Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Business France Italia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Business France Italia Thu, 20 Feb 2020 03:56:50 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/utenti/10074/1 La filiera ferroviaria francese sempre in prima linea a InnoTrans 2016 Mon, 25 Jul 2016 15:47:04 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/400296.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/400296.html Business France Italia Business France Italia Berlino 20-23 settembre

 

 

Business France, l’agenzia nazionale per lo sviluppo internazionale dell’economia francese, organizza il rappresentativo padiglione collettivo francese al salone InnoTrans, vetrina mondiale dell’industria ferroviaria. Le 95 società francesi presenti, di cui circa il 30% sono nuovi espositori, proporranno i loro prodotti, servizi e competenze. Molte di queste sono accompagnate dal loro cluster o dalla loro Regione ed esporranno nelle Hall 3.2, 11.2 e 26b del Padiglione Francia, su una superficie totale di oltre 1.700 m².

Altre 90 aziende rafforzeranno la presenza francese con stand individuali.

 

5 sponsor del settore industriale e dell’alta tecnologia testimoniano le competenze francesi e sono partner di Business France in occasione del salone: CENTRALP, uno dei leader dell’elettronica di bordo (www.centralp.fr); CIM, gruppo specializzato nella manutenzione del materiale rotabile (www.cimgroupe.com); CORYS, punto di riferimento per la progettazione e la realizzazione di simulatori di guida (www.corys.com); FLERTEX, specializzato in guarnizioni d’attrito per freni a disco e pastiglie per freni (www.flertex.fr); NEXTER ELECTRONICS, professionista dell’ingegneria dei sistemi elettronici di bordo (www.nexter-group.fr).

 

Intervista a Marie-Gabrielle VAILLANDET, organizzatrice del Padiglione Francia a InnoTrans

 

Cosa vi ha spinto a scegliere Fer de France come partner di Business France per questa edizione?

 

Fer de France è partner del Padiglione Francia per la seconda volta. Quest’Associazione professionale, creata nel 2012, riunisce tutti gli operatori pubblici e privati del settore ferroviario: enti pubblici, aziende di trasporto pubblico, operatori del trasporto passeggeri e merci, gestori delle infrastrutture, industrie e società d’ingegneria. Rappresentano oltre 30 miliardi di fatturato stimato nel settore ferroviario e circa 300.000 addetti.

 

La presenza di Fer de France al Padiglione Francia è in linea con la sua vocazione di porre l’eccellenza e l’esperienza di tutta la filiera ferroviaria francese al servizio della visione globale e delle ambizioni comuni in Francia e in tutto il mondo. Fer de France vuole migliorare l’efficacia dei partner della filiera come i poli di competitività, le Università, le scuole e gli Istituti di ricerca tecnologica. Impegnata nella transizione energetica e nella gestione dei cambiamenti climatici, Fer de France vuole ribadire la sfida del trasferimento modale verso modelli puliti e principalmente verso il ferroviario, il più efficiente in termini di consumi di energia, di decongestione, di utilizzo delle infrastrutture e degli spazi.

 

Per questo, Fer de France affianca Business France in un portale di promozione internazionale dell’offerta ferroviaria francese: www.french-rail-industry.com

Questo sito in lingua inglese, promuove l’intero settore, presenta alcune importanti realizzazioni di aziende francesi all’estero, così come i principali eventi dell’anno dove le aziende sono presenti. Il sito consente agli appaltatori stranieri di consultare il profilo delle aziende francesi di loro interesse e di interpellarle direttamente grazie ad uno spazio dedicato.

 

La Francia è riconosciuta come un Paese innovativo in campo ferroviario; come sarà valorizzato quest’aspetto delle aziende francesi?

 

Organizzeremo per la prima volta un Gran Premio PMI; si tratta per Business France di perseguire la propria missione di supporto, incoraggiando gli sforzi delle aziende che partecipano al Padiglione Francia nella promozione e nel lancio delle proprie novità.

La selezione sta per essere presentata e riguarderà essenzialmente i settori dei componenti meccanici controllati da sistemi elettronici e i controlli di sicurezza.

 

Quali sono i punti di forza dell’offerta ferroviaria francese?

 

L’esperienza degli espositori francesi, le loro competenze tecnologiche e la loro capacità d’innovazione consentono all’industria ferroviaria francese di essere riconosciuta a livello internazionale e di porsi al terzo posto mondiale. In Europa, la filiera ferroviaria francese, con 1.500 aziende e un fatturato di oltre 4 miliardi di euro, di cui 1,2 miliardi di euro di esportazioni, occupa il secondo posto dietro la Germania. È una filiera d’eccellenza del Paese, che vanta una reputazione di fama mondiale e che può contare, in tutti i suoi comparti d’attività, su uno o più leader internazionali.

 

A InnoTrans, gli espositori del Padiglione Francia operano in tutte le categorie della filiera: tra queste, le più rappresentative sono: i componenti meccanici per il materiale rotabile (45%), l’allestimento delle vetture (17%), le infrastrutture (14%) e i sistemi elettronici di bordo dei treni (12%).

 

I professionisti stranieri possono già scoprire le innegabili competenze della filiera ferroviaria francese sul portale di promozione internazionale: www.french-rail-industry.com e venire a incontrare le aziende nei seguenti Padiglioni:

 

Hall 3.2, Stand 301; Hall 11.2, Stand 110; Hall 26b, Stand 115

 

Per maggiori informazioni:

 

BUSINESS FRANCE

Marie-Gabrielle VAILLANDET

Capo progetto per il settore ferroviario

Tel.: +33 (0)1 40 73 32 34

E-mail: marie-gabrielle.vaillandet@businessfrance.fr

Sito web: www.businessfrance.fr

 

Oppure contattare:

Business France Italia

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

]]>
Plant Inter Cluster Meeting 2016 Mon, 25 Jul 2016 10:24:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/400231.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/400231.html Business France Italia Business France Italia Incontro annuale dedicato ai professionisti della filiera agricola

19 e 20 settembre 2016 a Montpellier (F)

 

Il Plant Inter Cluster Meeting è un evento internazionale organizzato da QUALIMÉDITERRANÉE, in collaborazione con i suoi partner VÉGÉPOLYS e TERRALIA. La 6a edizione si svolgerà dal 19 al 20 settembre 2016 a Montpellier (F).

Nel corso delle due giornate, una dozzina di poli di competitività europei, provenienti da Italia, Danimarca, Spagna, Francia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, ecc, insieme a aziende, s’incontreranno per partecipare a workshop e riunioni di lavoro, per scoprire le piattaforme tecniche e ottimizzare le collaborazioni in progetti europei del settore agricolo. 

Il Plant Inter Cluster Meeting 2016 si focalizzerà sulle seguenti manifestazioni:

  

- riunioni B2B: occasione per incontrare futuri partner o potenziali clienti;

 

- workshop europei: gruppi che consentono di sviluppare progetti o collaborazioni nell’ambito d’inviti a presentare proposte per il programma Orizzonte 2020, sfida sociale 2 (sicurezza alimentare, agricoltura e silvicoltura sostenibili, ricerche marine, marittime e sulle acque interne e bioeconomia);

- workshop 1: nuove proposte per la produzione agricola, al fine di combattere contro i fattori di stress biotici (malattie, parassiti, erbacce, ...), per la biostimolazione con lo scopo di favorire la crescita o proporre una migliore resistenza agli stress abiotici (freddo, caldo, scarsità d’acqua, ...), per migliorare la fertilizzazione, ecc;

- workshop 2: servizi digitali per l’agricoltura, l’ICT, la raccolta selettiva, il controllo mirato delle piante infestanti, la fertilizzazione selettiva e rispettosa dell’ambiente, la protezione selettiva delle piante (compresi gli strumenti dedicati a una lotta integrata ai parassiti), e strumenti specifici per il monitoraggio dell’irrigazione;

- workshop 3: cooperazione tra cluster. Organizzazione e sviluppo di collaborazioni tra poli di competitività europei nell’ambito del Plant Inter Cluster Meeting attraverso programmi comunitari, quali INTERREG e COSME, per acquisire informazioni sulle aree di competenza degli operatori interessati, comprese le forme alternative all’agricoltura tradizionale e a quella selettiva, per definire un piano d’azione comune.

Il programma prevede la visita della piattaforma di viticoltura selettiva EcosprayViti dell’IFV e dell’IRSTEA, di GEOSUD (GEOinformation for SUstainable Development), http://geosud.teledetection.fr/ e/o della piattaforma di tecnologia alimentare di Qualisud, http://plateforme-technologie-agroalimentaire.cirad.fr/

Una quota di partecipazione di 120 euro (IVA compresa) è richiesta come contributo ai costi legati all’organizzazione; 60 euro per i membri di Végépolys, Terralia e Qualiméditerranée.

 

Iscrizioni per PMI, poli di competitività, università, laboratori e centri di ricerca e sviluppo. La lingua di lavoro è l’inglese.

Iscrizione e programma completo: https://www.b2match.eu/pic2016

 

Contatto:

Isabelle GUICHARD

guichard@qualimediterranee.fr

Tel.: 33 467 047 562

  

Per maggiori informazioni:

http://www.vegepolys.eu/en/plant-intercluster/home/

  

Oppure:

Business France Italia

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

]]>
I primi 25 anni di PRAMEX INTERNATIONAL (Gruppo BPCE) in Italia Tue, 19 Jul 2016 12:11:05 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/399633.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/399633.html Business France Italia Business France Italia Il 5 luglio 2016, PRAMEX International ha festeggiato al Palazzo Giureconsulti di Milano, insieme a Business France (servizi commerciali dell’Ambasciata di Francia), Invest in Lombardy e Promos (Azienda Speciale per le attività internazionali della Camera di Commercio di Milano) i suoi primi 25 anni di attività in Italia.

PRAMEX International fa parte del Gruppo BPCE, il secondo gruppo bancario francese con le reti Banque  Populaire, Natexis e Caisses d’Epargne e primo per le PMI, che conta oltre 110.000 collaboratori e 35 milioni di clienti.

PRAMEX International si è affermato come un partner operativo di primo piano per favorire lo sviluppo delle PMI sui mercati esteri, offrendo loro servizi di consulenza, supporto giuridico, fiscale e amministrativo e di accompagnamento in caso di acquisto di società estere.

Nel 1975 il gruppo BPCE (ancora Banque Populaire) creava PRAMEX International, una filiale specializzata nell’accompagnamento all’estero dei propri clienti. Oggi PRAMEX International è presente a livello mondiale con uffici in 15 paesi e collabora con 1.000 imprese francesi ogni anno.

In questo contesto, l’Italia è da sempre stata un punto di riferimento e l’ufficio di Milano festeggia quest’anno il suo 25° compleanno. PRAMEX International in Italia rappresenta un punto di riferimento per le PMI e le imprese di taglia intermedia (Mid Cap) che vogliono aprire e gestire una struttura giuridica. L’insediamento sui mercati esteri e in particolare in Italia, o nei paesi vicini per le PMI francesi è oggi un’esigenza per rispondere alle sfide di un mercato maturo dove il servizio e la prossimità dei clienti sono importanti quanto la qualità dei prodotti.

                                        

 

Da un’inchiesta realizzata nel 2014 dal Centro Studi di PRAMEX International, emerge che le PMI e le Mid Cap sono il 95% delle imprese francesi internazionalizzate, con un fatturato delle esportazioni corrispondente al 20%, e con ricavi delle loro filiali all’estero che superano il 25% del loro stesso fatturato. La richiesta è quindi importante e nonostante la congiuntura non brillante degli ultimi anni, il successo della formula proposta da PRAMEX International in Italia non ha subito rallentamenti. Spiega Jérôme Bonnet, Country Manager Italia e Direttore Internazionale della rete estera di PRAMEX International: ”Oltre a seguire le attività di M&A per le società che hanno scelto la via della crescita esterna e quindi l’acquisto di una società italiana, proponiamo alle imprese francesi di esternalizzare presso di noi e dei nostri consulenti tutte le attività di supporto che in Italia sono comunque numerose e possibili fonti d’inesattezze e costi se gestite non correttamente: gestione amministrativa della struttura, outsourcing dell’amministrazione del personale, gestione dell’IVA, contabilità, ecc.. secondo un concetto di “one stop shop”. I settori nei quali le imprese francesi investono maggiormente e in Italia aprono succursali e filiali sono quelli legati all’industria manifatturiera in primis, ma anche dei servizi alle imprese e alle persone, l’ITC con il fenomeno sottolineato anche negli USA della French Tech, senza dimenticare la distribuzione organizzata con lo sviluppo del franchising.  L’industria e il commercio conoscono in Italia un’importante mutazione che richiede nuovi modelli e nuovi capitali. Questo momento rappresenta per le imprese francesi più moderne e innovative un’opportunità che va oltre l’andamento congiunturale di breve periodo. Siamo quindi molto ottimisti riguardo lo sviluppo della nostra attività in Italia.”

 

Per maggiori informazioni:

PRAMEX INTERNATIONAL – Groupe BPCE

Corso Matteotti, 1

20121 Milano

Tel. : +39 (02) 00 68 09 21

www.pramex.com

Oppure contattare:

Business France Italia

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

 

 

]]>
Il rendimento energetico al centro del trasporto ferroviario Wed, 01 Jun 2016 16:11:23 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/394483.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/394483.html Business France Italia Business France Italia Settore particolarmente dinamico, fulcro dello sviluppo sostenibile, il trasporto ferroviario è in piena evoluzione. Con la propria esperienza e le proprie soluzioni, Socomec aiuta gli operatori del settore ad affrontare le sfide del futuro: rendere sicuro un traffico in rapida crescita; modernizzare le reti, riducendo i costi operativi e ottimizzare il consumo di energia.
Competenze fondamentali e solide referenze
Produttore indipendente da quasi un secolo, Socomec è un gruppo industriale che conta 3.200 addetti in tutto il mondo. Le sue missioni principali sono: il controllo e la sicurezza delle reti elettriche a bassa tensione, con una maggiore preoccupazione per il rendimento energetico dei propri clienti. Impegnata nel settore dei trasporti ferroviari, il Gruppo Socomec realizza installazioni per le grandi linee, per il trasporto urbano e per gli edifici, in Francia e nel mondo.

Soluzioni su misura per le vostre esigenze più particolari
Socomec investe il 10% del proprio fatturato in R&S, ponendo l’innovazione al centro del proprio piano di sviluppo. Il Gruppo dispone inoltre di un’organizzazione dedicata alla progettazione e alla realizzazione di soluzioni personalizzate. Il supporto copre tutte le fasi del progetto, dall’analisi alla messa in servizio, fino alla formazione sul campo.

Soluzioni in bassa tensione per l’infrastruttura ferroviaria
L’offerta Socomec soddisfa le esigenze essenziali dei sistemi di segnalamento, delle strutture di distribuzione dell’energia per la trazione e delle stazioni ferroviarie.
Le soluzioni UPS e i raddrizzatori AC/DC consentono di garantire sia la fornitura di elettricità ai sistemi critici, sia l’elevata disponibilità e la qualità dell’energia. La protezione delle persone e delle strutture è assicurata da una vasta gamma, apprezzata e sperimentata, di interruttori/sezionatori, di commutatori di rete, di protezione fusibile. Inoltre, soluzioni di misura innovative consentono di sorvegliare la rete di BT in tempo reale.

Innovazioni per le applicazioni future
Socomec supporta le aziende in un percorso di sviluppo sostenibile per ridurre l’impatto ambientale del trasporto ferroviario. Le soluzioni proposte permettono sia d’implementare politiche di efficienza energetica, anche nelle installazioni critiche, sia di diventare un produttore di energia rinnovabile.

Le soluzioni di stoccaggio dell’energia, testate e validate nell’ambito del progetto Smart Grid, fanno di Socomec un vero pioniere in questo campo.

Socomec sarà presente a InnoTrans nel padiglione francese Business France
HALL 26/115, Berlino dal 20 al 23 Settembre 2016.

Contatto stampa SOCOMEC: Francesco SALERNO - Offer Communication Project Manager
Tel. +39 (0)4 44 59 87 34
e-mail : francesco.salerno@socomec.com
www.socomec.com

Oppure:
Business France Italia
Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr
Blog, twitter, Facebook

]]>
INTERTRAFFIC…la Francia sarà presente Amsterdam 5 - 8 aprile 2016 Thu, 24 Mar 2016 11:36:38 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/387259.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/387259.html Business France Italia Business France Italia La Francia sarà al Salone Intertraffic di Amsterdam, il salone mondiale di riferimento per gli operatori delle infrastrutture stradali, dell’ITS (Intelligent Transport Systems), della sicurezza stradale e del parcheggio.

Sarà presente una delegazione di società guidate da Business France, (Agenzia per lo sviluppo internazionale dell’economia francese). 

Filiera d’eccellenza in Francia, i trasporti intelligenti rappresentano un mercato annuale che si attesta sui 4,5 miliardi di Euro, con 45.000 addetti diretti nel settore privato e tra 500 e 1.000 aziende. Almeno il 50% delle attività si svolgono all’estero. 

La Francia ha, dall’inizio degli anni ’70, iniziato a utilizzare le tecnologie ICT (Information Communication Technology) per semafori e metropolitane automatiche. Questa tendenza ha accelerato negli anni ’80 e ’90 ed ha consentito di sviluppare una reale competenza in questo settore. Le conoscenze francesi nel campo dell’ITS sono riconosciute a livello mondiale. 

Le aziende francesi sono riconosciute a livello internazionale come leader nel campo dell’ITS così come la lunga esperienza che hanno nel campo della progettazione, costruzione e gestione delle infrastrutture per il trasporto. La Francia è inoltre famosa per il suo know-how in campo digitale.  

Il padiglione francese, con una superficie di 120 m2, riunirà 9 aziende rappresentative dell’industria del traffico e dei trasporti. Il riconosciuto impatto di questo salone lo rendono una tappa imperdibile per tutte le società del settore. Dinamiche e innovative, le aziende francesi metteranno in mostra l’eccellenza dei propri prodotti per conquistare i visitatori provenienti da ogni parte del mondo.

INTERTRAFFIC…la Francia sarà presente nella Hall Elicium  

 

COMATIS sviluppa soluzioni per il trasporto pubblico, basate su tecnologie di trasmissione radio. La società presenta sistemi radio di richiesta di priorità ai semafori stradali per gli autobus, e sistemi di visualizzazione delle informazioni per i passeggeri, alimentati con pannelli solari. www.comatis.com

 

 

E-totem è una rete di prese di ricarica per veicoli elettrici. Consente il semplice utilizzo di una vettura elettrica, o ibrida ricaricabile. L’utilizzo delle prese è abilitato per mezzo della carta prepagata E-totem da acquistare sul sito.

www.e-totem.fr

 

  

 

I sistemi HIKOB STATIONARY sono progettati per raccogliere nel tempo, in continuo e in modalità sincronizzata, misure distribuite su diversi punti, qualunque sia la configurazione del terreno. Adatti a tutti i contesti (strade, infrastrutture, risorse naturali, stabilimenti, apparecchiature industriali e macchine), sono precisi, affidabili, robusti ed evolutivi. www.hikob.com

 

 

INCO è una società specializzata nel settore degli ITS e gestione del traffico urbano. Le soluzioni INCO di segnalazioni luminose del traffico integrano le ultime tecnologie e i protocolli per potersi interfacciare con i sistemi esistenti. La società presenta a Intertraffic l’ultima innovazione in materia di segnaletica stradale dinamica destinata alle piste ciclabili.

 

 

Maraben è un’editore di software di sistema e di rete. Software standardizzati di telecomunicazione per produttori di equipaggiamenti automobilistici.

www.marben-products.com

 

  

Navetta elettrica, autonoma e intelligente al servizio della mobilità. Lanciata nel mese di ottobre 2015, NAVYA ARMA è un veicolo di trasporto pubblico totalmente elettrico e autonomo. Senza conducente, questa navetta intelligente e innovativa può trasportare fino a 15 persone e viaggiare fino a 45 km/h con la massima sicurezza, principalmente in luoghi privati. www.navya.tech

 

  

Specialista del rilevamento del traffico stradale, Neavia possiede una padronanza unica della rilevazione con più sensori, dell’acquisizione di dati attraverso dispositivi fissi o a bordo, del trattamento dell’informazione critica e della sua trasmissione alle piattaforme di comunicazione dei propri clienti. www.neavia.com

 

 

 

La società Opto Machines è qualificata nella progettazione di macchine speciali di misura e di controllo con una particolare conoscenza tecnica in ottica e visone industriale: controllo dimensionale, verifica dell’aspetto attraverso videocamera, laser, sistemi automatici di visione, sensori dedicati, ecc.

Prodotti: segnalatori, monitoraggio video, sonde video, … www.optomachines.fr

 

SOURIAU offre soluzioni di connessione, dai connettori conformi alle Norme nazionali e internazionali alle interconnessioni complesse destinate ai propri principali mercati. SOURIAU continua ad impegnarsi assiduamente nella progettazione e nello sviluppo al fine di fornire soluzioni innovative, mettendo a disposizione un servizio di consegna entro il giorno successivo all’ordine in tutta Europa. www.souriau.com

 

 

Per maggiori informazioni:

Business France

Aurélien SOSTAPONTI

Capo Progetto

Tel: +33 1 40 73 30 81

Email: aurelien.sostaponti@businessfrance.fr

 

Oppure contattare:

Business France Italia

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

]]>
Hannover Messe il più grande salone industriale al mondo Fri, 11 Mar 2016 15:45:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/385895.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/385895.html Business France Italia Business France Italia Fiera di Hannover 25 - 29 aprile 2016

 

Partecipa al networking breakfast 28 aprile Hall 8 Stand A19

 

 

La Francia sarà presente all’appuntamento del più importante salone industriale a livello mondiale con molte novità nella Hall Industria 4.0.

 

Le aziende francesi dei settori della subfornitura industriale, della fabbrica integrata, dell’energia, della produzione e dei processi presenteranno il loro know-how per l’“industria del futuro” ai visitatori internazionali, con la coordinazione di Business France.

 

Uno dei momenti più salienti della manifestazione sarà il networking breakfast franco-italiano al Hall 8 stand A19, dove sarà presentata l’offerta francese. A margine nei giorni di salone saranno organizzati anche incontri franco-tedeschi in collaborazione con SAP, franco-giapponesi in collaborazione con il JETRO e franco-americani con incontri B2B tra le aziende.

 

Il governo francese supporta le PMI e i grandi clienti francesi nel loro percorso verso l’industria del futuro. Al centro dell’innovazione industriale e dell’economia, la meccanica francese aiuta ad affrontare le grandi sfide del futuro: la crescita demografica e i consumi, lo sviluppo sostenibile e la mobilità, la comunicazione e la connettività. La priorità è oggi data alla modernizzazione degli utensili industriali, all’applicazione della Legge “Transizione energetica per la crescita verde”, alla gestione del piano Fabbrica del futuro integrando e promuovendo l’economia circolare: eco-progettazione (eco-design), riduzione dei rifiuti, riciclaggio, allungamento della vita dei prodotti.

 

Gli espositori francesi saranno ubicati nei Padiglioni Subfornitura industriale (forgiatura, fusione, lavorazione della lamiera, lavorazioni varie), Fabbrica integrata (controllo della produzione, processi integrati e soluzioni informatiche), Energia per la produzione (fornitura, trasporto e stoccaggio dell’energia da fonti rinnovabili e convenzionali).

 

La Francia sarà presente per la prima volta anche al Padiglione 8 “Industria 4.0” della Fiera di Hannover e presenterà il know how francese sotto la bandiera di “Créative France” con le 7 seguenti aree tecnologiche: digitalizzazione della catena del valore, automazione e robotica,  produzione additiva, monitoraggio e controllo, ruolo dell’uomo nelle tecnologie di domani, nuovi materiali ed edifici “verdi”.

 

Le varie dimostrazioni e tecnologie saranno presentate sia da Alliance pour l’Industrie du Futur, dalle Regioni, dai grandi Gruppi, sia dalle PMI e dalle start up. Da segnalare la presenza di:

 

  • REGIONE ALSAZIA CHAMPAGNE-ARDENNE LORENA, territorio con un tessuto industriale particolarmente denso e un’economia molto aperta sui mercati internazionali. La Regione sarà presente nello spazio Francia dedicato all’Industria 4.0, con una decina di aziende. Queste società, selezionate nell’ambito del piano Fabbrica del Futuro della Regione, propongono soluzioni tecnologiche innovative all’industria per migliorare la flessibilità e la connettività, con il sostegno dell’Unione Europea;

     

  • ORANGE BUSINESS SERVICES, partner di fiducia dei principali attori industriali nella loro trasformazione digitale, che si posiziona come operatore di riferimento nell’Internet of Things. Grazie alla sua competenza come integratore di servizi e forte del proprio ecosistema di partner, Orange Business Services aiuta le aziende a sfruttare tutto il potenziale del Big Data e dell’Internet of Things, formidabili vettori di crescita e d’innovazione. www.orange-business.com

 

  • Pöle SCS, è un cluster mondiale fondato nel 2005 nella regione Provence-Alpes-Côte-D’azur. E’ il leader nell'economia digitale, è riconosciuto " Gold Label " a livello europeo come riconoscimento della sua eccellenza gestionale. Il suo ecosistema è leader internazionale nel settore del contactless, Network, M2M e Mobile Service, Security & Digital identy. Il cluster riunisce più di 300 membri, tra cui grandi industrie mondiali, accademici della ricerca e formazione e numerose imprese innovative da piccole a medie(220). Il suo obiettivo è di accelerare la crescita, supportare le aziende, le start-up, piccole e micro imprese attraverso numerosi servizi rivolti alla crescita.

 

 

  • MECAFUTURE, un’alleanza di operatori economici e tecnici per un’eccellenza industriale di livello mondiale. Con oltre 1.100 membri tra industrie, grandi Gruppi e PMI, Università leader, Centri di ricerca e scuole d’ingegneria, Mecafuture è il portale per l’innovazione nel campo della meccanica e dei materiali in Francia. I membri di questa alleanza hanno permesso la certificazione di oltre 1.400 progetti, con un budget che supera i 2 miliardi di euro. Mécafuture riunisce 7 Poli di competitività (Elastopôle, Mont Blanc Industries, Viameca, Materalia, Plastipolis, EMC2, PNB), un cluster di ricerca (Gospi), un Centro tecnico e industriale (CETIM) e un’organizzazione professionale (FIM). Mécafuture è il rappresentante francese della Piattaforma Tecnologica Europea Manufuture. www.mecafuture.fr

     

I principali dati della meccanica in Francia (Fonte: Federazione delle Industrie Meccaniche, ottobre 2015)

  • 640.000 salariati (primo datore di lavoro industriale in Francia con il 20% dell’occupazione industriale);

  • 30.300 aziende;

  • 120 miliardi di euro di fatturato annuo, di cui quasi la metà dall’esportazione;

  • sesto posto mondiale;

  • il settore della trasformazione dei metalli ha registrato un incremento nel 2014 (+ 1,4%). La produzione di apparecchiature, l’altro grande settore delle industrie meccaniche, è cresciuto (+ 1,7%), così come quello dei sistemi di precisione (+ 2,5%).

 

 

 

Contatti:

Business France

Mme Caroline OURVOUAI, Responsabile dell’informazione

Tel.: + 33 (0)1 40 73 30 22

caroline.ourvouai@businessfrance.fr

www.businessfrance.fr

 

Oppure contattare:

Business France Italia

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

 

]]>
Un’offerta francese di qualità e diversificata al salone BAUMA MÜNICH 2016 Fri, 12 Feb 2016 16:14:32 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/382958.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/382958.html Business France Italia Business France Italia Una trentina di aziende francesi esporranno le loro tecnologie e le loro competenze al salone BAUMA, dall’11 al 17 aprile 2016 a Monaco di Baviera, coordinate da Business France, l’agenzia nazionale al servizio dell’internazionalizzazione dell’economia francese. 

Appuntamento da non perdere per i professionisti dei settori sia delle costruzioni e dei lavori pubblici, sia dell’industria mineraria, BAUMA, evento triennale di riferimento, consente agli espositori provenienti da tutto il mondo di svelare le loro innovazioni ai visitatori, luogo ideale per scoprire le tecnologie più innovative, creare nuovi contatti, consolidare le relazioni commerciali e rafforzare le proprie attività. Tutto questo è stato ben compreso dalle aziende francesi, che saranno presenti in diversi padiglioni: al chiuso, su 390 m² nella hall A3 e C3, e all’esterno, su 650 m² nella zona Sud (Freigelände Süd). 

Nel 2014, secondo la Federazione Nazionale dei Lavori Pubblici, il settore dei Lavori Pubblici francese rappresentava 7.804 aziende, 258.856 addetti, 42,5 miliardi di euro di fatturato interno e 24,6 miliardi di euro di esportazioni. I principali Paesi clienti della Francia in beni strumentali per le costruzioni e i lavori pubblici sono la Germania, gli Stati Uniti, il Regno Unito, il Canada e il Belgio. 

La Francia può contare su numerosi vantaggi, tra i quali:

– competenze riconosciute, un’indiscutibile qualità dei prodotti, l’esperienza di grandi Gruppi, la reputazione internazionale di architetti e ingegneri;

– una politica attiva d’Innovazione e di Ricerca e Sviluppo;

– norme severe: azioni volte alla promozione della prevenzione e della sicurezza, salvaguardia del personale e certificazione.  

Il padiglione Francia al BAUMA riunirà aziende che proporranno un’offerta rappresentativa della filiera. L’innovazione sarà presente all’appuntamento con attrezzature e servizi per le costruzioni, comprese le apparecchiature per la lavorazione del calcestruzzo e per il cantiere: sfere per l’illuminazione, sistemi di controllo della profondità, pistoni idraulici, impalcature, cabine e uffici prefabbricati di cantiere.

  

Per maggiori informazioni:

  

Business France

Isabelle DUVAL

Tel.: +33 (0)1 40 73 33 31

Email: isabelle.duval@businessfrance.fr

Oppure contattare: Business France Italia Barbara Galli

barbara.galli@businessfrance.fr

]]>
SIVAL, il salone delle colture vegetali festeggia la sua XXX edizione e punta i riflettori sulle tecnologie del futuro Wed, 23 Dec 2015 10:52:12 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/378856.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/378856.html Business France Italia Business France Italia SIVAL (12 - 14 gennaio 2016) al Parco Esposizioni di Angers, nell’Ovest della Francia è l’unico salone che presenta tutte le attrezzature e i servizi per ogni tipo di coltura vegetale specializzata: viticoltura, enologia, orticoltura, arboricoltura, verdure, sementi, piante medicinali e aromatiche e sidro.

Per la sua 30a edizione, il SIVAL mette in mostra le tecniche di produzione che saranno alla base dell’agricoltura del futuro: nuove pratiche di coltura, nuove varietà, il concetto di agricoltura urbana, l’agricoltura digitale.
Un’occasione per i 21.000 visitatori attesi di scoprire le nuove tendenze e due eventi importanti il 12 gennaio: da una parte, gli incontri professionali International Business Event (VIBE) organizzati dal Cluster VEGEPOLYS e, dall’altra, la conferenza internazionale Vegepolys Symposium dedicata al futuro delle varietà di frutta.

SIVAL che si è affermato come un importante strumento di valorizzazione della filiera vegetale, propone un focus sull’agricoltura del futuro: le varietà del domani o ancora le colture urbane.
Quest’anno, SIVAL ha raggiunto un numero record di espositori: 600 (di cui il 12% provenienti dall’estero).

Il VEGEPOLYS International Business Event (VIBE) è un evento creato dal Cluster francese del vegetale, VEGEPOLYS, in collaborazione con il SIVAL e le agenzie per lo sviluppo dei Paesi della Loira. E’ aperto alle aziende straniere che desiderano sviluppare collaborazioni commerciali e scientifiche con imprese francesi. Le società straniere potranno anche scoprire la regione, zona leader nelle produzioni vegetali, nell’ottica di svilupparvi un’attività (di collaborazione o d’insediamento). Informazioni e registrazioni sul sito del VIBE: www.b2match.com/vibe2016?locale=en.

Dopo l’acqua nel 2013, la protezione del frutteto nel 2014, il biocontrollo nel 2015, il futuro delle varietà di frutta sarà il tema della conferenza internazionale Vegepolys Symposium del 2016.

La coltivazione degli alberi da frutta è un settore economico molto competitivo a livello internazionale e deve rispondere a importanti sfide sociali (qualità organolettiche, aspettative di corretta alimentazione) e ambientali (sostenibilità delle produzioni e cambiamenti climatici).


Le nuove varietà sono le leve a monte che consentono di rispondere a queste sfide della competitività dell’arboricoltura mondiale.

Infine, SIVAL è al centro della Plants Week, che come ogni anno, la terza settimana di gennaio, propone una serie di eventi legati al vegetale, unendo condivisione delle conoscenze, collaborazioni e business, tutti orientati verso il futuro e le innovazioni.
Questa complementarietà tra manifestazioni sviluppa sinergie e rappresenta un appuntamento unico in Francia.

Per maggiori informazioni: www.sival-angers.com

Twitter: @SIVAL_ANGERS

Scoprite il VIBE in inglese : vimeo.com/121869396
 
Testimonianza di un espositore in inglese:
www.dailymotion.com/video/x2g8ew3_temoignage-vibe-english_news


Per maggiori informazioni:
Business France Italia
Barbara Galli
barbara.galli@businessfrance.fr Blog, twitter, Facebook

]]>
INCONTRI ITALO-FRANCESI SUL TEMA DEL VEICOLO CONNESSO E DEGLI ITS Fri, 04 Dec 2015 11:21:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/375788.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/trasporti/375788.html Business France Italia Business France Italia Road show Roma-Torino 1-4 Dicembre 2015

 

Veicoli del futuro, 2 clusters e 5 imprese francesi in visita a Roma e Torino per identificare collaborazioni e progetti europei.

Dal 1° al 4 dicembre, Business France, l’ufficio commerciale dell’Ambasciata di Francia, ha organizzato un road show di 2 clusters francesi, MOV’EO e  ID4CAR che, insieme ad una delegazione d’imprese innovative, incontreranno a Roma e Torino alcune tra le realtà italiane maggiormente impegnate sul fronte dello sviluppo dei veicoli intelligenti e comunicanti e degli ITS.

A Roma, l’evento è organizzato in collaborazione con TTS Italia, Associazione Nazionale della Telematica per i Trasporti e la Sicurezza, la cui missione è la promozione dei Sistemi Intelligenti di Trasporto (ITS) a livello nazionale e che raggruppa circa 80 operatori tra aziende private, agenzie per  la mobilità, aziende di trasporto pubblico, operatori autostradali, enti pubblici, enti di ricerca e università.

A Torino, la delegazione francese incontrerà 5T, il gestore dei sistemi tecnologici e dei servizi per la mobilità in Piemonte, il Politecnico di Torino e il cluster Torino Wireless, con la sua rete d’imprese innovative nel settore degli ITS e del veicolo connesso.

Nella delegazione francese, spicca la presenza di diverse società all’avanguardia nella tecnologia:

  • il laboratorio di test tecnici e certificazioni dedicato all’industria automobilistica EMITECH (www.emitech-group.com) le cui competenze spaziano dall’EMC, la sicurezza elettrica, l’idraulica, la meccanica, l’acustica e la climatizzazione.

     

  • Neavia Technologies (www.neavia.com) sviluppa diversi sistemi basati su algoritmi e software destinati a migliorare la sicurezza della guida e fornire informazioni di diagnostica sul corretto funzionamento dell’auto.  Permettono ad esempio di prevenire incidenti dovuti a una guida distratta o pericolosa e a ostacoli improvvisi come animali. Neavia propone anche sistemi di comunicazione e camere alimentate con piccoli pannelli solari e soluzioni collaborative car2car e car2infrastructures.

  • Xee (www.xee.com) ha creato il primo sistema aperto per i veicoli connessi. Fornisce attraverso il web e app, diverse applicazioni che consentono di connettere i veicoli: le app sono principalmente dedicate alla sicurezza del guidatore. In futuro daranno accesso a molti servizi come il carpooling o la possibilità di pagare l’assicurazione in base all’utilizzo dell’auto. Queste applicazioni utilizzano il dispositivo XeeCONNECT compatibile con qualsiasi auto che legge i dati elettronici e li traduce in info per le app.

 

 

Farà parte della delegazione anche la filiale francese di Magneti Marelli (www.magnetimarelli.com) che sviluppa sistemi dedicati all’IT imbarcata,  applicati alla navigazione satellitare, all’infotainment e alla connettività.

I trasporti intelligenti, tema sul quale lavorano i due cluster MOV’EO nella Regione di Parigi e ID4CAR nel nord-ovest della Francia, Loira e Bretagna, rappresentano un mercato stimato tra i 5 e 6,5 miliardi di Euro, 45.000 posti di lavoro nel settore privato per 500-1.000 aziende. Nato negli anni ’70 con i primi semafori regolati in base al traffico e le metropolitane automatizzate, il settore rappresenta uno dei cantieri prioritari delle istituzioni pubbliche con la leadership della Francia nel progetto pilota europeo SCOOP@F. Presentato all’ultimo ITS Congresso di Bordeaux dello scorso ottobre, esso mira a migliorare la gestione dei flussi di traffico e a fornire informazioni in tempo reale ai veicoli.

 

Per maggiori informazioni contattare:

Business France Italia

 

Francesco PLAZZOTTA

francesco.plazzotta@businessfrance.fr

 

Barbara GALLI

barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

 

 

]]>
L’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” Wed, 04 Nov 2015 17:26:05 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/373861.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/373861.html Business France Italia Business France Italia L’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France”

in prima linea all’European Utlity Week di Vienna 3/5 novembre 2015

L’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” è stata creata nel mese di aprile 2015 con l’obiettivo di sviluppare la filiera in Francia e promuoverla in Europa e nel Mondo. Sarà presente all’European Utility Week il prossimo novembre a Vienna per far conoscere le imprese di questa filiera e le loro competenze, con una particolare attenzione ai dimostratori in fase di sperimentazione. L’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” sarà al fianco di Business France nel Padiglione Francia (Hall A). 

La creazione dell’Associazione professionale “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” rappresenta l’implementazione di una delle dieci azioni del percorso del piano “Reti elettriche intelligenti”, presentato al Presidente della Repubblica Francese a metà del 2014. Destinata a creare un “Gruppo francese” delle Reti Elettriche Intelligenti, questa Associazione si pone l’obiettivo di offrire agli operatori della filiera il sostegno necessario per consentire di raggiungere entro il 2020 oltre 25.000 posti di lavoro diretti in Francia, un fatturato di 6 miliardi di euro, di cui una quota dall’export di almeno il 50%, e di posizionarsi tra i leader di un mercato mondiale stimato in 30 miliardi di euro l’anno.

Quest’associazione implica esperti dell’elettrotecnica, dell’automatismo, dei dispositivi per le telecomunicazioni, dei sistemi d’informazione, dei modelli di mercato e di regolazione. Le sue prerogative industriali spaziano dalla modernizzazione delle reti, all’accompagnamento della crescita della domanda, all’integrazione delle energie rinnovabili, all’istituzione di meccanismi di efficacia energetica. I membri dell’associazione giocano un ruolo determinante nello sviluppo degli standard.

 

Per far conoscere le proprie competenze, l’Associazione proporrà a Vienna:

- una presentazione dei propri dimostratori smart grid e dei loro primi risultati;

- le modalità proposte alle delegazioni straniere per scoprire i dimostratori attraverso un percorso di competenze francesi;

- la presentazione di una metodologia per valorizzare dal punto di vista socio/economico le smart grid, novità questa a livello mondiale;

- la presentazione dello stato dell’arte della flessibilità esistente oggi sulle reti elettriche francesi grazie alle funzioni smart grid già implementate.

L’Associazione è membro della Global Smart Grid Federation, una posizione che le permette d’interagire con le analoghe organizzazioni a livello mondiale. Delegazioni giapponesi e di Taiwan sono già venute a scoprire i principali dimostratori francesi. 

La Francia è il primo Paese in termini d’investimenti sulle smart grid in Europa. Oltre 100 progetti di smart grid sono attualmente in corso sul territorio francese, così come numerosi programmi all’estero.

L’esperienza francese in questo settore è ormai riconosciuta a livello internazionale. Gli operatori della rete francese, soprattutto RTE e ERDF, esportano oggi le loro competenze per supportare i gestori stranieri nella implementazione delle tecnologie smart grid sulle reti. Gli investimenti e la dinamica dell’offerta fanno della rete elettrica francese una delle più affidabili e disponibili al Mondo.

 

Informazioni sull’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France”

 

L’Associazione è presieduta da Philippe Monloubou, Presidente del Consiglio di Amministrazione di ERDF. Il suo primo Vice Presidente è Olivier Grabette, Direttore Generale Aggiunto di RTE. È composta da membri che provengono dal mondo delle imprese e delle Università, da istituzioni e da operatori del settore elettrico. Tra questi Alstom, Schneider, EDF, il CEA, Mines ParisTech, SAGEMCOM, ABB, Gimelec, Cofely Ineo, Siemens, Atos, Cap Gemini, e PMI quali Cahors, Seifel, Michaud, ecc.

 

L’Associazione è, in particolare, incaricata di:

- organizzare, in Francia e all’estero, eventi per promuovere le competenze in materia di REI e rappresentare i propri membri;

- sostenere lo sviluppo dei propri associati PME/PMI;

- assicurare la rappresentanza dei propri membri presso le Autorità pubbliche e gli Organismi europei e internazionali;

- creare un catalogo delle realtà esistenti e favorire la creazione di altre;

- comunicare sui temi e le problematiche che riguardano il settore delle REI/smart grid in Francia, in Europa e nel Mondo. 

Per aderire all’Associazione o per ricevere indicazioni: thinksmartgrids@gmail.com 

Contatto stampa:

Martine SAVARY

Tel.: +33 (0)6 64 25 66 59

Email: martine@geckotom.com

  

Oppure contattare:

BUSINESS FRANCE

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

 

 

]]>
L’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” Tue, 20 Oct 2015 10:06:21 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/371925.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/371925.html Business France Italia Business France Italia in prima linea all’European Utlity Week di Vienna 3/5 novembre 2015

 

L’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” è stata creata nel mese di aprile 2015 con l’obiettivo di sviluppare la filiera in Francia e promuoverla in Europa e nel Mondo. Sarà presente all’European Utility Week il prossimo novembre a Vienna per far conoscere le imprese di questa filiera e le loro competenze, con una particolare attenzione ai dimostratori in fase di sperimentazione. L’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” sarà al fianco di Business France nel Padiglione Francia (Hall A).

 

La creazione dell’Associazione professionale “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France” rappresenta l’implementazione di una delle dieci azioni del percorso del piano “Reti elettriche intelligenti”, presentato al Presidente della Repubblica Francese a metà del 2014. Destinata a creare un “Gruppo francese” delle Reti Elettriche Intelligenti, questa Associazione si pone l’obiettivo di offrire agli operatori della filiera il sostegno necessario per consentire di raggiungere entro il 2020 oltre 25.000 posti di lavoro diretti in Francia, un fatturato di 6 miliardi di euro, di cui una quota dall’export di almeno il 50%, e di posizionarsi tra i leader di un mercato mondiale stimato in 30 miliardi di euro l’anno.

Quest’associazione implica esperti dell’elettrotecnica, dell’automatismo, dei dispositivi per le telecomunicazioni, dei sistemi d’informazione, dei modelli di mercato e di regolazione. Le sue prerogative industriali spaziano dalla modernizzazione delle reti, all’accompagnamento della crescita della domanda, all’integrazione delle energie rinnovabili, all’istituzione di meccanismi di efficacia energetica. I membri dell’associazione giocano un ruolo determinante nello sviluppo degli standard.

 

Per far conoscere le proprie competenze, l’Associazione proporrà a Vienna:

- una presentazione dei propri dimostratori smart grid e dei loro primi risultati;

- le modalità proposte alle delegazioni straniere per scoprire i dimostratori attraverso un percorso di competenze francesi;

- la presentazione di una metodologia per valorizzare dal punto di vista socio/economico le smart grid, novità questa a livello mondiale;

- la presentazione dello stato dell’arte della flessibilità esistente oggi sulle reti elettriche francesi grazie alle funzioni smart grid già implementate.

L’Associazione è membro della Global Smart Grid Federation, una posizione che le permette d’interagire con le analoghe organizzazioni a livello mondiale. Delegazioni giapponesi e di Taiwan sono già venute a scoprire i principali dimostratori francesi.

 

La Francia è il primo Paese in termini d’investimenti sulle smart grid in Europa. Oltre 100 progetti di smart grid sono attualmente in corso sul territorio francese, così come numerosi programmi all’estero.

L’esperienza francese in questo settore è ormai riconosciuta a livello internazionale. Gli operatori della rete francese, soprattutto RTE e ERDF, esportano oggi le loro competenze per supportare i gestori stranieri nella implementazione delle tecnologie smart grid sulle reti. Gli investimenti e la dinamica dell’offerta fanno della rete elettrica francese una delle più affidabili e disponibili al Mondo.

 

Informazioni sull’Associazione “Réseaux Electriques Intelligents – Smartgrids France”

 

L’Associazione è presieduta da Philippe Monloubou, Presidente del Consiglio di Amministrazione di ERDF. Il suo primo Vice Presidente è Olivier Grabette, Direttore Generale Aggiunto di RTE. È composta da membri che provengono dal mondo delle imprese e delle Università, da istituzioni e da operatori del settore elettrico. Tra questi Alstom, Schneider, EDF, il CEA, Mines ParisTech, SAGEMCOM, ABB, Gimelec, Cofely Ineo, Siemens, Atos, Cap Gemini, e PMI quali Cahors, Seifel, Michaud, ecc.

 

L’Associazione è, in particolare, incaricata di:

- organizzare, in Francia e all’estero, eventi per promuovere le competenze in materia di REI e rappresentare i propri membri;

- sostenere lo sviluppo dei propri associati PME/PMI;

- assicurare la rappresentanza dei propri membri presso le Autorità pubbliche e gli Organismi europei e internazionali;

- creare un catalogo delle realtà esistenti e favorire la creazione di altre;

- comunicare sui temi e le problematiche che riguardano il settore delle REI/smart grid in Francia, in Europa e nel Mondo.

 

Per aderire all’Associazione o per ricevere indicazioni: thinksmartgrids@gmail.com

 

Contatto stampa:

Martine SAVARY

Tel.: +33 (0)6 64 25 66 59

Email: martine@geckotom.com

 

 

Oppure contattare:

BUSINESS FRANCE

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

 

]]>
I leader dell’industria nautica francese approdano al Salone Mondiale METS di Amsterdam 17-19 novembre 2015. Tue, 20 Oct 2015 10:04:06 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/371924.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/371924.html Business France Italia Business France Italia

L’innovazione e l’offerta francese in mostra ai Padiglioni 1, 4 e 11

 

 

Saranno ben 77 le società francesi, rappresentative di tutta la filiera, che esporranno al salone mondiale delle attrezzature nautiche di Amsterdam. Nel Padiglione collettivo organizzato da Business France – l’Agenzia nazionale al servizio dell’internazionalizzazione dell’economia francese – il loro numero, in costante crescita, testimonia la vitalità e la qualità delle competenze francesi, ai vertici della tecnologia.

 

Leader mondiale della vela, del surf e quarto produttore di barche a motore, la Francia si pone al vertice del settore con 5.109 aziende, che danno lavoro a 39.699 addetti. Se il fatturato totale della filiera si attesta a 4,26 miliardi di euro, quello del settore delle barche, pari a 740 milioni di euro, ha registrato un risultato del 72,4% con le esportazioni.

 

 L’universo del surf, delle barche e dei gommoni francese si avvantaggia di un’immagine positiva. Inoltre, la Francia dispone di competenze incontestate nel campo delle nuove tecnologie (materiali compositi e sistemi elettronici di bordo), così come nelle tradizionali tecniche consolidate (nicchie di produzione di singole unità e in serie). Nel campo degli accessori, l’offerta francese è altrettanto apprezzata, soprattutto per i tessuti tecnici, le tele marine, i sanitari automatici e i software applicativi.

 

Le innovazioni francesi riguardano anche le dotazioni personali (vestiti, scarpe, sicurezza, ecc.), le vele, le società d’ingegneria e di consulenza, i materiali e le attrezzature per la costruzione delle

barche, gli equipaggiamenti, gli accessori e i prodotti per la manutenzione, oltre alle motorizzazioni e ai sistemi di navigazione.

 

Con un’alta densità di canali e di fiumi, l’Olanda si colloca tra le più forti nazioni per la navigazione da diporto (15% della popolazione). Il settore della nautica produce un fatturato di 2,1 miliardi di euro grazie ad infrastrutture molto sviluppate. Questo mercato sfrutta la domanda internazionale, in particolare nel segmento dei super yacht, nel quale i costruttori olandesi si pongono al primo posto mondiale. Questa intensa attività genera una crescente domanda di attrezzature e di subfornitura, legata all’allestimento degli interni (in particolare, i mobili e le attrezzature su misura dei saloni e della cucina) e agli equipaggiamenti elettrici.

 

Un’opportunità per le aziende francesi, che, con il sostegno della FIN (Federazione delle Industrie Nautiche), espongono regolarmente al METS. La loro competenza in materia di Ricerca  & Sviluppo attrae i distributori, gli acquirenti e i direttori tecnici dei cantieri di tutto il mondo. Le società francesi partecipano, inoltre, regolarmente ai Dame Awards che premiano i prodotti innovativi visti in questo salone; sono già state premiate di recente, ottenendo il Design Award 2013 per la categoria abbigliamento e accessori.

 

Le aziende riunite da Business France esporranno su oltre 1.000 m2

dal 17 al 19 novembre 2015 nei Padiglioni 1, 4 e 11 CMP (Construction Material Pavilion) e MYP (Marina Yard Pavillon) del RAI Amsterdam Europaplein.

 

 

Contatto di settore:

Anny Hoffman

Responsabile di progetto Business France

Tel.: +33 (0)1 40 73 34 84

Email: anny.hoffman@businessfrance.fr

 

 

Oppure contattare: BusinessFranceItalia Barbara Galli

barbara.galli@businessfrance.fr Blog, twitter, Facebook

]]>
Arte della Tavola e Gastronomia a marchio EPV nel Padiglione Francese di Expo Tue, 15 Sep 2015 12:31:34 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/367908.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/367908.html Business France Italia Business France Italia Expo 2015 Milano – 16 settembre 2015

 

Arte della Tavola e Gastronomia a marchio EPV

nel Padiglione Francese di Expo

 

Vanno in scena i marchi francesi premiati per tradizione, innovazione ed eccellenza, con le porcellane di Limoges, il cristallo soffiato a bocca, il Cognac, la pasticceria.... e nientemeno che un aratro a trazione animale

Che cosa accomuna Chanel, Dior, Christofle, Baccarat, Van Cleef & Arpels, Lenôtre, Guerlain o l’Hotel Plaza Athénée di Parigi? A tutte queste autorevoli aziende lo Stato francese ha assegnato il prestigioso marchio EPV (Entreprise du Patrimoine Vivant).

Il marchio è un riconoscimento attribuito alle aziende d’Oltralpe che si contraddistinguono per l’eccellenza del loro know-how, per la loro professionalità e per la particolare attenzione alla qualità dei loro prodotti. 

Il 16 settembre, EPV organizza degli incontri alla presenza di Mme Martine Pinville, Segretario di Stato francese all’Artigianato, al Consumo e all’Economia Sociale e Solidale, per evidenziare l’importanza del marchio EPV, simbolo dell’eccellenza francese e per celebrare la sua presenza all’Esposizione Universale di Milano 2015 nell’ambito del Padiglione Francia. In tale occasione saranno riunite le imprese francesi e gli operatori italiani del settore dell’arte della tavola e della gastronomia. 

EPV occupa lo spazio d’onore nel pilastro centrale del Padiglione Francia 

Il marchio EPV riunisce più di 1.200 aziende, tra le quali più di 250 svolgono un’attività legata alla gastronomia e all’arte della tavola.  

Una ventina di queste aziende, rappresentative dell’arte della tavola e della gastronomia alla francese, è riunita, per tutta la durata di Expo, in un allestimento di prestigio situato nel pilastro centrale del Padiglione Francia. L’allestimento illustra l’Arte di Vivere francese con finissima porcellana, oggetti d’arte vetraria, coltelleria e arte del marmo di prestigio, esprimendo l’eccellenza francese che coniuga tradizione, innovazione, creazione, lavoro e passione.

Questa esposizione prosegue negli alveari del soffitto di legno del Padiglione Francia, dove trovano posto le specialità culinarie delle imprese EPV.  

In questa mostra scenografica i visitatori di Expo possono scoprire talentuosi produttori di porcellana (Haviland, manifattura francese di porcellana di Limoges dal 1842), di cristalleria (Daum, cristalleria fondata nel 1878 a Nancy) o di oggetti in vetro (La Rochère, azienda creata nel 1475 che produce ancora in maniera tradizionale alcuni oggetti di vetro soffiati a bocca).

  

È presente anche la produzione di un coltellinaio (Coltelleria Claude Dozorme, fondata nel 1902), di un marmista (Gomet Granit), di un vasaio (Poterie d’Albi), e di un creatore di mobili (David Lange). 

Il posto d’onore è riservato anche alla gastronomia con la presenza di produttori di biscotti (Loc Maria e Biscuits Fossier), di confetture (Confitures d’Andrésy), cioccolatai (Chocolaterie de Puyricard), produttori di vini di champagne (Gosset) e di Cognac (Domaine Château de Fontpinot / Cognac Frapin), distillatori (Distillerie les Fils d’Emile Pernot), produttori di soufflé e zuppe (Giraudet), di pain d’épices (Mulot & Petitjean) e di torrefattori (Malongo). 

Nel carosello dei prodotti tipici francesi, trovano posto altre aziende rappresentative del savoir-faire EPV: Eno, azienda centenaria che produce apparecchi di cottura, in particolare piastre per barbecue e Cristel, produttore di un’ampia gamma di utensili da cucina unici in acciaio inossidabile. Jourdant, la sola azienda francese specializzata nella fabbricazione di attrezzature agricole per la lavorazione del terreno, presenta nel giardino del Padiglione Francia un aratro a trazione animale e una piantatrice di patate, simboli della risposta francese al tema dell’Esposizione Universale “Produrre e Nutrire diversamente”. 

L’esposizione è curata dall’Istituto Superiore dei Mestieri, ente pubblico che coordina le imprese EPV.

 

Contatto EPV Parigi
Mme Agathe Djelalian

Segretariato della Commissione Nazionale delle Imprese EPV

Institut Supérieur des Métiers - 28/30, rue des Peupliers – 75013 - Paris

T.  +33 1  44 16  80  67   //  presse@patrimoine-vivant.com  

http://www.patrimoine-vivant.com/en

 

Contatto Stampa :

Barbara Galli

Business France Italie

Tel +39 02 48 54 73 10

Barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

 

]]>
Offerta francese innovativa e diversificata al salone Inter Airport Europe 6-9 ottobre 2015 Monaco di Baviera (D) Mon, 27 Jul 2015 15:31:24 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/362065.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/362065.html Business France Italia Business France Italia L’industria francese aeroportuale sarà presente in forze alla 20a edizione del salone Inter Airport Europe, che si terrà a Monaco di Baviera, con più di venti aziende rappresentative dei diversi settori della filiera. Le società saranno riunite in un Padiglione francese di 376,5 m², organizzato da Business France, (Agenzia nazionale per l’internazionalizzazione dell’economia francese). Inter Airport Europe, salone mondiale di riferimento, è l’appuntamento imperdibile per incontrare i decisori e gli acquirenti internazionali del settore aeroportuale.

Il settore aeroportuale mondiale resiste bene alla crisi: secondo le stime, saranno 3,6 miliardi i passeggeri trasportati ogni anno entro il 2016. Supportati da queste prospettive ottimistiche, stanno nascendo in tutto il mondo molti progetti di terminal aeroportuali. Inoltre, il crescente numero di passeggeri e il rapido sviluppo di nuove tecnologie rendono indispensabile la modernizzazione degli aeroporti esistenti. La Francia, con molte piattaforme, ma anche con un’importante competenza in tutti i servizi aeroportuali, ha una rilevante posizione nel mercato mondiale.

La filiera francese è organizzata in diversi settori, che riguardano sia la progettazione, la costruzione, le apparecchiature e i sistemi, sia i servizi, suddivisi in 3 aree: controllo del traffico aereo e dei movimenti a terra, servizi a terra delle compagnie aeree, terminali aeroportuali. A Inter Airport di Monaco di Baviera, le società presenti al padiglione Francia sono rappresentative della diversità del settore e dell’eccellenza francese.

L’offerta francese aeroportuale è composta da grandi gruppi di fama mondiale, quali ADPI, VINCI, THALES, per non citarne che alcuni, ma anche da PMI esperte in alcuni segmenti di mercato (attrezzature di supporto a terra, illuminazione, biglietteria o sistemi d’informazione per i passeggeri).

A Inter Airport Europe, l’offerta dei produttori di equipaggiamenti e dei consulenti aeroportuali francesi sarà, in particolare, valorizzata da Proavia, Associazione che si propone di promuovere e informare in merito alle tecnologie francesi per gli aeroporti e la sicurezza aerea.

 

Venite a visitare tutti gli espositori del Padiglione Francia nella Hall B6, stand dal 610 al 716

Società presenti al salone :
ADB AIRFIELD SOLUTIONS (soluzioni complete di orientamento visivo – www.adb-air.com), AEROPAX (passerelle a terra per i passeggeri – www.aeropax.fr), ALSTEF (Movimentazione bagagli – www.alstef.com), ANYLOGIC (gestione dei flussi pedonali negli aeroporti – www.anylogic.com), ATERMES (apparecchiature di alta tecnologia per l’aeronautica – www.atermes.fr), CARTEL MANUTENTION (barriere anti soffio, carrelli portabagagli, scale passeggeri, ecc. – www.cartel-manutention.fr), DEDIENNE AEROSPACE (strumenti di manutenzione aeronautica – www.dedienne-aero.com), DERVAUX (segnalazione aerea – www.balisage.dervaux.fr), DESCHAMPS (attrezzature di sollevamento per aerei – www.mobi-mat.com), ELAUL (segnalazione e illuminazione autonoma - www.elaul.fr), FORTAL (ponteggi e scalette – www.fortal.fr), GATE (attrezzature di assistenza a terra – www.gategse.com), GLOBALSYS (sistemi di comunicazione senza fili – www.globalsys.fr), HIFI FILTER (specialista europeo della filtrazione – www.hifi-filter.com), MONROC (assali, freni, sospensioni per apparecchiature industriali – www.monroc.com), MUSTHANE (sistema di rifornimento, cuscini di sollevamento, tappeti anti slittamento – www.musthane.com), NAKSYS (apparecchiature di controllo fotometrico delle luci di segnalazione – www.naksys.com), PROAVIA (promozione delle competenze francesi nel settore aeroportuale – www.proavia.com), SAINT-GOBAIN SOVIS (prismi e componenti ottici stampati per la segnaletica aeroportuale – www.sovis-optique.com), SOVAL EXPORT (botole in ghisa per l’approvvigionamento idrico, per i servizi igienico-sanitari e l’illuminazione delle piste – www.soval.fr), STERELA (sistemi elettronici per i trasporti aerei e stradali – www.sterela.fr), TITAN AVIATION (soluzioni per ogni fase del processo di rifornimento – www.titan-aviation.com), TUBESCA-COMABI (ponteggi e mezzi d’accesso per la manutenzione aeronautica – www.tubesca-comabi.com), XOPS - RESONATE MP4 (sistemi multimediali e sistemi di trasporto intelligenti – www.resonate-mp4.com).
Sfoglia la brochure qui


Per maggiori informazioni:
Business France
Isabelle DUVAL, Chef de Projet
Tel.: +33 (0)1 40 73 33 31
Email: isabelle.duval@businessfrance.fr
Oppure contattare:
Business France Italia
Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr
Blog, twitter, Facebook

]]>
MilanoUnica 8-9-10 settembre 2015 I tessuti francesi a MilanoUnica nel segno del Rispetto Tue, 14 Jul 2015 11:54:11 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/360106.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/360106.html Business France Italia Business France Italia I tessuti francesi a MilanoUnica nel segno del Rispetto

Mentre la produzione è tornata a crescere, 11 imprese francesi parteciperanno all’edizione di settembre 2015 di MilanoUnica, l’appuntamento italiano con i tessuti per l’abbigliamento, sotto l’insegna ufficiale “The Best of French Textiles”.

Per la seconda volta, la collettiva francese è coordinata da Business France (l’ufficio commerciale dell’Ambasciata di Francia in Italia) in collaborazione con ESPACE TEXTILE (Agenzia della regione Rhône Alpes che accompagna le aziende francesi nello sviluppo commerciale sui mercati internazionali).

Il tema della stagione potrebbe essere il “Rispetto”, Rispetto per la tradizione, Rispetto per l’ordine, Rispetto per il lavoro di qualità e Rispetto per l’ambiente.

In un mondo fosse troppo effimero, si torna a cercare valori che durano: estetica, qualità, funzionalità,..
I colori in questo caso sono quelli dell’ambiente urbano: grigio antracite, blu marini, bordeaux associati a tonalità verdi, metallizzati e rossi ossidati.
I materiali sono pratici, “da lavoro”: tela delle tute da lavoro, jeans denim setosi ed eleganti e jersey, i motivi pennellati e collage.

Un’altra tendenza nasce dell’emergenza ecologia – e anche economica - dove l’autenticità si sposa con la tecnologia. Si vuole essere sempre connessi, ma anche scegliere un rifugio, magari nella foresta, lontano dallo stress della vita quotidiana, degli uomini e della folla. Ecco che ritroviamo i colori del sottobosco: marrone, kaki, rossi,..


I materiali si fanno grezzi come graniti, striati tono su tono o a tinta unita. Damaschi e jacquard irregolari, superficie a coste, vivaci ma ultra fluide. I motivi sono camouflage, quadretti a boscaioli e fogliame.

Se non si cerca rifugio nella foresta, ci si può tuffare nell’accademismo: uno stile classico rivisitato con le tecnologie moderne che danno senso alle cose, il lavoro artigianale, le dorature, i motivi figurativi e la fatica del lavoro ben fatto.

I colori sono nobili: marina, cammello, grigio perla, palissandro, oro bianco declinati su raso crespo, mussola, rasi leggeri, drappi con effetti velluto, jacquard goffrati ed effetti trapuntati.

Chi è più audace si lancerà verso nuove bellezze in un pellegrinaggio verso l’ignoto. Ecco i motivi ispirati al folclore di regioni lontane: Estremo Oriente, Russia, Europa Orientale con toni forti e festosi che riscaldano la tavolozza dell’inverno, rosa vivi, arancioni tonanti,…
I materiali sono in linea: giochi di fili bicolori, ottomani rustici, strisce in rilievo, trecce con ornamenti grezzi, bicolori, come tante tracce nella neve.


Per maggiori informazioni :
   
ESPACE TEXTILE                      
Agnès ELISABELAR
Tel. 00 33 4 72 53 71 40
export@espacetextile.com
www.espacetextile.com         
         
                                            
Oppure contattare:
BUSINESS FRANCE
Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr
Blog, twitter, Facebook


* La partecipazione delle aziende francesi a Milano Unica è organizzata Business France e da Espace Textile, con il supporto della Regione Rhône-Alpes.

     
         
                                                                                           

]]>
Telmat Industrie commercializza un nuovo sistema di misura automatica del corpo umano:Body Scanner 3D SYMCAD III Tue, 07 Jul 2015 11:51:13 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/materie_plastiche_e_gomma/359191.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/materie_plastiche_e_gomma/359191.html Business France Italia Business France Italia Il Body Scanner 3D SYMCAD III è una nuova soluzione tecnologica per la misura automatica di tutto o parte del corpo umano. SYMCAD III rappresenta la soluzione ideale per i mercati dell’abbigliamento su misura e dell’assegnazione della taglia dei vestiti, del fitness e della salute.

Unico sul mercato con sensori di profondità, SYMCAD III consente una rappresentazione realistica della persona e la rilevazione visiva dei marcatori statici (ad esempio le etichette). Strumenti interattivi permettono di prendere misure specifiche in funzione di morfologie speciali. SYMCAD III fornisce un’analisi delle forme del corpo e un’acquisizione automatica degli atteggiamenti.

Le soluzioni 3D sviluppate da Telmat sono disponibili in due configurazioni, in funzione del loro utilizzo: SYMCAD III - C “Versione cabina” e SYMCAD III - T “Versione trasportabile”.

SYMCAD III - C è particolarmente adatta alla rilevazione delle misure nei negozi e può essere equipaggiata con un’estensione che consente al soggetto di svestirsi. Questa soluzione soddisfa perfettamente anche le esigenze di fornitura di abiti professionali o di uniformi, con una cadenza potenziale di 40÷50 persone l’ora.
SYMCAD III - T è adatta a un utilizzo mobile, con tempi d’installazione di meno di un’ora ed un peso inferiore ad 80 kg.

Queste configurazioni possono essere installate e messe in servizio dai clienti, non richiedendo competenze specifiche da parte dell’utente. SYMCAD III consente di offrire abiti su misura, confortevoli ed eleganti al prezzo di quelli del prêt-à-porter. Facile da utilizzare, autonomo e divertente, SYMCAD III è dotato di un sistema di assistenza vocale che aiuta la persona fin dal suo ingresso nella cabina. La persona si trova in un ambiente e in una situazione gradevole. L’acquisizione delle misure avviene alla luce naturale. Un sistema controlla la posizione corretta della persona. La misura è insensibile al colore della biancheria intima e della pelle.

Il nuovo prodotto SYMCAD III offre numerosi vantaggi tecnici. Utilizza sensori di profondità che eseguono la misura per triangolazione ottica con luce all’infrarosso prossimo. Si avvale delle più avanzate tecnologie per l’eliminazione del rumore elettronico e ottico. Questo consente di raggiungere una precisione ampiamente inferiore all’1% e di ottenere una ricostruzione realistica del corpo umano, senza disturbi o errori.

La superficie al suolo è inferiore a 3,3 m2. Il tempo d’acquisizione è velocissimo: 1 secondo con una configurazione di 10 sensori, e 1,8 s con una di 20 sensori.

L’acquisizione 3D è fatta a 360°, tenendo conto della posizione dei sensori. Sono possibili diverse posizioni di misura della persona. La precisione su un cilindro di 1,6 metri di circonferenza per un’altezza di 1,90 m è inferiore a ±0,15%, o ±1,5 per mille.

Il volume di misura è: altezza 2,05 m; profondità 0,8 m; larghezza 1 m.

Sono automaticamente effettuate e messe a disposizione oltre 140 misure in meno di 30 secondi. Il controllo del posizionamento delle misure può essere effettuato su pittogrammi e/o sulla forma reale.
Più di una trentina di negozi d’abbigliamento su misura in Europa utilizzano già l’apparecchiatura di misura del corpo umano di Telmat.

Telmat Industrie
TELMAT Industrie è una società specializzata nei prodotti e nelle soluzioni informatiche per i settori delle Telecomunicazioni, della Visione tridimensionale e della Sicurezza Internet. L’azienda produce apparecchi di misura, realizza software e sviluppa soluzioni per questi mercati.

http://www.symcad.com/EXPORT

Per maggiori informazioni, contattare:
Telmat Industrie
Giolbert DUDKIEWICZ, Presidente Direttore generale
6, rue de l’industrie
68360 Soultz (F)
Tel.: +33 3 89 62 13 35
e-mail : gdu@telmat.fr
www.telmat.com

Oppure contattare:
BUSINESS FRANCE
Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr
Blog, twitter, Facebook

]]>
Energie rinnovabili: HydroQuest avvia la commercializzazione della propria gamma di turbine fluviali Thu, 25 Jun 2015 16:08:11 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/357873.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/tecnologia/357873.html Business France Italia Business France Italia In occasione di Thetis EMR, conferenza internazionale sulle energie marine rinnovabili, che si è tenuta a Nantes il 20 e 21 maggio 2015, e proseguendo il suo progetto di turbine marine in collaborazione con CMN (Constructions mécaniques de Normandie), HydroQuest, società che progetta e produce parchi di turbine idrauliche innovative, annuncia l’avvio della commercializzazione della propria gamma di turbine fluviali: HydroQuest River.
A seguito di positive sperimentazioni in Guyana e soprattutto a Orléans, dove HydroQuest ha installato una turbina fluviale che sarà la prima ad essere connessa alla rete elettrica francese nelle prossime settimane, la società intende così sviluppare la propria presenza in Francia e a livello internazionale, in particolare in Italia.
In attesa del progetto di legge sulla transizione energetica e della Conferenza COP 21 a Parigi il prossimo dicembre, le energie rinnovabili sono al centro dell’attualità e rappresentano ormai una leva importante su cui fare affidamento per rispondere alla domanda di energetica in costante aumento nel mondo. I generatori fluviali, marini o da estuario hanno un enorme potenziale: il mercato fluviale mondiale vale da solo oltre 3.000 MW, pari a quasi 15 miliardi di euro di fatturato diretto.
«Un gran numero di fiumi e di estuari nel mondo possono essere la sede di turbine idrauliche, complementari ad altre fonti d’energia. Questo è, in particolare, il caso della Francia», ha dichiarato Jean-François Simon, Presidente d’HydroQuest.

Una gamma di turbine fluviali ad alto potenziale di sviluppo in Francia e all’estero
Denominata HydroQuest River, la gamma di turbine fluviali realizzata da HydroQuest sfrutta l’energia cinetica dei corsi d’acqua, ottenendo così una produzione di energia regolare e prevedibile.

Completamente modulare, la turbina si adatta a tutti i profili di fiume che garantiscano almeno 2 metri di salto d’acqua.

- 2 modelli prodotti in Francia: HydroQuest River 1.40 e HydroQuest River 2.80, rispettivamente a uno e due livelli, con una potenza nominale elettrica di 40 kW o 80 kW.
- doppio asse verticale e flusso trasversale;
- ottima resistenza ai detriti grazie alla sua griglia di protezione;
- installazione e manutenzione facilitata dal fissaggio a una chiatta galleggiante ancorata con cavi sottomarini e con colonne delle turbine sollevabili;
- trascurabile impatto ambientale, soprattutto sulla fauna, poiché le turbine ruotano a bassa velocità.

Le turbine fluviali di HydroQuest sono già state provate in condizioni reali:
- nel fiume Oyapock in Guyana: gestita da EDF, una turbina fluviale è in funzione da 2 anni nelle condizioni estreme dell’ecosistema amazzonico;
- nel fiume Loira, a Orléans: il modello HydroQuest River 1.40 è stato installato nel fiume da 6 mesi ed ha permesso di certificare la robustezza della macchina e di ottimizzare le sue prestazioni in un ambiente naturale. Questa sarà la prima turbina a essere collegata alla rete elettrica francese nelle prossime settimane.
«Sulla base dei successi ottenuti con le nostre turbine fluviali installate a Orléans e in Guyana, avviamo oggi la commercializzazione della nostra gamma. Questo fa parte della nostra strategia per contribuire a rispondere alle crescenti esigenze energetiche sia dei Paesi industrializzati, sia di quelli emergenti, schierando le nostre macchine su siti in Francia e nei Paesi ad alto potenziale di sviluppo, come Italia», ha aggiunto Jean-François Simon.

Inoltre, potenti strumenti digitali consentono l’ottimizzazione delle centrali da installare.


HydroQuest
HydroQuest è una società francese creata nel 2010, con sede nei pressi di Grenoble, nel cuore delle Alpi e culla mondiale dell’idroelettrico, avendo sviluppato una gamma di turbine in grado di produrre elettricità dalle correnti d’acqua che scorrono nei fiumi, negli estuari e nel mare.

Formata da un gruppo integrato di collaboratori, progettisti, ingegneri e dottori con un’esperienza consolidata in meccanica, idrodinamica ed elettricità, HydroQuest ha una base scientifica e tecnologica solida con oltre dieci anni di ricerche condotte da quattro laboratori di fama internazionale, specializzati in energia idroelettrica. La società ha depositato un portafoglio di 9 brevetti internazionali, sviluppati in collaborazione con EDF, Grenoble-INP e CNRS. HydroQuest ha già installato diverse turbine a Grenoble, a Orléans e in Guyana.
Per maggiori informazioni contattare :
Contatto stampa – Agenzia Amalthea
Anne-Laure Fogliani
Tel.: +33 4 26 78 27 15
e.mail: alfogliani@amalthea.fr

Oppure contattare:
BUSINESS FRANCE
Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr
Blog, twitter, Facebook

 

]]>
Gli esperti francesi fedeli al più grande salone mondiale dedicato all’ingegneria dei processi chimici ACHEMA 15-19 giugno Francoforte (D) Wed, 27 May 2015 14:32:48 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/355070.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/355070.html Business France Italia Business France Italia Business France, l’Agenzia nazionale al servizio dell’internazionalizzazione delle imprese francesi, organizza la partecipazione collettiva francese al salone ACHEMA, punto d’incontro internazionale da non perdere della comunità dei professionisti dell’industria dei processi e delle biotecnologie. Sono 26 le società francesi che esporranno su una superficie di 396 m2 nei principali padiglioni tematici del salone.

 

ACHEMA sarà uno spazio di dialogo internazionale tra i produttori/fornitori, gli utilizzatori e le industrie (società chimiche,...), gli scienziati e gli accademici. Saranno presenti tutti i fornitori di soluzioni per le industrie chimiche e delle biotecnologie, dai laboratori di ricerca e d’innovazione, all’ingegneria di progetto, passando per le forniture di apparecchiature e di macchine di processo meccanico e termico, di rubinetteria industriale, di soluzioni per la protezione ambientale, o ancora di strumenti e di apparecchiature d’analisi, controllo e automazione di processo.

 

Gli espositori sono distribuiti in 3 padiglioni (rubinetteria industriale, tecnologie di misura, controllo e automazione, ingegneria). Il polo di competitività Axelera espone su 40m2 nella Collettiva Francia al padiglione 9.2, dedicato all’ingegneria ed ha coinvolto per l’occasione alcuni suoi membri, anch’essi espositori: Inevo, Teclis, Processium, Ideel, AEPI e 2 piattaforme chimiche della Regione Rhône-Alpes: GRENOBLE CHEMICAL PARK e ROCHES-ROUSSILLON CHEMICAL PARK.

 

Con CHEMPARC (bacino industriale di Lacq), le piattaforme chimiche francesi saranno, dunque presenti in forza al salone ACHEMA per promuovere presso gli investitori stranieri del settore della chimica e dell’ambiente, i loro siti come destinazione privilegiata per i loro progetti di sviluppo in Europa.

  

Venite ad incontrare tutti gli espositori francesi:

 

Padiglione 8.0 - Stand J4 (Rubinetteria industriale)

H+VALVES + RAMPINI, DESCOTE, COREAU, CONTINENTAL INDUSTRIE, SERVINOX + PMS (stand J20), CAHOUET, CASTANET, BURACCO, REG TECHNOLOGY, TECHNIFLOW.

 

Padiglione 11.1 - Stand G3

(Tecnologie di misura, controllo e automazione)

TETHYS INSTRUMENTS, REGULATEURS GEORGIN, SETNAG, HEMERA.

 

Padiglione 9.2 - Stand D41 - (Ingegneria)

SERTRONIC, INEVO TECHNOLOGIES, PROCESSIUM, TECLIS, CHEMPARC, AXELERA, GRENOBLE-ISERE AEPI, GRENOBLE CHEMICAL PARK, ROCHES-ROUSSILLON CHEMICAL PARK, IDEEL

 

Per maggiori informazioni:

Business France

Guillaume ANFRAY

Capo progetto – Chimica e Miniere

Tel.: +33 (0)1 40 73 34 52

E-mail: guillaume.anfray@businessfrance.fr

  

Oppure contattare:

BUSINESS FRANCE

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

]]>
La filiera francese del solare fotovoltaico al salone Intersolar 2015 Monaco di Baviera 10- 12 giugno 2015 Wed, 27 May 2015 14:24:17 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/355069.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/fiere/355069.html Business France Italia Business France Italia Sotto l’egida di Business France, l’Agenzia nazionale al servizio dell’internazionalizzazione dell’economia francese, una decina di società francesi esporranno le loro tecnologie e le proprie competenze nel campo delle energie solari al salone INTERSOLAR, che si terrà a Monaco di Baviera dal 10 al 12 giugno 2015.

Questo salone internazionale rappresenta l’ambito ideale per arricchire il portafoglio d’ordini, iniziare nuovi progetti, collaborazioni e rafforzare la propria posizione in mercati in crescita. Il padiglione francese, con una superficie di 90m2, è organizzato in collaborazione con il Club Ademe International.

 

Secondo il rapporto Market-Outlook 2013-2017, pubblicato da EPIA (European Photovoltaic Industry Association), l’energia solare rappresenta ormai una produzione mondiale superiore a 100.000 MW. In Germania, l’energia solare valeva il 4,7% della produzione elettrica nel 2013. In Francia, a fine 2013, la potenza connessa era di 4.478 MWp, posizionando il Paese d’Oltralpe al terzo posto europeo ed al sesto mondiale.

 

La filiera fotovoltaica francese ha innegabili vantaggi per posizionarsi a livello europeo, sfruttando la propria capacità d’innovazione grazie ai suoi centri di ricerca e poli di competitività.

 

Venite a incontrare alcuni dei protagonisti della filiera fotovoltaica francese al padiglione Business France nella Hall A3-490.

DOME SOLAR: progettazione di soluzioni fotovoltaiche per ogni tipo di edificio e di tetti.

 

FRANCEWATTS: soluzioni fotovoltaiche per privati e professionisti.

 

 

 

IRFTS: soluzioni che consentono la diffusione su larga scala delle tecnologie solari, creando e producendo nuovi sistemi fotovoltaici.

 

SILLIA VL: produzione di pannelli solari di elevata qualità.

 

STEADY SUN: specialista della previsione di generazione solare.

 

STRATOCLAIR: sistemi solari di produzione di acqua calda sanitaria.

 

SUNNA DESIGN: progettazione e commercializzazione di soluzioni d’illuminazione LED e solari.

 

INSTITUT NATIONAL DE L’ENERGIE SOLAIRE : primo centro francese dedicato alla ricerca

T-SOLARIS : Building Integrated Solutions (BIPV)

 

Per maggiori informazioni:

 

BUSINESS FRANCE

Agathe LOUBERT

Capo progetto - Energie rinnovabili

Tel.: +33 (0)1 40 73 38 12

E-mail: agathe.loubert@businessfrance.fr

 

Oppure contattare:

BUSINESS FRANCE

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

]]>
Con INTERBEV, l’allevamento e la carne francese a EXPO 2015 Wed, 27 May 2015 12:59:59 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/355055.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/alimentari/355055.html Business France Italia Business France Italia I professionisti francesi e italiani dell’allevamento e della carne si riuniscono a Milano in occasione di Expo, sotto il patrocinio dell’Ambasciata di Francia

Il salone TUTTOFOOD, la “Fiera dell’Alimentare per eccellenza” tenutosi a Milano dal 3 al 6 maggio e l’inaugurazione di Expo hanno dato ad INTERBEV, l’associazione che raggruppa gli allevatori e i professionisti francesi della carne, la possibilità di promuovere la sua attività nel settore della carne bovina.

A TUTTOFOOD, Interbev ha partecipato con il proprio stand a cui hanno aderito 5 delle più importanti aziende francesi: Bigard, Charal, Elivia, Socopa Viandes e SVA Jean Rozé. Mentre, nel quadro dell’Expo, Interbev è stata la promotrice di un’importante evento di networking, una cena “indimenticabile” al ristorante del Padiglione Francia, dove naturalmente la carne e la sua preparazione “alla francese” sono stati i protagonisti indiscussi.

La serata è stata inaugurata dal Commissario del Padiglione Francia, Alain Berger, al quale sono seguiti gli interventi del Console Generale di Francia a Milano, Olivier Brochet e del presidente di INTERBEV, Dominique Langlois che ha così concluso il suo discorso ”Sono convinto che la filiera francese è, e sarà il vostro miglior punto di riferimento per la soddisfazione dei vostri clienti”. Per celebrare al meglio l’alta qualità della carne bovina francese, Eric Le Boeuf, maestro macellaio e miglior artigiano di Francia si è esibito, davanti ai 100 invitati italiani e francesi, in una dimostrazione di taglio della carne.

Per le aziende francesi del settore è stata l’occasione per sviluppare le loro relazioni con gli operatori italiani, in primis con quelli impegnati nella grande distribuzione, ma anche con gli importatori.

La Francia ha una grande tradizione nel settore dell’allevamento bovino, equino e ovino ed è anche il paese che possiede la più grande varietà di razze, ben 25 (Charolaise, Blonde d'Aquitaine, Rouge des Prés, Normande, Limousine, Gasconne, Aubrac,..). Queste caratteristiche ne fanno il primo paese in Europa per produzione di carne con 200.000 allevatori di bovini e 19 milioni di capi suddivisi su 13 milioni di ettari; detiene, inoltre, il primato europeo di mucche da latte e di estensione agricola votata alla produzione di foraggio. A livello internazionale, la Francia si colloca come il 6° produttore mondiale con 240.000 tonnellate di carne bovina e 1.3 milioni di capi esportati ogni anno in 40 paesi tra cui l’Italia, con cui vanta una relazione privilegiata.

L’associazione si mobilita inoltre per sviluppare, presso gli operatori italiani, la notorietà del marchio di carni bovine di qualità chiamato Bovillage. L’obiettivo resta in ogni caso la promozione della carne francese e la sua diffusione sul mercato.

Per maggiori informazioni contattare:

INTERBEV

Jacques MERCIER

j.mercier@interbev.fr

www.interbev.fr/

 

Oppure contattare:

BUSINESS FRANCE

Barbara Galli barbara.galli@businessfrance.fr

Blog, twitter, Facebook

 

 

]]>