Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rp Circuiti Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Rp Circuiti Mon, 09 Dec 2019 12:25:36 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/17108/1 Comunicato Almaverde Bio: In arrivo i primi prodotti con la certificazione biodinamica Verdèa Fri, 06 Dec 2019 14:35:11 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/610362.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/610362.html Rp Circuiti Rp Circuiti


In arrivo i primi prodotti con la certificazione biodinamica  Verdèa

 

 

 

Cesena, 6 Dicembre 2019

 

Con le prime aziende agricole certificate partirà a breve la commercializzazione dei   prodotti biodinamici Verdèa, la Società Consortile  costituita da Apofruit Italia, Canova, Coop Sole, Op Terra di Bari e la Cooperativa SFT di Trento. Un percorso innovativo che scommette sulla evoluzione del biologico che, con il biodinamico acquisisce ulteriori caratteristiche di sostenibilità e attenzione ai ritmi della natura in un’ottica di circolarità che oggi assume un ruolo chiave nel dibattito sui temi ambientali e di gestione delle risorse naturali.
Le prime certificazioni Verdèa riguardano aziende agricole dell’Emilia Romagna e del Trentino e i primi prodotti a raggiungere il mercato saranno mele, kiwi e kaki che verranno commercializzati, sfusi, nelle Isole Almaverde Bio in corner dedicati, in cui il prodotto sarà ben evidenziato e supportato da materiale informativo.
Saranno sette  le Isole Almaverde Bio che ospiteranno i corner biodinamici (Ipercoop di Terni e Collestrada, Iperconad Le Befane di Rimini, Iper Il Rubicone, Il portello e gli Iper di Seriate e di Cremona) con promozioni e degustazioni di prodotto perché sarà fondamentale spiegare ai consumatori tutto ciò che sta dietro la complessa certificazione biodinamica.

Oggi il mercato del biodinamico in Italia si conferma in forte crescita soprattutto per alcune categorie merceologiche, primo fra tutti, il vino.

L’Italia, secondo fonte Coldiretti, è leader europea dell’export e sono ben 4500 le aziende che producono con questo rigido metodo di coltivazione.

Ufficio Stampa Almaverde Bio

 Alessandra Ravaioli
                        

                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
Comunicato Stampa: Almaverde Bio: i prodotti biologici d'autunno, andamento commerciale, strategie di differenziazione Tue, 19 Nov 2019 12:51:39 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/607548.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/607548.html Rp Circuiti Rp Circuiti



I prodotti  biologici d’autunno di Canova: dall’uva, alle mele, ai melograni per passare agli ortaggi, Ernesto Fornari propone un’analisi approfondita sulla campagna del gruppo, forte di nuove alleanze e strategie di differenziazione

 

Cesena 19 Novembre 2019,

Riparte con slancio la campagna produttiva di biologico autunnale per Canova, la società del gruppo Apofruit  esclusivista per l’ortofrutta fresca e di IV e V  gamma a marchio Almaverde Bio.

Dopo le difficoltà dei mesi estivi legati ad un andamento climatico poco favorevole si rileva un andamento positivo per le produzioni autunnali considerando un ridimensionamento quantitativo medio di un - 30/40% rispetto all’anno scorso per quasi tutte le referenze frutticole.

Ne parla Ernesto Fornari �“ Direttore di Canova che, vicini alla chiusura d’anno, traccia una panoramica completa dell’andamento delle campagne produttive autunnali del Gruppo leader del biologico italiano.

“Partiamo dall’uva �“ inizia Fornari �“ dove abbiamo registrato un calo produttivo del 30/40% rispetto all’anno scorso ma una qualità eccezionale. I risultati sono stati positivi in termini di domanda, di prezzo ed anche di export con una forte richiesta dal mercato Nord Europeo, in particolare dalla Svezia e anche dal Regno Unito.

L’uva che ha dato maggiori soddisfazioni è stata quella senza semi, sia bianca che rossa, con l’affermazione decisa di nuove varietà di cui, come gruppo Apofruit, abbiamo acquistato i brevetti. Si tratta di varietà con caratteristiche organolettiche  ed estetiche eccezionali, dolci, croccanti, con ottima self life. Il problema �“ continua Fornari �“ è che si tratta di varietà club con costi elevati per acquisizione.

L’Italia non ha costituito nuove varietà di uva senza semi e questo è un limite.

 

Nella carrellata di prodotti autunnali  - continua il Direttore di Canova �“ proseguo con le pere biologiche per le quali si confermano bassi volumi ( - 40/60%) di produzione rispetto all’anno scorso.

Il mercato paga di più il prodotto ma non tanto da coprire il calo produttivo. Come per il convenzionale, anche per il bio, c’è stata una forte concorrenza di prodotto spagnolo sulla william e sull’Abate  dal Belgio e l’Olanda con la produzione della loro Conference.  Non possiamo però lamentarci per l’andamento dell’annata e proseguiremo con abate e poi Conference sul mercato nazionale ed estero.

Per la mela Gala  - che va considerata la mela bio per eccellenza registriamo meno 20% di produzione e una forte concorrenza della produzione di paesi che prima erano importatori come la Francia o la Polonia, inoltre l’Inghilterra richiede durezze maggiori che complicano il collocamento della produzione di pianura

Crescono le produzioni in Nord Europa.

Passando al kiwi �“ continua Ernesto Fornari �“ stiamo registrando ottimi risultati con il kiwi giallo Soreli coltivato nella piana di Gioia Tauro. Buone aspettative anche per il kiwi verde che registra un calo produttivo del 30% rispetto allo scorso anno ma c’è molta richiesta e abbiamo già iniziato la commercializzazione in tutta Europa

Ottime le performance delle melagrane biologiche della varietà Wonderfull che è straordinaria e molto richiesta dai mercati nazionali ed esteri.

Per le clementine confermo un’annata di bassa produzione ( - 50% rispetto all’anno scorso) e difficoltà a raggiungere la pezzatura. La richiesta è vivace per i calibri medio grossi , il clima non favorevole, speriamo non complichi la qualità, per il momento molto migliore dello scorso anno per i parametri organolettici.

Sulle fragole stiamo ripartendo con le produzioni invernali. E’ stata una campagna molto positiva e non abbiamo mai smesso  di produrre da aprile ad oggi.

E’ vivace e di soddisfazione anche la richiesta di ortaggi con alto contenuto salutistico, dai broccoli ai cavolfiori, al cavolo verza, cavolo nero e porri.

Facciamo una produzione molto legata ai territori tipici con nostri associati dalla Toscana e dalla Puglia per le brassicacee  così come dal Fucino e da Pomposa per le carote.

La nostra forza �“ conclude Ernesto Fornari �“ è la grande capacità di aggregazione che porta sempre più produttori specializzati a lavorare insieme.

Penso al gruppo Gullino, per le mele e i kiwi con la recente alleanza ma anche a Coop Sole e SFT per le produzioni di fragole, e uva da tavola.

Aggregazioni e alleanze sono fondamentali per continuare ad essere i più grandi specialisti di biologico in Europa, un biologico che oggi deve essere sempre più biologico, con grande attenzione alla produttività ma ancor di più al sapore autentico e alla qualità intrinseca del prodotto.

Ci attendono sfide sempre più alte �“ conclude Fornari �“  e noi di Canova riusciamo a stare un passo sempre avanti nelle scelte produttive e commerciali grazie anche ad una diversificazione delle certificazioni bio messa in atto negli ultimi tempi.

In Germania , ad esempio, certifichiamo il nostro prodotto anche con il Naturland in aggiunta alla certificazione europea. Siamo pronti con la certificazione biodinamica Verdèa, un’altra segmentazione molto richiesta  dal mercato e che darà certamente grandi soddisfazioni ai produttori.”Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA Srl
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
La riscoperta della merenda semplice: con i Buoninsieme Solarelli di Apofruit Mon, 14 Oct 2019 18:38:25 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/602942.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/602942.html Rp Circuiti Rp Circuiti

Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA Srl
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954


]]>
COMUNICATO STAMPA: AL VIA I PRIMI CORNER BIODINAMICI NELLE ISOLE ALMAVERDE BIO Wed, 09 Oct 2019 16:38:37 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/602325.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/602325.html Rp Circuiti Rp Circuiti


                       

Al via i primi corner biodinamici nelle Isole Almaverde Bio

 

Cesena, 9 Ottobre, 2019

 

Dopo il lancio a febbraio del sistema di certificazione Verdea per la crescita e la diffusione dell’agricoltura biodinamica si realizzeranno i primi test di distribuzione con corner dedicati nelle Isole Almaverde Bio presso gli Iper- La grande I di Cremona, Seriate, Savignano e Il Portello; presso l’Iper Conad le Befane di Rimini e presso gli Ipercoop di Terni e Perugia

Verdea società consortile proprietaria e responsabile del disciplinare e del marchio si è costituita ufficialmente ad agosto con la partecipazione di Apofruit, Canova, Coop Sole, Op Terra di Bari e la Cooperativa SFT di Trento.

Un percorso verso la divulgazione di un sistema produttivo che in maniera crescente sta incontrando il favore dei produttori e l’interesse dei consumatori. Canova, che da oltre vent’anni presidia il mercato del biologico, oggi trova nel biodinamico una ulteriore specializzazione sempre nel segno della sostenibilità e sicurezza.

I prodotti biodinamici certificati Verdèa sono coltivati seguendo uno standard messo a punto da tecnici e produttori esperti in agricoltura biodinamica

“Testeremo i primi corner biodinamici nelle nostre Isole Almaverde Bio �“ dichiara Ernesto Fornari Direttore di Canova- E’ importante dare visibilità e informazione per coinvolgere il consumatore italiano e nelle nostre isole con la vendita assistita avremo modo di misurare la risposta”.

A partire dagli elementi comuni con il biologico, il biodinamico pone al centro del suo sistema cura della fertilità del terreno, dell’Humus, che diventa fattore di equilibrio fra l’azienda e l’ambiente. Puntiamo molto al benessere della terra e delle piante coltivate in un’ottica di sostenibilità che oggi è determinante per la salvezza del pianeta”.

Il percorso avviato è complesso e prevede una profonda preparazione tecnica di tutti coloro che opereranno all’interno della filiera a partire dai produttori stessi.

La scelta innovativa di Canova e del Gruppo Apofruit, soci di maggioranza del Consorzio Verdèa contribuirà a dare una ulteriore svolta sostenibile nella cultura di prodotto offrendo ai consumatori più esigenti qualità garantita e recupero di una modalità produttiva che in parallelo con il biologico mette in primo piano i ritmi della natura e la circolarità dei processi di produzione.



Ufficio Stampa Almaverde Bio

 Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
Al via la chiamata per il Premio Danila Bragantini Donne dell'Ortofrutta per l'innovazione Mon, 02 Sep 2019 14:35:33 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/593875.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/593875.html Rp Circuiti Rp Circuiti




Al via la chiamata per il PREMIO DANILA BRAGANTINI �“ Donne dell’Ortofrutta dedicato all’innovazione al femminile

 

Bologna 2 Settembre  2019

 

L’Associazione Nazionale Donne dell’Ortofrutta apre la call per la partecipazione al Premio Danila Bragantini  per l’innovazione 2019.

Il Premio è riservato a donne dell’intera filiera produttiva titolari di una idea innovativa per il settore.

Le proposte dovranno essere inviate entro il 20 dicembre 2019 alla mail dell’Associazione ledonnedellortofrutta@gmail.com.

Per candidarsi al Premio occorre inviare un testo di descrizione di 60 battute in word e tre foto esemplificative. Occorre inoltre aggiungere un curriculum della candidata e i riferimenti telefonici.

Il Premio è riservato a donne operanti nel settore, sia socie che non socie, residenti in Italia.

Il punteggio sarà calcolato sul totale raggiunto partendo da 0, punteggio minimo, a 10 punteggio massimo, per ogni voce di valutazione (gli indicatori di valutazione saranno resi pubblici nel sito www.donnneortofrutta.org nei prossimi mesi.

Il Premio verrà  assegnato il 24  Gennaio 2020 a Genova in occasione dell’evento dedicato ai Protagonisti dell’Ortofrutta.

L’appuntamento annuale con il Premio all’innovazione al femminile in ortofrutta in ricordo di Danila Bragantini, una grande e innovativa imprenditrice del settore, vuole essere uno stimolo a cercare idee per il settore; idee che possano valorizzare le donne in ortofrutta ma che soprattutto possano portare un contributo concreto alla crescita della competitività del settore.

La vincitrice del Premio avrà diritto ad una comunicazione specifica sull’innovazione proposta realizzata dall’Associazione nel corso dell’anno 2020.

“ Vogliamo far crescere le idee innovative delle tantissime donne che operano nel settore �“ dichiara la Presidente Alessandra Ravaioli �“  penso che nel cassetto di tantissime donne del nostro settore ci siano potenziali novità da valorizzare. Non si deve trattare esclusivamente  di innovazioni di prodotto, possono essere anche metodi di produzione, soluzioni commerciali, logistica, packaging e comunicazione.Il nostro obiettivo è dare voce all’imprenditorialità femminile in ortofrutta.”

Per contatti e iscrizioni ledonnedellortofrutta@gmail.com

 Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
Comunicato stampa: FRUTTAWEB PARTECIPA AL WAOM 2019 CON IL PROGETTO BRAINFRUIT Wed, 26 Jun 2019 17:58:44 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/573808.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/573808.html Rp Circuiti Rp Circuiti

26 Giugno 2019,

 

Al Savoia Auditorium  di Bologna, si è tenuto l’annuale meeting sul Welfare aziendale con la presentazione  di tante esperienze e testimonianze che hanno   messo  in primo piano il valore della scelta del benessere dei dipendenti per ottimizzare anche l’organizzazione e l’efficienza delle imprese.

Ed è proprio sul tema del benessere che si è incentrato l’intervento di Marco Biasin, Direttore Operativo di FruttaWeb, l’innovativa piattaforma di e-commerce che, con il Progetto Brain Fruit, porta la frutta nelle aziende per favorire una alimentazione più sana e consapevole, aumentando i consumi di frutta e verdura e determinando un risparmio di tempo prezioso per la spesa alimentare quotidiana.

“E’ sempre più importante �“ dichiara Marco Biasin �“ collocare l’alimentazione tra le scelte di benessere delle persone. Una alimentazione sana è alla base di ogni percorso a sostegno della salute.

Con il nostro progetto Brain Fruit �“ afferma Biasin �“ consegnamo ortofrutta di alta qualità direttamente in azienda, nei tempi e modi concordati. I dipendenti potranno scegliere i prodotti e risparmiare tempo prezioso per fare la spesa. Il servizio di spedizione è gratuito e la scelta di prodotti è straordinariamente ampia e gratificante. Ricordiamo che l’aumento di consumo di frutta quotidiano aumenta lo stato di benessere, l’umore e le prestazioni professionali.”

L’attenzione delle aziende ai propri dipendenti attraverso strategie di welfare aziendale è in crescita esponenziale e porta a ricadute molto positive sui risultati di business.

Lo attesta il rapporto Welfare Index PMI 2019, monitorando le iniziative di 4561 imprese in dodici aree diverse che vanno dalla sanità integrativa al sostegno dei famigliari dei dipendenti, ha sottolineato infatti la miglior resa di quelle aziende che adottano una strategia di benessere prolungata nel tempo. Lo studio ha confermato che se aumenta il welfare sociale interno, accrescono di pari passo i risultati aziendali. Oggi, grazie alla normativa a sostegno delle iniziative di Welfare aziendale che prevede la possibilità di detrazione del 100% delle spese per questa tipologia di costo, una impresa su due in Italia è attiva nel settore, con incrementi annuali a doppia cifra. Il Welfare Index PMI 2019 mette in evidenza che il benessere sociale va di pari passo con i risultati di business in una relazione diretta confermata dai dati rilevati nel Rapporto 2019 che vedono un incremento dei risultati aziendali nel 63,9% dei casi di aziende che hanno attivato programmi dedicati al welfare dei propri dipendenti.

 

 

Per info www. https://www.fruttaweb.com/consigli/brainfruit-landing-page/

 Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
Comunicato stampa:L’ORTOFRUTTA ALMAVERDE BIO SEMPRE PIU’ PLASTIC FREE: ARRIVANO LE CONFEZIONI 100% COMP OSTABILI E CRESCE LA VENDITA SFUSA Mon, 24 Jun 2019 16:32:56 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/572562.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/572562.html Rp Circuiti Rp Circuiti
 

L’ORTOFRUTTA  ALMAVERDE BIO SEMPRE PIU’ PLASTIC FREE:

ARRIVANO LE CONFEZIONI 100%  COMPOSTABILI  E CRESCE LA VENDITA SFUSA

Già presentata al Macfrut 2019, la confezione compostabile di Canova sarà smaltibile interamente nella raccolta dell’organico

 

Cesena,24 Giugno 2019

 

Con la nuova confezione totalmente compostabile, Canova, società del gruppo Apofruit e licenziataria esclusiva del marchio Almaverde Bio per l’ortofrutta, conferma il suo impegno concreto nella riduzione della plastica degli imballaggi, per la tutela dell’ambiente e la sostenibilità della sua produzione. Una scelta etica e innovativa che risponde alla crescente domanda dei consumatori di ridurre l’impiego di materiali plastici, rendendo la produzione biologica ancora più sostenibile e attenta all’ambiente. Questa filosofia, del resto, attraverso la ricerca e l’innovazione delle sue referenze, ha da sempre contraddistinto Canova, la Società di Apofruit specializzata in produzione biologica con oltre 800 produttori   dedicati a questo impegnativo segmento di offerta.

Le confezioni compostabili per il biologico prodotto da Canova sono oggi una risposta concreta al proprio target di consumatori sempre più consapevoli che sono le scelte di campo come questa a dare un contributo reale alla sostenibilità della terra.

Ogni anno ( Fonte Commissione Europea)si producono 350 milioni di tonnellate di plastica nel mondo e se ne ricicla appena il 9%. E’ evidente che la scelta di usare confezioni compostabili di origine vegetale per il biologico Almaverde è un contributo reale e un segnale di attenzione importante.

 

 La confezione, presentata in anteprima al Macfrut 2019, è un vassoio adatto a prodotti ortofrutticoli freschi in cartoncino realizzato con materie prime derivanti da fonti rinnovabili; il film di copertura trasparente e rigido è prodotto in NatureFlex™ (un derivato del legno ricavato da piantagioni a riforestazione programmata in base ai principi dell’FSC o equivalenti e certificato smaltibile in ambiente sia domestico che industriale) l’etichetta è anch’essa al 100% compostabile. Per smaltire il contenitore, dopo l’uso, non occorre nessuna differenziazione: va tutto nell’organico unendo quindi alla salvaguardia ambientale una estrema comodità d’uso.

 

“Questa che presentiamo”, dichiara il Direttore Generale di Canova Ernesto Fornari, “è solo una delle proposte che stiamo sviluppando con la Direzione Operativa del Gruppo Apofruit. Si tratta soltanto di una parte del nostro costante impegno nella tutela dell’ambiente. Non dimentichiamo che, oltre ad essere impegnati e specializzati nella produzione di ortofrutta certificata biologica e quindi senza uso di sostanze chimiche di sintesi, da alcuni anni, infatti, siamo impegnati nella promozione e diffusione della vendita del prodotto sfuso attraverso le Isole Almaverde Bio all'interno dei punti vendita della Grande Distribuzione Organizzata.  Il biologico sfuso nelle nostre Isole è una risposta concreta allo spreco e alla immissione di rifiuti nell’ambiente. La nostra �“ conclude Fornari �“ è, come sempre- una scelta di coerenza e attenzione all’ambiente perché il biologico è per sua natura una produzione che guarda al futuro, al benessere dei consumatori e del pianeta.”



 RP CIRCUITI MULTIMEDIA SA

                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
Comunicato Stampa:Almaverde Bio arrivano i Funghi champignon e le Punte di asparagi Thu, 30 May 2019 17:32:16 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/562227.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/562227.html Rp Circuiti Rp Circuiti

NOVITA’ DI PRIMAVERA PER  LA LINEA DI SURGELATI ALMAVERDE BIO:

arrivano i Funghi champignon e  le Punte di asparagi

 

Alfonsine 30/5/2019

Si aggiungono due nuove referenze all’offerta di vegetali surgelati a marchio Almaverde Bio, prodotti da Fruttagel, socio del Consorzio Almaverde Bio Italia. Si tratta dei Funghi champignon e delle Punte di asparagi, 100% italiani, lavorati e confezionati appena raccolti, pronti per essere cucinati, in comode buste da 300 grammi ciascuna, amiche dell’ambiente in quanto realizzate in materiale compostabile.

 

Queste due nuove proposte arricchiscono la linea di surgelati biologici che può contare su una gamma unica di prodotti declinata per il canale retail in formato 450 g (fagiolini finissimi, piselli finissimi, spinaci foglia su foglia, minestrone, broccoli a rosette, cavolfiori a rosette, tris julienne, fantasia dell'orto) e  per il food service e canale HORECA (broccoli a rosette, cavolfiori a rosette, finocchi a spicchi, bieta erbetta a cubetti, carote a rondelle, fagiolini fini, spinaci a cubetti, zucchine a rondelle, patate a cubettoni, piselli fini e verdure per minestrone) in confezione da 2500 g.

 

Con queste nuove referenze Almaverde Bio conferma il suo duplice impegno nella tutela e salvaguardia dell’ambiente e della salute dei suoi consumatori, non solo proponendo verdure biologiche, coltivate senza sostanze chimiche di sintesi, lavorate e surgelate entro poche ore dalla raccolta per mantenere intatte le caratteristiche nutrizionali e organolettiche ma, anche, presentando un packaging sostenibile sempre più apprezzato dal consumatore. Le buste delle verdure surgelate Almaverde Bio dedicate all'end-user sono infatti totalmente biodegradabili e compostabili nei sistemi di compostaggio industriale, in conformità alla norma UNI EN 13432:2002, smaltibili nella raccolta organica dopo l'uso.



Con preghiera di pubblicazione

Ufficio Stampa Almaverde Bio


]]>
Comunicato Stampa: LE FRAGOLE BIOLOGICHE ITALIANE DEGUSTATE COME IL VINO CON IL PROGETTO MADE IN NATURE DI CSOITALY AL MACFRUT Thu, 16 May 2019 15:21:54 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/556567.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/556567.html Rp Circuiti Rp Circuiti


LE FRAGOLE BIOLOGICHE ITALIANE DEGUSTATE COME IL VINO CON IL PROGETTO MADE IN NATURE DI CSOITALY AL MACFRUT 

 

Continuano le azioni di comunicazione del Progetto Made in Nature: Scopri i valori del biologico europeo per far conoscere le eccellenze dell’ortofrutta biologica italiana.

 

Ferrara, 16/05/2019

 

Il progetto Made in Nature, finanziato dall’Unione Europea e coordinato da CSO Italy, ha presentato a Macfrut un nuovo format di comunicazione per i giornalisti ed esperti nell’ambito dell’azione di Press Lunch prevista tra le attività del triennio promozionale.

Si è scelto di focalizzare l’attenzione sul prodotto fragola per stagionalità e appeal sul consumatore. I giornalisti presenti sono stati coinvolti in un panel test sensoriale per valutare tutti gli aspetti gustativi delle 5 varietà di fragole bio messe a confronto.

Le varietà in valutazione sensoriale sono state: Sibilla, Brilla, Nandi, Premy e Melissa.

Cinque varietà con caratteristiche differenti, coltivate in Veneto, Emilia Romagna e Basilicata.

Dopo la presentazione degli obiettivi del progetto i partecipanti hanno compilato un modulo di valutazione in cui si sono giudicate le differenti caratteristiche dal punto di vista visivo (colore, grandezza), olfattivo (profumo), gustativo (intensità e persistenza, consistenza della polpa, equilibrio degli acidi e degli zuccheri). Il voto finale espresso in sessantesimi ha visto una preferenza dei partecipanti nei confronti di Premy seguita da Nandi, Melissa, Sibilla e Brilla.

Al di là del giudizio finale è interessante valutare le performance delle varietà per i diversi aspetti sensoriali presi in esame: le più belle visivamente e le più profumate sono risultate Premy e Sibilla;

Al di là della valutazione sensoriale, con l’occasione, è stato possibile affrontare approfonditamente il tema del biologico in chiave produttiva, grazie anche alla presenza di un produttore ed un tecnico di campo.

Ascoltare l’esperienza diretta del produttore di Premy e Sibilla, dell’agricoltore veronese Gaetano Zenti fornitore di Brio,  è stato importante e significativo per mettere in evidenza la complessità della produzione biologica che non opera a compartimenti stagni, in azienda, ma valuta nel suo insieme il processo produttivo, dal momento dell’impianto fino alla raccolta.

Il biologico è un metodo produttivo che parte dalla scelta del terreno in cui realizzare l’impianto e nel quale si opera preventivamente una pratica restitutiva di sostanza organica tramite sovescio. La scelta delle piante di fragole, il diserbo meccanico, l’esposizione del terreno sono tutti elementi chiave per ottenere una produzione sana e di qualità considerando soprattutto che la produzione biologica vieta l’uso di qualsiasi tipo di sostanza chimica di sintesi per difesa, concimazione o diserbo.

Le fragole protagoniste della degustazione sono state una occasione per raccontare valori del biologico che non sempre sono comunicati.

I protagonisti del progetto Made in Nature sono intervenuti raccontando gli obiettivi del triennio di attività progettuale con Daniela Ballatore, commerciale estero di RK Growers che ha evidenziato l’impegno di RK su tutto il paniere produttivo piemontese specializzato in produzione biologica e biodinamica, con particolare attenzione a mele, kiwi, piccoli frutti e drupacee.

 

Luca Zocca, Consulente di Marketing di Brio Spa, ha messo in evidenza l’importanza di raggiungere con il progetto il mercato tedesco, francese e italiano con prodotti disponibili per tutta la stagione e con tutti i valori della produzione italiana oggi leader in Europa.

Angelica Batani di Canova del Gruppo Apofruit ha messo in evidenza le attività del progetto che saranno realizzate all’interno delle Isole Almaverde Bio. Già con le fragole è stato possibile attivare promozioni sul prodotto di grande impatto sui consumatori.

Massimo Perotto, Responsabile Commerciale di Lagnasco Group, ha sottolineato l’importanza di una azione comune sul biologico che grazie a Made in Nature offrirà spazio di comunicazione per il triennio prossimo ai prodotti biologici di Lagnasco Group che sono principalmente mele e kiwi ma anche mirtilli.  Infine Antonio Cogo, Direttore di Veritas Biofrutta del Gruppo Mazzoni, ha presentato le attività del Gruppo soprattutto sul mercato estero dove hanno riscontrato un buon apprezzamento del format di progetto. 

Made In Nature proseguirà le iniziative di comunicazione con attività di promozione nella GDO, workshop e incontri b2b con i buyers, attività di comunicazione social e comunicazione pubblicitaria.

Il Progetto sarà attivo fino a gennaio 2022.


Da questo link è possibile scaricare le foto HD dell'evento

https://we.tl/t-BWIJjxVLIf

 

www.madeinnature.org

https://www.facebook.com/madeinnatureeu/


Ufficio Stampa Made in Nature

Alessandra Ravaioli

RP Circuiti Multimedia sas

Via Guerrazzi,1

Bologna

cell 3485241954

 

]]>
INVITO PER EVENTO DEGUSTAZIONE MADE IN NATURE A MACFRUT Thu, 02 May 2019 15:30:33 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/552350.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/552350.html Rp Circuiti Rp Circuiti


Ciao a tutti.
Allego l'invito all'evento Made in Nature che organizzeremo a Macfrut nello stand CSO Italy.
Faremo  una degustazione guidata di varietà diverse di fragole biologiche. Raccontando i valori del biologico e le differenze varietali  con i protagonisti del Progetto che sono:
Brio Spa, Canova spa RK Growers, Lagnascogroup, Cico Mazzoni
Vi aspetto!
Alessandra



invito made in nature macfrut.jpg

RP CIRCUITI MULTIMEDIA SA
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954


]]>
Le fragole di qualità unica dei produttori italiani : Buon inizio per la campagna delle fragole Solarelli(R) Mon, 08 Apr 2019 18:23:29 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/541106.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/541106.html Rp Circuiti Rp Circuiti



Ho il piacere di inviare un approfondimento sulle fragole italiane Solarelli, con indicazioni sulla campagna 2019

Con preghiera di pubblicazione

Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
COMUNICATO STAMPA ALMAVERDE BIO: NASCE LA NUOVA ISOLA A MILANO CENTRO COMMERCIALE DI PIAZZA PORTELLO Thu, 17 Jan 2019 15:46:35 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/517168.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/517168.html Rp Circuiti Rp Circuiti



NASCE A MILANO UNA  NUOVA ISOLA ALMAVERDE BIO

 

Nel cuore di Milano, città riconosciuta dalle ricerche di mercato come la più “bio”d’Italia, arriva  l’lsola Almaverde Bio  numero otto in collaborazione con La Grande I.

L’Isola  è all’interno dell’Iper del Centro Commerciale di Piazza Portello.

Un originale spazio espositivo con   forte caratterizzazione “bio” e una immediata  visibilità del brand leader del biologico italiano, già dall’ingresso del supermercato.

L’esposizione dei prodotti mette in evidenza   l’ampia scelta di acquisto che valorizza la frutta e verdura di stagione a vendita assistita   affiancata alle referenze confezionate che spaziano dalla frutta secca alla IV gamma.

L’Isola Almaverde Bio offre ai consumatori una vera e propria esperienza di consumo con la possibilità di conoscere utilizzi e ricette sui prodotti, assistenza all’acquisto e offerte convenienza.

Su questo fronte è interessante e innovativa la proposta, nelle Isole, di prodotti convenienza, con caratteristiche estetiche o di pezzatura minori   ma non per questo meno buone o salutari.

L’idea è quella di ampliare il più possibile l’offerta per raggiungere tutti i potenziali consumatori attenti al benessere e alla sicurezza dei prodotti.

 

portelloisola.jpg
 Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
COMUNICATO STAMPA: Ecco le sette candidature al premio Danila Bragantini, istituito dalle Donne dell'Ortofrutta Mon, 14 Jan 2019 12:07:26 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/515529.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/515529.html Rp Circuiti Rp Circuiti


L'Associazione Nazionale Le Donne dell'Ortofrutta è lieta di comunicare le candidature ricevute al Premio Danila Bragantini per l’innovazione nel settore.
Il nome dell'innovazione vincitrice sarà svelato a Venezia venerdì prossimo, 18 c.m., in occasione dei Protagonisti dell'ortofrutta.

Ringraziando in anticipo per la ripresa del comunicato in allegato, porgo cordiali saluti.

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

Premio Danila Bragantini- Donne dell’Ortofrutta: Ecco le sette candidature

 

 

Bologna, 10 gennaio 2019. Il 18 Gennaio a Venezia, nell’ambito dei Protagonisti dell’Ortofrutta, sarà assegnato il Premio Danila Bragantini per l’innovazione nel settore.

Il Premio, istituito dall’Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta, è nato dalla volontà di far emergere idee e novità nel settore ortofrutticolo proposte da donne e votate dalle 30 socie fondatrici dell’Associazione.

Il Premio è dedicato alla memoria di Danila Bragantini, l’imprenditrice veronese scomparsa nel 2014, grande pioniera del comparto ortofrutticolo italiano.

Le sette idee candidate al Premio spaziano nell’intera filiera, dal packaging, al food beauty, al marketing, alla promozione dei consumi per i più piccoli, e sono un contributo concreto all’innovazione del settore.

 

I PROGETTI INNOVATIVI

 

LA VASCHETTA CON MANIGLIE IN CARTA 100% RICICLATA PER LA MELAGRANA CHICCOSA DI ALCE NERO

di Stefania Miccinelli (responsabile Marketing Brio spa)

 

Questo autunno Brio Spa, in collaborazione con Alce Nero, ha lanciato sul mercato la Melagrana Chiccosa all’interno della Linea Top: due melagrane della varietà Wonderful, 100% naturali e italiane, prodotte dal consorzio Kore di Marsala, inserite in una pratica confezione. Il progetto, presentato da Stefania Miccinelli, responsabile marketing di Brio, si contraddistingue proprio per la ricerca e le scelte compiute sul packaging, una vaschetta in carta riciclata dotata di maniglie con una grafica colorata e accattivante, che presenta tutte le caratteristiche del frutto e il modo in cui sgranarlo facilmente in pochi minuti. Il QR Code infine permette di scaricare un ricettario ideato da Brio ad hoc per la melagrana.

 

 

I CRUDITELLI IN VERTICAL FARM ARRIVANO AL CONSUMATORE CON IL KIT DI RICOLTIVAZIONE  PER FAVORIRE I CONSUMI

Di Milena Mastropierro (Ceo Mi Green Food)

 

 

L’innovazione che da anni porta avanti Mi Green Food ha raggiunto in questi ultimi mesi un proprio apice con la realizzazione dei “Cruditelli”, presentati al Premio Bragantini da Milena Mastropierro, che ne è la rappresentante legale. Il prodotto è caratterizzato da un insieme di foglie commestibili di differenti varietà di ortaggi (dai ravanelli alle cime di rapa, dagli spinaci alla rucola) scelti non solo per il gusto e i colori, ma soprattutto per l’importante apporto nutrizionale. I “Cruditelli” sono coltivati in modo innovativo attraverso un impianto di Vertical Farm, che ne monitora le condizioni e li rende disponibili tutto l’anno, assicurando un limitato impatto ambientale. La particolarità dei “Cruditelli” risiede nel fatto che vengono venduti con un substrato che ne garantisce la vitalità fino al momento del consumo. Sarà chi li acquista, infatti, a decidere quando tagliare le foglie, garantendo un apporto nutrizionale massimo. L’idea del packaging segue questo processo di coltivazione ‘continua’, riprendendo la forma di una cassetta di legno su cui sono indicate le tabelle nutrizionali, modalità di consumo e ricoltivazione. Nel kit, infatti, sono presenti anche le sementi con cui il consumatore può iniziare la propria coltivazione, coniugando così l’educazione alimentare alla cultura della terra e della natura.

 

 

LA GRANDE BELLEZZA ITALIANA

di Stefania Mana (responsabile commerciale Op Joinfruit) e Cristiana Furiani (responsabile commerciale OP Geofur)

 

 

“La Grande Bellezza Italiana” è un’innovativa rete di impresa che riunisce sei realtà produttive storiche del panorama ortofrutticolo nazionale. L’obiettivo è offrire al mercato un assortimento top di gamma, con grande attenzione alla tipicità e ai prodotti a origine certificata, attraverso un’organizzazione moderna e dinamica e un approccio commerciale e marketing innovativo. “La Grande Bellezza Italiana” offre un modello di business capace di creare valore e innovazione autentica, con prodotti di alta gamma e una strategia commerciale e marketing dalle grandi potenzialità.

 

 

DA UN’AZIENDA MONO PRODOTTO SPECIALIZZATA IN FINOCCHIO ALL’APERTURA DEL SEGMENTO FOOD BEAUTY CON FOEN, LINEA DI COSMETICI NATURALI A BASE DI FINOCCHIO

Di Mariapia Paolillo (responsabile Paolillo srl)

 

 

A fine anni 60 nasce la Paolillo srl, azienda ortofrutticola specializzata nella coltivazione e commercializzazione del finocchio fresco italiano e di altri ortaggi. Una valorizzazione a 360° di una produzione esclusiva e italianissima, da cui poi sono nate declinazioni originali e innovative come la linea snack, il packaging sostenibile, le essenze profumate, fino ad arrivare all’idea dei cosmetici naturali. Quest’ultimo progetto nasce dalla volontà di coniugare la naturalità del prodotto agricolo alla raffinatezza dell’universo bellezza, una creazione che sfrutta le qualità benefiche del finocchio e le mette al servizio non solo dell’alimentazione, ma anche della cura del corpo e del viso. L'intera linea di prodotti cosmetici �“ denominata Foen (crema idratante viso, antiage, antiossidante, siero all’acido ialuronico, emulsione corpo, gel rassodante detossinante) è formulata con estratti vegetali naturali ed è dermatologicamente testata, per il benessere di tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili.

Foen è un progetto in linea con le più attuali tendenze di food beauty ed offre un innalzamento del posizionamento del prodotto agricolo, che da semplice e umile ortaggio diventa essenza di bellezza.

 

 

LA BANDERUOLA DI NATURA IBLEA PER EVITARE L’USO DELLA PLASTICA

Di Federica Giadone (responsabile commerciale Natura Iblea)

 

https://www.youtube.com/watch?v=LfgSj-a_dD8

 

Il progetto ideato da Federica Giadone, responsabile commerciale di Natura Iblea, ha una vocazione per l’ambiente e la diffusione dei prodotti biologici. La creazione della ‘banderuola’ risolve il problema del divieto di vendita del prodotto biologico sfuso ai sensi del Reg Ce 837 e risponde alla sempre più diffusa tendenza alla riduzione del packaging, specie in materiali plastici. Con la banderuola, infatti, Natura Iblea ha potuto ridurre del 73% la plastica degli imballaggi per la zucchina biologica. Un passo avanti nel tentativo di ridurre sempre più gli sprechi e l’impatto ambientale, coniugando l’appeal e la qualità dei prodotti bio.

 

 

LA STORIA DELL’ARTE RIVIVE ATTRAVERSO I FRATELLI ROMAGNOLI

di Francesca Russo (responsabile tecnico Romagnoli F.lli Spa)

 

La piccola pelatrice di patate di Albert Anker (1886)

 

 

Innovare significa anche trovare nuovi modi per comunicare, soprattutto nel reparto ortofrutticolo, spesso estraneo ai linguaggi. In questo senso Romagnoli F.lli Spa, nella figura del tecnico agronomo Francesca Russo, si è dedicata alla ricostruzione dal punto di vista storico e artistico della rappresentazione della patata, credendo fermamente nel valore, nell’importanza e nella bellezza di questo tubero. La sua mission, attraverso costante attività di ricerca assieme ai suoi partner costitutori olandesi, è il raggiungimento di standard qualitativi sempre più alti, con la finalità ultima di soddisfare le esigenze del consumatore. L’idea ispiratrice della Romagnoli F.lli Spa è quella di riscoprire “il bello” che la terra e il sapiente lavoro degli agricoltori offrono, ponendo al centro la bellezza dell’arte del Novecento ed il design moderno, come chiave per reinterpretare il valore dell’ortofrutta. Fra le opere cardine sono state scelte la Piccola pelatrice di patate (Albert Anker, 1886) e La lampe patate (Pierre Philippe, 2016).

 

 

I VEGETOONS DI ORSINI E DAMIANI

di Laura Damiani (responsabile qualità Orsini e Damiani)

 

 

L’innovazione è la via necessaria per rispondere ai problemi di ogni giorno; in questo senso si inserisce il progetto dei Vegetoons presentato da Laura Damiani, di Orsini & Damiani Srl, che intende rendere l’esperienza del mangiare frutta e verdura un divertimento anche per i più piccoli che, solitamente, faticano a consumarne. Un’innovazione che riguarda tanto la verdura (tagliata a forma di personaggi dei cartoon La bella e la bestia), quanto il packaging, con grafica completamente personalizzata per questo progetto. L’obiettivo finale è quello di rendere il consumo giocoso e divertente, sfruttando noti cartoni attraverso l’accordo con i relativi licenziatari, e permettere al contempo un’alimentazione sana. Attraverso dei macchinari, ideati dalla stessa Orsini e Damiani, saranno disponibili le zucchine a forma di Topolino e le zucche sul tema de La bella e la bestia. Sul contenitore in plastica completamente riciclabile sarà previsto un sagomato ad hoc in cui posizionare le formine come se fosse una scatola di cioccolatini. Da oggi è più divertente mangiare la verdura!

 

 

Per aderire all’associazione inviare una mail a:

ledonnedellortofrutta@gmail.com

 

 

 

www.donneortofrutta.org

https://www.facebook.com/LeDonnedellOrtofrutta/

https://www.linkedin.com/company/27217048/ 

 





Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
Comunicato stampa: Almaverde Bio Ambiente/ Quest'anno a Natale è di moda il biologico Wed, 12 Dec 2018 12:50:16 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/508485.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/508485.html Rp Circuiti Rp Circuiti



Quest’anno a Natale è di moda il biologico

 

 

La crescita del biologico coinvolge i consumatori anche a Natale con molteplici proposte d’acquisto e regalo che fanno leva sul crescente bisogno di benessere e salute degli italiani. Secondo Ansa i consumi natalizi è in crescita soprattutto sull’alimentare e il 35% degli acquisti avverrà on line.

Non è da meno Almaverde Bio Ambiente, il gruppo licenziatario del marchio Almaverde Bio, che concentra la commercializzazione dei prodotti “ambient” che non richiedono refrigerazione.

A Natale, i consumatori affezionati al biologico potranno regalare  le confezioni di prodotti Almaverde Bio acquistandole, senza sovraprezzo direttamente on line.

I pacchi regalo natalizi sono di quattro tipologie, con  diverse dimensioni e prezzi adatti a tutte le tasche ( i più costosi sono scontati di 5 euro rispetto all’anno scorso) e sono già pronti con il fiocco regalo all’interno per un dono natalizio all’insegna del benessere.

I pacchi  natalizi Almaverde Bio sono composti da un’ampia gamma di prodotti, dai biscotti da colazione alla pasta, alle  olive da aperitivo, al pacco tradizione con tante proposte di prodotti tipici e biologici italiani al pacco  natalizio con una gamma di farine unica, ideale per realizzare squisite preparazioni 100% bio.

Le confezioni natalizie  Almaverde Bio sono disponibili  già da ora  nel negozio on line 

https://shop.almaverdebio.it/christmas-box-2018

 

Ufficio Stampa 
Alessandra Ravaioli
 
                       
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SA
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
IN ARRIVO DA FRUTTAGEL QUATTRO NUOVE VERDURE SURGELATE A MARCHIO ALMAVERDE BIO CON IL NUOVO PACK COMPOSTABILE Fri, 30 Nov 2018 10:44:09 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/506629.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/506629.html Rp Circuiti Rp Circuiti

IN ARRIVO  DA FRUTTAGEL QUATTRO NUOVE VERDURE SURGELATE A MARCHIO ALMAVERDE BIO CON IL NUOVO PACK COMPOSTABILE

 

30 Novembre 2018,

 

Saranno disponibili dai prossimi giorni i nuovi surgelati a marchio Almaverde Bio broccoli e cavolfiori, entrambi tagliati a rosette, il tris gustoso Julienne con finocchi, carote, zucchine a stick e l'ideale contorno Fantasie dell'orto (carote, fagiolini, zucchine, patate, peperoni rossi e gialli, porro). Questi surgelati sono l'ideale sia per una cena in compagnia sia per la ristorazione vista la loro praticità e freschezza.

 

Tutti questi prodotti, esattamente come minestrone, fagiolini finissimi, piselli finissimi, spinaci foglia su foglia, già classici consolidati di Almaverde Bio, vengono lavorati e surgelati entro poche ore dalla loro raccolta consentendo, così, di conservare inalterati il gusto e gli importanti valori nutrizionali, garantiti dal consorziato Fruttagel, marchio riconosciuto di produzione biologica e italiana.

 

I surgelati saranno disponibili nelle comode confezioni da 450 grammi sono realizzate in materiali 100% riciclabili e smaltibili direttamente nell'organico, con certificazione Tuv Austria, confermando la grande attenzione riguardo all'ambiente e alla biosostenibilità che contraddistingue da sempre tutti i prodotti a marchio Almaverde Bio.

 

Broccoli e cavolfiori  a rosette, il tris Julienne e Fantasia dell'orto saranno disponibili anche nel negozio on line Almaverde Bio (https://shop.almaverdebio.it/).

 

Ufficio Stampa Almaverde Bio
Alessandra Ravaioli
                        

RP CIRCUITI MULTIMEDIA SA
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
CONSUMI DI BIOLOGICO VOLANO CON LA PRIMA GAMMA EVOLUTA ALMAVERDE BIO: Thu, 22 Nov 2018 15:09:02 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/505051.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/505051.html Rp Circuiti Rp Circuiti


I CONSUMI DI BIOLOGICO VOLANO CON LA PRIMA GAMMA EVOLUTA ALMAVERDE BIO:

vendite al top per zucca, sedano,verza e porri tagliati e pronti all’uso

 

Cesena, 22 Novembre 2018,

 

Si parla molto di consumi di ortofrutta in questo ultimo scorcio del 2018, con i dati di acquisto che  evidenziano una  crescita in volume e in valore ( fonte CSO Italy)  soprattutto a favore delle verdure che, nell’ultimi nove mesi hanno registrato un +5% in quantità rispetto al 2017.

L’attenzione verso l’ortofrutta è alta, soprattutto grazie ai connotati salutistici e di benessere che rappresentano il vero driver degli acquisti.

E il biologico continua a correre a gonfie vele in un mercato che ricerca continua innovazione e proposte sempre nuove e diversificate.

In questo contesto si colloca il successo della linea di prima gamma evoluta Almaverde Bio.

Prodotti come i cuori di sedano, la zucca cubettata e a fette, i porri affettati e la verza tagliata sono i top player della gamma di ortaggi freschi a marchio Almaverde Bio.

Una crescita monitorata e rilevabile dall’osservatorio privilegiato che sono le Isole Almaverde Bio, le aree brandizzate shop in shop del marchio leader del biologico italiano.

Ernesto Fornari, Direttore di Canova, la Società del Gruppo Apofruit esclusivista del marchio Almaverde Bio per l’ortofrutta fresca spiega le ragioni di questo successo:

“ I nostri prodotti di prima gamma evoluta non sono mai banali, hanno i requisiti del bio a cui si aggiunge un alto contenuto di servizio.

Il sedano, ad esempio, di cui proponiamo solo i cuori, è un prodotto ad altissima performance di vendita perché è ottimo, sano, molto utilizzato in cucina e praticamente pronto all’uso.

Si percepisce molto bene la qualità del servizio e la mancanza di spreco che oggi è un valore importante per i consumatori.

Anche per la zucca stiamo assistendo ad un vero e proprio boom. Quella cubettata, della varietà Butternut è facile da utilizzare in preparazioni veloci e salutari come le vellutate, minestroni e sughi e quella a fette, della varietà  Moscat è pronta all’uso anche cuocendola semplicemente al forno.

La zucca  tagliata è uno degli ortaggi a più alta performance di vendita quest’anno, grazie soprattutto ai connotati salutistici affiancati al servizio che offriamo con le confezioni pronte.

Un altro prodotto “big performer” di questo periodo- prosegue Ernesto Fornari �“ è il porro tagliato. Anche in questo caso conta la scelta anti spreco dei consumatori e il risparmio di tempo nella preparazione di un prodotto sempre più presente nelle ricette di cucina attuali.

La verza, tagliata, solo da lavare, offre anch’essa un alto contenuto di servizio affiancato alla garanzia di sicurezza e salubrità del biologico.

Oggi �“ continua Fornari �“ è evidente che i consumatori chiedono all’ortofrutta sempre più innovazione. E’ importante sorprendere e conquistare i responsabili acquisto con una proposta sempre nuova, a forte connotazione salutistica che sappia   offrire un vero servizio aggiunto come quello, fondamentale, del tempo risparmiato in cucina, senza rinunciare al sapore e al benessere, evitando gli sprechi.”



Alessandra Ravaioli
Ufficio Stampa Almaverde Bio
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
COMUNICATO STAMPA: DUE NUOVE ISOLE ALMAVERDE BIO CON IL GRUPPO FINIPER Sat, 17 Nov 2018 11:31:51 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/504000.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/504000.html Rp Circuiti Rp Circuiti

Due nuove Isole Almaverde Bio in casa Finiper

 

Cesena, 17 Novembre 2018

 

Le isole Almaverde Bio dell’Iper Rubicone a Savignano sul Rubicone (FC) e dei I giardini del Sole a Castelfranco Veneto (TV) sono le ultime nate in casa Finiper e segnano un traguardo importante per l’innovativo progetto messo a punto da Canova, la Società del Gruppo Apofruit leader del biologico fresco in Europa.

Il progetto delle Isole Almaverde Bio, nato appena tre anni fa rappresenta oggi uno dei modelli più innovativi e vincenti nel panorama retail italiano.

La formula è articolata e prevede la gestione diretta, da parte di Canova, delle aree espositive compresa l’assistenza alla vendita.

Le Isole sono distribuite sull’intero territorio nazionale   all’interno di Ipermercati di grandi dimensioni.

Con il gruppo Finiper, ad oggi, sono già sette le Isole attive e si prospettano altre aperture entro i primi mesi del prossimo anno.

Paolo Pari, Direttore di Almaverde Bio, racconta il percorso del progetto che sta portando ad un significativo incremento della domanda   di biologico negli ipermercati dove è presente un’Isola.

“Nella Gdo �“ dichiara Paolo Pari- l’offerta di ortofrutta biologica viene principalmente organizzata con il prodotto confezionato e nella grande maggioranza dei casi l’assortimento base è di 12-13 referenze più le stagionalità. Il format delle isole che permette la vendita anche del prodotto non confezionato permette di organizzare una offerta di ortofrutta biologica più completa che significa soprattutto una gamma più ampia e profonda e un miglioramento del rapporto qualità/prezzo. Uno strumento quindi che consente di migliorare il servizio e di conseguenza attrarre un maggiore numero di consumatori”


Ufficio Stampa

Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA Sas
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
COMUNICATO STAMPA: NASCE IL PREMIO INTERNAZIONALE DELLE DONNE DELL'ORTOFRUTTA DEDICATO A DANILA BRAGANTINI Mon, 22 Oct 2018 18:18:28 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/498042.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/498042.html Rp Circuiti Rp Circuiti

NASCE UN PREMIO INTERNAZIONALE DELLE DONNE DELL’ORTOFRUTTA  DEDICATO A  DANILA BRAGANTINI

 

  

Bologna,22 Ottobre 2018

 

L’Associazione Nazionale Le Donne dell’Ortofrutta lancia il premio Danila Bragantini, dedicato alle innovazioni realizzate da donne capaci di conquistare i consumatori.

Empatia femminile quindi in linea con gli obiettivi dell’Associazione.

II Premio 2018 sará consegnato a Venezia in occasione dei Protagonisti il 18 Gennaio 2019.

 

Per partecipare al Premio occorre   presentare entro il 7  Dicembre 2018 una proposta di  innovazione firmata  con due foto e una scheda di presentazione descrittiva inviando una mail a ledonnedell’ortofrutta@gmail.com. (Format allegato)

Possono partecipare al Premio   imprenditrici o operatrici del settore sia italiane che estere che abbiano messo a punto un’idea innovativa di prodotto: varietà, presentazioni, packaging, lavorazione, distribuzione e comunicazione.

 

Le candidature saranno valutate e votate dalla giuria composta dalle socie fondatrici delle Donne dell’Ortofrutta.

 

La vincitrice sarà presentata in occasione della serata dei Protagonisti a Venezia il 18 gennaio 2019 e riceverà dall’Associazione una comunicazione internazionale dedicata con diffusione di comunicati stampa in Italia e all’estero diffusione sui social e rassegna stampa. La vincitrice potrà aderire gratuitamente all’Associazione e, se già Socia, non pagherà la quota dell’anno 2019.

 

Il Premio, dedicato a Danila Bragantini vuole ricordare la prima donna dell’ortofrutta italiana. Una imprenditrice coraggiosa, innovativa, tenace, inclusiva che non temeva di dire quello che pensava, sempre.

 

 

Danila Bragantini veronese, ha mosso i suoi primi passi nella ditta Bragantini F.lli , azienda familiare operante nel settore ortofrutticolo dal 1922, di cui, a 28 anni, ha assunto la responsabilità commerciale dell’export. Dal 1987 è stata alla guida del gruppo.

 

Tra le diverse cariche ricoperte nella sua lunga carriera, si ricordano:

           Promotrice del marchio Gli Orti di Giulietta nel 1992

           Presidente dell'associazione imprese ortofrutticole della Regione Veneto già Assever, oggi Fruitimprese Veneto - dal 1994

           Vice presidente vicario di A.N.E.I.O.A. dal 1998 al 2005

           Vice presidente di Fruitimprese - Roma dal 2009

 

Il Premio Danila Bragantini �“ dichiara Alessandra Ravaioli, Presidente dell’Associazione - vuole essere un omaggio alla capacità imprenditoriale delle donne dell’ortofrutta e un contributo dell’Associazione all’innovazione di prodotto. Il Premio sarà un appuntamento annuale con le novità pensate e gestite da donne, non solo in Italia. Lo dedichiamo ad una donna straordinaria che ha saputo far sentire la sua voce e far valere le sue idee in un settore dove era sempre “l’unica donna “. Voglio ringraziare Antonio Felice,  Editore del Corriere Ortofrutticolo e organizzatore dei Protagonisti dell’Ortofrutta per la partnership sull’iniziativa.”

 

Per aderire all’ Associazione Nazionale Le donne dell’Ortofrutta basta una mail a ledonnedellortofrutta@gmail.com

www.donneortofrutta.org

 

 

 Ufficio Stampa Donne dell'Ortofrutta
                        

                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>
COMUNICATO STAMPA: LA GEOGRAFIA DEL BIOLOGICO​ ​ ALMAVERDE BIO ARRIVA A MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA (PV): ANCORA UN’ISOLA CON L’INSEGNA IPER LA GRANDE I Wed, 17 Oct 2018 15:00:13 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/497387.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/497387.html Rp Circuiti Rp Circuiti



Alessandra RavaioliLA GEOGRAFIA DEL BIOLOGICO ARRIVA A MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA (PV):

ANCORA UN’ISOLA ALMAVERDE BIO CON L’INSEGNA IPER LA GRANDE I

 

Cesena, 17 Ottobre 2018

 

La collaborazione tra Canova, la Società del Gruppo Apofruit leader europea dell’ortofrutta bio e l’insegna Iper La Grande I, prosegue con l’apertura dell’Isola numero 5 a Montebello della Battaglia nell’Oltrepo Pavese.

 

Si tratta dell’Ipermercato capostipite della catena della Grande I. Un Ipermercato considerato tra i più grandi e importanti della Lombardia.

L’apertura dell’Isola apre uno spazio essenziale all’acquisto di biologico in un’area   dove la crescita della domanda di bio è a doppia cifra.

L’Isola di Montebello della Battaglia si sviluppa su una superficie di.20 mq

Collocata nel reparto ortofrutta è gestita con la formula shop in shop, con personale dedicato alla vendita assistita.

 

Il biologico viene raccontato e presentato con tutte le declinazioni di prodotti freschi di stagione e le gamme di offerta a marchio Almaverde  che vanno dalla IV gamma  alla frutta secca.

Sono presenti nell’Isola oltre 100 referenze.

CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

                        

Ufficio Stampa Almaverde Bio

RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
 Via Guerrazzi, 1 Bologna
        +39 348 5241954

IMG-20181016-WA0029.jpg
IMG-20181016-WA0032.jpg
]]>
PERE ABATE SOLARELLI(R) : IL SOLE DI FINE ESTATE REGALA UN’ANNATA D’ORO Tue, 09 Oct 2018 15:35:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/495620.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/495620.html Rp Circuiti Rp Circuiti




PERE ABATE SOLARELLI® : 

IL SOLE DI FINE ESTATE REGALA UN’ANNATA D’ORO

 

Inizia la stagione delle Pere Abate Fetel Solarelli® con il clima ideale durante la raccolta, da metà agosto alla prima settimana di settembre. Una condizione perfetta per la maturazione delle pere, con sole costante, elevate temperature, giusta umidità e pochissime piogge

 

Si prospetta quindi un’ottima annata per le pere della linea top quality Solarelli®,  coltivate nella zona di produzione tipica a origine certificata, riconosciuta dall’Europa con il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta, zona che copre l’areale della pianura padana tra Modena, Ferrara e Bologna chiamato il triangolo d’oro della pera in Europa.

L’Abate Fetel è una pera pregiata, riconosciuta dai consumatori di tutta Europa come la pera regina.

Buccia liscia, leggermente rugginosa, aroma fiorito, consistenza fondente a piena maturazione, succosa e delicata, si accompagna perfettamente ai formaggi saporiti e stagionati, primo tra tutti il Parmigiano Reggiano DOP, ma anche il Pecorino, il Formaggio di Fossa. Ottima anche con formaggi più morbidi e delicati come il Taleggio e anche lo Squacquerone di Romagna DOP.

Solarelli®  è il marchio dei produttori del Gruppo Apofruit, dedicato all’ortofrutta prodotta nei territori più vocati.

Un marchio che è   una sicurezza per i consumatori che ogni volta che acquistano i prodotti Solarelli ®  sanno con certezza che non resteranno delusi dal sapore.

 

E con le pere Abate Fetel Solarelli ® la qualità è garantita e visibile.

Selezionate in Francia verso la metà dell’800, dal monaco che gli diede il nome, le Abate Fetel hanno trovato la loro culla di produzione in Italia dove all’inizio del ‘900 ha preso avvio una frutticoltura commerciale e non più hobbistica com’era nel secolo precedente.

La coltivazione delle pere si è concentrata principalmente nelle aree padane vocate, non solo per caratteristiche climatiche e di terreno ma anche perché gli agricoltori, in questa area, hanno una esperienza e capacità straordinarie, determinate da una storia pluricentenaria di produzione delle pere più buone d’Europa.

Le pere Abate Fetel infatti sono considerate le pere più pregiate grazie al loro raffinato aroma e alla consistenza della polpa che, a seconda delle preferenze e del grado di maturazione può essere fresca e croccante come dolce e fondente quando si gusta in una fase di maturazione più avanzata.

 

I tre segreti della bontà delle pere Abate Solarelli® :

 

La zona di coltivazione

Il territorio fa la differenza. Le Abate Solarelli ®  si coltivano in aree molto  circoscritte,   nella Pianura Padana con terreno alluvionale e fresco, una buona insolazione. Poco lontano da fiumi e torrenti. Sono zone dove è molto frequente la nebbia fino a primavera inoltrata e sono consistenti le escursioni termiche tra giorno e notte.

Questi aspetti influenzano in maniera determinante la qualità e l’aspetto delle pere Abate Solarelliche hanno la faccetta rossa.

 

Le modalità di coltivazione

La forma di allevamento, le potature nel corso dell’anno, il diradamento dei frutti, la concimazione e la difesa dalle malattie   adottate per le Abate Solarelli®,   mettono in pratica i disciplinari di produzione della Regione Emilia Romagna e le direttive di qualità di Apofruit per il marchio top quality Solarelli.

 

La raccolta al giusto grado di maturazione

Raccogliere al giusto grado di maturazione determina la bontà del frutto e la conservabilità. Le Abate  Solarelli®,   si raccolgono quando il grado zuccherino del frutto ha raggiunto un valore variabile di anno in anno ma comunque  non sotto i 13 gradi brix.

Dopo la raccolta i frutti vengono selezionati in base alla dimensione e assenza di difetti e messi in conservazione a bassa temperatura e elevata concentrazione di anidride carbonica.

In questo modo la maturazione procede lentamente con gradualità dando la possibilità ai frutti di arrivare, al meglio fino al mese di aprile Solarelli®,  

 

La parola  a Franco Girotti tecnico Apofruit  dell’area Emilia

 

 

“E’ un’ottima annata per le pere Abate Solarelli®,   con una produzione abbondante che si avvicina, per il Gruppo Apofruit, alle 8.000 tonnellate.

Una produzione che però, quest’anno è stata falcidiata dagli attacchi della cimice asiatica, colpo di fuoco e maculatura bruna e che ha abbassato di molto le quantità disponibili per la top quality.

In questa annata i frutti di Abate sono particolarmente “ lisci” un termine che indica la limitata presenza di rugginosità.

E’ una caratteristica determinata dal clima e dall’umidità nel periodo dell’ingrossamento dei frutti a inizio primavera.

Siamo particolarmente orgogliosi del sistema qualità che Apofruit ha messo a punto per il marchio Solarelli®,   soprattutto perché, grazie all’assistenza tecnica capillare ai produttori che sono 270 nella zona vocata alla pera Abate, concordiamo tutte le operazioni colturali necessarie ad ottenere la massima qualità, compresa la raccolta.

La scelta del momento giusto per la raccolta della Pera Abate è fondamentale per avere la qualità eccellente del marchio Solarelli.

Assistenza tecnica e produttore insieme decidono il momento ideale di raccolta valutando la durezza dei frutti attraverso un apposito strumento di misurazione e valutando il grado zuccherino raggiunto.

Assistiamo uno per uno i produttori alla raccolta e questo ritengo che sia uno strumento vincente per la qualità.

 



CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE


 

 

 

 Alessandra Ravaioli
                        
RP CIRCUITI MULTIMEDIA SAS
                     Via Guerrazzi, 1 Bologna
                     +39 348 5241954
]]>