Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ufficio Stampa Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Ufficio Stampa Thu, 24 Sep 2020 07:43:58 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/15537/1 Aqua Italia: in Piemonte, Liguria e Valle D'Aosta il 78% beve acqua del rubinetto Wed, 12 Dec 2018 15:35:53 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/508511.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/508511.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta: 

il 78% beve acqua del rubinetto


Aqua Italia presenta i dati regionali della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua km zero, trattata e non.


(Milano, 12 dicembre 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Liguria, Piemonte e Valle D’Aosta il 78% della popolazione ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi, dato in calo di 2 punti percentuali rispetto al 2016. Tra tutti coloro che la bevono il 47,9% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono a berla sono la comodità (35,1%), seguita dal minor costo rispetto all’acqua in bottiglia (20,4%).


Nel 20,6% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua, dato in calo di 4,3 punti percentuali rispetto alla precedente indagine. Tra questi sistemi, l’8,8% è rappresentato da apparecchi con filtro per l’eliminazione del cloro e il 7,1% dalle caraffe filtranti. Nel 36,8% dei casi gli intervistati hanno dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.


Inoltre, si è indagato su quanto in queste regioni i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 21,7% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali (dato in crescita di 1,7 punti percentuali dal 2016) e il 54,2% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mette a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata o non trattata, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. La usa/userebbe il 37,5% degli intervistati e il 77,7% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 67,1% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 61,7% si è dichiarato preoccupato e il 7% si è dichiarato non preoccupato.



…..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)



]]>
EcoWater Systems® presenta eVOLUTION: la soluzione ai rincari delle bollette invernali Wed, 26 Sep 2018 14:58:09 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/493226.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/493226.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa Il fronte freddo in avvicinamento non segna solo l’arrivo della nuova stagione ma anche la minaccia di rincari sulle bollette delle famiglie italiane. Nel 2013, secondo l’Annuario Statistico Italiano 2016 di ISTAT, la spesa media sostenuta per famiglia per i consumi energetici si aggirava attorno ai €1600 con picchi di €2000. A pesare su questi costi è anche l’inefficienza energetica degli impianti, talvolta molto vecchi, dove depositi, calcare e fanghi ne diminuiscono verticalmente le prestazioni termiche. Basti pensare che ogni millimetro di incrostazione dovuta al calcare causa una perdita del 10% dell’efficienza energetica (fonte Aqua Italia).

 

La modenese EcoWater Systems® - società Marmon Group di proprietà dell’oracolo di Omaha, Warren Buffet - ha progettato l’addolcitore Wi-Fi eVOLUTION che rimuove le particelle di calcio e magnesio in eccesso garantendo l’efficienza energetica della caldaia e l’eliminazione del calcare negli impianti e sulla rubinetteria. Con il trattamento dell’acqua, infatti, è possibile un recupero di efficenza della caldaia tra il 15 e il 17% all’anno cui sommare il 5/6% sul circuito di riscaldamento (Fonte: Aqua Italia), senza dimenticare un risparmio fino al 50% nell’utilizzo di saponi e detergenti (Fonte Battelle Report 2011).

 

Inoltre eVOLUTION, grazie all’implementazione della migliore tecnologia sul mercato, consuma fino al 60% di acqua e sale in meno rispetto ai concorrenti. Grazie alla funzione Wi-Fi è possibile controllarlo da PC, tablet e smartphone e grazie alla tecnologia Hydrolink Plus® avvisa via sms e email quando è necessario rifornire il sale o quando si registra un consumo inatteso di acqua.


]]>
Aqua Italia (Anima): in Toscana, Umbria, Marche e Sardegna il 71,4% beve acqua del rubinetto Tue, 17 Jul 2018 12:13:21 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/486424.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/486424.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Acqua del rubinetto in Toscana, Umbria, Marche e Sardegna: 

il 71,4% la beve


Aqua Italia presenta i dati regionali della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua km zero, trattata e non.


(Milano, 17 luglio 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Toscana, Umbria, Marche e Sardegna il 71,4% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi, dato in aumento di 4 punti percentuali rispetto al 2016. Tra tutti coloro che la bevono il 42,5% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la comodità (42%), seguita dalla bontà (24,1%).


Nel 27,7% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua, dato in aumento di oltre 8 punti percentuali rispetto alla precedente indagine. Tra questi sistemi, il 12,2% è rappresentato dalle caraffe filtranti e il 8,6% dagli apparecchi per l’eliminazione del cloro o altre sostanze indesiderate. Di questi il 48,5% ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.


Inoltre, si è indagato su quanto in queste regioni i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 32,6% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali e il 45,5% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata o non trattata, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. La usa/userebbe il 37,4% degli intervistati e il 77,1% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 58,3% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 57,8% si è dichiarato preoccupato e il 14% si è dichiarato non preoccupato.






…..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)




]]>
Aqua Italia: in Sicilia, Calabria e Basilicata il 46% beve acqua del rubinetto Thu, 21 Jun 2018 15:16:01 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/483823.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/483823.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Acqua del rubinetto in Sicilia, Calabria e Basilicata: 

il 46% la beve


Aqua Italia presenta i dati regionali della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua km zero, trattata e non.


(Milano, 21 giugno 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Sicilia, Calabria e Basilicata il 46% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi, dato in aumento di 2 punti percentuali rispetto al 2016 ma che assegna loro il titolo di regioni meno virtuose d’Italia da questo punto di vista. Tra tutti coloro che la bevono il 26% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la comodità (22,7%), seguita dai maggiori controlli rispetto all’acqua in bottiglia (18,8%).


Nel 18,7% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua, dato in aumento di 5 punti percentuali rispetto alla precedente indagine. Tra questi sistemi, il 6,6% è rappresentato dagli apparecchi ad osmosi inversa e il 5,6% dagli apparecchi per l’eliminazione del cloro o altre sostanze indesiderate. Di questi il 18,3% ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.


Inoltre, si è indagato su quanto in queste regioni i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 13,2% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali e il 58,1% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata o non trattata, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. La usa/userebbe il 42,6% degli intervistati e il 68,7% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 32,4% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 51,8% si è dichiarato preoccupato e il 3% si è dichiarato non preoccupato.


________________
Eleonora Bertucca
GWC WORLD Milano

3387059049
]]>
Aqua Italia: in Abruzzo, Molise,Campania e Puglia il 67% beve acqua del rubinetto Wed, 20 Jun 2018 09:40:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/483612.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/483612.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Acqua del rubinetto in Abruzzo, Molise,Campania e Puglia: 

il 67% beve quella del rubinetto


Aqua Italia presenta i dati regionali della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua km zero, trattata e non. 


(Milano, 20 giugno 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Abruzzo, Molise, Campania e Puglia il 67% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi (in aumento di 6 punti percentuali rispetto al 2016). Tra tutti coloro che la bevono il 40,9% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la comodità (31,7%) seguita dalla bontà (20,5%).


Nel 22,9% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua (nel 2016 era il 15,5%). Tra questi sistemi, il 12% è rappresentato dagli apparecchi per l’eliminazione del cloro o altre sostanze indesiderate (percentuale raddoppiata in 2 anni) seguiti dalle caraffe filtranti che si attestano al 6,7%. Di questi il 16,5% ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.


Inoltre, si è indagato su quanto in queste regioni i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 28,6% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali e il 40,5% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata e non, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. I cittadini che usano/userebbero il servizio sono il 54,7% degli intervistati. In particolare poi, il 61,8% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 40,2% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 50,7% si è dichiarato preoccupato e il 4% si è dichiarato non preoccupato.


________________
Eleonora Bertucca
GWC WORLD Milano

3387059049
]]>
Acqua del rubinetto: Emilia Romagna al secondo posto tra le più virtuose d’Italia Thu, 14 Jun 2018 10:06:20 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/482999.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/482999.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Acqua del rubinetto: 

Emilia Romagna al secondo posto tra le più virtuose d’Italia


Aqua Italia presenta i dati della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua km zero, trattata e non. In Emilia Romagna l’87% dice sì a quella del rubinetto.



(Milano, 14 giugno 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Emilia Romagna l’86,6% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi: un incremento notevole se si considera che nel 2016 il dato si attestava al 52,1%. Tra tutti coloro che la bevono il 52,2% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la comodità (26,2%) seguita dalla bontà (25,5%).


L’Emilia Romagna è la regione con la più alta penetrazione di sistemi per il trattamento dell’acqua domestico. Infatti, nel 29,4% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua. Tra questi sistemi, il 20,1% è rappresentato dalle caraffe filtranti (nel 2016 era il 17,4%) seguite dagli apparecchi ad osmosi inversa e da quelli per l’eliminazione del cloro abbinati a refrigerazione e gasatura che si attestano al 2,9%. Di questi il 27,6% ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.


Inoltre, si è indagato su quanto in Emilia Romagna i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 29,6% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali e il 44,8% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata e non, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. Dal 2016 a oggi i cittadini che usano/userebbero il servizio sono passati dal 19,3% al 50,5% degli intervistati. In particolare poi, il 62,7% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 55,7% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 46,6% si è dichiarato preoccupato e il 24,8% si è dichiarato non preoccupato.



________________
Eleonora Bertucca
GWC WORLD Milano

3387059049
]]>
Ricerca Aqua Italia su italiani e acqua del rubinetto: Triveneto al primo posto Wed, 13 Jun 2018 09:38:19 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/482792.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/482792.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Acqua del rubinetto: il Triveneto è la regione più virtuosa d’Italia


Aqua Italia presenta i dati della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua km zero, trattata e non. In Triveneto l’89% dice sì a quella del rubinetto.



(Milano, 12 giugno 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Triveneto l’88,7% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi, confermandosi, come nel 2016, la regione più virtuosa d'Italia. Tra tutti coloro che la bevono il 66,6% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la bontà (42,8%), seguita dalla comodità (36%) e i maggiori controlli rispetto all’acqua in bottiglia (24,2%).


Nel 20,7% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua (nel 2016 era il 17,5%). Tra questi sistemi, il 10,2% è rappresentato dalle caraffe filtranti (nel 2016 era il 6,8%), il 4,8% dagli apparecchi ad osmosi inversa (nella ricerca precedente era il 3,4%) e il 3,1% dai sistemi per la refrigerazione o gasatura (era il 2,9%). Di questi il 21,1% ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica, dato in crescita rispetto alla rilevazione precedente di oltre 5 punti percentuali.


Inoltre, si è indagato su quanto in Triveneto i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 23,5% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali (nel 2016 era il 19,5%) e il 58,8% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata o non trattata, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. La usa/userebbe il 37,4% degli intervistati e il 67,9% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 40,9% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 67,7% si è dichiarato preoccupato e il 18,8% si è dichiarato non preoccupato.


________________
Eleonora Bertucca
GWC WORLD Milano

3387059049
]]>
Aqua Italia: in Lombardia l'80,4% beve acqua del rubinetto Tue, 22 May 2018 15:42:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/480258.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/480258.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Lombardia: l’80,4% beve acqua del rubinetto


Aqua Italia presenta i dati della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non, in Lombardia che si attesta al 4° posto tra le Regioni più virtuose d'Italia



(Milano, 22 aprile 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Lombardia l’80,4% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi. Questa regione si aggiudica così il 4° posto seguendo, in ordine ascendente, Lazio, Emilia Romagna e Triveneto. Tra tutti coloro che la bevono il 44% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la comodità (31,6%), seguita dalla bontà (24,3%) e il minor costo rispetto all’acqua in bottiglia (17,8%).


Nel 21% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua (trend in crescita di 2 punti percentuali rispetto al 2016). Tra questi sistemi, il 6,9% è rappresentato dalle caraffe filtranti (erano il 4,2% nel 2016), il 5,7% dai sistemi con filtro per l’eliminazione del cloro e il 4,1% dai sistemi per la refrigerazione o gasatura. Di questi il 18,8% ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.


Inoltre, si è indagato su quanto i lombardi siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 19,2% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali e il 49,7% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata o non trattata, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. La usa/userebbe il 44,6% degli intervistati e il 69,8% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 61,4% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione degli italiani nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 57,7% si è dichiarato preoccupato e solo l’8,7% si è dichiarato non preoccupato.





A disposizione per ulteriori informazioni

Ufficio Stampa Aqua Italia
Eleonora Bertucca




]]>
Indagine Aqua Italia su inquinanti acqua: cosa ne pensano gli italiani Thu, 03 May 2018 11:47:56 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/477997.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/477997.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Inquinanti acqua: cosa ne pensano gli italiani



Aqua Italia presenta un focus dei dati della ricerca Open Mind Research 2018 sulla preoccupazione degli italiani riguardo la presenza di elementi inquinanti nell’acqua del rubinetto.



Milano - L’acqua del rubinetto in Italia è buona, sicura e controllata grazie a milioni di analisi all’anno su decine di parametri chimici e microbiologici. In alcuni, rari, casi però l’acqua registra dei valori non conformi su alcuni elementi chimici, come l’arsenico, presente in alcune falde acquifere e legate alle caratteristiche del sottosuolo (ad esempio quello di origine vulcanica). Si tratta di problemi localizzati soprattutto in Lazio e Toscana. A questi casi si aggiungono altre criticità registrate in Veneto e legate alla presenza di composti perfluoroalchilici (Pfas), utilizzati a livello industriale.


Aqua Italia (Anima-Confindustria) ha commissionato all’Istituto indipendente Open Mind Research un’indagine sui consumi di acqua del rubinetto in Italia ed in particolare ha indagato sulla preoccupazione degli italiani riguardo, appunto, la presenza di inquinanti nell’acqua. Il 55,5% si è dichiarato abbastanza/poco preoccupato, il 34,7% estremamente/molto preoccupato e il 9,8% per nulla preoccupato. Tra coloro che hanno un’abitudine al consumo dell’acqua del rubinetto, si riscontra una preoccupazione per i contaminanti chimici più bassa della media della popolazione (14,8% vs 34,7%). Al contrario, per coloro che non la bevono abitualmente la preoccupazione è molto elevata (50,3% vs 34,7%).


Analizzando le regioni coinvolte nel fenomeno notiamo che si dichiarano estremamente preoccupati il 18,3% dei toscani, il 15,5% dei laziali e il 7,9% degli abitanti del Triveneto. Sono Abbastanza/molto preoccupati rispettivamente il 44,4% (Toscana), 61,3% (Lazio) e 42,4% (Triveneto). Poco o per niente preoccupati in triveneto nel 49,7%, in Toscana nel 37,4% e nel Lazio nel 23,3%.



…..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)

3387059049


]]>
Earth Day: Aqua Italia presenta i consumi di acqua al ristorante e presso i Chioschi in Italia Thu, 19 Apr 2018 09:28:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476755.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476755.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Earth Day

Acqua del rubinetto: una vera scelta green



Aqua Italia presenta un focus dei dati della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non, al ristorante e presso i Chioschi dell’acqua.



Milano - Preservare il pianeta è ormai un imperativo da seguire. Ogni cittadino può fare la sua parte modificando alcune piccole abitudini come, per esempio, bere l’acqua del rubinetto trattata al ristorante. Così facendo, infatti, verrebbero azzerate le emissioni di CO2 dovute al trasporto dell’acqua in bottiglia e non verrebbe più prodotto il relativo PET, dannoso per l’ambiente.


In base alla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research per Aqua Italia su un campione di 2000 individui maggiorenni e rappresentativi della popolazione italiana, il 23,7% degli italiani beve acqua trattata del rubinetto negli esercizi commerciali e il 50,8% la berrebbe se gliela offrissero. 


Tra coloro che bevono acqua del rubinetto abitualmente si riscontra una maggiore abitudine al consumo (abituale o possibile) di acqua trattata negli esercizi commerciali: il 39,6% dichiara di “berla già” e il 50,2% la berrebbe se gli venisse offerta. 

Si rileva una maggiore resistenza nell’accettarla, a livello geografico, nelle aree del sud e Sicilia (30,1%) e a livello anagrafico tra gli ultra 65enni (28,6%).

Tra coloro i quali sono già abituati a bere acqua trattata al ristorante, invece, spiccano i 35-44enni con il 27,4% delle preferenze e tra coloro i quali la berrebbero sono i giovani (18/24 anni) i più disposti ad accettarla con il 56,2% dei consensi. Analizzando, infine, il livello di istruzione, la beve già il 32,3% di coloro i quali hanno un livello di istruzione alto (laurea breve, laurea o dottorato) e la berrebbero nel 52,7% dei casi chi ha una licenza media inferiore.


Per godere di questo servizio anche a casa propria senza acquistare un sistema domestico di trattamento dell’acqua, basta usufruire dei Chioschi dell’acqua che erogano, in gran parte dei comuni italiani, acqua filtrata, refrigerata e/o gassata. Si tratta di un servizio al cittadino volto a ridurre e limitare le emissioni di gas serra (2002/358/CE) e orientato a modificare gli attuali modelli di consumo in ambito di prevenzione dei rifiuti (2008/98/CE), oltre ad essere una attività finalizzata all'attuazione del principio dello sviluppo sostenibile (D.lgs. 3 aprile 2006 n.152 (TUA)).


Si pensi, infatti, che, valutando il prelievo annuo di 300.000 litri da un Chiosco si ottengono:

• 200.000 bottiglie PET da 1,5 l prodotte in meno;

• 60.000 kg di PET in meno (30g/bottiglia);

• 1.380kg di CO2 risparmiati per la produzione di PET;

• 7.800 kg di CO2 in meno per il trasporto (stimando una media di 350km)


Secondo la Ricerca 2018, il 67,9%  degli intervistati conosce questa possibilità (in aumento di quasi un punto percentuale sul 2016) e nel 48,4% dei casi il comune di residenza offre il servizio. Gli intervistati hanno dichiarato nel 15,4% dei casi di farne uso e nel 33% dei casi di non aderire. La conoscenza del servizio è più alta tra coloro che bevono abitualmente l’acqua del rubinetto (75,2% vs 67,9%) e la fruizione dello stesso, per questo sottoinsieme, sale al 19,5% (rispetto alla media del 15,4%). L’interesse e il consumo dell’acqua distribuita con i Chioschi riguarda il 49% di chi consuma abitualmente acqua del rubinetto e circa il 42% di chi ne fa un uso sporadico.


A livello demografico, usa/userebbe il servizio il 54,1% dei 18/24enni mentre non la usa/userebbe il 58,1% dei 55/64enni. A livello professionale, infine, si riscontra la maggiore abitudine al consumo (abituale o possibile) tra gli studenti (52%) mentre sono le casalinghe ad essere la categoria con la più alta percentuale di diffidenza rispetto al servizio (59,5%).


Per ulteriori informazioni e per segnalare eventuali pubblicazioni contattare:


Eleonora Bertucca

Ufficio Stampa Aqua Italia

bertucca@gwcworld.com

3387059049



]]>
Earth Day - acqua km 0 per proteggere l’ambient e Fri, 21 Apr 2017 12:49:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429775.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/429775.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa
Earth Day: per proteggere l’ambiente 
gli italiani scelgono l’acqua km 0


Associazione Aqua Italia, federata ANIMA-Confindustria, in occasione della ricorrenza dell’Earth Day 
spiega come bere acqua del rubinetto possa essere una vera scelta green.

Sabato 22 aprile 2017 si festeggia l’Earth Day, una giornata in cui ci si sofferma a riflettere su come preservare l’ambiente e quanto le azioni quotidiane possano incidere sul risultato finale.

Anche la scelta di bere acqua a km 0 può aiutare l’ambiente. Sono sempre di più i comuni in Italia che offrono ai propri cittadini i cosiddetti “Chioschi dell’Acqua” che erogano acqua naturale, refrigerata e con aggiunta di CO2.    

L'utilizzo dei Chioschi dell'Acqua permette di contribuire al concetto di "mondo sostenibile", trattandosi di un servizio al cittadino volto a ridurre e limitare le emissioni di gas serra (2002/358/CE) e orientato a modificare gli attuali modelli di consumo in ambito di prevenzione dei rifiuti (2008/98/CE), oltre ad essere una attività finalizzata all'attuazione del principio dello sviluppo sostenibile (D.lgs. 3 aprile 2006 n.152 (TUA)).

Grazie all’analisi Telesurvey 2016, svolta per conto di Aqua Italia, a conoscere il servizio è oggi il 67% degli italiani (era il 58% nel 2014). Inoltre, ormai il 42% degli intervistati vive in un comune che offre questo servizio ai cittadini. L’incremento percentuale più interessante si registra tra coloro che regolarmente utilizzano il servizio: era l’8% degli intervistati nel 2014, sono ora il 12,2%.


…..............................................................................
Per informazioni e approfondimenti sul tema
Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:
Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)


__________________________________







Eleonora Bertucca
Ufficio Stampa Aqua Italia

T. +39 02 367 36 380
F. +39 02 367 36 381



Via Lancetti, 40
20158 Milano - MI - Italy




]]>
Aqua Italia: ecco le regioni italiane che preferiscono l'acqua del rubinetto Mon, 15 Jul 2013 14:51:42 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/287199.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/287199.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Comunicato Stampa: 15 luglio 2013


In vacanza si sceglie l'acqua del rubinetto.


Associazione AQUA ITALIA, federata ANIMA-Confindustria presenta le “pagelle” delle Regioni turistiche d'Italia più virtuose in merito alla propensione al consumo di acqua del rubinetto trattata e non.


(Milano) - Arriva l'estate e i turisti italiani e stranieri si riversano nelle nostre regioni per trascorrere un periodo di villeggiatura. AQUA ITALIA ha stilato le “pagelle” delle regioni, da nord a sud, che si sono rivelate maggiormente sensibili al tema dell'acqua del rubinetto.

Da un interessante studio incentrato sulla propensione al consumo di acqua potabile del rubinetto trattata e non, commissionato all'Istituto indipendente CRA Nielsen da AQUA ITALIA emerge che la “prima della classe” è il Triveneto dove l'88% dichiara di bere acqua del rubinetto trattata e non. Segue il Lazio con l'85% e la Lombardia con l'81,8%. Maglia nera per Sicilia, Calabria e Basilicata che raggiungono quota 50,4%.

Per il Triveneto, le motivazioni legate alla scelta di prediligere l'acqua del rubinetto sono la bontà (40,1%), il minor costo (29,5%) e la comodità (28,7%). Quest'ultima è la principale ragione di scelta nel Lazio (31,5%), seguita dal gusto (28,6%) e dal minor costo (16,4%). Stesse motivazioni per i lombardi che, rispettivamente, raggiungono il 36,9%, il 25,2% e il 21,2%. Per le regioni “ultime della classe” la principale motivazione sono i maggiori controlli rispetto alla cugina in bottiglia (22,2%) seguita dal minor costo (21,6%) e il gusto (18,7%).

Per chi, in vacanza in queste regioni, volesse dissetarsi ai Chioschi dell'Acqua potrà contare su 58 installazioni nel Triveneto,13 nel Lazio e 382 in Lombardia (Censimento 2013: Aqua Italia e Federutility). Il successo di questo servizio viene confermato dal numero degli intervistati che usa o userebbe il servizio che si attesta rispettivamente, per le prime due regioni, al 47,9% e, per i lombardi, al 63,5%.


..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)


Tel 02.7395.1439

Fax 02. 7395.3426




P Prima di stampare questa mail, ricordati dell’ambiente/ Please consider the environment before printing this mail note
 
E-mail disclaimer: Questa e-mail, ed ogni allegato, è destinata solo per un utilizzo da parte del destinatario(i) specificati e potrebbe contenere informazioni legalmente privilegiate e/o confidenziali. Se non siete il destinatario previsto, prego osservate che ogni revisione, distribuzione, annuncio, modifica, stampa, copia o trasmissione di questa posta elettronica e/o di qualsiasi file trasmesso con essa, è vietato rigorosamente e può essere illegale. Se avete ricevuto questa posta elettronica per errore, per favore notificatelo immediatamente al mittente e cancellate permanentemente l'originale come pure qualsiasi sua copia e qualsiasi sua stampa.
E-mail disclaimer: This e-mail, and any attachments there to, is intended only for use by the addressee (s) named herein and may contain legally privileged and/or confidential information. If you are not the intended recipient, please note that any review, dissemination, disclosure, alteration, printing, copying or transmission of this e-mail and/or any file transmitted with it, is strictly prohibited and may be unlawful. If you have received this e-mail by mistake, please immediately notify the sender and permanently delete the original as well as any copy of any e-mail and any printout thereof.



]]>
Nota stampa: Online lo store ufficiale di Akuel (Ansell SA) Tue, 25 Jun 2013 10:46:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/285079.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/285079.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa Skyn Store Akuel: questo cambia tutto

Akuel Italia punta alla vendita diretta con uno store online dedicato alla linea top di gamma Skyn. Per il lancio e solo per quest’estate, i prodotti verranno venduti con uno sconto del 50% rispetto al prezzo medio di vendita al pubblico.

(Milano) - Skyn è l’innovativo profilattico in sensoprene che unisce la resistenza di un condom in lattice alla delicatezza di uno ultra sottile. La rivoluzione del piacere ha da sempre il motto: “Questo cambia tutto”. Ed è proprio Skyn a portare un nuovo cambiamento in casa Akuel (Ansell SA) con l’apertura del primo store ufficiale online.

La qualità garantita Akuel su www.akuelstore.it parte con una incredibile promozione. Infatti, per il gran debutto è possibile acquistare la confezione da 12 di SKYN Original a metà prezzo rispetto alla media del costo di vendita al pubblico. Una vera rivoluzione.

Tutto avviene in pochi minuti e in soli 2 giorni si riceve l’ordine, in forma rigorosamente anonima, all’indirizzo indicato.
Per chi preferisse utilizzare i social network Akuel ha sviluppato in collaborazione con GWC World Milano, uno store dedicato ai fan di Facebook. Dalla fanpage (www.facebook.com/AkuelItalia) è infatti possibile acquistare la scatola da 12 pezzi di SKYN Original a €8,5 ricevendo il tutto a casa propria entro 48 ore. L’ideale per fare la scorta estiva di Skyn prima della partenza.

______________________________________
GWC World - Greenwich Communication Srl
Eleonora Bertucca

Responsabile Mediafair

T. 02.7395.1439
F. 02.7395.3426


Viale Lancetti, 40
20158 Milano - MI - Italy

]]>
Aqua Italia: con il caldo l'appuntamento è ai Chioschi dell'acqua Mon, 17 Jun 2013 09:46:44 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/284134.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/284134.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa Comunicato Stampa: 17 giugno 2013


Caldo in arrivo: in città l'appuntamento è ai Chioschi dell'acqua


Da semplici fontanelle a luoghi di aggregazione sociale. Con l'arrivo dei primi caldi i Chioschi dell'acqua diventano un punto di ritrovo per la cittadinanza: lo dimostrano i dati della ricerca CRA Nielsen per Aqua Italia.


(Milano) - Con l'arrivo dei primi caldi, il consiglio degli esperti è di bere sempre molta acqua per riequilibrare i liquidi persi. Sono più di 800 i Chioschi dell'Acqua censiti sul territorio nazionale che offrono acqua naturale, refrigerata e talvolta gassata gratuita o a fronte di un costo irrisorio (5cent di euro al litro per quella refrigerata e/o gassata).

Da un interessante studio incentrato sulla propensione al consumo di acqua potabile del rubinetto trattata e non, commissionato all'Istituto indipendente CRA Nielsen da AQUA ITALIA (Associazione delle aziende costruttrici e produttrici di impianti per il trattamento delle acque primarie, federata ad ANIMA-Confindustria) emerge che il 53,5% degli italiani conosce l'esistenza del servizio e, nel dettaglio, il 16,4% di questi vive in un comune che possiede un Chiosco dell'Acqua e il 37% vive in una località che non lo possiede ma se fosse proposta l'iniziativa, aderirebbe di certo. Numeri che non hanno certamente fatto gioire chi commercia acqua in bottiglia.

I Chioschi dell'acqua sono diventati uno strumento di dialogo tra le amministrazioni locali e i propri cittadini, veicolando una nuova cultura dell'acqua, un bene da rispettare e salvaguardare, una risorsa pubblica di qualità. Queste installazioni hanno creato un punto di aggregazione e di riferimento per i residenti di ogni età e sono stati spesso l'occasione per riqualificare parchi e strutture in disuso come fontane pubbliche, ex lavatoi, etc.

In particolare, poi, i Chioschi contribuiscono a promuovere il concetto di “mondo sostenibile”. A titolo esemplificativo, valutando il prelievo annuo di 300.000 litri da un Chiosco si ottengono:

200.000 bottiglie PET da 1,5 l prodotte in meno;

60.000 kg di PET in meno (30g/bottiglia);

1.380kg di CO2 risparmiati per la produzione di PET;

7.800 kg di CO2 in meno per il trasporto (stimando una media di 350km)

Si tratta, quindi, di un vero servizio al cittadino volto a ridurre e limitare le emissioni di gas serra (2002/358/CE) e orientato a modificare gli attuali modelli di consumo in ambito di prevenzione dei rifiuti ( 2008/98/CE), oltre ad essere una attività finalizzata all'attuazione del principio dello sviluppo sostenibile (D.lgs. 3 aprile 2006 n.152 (TUA)).

AQUA ITALIA e Federutility hanno pubblicato due edizioni del “Manuale operativo dei Chioschi dell'Acqua” (ed un terzo è in arrivo) che analizza nel dettaglio le carattersitiche di queste strutture, la gestione e i costi oltre ad alcuni esempi applicativi.


______________________________________
GWC World - Greenwich Communication Srl
Eleonora Bertucca

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia

T. 02.7395.1439
F. 02.7395.3426


Viale Lancetti, 40
20158 Milano - MI - Italy

P Prima di stampare questa mail, ricordati dell’ambiente/ Please consider the environment before printing this mail note
 
E-mail disclaimer: Questa e-mail, ed ogni allegato, è destinata solo per un utilizzo da parte del destinatario(i) specificati e potrebbe contenere informazioni legalmente privilegiate e/o confidenziali. Se non siete il destinatario previsto, prego osservate che ogni revisione, distribuzione, annuncio, modifica, stampa, copia o trasmissione di questa posta elettronica e/o di qualsiasi file trasmesso con essa, è vietato rigorosamente e può essere illegale. Se avete ricevuto questa posta elettronica per errore, per favore notificatelo immediatamente al mittente e cancellate permanentemente l'originale come pure qualsiasi sua copia e qualsiasi sua stampa.
E-mail disclaimer: This e-mail, and any attachments there to, is intended only for use by the addressee (s) named herein and may contain legally privileged and/or confidential information. If you are not the intended recipient, please note that any review, dissemination, disclosure, alteration, printing, copying or transmission of this e-mail and/or any file transmitted with it, is strictly prohibited and may be unlawful. If you have received this e-mail by mistake, please immediately notify the sender and permanently delete the original as well as any copy of any e-mail and any printout thereof.



]]>
Aqua Italia (Confindustria): i 35-65enni scelgono l'acqua del rubinetto Mon, 20 May 2013 10:56:30 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/279987.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/279987.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa Comunicato Stampa: 20 maggio 2013


Acqua del rubinetto, trattata e non:

ecco le preferenze dei 35-65 enni.


AQUA ITALIA (Associazione delle aziende costruttrici e produttrici di impianti per il trattamento delle acque primarie, federata ad ANIMA - Confindustria), presenta i dati della ricerca CRA 2012 relativa alla “propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non” in età compresa tra i 35 e i 64 anni.

(Milano) - AQUA ITALIA, dal 2006, svolge periodicamente una fotografia del consumo dell'acqua del sindaco in Italia in collaborazione con l'Istituto indipendente CRA Nielsen. La ricerca CRA 2012 ha quotato la propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non per le persone di età compresa tra i 35 e i 44 anni al 76,5%, dai 44 ai 54 anni al 72,3% e tra i 55 e i 64 anni al 71,8%.

Di questi, il 46,9% (35-44 anni), il 43,2% (45-54 anni) e il 48,9% (55-64) degli intervistati dichiara di bere l'acqua del rubinetto sempre o quasi mentre, rispettivamente il 21,5%, il 20,7% e il 17,9% la beve occasionalmente e l'8,1%, l'8,5% e il 5,1% la beve raramente. Il principale motivo per cui preferiscono l'acqua a km zero è il minor costo che si attesta al 27,6% dai 35 ai 44 anni e al 26,6% tra i 45 e i 54 anni mentre è il gusto la motivazione principale in età compresa tra i 55 e i 64 anni.

In particolare poi, il 32,3% (35-44 anni), il 20,5% (45-54 anni) e il 17% (55-64 anni) degli intervistati dichiara di avere almeno un dispositivo di trattamento dell'acqua nella propria abitazione. La tipologia più gettonata è la caraffa filtrante, scelta rispettivamente dall'19%, 11,4% e dall'8,3% degli intervistati seguita dai sistemi ad osmosi inversa che conquistano rispettivamente il 6,3% e il 3,8% delle preferenze delle prime due fasce di età mentre i 55-64enni mettono al secondo posto gli apparecchi con sistemi di refrigerazione o gasatura. Nel dettaglio, il 58,3% (45-54 anni), il 47,7% (45-54 anni) e il 67,9% (55-64 anni) di chi possiede un sistema di affinaggio dell'acqua ha sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.

Infine, si è indagato sul fenomeno dei Chioschi dell'Acqua che oggi erogano in moltissimi comuni, a seconda della tipologia, acqua refrigerata, gasata o filtrata. Usa o userebbe il servizio (qualora lo proponesse il comune di riferimento) rispettivamente il 55,2%, il 54,9% e il 42,9% degli intervistati mentre tra i residenti in comuni che non hanno proposto il servizio, il 10,3% (35-44 anni), il 13,7% (45-54 anni) e il 16,5% (55-64 anni) degli intervistati in caso di attivazione non aderirebbe ugualmente.

..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)


Tel 02.7395.1439

Fax 02. 7395.3426


P Prima di stampare questa mail, ricordati dell’ambiente/ Please consider the environment before printing this mail note
 
E-mail disclaimer: Questa e-mail, ed ogni allegato, è destinata solo per un utilizzo da parte del destinatario(i) specificati e potrebbe contenere informazioni legalmente privilegiate e/o confidenziali. Se non siete il destinatario previsto, prego osservate che ogni revisione, distribuzione, annuncio, modifica, stampa, copia o trasmissione di questa posta elettronica e/o di qualsiasi file trasmesso con essa, è vietato rigorosamente e può essere illegale. Se avete ricevuto questa posta elettronica per errore, per favore notificatelo immediatamente al mittente e cancellate permanentemente l'originale come pure qualsiasi sua copia e qualsiasi sua stampa.
E-mail disclaimer: This e-mail, and any attachments there to, is intended only for use by the addressee (s) named herein and may contain legally privileged and/or confidential information. If you are not the intended recipient, please note that any review, dissemination, disclosure, alteration, printing, copying or transmission of this e-mail and/or any file transmitted with it, is strictly prohibited and may be unlawful. If you have received this e-mail by mistake, please immediately notify the sender and permanently delete the original as well as any copy of any e-mail and any printout thereof.

]]>
Aqua Italia - Earth Day: con i Chioschi dell'Acqua difendiamo la terra Mon, 22 Apr 2013 09:16:58 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/275710.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/275710.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Comunicato Stampa: 22 aprile 2013


Earth Day: con i Chioschi dell'Acqua difendiamo la terra


AQUA ITALIA (Associazione delle aziende costruttrici e produttrici di impianti per il trattamento delle acque primarie, federata ad ANIMA - Confindustria), in occasione dell'Earth Day ricorda i vantaggi e i numeri dei Chioschi dell'Acqua in Italia.


(Milano) - Il 22 aprile, da oltre 40 anni, si celebra l'ambiente e la salvaguardia del pianeta. Questa giornata diventa l'occasione per parlare di soluzioni utili ad eliminare gli effetti negativi dell'inquinamento, diminuire gli sprechi e favorire il riciclo dei materiali.

Per l'occasione, Aqua Italia ricorda un fenomeno estremamente interessante che ha riportato in auge le fontane pubbliche negli ambienti urbani: i Chioschi dell'acqua. Sono numerosissime le Amministrazioni locali che offrono alla cittadinanza l'erogazione di acqua potabile trattata, refrigerata e gasata. Il vantaggio economico per il grande pubblico è uno dei principali pregi del servizio. Infatti l'erogazione è completamente gratuita o, in alcuni casi, a fronte di un costo irrisorio (5 cent di euro per l'acqua refrigerata e/o gasata).

In particolare, dalla ricerca CRA - NIELSEN 2012, è emerso che il 53,5% degli intervistati conosce l'esistenza del servizio e, nel dettaglio, il 16,4% di questi vive in un comune che possiede un Chiosco dell'Acqua e il 37% vive in una località che non lo possiede ma se fosse proposta l'iniziativa, aderirebbe di certo.

L'acqua erogata è buona, sicura e controllata e queste strutture hanno dei sistemi di disinfezione che garantiscono la qualità al punto d'uso. Si tratta, quindi, di acqua a km zero che evita l'inquinamento atmosferico dovuto alla produzione, al trasporto e allo smaltimento delle bottiglie di plastica e il tutto si traduce in un risparmio di spesa e in un beneficio concreto in termini di ambiente e salute.

A titolo esemplificativo, valutando il prelievo annuo di 300.000 litri da un Chiosco si ottengono:

200.000 bottiglie PET da 1,5 l prodotte in meno;

60.000 kg di PET in meno (30g/bottiglia);

1.380kg di CO2 risparmiati per la produzione di PET;

7.800 kg di CO2 in meno per il trasporto (stimando una media di 350km)


..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)


Tel 02.7395.1439

Fax 02. 7395.3426

P Prima di stampare questa mail, ricordati dell’ambiente/ Please consider the environment before printing this mail note
 
E-mail disclaimer: Questa e-mail, ed ogni allegato, è destinata solo per un utilizzo da parte del destinatario(i) specificati e potrebbe contenere informazioni legalmente privilegiate e/o confidenziali. Se non siete il destinatario previsto, prego osservate che ogni revisione, distribuzione, annuncio, modifica, stampa, copia o trasmissione di questa posta elettronica e/o di qualsiasi file trasmesso con essa, è vietato rigorosamente e può essere illegale. Se avete ricevuto questa posta elettronica per errore, per favore notificatelo immediatamente al mittente e cancellate permanentemente l'originale come pure qualsiasi sua copia e qualsiasi sua stampa.
E-mail disclaimer: This e-mail, and any attachments there to, is intended only for use by the addressee (s) named herein and may contain legally privileged and/or confidential information. If you are not the intended recipient, please note that any review, dissemination, disclosure, alteration, printing, copying or transmission of this e-mail and/or any file transmitted with it, is strictly prohibited and may be unlawful. If you have received this e-mail by mistake, please immediately notify the sender and permanently delete the original as well as any copy of any e-mail and any printout thereof.

]]>
Optovista Together: il primo servizio di comunicazione per l'ottico optometrista. Wed, 20 Mar 2013 10:44:07 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/270519.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/270519.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa


Optovista Together: il primo servizio di comunicazione per l'ottico optometrista.

L'azienda emiliana ha presentato a Mido, in anteprima assoluta, il servizio che permette all'ottico optometrista italiano di promuoversi con strumenti di comunicazione professionali. Si chiama Together e il nome racchiude in sé il significato profondo della mission dell'azienda.


Optovista ha fatto dell'assistenza quotidiana al lavoro dell'ottico optometrista italiano un MUST della propria attività.

Oltre ad una produzione di lenti oftalmiche e trattamenti all'avanguardia, infatti, l'azienda bolognese è da sempre impegnata nella ideazione e sviluppo di servizi concreti che sostengano il lavoro di migliaia di professionisti italiani che ogni giorno fanno del benessere visivo la propria missione.

Dopo essere stata la prima azienda del settore a lanciare il sistema GENIUS WEB tramite il quale molti ottici ordinano le proprie lenti direttamente online oramai da anni, infatti, Optovista ha rilanciato con ACCADEMY e quindi TARGET, due servizi che dallo scorso anno permettono di semplificare e accelerare l'attività dell'Ottico sul Punto Vendita attraverso l'utilizzo di tecnologie mobile integrate.

Il 2013 è l'anno in cui Optovista affronterà una delle dimensioni da sempre più critiche per i Centri Ottici: La Comunicazione. Sono sempre di più, infatti, i professionisti che vorrebbero avere una comunicazione per il proprio punto vendita che sia accattivante e all'altezza degli standard sempre più elevati del mercato. Optovista ha ideato allora il nuovo esclusivo software online che permette all'ottico indipendente di creare in pochi secondi campagne personalizzate con il proprio logo e dati di contatto con i clienti.

Together è un portale intelligente raggiungibile da PC e da telefono cellulare grazie al quale ogni ottico può scegliere, tra diversi soggetti di altissimo livello, quello che fa al caso proprio, personalizzarlo con frasi ad hoc, indirizzo e logo del centro ottico. Tutto in pochi secondi.

Ma Together non si ferma qui. Il sistema, infatti, darà la possibilità anche di mandare in stampa materiali cartacei come cartoline promozionali, locandine, cartelli da banco e da terra, manifesti e molto altro. Un sistema integrato che dà all'ottico molte opzioni tra cui scegliere per creare davvero la propria campagna di comunicazione su misura.

Il servizio funziona tramite voucher prepagati che gli ottici italiani riceveranno all'ordine dei KIT di lenti Optovista. Un sistema semplicissimo e immediato che offrirà a tutti i professionisti che scelgono lenti Optovista un portale unico nel suo genere e in grado di aumentare notevolmente la qualità della comunicazione dei centri ottici indipendenti che ora potranno sfoggiare campagne di sensibilizzazione accattivanti e positive.

E' stato predisposto un video tutorial di presentazione del servizio disponibile sul Canale You Tube e sulla fanpage di Facebook di Optovista.


Ufficio Stampa

GWC World

Eleonora Bertucca

bertucca@gwcworld.com

02.7395.1439

P Prima di stampare questa mail, ricordati dell’ambiente/ Please consider the environment before printing this mail note
 
E-mail disclaimer: Questa e-mail, ed ogni allegato, è destinata solo per un utilizzo da parte del destinatario(i) specificati e potrebbe contenere informazioni legalmente privilegiate e/o confidenziali. Se non siete il destinatario previsto, prego osservate che ogni revisione, distribuzione, annuncio, modifica, stampa, copia o trasmissione di questa posta elettronica e/o di qualsiasi file trasmesso con essa, è vietato rigorosamente e può essere illegale. Se avete ricevuto questa posta elettronica per errore, per favore notificatelo immediatamente al mittente e cancellate permanentemente l'originale come pure qualsiasi sua copia e qualsiasi sua stampa.
E-mail disclaimer: This e-mail, and any attachments there to, is intended only for use by the addressee (s) named herein and may contain legally privileged and/or confidential information. If you are not the intended recipient, please note that any review, dissemination, disclosure, alteration, printing, copying or transmission of this e-mail and/or any file transmitted with it, is strictly prohibited and may be unlawful. If you have received this e-mail by mistake, please immediately notify the sender and permanently delete the original as well as any copy of any e-mail and any printout thereof.

]]>
Aqua Italia-Confindustria: i giovani scelgono l'acqua del rubinetto Tue, 15 Jan 2013 11:36:26 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/262237.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/262237.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Comunicato Stampa: 15 gennaio 2012


I giovani scelgono l'acqua del rubinetto, trattata e non.


AQUA ITALIA (Associazione delle aziende costruttrici e produttrici di impianti per il trattamento delle acque primarie, federata ad ANIMA - Confindustria), presenta i dati della ricerca CRA 2012 relativa alla “propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non” dei ragazzi di età compresa tra i 18 e i 34 anni.


(Milano) �“ AQUA ITALIA, dal 2006, svolge periodicamente una fotografia del consumo dell'acqua del sindaco in Italia in collaborazione con l'Istituto indipendente CRA Nielsen. La ricerca CRA 2012 ha quotato la propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non per i ragazzi tra i 18 e i 24 anni al 73,5% e per la fascia dai 25 ai 34 anni al 76%.

Di questi, il 50,2% (18-24 anni) e il 41,5% (25-34 anni) degli intervistati dichiara di bere l'acqua del rubinetto sempre o quasi mentre, rispettivamente il 14,9% e il 12,5% la beve occasionalmente e il 6,1% e il 10,4% la beve raramente. Il principale motivo per cui preferiscono l'acqua a km zero è la comodità che si attesta al 35,5% per i ragazzi dai 18 ai 24 anni e al 27% quelli di età compresa tra i 25 e i 34 anni.

In particolare poi, il 22,2% (18-24 anni) e il 25,4% (25-34 anni) degli intervistati dichiara di avere almeno un dispositivo di trattamento dell'acqua nella propria abitazione. La tipologia più gettonata è la caraffa filtrante, scelta rispettivamente dall'11% e dal 17,4% degli intervistati seguita dagli apparecchi con filtro per l'eliminazione del cloro o altre sostanze che conquistano rispettivamente il 6,2% e il 4,7% delle preferenze. Nel dettaglio, il 42% (18-24 anni) e il 37,2% (25-34 anni) di chi possiede un sistema di affinaggio dell'acqua ha sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.

Infine, si è indagato sul fenomeno dei Chioschi dell'Acqua che oggi erogano in moltissimi comuni, a seconda della tipologia, acqua refrigerata, gasata o filtrata. Usa o userebbe il servizio (qualora lo proponesse il comune di riferimento) rispettivamente il 51,6% e il 62% degli intervistati mentre tra i residenti in comuni che non hanno proposto il servizio, il 9,3% (18-24 anni) e il 12,2% (25-34 anni) degli intervistati in caso di attivazione non aderirebbe ugualmente.


..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)


Tel 02.7395.1439

Fax 02. 7395.3426


]]>
KNX ITALIA: ecco i migliori progetti nazionali KNX Fri, 21 Dec 2012 12:33:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/260483.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/260483.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa
KNX DAY 2012: workshop formativi e di approfondimento, competition ETS4 e KNX Awards al centro del tradizionale evento annuale organizzato da KNX Italia

Numerosi i progetti vincitori dei KNX ITALIA AWARDS premiati venerdì 14 dicembre al Nhow Hotel di Milano

(Milano) - Lo scorso 14 dicembre, KNX ITALIA ha organizzato il KNX DAY 2012: una giornata dedicata a progettisti, scuole e architetti che hanno potuto seguire workshop formativi e di approfondimento, oltre che cimentarsi in una gara di velocità nella programmazione dei sistemi KNX tramite ETS4 in seno alla KNX Competition.

Al termine della giornata sono state premiate le migliori realizzazioni che hanno utilizzato la tecnologia KNX nel 2012. Un grande numero di progetti inviati all'associazione con una interessante molteplicità di contesti applicativi. La Giuria ha valutato i lavori sulla base del numero e della tipologia di funzioni KNX implementate, livello di integrazione realizzata e molteplicità degli impianti integrati, contenimento dei consumi energetici e integrazione di soluzioni rinnovabili, oltre a sostenibilità, fattibilità e visibilità dell'intervento.

Ecco i 5 progetti vincitori dei KNX Awards 2012:

- MIGLIOR PROGETTO KNX PER L'EFFICIENZA ENERGETICA: vince il progetto “Sicilian home automation” della Randazzo Energy Team Srl.

- MIGLIOR PROGETTO KNX PER LE STRUTTURE RECETTIVE: vince il progetto “Devero hotel” della Avant Service.

- MIGLIOR PROGETTO KNX PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: vince il progetto “Centro polifunzionale Dambel” dello Studio Elettra.

- MIGLIOR PROGETTO KNX PER IL SOCIALE: vince il progetto “Una casa per Luca Barisonzi” della Curti Vitale Srl Impianti Elettrici.

- MIGLIOR PROGETTO KNX NAZIONALE: vince il progetto “Cascina Rubattera” della Bogetti Impianti di Bogetti Giacomo & C. snc


Inoltre la giuria ha attribuito tre menzioni speciali ad altrettanti progetti che rappresentano casi davvero particolari nel panorama KNX nazionale:

- Progetto “ Auditorium “Il castello” de L'Aquila di Future Domotic Service

- Progetto “3E Lab il polo positivo” della Comoli Ferrari.

- Progetto “ Montain Lodge Tamersc” della Elektro Ewald

Ulteriori immagini relative ai progetti saranno disponibili a breve sul sito www.knx.it.



]]>
KNX DAY 2012: domotica e design si incontrano al Nhow hotel di Milano Fri, 07 Dec 2012 17:55:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/258676.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/258676.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa 7 dicembre 2012

KNX DAY 2012:
DOMOTICA E DESIGN SI INCONTRANO AL NHOW HOTEL


Knx Italia presenta l'evento gratuito “KNX Day 2012: semplicemente connesso” che si terrà il 14 dicembre a partire dalle ore 14:00 presso il Nhow hotel di Milano.

(Milano) - KNX ITALIA rappresenta chi ha scelto la tecnologia KNX quale standard di riferimento per la realizzazione di sistemi domotici e di automazione intelligente degli edifici e, da sempre, si impegna a diffonderne la conoscenza e l’applicazione a livello nazionale.

Il 14 dicembre 2012 dalle ore 14:00 l'Associazione organizzerà presso il Nhow Hotel di Milano un pomeriggio di workshop gratuiti rivolti a installatori, architetti e studenti di istituti tecnici. Lo svolgimento della giornata sarà scandito dal susseguirsi di sessioni parallele che permetteranno a tutti i presenti di scegliere il proprio percorso di partecipazione ideale a scelta tra:

1) Formazione KNX: una reale opportunità per approfondire le potenzialità di ETS, il software di configurazione più completo per le installazioni KNX, e delle nuove APPs KNX disponibili.

2) Competition KNX: un'avvincente gara che permetterà ai partecipanti di sfidarsi per scoprire chi è il programmatore più veloce.

3) Soluzioni e professionalità KNX, un binomio vincente: un incontro per imparare ad orientarsi tra le innumerevoli soluzioni KNX, come proporle ai clienti, come formulare adeguatamente un'offerta e come affrontare la gestione di un progetto.

4) Il design nel mondo KNX: un workshop dedicato al design nel mondo KNX e all'integrazione della tecnologia nelle soluzioni abitative.

Al termine della giornata verranno assegnati i KNX awards 2012 per le migliore realizzazioni: i vincitori riceveranno una licenza ETS4 Professional Host ID oltre ad un premio tecnologico a sorpresa.

La serata si concluderà con un ricco aperitivo animato da uno spettacolo live che promette scintille.

Tutti gli ospiti, inoltre, riceveranno la licenza per scaricare gratuitamente una tra le numerose Apps disponibili per ETS.

Per iscriversi all'evento, visitare la pagina facebook di KNX: facebook.com/KNXItaly

Per maggiori informazioni rivolgersi alla Segreteria Organizzativa: GWC World

mail: segreteriaknx@gwcworld.com

tel. 02. 73951439

fax 02. 73953426



____________________________________
GWC World - Greenwich Communication Srl
Eleonora Bertucca

Segreteria Organizzativa KNX Day 2012

T. 02.7395.1439
F. 02.7395.3426


Viale Lancetti, 40
20158 Milano - MI - Italy

P Prima di stampare questa mail, ricordati dell’ambiente/ Please consider the environment before printing this mail note
 
E-mail disclaimer: Questa e-mail, ed ogni allegato, è destinata solo per un utilizzo da parte del destinatario(i) specificati e potrebbe contenere informazioni legalmente privilegiate e/o confidenziali. Se non siete il destinatario previsto, prego osservate che ogni revisione, distribuzione, annuncio, modifica, stampa, copia o trasmissione di questa posta elettronica e/o di qualsiasi file trasmesso con essa, è vietato rigorosamente e può essere illegale. Se avete ricevuto questa posta elettronica per errore, per favore notificatelo immediatamente al mittente e cancellate permanentemente l'originale come pure qualsiasi sua copia e qualsiasi sua stampa.
E-mail disclaimer: This e-mail, and any attachments there to, is intended only for use by the addressee (s) named herein and may contain legally privileged and/or confidential information. If you are not the intended recipient, please note that any review, dissemination, disclosure, alteration, printing, copying or transmission of this e-mail and/or any file transmitted with it, is strictly prohibited and may be unlawful. If you have received this e-mail by mistake, please immediately notify the sender and permanently delete the original as well as any copy of any e-mail and any printout thereof.

]]>