella mostra di sé fra i padiglioni 5 e 6.

Domenica 25 marzo la Borsa Mediterranea del Turismo aprirà le porte ad un pubblico selezionato che, fino alle ore 15, potrà incontrare gli espositori presenti in fiera per valutare meglio e scegliere quale sarà la destinazione delle prossime vacanze.

 

Commenta il Presidente di BMT 2018, Angelo de Negri: “Da ventidue anni BMT rinnova il ruolo di motore dello sviluppo del turismo campano, nazionale ed internazionale. Un compito portato avanti con convinzione, decisamente cercato per rispondere alle esigenze del comparto turistico, che aveva bisogno di una casa importante dove mettere a confronto i protagonisti dell’offerta.

In questo percorso, è stato importante il ruolo della Regione Campania che ha affiancato con convinzione la BMT e consentito al nostro territorio una più ampia visione sul mercato internazionale grazie alla presenza di migliaia di buyers esteri che in questi anni sono arrivati in fiera. Allo stesso modo, grazie all’ENIT e alle Regioni abbiamo favorito la promozione del prodotto Italia mentre gli Enti del Turismo dei Paesi esteri hanno potuto beneficiare della vetrina BMT per promuoversi sul nostro territorio.

Non meno importante è il significato di avere la BMT nella città di Napoli che in questa occasione, così come nelle altre fiere organizzate da Progecta, beneficia di un notevole indotto. Basti pensare alle migliaia di posti letto occupati negli hotel della città e anche dei dintorni, all’afflusso nei luoghi di ristorazione e, perché no, dello shopping”

 

Antonio Del Piano

BMT - Borsa Mediterranea del Turismo

Responsabile Ufficio Stampa

Via Vannella Gaetani 15

80121 – NAPOLI

339.4486695

 

]]>