Comunicati.net - Comunicati pubblicati - CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Comunicati.net - Comunicati pubblicati - CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Mon, 24 Jun 2019 22:38:26 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/22893/1 Né proibizionismo né liberalizzazione, la soluzione è la prevenzione Sun, 23 Jun 2019 20:15:34 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572166.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572166.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

        Da circa 25 anni i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla droga e della Chiesa di Scientology sono impegnati in tutto il mondo in campagne di prevenzione a tutti i tipi di droghe. C’è chi predica della liberalizzazione come l’antidoto allo spaccio illegale, nominando in questo modo lo stato come spacciatore legale, in nome di un improbabile controllo, perché sarebbe tutto da provare che chi va alla ricerca della cannabis, vada a cercarla negli spacci dello stato facendosi schedare, piuttosto che cercare la “roba” dove niente è sotto controllo evitando così di farsi scoprire.

C’è chi vede nel proibizionismo totale e senza mezzi termini, con lo spauracchio del carcere e di altre penalità l’unico modo per allontanare i giovani da quel mondo, provocando in questo la reazione inversa, che spinge i ragazzi a fare ciò che è proibito, per lo spirito di contraddizione che anima i giovani, (chi di noi non ha provato a fare qualcosa per il semplice gusto di andare contro corrente?).

 Né l’una né l’altra soluzione per i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology che vedono nella prevenzione e l’informazione dei ragazzi come l’unica soluzione al problema droga. Condizioni, queste, che daranno ai giovani quel senso di responsabilità e di rispetto di sé che li terrà lontano dalla droga non perche costretti ma per libera scelta.

“Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere” erano parole del filosofo L. Ron Hubbard che invitava i suoi amici ad impegnarsi per arrestare l’epidemia di droga nella società.

        In Sardegna i volontari anche nella prossima settimana saranno presenti e inonderanno interi quartieri di Cagliari, Sassari, Olbia, Nuoro, Quartu S.Elena, Uta, Sestu di migliaia di libretti “la verità sulla droga” promuovendo il messaggio di vivere liberi dalla droga.

Info: www.noalladroga.it

]]>
A Sestu prevenzione e soppressione vanno di pari passo Sun, 23 Jun 2019 19:48:46 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572165.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572165.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

        Sarà un caso (ma noi non crediamo tanto al caso) dopo le iniziative di prevenzione dei volontari, puntualmente nella località in cui si è fatta l’iniziativa, avviene un sequestro e l’arresto di qualche spacciatore da parte delle forze dell’ordine. È successo anche a Sestu, all’indomani della distribuzione dello scorso lunedì 17 giugno, quando i carabinieri hanno scoperto un appartamento trasformato in una serra attrezzata per la coltivazione di marijuana. Sembrerebbe, quasi, che le azioni di prevenzione e di soppressione siano coordinate e che stiano portando i loro frutti di pari passo supportandosi a vicenda. I libretti informano i cittadini e le forze dell’ordine assestano duri colpi alla malavita e allo spaccio. Un binomio vincente che andrebbe potenziato con il coinvolgimento dei cittadini nelle azioni dei volontari e nella collaborazione con le forze dell’ordine. La guerra contro la droga, infatti, la si vince tutti insieme, nessuno escluso, perché tutti siamo coinvolti in qualche modo, direttamente o indirettamente, da ciò la droga causa a livello personale e sociale.

        Continuano, quindi, le iniziative dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, che nella serata di lunedì 24 giugno distribuiranno nelle strade e negozi di Sestu, centinaia di libretti informativi sugli effetti devastanti delle droghe, coinvolgendo nuovamente i commercianti locali.

        Spinti dalle parole del filosofo L. Ron Hubbard che aveva identificato le droghe come “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, da oltre 20 anni, sono impegnati a portare la corretta informazione su tutto il mondo, divulgando il messaggio di vivere liberi dalla droga. Info: www.noalladroga.it

]]>
Sestu: volontari fanno conoscere i Diritti Umani ai cittadini Sun, 23 Jun 2019 16:30:36 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572157.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572157.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

La serata di lunedì 24 giugno a Sestu vedrà i volontari di Uniti per i Diritti Umani attivarsi per divulgare i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Il documento che l'ONU pubblicò nel 1948, all'indomani della fine della seconda guerra mondiale e che si auspicava fosse sufficiente per riunire tutti gli umani sotto un unico codice tramite il quale evitare il ripetersi dei crimini che hanno reso unico il secondo conflitto mondiale.

 

Il fatto che gli stessi eventi si siano ripetuti potrebbe essere come un fallimento da parte delle nazioni unite. Il fatto che in misura meno conosciuta e su scala inferiore le stesse violazioni avvengano anche nei piccoli centri, potrebbe essere visto come fallimento della società. In realtà entrambe le interpretazioni sono troppo drastiche se paragonate a due principali aspetti: la mancanza di insegnamento di questi 30 articoli e ancora di più, il fatto che non siano leggi praticamente in nessuno stato mondiale.

 

 

“I diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico” disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. E' per questo che l'istruzione deve avere il primo posto se si vuole che questi diritti siano rispettati; questo il motivo per cui l'ottimale sarebbe che fossero vere e proprie leggi e non solo un codice morale. Questo il motivo per cui, anche in piccole comunità come quella di Sestu, i diritti umani devono essere conosciuti e per cui i volontari stanno mettendo a disposizione centinaia di libretti informativi che andranno nelle mani dei cittadini.

]]>
Cagliari: contro ogni violazione per il rispetto dei Diritti Umani Sun, 23 Jun 2019 16:16:30 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572156.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572156.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

La serata di lunedì 24 giugno vedrà ancora una volta i volontari di Uniti per i Diritti Umani impegnati a Cagliari nel far conoscere i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. L'iniziativa prevede la distribuzione di libretti informativi all'interno dei quali, questo soggetto, viene spiegato non solo nella sua interezza, ma anche con un linguaggio che faccia comprendere a persone di qualsiasi estrazione culturale quale sia la sotiria di questo documento e come possa essere di facile applicazione.

 

E' proprio vero che non sia necessario essere dei professori di storia della diplomazia per comprendere il valore della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. E' altrettanto vero che non per forza si debba essere dei giudici della suprema corte di Cassazione perché i propri diritti siano rispettati. Il più semplice di questi motivi è il fatto che siamo tutti umani e che tutti dobbiamo avere e garantire parità di trattamento, giustizia e tolleranza. Questo è il vero insegnamento della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

 

Chi mai accetterebbe di essere obbligato a non poter esprimere il proprio pensiero? Solamente coloro che non garantirebbero agli altri di esprimersi. Chi mai discriminerebbe? Solo coloro che si sentono inferiori al punto da pensare che non potrebbero reggere uno scambio culturale.

 

 

“I diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico” disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. Nei 30 articoli è contenuto tutto ciò che c'è da conoscere e tutto ciò che c'è da applicare per garantire e garantirsi una vita nella quale il rispetto reciproco, lo spirito d'aiuto ed eventualmente la sana competizione volta al miglioramento comune, prendano il gradino più alto del podio nella vita delle persone. A Cagliari i volontari daranno questo servizio con lo spirito di chi vuole mettersi dalla parte dei cittadini per determinare miglioramento sociale.

]]>
Quartu S.Elena: nelle case ci sarà la verità sulla droga Sun, 23 Jun 2019 16:03:15 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572154.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572154.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Orgogliosi di dare corrette informazioni su ciò che la droga causa nelle vite delle persone, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, nella serata di lunedì 24 giugno, distribuiranno per le attività commerciali di Quartu S.Elena ed ai passanti, centinaia di libretti informativi contro il consumo di droga.

 

Per quanto i danni causati dalla droga siano risaputi, specialmente le notizie correlate, tramite le quali è facile concludere che la droga non è un problema esclusivo di chi ne fa uso, la gente comune, quella che sta alla larga dalla droga, non ha un metodo efficace per darsi da fare e determinare una cessazione dello spaccio e consumo di queste sostanze. Non è che le persone non vogliano occuparsene, è che non hanno gli strumenti per farlo.

 

Iniziative come quella che si svolgerà domani sera, mettono i cittadini in condizione da occuparsi di questo problema con uno strumento grazie al quale fare passaparola è facile e non necessita di essere medici o chimici per poter comprendere e far comprendere quale sia la strada sulla quale ti mette la droga.

 

 

Ispirati da quanto disse L. Ron Hubbard, descrivendo la droga come “l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, i volontari intendono procedere con questo tipo di iniziative e non solo, per garantire ai cittadini di avere consapevolezza su questo argomento. Ciò che si vuole garantire anche a Quartu, è la vita libera dalla droga

]]>
Prevenzione alla droga: importante farla per continuare ad arrestare il consumo di stupefacenti Sun, 23 Jun 2019 15:59:25 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572153.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572153.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

La sveglia ai cagliaritani, riguardo il consumo di droga, arriva all'inizio della settimana. Pronti centinaia di libretti informativi sui reali effetti che la droga provoca nella vita del consumatore e di chi gli è vicino. Pronti come al solito, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, per contribuire al miglioramento sociale tramite la diffusione di una cultura che non preveda l'uso di stupefacenti.

 

Nella serata di lunedì 24 giugno, i volontari, saranno in giro per le vie del centro della città. Contatteranno le persone, parleranno di droga e lasceranno ad ognuno materiale informativo. Il muro da abbattere è quello del “non mi riguarda”. Infatti, per quanto il consumo di droga sia veramente enorme, la maggior parte delle persone si tengono alla larga da queste sostanze pensando di rimanerne immuni. Purtroppo gli effetti collaterali si vedono comunque: i consumatori di droga non pensano alle azioni che fanno e troppo spesso finiscono per coinvolgere terzi che normalmente non hanno nulla a che fare con la droga, contemporaneamente, le pressioni degli spacciatori per avere i soldi, li porta a commettere e far commettere atti criminali che finiscono per coinvolgere persone che non hanno a che fare con la droga.

 

 

Ispirati da quanto disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard, che riferendosi alla droga la descrisse come “l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, i volontari, nell'iniziativa prevista per domani sera, inciteranno i cittadini a prendere posizione contro la droga. Li inciteranno a divulgare e fare passaparola con le informazioni che troveranno sui materiali che riceveranno. Faranno in modo che ci sia un fronte comune per la vita libera dalla droga.

]]>
Scientology: una tenda di soluzioni all'insegna del “Si può fare qualcosa a riguardo” Sat, 22 Jun 2019 20:05:27 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572081.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572081.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Il week end cagliaritano vede ancora una volta in piazza i volontari di Scientology impegnati nel mettere a disposizione dei curiosi le conoscenze e le pratiche di quella che risulta essere l'unica nuova religione nata nel XX secolo e che già si è diffusa in tutto il globo.

 

Presente a Cagliari da oltre 30 anni, la Chiesa di Scientology procede senza sosta con le proprie attività, sia all'interno della sua chiesa, sia tramite quelle volte a dare aiuto e contributo per il miglioramento sociale.

 

L'iniziativa del week end, nelle giornate di venerdì 21 e sabato 22 giugno, nella centralissima via Garibaldi, all'angolo con via Alghero, ha lo scopo di mettere a disposizione dei passanti la possibilità di conoscere da vicino i principi contenuti nel Manuale di Scientology, un volume all'interno del quale il fondatore della religione, L. Ron Hubbard, presenta tutti i principali aspetti della vita nei quali ogni persona può incontrare intoppi e che in effetti determinano successo o insuccesso nella vita a seconda delle abilità con le quali gli stessi aspetti vengono affrontati.

 

A partire dalle efficaci tecniche di studio fino alle componenti della comprensione, dai problemi del lavoro a come raggiungere i propri obiettivi e mete, dalle cause della soppressione alle formule per una vita migliore, grazie alle conoscenze esposte in questo manuale, è possibile guardare con un nuovo punto di vista singoli aspetti della quotidianità e scoprire come essere artefici del proprio miglioramento.

 

 

I volontari presenti in piazza non solo hanno risposto alle domande delle persone e dato modo di visionare i materiali proposti: sono state fatte conferenze a piccoli gruppi di persone e date dimostrazioni pratiche di quanto presentato. Va infatti sottolineato che nei tempi in cui stiamo vivendo, per quanto la necessità di un ritorno alla spiritualità sia doveroso al fine di far emergere nuovamente i veri valori che ci rendono “umani”, c'è bisogno di praticità e possibilità di applicare specifiche informazioni che portino ad una crescita. Questo è ciò che Scientology propone: un ritorno alla spiritualità accompagnato dalla possibilità di mettere veramente in pratica nozioni tramite le quali l'individuo può veramente rimettere se stesso al centro della vita che vive, averne più piacere e contemporaneamente sentirsi il vero artefice della stessa.

]]>
Il diritto di conoscere fa parte dei DIRITTI UMANI Sat, 22 Jun 2019 19:08:25 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572080.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572080.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Parlando con le persone, capita spesso ai volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology sentirsi chiedere: “perché lo fate?” La risposta è una sola: “perché fa parte di tuoi diritti conoscerli”. Una risposta che sorprende tutti e che apre un dialogo sempre interessante che fa emergere quanto la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani sia sconosciuta e sottovalutata dai più. Il fatto di divulgarli sta facendo crescere nella società una nuova coscienza riguardo agli stessi. I giovani sono i primi artefici di questa positiva novità ben consapevoli che senza giustizia sociale anche il loro futuro è a rischio. “In un momento in cui la società si sta aprendo a nuove realtà e culture, ha dichiarato un giovane universitario, chiudersi nel nostro egoismo e nei nostri problemi è un suicidio, perché negare i diritti a qualcuno prima o poi farà si ritorcerà contro noi stessi. Tutti hanno il diritto di conoscere i propri Diritti”. Sembrerebbe un ragionamento egoistico, ma è semplicemente razionale derivata dall’osservazione di ciò che possiamo notare da ciò che ci riserva la storia.

        Diffondere i Diritti Umani è un dovere di chiunque abbia responsabilità nei confronti di chi ci circonda. I volontari, spronati dalle parole del filosofo e umanitario L. Ron Hubbard che scriveva: “i diritti umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico”, anche nella settimana che si sta concludendo hanno informato centinaia di persone di Sestu e Cagliari e del lungomare Poetto, diffondendo gli opuscoli “la Storia dei Diritti Umani” e divulgando il messaggio contenuto nella Dichiarazione Universale, l’unico in grado di creare le condizioni per far nascere quella società che il filosofo L. Ron Hubbard auspicava e per il quale si è speso in oltre 50 anni di dedizione all’Essere Umano.

Info: www.uniriperidirittiumani.it

 

]]>
Nuoro da battaglia alla droga coi suoi volontari Sat, 22 Jun 2019 17:24:29 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572077.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572077.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

La serata di venerdì 21 giugno, a Nuoro, ha visto i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology ancora una volta impegnati nel garantire ai cittadini nuoresi la conoscenza sui reali effetti che gli stupefacenti determinano sui consumatori.

 

Tuttavia il problema droga non va esclusivamente considerato in relazione a ciò che causa al consumatore e chiaramente ci sono le persone che non fanno uso di stupefacenti, per fortuna. Quelle persone, i non consumatori, purtroppo si trovano in una posizione scomoda se non conoscono gli effetti della droga in quanto potrebbero subirne gli effetti in modo indiretto. Gli incidenti, gli atti di violenza e i crimini commessi da spacciatori e consumatori, danneggiano infatti coloro che non fanno uso di droga che si ritrovano ad essere vittima di un mondo che non accettano ma che tuttavia nemmeno affrontano.

 

 

“La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” diceva L. Ron hubbard, filosofo statunitense, in un suo celebre scritto. Niente di più vero se si considera la riflessione appena fatta in relazione a consumatori, spacciatori e vittime del mondo della droga. Questo è il motivo per cui i volontari, nell'effettuare l'iniziativa, hanno distribuito copie extra ad ogni persona in quanto, se è vero che l'unione fa la forza, è necessario unire le forze per la vita libera dalla droga.

]]>
L’impegno dei volontari sardi salva i giovani dalla droga Sat, 22 Jun 2019 16:36:04 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572072.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/572072.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

È stata una settimana di grande lavoro quella appena trascorsa dai volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology. I quartieri di Cagliari, Sassari, Nuoro, Quartu S.Elena e Uta sono stati invasi da migliaia di opuscoli contenenti informazioni sulle conseguenze, quelle vere, causate dall’uso di droghe e dall’abuso di farmaci prescritti.  Conseguenze VERE, non le bugie che gli spacciatori mettono in circolazione per deviare l’attenzione dei ragazzi, facendogli credere che “una canna non fa niente” o che “è un gioco” o ancora “ti diverti una serata e poi torna tutto nella normalità”. Per non parlare di chi ad arte stanno inculcando l’idea che solo la liberalizzazione farà diminuire il consumo o, confondendo ancora di più coloro che non sono informati, mischiando l’uso di cannabis a scopo terapeutico sotto controllo medico, con l’uso a scopo ludico, in nome di una “libertà” tutta da verificare.  L’esperienza non è proprio così, come dimostrano le statistiche del consumo di droghe leggere e pesanti nei paesi dove si è adottata la legge della liberalizzazione, dove oltre al consumo “controllato” delle droghe leggere è aumentato a dismisura quello illegale delle droghe pesanti e sintetiche, ben studiate nei laboratori diretti da professionisti in camice bianco, esperti nel creare nuove pericolose molecole nascoste sotto nuovi nomi e presentate con etichette “legali” per aggirare i controlli, imbrogliando in questo modo i ragazzini convinti di assumere qualcosa di innocuo. Un mondo in cui non c’è niente da salvare che sta mettendo in crisi una intera generazione di teenager e di cui molti stanno sottovalutando le conseguenze.

        Il filosofo L. Ron Hubbard negli anni in cui droghe di tutti i tipi stavano prendendo il sopravvento, le ha definite come “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”, oggi i cervelli perversi di chi mette al primo posto il dio denaro, sta creando una società di dipendenti e i volontari sono più che mai convinti che qualcosa si può fare a riguardo e continueranno a lavorare per creare una società libera dalla droga.

Info: www.noalladroga.it

 

]]>
La verità sulla droga per tenere gli occhi aperti ai ragazzi nuoresi Thu, 20 Jun 2019 22:05:18 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571614.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571614.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Procedono a Nuoro le attività di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology indirizzate a far conoscere, specialmente ai ragazzi quali e quanti effetti devastanti abbiano le persone che consumano droga.

 

Quando si parla di queste sostanze, nonostante gli effetti di una o dell’altra possano essere più o meno forti, specialmente nel breve periodo, non è scorretto evitare differenziazioni. Il motivo è semplice: normalmente il consumo di droga ha un corso graduale, si inizia con una canna e si finisce per bucarsi, passando per fumare qualcosa di più pesante, sniffando cocaina e buttando giù pastiglie o LSD. Non necessariamente è la storia di tutti ma è vero che il 90% di coloro che fanno uso di droghe che hanno nell’immediato effetti più prepotenti, hanno iniziato esattamente in questo modo.

 

 

Le iniziative di prevenzione come quelle che i volontari nuoresi effettueranno in città nella serata di venerdì 21 giugno, sono ispirate da quanto disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard il quale descrisse la droga come “l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”. Se pensiamo a quanto sia promosso e marketizzato il consumo di droga, specialmente quelle che possono essere reperite più facilmente e con costi più bassi, diventa facile osservare quanto il problema droga sia un problema culturale. I ragazzi, con la loro voglia di sperimentare sono gli obbiettivi più facili per gli spacciatori, teniamoli liberi dalla droga.

]]>
Contrariamente agli spacciatori, i volontari mantengono le promesse Thu, 20 Jun 2019 22:02:13 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571613.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571613.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology ancora attivi a Sassari, ancora pronti a fare prevenzione e far conoscere ai Sassaresi i danni che la droga causa e che gli spacciatori non raccontano.

 

Ovvio che è da stupidi pensare che uno spacciatore si possa mettere a raccontare ai ragazzini di quante persone abbia visto rubare per procurarsi la droga, di quante abbia visto schiantarsi su un muro, di quanti sia a conoscenza che l’unico posto in cui il consumatore di droga si senta sicuro è un angolo buio, di quanti conosceva e non può certamente vedere più se non nelle foto affisse alle lastre di marmo. Spacciatori, quelli che non mantengono le promesse, che dicono che la droga è solo lo sballo e che vivere con i problemi di salute degli altri sulla coscienza, sia un buon modo di passare le giornate.

 

 

“Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere” disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. E’ con questa consapevolezza che i volontari stanno mantenendo le proprie promesse, sicuri di poter garantire gioie e sensazioni alle persone tenendole alla larga dalla droga. Sicuri che l’unica via per tenersi stretta la vita, sia averla libera dalla droga.

]]>
“Barcollo e mi sballo” la strana storia del consumatore che riconosce il male della canna Thu, 20 Jun 2019 16:22:16 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571583.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571583.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI   

 

 

I volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, a Cagliari, si sono ritrovati di fronte alla strana storia di un consumatore che, nonostante riconosca che la canna gli da effetti dannosi, vuole continuare imperterrito a usarla perché, in fin dei conti, ci sono effetti e sostanze molto più dannosi di così.

 Una storia coerente come affermare che “poiché lanciarsi a testa in giù da 1 metro fa meno male che lanciandosi da 10 metri, di tanto in tanto mi butto a testa in giù da un metro”. Classica storia di droga, classica storia di chi sa bene che sta sperimentando effetti dannosi ma non sa proprio come uscirne, classica storia che denuncia quanto la nostra società abbia dimenticato di fornire soluzioni a chi, come questo giovane, non riesce a rilassarsi in nessun modo e, col nervosismo che gli mangia i pensieri, si trova “costretto” a drogarsi.

 “La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” affermò il filosofo L. Ron Hubbard. Questo ispira i volontari ad effettuare iniziative volte a smascherare i reali effetti legati al consumo di droga. Il ragazzo in questione è uno che la canna se la fa solamente di tanto in tanto, “quando ho bisogno di rilassarmi” ha detto. Sicuramente quando l'uso di droga non era così diffuso potevano esserci altri mali e magari qualcosa rendeva la vita meno piacevole, ma la “saggezza” imponeva che quando qualcuno era proprio in preda al delirio e al nervosismo, sarebbe stato bene si facesse una passeggiata. Forse non era una soluzione definitiva e forse solo per poche ora aveva effetto benefico, ma se non altro garantiva il mantenimento della salute perché la vita rimaneva libera dalla droga.

 

]]>
Impegno nel sociale per incentivare i valori morali Thu, 20 Jun 2019 15:58:32 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571579.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571579.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  


Campagne di prevenzione all'uso di droga e di divulgazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani sono operazioni che settimanalmente, i volontari della Chiesa di Scientology della Sardegna, stanno portando avanti al fine di dare un contributo nella società affinché i singoli cittadini siano incentivati nel mettere al primo posto i valori che ci rendono umani.

 

Non si può pensare che la società da sola possa innalzarsi: perché questo avvenga è necessario considerare quello che è il vero soggetto che muove la grande macchina chiamata "società", il singolo individuo. Garantendo informazioni su ciò che la droga causa, sia a livello di salute che nell'effettiva vita reale, i giovani possono avere un reale termine di paragone rispetto a quanto gli dicono gli spacciatori o gli amichetti che, eccitati dal fare azioni nascoste e sentendosi bulletti perché fanno uso delle prime canne, gli fanno pensare che nello sballo possa esserci qualcosa di interessante. Mancano sempre di spiegare quali saranno gli effetti futuri e la salute alla fine è sempre ciò che paga.

 

Contemporaneamente tutti chiedono di avere diritti ma i codici di legge sono sempre complicati e di difficile comprensione per le persone di cultura media. Non i Diritti Umani: sono semplici, comprensibili e di facile attuazione se c'è consapevolezza di questi trenta articoli. Il problema principale è che la cultura attuale ci porta sempre più distanti dal rispetto dei valori della vita comune.

 

Spinti dalle parole del fondatore della religione di Scientology L. Ron Hubbard che in vari modi e in varie scritture incitò i fedeli a dare il proprio aiuto incondizionato nella società, a prescindere dalla cultura, credo ed estrazione sociale delle persone a cui ci si rivolge. Questo il motivo per cui su base settimanale, in tutta la Sardegna, avvengono iniziative che promuovono questo tipo di cultura, la cultura che vuole vedere l'individuo crescere avendo sempre più padronanza della propria vita.

Info: www.scientology.it

 

]]>
Il racconto dell'ex-tossico: “da marijuana a eroina a km zero” Wed, 19 Jun 2019 19:58:23 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571077.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571077.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

“La marijuana è stata sempre con me ed è con questa droga che ho iniziato” - queste le parole di un ex-tossicodipendente che, nel complimentarsi coi volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga che stavano effettuando un'iniziativa di prevenzione all'uso di droga, ha voluto raccontare la sua storia.

 

Ci comunica di aver iniziato con la marijuana, che ci sono certamente grosse differenze negli effetti che questa fa sperimentare rispetto a quelli di droga come la cocaina, l'eroina e il crack, eppure ci spiega che rimane la “fidanzata che non tradirai mai”. Il fatto che ci siano persone che ipocritamente stiano cercando di farla sembrare “solamente un erba”, sta portando i ragazzi a credere che sia lecito farne uso e che, anche se tutti sanno che fa male, visto che ci sono sostanze che fanno molto più male, è bene provarla. Allora ecco che tutti accanto a un sedano, un finocchio, dei cetrioli e delle zucchine, piantano nell'orto di famiglia della canapa indiana per poter usare le foglie al fine di sballarsi.

 

 

La nostra cultura deve digerire il fatto che nello sballo non ci sia scappatoia per i problemi che la vita presenta nella quotidianità, al limite li amplifica o ne crea di nuovi. Semmai, come disse il filosofo L. Ron Hubbard, “La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”. Per concludere con le parole di questo ex-tossicodipendente che ha voluto esternare la propria esperienza parlando coi volontari: “la marijuana è l'autostrada che porta alla droga più pesante e la si può considerare a km zero da quando stanno cercando di legalizzarla; zero come lo spazio e il tempo che intercorre nel passaggio dalla marijuana alla droga più pesante”.

]]>
Sassari prepara ancora un'offensiva al consumo di droga Wed, 19 Jun 2019 19:17:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571072.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571072.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Il giovedì è diventato il giorno abitué per la prevenzione all'uso di droga a Sassari: i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, nella serata del 20 giugno, distribuiranno centinaia di libretti informativi contro l'uso di droga, con particolare attenzione a ciò che provoca l'uso e abuso di cocaina.

 

Le storie che i lettori possono scoprire sui libretti informativi che gli vengono consegnati, raccontano il vissuto di persone che hanno abbondantemente abusato di droga. In questo modo, la descrizione di ciò che avviene quando si fa assunzione di queste sostane, diventa un racconto reale, una storia comprensibile e non distaccata dalla realtà. Se si conoscono le storie vere, non quelle raccontate dagli spacciatori o dai cuginetti col camice bianco e il proprio laboratorio di chimica, è possibile capire come sarà il mondo della droga sia al momento dell'approccio sia successivamente.

 

 

“La droga è l'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo L. Ron Hubbard in un suo celebre scritto e proprio la prevenzione è l'arma più efficace per lavorare sull'elemento “cultura”. Finché ci saranno quelli che difendono l'uso di droga “perché è solo una bravata”, “perché se ne può tranquillamente uscire”, “perché non tutti muoiono” (come se la morte di una sola persona non giustificasse a sufficienza la necessità di far cessare il consumo di droga), la cultura rimarrà pro-droga. Se invece il problema si affronta con serietà e avendo a cuore la salute delle persone, ci si indirizzerebbe ad un solo ideale, purtroppo nuovo, ma che con iniziative come quella di domani a Sassari può essre raggiunto: la vita libera dalla droga.

]]>
I cittadini olbiesi gridano compatti un fortissimo: NO ALLA DROGA Wed, 19 Jun 2019 18:54:56 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571069.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571069.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

Non abbassano la guardia i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Missione della Chiesa di Scientology di Olbia che anche nella serata di martedì 18 giugno hanno levato il loro grido contro la droga, distribuendo centinaia di libretti “la verità sulla droga” nelle affollate strade commerciali del capoluogo gallurese. Ancora i commercianti olbiesi al fianco dei volontari e in prima fila per promuovere il messaggio di vivere liberi dalla droga. Purtroppo gli interessi economici legati al mondo della droga prevalgono su quelli della salute dei cittadini e il messaggio subdolo della necessità di liberalizzare l’uso delle droghe “leggere” a scopo ludico, sta pervadendo pericolosamente le menti dei ragazzini che, alla ricerca del divertimento e dello sballo, si stanno addentrando nel tunnel della droga in età sempre più precoce. Un attacco senza precedenti che rende più difficile il lavoro di chi vorrebbe sradicare la droga dalla società.                            

 La necessità di impegnarsi contro questa cultura in nome di una falsa “libertà” è condivisa dalla maggior parte delle persone con cui i volontari si confrontano quotidianamente, e l’elogio nei confronti delle loro azioni di prevenzione è unanime, il problema si pone nel momento in cui si chiede la collaborazione dei singoli, i quali non intendono esporsi in prima persona, per  paura di ritorsioni a livello personale da parte dei malavitosi. Questa realtà dà  maggior valore alla disponibilità dei commercianti, i quali mettendo a disposizione i negozi e banchi di vendita, si espongono in prima persona unendosi al grido dei volontari di vivere liberi dalla droga.

        “Le droghe sono l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” scriveva il filosofo L. Ron Hubbard, l’ispiratore dei volontari che in oltre 150 nazioni ogni giorno dell’anno sono impegnati per sconfiggere la cultura di morte che vive attorno al mondo delle droghe.

Info: www.noalladroga.it

]]>
I cittadini di UTA informati sulla verità sull’alcol e la Marijuana Wed, 19 Jun 2019 18:03:38 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571064.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571064.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

Centinaia di libretti contenenti informazioni sulle conseguenze causate dall’abuso di alcol e dall’uso di marijuana sono stati distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nelle strade e nei negozi di Uta. I negozianti del piccolo centro alla periferia della Città Metropolitana di Cagliari, dimostrandosi sempre ben disposti alla collaborazione, sono diventati i migliori alleati dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla droga e della Chiesa di Scientology, esponendosi in prima persona nel divulgare il messaggio di vivere liberi dalla droga.

L’abbinamento dei libretti sull’alcol e sulla marijuana non è casuale se si considera che sono proprio queste due sostanze ad introdurre nel mondo della droga i giovani adolescenti, spinti da un messaggio subdolo e pericoloso che proviene da certi settori “bene” della società e non solo dagli spacciatori, che da queste sostanze ci si possa allontanare facilmente, così come ci si è avvicinati. La realtà ci dimostra che non è così e che l’abbinamento di alcol e marijuana, prima ancora che subentrino droghe ben più pesanti, sono la causa di tragedie gravissime sulla strada e, come dichiarano tante testimonianze di chi la droga l’ha sperimentata nelle proprie vene, sono la porta di ingresso per l’uso di quelle ben più pesanti. Fondamentale, quindi, fare prevenzione e informare sulle conseguenze di queste due droghe tanto abusate tra i giovani, perché come scriveva il filosofo L. Ron Hubbard: “le droghe sono l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale”-Info: www.noalladroga.it

       

]]>
I giovani cagliaritani discutono di Diritti Umani con i volontari di Scientology Wed, 19 Jun 2019 17:51:22 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571062.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571062.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

La bella serata di martedì 18 giugno invitava i cagliaritani  alla passeggiata sul lungomare Poetto e centinaia di libretti sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani sono stati distribuiti dai volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology ai presenti che hanno dimostrato forte interesse ad un argomento sempre più attuale. La sorpresa per i volontari è venuta soprattutto dai giovani che su un tema così importante spesso danno lezioni di civiltà agli adulti dimostrando una apertura mentale che non ci si aspetta da ragazzi così giovani.

 “Il tema dei Diritti Umani dovrebbe essere trattato molto più approfonditamente, ha dichiarato un giovane universitario, ci sono studenti in procinto di laurearsi che non hanno mai avuto in mano un libretto come questo dove sono elencati i trenta articoli della Carta delle Nazioni Unite. La scuola non forma gli studenti su un argomento di primaria importanza come questo”. Il dibattito si è allargato ai diritti negati che i giovani conoscono molto bene per viverli ogni giorno sulla loro pelle come il lavoro e lo studio, ma anche la libertà di religione, di asilo e sulla giustizia  e altri argomenti che generalmente non sono tra quelli preferiti dai giovani.

Il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard scriveva: “i Diritti Umani vanno resi una realtà e non un sogno idealistico” i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology sono impegnati quotidianamente affinchè questa speranza diventi una realtà. Info: www.unitiperidirittiumani.it

]]>
Nel Lungomare Poetto di Cagliari si divulgano i Diritti Umani Mon, 17 Jun 2019 22:45:45 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570042.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/570042.html CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI  

 

 

 

        Saranno altre centinaia i libretti “la storia dei Diritti Umani” che verranno distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nel bellissimo lungomare Poetto di Cagliari. Come ormai consuetudine, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology non si fanno sfuggire la possibilità di informare le persone che a migliaia vanno a godere della brezza rinfrescante nel lungomare cagliaritano. I dibattiti con i cittadini sono frequenti e spesso si pensa che certi argomenti siano di competenza dei politici e di chi comanda non guardando quelle che sono le nostre responsabilità. Infatti, parlando del nostro quotidiano ci si rende conto di quanto, non facendo delle piccole e, in apparenza, insignificanti azioni, trascuriamo quei diritti che noi stessi neghiamo ai nostri vicini o che ci vengono negati regolarmente.

 “I Diritti Umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico” scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard e perché questo succeda dobbiamo essere noi in primo luogo ad essere protagonisti nelle nostre azioni quotidiane. Un sorriso e un saluto sincero dato con entusiasmo al nostro vicino, l’aiuto alla persona sconosciuta senza aspettarsi niente in cambio, l’accoglienza senza discriminazioni e il rispetto chi chiunque ci sia vicino, sono azioni che non costano niente ma che contribuiscono a creare l’ambiente giusto perché i Diritti Umani siano resi una realtà. Farli conoscere è un dovere di chiunque desidera che la società sia più vivibile e giusta e i volontari con le loro azioni promuovono l’unico messaggio in quella direzione.  Info: www.unitiperidirittiumani.it

 

        Saranno altre centinaia i libretti “la storia dei Diritti Umani” che verranno distribuiti nella serata di martedì 18 giugno nel bellissimo lungomare Poetto di Cagliari. Come ormai consuetudine, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology non si fanno sfuggire la possibilità di informare le persone che a migliaia vanno a godere della brezza rinfrescante del lungomare cagliaritano. I dibattiti con i cittadini sono frequenti e spesso si pensa che certi argomenti siano di competenza dei politici e di chi comanda e noi ci tirando indietro dalle nostre responsabilità e parlando del nostro quotidiano ci si rende conto che si trascurino quei diritti che noi stessi neghiamo ai nostri vicini o che ci vengono negati regolarmente.

 “I Diritti Umani devono essere resi una realtà e non un sogno idealistico” scriveva il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard e perché questo succeda dobbiamo essere noi in primo luogo ad essere protagonisti nelle nostre azioni quotidiane. Un sorriso e un saluto dato con entusiasmo al nostro vicino, l’aiuto alla persona sconosciuta senza aspettarsi niente in cambio, l’accoglienza senza discriminazioni e il rispetto chi chiunque ci sia vicino, sono azioni che creano l’ambiente giusto perché i Diritti Umani siano resi una realtà. Farli conoscere è un dovere di chiunque desidera che la società sia più vivibile e giusta e i volontari con le loro azioni promuovono l’unico messaggio in quella direzione.  Info: www.unitiperidirittiumani.it

 

       

 

 

]]>