Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Miss Italia 71a edizione Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Miss Italia 71a edizione Fri, 23 Aug 2019 12:38:49 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/10574/1 GRAN PREMIO INTERNAZIONALE di VENEZIA Presente la Campania con Rosario Lopa premiato Fri, 02 Aug 2019 17:11:39 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/586954.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/586954.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Si è svolta nel prestigio Salone Marinelli della Regione Lazio la Cerimonia di NOMINATION PER IL LEONE D’ORO DÌ VENEZIA PER LE PROFESSIONALITÀ E IMPRENDITORIA.

RICONOSCIMENTO SPECIALE PER MERITI PROFESSIONALI 2019 E NOMINATION PER L’IMPEGNO QUOTIDIANO NELLA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO ATTRAVERSO LE TEMATICHE ECOLOGISTE, ASSOCIAZIONISMO, VOLONTARIATO CIVILE E POLITICO, PRODUZIONI AGROALIMENTARI, PROMOZIONE TURISTICA, MARE, BIODIVERSITÀ’, RISORSA ACQUA E DEL SETTORE IPPICO.

Diverse, le aziende premiate e in nomination per il Leone d’Oro di Venezia per l’Imprenditoria. Tra le personalità di spicco, è stato scelto il napoletano Rosario Lopa, Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo. Dipartimento Nazionale Ambiente Agroalimentare Risorsa Acqua Ristorazione Servizi Volontariato Associazionismo del MNS. Sileno Candelaresi, Presidente dell’Ordine del Leone d’Oro di Venezia, ha sottolineato l’importanza dell’onestà e serietà, come valori da condividere. Svetlana Nesterenko, responsabile delle nomination campane al premio, si è soffermata sull’aver creduto nelle professionalità e nelle grandi e piccole aziende, che da decenni dimostrano sul campo la propria capacità, non solo di fare impresa, ma anche in un comportamento solidale. Rosa Praticò, presidente dell’associazione Officina delle Idee, e responsabile della sezione imprenditoria femminile di Confesercenti, ha ribadito come l’unico vero modo per creare sviluppo e opportunità è la sinergia aperta a tutte le realtà positive che vivono la quotidianità del nostro territorio. 

Rosario Lopa, ha affermato che: “il premio Leone d’Oro per l’imprenditoria e le professionalità, è innanzitutto una suggestione della Nazione che produce. Voglio condividere questo riconoscimento con tutti quelli che quotidianamente lavorano, producono, preservano, aiutano, con sacrifici e dedizione, quel sommerso positivo e che probabilmente non avranno mai nessun riconoscimento insieme ai colleghi, amici, operatori che tutti i giorni condividiamo il nostro impegno, perché a Napoli è tutto molto difficile, ma è sicuramente molto più bello”.

 

]]>
Tavolo tecnico sui fenomeni brucellosi e tubercolosi e la salvaguardia della bufala mediterranea a Cancello ed Arnone con il sindaco Raffaele Ambrosca e l’assessore Di Vuolo Fri, 02 Aug 2019 16:33:57 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/586949.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/586949.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Continua l’impegno assunto dall’Amministrazione Comunale a tutela degli allevatori bufalini e della mozzarella di bufala campana, prodotto simbolo del territorio. Il sindaco Raffaele Ambrosca e l’assessore all’Agricoltura e Ambiente Gabriele Di Vuolo, infatti, hanno preso parte al tavolo tecnico convocato dal Ministero della Salute, Direzione generale della Sanità animale e del Farmaco Veterinario.

Oggetto della discussione, le iniziative per il miglioramento dello stato di salute e per la salvaguardia del patrimonio della bufala mediterranea della Regione Campania.

Gli intervenuti al tavolo, presieduto dal direttore generale della Direzione Generale della Sanità Animale e dei Farmaci Veterinari del Ministero della Salute, dott. Silvio Borrello, hanno analizzato le criticità che impediscono il raggiungimento del risanamento dei fenomeni quali brucellosi e tubercolosi, manifestatisi, negli ultimi mesi, in tutta la loro incontenibile virulenza.

Presenti anche il Ministero delle Politiche agricole e forestali, la dott.ssa Rosanna Fronzuto, funzionario pubblico presso Presidenza del Consiglio dei Ministri, i rappresentanti della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati nella persona della dott.ssa Margherita Del Sesto e del dott. Pasquale Maglione, il dott. Paolo Sarnelli per la Regione Campania, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno e il Centro di referenza nazionale dell’allevamento bufalino, che ha sede presso l’IZSM, il Centro di referenza nazionale sulla brucellosi, che ha sede presso l’IZS di Abruzzo e Molise, il Consorzio di tutela della Mozzarella di bufala campana Dop, l’Asl di Caserta, l’Asl di Salerno, i rappresentanti delle organizzazioni professionali Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Copagri, Anasb, Ris bufala, il dipartimento di Medicina Veterinaria e delle Produzioni animali della “Federico II” di Napoli, la Provincia di Caserta, rappresentanti delle amministrazioni locali delle province di Caserta e Salerno.

Nell’occasione, sono state vagliate proposte operative, a medio e lungo termine, per l’eradicazione di brucellosi e tubercolosi, che si possono riassumere in questi 5 punti:

1) formazione degli operatori dell’intera filiera volta a migliorare le conoscenze delle tematiche sanitarie di loro interesse;

2) implementazione del sistema Classyfarm nella filiera bufalina;

3) implementazione delle misure di biosicurezza;

4) perfezionamento delle procedure di sostegno economico agli allevamenti con capi abbattuti con riduzione dei tempi di rimborso;

5) miglioramento delle tempistiche di ricontrollo negli allevamenti non ufficialmente indenni e delle risposte analitiche previste dal dettato normativo.

Elisa Cacciapuoti

]]>
Monsignor Francesco Perrotta presenta Le Epigrafi ARIENZO - S. FELICE A CANCELLO - S. MARIA A VICO Tue, 30 Jul 2019 23:15:06 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/585732.html http://content.comunicati.net/comunicati/arte/letteratura/585732.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione (Smascherata – usque hodie … ed è durata anche troppo – la fake news

“Paolo Pozzuoli ….. Morì addì 8 marzo del 1799 in Arienzo, nel convento de’ cappuccini, e venne tumulato in quella collegiata di S. Andrea apostolo, ma senza neppure una lapide che ricordi un tanto vescovo alla posterità”

pubblicata su “Vitulazio: con Mons. Pietro Lagnese sono tre i vitulatini eletti alla dignità Vescovile. Ricerca storica di Gianni Pezzulo (Piccola Editalia) Eugenio Cionti. Dalla Parrocchia, Prima Pagina, Vitulazio Notizie, giugno 12th, 2013”)

di Paolo Pozzuoli

C’è sempre qualcosa di originale e di bello, ovvero il bello che contiene anche il buono sicchè, essendo inseparabili, si uniscono e si confondono, compendiano e sintetizzano l’idea della perfezione in ogni nuova opera di Monsignor Francesco Perrotta. Ne ‘Le Epigrafi’ (ARIENZO - S. FELICE A CANCELLO - S. MARIA A VICO), questa sua bellissima opera, prossima ad essere licenziata alle stampe, c’è tutto: dalla religione alla storia, dalla cultura all’arte, dalla pittura all’architettura, dalla scultura alla miscellanea ed alla “PREGHIERA COME SOSTEGNO” «ATTENDERE, AMANDO», a chiusura dell’opera; e poi, poi, i personaggi, indigeni e non, i quali, grazie alle loro cultura, saggezza, incredibili opere e straordinari sacrifici personali, hanno contribuito a far sì che la Valle di Suessola non abbia niente da invidiare alle più blasonate e ambite città d’arte e di cultura. Per non togliere al lettore, allo studioso, al curioso, la gioia di godere ogni pagina del libro, ci limitiamo a riportare soltanto i titoli di quanto compreso nella MISCELLANEA: GAUDELLO, MALIGNITÀ, A S. Ecc. Mons. GUERINO GRIMALDI, epigrafe recuperata nello SCALONE DI UNA CASA DI NOBILI in S. MARIA A VICO, L’ACROSTICO DEL CATTEDRATICO NICOLA VALLETTA, OSSERVAZIONI DEI CONTADINI, la frase PALINDROME, una rarità. Ecco, mentre si resta in attesa di un fattivo, proficuo intervento da parte del fior fiore dei politici, espressione del territorio sia a livello nazionale (Camera dei Deputati e Senato della Repubblica) che regionale (Consigliere della Campania), con ‘Le Epigrafi’, Monsignor Perrotta, oltre che con convegni e conferenze, continua con i suoi libri a dare un robusto contributo alla valorizzazione della sua Valle perché possa finalmente decollare e collocarsi nella posizione che le compete di diritto. Nessuna ‘rete’, nessun veicolo pubblicitario, nemmeno uno sponsor di spessore per elevare e portare la Valle oltre i suoi confini naturali e sistemarla laddove merita (… è vero che non è mai troppo tardi per mettersi al lavoro e stilare un programma di sviluppo e promozione, una fattiva e sostanziosa strategia di comunicazione, cercando di unire – laddove di gradimento - all’arte ed alla cultura anche percorsi enogastronomici, ma, prima si comincia e meglio è). ‘Le Epigrafi’ può, a buon diritto, vantare altre due peculiarità: libro-dote per ogni famiglia; libro da inserire fra i testi scolastici. Quindi, da studiare ed approfondire attraverso programmate visite guidate, sul posto. In proposito, ci piace ricordare la visita guidata effettuata da una classe della scuola media “L. Settembrini” di Maddaloni a Roma in occasione della mostra “l’oro dei Cesari”. Ebbene, una volta a destinazione, ogni alunno, ciascuno con gli attrezzi da lavoro, si preoccupò di raggiungere direttamente la postazione assegnatagli a monte. Meravigliò non poco gli astanti quel movimento ‘strano’ che, lì per lì, lasciò tutti perplessi. Alla fine però, per tutti i ragazzi ed i docenti, scattarono applausi ed attestazioni di stima e compiacimento sia da parte dei visitatori che dei funzionari e vigilanti. Bene, far tesoro e ripetere siffatte esperienze è senz’altro un valore aggiunto non solo per la propria cultura ma anche e soprattutto per una cultura storica personale.

«“Le Epigrafi” di Mons. Francesco Perrotta, ‘mostro di sapere’», per Salvatore Verdone, uno dei massimi esperti di economia e revisore dei conti presso lo Stato ed altre istituzioni pubbliche, fine letterato, e di specchiata onestà morale e intellettuale, «costituiscono un magnifico capolavoro a valenza storico-letteraria indispensabile soprattutto per i cittadini del territorio interessato alla ricerca: Arienzo, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico. Fortunati coloro che hanno avuto il privilegio di essere guidati dall’illustre Monsignore, autore di diversi studi monografici dei quali ho avuto il piacere di apprezzarne lo stile letterario, chiaro e semplice, in una sobria esposizione organica, funzionale ed appassionante che rende l’opera in esame particolarmente interessante sotto ogni aspetto. Stupenda la prefazione che evidenzia come il passato, presente e futuro soggiacciono armonicamente ad un legame inscindibile ed alimentano “la tradizione” intesa a far consegnare alle generazioni future “le memorie, la testimonianza, le evidenze, le opinioni, gli usi ed i costumi quale autorevole patrimonio del passato. Impreziosiscono il testo le traduzioni simultanee in italiano dalle innumerevoli epigrafi in lingua latina, il tutto frutto di paziente ricerca ed instancabile applicazione al manto culturale. Interessante la miscellanea a conclusione dell’opera che fortifica gli usi e costumi del popolo con la specifica appartenenza alla civiltà contadina». E Salvatore Verdone conclude con «Un grazie infinito all’ispettore Paolo Pozzuoli che mi ha concesso l’opportunità di scoprire questo “tesoro letterario” che mi ha consentito di approfondire anche e per la prima volta la vita e l’opera del suo omonimo illustre antenato, Ecc. Paolo Pozzuoli, vescovo della Diocesi di Sant’Agata de’ Goti».

Ecco, non possiamo fare altro che continuare a nutrire una riconoscenza profonda e straordinaria, imperitura e sincera, uno smisurato affetto filiale, un sentito, affettuoso ringraziamento da parte della famiglia Pozzuoli e mio personale per l’ill.mo Monsignor Francesco Perrotta, fonte di sapere, prezioso per etica e cultura, suggerimenti ed insegnamenti, per anni Arciprete della Collegiata S. Andrea in Arienzo dove è sepolto il Vescovo Paolo Pozzuoli, che non solo si è adoperato per contattare i discendenti, ma ha avuto e continua ad avere sentimenti di vero affetto illustrandoci l’iter pastorale del Vescovo Paolo Pozzuoli e motivandoci a rinnovarne la memoria.   

Per tutto quanto precede, “Le Epigrafi”, sua stupenda pubblicazione, va ad incastonarsi - è vero - nella bellissima storia della Valle di Suessola, ma apre anche una breccia nell’altrettanto bella e ricca storia della Arcidiocesi di Capua, diventa una pietra miliare nella storia frammentaria ed ancora tutta da scrivere di Vitulaccio, l’antico casale di Capua, ed attesta l’incondizionata stima nutrita da Monsignor Perrotta per S. Ecc. Mons. Paolo Pozzuoli, dai natali vitulatini, vescovo di Sant’Agata de’ Goti dal 4 marzo 1792 all’8 marzo 1799. Del Vescovo Paolo Pozzuoli, fiore e vanto della famiglia, ma patrimonio delle comunità e di tutta la Chiesa di Cristo, è stata del tutto trascurata, per non dire ignorata la memoria e giammai ci si è adoperati per rinnovarla (… un timido cenno “Vitulaccio vantasi d’aver dato un illustrissimo Vescovo alla sede di S. Agata de’ Goti” lo troviamo nell’opera “STORIA DI PIGNATARO E DEL SUO CIRCONDARIO”, a pag.187 (UOMINI ILLUSTRI), del canonico don Giovanni Penna edito nel 1830) e, dopo oltre un secolo e mezzo, nel libro “INFANDUM RENOVARE … DOLOREM” del compianto e mai dimenticato generale Armando Scialdone, in cui vengono ricordati gli alti prelati di Vitulazio, descritti come le ‘eccellenze nostrane’, e, fra le tante, uno speciale riferimento a Monsignor Paolo Pozzuoli, vescovo di Sant’Agata de’ Goti, per il quale particolare interesse manifestava don Antonio Iodice, Gran Penitenziere di Capua, da ‘spingerlo’ ad affermare che «sarebbe in odore di beatificazione» e Monsignor Alessandro Scialdone, vescovo di Avila. Insomma, nessun altro, né le autorità religiose né quelle civili e nemmeno le politiche che si sono succedute nel corso degli anni si sono preoccupate, a memoria della comunità, di conoscere e tramandare la storia ed i personaggi illustri che in Vitulazio hanno avuto i natali che dovrebbero conoscere bene, a prescindere. D’altra parte, una profonda ma purtroppo triste riflessione ci porta ad evidenziare che questo popolo, solito identificarsi con l’idolo del momento, lo dimentica totalmente una volta tramontato, finito (… sufficienti, infatti, poco più di due decenni per dimenticare l’on. Pierino Lagnese, signore anche della Politica, amato, benvoluto ed ammirato, massima espressione civile e politica della comunità nella seconda metà del secolo scorso). E, fortunatamente, c’è chi non dimentica: Casapulla (Comune e Comitato per le celebrazioni del Vescovo Natale) non ha dimenticato il suo vescovo (in Vico Equense) Monsignor Michele Natale (… presso l’eccellentissimo Seminario di Capua è stato allievo del vescovo Paolo Pozzuoli, al tempo insegnante di Logica e Metafisica) e, in occasione della Ricorrenza del II anniversario della Repubblica Napoletano e del sacrificio del suo Vescovo (1799), ha organizzato un Convegno di studio “Il Vescovo Natale ed il suo impegno religioso e sociale”.

Ma, con il Vescovo Paolo Pozzuoli, Vitulazio è andata … oltre, inficiandone artatamente la biografia, gonfiata con notizie degne del più abile dei falsari [V. “Ricerca storica di Gianni Pezzulo (Piccola Editalia) Eugenio Cionti. Dalla Parrocchia, Prima Pagina, Vitulazio Notizie. giugno 12th, 2013. Paolo Pozzuoli - ……………  Morì addì 8 marzo del 1799 in Arienzo, nel convento de’ cappuccini, e venne tumulato in quella collegiata di S. Andrea apostolo, ma senza neppure una lapide che ricordi un tanto vescovo alla posterità”]. ‘NEPPURE UNA LAPIDE CHE LO RICORDI’. Come dire: caro Vescovo Pozzuoli, non puoi pretendere di essere ricordato in Patria dal momento che anche tu sei transitato ‘ut gloria mundi’ nonostante tutto quello che hai fatto nella tua Diocesi!

Troppo forti le distanze, quasi impossibile il confronto, assolutamente non potrebbe reggere … fra il Vescovo Pozzuoli e chi è stato così meschino, così spudorato, così gretto, così sprovveduto, così indegno da dare facoltà a due poveri cristi, due tapini, di aggiungere alla breve biografia del Vescovo Pozzuoli, le parole, inventate e false, “senza neppure una lapide che ricordi un tanto vescovo alla posterità”. Al suggeritore ed agli amanuensi esecutori non possiamo fare altro che augurare di saper imitare cotanto Vescovo, “dotato di una dolcezza di carattere senza uguali, noto per saggezza e cultura, che unì eminenti virtù alla straordinaria umiltà d’animo”, esempio di carità, cultura, umanità.

Paolo Pozzuoli

 

]]>
Il Comune Di Cancello ed Arnone impossibilitato a partecipare al POC Eventi Tue, 30 Jul 2019 22:59:37 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/585730.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/585730.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Per partecipare al POC Eventi 2014-2020, bisogna osservare dei parametri stringenti, ben definiti dalla Regione Campania. Il più importante, causa di esclusione, è sicuramente l’esplicita dichiarazione del Comune a impegnare le somme che esorbitano dal finanziamento pubblico fino a concorrenza dei costi della manifestazione, affinché, nella ipotesi che venissero meno le somme di parte privata, il Comune avrà a corrispondervi. 

È, quindi, indubbia, data la situazione di doppio dissesto economico in cui versa il Comune di Cancello ed Arnone, la impossibilità di partecipare al suddetto progetto, stante l’ipotesi di bilancio ancora sottoposta alla valutazione ministeriale. 

Elisa Cacciapuoti

 

 

]]>
Una serata speciale a “Le Terrazze a Mergellina” Tue, 30 Jul 2019 14:49:43 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/585662.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/585662.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Con la presentazione dei prodotti Myvitaly, tra cocktails, food e musica dal vivo

Percorrendo la Riviera di Chiaia, dopo il bar Riviera e di fronte alla villa comunale di Napoli, fra i tanti vicoli della Napoli storica, scopri Via Ferdinando Palasciano, dove al civico 17, proprio di fronte al ristorante “da Dora”, tipica trattoria verace napoletana dove è possibile gustare il pesce di Mergellina, facendo molta attenzione ai costi elevati più del necessario, c’è il B&B Le Terrazze a Mergellina, www.myvitaly.it/.paolavitabile, https://www.google.com/search?rlz=1C1VSNG_enIT683IT687&q=www.myvitaly.it/.paolaavitabile&tbm=isch&source=univ&sa=X&ved=2ahUKEwjfj4CK_dnjAhVRjqQKHdQTDF8QsAR6BAgCEAE&biw=926&bih=884,

che ha ospitato una serata speciale per i tanti momenti vissuti con tantissimo interesse da parte dei tanti convenuti. Organizzatrice dell’evento napoletano per una presentazione aziendale dei prodotti Myvitaly è stata la giornalista Sabrina Abbrunzo, silver manager e referente aziendale per il sud dell’azienda produttrice di straordinari prodotti Antiossidanti e con proprietà Anti-Age delle foglie di Olivo. Sul terrazzo, che dai palazzi d’epoca Angioina, attaccati l’uno all’altro, in vicoli stretti, dove scopri i valori della storia napoletana ecco che salendo all’ultimo piano di uno di questi, ti trovi a vivere in un paradiso terrestre dove le tre camere del B&B, completamente ristrutturato e con tutte le comodità che al giorno d’oggi ogni cliente gradirebbe trovare in vacanza, ti offrono ogn’una uno scorcio diverso di visione dal Vesuvio, a Capri, al golfo di Mergellina, a Posillipo, proprio dei quadretti fantastici per portar via da Napoli il miglior ricordo di una presenza in una delle città più belle del mondo. L’attiguo ampio terrazzo che dà il nome alla struttura dell’ospitalità, è anch’esso un angolo di spettacolo di panorama che Napoli offre ed è proprio su quest’area dove, oltretutto, alla spalle vedi anche la parte alta di Partenope con il Castel Sant’Elmo, che i numerosi invitati alla serata hanno potuto vivere qualcosa di veramente piacevole. Il tutto è iniziato dall’accoglienza che i padroni di casa Paola Avitabile e Antonio Giannini, hanno offerto agli ospiti insieme a Sabrina Abbrunzo, poi il piacevole cocktail accompagnato da tante sfizioserie gastronomiche che hanno preceduto il momento di presentazione dei prodotti Myvitaly affidata a Francesco del Buono d'Ondes, responsabile per l’Italia di questa Azienda e Claudio Felicetti responsabile nazionale per l’organizzazione e sviluppo, presentati dalla stessa Abbrunzo. Con una conclusione caratterizzata dal momento musicale con la stupenda interpretazione di brani melodici della canzone classica napoletana interpretati magistralmente dalla cantante e musicoterapista Francesca Curti Giardina, accompagnata alla chitarra  dal maestro Armando Vollero, che fra gli scroscianti applausi hanno dovuto prolungare l’esibizione programmata, accontentando gli uditori che imploravano un bis, per in fine passare ad una degustazione di piatti, dolci, frutta ed altro accompagnati da vini e spumanti di gran pregio. Nell’intervista concessaci Francesco del Buono d'Ondes ha detto: ”Azienda che rappresento è una realtà italiana, un Made in Italy di Qualità, veneta, nata a Montebelluna nel 2014 da tre imprenditori che decidono di materializzare un sogno che riguarda il benessere fisico ed anche economico. I Tre, creano un infuso di foglie di olio bello ed interessante nell’apparenza il Pecagin, nella qualità il sapore e nell’essenza che sono i polifenoli, le molecole attive che fanno bene all’organismo umano. Dopo due anni si è scoperto un prodotto straordinario ed abbiamo deciso di sviluppare il piano marketing. Il prodotto viene diffuso e propagandato da persone che si associano all’azienda ed aprono una piccola bottega del benessere costituita da se stesso come primo consumatore che, in virtù dei benefici ricevuti, la propagandano ad altre persone, amici, parenti, un piccolo giro che può tendere ad arricchirsi di tanti altri simpatizzanti, sino a formare una grande comunità di utenti di Myvitaly. Occorre quindi conoscere bene il prodotto, comprandolo on line, perché parlarne bene è importante, ma quel che conta è che provandolo occorre riscontrare che deve fare bene quindi, poi, al vantaggio fisico aggiunge quello economico per i quantitativi di merce che acquistata per la propria bottega riesce a vendere. Il soggetto che intende fare questo, ha tre modalità di guadagno, quella di comprare il prodotto con lo sconto e rivenderlo a prezzo intero, oppure la possibilità che affiliandosi all’azienda, questa ti apre un negozio on line e facendo pubblicità attraverso il panorama di satelliti che ruotano attorno ad internet come i Social, Facebooh, Instagram ed altra modalità quella di avere l’opportunità di vendere quello che è divenuto un proprio prodotto ed infine raggiungendo i vari step ( tipo qualifiche)  un pò come il premio del supermercato, man mano che si va su, si acquisisce uno sconto/guadagno sino a raggiungere il 50% che diviene come essere socio dell’azienda. I solo cinque prodotti di Myvitaly sono di grande qualità ed il motivo conduttore è la foglia d’olivo che è nella nostra cultura mediterranea è simbolo di longevità e l’ulivo più antico esistente che ha 4.000 anni è in Sardegna. Da millenni l'olivo (olea europaea) è utilizzato nella medicina e nell'erboristeria tradizionale.
Le foglie di olivo sono la parte maggiormente ricca di principi attivi (polifenoli): oleuropeina, tirosolo, idrossitirosolo e rutina. L’Olioeuropeina che rappresenta l’elemento base del nostro prodotto è quella che contiene i polifenoli al cui interno ci sono tirosolo, rutina e acido elenolico, una sinergia di molecole attive che vanno a rigenerare il fisico, una conoscenza che risale a 2.000/3.000 anni a. C. rispolverata e ripresentata da Myvitaly. La foglia d’olivo nella filosofia di Myvitaly rappresenta un Antiossidante che contrasta l'ossidazione delle cellule, l'invecchiamento cellulare e protegge i tessuti dai danni causati dai radicali liberi. Regolarizza il colesterolo aiutando a ridurre i valori di questo, abbassandone il livello delle lipoproteine a bassa densità (colesterolo cattivo) e alzandone quelle ad alta densità (colesterolo buono). Come stimolatore del metabolismo la foglia di olivo favorisce il metabolismo di carboidrati e lipidi, migliora le attività metaboliche generali di fegato, muscoli e cuore. E’ un depurante in quanto aiuta a depurare il fegato e a favorire la disintossicazione da acidi urici, zuccheri, grassi e altre sostanze di scarto presenti nel sangue. Continuando permette di regolarizzare la pressione arteriosa perché la foglia ha azione vasodilatatrice ed inoltre contribuisce al controllo del peso fisico essendo la foglia di olivo un aiuto per diminuire il grasso addominale, e nel difendere dalla sindrome metabolica, divenendo quindi un aiuto contro l'obesità. Di recente, studi internazionali hanno dimostrato che l'estratto di foglie di olivo ha anche altre proprietà curative, è infatti utile contro forme di diabete, depura l'organismo e rinforza il sistema immunitario.La posologia di questo infuso di foglie d’olivo è di 50 ml.al mattino a digiuno, ma va trovata anche di volta in volta, aumentando o diminuendo di poco questo quantitativo, in base al fabbisogno che lo stesso organismo dimostra di gradire o necessitare, fino ad ottenere un assestamento man mano che le tossine, le scorie del fisico vengono eliminate provocando energia fisica”. Queste stesse affermazioni e delucidazioni sono state proiettate agli invitati alla serata che, a parte la presentazione di Myvitaly, si è dimostrata anche come un bell’evento da ripetere, magari con altre iniziative similari mostre, dibattiti su argomenti vari, ancora tanta musica ed altri spettacoli, ancor più di come già i titolari di “Le Terrazze a Mergellina” organizzano, con sempre crescenti successi volti a portare a conoscenza di tanti quel che la nostra città possiede come bellezza, arte, spettacolo ed enogastronomia.

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
Tirocini per studenti universitari Sat, 27 Jul 2019 08:04:58 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/584766.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/584766.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione  Convenzione Comune di Cancello ed Arnone - Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”

Il Comune di Cancello ed Arnone ospiterà per un tirocinio di formazione e orientamento alcuni studenti dell’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”.

Questo grazie alla Convenzione siglata dal Sindaco Raffaele Ambrosca e l’Università nella persona della Rettrice prof.ssa Elda Morlicchio.

“L’intenzione dell’Amministrazione Comunale - afferma l’assessore alla Pubblica Istruzione Annamaria Di Puorto - è quella di favorire opportunità per la crescita, lo sviluppo e la concretizzazione delle abilità espresse dagli studenti nel contesto dell’iter formativo, trasformando le potenzialità e le abilità da essi dimostrate in occasioni di coinvolgimento e di miglioramento della macchina amministrativa”. 

“L’iniziativa - spiega la dott.ssa Mariannina Tummolo, delegata del progetto per il Comune - vuole assicurare agli studenti la possibilità di un’esperienza formativa che permetta loro di acquisire abilità professionali utili all’inserimento nel mondo del lavoro”. 

 

Elisa Cacciapuoti

 

]]>
Incontro in Regione Campania con il Presidente De Luca sulle problematiche del sistema produttivo Thu, 25 Jul 2019 07:22:33 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/583912.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/583912.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Presente anche l’Amministrazione del Comune di Cancello ed Arnone nelle persone del Sindaco Raffaele Ambrosca e dell’Assessore all'Agricoltura e Ambiente Gabriele Di Vuolo 

Nel palazzo della Regione Campania a Santa Lucia, all’incontro convocato dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca riguardo le problematiche della filiera bufalina, in particolare sui fenomeni quali brucellosi e tubercolosi, e al piano per la salvaguardia del patrimonio della bufala mediterranea e dell’intero comparto produttivo, fra gli altri, hanno preso parte il primo cittadino del Comune di Cancello ed Arnone Raffaele Ambrosca, accompagnato dall’assessore Gabriele Di Vuolo.

Presenti all’incontro anche: l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno nella persona del Direttore Generale dott. Antonio Limone e la dott.ssa Esterina De Carlo; il Consigliere delegato per l’Agricoltura Nicola Caputo; il Direttore generale Tutela della Salute Nino Postiglione; i consiglieri regionali Stefano Graziano e Gennaro Oliviero; il Presidente Coldiretti Caserta Manuel Lombardi; Raffaele Puoti, Presidente Confagricoltura Caserta; Enrico Migliaccio, rappresentante degli allevamenti bufalini; Maurizio Capitelli, Presidente CIA Caserta, Tommaso De Simone, Presidente Camera di Commercio di Caserta; il DG ASL di Caserta Mario De Biasio; Domenico Raimondo, Presidente Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala D.O.P.; i sindaci di Santa Maria la Fossa e Castel Volturno.

Dopo aver ascoltato le proposte degli interlocutori presenti al tavolo, all’unanimità, è stata accolta l’indicazione del Presidente De Luca di istituire un gruppo di lavoro che, entro una settimana, dovrà definire una proposta condivisa a difesa della salute dei cittadini e del comparto produttivo.

Più nello specifico, si è parlato di puntare sulla biosicurezza, ossia misure di accompagnamento all’allevatore per evitare l’entrata della malattia nelle stalle, e iniziare a lavorare sui nuovi PSR per fare in modo che siano funzionali e non troppo macchinosi come successo negli scorsi anni.

Per quanto riguarda le vaccinazioni o altre metodiche di rilevazione delle malattie infettive, il Presidente De Luca si è dimostrato disposto a valutare qualsiasi tipo di confronto purché vaccini o altre misure siano validate scientificamente dal Ministero e dalla Comunità Europea.

“Il comparto bufalino – afferma il sindaco Ambrosca - rappresenta un tassello fondamentale per l’economia del nostro paese. Come ormai tutti sanno, Cancello ed Arnone è tra i primi Comuni per presenza di capi bufalini e di allevamenti e, quindi, come amministrazione, non potevamo non scendere in campo a favore di un settore che più di ogni altro sostiene e trascina l’economia della provincia e buona parte della regione Campania”.

Elisa Cacciapuoti

]]>
Chiusura dei locali commerciali ubicati nella Villa Comunale a Cancello ed Arnone Wed, 24 Jul 2019 08:11:14 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/campania/583427.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/regioni/campania/583427.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione In data 18/02/2011, con convenzione REP n. 1, la concessione per il servizio di gestione ed uso della Villa Comunale di Via E. Fieramosca, degli impianti ricreativi e sportivi ivi esistenti e la realizzazione di nuovi impianti, fu affidata all’ATI LIVE LAND SAS, per la durata di 10 anni. 

L’art. 4 del contratto stabilisce che: “È stabilito per il Comune un corrispettivo annuo pari ad € 10.500,00, per anni 10 e quindi per complessivi €105.000,00.

L’art. 8 del Capitolato speciale d’Appalto, riguardante il Canone annuo, approvato con determina del responsabile dell’Area Tecnica n.97 del 30/04/2010, stabilisce che “il mancato pagamento del canone, anche parziale, entro 20 giorni dalla data di scadenza di ciascun data, produrrà la risoluzione del contratto per fatto e colpa del Conduttore ed il conseguente risarcimento dei danno, otre alla corresponsione di quanto dovuto, ai sensi degli artt. 1456 e 1457 del Codice Civile”. 

In base a quanto sopra esposto, si sono verificate le condizioni che integrano la clausola risolutiva espressa ex artt. 1456 e 1457 c.c. prevista nelle disposizioni contrattuali, essendo incontestato tra le parti che non è intervenuto alcun pagamento “entro 20 giorni dalla data di scadenza di ciascuna rata. In altre parole, da parte della società ATI LIVE LAND SAS, ci sono stati degli inadempimenti contrattuali relativi al pagamento dei canoni di locazione che hanno portato il comune ad esercitare la risoluzione del contratto. All’uopo, i locali della Villa Comunale sono stati chiusi al pubblico.

La società ATI LIVE LAND SAS ha presentato un ricorso dilatorio e strumentale che forse servirà ad avere uno o due mesi di gestione in più, ma non cambierà l'esito della vicenda. 

Elisa Cacciapuoti

]]>
Il Sindaco di Cancello ed Arnone, ringrazia i lavoratori Apu Thu, 18 Jul 2019 07:58:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/581222.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/581222.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Terminato il progetto Apu grazie al quale il Comune di Cancello ed Arnone ha beneficiato, per 6 mesi, di unità ex precettori di ammortizzatori sociali e di sostegno al reddito, che hanno fornito un supporto quotidiano ed indispensabile nella erogazione al servizio al cittadino. 

Per l’occasione, il Sindaco Raffaele Ambrosca, ha vergato poche righe a testimonianza di un vero e sincero apprezzamento per l’ottimo e proficuo lavoro svolto dai lavoratori di Pubblica Utilità. 

“Tutto il personale impegnato in questo Comune nel progetto Apu, ha dimostrato, costantemente, uno spiccato senso civico e senso di appartenenza profondo verso questo territorio. Senso del dovere, professionalità e voglia di fare, sono solo alcune delle doti che questi uomini e donne hanno messo in campo, dando una boccata d’ossigeno è un significativo apporto a questo Ente”. Queste le parole del primo cittadino Ambrosca, che conclude: “Ringrazio tutto il personale Apu coinvolto, a nome mio, dell’Amministrazione e di tutta la cittadinanza di Cancello ed Arnone che mi pregio rappresentare”. 

Elisa Cacciapuoti

]]>
Continua il percorso avviato dall’Amministrazione Comunale di Cancello ed Arnone per la riqualificazione urbana Fri, 12 Jul 2019 17:26:39 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/579744.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/579744.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Il Vicesindaco avv. Angelo Caputo rende noto che sta continuando il percorso avviato dall’Amministrazione Comunale di Cancello ed Arnone per la riqualificazione urbana di cui agli indirizzi approvati dal consiglio comunale con delibera n° 45/2018.

L’approvazione della prima scheda stralcio dello strumento attuativo redatto dall’architetto incaricato è prevista per la fine del mese di luglio.

Il primo stralcio dello strumento attuativo riguarda in particolare la riqualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico di proprietà IACP in Via Consolare la cui meccanica attuativa è stata oggetto di un percorso concertato tra il comune di Cancello ed Arnone e i vertici provinciali e regionali di Acer e Iacp.

La concertazione si è consolidata in due Conferenze di Servizi indette dal Sindaco di Cancello ed Arnone in cui, col sottoscritto, alla presenza dei vertici regionali di Acer, provinciali di Iacp e dei tecnici incaricati, si sono valutate le azioni più efficaci per abbattere e ricostruire due edifici Iacp che versano in uno stato di precarietà.

La scelta progettuale del tecnico incaricato, valutata positivamente dalle istituzioni, prevede la ricostruzione degli edifici da demolire in altro lotto, consentendo, quindi, al comune, di acquisire a titolo gratuito il suolo Iacp per realizzare uno spazio pubblico attrezzato a servizio del quartiere di riferimento. 

Un primo passo importante, quindi, per consolidare gli effetti della delibera n° 41/2018 con cui il Consiglio Comunale ha dettato gli indirizzi della riqualificazione del patrimonio urbanistico-edilizio esistente alla luce degli incentivi del sisma-bonus ed eco-bonus in sintonia con la legge regionale 19/09 (Piano Casa ) che, in deroga o variante allo strumento urbanistico vigente, consente procedure snelle nella direzione di cui alla delibera di indirizzo.

Successivamente all’approvazione della scheda stralcio dello strumento di attuazione si procederà all’approvazione del progetto di abbattimento e ricostruzione dei predetti fabbricati Iacp e alla pubblicazione dell’avviso pubblico di manifestazione di interesse per la scelta del soggetto attuatore dell’intervento.

L’intervento complessivo sarà attuato attraverso una meccanica di tipo perequativo concertativo che, oltre ad utilizzare l’incentivo sisma-bonus, metterà in campo le volumetrie premiali per bilanciare, sulla base di approfondite analisi costi-benefici, gli oneri da sostenere per la realizzazione dell’intervento compreso l’acquisizione del suolo di atterraggio dei volumi abbattuti e la realizzazione dello spazio pubblico comunale.

L’approvazione dello strumento attuativo generale è prevista per la fine del mese di settembre in cui, oltre agli interventi sul patrimonio edilizio pubblico Iacp – ERS sono previste norme regolamentari per gli interventi sugli edifici e/o aree private.

 

Elisa Cacciapuoti

 

]]>
Il sindaco di Cancello ed Arnone Ambrosca prende parte all’incontro con il Ministro Di Maio sulla vertenza Apu in Campania Fri, 12 Jul 2019 12:44:54 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/579646.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/579646.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Come è noto, il Comune di Cancello ed Arnone sta beneficiando, da 6 mesi, di 12 unità, ex percettori di ammortizzatori sociali e di sostegno al reddito, che forniscono un supporto quotidiano ed indispensabile nella erogazione al servizio al cittadino. 

Con Delibera di Giunta n. 80, l’Amministrazione Comunale aveva già rivolto un accorato appello al Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e all’assessorato al Lavoro, affinché effettuassero una proroga delle unità Apu, il cui operato si è rivelato molto utile per ottemperare alle esigenze quotidiane non diversamente risolvibile per un Comune come Cancello ed Arnone particolarmente carente di personale di ruolo. 

Lo stesso appello è stato rivolto al Ministro allo Sviluppo Economico Luigi Di Maio che ha convocato i sindaci della Campania per un incontro presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, incontro al quale il Sindaco Raffaele Ambrosca ha preso personalmente parte. 

“Il tavolo sulla vertenza Apu in Campania non ha sortito le sorti sperate - afferma il Sindaco Ambrosca. Questa problematica si è rivelata non essere di competenza del Ministero dello Sviluppo Economico; ciò nonostante il Ministro Di Maio ha assunto un impegno molto importante, dichiarando di voler contribuire ad individuare possibili soluzioni. Si spera in un epilogo positivo del problema in quanto il progetto Apu ha registrato un significativo successo perché rispondente alla duplice finalità di aiutare persone senza reddito, che versano in stato di disoccupazione, nonché gli enti locali per l’attuazione di attività straordinarie e temporali a favore della comunità per conto delle pubbliche amministrazioni”.  

Elisa Cacciapuoti

 

]]>
Presentata a Roma la IV edizione del “Pizza Days” Thu, 11 Jul 2019 07:31:28 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/579039.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/579039.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione La kermesse si svolgerà dal 6 all’8 settembre alle Capannelle

E’ stata presentata a Roma, attraverso una conferenza stampa ospitata nella sala Carroccio in Campidoglio, gentilmente messa a disposizione dall’amministrazione comunale capitolina, la IV edizione del “Pizza Days” che si svolgerà sempre nella città eterna, dal 6 all’8 settembre 2019, presso l’Ippodromo Capannelle, aperta a tutti, dalle ore 18.00 alle 24.00 di venerdì 6 e dalle ore 11.00 alle 24.00 nelle giornate di sabato 7 e domenica 8.  La conferenza stampa, moderata da Francesco Certo giornalista caporedattore di Rds Roma, ha avuto come primo intervento, quello di Andrea De Priamo capogruppo di ”Fratelli d'Italia” al Comune di Roma, che oltre a portare il saluto dell’Amministrazione Comunale ed il benvenuto ai tanti presenti, operatori del settore e giornalisti che affollavano la sala si è soffermato ad elogiare l’iniziativa dedicata a quello che rappresenta uno degli elementi planetari di apprezzamento della gastronomia italiana. De Priamo, ha sostenuto la validità del mettere a confronto le tante eccellenze che uniscono il mondo della pizza, che rappresenta con i suoi prodotti, voglia di fare bene, fare cose belle, che siano produttive e propulsive per il senso di appartenenza alla città capitale d’Italia e a tutta la nostra nazione che può vantare tanti straordinari prodotti Doc Italy, emblema della nostra potenzialità nel nostro Paese e nel mondo. Ha fatto seguito l’intervento di Marco Di Pietro, presidente dell’associazione “Istituto Romano della Pizza” che è stato, quattro anni addietro l’ideatore e realizzatore di “Pizza Days”, kermesse che dopo tre anni di successi, quest’anno si evolve ulteriormente con spazi più grandi e nuove iniziative nelle tre giornate previste ad inizio settembre.  Di Pietro dice: “Sono un pizzaiolo di borgata, titolare della pizzeria “Vado al Massimo” sulla Laurentina, la mia città è Roma e la amo tanto, amo il lavoro che faccio, mi piace organizzare eventi ed allora 4 fa, pensai perché non organizzare un “Pizza Days”? anche per portare in questa città qualcosa di importante e che ha poi ottenuto grandi riconoscimenti? Partì così l’esperienza con il via al Pizza Party, sempre per tre giornate in zone a me limitrofe come ponte Lurentina, Trigoria, insomma il mio quartiere, ma in forma ridotta rispetto a questa del 2019 che ci vede affrontare un salto di qualità nella location storica di Roma dell’ippodromo le Capannelle. Il mio obiettivo condiviso da tanti che mi collaborano per la buona riuscita è quello di dare qualcosa in più a Roma e ulteriori riconoscimenti alla Pizza. La partecipazione di 1100 persone alla giornata conclusiva della manifestazione che li vedrà artefici di un Guinnes, sarà l’innovazione più attesa da tutti perché vedrà queste 1100 persone, in un tempo all’incirca di 30 minuti, contemporaneamente mangiare due tranci di pizza e bere una soda. Per iscriversi e partecipare basta usare Internet ed andando sulla pagina Pizza Days 2019, iscriversi nella zona della campagna “CROWDFUNDING” che nasce per pagare le spese di organizzazione e del giudice, poter rendere ufficiale il record in tutto il mondo durante la manifestazione, con l’intento di accendere un riflettore sulla Capitale e su uno degli antichi mestieri artigianali che rischiano di andare perduti ed allo stesso tempo compiere un gesto di solidarietà, devolvendo in beneficenza, il ricavato decurtato delle anzidette spese essenziali. La quota partecipativa di € 20.00, da diritto oltre alla pizza e bibita da gustare per la gara, anche ad un buono di € 5.00 da poter utilizzare nell’ambito della manifestazione. Sarà una tre giorni con percorsi di degustazione con pizza classica, in pala alla romana, in teglia, napoletana, senza glutine, insieme a numerosi eventi collaterali come Workshop tecnici e incontri formativi con esperti del settore, laboratori “Mani in Pasta” per bambini, opportunità di intrattenimento e svago per le famiglie, con sfilate di moda e dulcis in fundo il concorso di bellezza Miss Pizza Days 2019. Il tutto si concluderà con un grande brindisi, alzando i calici con la famosa Falanghina spumantizzata “Bomba d’Amore” per la quale sarà presente Felicia Annarumma titolare dell’omonima azienda. Stiamo lavorando per attivare Media e mezzi di comunicazione, al fine di dare maggior risalto ad un evento straordinario come questo”. A sostenere questo progetto, sono intervenuti in conferenza i vertici della Pizza, come l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani con il suo presidente Sergio Miccù ed il suo vice, il Cav. Umberto Fornito, pluripremiato campione a livello nazionale, continentale ed intercontinentale, l’Associazione Pizzerie Italiane con il suo presidente Angelo Iezzi, gli istituti alberghieri di Roma con Alessandra Boglione e Riccardo Cocco dell’Ipsoa Alberghiero di Tor Carbone ex villa di Roberto Rossellini ed Ingrid Bergman, Angelo Fanton dell’Associazione Cibo Futuro, Elio Pautasso direttore generale dell’Hippogroup  Roma Capannelle, Pietro Farina direttore di Confcommercio Roma, Claudio Pica segretario generale dell’Associazione Italiana Gelatieri.  
La prof. Boglione, ha illustrato la loro partecipazione al Pizza Days 2019 con i percorsi didattici, laboratori per l’inclusione di ragazzi disabili che rappresenta uno dei primari obiettivi dell’Istituto, momenti da realizzarsi nella tre giorni del Pizza Day, dove verrà organizzata anche una competizione fra i ragazzi che presenteranno la pizza gourmet denominata “Tor Carbone” ed ancora orientamenti per i più piccoli che vogliono approcciarsi alla scuola della pizza.

Angelo Fanton, parteciperà invece con alcuni istituti alberghieri nell’ambito del progetto della sostenibilità, della lotta allo spreco e della formazione dei giovani degli alberghieri di sala, cucina e pizzeria. Aderendo così all’altra novità di questa 4° edizione del Pizza Days, che prevede nella giornata di domenica 8 settembre un'iniziativa contro lo spreco alimentare: “Io Non Spreco. Dono!”, per sensibilizzare i partecipanti e il mondo pizza verso uno stile di vita solidale, nel rispetto delle materie prime, dell'ambiente e del nostro territorio. Alla fine dell'evento il cibo non utilizzato anzichè essere gettato nei rifiuti, verrà donato alle parrocchie limitrofe alla zona sede dell’evento o alle associazioni di volontariato.

Umberto Fornito, ricordando il suo impegno passionale per la pizza e quindi il piacere di accogliere l’invito rivoltogli dal Marco Di Pietro, ha menzionato i quattro super record’ conquistati oltre i tanti altri prestigiosi titoli. La margherita più grande mai preparata a Napoli, di cinque metri e diciannove centimetri di diametro per 124 chili di peso, cotta in otto minuti nel forno a legna più grande del mondo, costruito in 27 giorni con un diametro interno di 6,70 metri ed una bocca d'accesso di 5,50 metri. La pizza fritta più lunga del mondo, un Guinnes con i suoi 7 metri e 15 centimetri.  Il record della pizza più lunga del mondo, Guinnes conquistato partecipando sul lungomare di Napoli, con gli altri pizzaioli alla realizzazione di un nastro di Margherita della lunghezza di 1 chilometro 853 metri e 88 centimetri. Poi ancora la presenza all’impresa compiuta da trecento pizzaioli provenienti da tutto il mondo che, tutti insieme, lanciarono un panetto di pasta per pizza che nel lancio si allargava a 31 centimetri.

Di grande interesse gli interventi di Claudio Pica ed in particolare Sergio Miccù, che hanno richiamato tutti alla Formazione attraverso il sostegno ad una battaglia per l’ottenimento di certificazioni, rilasciate con valenza dello Stato e quindi dagli istituti alberghieri, per dare ai pizzaioli un riconoscimento della loro professionalità valido a tutti gli effetti, a prescindere dalla valenza che possono offrire i corsi realizzati e seguiti in istituti riconosciuti. 

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
La tutela degli allevatori e della mozzarella di bufala campana fra gli obiettivi prioritari del Comune di Cancello ed Arnone Wed, 10 Jul 2019 17:40:17 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/578936.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/578936.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Si è svolto ieri, in commissione sanità del Consiglio Regionale della Campania, un importante audizione sulle problematiche della filiera bufalina.

Temi caldi dell’incontro, gli interventi per arginare malattie come brucellosi e tubercolosi, fenomeni che negli ultimi mesi si sono manifestati in tutta la loro incontenibile virulenza.

Presente al tavolo istituzionale, presieduto dal consigliere regionale On. Stefano Graziano, l’assessore alla sanità del Comune di Cancello ed Arnone dott. Gabriele Di Vuolo che, ascoltato, dichiara:

“Secondo la Banca Dati Nazionale delle anagrafi zootecniche, Cancello ed Arnone è tra i primi comuni per presenza di capi bufalini e di allevamenti e rappresenta un punto di riferimento indiscusso del territorio casertano e regionale. In alcune aree, tracciando un buffer di 2 km, possiamo contare oltre 40 allevamenti. È chiaro, quindi, il motivo principale per il quale l’Amministrazione capeggiata dal Sindaco Raffaele Ambrosca è scesa in campo a tutela degli allevatori, non potevamo chiamarci fuori da simile impegno. Già a maggio 2019, con un’apposita delibera di Giunta, abbiamo presentato delle proposte a sostegno del comparto zootecnico-bufalino.

Queste proposte si possono raggruppare in 3 punti:

  1. Corresponsione del mancato reddito alla stalla, in ragione di una congrua somma per ogni capo abbattuto;
  2. Sostegno economico alla stalla che ha subito il blocco dell’attività, causato da infezione brucellare e tubercolare, per un periodo idoneo, onde consentire all’intero territorio circostante, di risanare i focolai di infezione, prima del ripopolamento della stalla colpita dalla zoonosi;
  3. Rendere maggiormente tempestiva la corresponsione degli indennizzi, al fine di ridurre, il più possibile, l’enorme lasso temporale intercorrente tra l’abbattimento e l’effettivo indennizzo.

È fondamentale, conclude l’ass. Di Vuolo, puntare sulla biosicurezza, fare in modo, cioè, di prevenire il più possibile l’ingresso della malattia nell’azienda. 

Faremo tutto quello che è nelle nostre possibilità a tutela degli allevatori e della mozzarella di bufala campana, prodotto simbolo del territorio”. 

Elisa Cacciapuoti

 

 

 

 

 

]]>
Una festa brillante per una persona Speciale Mon, 01 Jul 2019 22:21:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/575248.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/575248.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione A Roma i 35 anni di Anthony Peth

E’ riuscita una bellissima serata, quella per il compleanno di Anthony Peth, organizzata a Roma da Tiziana Sirna presidente dell’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy) e dallo stesso attore, regista, presentatore dapprima Mediaset, poi “Gustibus” su La7 per 4 anni, ora conduttore Rai con la trasmissione “People” su Rai Premium insieme a Miss Italia 2018 Alice Rachele Arlach, ma anche su RaiUno. Nella giornata più calda dell’anno, sono stati in tantissimi i colleghi storici e VIP che hanno lavorato con Anthony, ma anche tanti altri personaggi del mondo dell’arte, musica, spettacolo, cultura e della vita pubblica, che non hanno voluto far mancare il loro affetto, la loro vicinanza ed i loro auguri al festeggiato per il compimento dei suoi 35 anni di vita a la sua rinascita. A creare un parterre esclusivo, nella incantevole location da sogno "Oasi Kadir" che, sulle alture di Roma, rendeva anche sopportabile con i suoi ampissimi spazi di verde e la sua grande estensione il caldo della giornata di picco delle temperature estive del 2019, c’erano tantissimi nomi noti e vorremmo ricordarli tutti, ma occorrerebbero considerevoli spazi. Ci limitiamo quindi a ricordare Patrizia Mirigliani, persona che può rappresentare un legame con il Doc Italy per essere la patron del concorso nazionale Miss Italia e portare in alto la bellezza femminile delle donne, poi ancora due Ambasciatrici Doc Italy Fioretta Mari e Manuela Metri che portano il cinema ed il teatro italiano nel mondo con i loro insegnamenti e fra i tanti giornalisti presenti all’evento Alessandra Senise, Donatella Gimigliano e Paola Comin che fra i suoi tanti importanti uffici stampa ha curato quello di Alberto Sordi per l’intera vita, la make up artist Antonella Ciasca, sorella del notissimo Robin e l’ex Prefetto di Forlì–Cesena, Fulvio Rocco de Marinis. Per il mondo dell’imprenditoria, fra i tanti ricordiamo da Salerno Flavio Gioia produttore dell’omonimo caffè Bio e il napoletano ma residente a Roma Fabio Rinaldi inventore e realizzatore del famoso liquore “Mojitello” con il quale ha omaggiato anche Anthony Peth in uno dei giorni più importanti della sua vita. Con il suo solito e sincero affetto e tanta gioia Anthony Peth ha accolto gli invitati alla sua serata, che per una volta tanto sospendendo per alcune ore i suoi tanti impegni di lavoro, ha potuto vivere anche con la presenza di mamma, papà e Martina, la sua nipotina. Per deliziare i noti ospiti, sono giunte a Roma da un capo all'altro dello stivale, le eccellenze assolute “Doc Italy Selection”: la Veneta "Tenuta Baron", la laziale "Casata Mergè", la Piemontese "Risoinfiore", dal Lazio Olio EVO “..di Notte", realizzato con olive raccolte in ore notturne dal frantoio Pierluigi Presciuttini, sempre per il Lazio è intervenuto il Caseificio Belladonna, dalla Toscana l’azienda "Boscovivo", nata nel 1982 a opera di Alfredo Landucci e Franca Bianchini, per l’esaltazione del tartufo che anche attraverso prodotti derivati dal prezioso bulbo, ha ottenuto anche numerosi riconoscimenti dalle più alte autorità del settore culinario italiano ed estero come quello decretato dall’Accademia Italiana di Gastronomia Storica della quale l’Ambasciatore del Doc Italy per la Campania Giuseppe De Girolamo detiene la carica di Prefetto, per questo sodalizio, nella stessa regione. Poi una grande rappresentanza Pugliese grazie all’Ambasciatore del Gusto Doc Italy per la Pizza Bari Vincenzo Florio e la sua straordinaria selezione di Tipicità: Agricola del Sole con pomodori Secchi, Friselle, Creme di Piselli e Timo, Pomodorini Secchi, Cime di Rapa, Rape di Spirito Contadino, Olio e Vini di Masseria Faraona, Stracciatella del "Caseificio la Daia", Semola d'Autore Selezione Casillo. Hanno stupito tutti per le loro bravure i "Maestri del Gusto" che hanno rapito l’attenzione degli ospiti con show cooking e taglio di prosciutto a mano con il vero professionista Mirko Giannella, i maestri dell’Arte culinaria, lo Chef Maurizio Campoli (Oasi Kadir), il Maestro Pizzaiolo Vincenzo Florio, lo Chef Davide Tedone (Giuvida Luxury Events), lo Chef/Maestro Pizzaiolo Giampaolo Maffei che ha deliziato tutti con le sue pluripremiate polpette. La perfetta organizzazione di Doc Italy non poteva non prevedere, oltre l’accompagnamento musicale per l’intera serata e fino a notte inoltrata, con l’impegno di Salvatore Arnone nel documentare attraverso i suoi scatti fotografici altamente professionali, l’incontro di Anthony con i tanti personaggi e tutti i momenti salienti della kermesse, la conclusione della giornata con il taglio della “monumentale Torta” realizzata dal Maestro Pasticcere e Ambasciatore Doc Italy per Foggia, Ciro Chiazzino, l'Arte del Gusto. Un brindisi finale per auspicare nuovi successi che Anthony, con la sua bravura certamente conquisterà e una serie di cocktail realizzati come per tutta la durata dell’evento dall’open bar presente, sono stati l’arrivederci a presto.

Joseph Peppebar

 

]]>
Cercasi un Agente di Polizia Municipale a Cancello ed Arnone Mon, 01 Jul 2019 15:08:00 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/575152.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/575152.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Presentazione delle domande entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 29/07/2019

Dalla Casa Municipale di Cancello ed Arnone, si rende noto che si intende coprire n. 1 posto, a tempo indeterminato, di Categoria “C” giuridico – profilo professionale: “Agente di Polizia Municipale”, mediante mobilità esterna volontaria, ai sensi dell’art. 30, comma 1, del D.l.gs. 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni.

Le domande, redatte in carta semplice utilizzando esclusivamente il modulo “Allegato A)” accompagnate da un dettagliato curriculum compilato in conformità al modello “Allegato B)”, dovranno pervenire al protocollo del Comune di Cancello ed Arnone (CE) – P.zza Municipio n. 1 – 81030 – Cancello ed Arnone (CE), entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 29 LUGLIO 2019 a mezzo raccomandata A/R, a mezzo PEC all’indirizzo protocollo.cancelloedarnone@asmepec.it oppure consegnate a mano direttamente all’Ufficio Protocollo dell’Ente durante l’orario di apertura al pubblico.

Ai fini della presente procedura, non verranno prese in considerazione le eventuali domande di mobilità già in possesso del Comune; pertanto, coloro che abbiano già inoltrato domanda di mobilità e siano tuttora interessati, dovranno presentare una nuova domanda secondo le modalità ed i tempi sopra indicati.

Le domande non sottoscritte, spedite o consegnate oltre il termine anzidetto o non compilate con le indicazioni riportate nel fac-simile, non verranno prese in considerazione.

Per informazioni più dettagliate, (requisiti richiesti – Allegato A) e Allegato B) – valutazione delle domande – colloquio - formazione della graduatoria ecc.) è possibile consultare il sito istituzionale dell’Ente al seguente indirizzo:

http://cloud.urbi.it/urbi/progs/urp/ur1ME002.sto?StwEvent=102&DB_NAME=wt00002765&IdMePubblica=791&Archivio=

 

 

]]>
L’11 luglio il termine ultimo per l’affidamento dell’appalto dei servizi legali a favore del Comune di Cancello ed Arnone Thu, 27 Jun 2019 18:30:31 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/574292.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/574292.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Il vicesindaco Angelo Caputo rende noto che, sull’Albo Pretorio del Comune, sono stati pubblicati:

1)                 il “Bando Pubblico per l’affidamento dell’appalto dei servizi legali a favore del COMUNE DI CANCELLO ED ARNONE – PRATICHE E GIUDIZI CIVILI DI COMPETENZA DEL GIUDICE DI PACE E DEL TRIBUNALE CIVILE – MATERIA ESECUZIONI”;

2)                 il “Bando Pubblico per l’affidamento dell’appalto dei servizi legali a favore del Comune di CANCELLO ED ARNONE – PRATICHE E GIUDIZI AMMINISTRATIVI, CONTABILI, MAGISTRATURE SUPERIORI E CIVILI”.

Il servizio legale da espletare per quanto riguarda il primo bando comprende:

-                   la gestione del contenzioso avente ad oggetto le controversie attive e passive dell’Ente dinanzi al Giudice di Pace, ivi inclusi i giudizi aventi ad oggetto sanzioni amministrative, nonché i giudizi dinanzi al tribunale limitatamente alla materia dell’esecuzione;

-                   il supporto giuridico/legale ai vari uffici comunali in merito alla correttezza degli atti e/o della procedura da adottare a tutela dell’Ente ed ai fini della prevenzione del contenzioso.

Il secondo bando, invece, comprende:

-                   la gestione del contenzioso: rappresentanza in giudizio, patrocinio legale, assistenza e difesa in tutte le controversie attive e passive dell’Ente di competenza del Giudice Amministrativo, del Giudice Contabile e delle Magistrature Superiori, nonché del Giudice Civile;

-                   il supporto giuridico/legale ai vari uffici comunali in merito alla correttezza degli atti e/o della procedura da adottare a tutela dell’Ente ed ai fini della prevenzione del contenzioso.

Per partecipare alla selezione i candidati, a pena di esclusione, dovranno far pervenire, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 11.07.2019 la loro manifestazione di interesse.

Per informazioni più dettagliate (requisiti richiesti - modalità di partecipazione - durata del servizio - importo a base d’asta - criterio di aggiudicazione ecc.) consultare il sito istituzionale dell’Ente ai seguenti indirizzi: 

Primo bando:

(PRATICHE E GIUDIZI CIVILI DI COMPETENZA DEL GIUDICE DI PACE E DEL TRIBUNALE CIVILE – MATERIA ESECUZIONI)

http://cloud.urbi.it/urbi/progs/urp/ur1ME002.sto?StwEvent=102&DB_NAME=wt00002765&IdMePubblica=777&Archivio=

Secondo bando:

(PRATICHE E GIUDIZI AMMINISTRATIVI, CONTABILI, MAGISTRATURE SUPERIORI E CIVILI) http://cloud.urbi.it/urbi/progs/urp/ur1ME002.sto?StwEvent=102&DB_NAME=wt00002765&IdMePubblica=778&Archivio=

 

]]>
L’11 luglio il termine ultimo per l’affidamento dell’appalto dei servizi legali a favore del Comune di Cancello ed Arnone Thu, 27 Jun 2019 18:30:09 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/574291.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/campania/574291.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Il vicesindaco Angelo Caputo rende noto che, sull’Albo Pretorio del Comune, sono stati pubblicati:

1)                 il “Bando Pubblico per l’affidamento dell’appalto dei servizi legali a favore del COMUNE DI CANCELLO ED ARNONE – PRATICHE E GIUDIZI CIVILI DI COMPETENZA DEL GIUDICE DI PACE E DEL TRIBUNALE CIVILE – MATERIA ESECUZIONI”;

2)                 il “Bando Pubblico per l’affidamento dell’appalto dei servizi legali a favore del Comune di CANCELLO ED ARNONE – PRATICHE E GIUDIZI AMMINISTRATIVI, CONTABILI, MAGISTRATURE SUPERIORI E CIVILI”.

Il servizio legale da espletare per quanto riguarda il primo bando comprende:

-                   la gestione del contenzioso avente ad oggetto le controversie attive e passive dell’Ente dinanzi al Giudice di Pace, ivi inclusi i giudizi aventi ad oggetto sanzioni amministrative, nonché i giudizi dinanzi al tribunale limitatamente alla materia dell’esecuzione;

-                   il supporto giuridico/legale ai vari uffici comunali in merito alla correttezza degli atti e/o della procedura da adottare a tutela dell’Ente ed ai fini della prevenzione del contenzioso.

Il secondo bando, invece, comprende:

-                   la gestione del contenzioso: rappresentanza in giudizio, patrocinio legale, assistenza e difesa in tutte le controversie attive e passive dell’Ente di competenza del Giudice Amministrativo, del Giudice Contabile e delle Magistrature Superiori, nonché del Giudice Civile;

-                   il supporto giuridico/legale ai vari uffici comunali in merito alla correttezza degli atti e/o della procedura da adottare a tutela dell’Ente ed ai fini della prevenzione del contenzioso.

Per partecipare alla selezione i candidati, a pena di esclusione, dovranno far pervenire, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 11.07.2019 la loro manifestazione di interesse.

Per informazioni più dettagliate (requisiti richiesti - modalità di partecipazione - durata del servizio - importo a base d’asta - criterio di aggiudicazione ecc.) consultare il sito istituzionale dell’Ente ai seguenti indirizzi: 

Primo bando:

(PRATICHE E GIUDIZI CIVILI DI COMPETENZA DEL GIUDICE DI PACE E DEL TRIBUNALE CIVILE – MATERIA ESECUZIONI)

http://cloud.urbi.it/urbi/progs/urp/ur1ME002.sto?StwEvent=102&DB_NAME=wt00002765&IdMePubblica=777&Archivio=

Secondo bando:

(PRATICHE E GIUDIZI AMMINISTRATIVI, CONTABILI, MAGISTRATURE SUPERIORI E CIVILI) http://cloud.urbi.it/urbi/progs/urp/ur1ME002.sto?StwEvent=102&DB_NAME=wt00002765&IdMePubblica=778&Archivio=

 

]]>
Al via Malazè 2019, XIV edizione Wed, 19 Jun 2019 22:34:43 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571086.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/571086.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Con i Campi Flegrei straordinaria offerta, di storia e mito, gusto e archeologia, cultura e natura

Successo all’Akademia cucina & more ed in serata all’Alma Beach di Pozzuoli, (via Miliscola, 191 Pozzuoli), entrambe sul Lago di Lucrino, per l’Anteprima della XIV edizione di Malazè. Entusiasta Rosario Mattera, ideatore e realizzatore della manifestazione divenuta negli anni il più grande festival ArcheoEnoGastronomico dei Campi Flegrei, che superando ogni difficoltà anche i momenti di crisi economiche nazionali e mondiali, è riuscito a far sopravvivere questo evento annuale ed al tempo stesso a migliorarlo sempre più attraverso la dedizione, l’attenzione e l’amore per la propria terra. Mattera, che con gran spirito di abnegazione ha portato sempre più su questa sua creatura, ha accolto la stampa intervenuta al “Malazè Day”, iniziato nell’ex Ninfea, presentando con il “Nun Vac e’ Press Tour” il programma 2019 che si svolgerà dal 14 al 24 settembre e che ha avuto come tema il lago d’Averno, uno degli hub della manifestazione. I tanti giornalisti invitati all’evento e che hanno seguito la conferenza stampa di presentazione di Malazè 2019, sorbendo deliziosi drink e cruditè oltre che sfizioserie di accompagnamento offerte dalla struttura ospitante, al termine dell’intervento di Mattera e di altri collaboratori della comunità Malazè, si sono partiti per un non breve percorso a piedi al fine di approfondire e meglio scoprire il lago d’Averno, accompagnati dalle guide ambientali Giuseppe Ioffredo e Giuseppe Matino. Rispondendo quindi alle finalità dello slogan, che da quattro anni ideato da Mattera, ha l’obiettivo non tanto di presentare Malazè ormai nota, ma di far conoscere meglio ai giornalisti il territorio Flegreo. Le due guide, ora senza lavoro perché ex dipendenti del Vulcano Solfatara, licenziati, per la nota chiusura della stessa in seguito alla triste sciagura che ha colpì una famiglia in felice vacanza, sulla quale si svolgono ancora indagini giudiziarie, sono state ringraziate da Mattera in conferenza, per aver supportato l’iniziativa annuale sui Campi Flegrei nel guidare il gruppo di giornalisti nel Nun Vac e' Press Tour. Mattera, ha colto l'occasione per lanciare l'ennesimo appello per la riapertura del Vulcano Solfatara, unico vero attrattore turistico dei Campi Flegrei insieme alla città sommersa di Baia che non può aspettare più i tempi biblici della magistratura. Il tour podistico, ha permesso di visitare il lago d’Averno (lato destro) con la sue coltivazioni prioritarie di Piedirosso e Falanghina del Vigneto Storico Mirabella e Cantine dell’Averno. Non sono mancati momenti di relax con la degustazione riservata agli ospiti, degli stessi vini doc dei Campi Flegrei e nella Masseria Sardo, l’assaggio di prodotti dell’azienda agricola, per poi al ritorno della passeggiata, far sosta all’ingresso della Grotta di Cocceio, Giardino dell’Orco anche qui con grande accoglienza di dolci e bevande e alla pseudo Grotta della Sibilla. Poi la fase conclusiva del “Malazè Day”, al complesso Alma Beach, dove si sono potuti apprezzare valori, sapori e potenzialità, della cucina offerta dalle tante aziende vinicole, birraie artigianali, casearie, ristorative ed altre, con in primis “La Bottega dei Semplici Pensieri”, presente con alcuni dei suoi ragazzi “Speciali”, che ultimamente hanno risposto con grande partecipazione ed impegno ad un corso per Barmen che l’Aibes Campania con il suo fiduciario Luigi Gargiulo, il vice Rosario Restino, il socio Renato De Simone e numerosi altri soci hanno offerto gratuitamente a questi giovani pieni di volontà di vita e divere la stessa. Il Malazè Community Party dell’Alma Beach è servito anche a finanziare questo grande evento che richiede oltre l’impegno fisico partecipativo del tanti che credono in una iniziativa che raccoglie sempre più notorietà e consensi, anche la necessità di raccolta fondi per le spese vive di realizzazione. Con questa edizione, come già da diverse, Malazè intende tutelare e valorizzare i beni dei Campi Flegrei, culturali e ambientali con il food, il sociale ed il fare impresa che vanno a coniugarsi con sviluppo, identità e sostenibilità, partendo dalla convinzione che “#DASOLINONSIVADANESSUNAPARTE”. Infatti un lavoro svolto “Tutti insieme” ha portato nel corso degli anni Malazè a divenire un laboratorio diffuso di innovazione territoriale, con sperimentazioni che portano alla realizzazione di nuovi percorsi di sviluppo, cultura, creatività che sviluppano ed ampliano la notorietà dei Campi Flegrei già noti nel mondo per essere lea terra dove Greci e Romani hanno portato cultura, viti, piantagioni varie e tant’altro. Come dichiara infatti Mattera, è importante il lavoro svolto in questi anni anche per gli evidenti successi ottenuti con Malazè, come la disponibilità di professionisti offertisi gratuitamente con i loro saperi per realizzare la manifestazione e che hanno ottenuto poi fama, affermazione ed apprezzamento del pubblico per le professionalità espresse. Tre hub culturali saranno i protagonisti di Malazè 2019: in primis il lago d’Averno ante 1538 che comprende anche quello di Lucrino; per l’hub Natura il cratere degli Astroni, mentre l’altro hub è all’interno del Rione Terra dove dovrebbe realizzarsi il progetto Malazè del Salone del vino, da vitigno a piede franco, che intende però lasciare al territorio e agli imprenditori di queste viti particolari coltivate in questo modo, il successo che meritano. I tre hub, partiranno da mattina a sera nelle giornate dal 14 al 24 settembre, e comunque ci sarà una domenica di vecchio stampo Malazè, ma la cosa importante è il ritorno del food con la partecipazione di 30 ristoratori di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Quarto, Napoli, Giugliano e non solo, pieni di entusiasmo, molti dei quali giovani, che all’interno di questa comunità ci si augurano possa nascere, per loro stessa e spontanea volontà, il volersi mettere insieme al fine di organizzare per il prossimo anno la nascita di un Community Party dei ristoratori dei Campi Flegrei, dove lo stesso Rosario Mattera aspira ad essere nominato presidente. Ulteriori info su: www.malaze.it

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
L’intensa attività dell’Associazione Internazionale Guido Dorso Giovedì 20 in Senato e Venerdì 21 a Napoli Sat, 15 Jun 2019 07:38:08 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569446.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/569446.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Sarà, come di consueto, la sala Zuccari di Palazzo Giustiniani al Senato della Repubblica, ad ospitare, giovedì 20 giugno 2019, alle ore 16, la consegna dei riconoscimenti della 40ma edizione del premio Guido Dorso, promossa dall’Associazione Internazionale Guido Dorso. L’iniziativa – patrocinata dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Università degli studi di Napoli “Federico II” – segnala dal 1970 contestualmente giovani studiosi del nostro Mezzogiorno e personalità del mondo istituzionale, economico, scientifico e culturale che “hanno contribuito con la loro attività a sostenere le esigenze di sviluppo e di progresso del Sud”. Il Premio Dorso istituito dall’omonima associazione presieduta da Nicola Squitieri, consiste in un’artistica opera in bronzo realizzata in esclusiva dallo scultore di fama internazionale, Giuseppe Pirozzi, destinatario, nel 1980, del riconoscimento. Il prestigioso riconoscimento agli “ambasciatori” del Mezzogiorno, il Premio Internazionale “Guido Dorso”, giunto all’importante traguardo della 40ma edizione, nasce a Napoli nel 1970, per iniziativa di un gruppo di giovani studiosi della questione meridionale con la condivisa adesione della famiglia Dorso e il patrocinio della rivista “Politica meridionalista – Civiltà d’Europa”, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell’Università degli studi di Napoli “Federico II”. Assegnatari del prestigioso trofeo quest’anno sono: Federico Cafiero de Raho, procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo; Giovanni Pezzulo, Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr; Tommaso Russo, professore di biologia molecolare dell’università di Napoli “Federico II”; Marco Salvatore, fondatore de “Il Sabato delle idee”; Luigi Traettino, presidente Confindustria Caserta; Marco Esposito, giornalista-scrittore; Jean Noel Schifano, già direttore dell’Istituto francese di Napoli; Loredana Pirone, laureata presso il dipartimento di Scienze politiche della “Federico II” con la tesi in Politiche territoriali e governance delle amministrazioni locali, dal titolo “La questione metropolitana: il caso Napoli e Bordeaux”.
La targa di rappresentanza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, destinata alla 40ma edizione del premio è stata quest’anno conferita dall’associazione Dorso alla Fondazione per la ricerca sul cancro “De Beaumont-Bonelli” presieduta dal prof. Giulio Tarro. A seguire la giornata romana in Senato, l’Associazione Internazionale Guido Dorso, ha inoltre organizzato per Venerdì 21 Giugno 2019, alle ore 17.30, al Blu di Prussia, Via Filangieri, 42, Napoli,  un incontro a con Jean-Noël Schifano, Premio Dorso 2019 dal tema: “NAPOLI TRA STORIA, MITO E REALTA”.

 

 

]]>
A Palazzo Giustiniani i riconoscimenti ai nuovi “Ambasciatori del Mezzogiorno” PREMI: AL SENATO LA CONSEGNA DEL “GUIDO DORSO” Mon, 10 Jun 2019 19:40:47 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/567136.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/567136.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Targa di Mattarella alla Fondazione per le ricerche sul cancro “De Beaumont-Bonelli”

L’iniziativa giunta alla 40° edizione

Saranno consegnati al Senato della Repubblica, giovedì 20 giugno, alle ore 16, presso la sala Zuccari di palazzo Giustiniani, i premi “Guido Dorso”, promossi dall’omonima associazione presieduta da Nicola Squitieri. L’iniziativa - patrocinata dal Senato della Repubblica, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dall’Università degli studi di Napoli “Federico II” - segnala dal 1970 contestualmente giovani studiosi del nostro Mezzogiorno e personalità del mondo istituzionale, economico, scientifico e culturale che “hanno contribuito con la loro attività a sostenere le esigenze di sviluppo e di progresso del Sud”. Destinatari quest’anno dei riconoscimenti della 40ma edizione sono: Federico Cafiero de Raho, procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo; Giovanni Pezzulo, Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr; Tommaso Russo, professore di biologia molecolare dell’università di Napoli “Federico II”; Marco Salvatore, fondatore de “Il Sabato delle idee”; Luigi Traettino, presidente Confindustria Caserta; Marco Esposito, giornalista-scrittore; Jean Noel Schifano, già direttore dell’Istituto francese di Napoli; Loredana Pirone, laureata presso il dipartimento di Scienze politiche della “Federico II” con la tesi in Politiche territoriali e governance delle amministrazioni locali, dal titolo “La questione metropolitana: il caso Napoli e Bordeaux”.

La targa di rappresentanza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, destinata alla 40ma edizione del premio è stata quest’anno conferita dall’associazione Dorso alla Fondazione per la ricerca sul cancro “De Beaumont-Bonelli” presieduta dal prof. Giulio Tarro. Il riconoscimento viene annualmente assegnato ad una istituzione che opera per il progresso scientifico, economico e culturale del Mezzogiorno.

La commissione giudicatrice è composta da Andrea Amatucci, presidente del comitato scientifico dell’associazione Dorso; Massimo Inguscio, presidente del CNR; Gaetano Manfredi rettore dell’università di Napoli “Federico II” e presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane e Nicola Squitieri, presidente dell’associazione Dorso.

Nell’albo d’onore dei vincitori del “Guido Dorso” figurano alcuni tra i più autorevoli esponenti del mondo delle istituzioni, della ricerca, dell’economia e della cultura: da Giovanni Leone a Giorgio Napolitano; da Renato Dulbecco a Franco Modigliani; da Antonio Marzano a Pietro Grasso; da Pasquale Saraceno a Francesco Paolo Casavola; da Antonio D’Amato a Dominick Salvatore. Il premio Dorso consiste in un’artistica opera in bronzo creata, in esclusiva, dallo scultore Giuseppe Pirozzi.

“Nelle 40 edizioni del Premio Dorso – ha ricordato Nicola Squitieri – 44 sono stati i giovani studiosi autori di tesi o di monografie inedite sul Mezzogiorno e ben trecento i destinatari delle sezioni speciali tutti espressione del mondo delle istituzioni, dell’economia e della cultura che hanno onorato e che onorano il nostro Mezzogiorno. In loro ci piace vedere una parte importante di quei “cento uomini di ferro” auspicati da Dorso per la rinascita del Sud. Una rinascita – ha sostenuto Squitieri – che potrà essere realizzata soltanto attraverso un corale impegno da parte di tutti: istituzioni, classe dirigente, cittadini, per definire un comune progetto di riscatto economico e morale”.

“L’iniziativa – come ha sottolineato Francesco Saverio Coppola, segretario generale dell’Associazione – propone ancora una volta – nel ricordo del messaggio politico e morale di Guido Dorso – una significativa occasione di memoria del grande patrimonio di cultura e identità del nostro Mezzogiorno da preservare e adeguatamente valorizzare. I 40 anni del Premio – ha infine annunciato Coppola - saranno ricordati nell’anno con una serie di eventi promossi dall’Associazione Dorso, di alto valore culturale, dall’udienza al Quirinale, alla pubblicazione di un volume sulla storia del Premio Dorso, alla celebrazione di un convegno di studi su Giulio Pastore a cinquant’anni dalla morte.”

 

Per ulteriori informazioni: www.assodorso.it           info@assodorso.it

 

]]>