Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Mind The Gap Communication Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Mind The Gap Communication Sat, 30 May 2020 08:19:51 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/15838/1 Lasciati andare....è tempo di giocare con il Giocotarocco di Silvia Cestra Fri, 10 Apr 2020 09:10:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/628887.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/628887.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication

È uscito nelle librerie e negli stores online "Lasciati andare....è tempo di giocare",  il primo libro di Silvia Cestra, una guida soprattutto per i più giovani per conoscere l’arte dei Tarocchi. Ad accompagnare il volume, un mazzo con 78 carte di Tarocchi (arcani maggiori e arcani minori) disegnato interamente dall’autrice.     

Luigi Scapini, scrivendo la prefazione del libro, asserisce che i bambini sono come i gattini, come i cuccioli in genere e sono proprio loro che imparano a vivere giocando! Dopo l'adolescenza ci si sclerotizza, anche spiritualmente, e ci si adagia su un certo numero di comportamenti e di idee che la ripetizione rende sempre più rigidi.
Un gattino, giocando con i fratellini, impara a servirsi dei neuroni a specchio, cioè a prevenire il comportamento della preda, ma solo un buon cacciatore di topi saprà adoperarli nella vita, non certo un gatto soprammobile divoratore di croccantini. Uno dei giochi preferiti dai bambini è la rappresentazione pittorica, fin dalla più remota antichità: dicono che gli artisti continuino a giocare, mentre la maggior parte degli uomini nell'età adulta si occuperà di cose "serie".
"Ho conosciuto Silvia" - sostiene Luigi Scapini - "presso un comune maestro e amico cabalista, Marco Marini, che in quegli anni si occupava anche di tarocchi (ho disegnato un mazzo sulle sue visioni) che hanno molto a che vedere con la Cabala; io, in particolare, convinto come Meyrink che un lettore di carte dovrebbe leggerle su quelle disegnate da sé, cercavo di mettere i condiscepoli sulla strada di crearsi un mazzo di tarocchi personali".

Come quasi tutti, Silvia Cestra aveva lasciato con l'infanzia il gioco della pittura, ma i tesori della sua infanzia, erano lì dietro l'angolo, pronti a sbocciare in fiori variopinti!
Silvia Cestra, inoltre, aveva ben due nonne che avevano operato attivamente nel mondo della magia tradizionale per una vita; la nonna paterna in quella contadina e popolare, quella materna in quella singolare magia colta e aristocratica nata in ambiente borbonico e pare che tra non molto il futuro di Silvia la porterà a navigare sempre di più nella corrente di queste quattro magie, quella infantile, quella cabalistica, quella popolare e quella aristocratica.


Nota sull'autirce

Bionaturopata, riflessologa, ha conseguito il diploma di Master Reiki nel sistema di Usui nel 2001 a Piacenza con Ma Anurakta. Ha conseguito il diploma nel 2002 di Terapie Essene Egizie con i Maestri Anne Givaudan e Dott. Antoine Achram, approfondimenti con Daniel Merois e Bernard Rouche. Nel 2003 ha pubblicato “Voli liberi” un libro di poesie edito da Libroitaliano. Studia Cabala, ha seguito corsi di tecniche di riequilibrio energetico con l’uso delle lettere ebraiche, corsi di Astrologia, Tarocchi e aggiornamenti per formatori Water of Siloe (acque vibrazionali) con l’insegnante Marco Marini. Con Luigi Scapini, pittore veronese ha disegnato i suoi primi tarocchi. Ha partecipato a corsi di formazione con diversi Maestri, apprendendo tecniche come l’Arte Andina con Don Joan Del Prado ed Elizabeth Jenkins; lo Sciamanesimo Siberiano con Nadia Stephanova; workshop con Cristobal Jodoroski, Hernán Huarache Mamani, Sergio Magana, Marina Tempini teosofa, SILVIA CESTRA Krisztina Nemeth Healing Voice, Franca Boso sensitiva, Selene Williams Calloni, Gregg Braden, Bruce Lipton… Il teatro è una sua passione ed ha lavorato in diverse compagnie amatoriali, anche in progetti di laboratorio emozionale. Ha avuto esperienze di volontariato in vari ambiti sociali. Vive a Roma con la sua preziosa famiglia. Collabora ed organizza eventi con alcuni operatori e professionisti nel settore del benessere olistico. Una vita intensa tra viaggi e formazione, sempre con la stessa passione e gioia di condividere e relazionarsi con gli altri. Ha visitato molti paesi nel mondo, posti energeticamente e spiritualmente importanti per la sua crescita personale, come in Egitto, Messico, Perù, Isola di Pasqua, Siberia, India, Tibet, Cambogia, Laos... Ricercatrice e curiosa in cammino, anzi in volo!

 

Link utili


Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

    

]]>
"Camminare con le ombre e la luce" l'audiolibro di Mirella Bufalini Tue, 10 Mar 2020 09:00:44 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/623618.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/623618.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication
Mirella Bufalini in arte Banti, attrice, giornalista, naturopata, nutrizionista ortomolecolare, imprenditrice, poetessa... decisamente una donna molto eclettica! 
Inizia da attrice, infatti in molti ricordano la sua interpretazione in varie pellicole, sicuramente quella più famosa è nel film “Tenebre” di Dario Argento, ma anche in tanti altri film. 
Poi decide di smettere, facendo un radicale cambiamento: alla fine degli anni 90 si appassiona alla medicina olistica, della fitoterapia e dell’alimentazione naturale e inizia un percorso di studi, aiutata dal maestro prof. Panfili, padre della medicina ortomolecolare in Italia. Collabora, inoltre, con il prof. Eugenio Raimondo, seguendo i suoi pazienti diversamente abili, fino ad aprire la sua azienda medica, dove si approccia “la persona” che vuole curarsi, olisticamente, con medici omeopati, agopuntori nutrizionisti, psicologi che, oltre alla psicoterapia, applicano la Mindfulness, il metodo della meditazione x nutrire la parte spirituale. Infatti attualmente la sua priorità, da ormai oltre 20 anni, è quella di dedicarsi alla cura degli altri.
"Tornando indietro - asserisce - alcuni film non li rifarei ma delle volte nella carriera artistica non puoi proprio scegliere tutto, specialmente nei primi anni di carriera, essendo inesperta mi affidai ad Enrico Lucherini che è stato il mio agente, uno dei big degli anni 80-90. Mi sono molto divertita in quel periodo, ho avuto la possibilità di girare il mondo e di conoscere tante persone interessanti. Nel cinema ho avuto l’onore di lavorare con registi come Dario Argento, Monica Vitti, Luigi Magni, Carlo Lizzani, Mimma Nocelli, Luciano Salce, i giovani registi della scuola di Ettore Scola, e tanti altri. Mi piace dire che tutti coloro che ho incontrato nella mia vita lavorativa e non, sono stati utili e preziosi ed insieme a tutto ciò che ho fatto, hanno contribuito ad essere la persona che sono oggi".
La spiritualità per Mirella Bufalini è un viaggio, senza meta, che crede fortemente nella propria parte spirituale e in Dio, ognuno come può concepirlo. "Ho provato più volte a separarmi da Dio - continua - a combatterlo e a voler contare solo su di me, facendo leva su quelli che poi si sono rivelati dei difetti di carattere, l’ego. Questi comportamenti non portano alla pace e già da ragazza, l’intuito mi suggerì di cominciare un cammino spirituale fatto di fratellanza, di condivisione, di preghiera e meditazione, per me fonte di vita".
Qualche mese fa stava attraversando un momento di cambiamento, costretta a stare ferma per un’ernia al disco, aiutata dalla musica e dalla meditazione comincia a buttare giù pensieri ed emozioni, scritti di getto. Per caso, fa leggere queste poesie, sono piaciute ed eccola qui con l’audiolibro!
Questo splendido libro di Mirella Bufalini composto da 21 poesie è più di un invito, è una via, un percorso, che ci conduce verso la sua attuale tappa e ci chiama voltandosi indietro: siamo noi a dover avanzare, verso uno spazio ove “tutto avrà un senso e sarà valsa la pena”!

Viaggiare, oppur - meglio – volare. Volare in alto, “il più alto che si può, nel cielo a guardare giù, tutto e tutti, stando in vari luoghi in contemporanea, in un tempo senza tempo”.

Vivere nella costante crescita spirituale, amando e non avendo il timore, o il pudore, di dirlo, di manifestarlo, di farlo toccare, per capire e far capire come ciò che a volte riteniamo frettolosamente etereo è invece presente, qui e ora, senza alcun intermediario da frapporre. Perché tra noi e la luce un intermediario non può che fare ombra.


]]>
Annarella Asuncion Morejon presenta il suo ultimo libro "Guglielmina di Barbone - Pudel di Baviera" edito Terre Sommerse Wed, 19 Feb 2020 13:56:54 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/620968.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/620968.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Nasce per i più piccoli una nuova favola illustrata, a febbraio disponibile nelle librerie e negli store online: si tratta del racconto in versi “Guglielmina di Barbone – Pudel di Baviera” di Annarella Asuncion Morejon. La casa editrice Terre Sommerse ha infatti rilanciato da poco una collana dedicata all'infanzia, con un intento ludico ed allo stesso tempo con lo scopo di riavvicinare fin dalla primissima età i più giovani alla lettura.

La favola racconta di una barboncina aristocratica che un giorno decide di trascorrere un po’ di tempo nella sua villa di campagna. Qui conoscerà diversi personaggi buffi e strampalati e li inviterà a un pranzo di benvenuto. Ai modi raffinati della nobile Guglielmina, si contrappongono i comportamenti grossolani e istintivi dei suoi ospiti d’occasione. Questi personaggi buffi ed invadenti, non abituati all’etichetta, scateneranno ben presto una generale baraonda e susciteranno il riso di grandi e piccini, al pari di una farsa della migliore tradizione.

 
"Guglielmina di Barbone-Pudel di Baviera" è una storiella divertente, illustrata dai disegni a pastello molto efficaci di Nada Salari, che stimolano la fantasia del bambino e lo aiutano a immergersi nella storia.
Il breve racconto è un' esilarante metafora della società di ogni tempo. 
Il testo è in versi ottonari che si leggono con piacere sia per il ritmo che per la rima e si memorizzano facilmente, grazie al lessico semplice della quotidianità.

Nota sull'autrice

Annarella Asuncion Morejon ha avuto fin da piccola la passione per le fiabe e ricorda ancora quando sua nonna gliele raccontava a lume di candela. Nel corso dell’infanzia adorava leggere e creare piccole narrazioni su tutto ciò che c’era intorno a lei. In modo par- ticolare le piaceva cantare le sue storie al vento, sussurrare i suoi racconti agli animaletti del cortile, creare giochi divertenti con gli amici e ogni tanto provare a vivere la storia di qualche personaggio dei libri. Già all’età di 10 anni decise di scrivere delle fiabe, con l’in- tento di raccontarle al suo fratellino venuto al mondo da poco. La curiosità e l’entusiasmo che provava l’hanno portata a comprende- re nel tempo che solo nella scrittura avrebbe trovato appagamento. La scrittura le ha permesso, soprattutto, di ascoltare il mondo che la circonda, di sentire con l’anima e comprendere col cuore. Diventata mamma, ha iniziato ad inventare fiabe per invogliare sua figlia a mangiare. Così sono nati i suoi primi racconti. 

 

Nota sull'illustratrice

Nada Salari è nata 50 anni fa a Foligno (PG).

Fin da bambina il suo amore più grande è stato il mondo dei colori e dei pennelli. Anche se la vita l’ha portata a lavorare in altri settori, non ha mai abbandonato la sua vera passione. Negli anni ha sempre speri- mentato nuove forme espressive, passando da una tecnica all’altra, dalle tele alle carte decorative, dal legno agli stucchi e ai tessuti. Con i tessuti realizza magliette per bambini e ragazze, giocando con immagini di fan- tasia. Crea inoltre animali e bambole di pezza con faccine buffe, musetti divertenti e vestitini personalizzati. Attualmente si è immersa nel mon- do delle favole, dove ritorna bambina insieme ai personaggi che crea.
 

 

Link utili


Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

Corus Cafè - http://www.coruscafe.it/

]]>
Annarella Asuncion Morejon presenta il suo ultimo libro "Guglielmina di Barbone - Pudel di Baviera" edito Terre Sommerse Wed, 19 Feb 2020 13:56:27 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/620967.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/620967.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Nasce per i più piccoli una nuova favola illustrata, a febbraio disponibile nelle librerie e negli store online: si tratta del racconto in versi “Guglielmina di Barbone – Pudel di Baviera” di Annarella Asuncion Morejon. La casa editrice Terre Sommerse ha infatti rilanciato da poco una collana dedicata all'infanzia, con un intento ludico ed allo stesso tempo con lo scopo di riavvicinare fin dalla primissima età i più giovani alla lettura.

La favola racconta di una barboncina aristocratica che un giorno decide di trascorrere un po’ di tempo nella sua villa di campagna. Qui conoscerà diversi personaggi buffi e strampalati e li inviterà a un pranzo di benvenuto. Ai modi raffinati della nobile Guglielmina, si contrappongono i comportamenti grossolani e istintivi dei suoi ospiti d’occasione. Questi personaggi buffi ed invadenti, non abituati all’etichetta, scateneranno ben presto una generale baraonda e susciteranno il riso di grandi e piccini, al pari di una farsa della migliore tradizione.

 
"Guglielmina di Barbone-Pudel di Baviera" è una storiella divertente, illustrata dai disegni a pastello molto efficaci di Nada Salari, che stimolano la fantasia del bambino e lo aiutano a immergersi nella storia.
Il breve racconto è un' esilarante metafora della società di ogni tempo. 
Il testo è in versi ottonari che si leggono con piacere sia per il ritmo che per la rima e si memorizzano facilmente, grazie al lessico semplice della quotidianità.

Nota sull'autrice

Annarella Asuncion Morejon ha avuto fin da piccola la passione per le fiabe e ricorda ancora quando sua nonna gliele raccontava a lume di candela. Nel corso dell’infanzia adorava leggere e creare piccole narrazioni su tutto ciò che c’era intorno a lei. In modo par- ticolare le piaceva cantare le sue storie al vento, sussurrare i suoi racconti agli animaletti del cortile, creare giochi divertenti con gli amici e ogni tanto provare a vivere la storia di qualche personaggio dei libri. Già all’età di 10 anni decise di scrivere delle fiabe, con l’in- tento di raccontarle al suo fratellino venuto al mondo da poco. La curiosità e l’entusiasmo che provava l’hanno portata a comprende- re nel tempo che solo nella scrittura avrebbe trovato appagamento. La scrittura le ha permesso, soprattutto, di ascoltare il mondo che la circonda, di sentire con l’anima e comprendere col cuore. Diventata mamma, ha iniziato ad inventare fiabe per invogliare sua figlia a mangiare. Così sono nati i suoi primi racconti. 

 

Nota sull'illustratrice

Nada Salari è nata 50 anni fa a Foligno (PG).

Fin da bambina il suo amore più grande è stato il mondo dei colori e dei pennelli. Anche se la vita l’ha portata a lavorare in altri settori, non ha mai abbandonato la sua vera passione. Negli anni ha sempre speri- mentato nuove forme espressive, passando da una tecnica all’altra, dalle tele alle carte decorative, dal legno agli stucchi e ai tessuti. Con i tessuti realizza magliette per bambini e ragazze, giocando con immagini di fan- tasia. Crea inoltre animali e bambole di pezza con faccine buffe, musetti divertenti e vestitini personalizzati. Attualmente si è immersa nel mon- do delle favole, dove ritorna bambina insieme ai personaggi che crea.
 

 

Link utili


Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

Corus Cafè - http://www.coruscafe.it/

]]>
Gli Hustle 501 presentano il loro primo progetto musicale: "The Runaway" Tue, 04 Feb 2020 09:10:22 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/618344.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/rock/618344.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Esce l'Ep di esordio degli Hustle 501, band romana formata dai giovanissimi Fabrizio ToccaceliMarco SaviniLorenzo Tempestilli e Valerio Ferrari.

La scelta di utilizzare la lingua inglese, è figlia in parte del genere e delle attitudini della band, il rock, e finalizzata a indicare un percorso di respiro internazionale.

Hustle sta ad indicare la forza, l'energia, 501 riprende, le ultime cifre del codice fiscale delle persone nate a Roma, a sottolineare le radici capitoline dei quattro musicisti.

Gli arrangiamenti lasciano ampio spazio alle chitarre elettriche e a sonorità tipiche del rock contemporaneo internazionali, talvolta lasciando emergere influenze anni '90, mentre la musicalità e la cantabilità delle linee vocali e dei ritornelli suggerisce il desiderio di avvicinare un ampio pubblico e di raggiungere una cifra raffinata ma popolare.

I testi affrontano tematiche classiche del rock strizzando di tanto in tanto l'occhio a temi autobiografici e giovanili, ma con uno sguardo moderno e personale.

Successivamente alla scrittura dei primi pezzi il gruppo ha intrapreso un'attività live a Roma in locali come il Mahalia e Locanda Blues. Quando Fabrizio ha deciso di andare a Londra a continuare i suoi studi, dopo un primo momento di incertezza, la band ha deciso di sfruttare l'opportunità e portare la propria musica all'estero. Sono seguiti già diversi live a Londra, in locali come il Fiddlers Elbow di Camden Town e il St Moritz di Soho.

Il disco è stato registrato nel 2019 al PlayRec Studio da Fabio Fraschini, Francesco Longo e Andrea di Pasqua.

 

Link utili

Terre Sommerse Group - http://www.terresommersegroup.com/store/c1/Prodotti_in_primo_piano.html

Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

Corus Cafè - http://www.coruscafe.it/

]]>
Gli Hustle 501 presentano il loro primo progetto musicale: "The Runaway" Tue, 04 Feb 2020 09:10:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/618343.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/618343.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Esce l'Ep di esordio degli Hustle 501, band romana formata dai giovanissimi Fabrizio ToccaceliMarco SaviniLorenzo Tempestilli e Valerio Ferrari.

La scelta di utilizzare la lingua inglese, è figlia in parte del genere e delle attitudini della band, il rock, e finalizzata a indicare un percorso di respiro internazionale.

Hustle sta ad indicare la forza, l'energia, 501 riprende, le ultime cifre del codice fiscale delle persone nate a Roma, a sottolineare le radici capitoline dei quattro musicisti.

Gli arrangiamenti lasciano ampio spazio alle chitarre elettriche e a sonorità tipiche del rock contemporaneo internazionali, talvolta lasciando emergere influenze anni '90, mentre la musicalità e la cantabilità delle linee vocali e dei ritornelli suggerisce il desiderio di avvicinare un ampio pubblico e di raggiungere una cifra raffinata ma popolare.

I testi affrontano tematiche classiche del rock strizzando di tanto in tanto l'occhio a temi autobiografici e giovanili, ma con uno sguardo moderno e personale.

Successivamente alla scrittura dei primi pezzi il gruppo ha intrapreso un'attività live a Roma in locali come il Mahalia e Locanda Blues. Quando Fabrizio ha deciso di andare a Londra a continuare i suoi studi, dopo un primo momento di incertezza, la band ha deciso di sfruttare l'opportunità e portare la propria musica all'estero. Sono seguiti già diversi live a Londra, in locali come il Fiddlers Elbow di Camden Town e il St Moritz di Soho.

Il disco è stato registrato nel 2019 al PlayRec Studio da Fabio Fraschini, Francesco Longo e Andrea di Pasqua.

 

Link utili

Terre Sommerse Group - http://www.terresommersegroup.com/store/c1/Prodotti_in_primo_piano.html

Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

Corus Cafè - http://www.coruscafe.it/

]]>
La William School Music raddoppia con il sociale Sat, 18 Jan 2020 10:28:56 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/world_music/616097.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/world_music/616097.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication L'ormai nota scuola romana del quartiere di Torre Maura, nata nel 2016, ha raggiunto importanti obiettivi nel corso di questi anni, dando non solo un apporto decisamente positivo al territorio stesso, ma contribuendo a migliorare l'ambiente con due importanti iniziative: dalla fine di febbraio, infatti, si è dotata di un defibrillatore, messo a disposizione di tutti i propri allievi.


La William School Music ritiene che rendere il locale dove viene svolta un’attività culturalmente e socialmente utile, quale è la musica, Cardioprotetto, sia un gran segno di rispetto per tutte le persone che la vivono giornalmente. Dotare un luogo pubblico di un defibrillatore è un gesto di lungimiranza sociale, che porterà alla scuola e al quartiere tutto, un generale senso di sicurezza, nella fatalità del verificarsi un avvenimento precipitoso, dove la possibilità di un intervento immediato offre al malcapitato la probabilità di sopravvivenza del 95%.

Un'altra importante iniziativa è l'introduzione di borracce di alluminio brandizzate William School Music: tutti gli allievi, e non solo, potranno recarsi con la propria bottiglia di plastica per sostituirla con una di alluminio, dando così l'opportunità di riciclare la plastica in modo corretto e sicuro, rispettando, in questo modo l'ambiente!

Ricordiamo che nella scuola oltre i classici corsi musicali è presente un Laboratorio Teatrale, un corso di Recitazione Cinematografica, un Laboratorio Interplay, un Corso di Propedeutica e uno di Musica d'Insieme per complessivi n° 20 corsi e per un totale di allievi iscritti di circa ottanta, in costante crescita.

La scuola si sviluppa su due piani ed è composta soprattutto da giovani insegnanti, che hanno la volontà di trasmettere la “Musica” con metodi moderni e facilmente apprendibili, rimanendo, allo stesso tempo, legati ai suoi principi fondamentali.


A tale proposito il mood di questa grande scuola di periferia è quello di credere fermamente nella Musica e credere che tutti dovrebbero provarla almeno una volta!

 


Link utili

www.williamschoolmusic.com

www.instagram.com/william_school_music/

https://twitter.com/WilliamSchoolMu

www.youtube.com/channel/UCKZksS_oGkQhN_Xo1LoDGPA

https://plus.google.com/100529660232963376184

www.pinterest.it/williamschoolmusic/

 

]]>
"Felixia - una favola animalista" di Anna Zilli Sun, 15 Dec 2019 22:52:26 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/611448.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/611448.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Prima di lasciare il mondo, Leonardo da Vinci ha una visione di un futuro di distruzione e devastazione per la Terra. Solo un essere puro ed incontaminato dalle ombre umane può salvarla: una bambina aliena creata dalle sue mani di artista, che prenderà vita per ristabilire il patto di amore e rispetto tra il genere umano e la famiglia animale che gli umani hanno tradito.

Felixia, accompagnata da tre inseparabili amici – una gatta, un rospo ed una farfalla – compierà un viaggio iniziatico per conoscere il deplorevole comportamento degli umani nei confronti degli animali, fatto di violenza e sfruttamento, di uso e consumo, di indifferenza e spietatezza.
Per salvare il mondo, Felixia comunicherà con tutti i bambini del pianeta Terra, che inizieranno una rivoluzione inarrestabile per mettere a nudo l’orrore che gli umani infliggono agli animali quotidianamente – per cibarsi, vestirsi e divertirsi - e per porvi fine una volta per tutte. Alla vista del crimine più efferato – la sperimentazione animale in un laboratorio – Felixia lancia un grido di orrore che si propaga per tutta la terra, e il suo pianto insieme a quello di tutti gli umani dal cuore empatico crea uno tsunami di fango dove i cuori si perdono. Solo gli umani che ritroveranno il proprio cuore saranno degni di continuare a vivere su una Terra finalmente sanata.

 

Biografia

Anna Zilli è cantante barocca, scrittrice, pittrice, praticante e istruttrice di Hatha Yoga, traduttrice, ma soprattutto amante degli animali - vegana da sei anni dopo 21 anni di vegetarianismo - ed attivista. Nel 2013 pubblica il libro Cristina di Svezia regina della musica a Roma. Le ‘canterine’ al suo servizio, edito da Aracne Editrice e tradotto in svedese e pubblicato da Nordic Academic Press nel febbraio 2019.

È presidente dell’Accademia Musicale Cristiniana, ensemble aperto ed associazione culturale, che ha tra i suoi obiettivi quello di far conoscere l’incredibile storia di Cristina di Svezia e di eseguire la musica che la regina promuoveva durante i suoi trenta anni di vita a Roma. Felixia, una favola animalista è la sua prima opera di narrativa.

Ma senza dare ulteriori anticipazioni vi invitiamo a visitare il sito http://www.terresommersegroup.com/store/p742/FELIXIA_-_UNA_FAVOLA_ANIMALISTA_%7C_di_Anna_Zilli.html per avere l'opportunità di leggere una storia che ha veramente dell'incredibile!

 

Link utili

Terre Sommerse Group - http://www.terresommersegroup.com/store/c1/Prodotti_in_primo_piano.html

Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

Corus Cafè - http://www.coruscafe.it/

]]>
Corde in canto per Terre Sommerse Group con Silvia Mirarchi e Luca Villani Wed, 11 Dec 2019 09:59:36 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/610930.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/610930.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Il neo gruppo Duo Corde InCanto si è esibito con ottimo esito presso importanti teatri romani come l’Arciliuto e nei dintorni della Capitale, presso il Teatro Ramarini ed il Teatro Scardelletti di Monterotondo.

Formato dal Soprano Silvia Mirarchi e dal Chitarrista Luca Rinaldo Villani, specializzandosi nel repertorio Italiano e Spagnolo, spaziando dalle Cavatine di Mauro Giuliani ai Villancicos di Joaquin Rodrigo: i suoi recitals risultano adatti al grande pubblico perché condensano lo sterminato repertorio vocale in un percorso che coniuga sentimenti eterni e vena popolare, propria della Chitarra. La fresca originalità del Duo Corde InCanto gli è valso un invito per una serie di Concerti al prestigioso Festival di Edimburgo (Scozia) nell’ Agosto 2019 e ad oggi presentano il loro primo album "Italian Arias e Spanish Songs" edito da Terre Sommerse.

 
BIO

Conseguita la maturità classica, Silvia Mirarchi inizia lo studio del Canto con i Maestri Nicoletta Panni e Hadama Yoko, diplomandosi presso il Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina con il massimo dei voti. Diploma di Merito al 33° Corso Internazionale di Musica Antica presso il Palazzo Ducale di Urbino tenuto da Patrizia Bovi. Ben presto realizza brani di propria composizione, collaborando in qualità di vocalist all’incisione del disco Funk & World prodotto da RAI TRADE e alla realizzazione del CD Tieru di Gabin Dabirè. Nel contempo si esibisce come solista in concerti di musica rinascimentale in Italia ell’estero; è protagonista nel Calendimaggio di Assisi, nei Festival di San Gimignano, Bevagna e Sermoneta, in concerti a Fiuggi e presso il Castello di S. Severa, oltre che a Roma e Firenze, in un repertorio di che spazia dai Canti d’amore Anatolici alle ballate catalane del Llibre Vermell, dai Canti Aragonesi del XV secolo alle Cantigas de Santa Maria. Prosegue nella veste di cantautrice ospite della Rassegna Musicale Incanto per artisti emergenti, del format radiofonico di RAI UNO, “Demo”, condotto da Michael Pergolani e Renato Marengo, e come finalista al Premio Mia Martini di Bagnara Calabra. Nel 2010 incide il suo primo disco A migliaia con la Casa Discografica Terre Sommerse, lanciato con una intervista su Radio Rock. Sul fronte classico, di rilievo il Concerto per l’inaugurazione dello storico organo Giovannelli nella Chiesa di San Giorgio Martire a Lecce, in qualità di Soprano solista. Nel 2018 esce il suo nuovo CD La testa altrove, sempre per Terre Sommerse, presentato in importanti eventi fra cui: Teatro Arciliuto di Roma, Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, Rassegna Estate al tramonto. Effettua esibizioni in tutta Italia come Soprano effettivo nel Coro dell’Accademia Filarmonica Romana, diretto da Sua Ecc.za, Monsignore Pablo Colino. E’ docente di Canto e pianoforte complementare e dirige diversi Cori presso enti e associazioni della Capitale. Fra le recensioni si segnala “una bellissima voce che si fonde con i poetici testi che vanno a comporre questo album…frutto di una ricercata chiave sonora che abbraccia varie musicalità della World Music…un viaggio appassionato e sentimentale che ricorda le atmosfere latine, a tratti celtiche ed orientaleggianti, pur mantenendo predominante la matrice d’ispirazione del bel canto italiano” (Sul Palco, Roma).

 

Al contempo Luca Rinaldo Villani chitarrista, interprete, docente e compositore, ha intrapreso lo studio della chitarra con il M° Roberto Chiarini, diplomandosi presso il Conservatorio di S. Cecilia. Nel 2007 ha conseguito “con lode” il Biennio di II Livello sotto la guida del M° Bruno Battisti D’Amario. Ha seguito masterclass di concertisti come B. Davezac, J. Tomàs, A. Ponce, D. Russell, C. Bonell ed O. Ghiglia (Siena e Gargnano). Ha suonato in Austria, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Ungheria, USA; nei Festivals di Creta, Edinburgh, Szeged, Darmstadt, Hitchin (Londra), come solista e al fianco di affermati solisti (D. Hume, F. Pardelli, R. Tajika, P. Skladany), il “Quartetto Rubio”, “The Edinburgh Quartet”, i “Solisti di Roma”, “Philomusica of Edinburgh”, l' “Orchestra di Roma e del Lazio”.

Si ricordano: una serie di concerti per l’Università di Catanzaro con il Quartetto Rubio, Bicentenario di Giuseppe Mazzini per l’Istituto Italiano di Cultura in Scozia; Concerto di Heitor Villa-Lobos con l’Orchestra di Roma e del Lazio sotto la direzione di David Geringa al Parco della Musica, Roma; Omaggio a Roman Vlad, Accademia di Romania, Roma e Bucarest; Concerto per il 150° dell’Italia per la Gesellshaft fur Musiktheater sotto il patrocinio dell'IIC Vienna; Integrale delle opere di J.S.Bach presso la Greyfiars Kirk di Edimburgo; Tour delle Highlands sotto il patrocinio del Consolato di Edimburgo; Concerto in Re di Castelnuovo-Tedesco; Omaggio a Rodrigo e Concierto de Aranjuez; Festival di Edimburgo come solista e in duo con il soprano Silvia Mirarchi. Ha al suo attivo oltre una quindicina di CD per le etichette Cantoberon, Mactrack Dup ed Olympia Records con un repertorio che spazia dalla musica Rinascimentale a quella contemporanea.

Ma senza dare ulteriori anticipazioni vi invitiamo a visitare il sito http://www.terresommersegroup.com/store/p746/Corde_InCanto_-_duo_Luca_Villani_%28chitarra%29_Silvia_Mirarchi_%28voce%29_-_Italian_Arias_%26_Spanish_Songs.html  per avere l'opportunità di ascoltare una musica irripetibile ed unica nel suo genere!

 

Link utili

Terre Sommerse Group - http://www.terresommersegroup.com/store/c1/Prodotti_in_primo_piano.html

Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

Corus Cafè - http://www.coruscafe.it/

]]>
Corde in canto per Terre Sommerse Group con Silvia Mirarchi e Luca Villani Wed, 11 Dec 2019 09:59:14 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/610929.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/classica/610929.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Il neo gruppo Duo Corde InCanto si è esibito con ottimo esito presso importanti teatri romani come l’Arciliuto e nei dintorni della Capitale, presso il Teatro Ramarini ed il Teatro Scardelletti di Monterotondo.

Formato dal Soprano Silvia Mirarchi e dal Chitarrista Luca Rinaldo Villani, specializzandosi nel repertorio Italiano e Spagnolo, spaziando dalle Cavatine di Mauro Giuliani ai Villancicos di Joaquin Rodrigo: i suoi recitals risultano adatti al grande pubblico perché condensano lo sterminato repertorio vocale in un percorso che coniuga sentimenti eterni e vena popolare, propria della Chitarra. La fresca originalità del Duo Corde InCanto gli è valso un invito per una serie di Concerti al prestigioso Festival di Edimburgo (Scozia) nell’ Agosto 2019 e ad oggi presentano il loro primo album "Italian Arias e Spanish Songs" edito da Terre Sommerse.

 
BIO

Conseguita la maturità classica, Silvia Mirarchi inizia lo studio del Canto con i Maestri Nicoletta Panni e Hadama Yoko, diplomandosi presso il Conservatorio “Ottorino Respighi” di Latina con il massimo dei voti. Diploma di Merito al 33° Corso Internazionale di Musica Antica presso il Palazzo Ducale di Urbino tenuto da Patrizia Bovi. Ben presto realizza brani di propria composizione, collaborando in qualità di vocalist all’incisione del disco Funk & World prodotto da RAI TRADE e alla realizzazione del CD Tieru di Gabin Dabirè. Nel contempo si esibisce come solista in concerti di musica rinascimentale in Italia ell’estero; è protagonista nel Calendimaggio di Assisi, nei Festival di San Gimignano, Bevagna e Sermoneta, in concerti a Fiuggi e presso il Castello di S. Severa, oltre che a Roma e Firenze, in un repertorio di che spazia dai Canti d’amore Anatolici alle ballate catalane del Llibre Vermell, dai Canti Aragonesi del XV secolo alle Cantigas de Santa Maria. Prosegue nella veste di cantautrice ospite della Rassegna Musicale Incanto per artisti emergenti, del format radiofonico di RAI UNO, “Demo”, condotto da Michael Pergolani e Renato Marengo, e come finalista al Premio Mia Martini di Bagnara Calabra. Nel 2010 incide il suo primo disco A migliaia con la Casa Discografica Terre Sommerse, lanciato con una intervista su Radio Rock. Sul fronte classico, di rilievo il Concerto per l’inaugurazione dello storico organo Giovannelli nella Chiesa di San Giorgio Martire a Lecce, in qualità di Soprano solista. Nel 2018 esce il suo nuovo CD La testa altrove, sempre per Terre Sommerse, presentato in importanti eventi fra cui: Teatro Arciliuto di Roma, Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, Rassegna Estate al tramonto. Effettua esibizioni in tutta Italia come Soprano effettivo nel Coro dell’Accademia Filarmonica Romana, diretto da Sua Ecc.za, Monsignore Pablo Colino. E’ docente di Canto e pianoforte complementare e dirige diversi Cori presso enti e associazioni della Capitale. Fra le recensioni si segnala “una bellissima voce che si fonde con i poetici testi che vanno a comporre questo album…frutto di una ricercata chiave sonora che abbraccia varie musicalità della World Music…un viaggio appassionato e sentimentale che ricorda le atmosfere latine, a tratti celtiche ed orientaleggianti, pur mantenendo predominante la matrice d’ispirazione del bel canto italiano” (Sul Palco, Roma).

 

Al contempo Luca Rinaldo Villani chitarrista, interprete, docente e compositore, ha intrapreso lo studio della chitarra con il M° Roberto Chiarini, diplomandosi presso il Conservatorio di S. Cecilia. Nel 2007 ha conseguito “con lode” il Biennio di II Livello sotto la guida del M° Bruno Battisti D’Amario. Ha seguito masterclass di concertisti come B. Davezac, J. Tomàs, A. Ponce, D. Russell, C. Bonell ed O. Ghiglia (Siena e Gargnano). Ha suonato in Austria, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Regno Unito, Spagna, Svizzera, Ungheria, USA; nei Festivals di Creta, Edinburgh, Szeged, Darmstadt, Hitchin (Londra), come solista e al fianco di affermati solisti (D. Hume, F. Pardelli, R. Tajika, P. Skladany), il “Quartetto Rubio”, “The Edinburgh Quartet”, i “Solisti di Roma”, “Philomusica of Edinburgh”, l' “Orchestra di Roma e del Lazio”.

Si ricordano: una serie di concerti per l’Università di Catanzaro con il Quartetto Rubio, Bicentenario di Giuseppe Mazzini per l’Istituto Italiano di Cultura in Scozia; Concerto di Heitor Villa-Lobos con l’Orchestra di Roma e del Lazio sotto la direzione di David Geringa al Parco della Musica, Roma; Omaggio a Roman Vlad, Accademia di Romania, Roma e Bucarest; Concerto per il 150° dell’Italia per la Gesellshaft fur Musiktheater sotto il patrocinio dell'IIC Vienna; Integrale delle opere di J.S.Bach presso la Greyfiars Kirk di Edimburgo; Tour delle Highlands sotto il patrocinio del Consolato di Edimburgo; Concerto in Re di Castelnuovo-Tedesco; Omaggio a Rodrigo e Concierto de Aranjuez; Festival di Edimburgo come solista e in duo con il soprano Silvia Mirarchi. Ha al suo attivo oltre una quindicina di CD per le etichette Cantoberon, Mactrack Dup ed Olympia Records con un repertorio che spazia dalla musica Rinascimentale a quella contemporanea.

Ma senza dare ulteriori anticipazioni vi invitiamo a visitare il sito http://www.terresommersegroup.com/store/p746/Corde_InCanto_-_duo_Luca_Villani_%28chitarra%29_Silvia_Mirarchi_%28voce%29_-_Italian_Arias_%26_Spanish_Songs.html  per avere l'opportunità di ascoltare una musica irripetibile ed unica nel suo genere!

 

Link utili

Terre Sommerse Group - http://www.terresommersegroup.com/store/c1/Prodotti_in_primo_piano.html

Terre Sommerse - http://www.terresommerse.it/

Corus Cafè - http://www.coruscafe.it/

]]>
Arriva in Italia un nuovo modo di fare Formazione Wed, 27 Nov 2019 15:46:44 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/608847.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/editoria/608847.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Si terrà il giorno 11 dicembre alle ore 18:30 presso Villa Pirandello in Via Antonio Bosio 15/B la presentazione di Different Academy: un nuovo modo di fare Formazione!

Spesso si pensa alla formazione solo come al percorso scolastico o universitario. La formazione invece deve essere intesa come un processo a 360 gradi, che raggiunge tutti gli ambiti, a qualsiasi età, utile sia per chi si affaccia sul mondo del lavoro, sia per chi vuole specializzarsi e arricchirsi sempre di più culturalmente. 

In questo contesto ed oltre si colloca perfettamente la Different Academy che offre un nuovo tipo di comunicazione e che vede nella formazione lo strumento per migliorare il mondo, permettendo ad ogni individuo di accedere ad una formazione di qualità, ma in modo graduale, passo dopo passo, e nella forma più opportuna per la sua crescita, on line o in aula. Ed è per questo che la Different Accademy cerca di rendere la formazione ricca e allo stesso tempo facile da erogare ed apprendere.

Si parla di un tipo di comunicazione che, oltre ai contenuti tecnici arricchisce interiormente! Ci si sofferma su tante cose e di come siano fondamentali per noi stessi e che, purtroppo, non vengono viste a causa del caos quotidiano in cui viviamo. Si dà la possibilità alle persone più timide ed introverse di aprirsi, di mettersi a nudo e di farsi conoscere dagli altri. Per cui si parla di un metodo assolutamente diverso dagli altri e che permette una crescita non solo professionale, ma anche personale.

Un'altra novità della Different Academy è che dà ai docenti l'opportunità di esprimersi e condividere le proprie skills, diventando trainer: si tratta infatti di una piattaforma di corsi on-line UNICA, dove oltre alla possibilità di offrire un apprendimento misto graduale, i trainer potranno acquisire nuove abilità. 

L’Academy, a tale proposito, aiuta a realizzare un video-corso “Different” delle proprie conoscenze!

Ma per non dare ulteriori anticipazioni vi invitiamo a scoprirle personalmente partecipando all' aperitivo che si terrà l'11 dicembre presso Villa Pirandello in Via Antonio Bosio 15/B per gustare un drink insieme ad alcuni dei docenti che prenderanno parte a questo appassionante progetto!!! Ingresso ad inviti.

]]>
Immaginando Filippo. Una libera e affettuosa narrazione della vita del Santo di Agira, romanzo d’esordio di Maurizio Prestifilippo Wed, 05 Dec 2018 09:21:42 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/507282.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/507282.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication È uscito in tutte le librerie e negli store online il primo romanzo di Maurizio Prestifilippo, dal titolo “Immaginando Filippo”. Una libera e affettuosa narrazione della vita del Santo di Agira edito da Terre Sommerse per la collana “Narrativa”.

Una storia legata alla terra siciliana che trascende la pura dimensione di culto per assu-mere il fascino della leggenda e della tradizione popolare.

Il lettore entra dentro la vita di un personaggio che con saggezza e praticità assolve al suo compito, usando i doni straordinari che gli sono conferiti: esorcista e taumaturgo. Tra incredibili miracoli e rimedi pratici, Filippo è guaritore, redime gli indemoniati, è educatore e consigliere dei suoi fedeli.

Nel tempo della dominazione Romana, ad Agira, una delle più antiche città di Sicilia, de-dicata al culto di Ercole, Pietro, fondatore della Chiesa di Cristo, inviò un giovane dotato di innegabili carismi per iniziare l’opera di cristianizzazione. Filippo diventerà uno dei più importanti evangelizzatori di Sicilia e la sua storia personale sarà una lotta quotidiana contro il male.

Raccontata di padre in figlio, la vicenda umana di Filippo non troverà mai conferme nei documenti ufficiali della Chiesa. Anzi sul tempo della sua esistenza ancor oggi si discute con veemenza.

Vera o falsa che sia, quella di Filippo è una storia ricca di aneddoti, piena di saggezza, coinvolgente e affascinante. L’autore la racconta, superando le polemiche e facendo ri-corso alla fantasia, ma senza staccarsi troppo dalla tradizione orale.

Il romanzo si legge d’un fiato. Il lettore entra dentro la vita di un personaggio che con saggezza e praticità assolve al suo compito, usando i doni straordinari che gli sono con-feriti: esorcista e taumaturgo. Tra incredibili miracoli e rimedi pratici, Filippo è guaritore, redime gli indemoniati, è educatore e consigliere dei suoi fedeli. La sua presenza ha la-sciato un segno profondo e ancor oggi è fortissimo il suo culto in Sicilia.

 

 Link Utili

http://www.terresommerse.it

]]>
Immaginando Filippo. Una libera e affettuosa narrazione della vita del Santo di Agira, romanzo d’esordio di Maurizio Prestifilippo Wed, 05 Dec 2018 09:21:10 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/507280.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/varie/507280.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication È uscito in tutte le librerie e negli store online il primo romanzo di Maurizio Prestifilippo, dal titolo “Immaginando Filippo”. Una libera e affettuosa narrazione della vita del Santo di Agira edito da Terre Sommerse per la collana “Narrativa”.

Una storia legata alla terra siciliana che trascende la pura dimensione di culto per assu-mere il fascino della leggenda e della tradizione popolare.

Il lettore entra dentro la vita di un personaggio che con saggezza e praticità assolve al suo compito, usando i doni straordinari che gli sono conferiti: esorcista e taumaturgo. Tra incredibili miracoli e rimedi pratici, Filippo è guaritore, redime gli indemoniati, è educatore e consigliere dei suoi fedeli.

Nel tempo della dominazione Romana, ad Agira, una delle più antiche città di Sicilia, de-dicata al culto di Ercole, Pietro, fondatore della Chiesa di Cristo, inviò un giovane dotato di innegabili carismi per iniziare l’opera di cristianizzazione. Filippo diventerà uno dei più importanti evangelizzatori di Sicilia e la sua storia personale sarà una lotta quotidiana contro il male.

Raccontata di padre in figlio, la vicenda umana di Filippo non troverà mai conferme nei documenti ufficiali della Chiesa. Anzi sul tempo della sua esistenza ancor oggi si discute con veemenza.

Vera o falsa che sia, quella di Filippo è una storia ricca di aneddoti, piena di saggezza, coinvolgente e affascinante. L’autore la racconta, superando le polemiche e facendo ri-corso alla fantasia, ma senza staccarsi troppo dalla tradizione orale.

Il romanzo si legge d’un fiato. Il lettore entra dentro la vita di un personaggio che con saggezza e praticità assolve al suo compito, usando i doni straordinari che gli sono con-feriti: esorcista e taumaturgo. Tra incredibili miracoli e rimedi pratici, Filippo è guaritore, redime gli indemoniati, è educatore e consigliere dei suoi fedeli. La sua presenza ha la-sciato un segno profondo e ancor oggi è fortissimo il suo culto in Sicilia.

 

 Link Utili

http://www.terresommerse.it

]]>
LE VIE DELL'HANG - Armando Bertozzi Reunion Mon, 14 May 2018 13:10:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/479146.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/479146.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication LE VIE DELL’HANG Le Reunion al Borgo di Ascanio erano incontri periodici che si svolgevano nel suo locale, un luogo di condivisione, dove avvenivano incontri tra persone accomunate dalla stessa passione. Da buon padrone di casa serviva ai suoi ospiti musicisti un buon San Giovese e proponeva loro un tema da esplorare e approfondire, ovviamente con la musica. Da uno di questi tanti incontri è nato: Le vie dell’Hang.
Un titolo che invitava i suoi compagni di avventura a improvvisare intorno alle molteplici possibilità di questo strumento, l’Hang per l’appunto. L’improvvisazione è stata preceduta da una sana ed attenta passeggiata in alcuni luoghi e strade del borgo di Morlupo, dove ha sede il locale, questo per stimolare, avvicinare, confrontare e muoversi su un terreno comune, quelle delle strade intese come metafora e luogo di appartenenza ovvero la terra e il mondo sommerso e sopra elevato delle vibrazioni.
L’Hang rappresenta il mondo vibrazionale e ritmico e le strade il percorso che conduce all’unità, alla terra, luogo d’origine, di partenza, luogo comune da cui però spiccare il volo.
Armando Bertozzi, batterista originario di Ravenna, racconta qualcosa della sua vita e della sua carriera in modo molto semplice. Armando, come molti ragazzi del resto, ha iniziato a suonare arrangiandosi da solo, conciliando la scuola con lo studio della batteria.
Dal 1970 al 1974 frequenta il corso di percussioni al Conservatorio di Bologna. Poco dopo inizia la sua passione per la poliritmia e nel 1981 Armando scrive un metodo poliritmico, che non tarda a farsi apprezzare in tutto il suo valore e viene presto adottato presso il Drummer Collective di New York, città dove Armando trascorre un lungo periodo, tenendo corsi con dei grandi batteristi come Max Roach, Jack deJohnette, Tony Williams, e Kenny Clarke.
Armando nel suo corso d’insegnamento presso il Musicians Institute del Hollywood Boulevard incide tre dischi, “Tibet”, “Skyline”, “Fantastic world”, e partecipa ad alcune trasmissioni radiofoniche e televisive italiane.​ Infatti, nella metà degli anni ‘80 costituisce un gruppo sperimentale contemporaneo, “Il Labirinto Magico”, un concerto registrato da RAI3 in otto puntate.
Tra i molti artisti con cui ha suonato ricordiamo: Astor Piazzolla, John Abercrombie, Percy Jones, Tony Scott, Karl Potter, Salvatore Bonafede, Marcello Rosa, Larry Nocella, Franco D'Andrea, Enrico Pieranunzi, Giorgio Baiocco, Massimo Urbani, Giovanni Tommaso, Tullio De Piscopo, Tony Esposito, Loredana Bertè, Mia Martini, Lucio Dalla.
A tale proposito invitiamo il suo calorosissimo pubblico e, non solo, di visitare il suo sito e dell’etichetta discografica Terre Sommerse per scoprire che cosa “bolle in pentola”!
 
Link Utili
]]>
Con il Fondo Perseo Sirio il piano integrativo diventa più conveniente Tue, 08 May 2018 14:57:52 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/478449.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/varie/478449.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Nella Legge di Bilancio per il 2018 (legge 205/17) sono state introdotte alcune importanti novità sui temi della pensione complementare per i dipendenti della Pubblica Amministrazione e della Sanità
La prima riguarda l’estensione al pubblico impiego, dal 1° gennaio 2018, della disciplina fiscale sulla previdenza complementare prevista dal D.Lgs. 252 del 2005. Ciò vuol dire che, indipendentemente dalla data di assunzione nella PA, il pubblico dipendente potrà dedurre dal proprio reddito contributi a previdenza complementare  (per sé e per i soggetti fiscalmente a proprio carico) fino ad un importo complessivo di € 5.164,27 e, soprattutto, le prestazioni saranno soggette ad una tassa, sostitutiva dell’IRPEF, con aliquota massima del 15% e, di particolare interesse per i più giovani, decrescente in relazione al tempo di partecipazione alla previdenza complementare fino ad un minimo del 9%. Per i montanti maturati dagli iscritti a previdenza complementare fino al 31.12.2017 continua ad applicarsi pro-rata la previgente disciplina fiscale.
La seconda novità argomentata in conferenza stampa riguarda gli assunti dal 1° gennaio 2019, i quali saranno obbligatoriamente informati sul loro fondo pensione e potranno liberamente scegliere di dotarsi o meno di una copertura previdenziale complementare, secondo le modalità che saranno regolamentare dalle parti istitutive dei fondi di previdenza complementare, anche mediante forme di silenzio/assenso.
Questi interventi sono stati per lungo tempo attesi, ma oggi inizia una nuova era, i lavoratori pubblici da oggi possono godere degli stessi benefici di cui godono da dodici anni i loro colleghi del settore privato; benefici fiscali certo ma, anche, il diritto all’informazione che per la prima volta viene affermato per legge, anche se questo riguarderà i soli nuovi assunti.
Ad oggi è importante scegliere consapevolmente grazie alla giusta informazione: il contributo del datore di lavoro, pari all’1% della retribuzione utile al calcolo del Tfr, la minore tassazione su contributi versati e il TFR stesso, fanno un gran bel guadagno e un pensionamento decisamente più sereno.
Per i lavoratori pubblici assunti prima del 1° gennaio 2001, inoltre, è prevista un’ulteriore quota di accantonamento pari all’1,5% della base contributiva vigente ai fini TFS (80% della retribuzione utile).
La previdenza complementare è una scelta volontaria e importante ed è perciò necessario informarsi adeguatamente. A tale proposito ogni martedì e giovedì dalle 11 alle 12 sarà possibile effettuare un colloquio telefonico gratuito, su prenotazione, con degli esperti chiamando al numero 06 85304484 oppure recandosi a Roma in Via degli Scialoja.
 
Link utili
]]>
Tonio presenta “Veleno” Wed, 11 Apr 2018 16:35:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/475915.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/pop/475915.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Un Ep di tre brani tra cui l'inedito “Veleno” di Tonio, giovane cantautore calabrese pieno di personalità, voce dai colori brillanti, decisamente da scoprire.
Nato nell’estate del 2017 Veleno è stato composto con la collaborazione di autori quali Carucci Ginevra e Innocenti Chiti Damiano, che si occupano anche della produzione del brano che rappresenta un vero e proprio manifesto contro i pregiudizi delle persone.
Il brano si conclude con un messaggio di speranza affinché gli esseri umani non smarriscano mai la necessità del dialogo e dell’incontro che gli permette di andare oltre determinati schemi imposti dalla società e da stereotipi ormai radicati. Un brano positivo che vuole essere espressione di quella voglia di vivere e di fare che spesso viene meno nel nuovo tessuto generazionale, a causa di precarietà e disagio di cui il nostro tempo si nutre.
Veleno, presentato a Sanremo Giovani 2018, inoltre si muove tra sonorità contemporanee dance-rock senza perdere mai di vista le caratteristiche strutturali della canzone.
Tonio nasce a Vibo Valentia nel 1995 e sin da bambino manifesta la passione per il canto e successivamente per il teatro. Comincia a studiare canto con il padre musicista all’età di 12 anni, con il quale si esibisce nelle serate di piano bar. Partecipa a diverse manifestazioni locali fino ad arrivare, nel 2014, alla 57° edizione del Festival di Castrocaro, superando le prime selezioni e partecipando inoltre a quella per la semifinale. Dal 2015 partecipa alla sesta, settima e ottava edizione del MEMORIAL Mino Reitano, che si svolge ogni anno presso il teatro F. Cilea di Reggio Calabria, al quale parteciperà anche quest’anno.
Ha approfondito lo studio del canto moderno con insegnanti qualificati e partecipa a varie Master Class con Grazia Di Michele, Silvia Mezzanotte, Maria Grazia Fontana, Andrea Rodini, Chicco Palmosi e Fio Zanotti, ottenendo ottimi apprezzamenti per la vocalità e l’interpretazione.
L’amore per il canto lo ha convinto a decidere che cantare dovrà essere il suo lavoro per la vita: “quando canto entro in un’altra dimensione” – asserisce Tonio a tale proposito – “mi trasformo e libero le mie emozioni”.
Ma le sorprese non finiscono di certo qui…lo vedremo presto esibirsi sui palcoscenici televisivi più famosi d’Italia!
Questo EP rappresenta il suo esordio e fa parte della collana LATO B PRODUZIONI.
 
Link Utili
 
 
 
I brani del suo EP sono:
 
- LOST
- PERFECT
- VELENO
]]>
Gli Audiodrama in concerto con due date da non perdere Wed, 11 Apr 2018 16:33:49 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/475913.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/475913.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication A grande richiesta tornano gli Audiodrama in concerto con due date da non perdere! Il 20 aprile ore 21:30 al Drefag di Roma sito in via delle Isole Curzolane, 75 e il 5 maggio al Dissesto Musicale sito in Via del Barco, 7 zona Villalba di Guidonia.
Il gruppo nasce a Roma nel 2013 ed è composto da Enrico D’Angelosante (Voce e Chitarra), Luca Cerignoli (Batteria), Antonio Bonansigno (Basso e Cori). Enrico D’Angelosante, inoltre, ha ricevuto nel 2003 un MTV Music Awards, condividendo, insieme a Luca Cerignoli, il palco con band del calibro dei Placebo, Franz Ferdinand, Notwist, e Morcheeba.
Ad oggi festeggiano un anno dall’uscita dell’album “Il Limite”, album d’esordio della band romana, frutto delle molteplici esperienze musicali dei componenti della band, maturate in contesti nazionali e internazionali in diversi anni di concerti e ricerca.
Il disco è composto da 12 tracce e si muove su una linea di confine tra indie-rock e pop, tra sonorità internazionali e influenze tipicamente italiane, tra testi introspettivi ed una comunicazione diretta e consapevole.
L’album è ispirato al concetto di limite, inteso come equilibrio instabile sul quale tutti noi appariamo sospesi. Nel limite possono annidarsi paura, vuoto emozionale, l’inconscio. Sentimenti di smarrimento universali che, dall’esperienza personale degli autori, si riflettono nella società percepita come incapace di esprimersi, bloccata nella contemplazione del proprio riflesso, chiusa in se stessa.
In una simile ottica l’album consiste nella ricerca di un’apertura, sia da un punto di vista concettuale che sonoro. Le canzoni nascono da situazioni semplici e quotidiane, perché è proprio dietro quelle situazioni all’apparenza banali che si celano insicurezze, incomprensioni, frustrazioni. Nei brani, ogni frase corrisponde ad un flashback unico ed irripetibile di vissuto personale, condiviso con l’ascoltatore.
L’album viene anticipato dal videoclip del brano Fuoco Dentro, girato da Andrea Romano. Il video è espressione di una scelta comunicativa diretta, quella del live, attraverso la quale la band mostra la propria essenza, “nuda” ed immediata, immersa in atmosfere oniriche ed immagini evocative di luci ed ombre.
Ma senza dare ulteriori anticipazioni vi aspettiamo in tanti ad acclamare gli Audiodrama il 20 aprile e il 5 maggio 2018 alle ore 21:30 con due spettacoli indimenticabili ad un costo di soli 5 euro!
 
 
Link Utili
]]>
Massimo Sergi è lieto di presentare il suo primo successo: “Walkaround” Tue, 03 Apr 2018 11:50:44 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/475126.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/musica/varie/475126.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Walkaround è il primo album solista di Massimo Sergi, artista di formazione prevalentemente di tipo organista, orientatosi in un secondo momento verso il vasto spettro sonoro del solo pianoforte.
Questo suo esordio si muove in un range musicale molto esteso, tra sottili venature jazz ed evidenti richiami classici, passando per alcune eleganti soluzioni pop e rarefatte malinconie, atmosfere tragiche ma sempre votate alla riflessione intima.
Questo album è suddiviso in due parti. La prima consiste in dodici pezzi eseguiti dal solo pianista; nella seconda, invece, Massimo Sergi si avvale della collaborazione di due artisti Stefano Pontani blasonato chitarrista già al servizio di band di prog e jazz quali Ezra WinstonAnagrammaVu-Meters e Matilda Mothers Project nonché Gianluca Livi, componente degli Anno Mundi, gruppo hard rock romano, e coinvolto, nel progetto Walkaround, come ingegnere del suono.
Questo cd è una passeggiata a bordo di un pianoforte, attraverso i sentieri più semplici e profondi dell’esistenza umana, soffermandosi davanti a piccole cose o persone all’apparenza poco significative, ma che, a loro volta, proseguono il cammino della propria vita.
L’opera sottolinea, inoltre, i momenti più bui e profondi dell’esistenza umana, come la perdita dell’amore e l’affievolimento dei sentimenti come è possibile percepire dai brani Lost LoveStrangers Again, o ne celebra l’importanza come in (Almost) All About Us e No Distance; invece in altri brani come Studio n. 1 è evidente l’impronta di modelli classici.
Il brano Walkaround è una passeggiata a se stante, fatta in una mattina di primo autunno, preludio di una ciclica rinascita!
Nella seconda parte dell’album ci sono dei brani in cui le note melodiche del piano si fondono con degli effetti digitali e con la chitarra elettrica, creando una melodia irripetibile: Lost Love ne rappresenta l’esempio migliore.
L'album è pubblicato da Terre Sommerse, nella collana Terre Sonore.
Ma senza dare ulteriori anticipazioni vi invitiamo ad ascoltare questo irripetibile progetto che vi catapulterà in un mondo surreale fatto di suoni ed emozioni uniche!
 
 
Link Utili
]]>
INTHELFILM e DREAMWORLDMOVIES presentano ALWAYS Thu, 22 Mar 2018 17:48:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/474186.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/474186.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication Always è un cortometraggio scritto e diretto da Alessio Di Cosimo, un cortometraggio che parla di coraggio, di solitudine ma soprattutto parla d’amore, quello vero, quello che dura tutta la vita e anche oltre.

Luigi ha 75 anni, è un vecchio pittore che vive in solitudine nella sua piccola casa di fronte al mare. Ogni mattina si sveglia all’alba, esce fuori sul suo balconcino e guarda il mare, lo fissa, la forza e la maestosità del mare gli fanno capire che è ancora vivo e deve andare avanti.

Una mattina però non è uguale alle altre, Luigi si sveglia, ha tante cose da preparare, è un giorno speciale, è un giorno importante per lui; ha un compito, come ogni anno, da sempre e per sempre la sua unica ragione di vita.

Prodotto da Giampietro Preziosa e Luigi De Filippis, interpretato dall’attore Lou Castel che arriverà a Roma per tre giorni, direttamente da Parigi dove attualmente vive.

LOU CASTEL nome d’arte di Ulv Quarzéll, nato in Colombia da padre svedese e madre irlandese, è cresciuto in Giamaica, a New York e a Stoccolma. Trasferitosi in Italia, ha frequentato il Centro sperimentale di cinematografia di Roma.

È apparso in circa 100 film di nazionalità, generi e budget diversi. Ha lavorato in maggior parte con registi italiani, oltre che tedeschi e francesi, rivelandosi come interprete ribelle dell'opera prima di Marco Bellocchio, I pugni in tasca (1965). Attore estremamente eclettico, si è sempre orientato verso un cinema senza compromessi, militante e impegnato.

In Italia ha inoltre lavorato con Liliana Cavani in Francesco d'Assisi (1966), Salvatore Samperi in Grazie zia (1968), Ettore Scola in Che ora è? (1989). Nel 1982 ritrova Bellocchio in Gli occhi, la bocca (1982). In seguito lavora principalmente in Francia: con Philippe Garrel realizza La nascita dell'amore e Elle a passé tant d'heures sous les sunlights, con Siegfried in Louise (take 2), con Emmanuelle Bercot in Clément e con Bertrand Bonello in Tiresia. Nel 2017 vince il Nastro D’argento per il documentario dal titolo “A Pugni Chiusi” di Pierpaolo De Sanctis prodotto da Inthelfilm.

 

 

CAST ARTISTICO

 

LUIGI  LOU CASTEL

MOGLIE GIUSEPPINA AMORUSO

 

CAST TECNICO

 

REGIA  ALESSIO DI COSIMO

PRODUTTORE GIAMPIETRO PREZIOSA E LUIGI DE FILIPPIS

ORGANIZZATORE LOREDANA MANILI

FOTOGRAFIA SANDRO CHESSA

MONTAGGIO LORENZO LOMBARDI

SCENOGRAFIA ANDREA URSO

COSTUMI ISA RUIZ

CAPELLI MAX DE PELLEGRINO

TRUCCO GENNARO MARCHESE

FONICO VINCENZO SANTO

SEGRETARIO DI EDIZIONE  STEFANO FELICIONI

]]>
La Mainboard Production presenta il film “Il Ribelle" Mon, 19 Mar 2018 20:02:07 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/473736.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/cinema/473736.html Mind The Gap Communication Mind The Gap Communication

La Mainboard Production è lieta di invitarvi Sabato 24 Marzo 2018, alle ore 21:00 presso la prestigiosa Sala Fellini di Cinecittà Studios - Roma, per la presentazione ufficiale e proiezione in anteprima del film Il Ribelle”, scritto, diretto ed interpretato da Mirko Alivernini. Alla serata saranno presenti, oltre l’autore e regista del film, il cast artistico e tecnico e tutti coloro che hanno  partecipato attivamente alla lavorazione del film realizzato tra la fine del mese di Dicembre scorso e terminato da pochissimo, in gennaio 2018. Una bella scommessa stavolta per Alivernini, che ha colto in pieno l’idea di un genere puro Action con straordinari effetti speciali curati da Andrea Navicella. Nel film si narra la storia di una fantomatica guerra tra l’Italia ed il Trikistan, in verità inesistente nazione del Nord Est europeo.

Fra gli altri attori citiamo Giulio Dicorato, Sandro Torella, Eva Moore, Luciana Frazzetto, Philippe Guastella, Vincenzo Della Corte, Roberto Bonaccorsi e Dely Di Marcantonio.

 Nel corso dell’anteprima del film verrà anche illustrata la piattaforma Web “Shout Distribution” presente sul noto social network Facebook: proprio questa piattaforma accoglierà il Film in maniera integrale nel formato Web System, un sistema innovativo di seguire il Cinema a portata di click dove si potrà visualizzare e scegliere nel tempo un vasto menu di films di assoluta qualità, seguendoli comodamente a casa, sul pc, sulla propria tv, in vacanza, sul proprio cellulare, ovunque! L’obiettivo sarà quello di far conoscere la piattaforma a migliaia e migliaia di utenti grazie a condivisioni e sponsorizzazioni effettuate dalla Mainboard Production tramite la cosiddetta monetizzazione che su Facebook ha l’opportunità di raggiungere a mano a mano moltissimi utenti sparsi in Italia e nel mondo.

]]>