Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Zone Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Zone Tue, 18 Jun 2019 23:53:32 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/1 Montana: produzione TOP di birre artigianali Mon, 17 Jun 2019 15:00:20 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/570034.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/570034.html Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

 

Il Montana si è creato nel tempo una fama di fucina di birre artigianali con oltre 18.500 barili di birra all'anno e - secondo i dati della Montana Brewers Association - il Big Sky state si piazza in seconda posizione negli Stati Uniti per numero di birrifici, 9.6 per capita, circa un'ottantina oggi. Ed è anche il secondo produttore di malto, ingrediente chiave che cresce abbondantemente nello stato. I birrifici sono un motore economico molto importante nel Montana, tanto da coinvolgere le due maggiori industrie dello stato, turismo ed agricoltura, ed arrivano a comprendere una porzione significativa dell'industria manifatturiera. Birra che produce benessere e contribuisce alla qualità di vita! La Montana Brewers Association dispone di un'esaustiva "Trail Map", mappa con tutti i birrifici artigianali, con o senza ristorazione, dislocati sul territorio. Ma la massima concentrazione di birrifici artigianali è a Missoula. I suoi cittadini amano celebrare la birra in divertenti birrifici quali la Big Sky Brewing Company o la Great Burn Brewing. Un bella avventura in gommone sulle acque fluviali del Black Foot o del Clark Fork con River City Brews Rafting Tours, invita a gustare le birre ed il sidro artigianale in totale libertà: i gitanti hanno la garanzia che almeno tre pinte sono a bordo. Sole, divertimento, spettacolari paesaggi, cibo e bevande locali: cosa si può voler di più per una bella gita d'estate!

In tema di libagioni, Butte - storica cittadina con una glorioso passato minerario ed oggi maggior produttore di orzo del Montana - oggi presenta anche una produzione di liquori di Headframe Spirits. Distillati artigianali tra i quali Orphan Girl Bourbon Cream Liqueur e l'High Ore Vodka e Anselmo Gin con nomi della storia delle miniere e dei minatori di Butte. La miniera Anselmo - ad esempio - fu una miniera di zinco unica in una cittadina con estrazione del rame. La sua profondità raggiungeva oltre i 1300 m. obbligando i minatori dell'Anselmo a scendere più in profondità per guadagnarsi la paga. Così, parafrasando, la distilleria ritiene di aver dovuto scavare profondamente per ottenere Anselmo Gin con una miscela unica di 12 diversi esemplari botanici inclusa citronella e mirtillo. Gli assaggi si tengono in una sala degustazioni storica e quanto mai divertente. Butte è un gioiello di cittadina nel Montana, incastonata tra le Montagne Rocciose e lo Spartiacque Occidentale, nell'ovest dello stato. Ospita ogni anno a luglio un eccezionale Folk Festival (12-14 luglio 2019) - tra i più importanti d'America - ed il suo centro storico  oltre al World Museum of Mining dispone di tour sotterranei nelle miniere e di tour in trolley narranti la storia di minatori, emigranti, politici e del Pekin Noodle Parlor, il più antico ristorante cinese negli USA, fondato dagli emigranti nel 1911 ed ancora gestito dai discendenti della famiglia che l'aprì!

Denver/Colorado è la porta d'accesso ufficiale all'immensa regione del Great American West. Disponibili voli diretti da Denver verso i principali aeroporti regionali del Montana.

 

INFO: The Great American West - Italia - https://greatamericanwest.it/

FB: The Great American West - Italia


   
       
 
Gestisci la tua iscrizione  |  Cancella iscrizione
Ricevi questa email perché sei interessato a ricevere le ultime news sulla destinazione.
The Great American West - Italia c/o Thema srl, Via C. Pisacane 26, Milano, 20129 IT MI
- www.themasrl.it 0233105841
Messaggio inviato con MailUp®
]]>
Autentiche esperienze alle Isole Vergini Americane: quello che cercano ora i turisti! Thu, 13 Jun 2019 11:00:43 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/568562.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/568562.html Uff. del Turismo Isole Vergini Americane Uff. del Turismo Isole Vergini Americane

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Autentiche esperienze alle Isole Vergini Americane: quello che cercano ora i turisti!

Il nuovo Tourism Commissioner delle Isole Vergini Americane, Joseph Boschulte, lancia il suo messaggio per attirare i viaggiatori nell’arcipelago territorio statunitense.

Il Commissioner afferma che sempre più visitatori vogliono scoprire alle US Virgin Islands usi e costumi dei locali e vivere esperienze tipiche isolane. Tutto questo cambia sensibilmente dagli ultimi anni, quando i turisti giungevano a St. Thomas, St. John e St. Croix primariamente per shopping e spiagge. Oggi le USVI accolgono circa 2 milioni di turisti all’anno ma il focus del territorio è ben diverso: è il cibo e la gastronomia delle isole, la musica, l’arte ma soprattutto la gente che vive sulle isole. Questi elementi diventano oggi la priorità per l’Ente del Turismo che trasforma il proprio marketing facendo in modo che la destinazione incontri sempre più i desideri dei viaggiatori, pertanto la strategia principale è: “The cultural and Experiential Value Proposition for Hotels/Resorts”.

Il turista che arriva alle USVI vuole sempre di più trascorrere del tempo nei locali frequentati da isolani, vuole gustare il cibo nei ristoranti frequentati da locali e non da turisti. La ricerca di esperienze autentiche è ancora più pronunciata nel settore crocieristico: “Ci sono dati concreti che dimostrano che il crocierista si allontana sempre più dal solo shopping e dalla gioielleria esente tasse alle USVI. Continuano a frequentare ovviamente le spiagge e a visitare le principali attrazioni ma sono sempre più coinvolti dalla vitalità del mondo isolano” così afferma il Commissioner Boschulte.

Per questo nuovo trend anche le USVI cambiano l’orientamento della propria promozione: l’invito è di affrontare le isole scoprendo come è semplice venire a contatto con la gente, stare tra gli isolani e vivere la propria esperienza in sicurezza. Inoltre è così facile affrontare un soggiorno alle Isole Vergini Americane usando sempre i dollari americani e avendo la garanzia che i cellulari funzionano.

Anche il turismo multi-generazionale è aumentato così che ci sono attività per i nonni, i genitori ed i bambini; alle USVI si può trascorrere una settimana tutti insieme nella stessa villa e trovare esperienze adatte a tutti: non tutti infatti vogliono stare ai bordi di una piscina!

I danni sostenuti dai grandi hotel e la perdita di un importante numero di camere ha fatto anche esplodere lo sviluppo di Airbnb, così che gli isolani ma anche i turisti hanno scoperto i vantaggi della sharing economy. Si soggiorna nelle case nel proprio spazio dedicato e si scopre anche che il soggiorno diventa più economico e divertente.

Info:  www.isoleverginiusa.it

FB: IsoleVerginiUSA

IG: VisitUSVI                                             _____________________________________

In quanto territorio USA,  i viaggiatori internazionali devono espletare le formalità dell’ESTA come per un viaggio negli Stati Uniti. Molteplici sono i voli dagli USA per i due aeroporti dell'arcipelago, a St. Thomas e a St. Croix.


 

Gestisci la tua iscrizione  |  Cancella iscrizione
Ricevi questa email perché sei interessato a ricevere le ultime news sulla destinazione.
Isole Vergini Americane - ITALIA, Via C. Pisacane 26, Milano, 20129 IT MI
- www.themasrl.it 0233105841
Messaggio inviato con MailUp®
]]>
Il Perù seguendo il profumo di caffè: un percorso per risvegliare i cinque sensi Tue, 11 Jun 2019 12:05:25 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/567417.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/567417.html jennifferglobal jennifferglobal Il Perù è il secondo maggior produttore di caffè biologico al mondo e, dallo scorso agosto, dispone del proprio marchio: Cafés del Perú. In quest’ottica, è il momento perfetto per un tour delle piantagioni di caffè del Paese, un percorso alternativo per conoscere un volto inedito del Perù.

Giugno 2019 – Il Perù è famoso in tutto il mondo per la sua incredibile cucina, ma è una meta all’avanguardia anche per quanto riguarda la cultura del caffè. Oggi i suoi chicchi gourmet vengono raccolti in fertili regioni e, attraverso la cura amorevole di artigiani locali, i palati degli amanti di questa bevanda possono essere soddisfatti da una tazza perfetta nei più disparati angoli del Paese.

Lima oggi è considerata la capitale gastronomica dell'America Latina, ma anche le sue caffetterie offrono prodotti straordinari e sono accomunate dal rispetto incondizionato per l'origine dei chicchi con cui lavorano. La ruta del Café parte da qui, con un tour dei locali più particolari. Café Apu, unica nel suo genere, è la caffetteria di una cooperativa che unisce diversi produttori della Regione di Cajamarca ed è gestita dai figli dei produttori stessi, che offrono caffè di qualità, varietà di metodi e prezzi accessibili. Nel moderno quartiere di Miraflores poi, c’è un luogo in cui tutti i caffè portano un nome di donna, in onore all’ispirazione che il proprietario ricevette proprio dalla nonna. Si tratta de El Café de Harry dove il Barista Campione Nazionale 2013, Harrysson Neira, sviluppa specialità di caffè direttamente con i produttori di diverse zone del Perù, le tosta e le distribuisce a rinomati ristoranti, tra cui il Central. Nel lussuoso quartiere di San Isidro, alla caffetteria The Coffee Road, ogni tazza è un’allegoria del viaggio che ispira alla partenza verso la Ruta del Caffè. Il suo proprietario, Alejandro Chu, infatti percorre abitualmente le zone di produzione di tutto il Paese sul suo fuoristrada, per conoscere personalmente tutti i produttori.

A nord della regione di Cajamarca, le province di Jaén e San Ignacio invitano a percorrere un itinerario avvolto da incantevoli paesaggi e dagli aromi di squisito caffè. I diversi produttori di queste zone hanno unito le loro forze creando cooperative nelle province di Jaén e San Ignacio, Cajamarca e Utcubamba, nella vicina Regione di Amazonas, i cui appezzamenti producono i cosiddetti "caffè speciali", caratterizzati da intensità e complessità di gusto. Qui un circuito turistico del caffè attraversa, in tre giorni, diverse piantagioni dove il viaggiatore può sperimentare il processo di lavorazione e apprezzare diverse varietà di arabica perfettamente adattate al clima tropicale. Il percorso si chiude con un'impressionante vista panoramica sulla valle di Jaén, attraversata dal fiume Marañón, e può essere intervallato da escursioni e trekking alla scoperta della natura. Cajamarca è conosciuto come il luogo in cui si incontrarono due mondi, quello inca e quello spagnolo e non mancano attrazioni millenarie come la necropoli delle Ventanillas de Otuzco, il Complesso archeologico di Cumbemayo e molto altro.

Proseguendo verso la Regione di Amazonas, nella città di Chachapoyas prende il via la Ruta del Café de Chachapoyas. Il percorso si articola attraverso sei caffetterie, che si sono unite in un progetto il cui obiettivo è quello di riscoprire l’identità regionale e offrire un’alternativa al turismo ricettivo della zona. Coloro che desiderassero scoprire il percorso produttivo possono dirigersi verso la provincia di Rodríguez de Mendoza, dove i produttori sono specializzati in caffè rinomato per le sue caratteristiche uniche. Amazonas offre la possibilità di alternare itinerari degustativi con percorsi d’interesse storico culturale, trasportando il viaggiatore in epoche lontane alla scoperta di siti archeologici particolari come la fortezza di Kuélap, i sarcofagi di Karajía e di bellezze naturalistiche come la Laguna del Condor e la Cascata di Gocta.   

Gli amanti della miscela arabica resteranno estasiati dalla scoperta delle province di Satipo e Chanchamayo, nella Regione di Junín, dove, tra vasti tappeti di foreste verdeggianti tipici della fo-resta centrale, cresce il famoso chicco.  Queste aree sono l’ideale per scoprire le zone di produ-zione del caffè e le spettacolari flora e fauna circostanti attraverso il contatto e l’esperienza con le comunità agricole locali, romanticamente adagiate sugli altipiani andini.  

Nel distretto di Villa Rica, nel cuore della selva della Regione di Pasco, è poi possibile osservare le fasi di lavorazione del caffè, partecipare alle celebrazioni dedicate al Festival del Caffè che si svolge a fine luglio e dedicarsi alla scoperta di meraviglie naturali come la Laguna Oconal, il Santuario Nazionale di Huayllay dal quale è possibile accedere al Bosque de Piedras, un’estesa zona rocciosa con forme scultorie che sembrano scolpite nella pietra per effetto dell’erosione.

La "Ruta de la fruta y el café aromático" mette a disposizione dei viaggiatori luoghi incantanti e meno conosciuti della Regione di Cusco. L’itinerario di 2 giorni permette, infatti di conoscere le cittadine di Lares, Sambaray, Quillabamba, Yanatile, Echarati, e molte altre. Il percorso si snoda tra paesaggi mozzafiato ed eccellenti prodotti gastronomici, tra i quali il caffè di Quillabamba, prodotto nella provincia di La Convención, equilibrato, ai profumi di mandorle e ideale da gustare puro o con latte.

Il “Percorso del Miglior Caffè del Mondo” nasce con l’obiettivo di unire sia i circuiti del Titicaca e della selva Amazzonica sia diverse tipologie di itinerari turistici, dall’avventura all’ecologia. Il circuito si snoda tra la selva di Puno, nella provincia di Sandia, dove è possibile sperimentare tour in bicicletta, discesa a corda doppia o canoa, per poi passare alle aree di coltivazione del caffè, in cui osservare i processi di produzione dei migliori chicchi del mondo. Infine i viaggiatori possono entrare in contatto con la popolazione e le usanze della selva Amazzonica, scoprendo piante officinali con i Callahuayas, i guaritori, e la fauna unica del Parco Nazionale Bahuaja Sonene, tra le Regioni di Puno e Madre de Dios.

PROMPERÚ - La Commissione Peruviana per la Promozione delle Esportazioni e del Turismo l'organismo ufficiale specializzato in promozione turistica e marketing, collegato al Ministero del Commercio Estero e del Turismo del Perù.


Per ulteriori informazioni:

http://www.peru.travel

Facebook: www.facebook.com/visitperu

Twitter: https://twitter.com/visitperu

Youtube: www.youtube.com/VisitPeru

Instagram: https://instagram.com/peru/

 

]]>
Wind River Reservation, l'unica riserva di nativi americani in Wyoming Mon, 10 Jun 2019 14:19:12 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/567134.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/567134.html Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

 

La riserva Wind River nel Wyoming è l’unica dello Stato  che ospita nativi americani: Northern Arapaho e Eastern Shoshone. Il centro tribale si trova a Fort Washakie. Il territorio è dislocato tra lo scenografico Wind River Range e le Owl Creek Mountains, oltre 88.000 ettari. La riserva comprende la cittadina di Riverton che dispone di aeroporto, ed è circondata dalle cittadine di Lander a sud e Thermopolis a nord-est. Il bel fiume Wind River scorre attraverso il territorio, offrendo acqua per l’irrigazione, così come per le attività ricreazionali. Certamente il territorio è uno dei più belli dello Stato del Wyoming. Il Parco Nazionale di Yellowstone dista circa due ore, percorrendo la Wind River Mountains Range ad ovest.

Il Forte Washakie, un tempo base militare dell’esercito americano, era spesso frequentato dai nativi Shoshone. Oggi è diventato il quartier generale della riserva. E’ anche l’unico forte americano che è stato denominato con il nome di un Capo Indiano. E’ interessate visitare lo Shoshone Tribal Cultural Center che offre un approccio approfondito della cultura della tribù Shoshone. In esposizione ci sono manufatti tribali, pezzi d’arte e d’artigianato, ed una collezione fotografica unitamente ad informazioni sul Capo Washakie e su Sacajawea.  Pochi sanno che la nativa Lehmi-Shoshone Sacajawea, che accompagnò gli esploratori Lewis e Clark alla scoperta del passaggio a Nord-Ovest, è sepolta nella Wind River Reservation. Vicino al Forte Washakie si trova la sua tomba, quella del nipote Bazil ed un memoriale al figlio Jean Baptiste. Molti pensano che dopo l’avventurosa esplorazione, si ricongiunse con il suo popolo a Fort Washakie, dove morì l’8 Aprile 1884 e fu seppellita dal reverendo John Roberts. Durante la sua vita a Fort Washakie, Sacajawea fu traduttrice per il Capo Washakie durante le negoziazioni, al fine di stabilire la realtà della riserva. Molti la videro indossare una di quelle medaglie di pace che Lewis e Clark distribuirono durante il viaggio. Il cimitero di Sacajawea si trova alle pendici delle colline delle Wind River Mountains, ove non a caso si trova anche la Montagna Sacajawea di oltre 4.000 metri.

Chief Washakie si trova sepolto nel cimitero a pochi passi del Tribal Center. Nominato nel 1840, fu l’ultimo Capo degli Shoshone; dopo la morte fu seppellito nella sezione più antica del cimitero. Durante la sua vita mantenne buone relazioni con il Governo U.S., così come con immigranti e pionieri e la sua massima preoccupazione fu la salute ed il benessere del suo popolo. Nel 1870, il Capo Washakie guidò con 150 Shoshone il Generale Crook nella campagna per far rientrare le bande Sioux e Cheyenne nelle proprie riserve. Questa campagna si concluse con la disfatta e la morte di Custer nel 1876. Anche in questo caso, Washakie sconsiglio l’attacco dell’esercito. Ogni anno si svolge a Thermopolis la Parata Gift of the Waters, creata dal Capo Washakie.  Durante l’estate, nei fine settimana, le danze tradizionali dei Nativi, la musica, il cibo e le feste, caratterizzano i Powwow nella riserva e in tutta la zona circostante. C’è un Powwow praticamente ogni settimana. Dal 28 al 30 giungo si terrà l' Eastern Shoshone Indian Days, Powwow & Indian games che coinvolge oltre 700 danzatori e 15 gruppi professionali di suonatori di tamburo. Giunto alla 60° edizione, l'evento  si svolge sulla  19 Old Wind River Highway ed è considerato il più grande Powwow del Wyoming.  Il calendario aggiornato con tutti i Powwow del 2019 è disponibile al seguente LINK

Per raggiungere la Wind River Indian Reservation si può atterrare a Riverton con voli diretti United da Denver/Colorado , porta d'accesso ufficiale all'immensa regione del Great American West.

 

INFO: The Great American West - Italia - https://greatamericanwest.it/

FB: The Great American West - Italia


   
       
 
Gestisci la tua iscrizione  |  Cancella iscrizione
Ricevi questa email perché sei interessato a ricevere le ultime news sulla destinazione.
The Great American West - Italia c/o Thema srl, Via C. Pisacane 26, Milano, 20129 IT MI
- www.themasrl.it 0233105841
Messaggio inviato con MailUp®
]]>
King Holidays: rotta nei Balcani con Montenegro e Albania Fri, 07 Jun 2019 12:19:45 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/566469.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/566469.html m&cs m&cs

27 destinazioni e 30 itinerari, per un totale di 418 partenze garantite: torna sugli scaffali delle agenzie il catalogo “Viaggi Culturali e di Gruppo” King Holidays, sfogliabile anche online sul sito www.kingholidays.it e valido fino al mese di ottobre.

“Oltre ad un nuovo itinerario in Polonia e alla crociera sul Volga – ha dichiarato Barbara Cipolloni, product manager di King Holidays – la grande novità di quest’anno riguarda i Balcani, con l’ingresso di Montenegro e Albania, che proponiamo con due tour organizzati. Il viaggio di gruppo continua a rivelarsi vincente, perché si rivolge ad una fascia di persone che, pur amando viaggiare, non se la sentono di organizzarsi autonomamente e scelgono di affidarsi alla filiera. L’importante, affinché questa formula funzioni, è offrire assistenza di qualità, corrispondenti preparati e, soprattutto, rinnovare costantemente la gamma di proposte, così da fidelizzare i clienti e trasformarli in repeaters”.

MONTENEGRO E ALBANIA, LE NOVITA’ SUI BALCANI DI KING HOLIDAYS

“Il più bell’incontro tra terra e mare”, così Lord Byron aveva definito il Montenegro, microcosmo balcanico che sta diventando una destinazione di tendenza, soprattutto per via dell’eccezionale connubio tra paesaggi diversi: baie segrete e spiagge sabbiose, dolci colline e laghi puntellati di isolotti. Questo piccolo Paese sorprende anche con i suoi borghi medievali e le città fortificate, a testimonianza di una lunga storia che ha visto intrecciarsi culture e religioni diverse. King Holidays inaugura la programmazione sulla destinazione con “Montenegro, Bellezza Selvaggia”, un viaggio di 8 giorni che offre una collezione di escursioni giornaliere abbinate ad un soggiorno a Budva: si dorme sempre nello stesso hotel e ogni giorno si visita qualcosa di diverso! Qualche esempio? Petrovac, in origine villaggio di pescatori e oggi meta turistica conosciuta soprattutto per la nota spiaggia di sabbia rossa, Cetinje, Bar, l’Isola di Santo Stefano e Dubrovnik, la “Perla dell’Adriatico”. Completano l’offerta la visita al Tara Canyon, il secondo canyon più profondo del mondo dopo il Grand Canyon, e a Grmozur, l’isola degli uccelli.

Un’altra importante novità è l’Albania: nonostante una storia complessa, che non ha risparmiato dittature e guerre civili, il Paese è riuscito a mantenere pressoché intatta la sua cultura tradizionale, il suo folklore e la sua lingua antica. La destinazione è stata scoperta dal turismo solo negli ultimi anni e, anche grazie alle sue incantevoli spiagge, si sta affermando nel panorama internazionale delle mete più richieste. A tutti i viaggiatori incuriositi da questo tesoro a due passi dall’Italia, King Holidays consiglia “Albania, il Paese delle Aquile”, un tour attraverso siti archeologici, fortezze, castelli, monasteri e parchi naturali affacciati sul mare cristallino, che consente di scoprire tutte le bellezze del Paese. Si parte dalla capitale Tirana per raggiungere nei giorni successivi Valona, sede del primo Governo Indipendente Albanese, l’antichissima Durazzo (fondata nel 627 a.C.) e Gjirokastra, città museo che fa parte del Patrimonio Unesco.

Sempre nei Balcani, tornano i tour “Romania, una Vera Favola” e “Bulgaria, il Paese delle Rose”. Il primo è un itinerario di 8 giorni che offre una panoramica completa delle località e delle regioni di maggiore interesse della Romania, compresa la leggendaria Transilvania, il secondo è il classico tour della Bulgaria, Paese famoso anche per le sue rose: un viaggio nell’antica Tracia, tra bellissimi villaggi e meravigliosi resti romani.

RUSSIA: AL VIA LE CROCIERE SUL VOLGA

Novità anche in Russia, con la “Crociera sul Volga”: 11 giorni di navigazione da San Pietroburgo a Mosca attraverso città ricche di testimonianze artistiche della vecchia Russia, come Mandrogui, Kizhi, Goritsy, Yaroslav e Uglich. Si viaggia su imbarcazioni di dimensioni relativamente ridotte rispetto alle navi da crociera tradizionali, in un ambiente confortevole, tranquillo e non mondano. Tutte le visite e le escursioni vengono effettuate in gruppo, con guida multilingue parlante inglese e italiano. A chi preferisce stare sulla “terraferma” King Holidays suggerisce “San Pietroburgo, Mosca e l’Anello d’Oro”, un tour di gruppo che unisce alle due città simbolo del Paese un’estensione di 3 giorni per visitare le cattedrali di Vladimir, la cittadina di Suzdal, con i suoi antichi monumenti protetti dall’Unesco, e Bogoljubovo con la Chiesa dell’Intercessione sul Nerl, costruita su una piccola collina. Completano l’offerta sulla Russia i combinati Mosca e San Pietroburgo in doppia versione: una classica, “Capitali Russe”, e una deluxe, “Gioielli Russi”, caratterizzata da servizi ed escursioni esclusivi, adatti ad una clientela più esigente ed attenta.

Riconfermato infine “Attrazioni Baltiche”, un viaggio che abbina le riscoperta delle antiche tradizioni delle terre che si affacciano sul Baltico con il volto moderno e contemporaneo delle capitali: un programma ricco di cultura e storia, con scenari unici che renderanno la vacanza indimenticabile.

IRLANDA, GRAN BRETAGNA E FRANCIA: GLI EVERGREEN DEL VIAGGIO DI GRUPPO

Novità a parte, non mancano i grandi classici di questo catalogo. A partire dall’Irlanda, presentata in tre versioni differenti: “Irlanda Classica” (tradizionale itinerario per conoscere l’isola di smeraldo, che tocca, tra le altre, Dublino, Galway e l’Anello di Kerry), “Ovest dell’Irlanda” (che si spinge fino al Castello di Bunratty) e “Il Sud dell’Irlanda” (con la sua costa sensazionale, i paesini pittoreschi e paesaggi di una bellezza struggente).

Si prosegue con la Scozia: presenti nuovamente “Scozia Classica” e il più avventuroso “Castelli Scozzesi”. Il primo è un itinerario in cui si visiteranno le più famose località del Paese, come le Cascate di Maesach e il famosissimo Loch Ness. Il secondo, invece, è un tour più “selvaggio” che si snoda tra natura indomita, colline che nascondono castelli maestosi e città che mescolano tradizione e modernità. Più a sud, “Londra e Cornovaglia” associa la visita della Capitale con le località più famose dei dintorni come Torquay, Salisbury, Stonehenge, Bristol ed Oxford, alla ricerca di antiche leggende e paesaggi da cartolina. 

In Francia, confermato anche in questo catalogo il tour “Parigi, Normandia e Valle della Loira”, circuito di 8 giorni con partenze garantite più volte al mese fino ad ottobre, che permette di ammirare le stupende fortezze reali della Loira, perfettamente conservate. Il tour prevede anche tappe a Saint Malo, in passato sede dei corsari che confiscavano i beni del re, e a Mont Saint Michel, complesso monastico costruito sopra un isolotto roccioso famoso per il fenomeno delle maree, attorno al quale sorge un piccolo villaggio.

I TESORI DELL’EST

Spostando l’attenzione verso l’est Europa, la principale novità è rappresentata da “La Bella Polonia”, circuito di 8 giorni con accompagnatore parlante in italiano: tra le tappe più importanti, le Miniere di Sale di Wielicka, il quartiere storico ebraico di Cracovia e il Santuario della Vergine di Czestochowa, con la maestosa Madonna Nera.

Più a sud, King Holidays consiglia il “Panorama dell’Est Europa”, un itinerario di 8 giorni che tocca le capitali di Ungheria, Slovacchia, Austria e Repubblica Ceca, con soste anche in località meno note, come l’idilliaca Cesky Krumlov, con il castello medievale e le case signorili affacciate sulla Moldava, e Brno, città universitaria dall’atmosfera giovane e dinamica che si sposa perfettamente con un centro storico accogliente, chiese, musei e un’architettura particolarmente ricercata.

LE CALDE EMOZIONI DEL NORD EUROPA

Dopo il successo ottenuto lo scorso anno, anche in questa edizione del catalogo vengono riconfermati i tour che comprendono la parte nord dell’Europa. Si spazia da “I Fiordi dei Vichinghi”, itinerario di 8 giorni dedicato alla Norvegia, a “Capitali Scandinave”, tour di una settimana dedicato a Oslo, Copenaghen e Stoccolma. “Lofoten e Capo Nord” si concentra invece sui paesaggi più inesplorati ed è dedicato a chi desidera vivere le tipiche emozioni che solo i Paesi nordici sono in grado di regalare, tra scenari mozzafiato, atmosfere rarefatte e il famoso sole di mezzanotte.

Parzialmente rivisitata la programmazione sull’Islanda, con il tour di gruppo di 8 giorni “Il Meglio dell’Islanda”, un itinerario con partenze garantite da giugno ad agosto, che permette di entrare in contatto con la natura incontaminata di un Paese tutto da scoprire, tra meravigliose fonti termali e spettacolari lagune glaciali.

TRA CAUCASO E ASIA CENTRALE

In Caucaso, King Holidays lancia un nuovo combinato di 10 giorni tra Armenia e Georgia intitolato “L’Affascinante Caucaso”: il programma si concentra prima sull’Armenia con la Capitale, il lago Sevan, gli antichi monasteri, il monte Ararat e il tempio pagano di Garni, dal classico stile ellenistico. Si prosegue poi in Georgia con Tiblisi, Mtskheta, antica Capitale oggi patrimonio Unesco, e Uplistsikhe, città interamente scavata nella roccia, risalente alla fine dell’Età del Bronzo. Il tour prevede anche una sosta nella regione di Kakheti e una sosta in una cantina vinicola con 300 anni di storia alle spalle per una degustazione di vini bianchi e rossi tradizionali.

Ritorna la programmazione per Uzbekistan e Iran, con “La Via della Seta”, tour di otto giorni che ripercorre le antiche vie carovaniere dedicate allo scambio di merci per rivivere epoche antiche, e “Memorie d’Iran” itinerario di 9 giorni con partenze garantite ogni mese.

LE NOVITA’ DELLA PENISOLA ARABICA

Per una vacanza allegra e divertente, da provare almeno una volta nella vita, si può volare negli Emirati Arabi Uniti e approfittare del circuito di 6 giorni “L’Essenza degli Emirati” con partenze garantite due volte al mese, dedicato alle tradizioni e alla cultura di ieri e di oggi del popolo arabo. Si visitano Dubai e Abu Dhabi, emblema degli eccessi e del lusso ostentato, con escursioni nel deserto e a Yas Island, l’“isola del divertimento” che ospita il circuito di Formula 1 e il Ferrari World, il più grande parco tematico coperto al mondo, che ha come filo conduttore proprio il Cavallino Rampante di Maranello. In alternativa, si può optare per un combinato che tocca anche gli Emirati meno conosciuti, come Al Ain, Sharjah, Musandam e Fujairah, oppure si può scegliere “Il Meglio dell’Oman”, tour di sette giorni con partenze garantite ogni domenica da aprile ad ottobre: durante questo viaggio, si potranno ammirare non solo l’elegante Muscat, ma anche le montagne di Nizwa, per poi finire con l’incantevole mare di Sur passando per le dune di Wahiba.

MEDITERRANEO AUTENTICO

Chiudono il catalogo Grecia e Cipro. In Grecia, il Tour Operator propone un tour di 8 giorni con partenze garantite più di una volta al mese, dedicato alla scoperta dei grandi siti archeologici che raccontano dell’antica mitologia ellenica. Tra le tappe, si toccano Micene, la meravigliosa Olympia e Atene, con l’immancabile sosta al Partenone. Discorso a parte per Cipro, affascinante mix di spiagge da sogno, siti archeologici e tesori naturali. “La Terra degli Dei” in 8 giorni promette di scoprire la maggior parte dei volti dell’Isola, spaziando dalla Capitale Nicosia all’anfiteatro greco romano di Curium, dalle chiese bizantine sui monti Troodos al luogo di nascita della dea Afrodite, fino alle spiagge di Limassol. Il tutto, con il vantaggio di alloggiare sempre nello stesso hotel, direttamente sul mare, approfittando di escursioni tutte giornaliere.

]]>
Dinner in the Sky, cena tra le stelle…con gli chef stellati! Thu, 06 Jun 2019 15:31:05 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/566127.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/566127.html m&cs m&cs

Alzi la mano chi, almeno una volta nella propria vita, non ha sognato di volare: a Bruxelles succede anche questo! E, come se non bastasse, oltre a provare l’ebbrezza di essere sospesi nel vuoto, si possono assaggiare specialità gourmet, cotte a puntino da una squadra di Chef stellati di fama internazionale.

Dinner in the Sky, l’ultima novità di Visit Brussels

E’ la straordinaria proposta di “Dinner in the Sky” l’ultima novità lanciata da Visit Brussels – Ufficio del Turismo di Bruxelles – che permette di realizzare un’esperienza unica nel suo genere: cenare su una piattaforma panoramica appesa ad un gru di 120 tonnellate, ad un’altezza di 50 metri dal suolo.

“Dinner in the Sky” sarà disponibile dal 13 al 23 giugno. Per l’occasione, 12 Chef, accompagnati da uno staff composto da quattro persone, si alterneranno nella preparazione di 1 pranzo e 2 cene al giorno: tra i nomi coinvolti nell’iniziativa spiccano i protagonisti della scena enogastronomica locale, come Yves Mattagne, Bart De Pooter, Viki Geunes e David Martin. C’è anche un po’ di Italia, con lo Chef Giovanni Bruno, titolare del ristorante “Senzanome”, uno dei locali italiani più popolari di tutta Bruxelles. La piattaforma-ristorante è in grado di accogliere contemporaneamente un massimo di 22 ospiti che avranno la fortuna di gustare deliziosi piatti, godendosi una vista senza pari della Capitale delle Capitali.

Ideata da David Ghysels, “Dinner in the Sky” rappresenta l’occasione ideale per trasformare qualcosa di ordinario, come un pranzo o una cena, in un momento magico e indimenticabile.

L’esperienza comincia ancora con i piedi “per terra”: all’arrivo gli ospiti vengono infatti accompagnati in una zona “hospitality” per un briefing e un aperitivo di benvenuto. Due alla volta, poi, accedono alla piattaforma e prendono posto su speciali sedili girevoli, simili a quelli dei piloti di Formula 1, che permettono di ruotare su se stessi, spaziando dalla tavola … al vuoto! Allacciate le cinture di sicurezza e ultimati i preparativi, arriva il tanto atteso momento di spiccare il volo dando inizio alla degustazione. Tutti i menù prevedono 5 portate, servite dallo Chef in persona, e si concludono alzando al cielo, è proprio il caso di dirlo, una coppa di Champagne!

Il commento di Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles

“Certo non lo consiglierei a chi soffre di vertigini – dichiara Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles – ma la salita avviene in maniera tranquilla, così anche i più ansiosi non hanno nulla da temere! E’ un’esperienza unica, che trovo particolarmente adatta tanto ai turisti più coraggiosi, quanto alle aziende, in ottica di team building e incentive. Bruxelles è la prima destinazione in Europa sul fronte del MICE e del turismo congressuale, e questo è un ulteriore esempio della varietà di proposte che è in grado di offrire”.

]]>
Borgo Pallavicini Mori, un agriturismo immerso nel verde ma alle porte della Capitale Tue, 04 Jun 2019 11:11:12 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/564653.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/564653.html Uff Stampa Uff Stampa A pochi minuti dal cuore di Roma, tra la meravigliosa piana del Tevere e le suggestive colline a Nord della Capitale, ricche di boschi secolari e vasti campi caratterizzati da affascinanti colori che mutano con l’avvicendarsi delle stagioni, si trova l’agriturismo “Borgo Pallavicini Mori” una tenuta agricola, un tempo appartenuta agli Altieri e successivamente alla famiglia Pallavicini Mori.

Il Borgo ospita oggi un accogliente luogo circondato da maestosi alberi di quercia e testimonianze delle civiltà etrusca e romana. In epoca antica erano presenti, come oggi, ampie coltivazioni di cereali, ville rustiche e fattorie.

Gli ospiti si troveranno immediatamente in un connubio tra natura e ospitalità a pochissimi passi da Roma e dai principali snodi stradali e autostradali. Il risveglio del mattino sarà accompagnato dal cinguettio di numerosi tipi di uccelli e da una sensazione di benessere e tranquillità.

I casali che ospitano le sue dodici camere sono denominati con gli antichi nomi usati nel territorio: Procoio, Fontanaccio e Polverino, il cui arredamento è stato creato con ricercata cura dei particolari al fine di rendere il soggiorno gradevole e confortevole.

Alcune camere si affacciano su un’incantevole corte interna con un antico fontanile, nonchè sui vari scorci della collina, sulle antiche grotte di epoca etrusca e sulla valle del Tevere.

Il Ristorante Pallavicini ha chiari richiami a tempi antichi in una cornice moderna, con opere d’arte di rara importanza, adatto ad ospitare anche grandi eventi. Dalle sue vetrate si viene catturati dalla natura circostante mentre si possono gustare piatti della tradizionale cucina regionale e mediterranea con selezionati prodotti tipici, alcuni di produzione propria.

La Sala Altieri e la Sala Pallavicini, in un contesto tra antico e moderno, sono delle ampie sale che si adattano ad ospitare matrimoni, meetings, conventions ed ogni tipo di evento con l’ausilio di moderne attrezzature. La prima puo’ ospitare fino a  180 persone, la seconda fino a 140.

Una location da sogno per il giorno più bello. Circondato da querce secolari il Borgo Pallavicini Mori puo’ accogliere il ricevimento dei propri sogni; Puo’ essere anche punto d’incontro per convention, team building, cene ed aperitivi offrendo sempre il giusto standard per eventi bussiness.

Oltre il Bar del Tino appare accanto ad una antica fienilessa, quasi come una sorpresa, una piscina circondata da ulivi con affaccio sulla collina dove, a seconda della stagione, si alternano le varie colture.

L’Area Spa Grotta della Regina deve il proprio nome alla vicina cavità nota alle fonti storiche, utilizzata prima dagli etruschi e poi dai romani e ancora esistente. All’interno di un piccolo casale è presente una confortevole cabina sauna ed un moderno bagno turco, mentre all’esterno una terrazza permette di gustarsi momenti di relax e quiete tra i profumi della vegetazione, senza mai perdere il contatto con la natura che di per sé è bellezza.

 

 

]]>
King Holidays: al via i pacchetti Fly&Train in Spagna e Portogallo Wed, 29 May 2019 12:39:38 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/561071.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/561071.html m&cs m&cs

Il calore della Spagna, il fascino del Portogallo e i paesaggi mozzafiato delle Azzorre: torna nelle agenzie di viaggi uno dei cataloghi più apprezzati di King Holidays, da sempre un punto di riferimento per le vacanze nella Penisola Iberica. La brochure, la cui copertina è dedicata all’iconico castello di Sintra, è valida fino ad ottobre ed è sfogliabile anche online su www.kingholidays.it.

IL COMMENTO DI BARBARA CIPOLLONI, PRODUCT MANAGER KING HOLIDAYS

“Nella nuova edizione di Spagna Portogallo e Azzorre – dichiara Barbara Cipolloni, product manager di King Holidays – proponiamo tutti i nostri best sellers e ci rivolgiamo ad un pubblico trasversale, abbracciando praticamente tutto il mercato. Dai programmi per famiglie ai tour avventura, dai pacchetti mare ai pellegrinaggi, dai city break ai circuiti itineranti. La novità più importante riguarda la formula volo + treno, fly&train, che proponiamo sia in Portogallo sia in Spagna. Da segnalare anche il potenziamento di Madeira, con nuovi circuiti di gruppo, proposte a tema in occasione di eventi speciali e l’inserimento di Porto Santo tra le destinazioni balneari. Infine abbiamo novità anche alle Azzorre, dove, accanto ai tour in esclusiva per i clienti King Holidays, proponiamo tutte le isole dell’arcipelago, comprese quelle minori, che generalmente non trovano spazio nella programmazione dei Tour Operator”.

SPAGNA E PORTOGALLO: FORMULA FLY&TRAIN

La novità principale della programmazione Spagna e Portogallo è rappresentata dalla formula fly&train, che sfrutta i collegamenti ferroviari ad alta velocità per trasferimenti rapidi e veloci, senza rinunciare ad ammirare il meraviglioso quadro paesaggistico che la Penisola Iberica è in grado di regalare. In Spagna la formula fly&train viene offerta in 2 tour: “Mosaico Iberico”, un itinerario di 8 giorni che abbina le città iberiche più importanti e culturalmente più interessanti del Paese (Valencia, Barcellona e Madrid), e “Gemme Andaluse” dedicato all’Andalusia, con Malaga, Siviglia, Cordoba e Granada. In Portogallo, invece, la formula è disponibile nel combinato “Oporto e Lisbona”, proposta di 7 giorni organizzata su base individuale.

SPAGNA: TOUR DI GRUPPO, FLY&DRIVE E COSTA DEL SOL

Ampiamente riconfermata buona parte della programmazione delle passate edizioni del catalogo sulla Spagna, a partire dal “Gran Tour dell’Andalusia”, tour di gruppo con partenze garantite, disponibile anche in fly&drive e perfetto per scoprire una delle regioni più belle del Paese, famosa anche per le sue meravigliose tradizioni, risultato dell’incontro di diverse culture. Tra gli altri evergreen: “Madrid, Andalusia e Toledo” e “Triangolo d’Oro”, che consente di osservare da vicino la modernità di Barcellona, l’austerità di Madrid e l’eclettismo di Valencia. Spazio anche alla Spagna settentrionale con “Il Nord della Spagna”, circuito di gruppo, disponibile anche su base individuale, che comprende il borgo medievale di Burgos, Bilbao, Santander, le splendide insenature della costa, Oviedo e Santiago de Compostela.

Tornano anche i circuiti religiosi, vera e propria esperienza di vita in grado di mettere alla prova tanto il corpo quanto l’anima. A chi desidera percorrere gli itinerari degli antichi pellegrinaggi, toccando tutti i luoghi più affascinanti del Cammino, King Holidays propone “Le Vie del Pellegrino”, tour di gruppo di 8 giorni con trasferimenti in bus e accompagnatore. “Il Cammino di Santiago”, invece, è il vero e proprio pellegrinaggio: un programma di 8 giorni, con tappe a piedi, per un totale di 100 km da Sarria a Santiago.

Chiude la programmazione sulla Spagna la Costa del Sol, con 7 partenze garantite in luglio e agosto e una serie di proposte per soggiornare nelle località più famose: Torremolinos, Marbella e Fuengirola.

PORTOGALLO: TOUR DI GRUPPO, FLY&DRIVE E ALGARVE

La programmazione sul Portogallo si apre con 3 differenti proposte di tour di gruppo con partenze a date fisse: “Portogallo e Santiago”, tour in cui si intrecciano gli angoli incantevoli delle città lusitane più importanti (si inizia da Lisbona e si termina a Oporto) e il misticismo di Santiago de Compostela, “Portogallo Originale”, itinerario tradizionale arricchito però con visite inconsuete e piacevoli esperienze di viaggio, come la visita di una cantina produttrice del famoso vino Porto con degustazione, e “Portogallo Express”, programma di 5 giorni dedicato a Lisbona e ai suoi dintorni, con possibilità di estendere il circuito anche a Fatima e Oporto.

Non manca, nella migliore tradizione King Holidays, la possibilità di organizzare piacevoli fly&drive: il catalogo propone “Portogallo Classico”, di 8 giorni, e “Portogallo da Cima a Fondo”, di 15 giorni con estensione mare in Algarve. Tutti i fly&drive possono essere personalizzati al momento della prenotazione, per ottenere un itinerario perfettamente in linea con le esigenze del cliente.

Infine, per quanto concerne l’offerta mare, King Holidays propone l’Algarve, con partenze garantite da Roma e Milano e resort di diversa categoria, tra i quali si distinguono il Tivoli di Carvoeiro, ideale per le famiglie e dotato di una splendida SPA, il Grande Real Santa Eulalia di Albufeira, in posizione privilegiata sul mare, e gli hotel sull’ampia spiaggia sabbiosa di Alvor.

MADEIRA: IL GIARDINO GALLEGGIANTE

Grandi novità per l’arcipelago di Madeira, tra le destinazioni più promettenti della stagione 2019: si parte dai soggiorni mare, con collegamenti aerei garantiti tutta l’estate da Roma e da Milano in collaborazione con Tap Portugal. Il catalogo offre numerose scelte, sia a Madeira sia, per la prima volta, a Porto Santo, affascinante isola dalle spiagge dorate: da segnalare ad esempio il Pestana Porto Santo, direttamente sul mare, con centro benessere e una comoda formula all inclusive. A Madeira, invece, si spazia dai resort fronte mare dedicati a chi cerca il massimo della qualità, come il Melia Madeira e il Golden Residence, agli hotel nel cuore di Funchal, ideali per scoprire la destinazione, come il Funchal Design.

Per quanto concerne i tour, la programmazione combina proposte di gruppo e su base individuale, anche con auto a noleggio, come il fly&drive “Madeira Discovery”, circuito di 8 giorni che permette di avere una panoramica completa di tutte le bellezze dell’Isola: la città di Funchal, Cabo Girao (la scogliera più alta d’Europa), Pico Ruivo e le bellissime piscine naturali di Porto Moniz. Da segnalare anche i circuiti che combinano Madeira e Porto Santo, come “Perle dell’Atlantico”, su base individuale, e “Madeira & Porto Santo”, con partenze mensili di gruppo.

MADEIRA SPECIAL

Sempre su Madeira, King Holidays propone 4 programmi speciali dedicati ad altrettanti eventi che andranno in scena nell’arcipelago nel corso del 2019. A maggio, ad esempio, “Madeira in Fiore” celebra l’esuberante fioritura primaverile del “Giardino Galleggiante” con un programma di 5 giorni dedicato ai giardini botanici nei pressi di Funchal, dove osservare splendide e rarissime piante esotiche, dai colori vivaci. A inizio settembre è la volta de “I Segreti del Vino”, tour di 7 giorni dedicato alle tradizioni vitivinicole dell’arcipelago, alla vendemmia e alla scoperta dei segreti del celebre vino Madeira, direttamente dalla voce dei suoi produttori. Spazio infine a due festival, che andranno in scena a giugno e ad ottobre: il primo è l’Atlantic Festival, che celebra l’inizio della stagione estiva con un ricco programma di musica, eventi e un attesissimo show di fuochi d’artificio, il secondo è il Madeira Nature Festival, dedicato alla scoperta dello straordinario patrimonio naturalistico dell’isola. Il programma comprende escursioni in jeep, trekking e crociere, a cui si affiancano vernissage fotografici, degustazioni di prodotti tipici e spettacoli folcloristici.

AZZORRE AL 100%

Chiude il catalogo un’ampia sezione dedicata all’arcipelago delle Azzorre, ancora più completa e diversificata rispetto al passato. In primo luogo, King Holidays propone ben 3 diversi tour di gruppo con partenze a date fisse, in esclusiva per i suoi clienti: “Tour Clipper”, l’unico circuito sul mercato che permette di visitare 3 isole diverse nello stesso viaggio, ovvero Sao Miguel, Terceira e Faial, “Circuito Avventura”, dedicato alla scoperta del volto più selvaggio di Sao Miguel tra jeep safari, trekking e avvistamento dei cetacei, e “Terceira e Sao Miguel”, combinato dedicato alle due isole maggiori dell’arcipelago. Seguono tante proposte su base individuale, come “Il Regno dei Cetacei”, combinato Terceira e Faial, “Soft Azzorre”, che include anche Pico, e il nuovo “Circuito Classico”, tour di 11 giorni con partenze giornaliere che tocca Terceira, Sao Miguel e la città di Lisbona.

Infine, King Holidays offre ai suoi clienti la possibilità di organizzare soggiorni individuali in tutte le isole dell’arcipelago, complice un calendario di partenze aeree garantite da Milano e da Roma su Sao Miguel in collaborazione con Tap Portugal: al volo è possibile abbinare un ricco catalogo di escursioni ed estensioni verso tutte le altre isole, comprese quelle minori, come Flores, con le sue iconiche cascate, la remota Corvo, la bucolica Graciosa puntellata di mulini a vento, Sao Jorge, nota per la sua ricca tradizione enogastronomica, e Santa Maria, dalle spiagge dorate.

]]>
Esperienze attive per corpo e mente in Massachusetts Wed, 29 May 2019 12:16:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/561195.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/561195.html Ufficio del Turismo Boston & Massachusetts Ufficio del Turismo Boston & Massachusetts

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

 

ART'S DUNE TOURS a Provincetown, Cape Cod offre escursioni tematiche sulla dune di sabbia del Parco Nazionale di Cape Cod a bordo di 4x4. L'escursione Art With Art’s  dura 6 ore e comprende l'esplorazione delle dune e dei capanni degli artisti, la storia e la cultura della comunità degli artisti di  Provincetown nonché un corso di acquarello tra le dune di sabbia, a cura di un artista locale. Con i Sunset Tour invece si ammirano le dune di sabbia alle calde luci del tramonto. Possibilità di combinare il Sunset Tour con una bella cena sulla spiaggia a base dei tipici piatti del  New England come il New England  Lobster. Disponibili anche menù a base di carne o per vegetariani

BOUNDLESS ADVENTURES in Massachusetts è a Berlin, a 70 km ad ovest di Boston. Opera d'estate e d'autunno fino a fine novembre. Il parco coinvolge per almeno 4 ore: l'arrampicata sugli alberi è l'attività primaria, per principianti e per esperti. L'esperienza è indirizzata a ragazzi (dai 7 agli 11 anni) ed adulti (dai 12 anni), con percorsi diversiL'esperienza è un arricchimento individuale che assiste a superare le difficoltà, a rafforzare la fiducia in sé stessi; è adatto a diverse disabilità, ad esempio i bambini autistici. Il potere terapeutico è testato per i benefici fisici ed emotivi che ne scaturiscono.

GOAT  YOGA alla Native Earth Teaching Farm di CHILMARK a Martha's Vineyard con sezioni durante l'estate, per circa un'ora. Yoga e capre sono terapeutici per tante persone. La combinazione è divertente ed offre un'esperienza rilassante in un'ambientazione rurale, in una vera fattoria. E' già un'impresa trovare la mente libera durante una sezione di yoga e inserire cinque caprette assolutamente adorabili è una distrazione che certamente rende la missione ancora più impossibile. Ma le caprette offrono qualcosa di diverso al mondo dello yoga. Portano con sé il comprovato potere della terapia degli animali. "Se sono di cattivo umore o non mi sento bene, sto all'aperto e mi siedo accanto ad una capretta", afferma l'insegnante di goat yoga Ms. Kirkland. "Istantaneamente le mie endorfine esplodono e tutto si volge al meglio!". Secondo numerosi studi, la terapia con gli animali si costruisce su un legame pre-esistente tra uomo ed animale e, può alleviare molti malanni fisici e mentali. Le capre sono estremamente amichevoli e curiose, ed hanno il giusto temperamento, interagendo con la gente ed acclimatandosi bene in situazioni quali una classe di yoga.

In località Gloucester ci si dedica ad una giornata intera di immersioni a cura di Cape Ann Divers per avvistare ampie zone sottomarine che includono relitti di navi. Si possono esplorare i resti della Romance, una battello a vapore per escursioni che si spezzò in due a causa della collisione con un'altra imbarcazione che lo colpì per un banco di nebbia.

Maritime New England Bike Tour : si pedala sulla costa dei famosi "marinai coraggiosi" a nord di Boston, nota per la sua bellezza naturale, le piccole cittadine costiere e l'affascinante storia marinara. Si effettua un tour di questa zona così fondamentale per la storia marittima degli Stati Uniti d'America, con i suoi porticcioli naturali che offrono acque protette dalle quali partire per abbondanti battute di pesca. Si visitano alcune tra le più antiche cittadine americane ove la pesca e la costruzione delle barche fanno ancora parte dello stile di vita. Si ammirano le case coloniali - ad esempio ad Ipswich - e si visitano i vivaci centri cittadini, Salem Gloucester, Rockport. Il tour include anche una veleggiata la tramonto a bordi di una catamarano ed una gita in kayak in una spiaggia nascosta. Great Freedom Adventures ha creato questo eccezionale giro in bicicletta che mostra il meglio della costa settentrionale del Massachusetts ove storia e natura si sposano meravigliosamente in un percorso scenografico unico.

Un'idea molto simpatica da fare anche con i bambini è "perdersi" per un attimo in un campo di grano, mentre i viaggiatori avidi di fogliame battono boschi e foreste. Non ci si lascia scoraggiare dal più grande labirinto del New England e del mondo, che è anche il più antico! Sono oltre tre ettari il  Mega Maze alla Davis Farmland di Sterling, al contempo l'epicentro di oltre 50 attività divertenti da fare con la famiglia. Non c'è nulla da temere poiché l'aiuto arriva dal personale della fattoria che si posiziona strategicamente nell'arco di cinque chilometri dalle strade senza uscita e dalle deviazioni: aiutano a trovare nuovamente la strada, a raggiungere le zone ristoro del labirinto così da non patire la sete o la fame prima di aver compiuto il percorso.  

INFO: Ufficio Turismo Massachusetts

www.massvacation.it - FB Visit Massachusetts Italia -

bostonma@themasrl.it

       
Gestisci la tua iscrizione  |  Cancella iscrizione
Ricevi questa email perché sei interessato a ricevere le ultime news sulla destinazione.
Massachusetts Office of Travel & Tourism - Italia c/o Thema srl, Via C. Pisacane 26, Milano, 20129 IT MI
- www.themasrl.it 0233105841
Messaggio inviato con MailUp®
]]>
In South Dakota l'unico corn palace del mondo Tue, 28 May 2019 14:58:09 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/560556.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/560556.html Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Il Mitchell Corn Palace fu pura fantasia quando aprì i battenti nell’autunno del 1892 nel cuore della cittadina di Mitchell, South Dakota orientale. L’edificio di design moresco, non nove cupole e minareti, decorazioni a mosaico, arabeschi ed elementi greci; gli esterni decorati con chicchi di grano, granaglie ed erba…tanto che le torri sembravano solide pannocchie. Tutto era illuminato da globi incandescenti! Il palazzo fu creato quale luogo di ritrovo per i cittadini e per i contadini del circondario per poter festeggiare i raccolti autunnali alla grande, con spettacoli sul palcoscenico, ma anche a dimostrare orgogliosamente che il South Dakota vantava un clima salubre per l’agricoltura. La tradizione continua oggi con il Corn Palace Festival che si svolge ogni anno a fine agosto, quest'anno dal 23 al 25.

Oggi il Corn Palace è una vera e propria attrazione turistica che stima circa mezzo milione di turisti ogni anno, che giungono da ogni dove per visitarlo ed ammirarne i variopinti murali. Durante l’estate i tour del Palace sono offerti gratuitamente, guidati da gioviali cittadini esperti di storie ed aneddoti. C’è anche un fantastico video che ne narra la storia. Dopo il tour si possono ammirare le esposizioni sul Corn Palace, capire come furono creati i murali, i souvenir e gli intrattenimenti del passato ed infine come si coltiva il grano.

Il Palace è ridecorato ogni anno con granturco naturalmente colorato ed altre granaglie oltre ad erba al fine di renderlo “the agricoltural show-place of the world”. Si usano oggi 13 colorazioni e tonalità di grano: rosso, marrone, nero, blu, bianco, arancione, giallo e verde. Il procedimento decorativo di norma inizia a Maggio con la rimozione della segale e del lapazio. I murali di grano sono distesi ad agosto ed i nuovi completati ad ottobre. Il Corn Palace è conosciuto nel mondo quale meraviglia della folk-art delle praterie del South Dakota.

Ogni anno la decorazione del Corn Palace di Mitchell segue un tema distinto. Oggi la destinazione d’uso del Corn Palace va ben oltre alla pura e semplice sede del festival annuale ed all’attrattiva turistica. Gli usi della struttura abbracciano vari scopi. Tra i tanti le mostre industriali, le danze, gli spettacoli, i meeting, i banchetti, le celebrazioni, i diplomi e le lauree della Mitchell High School e della Dakota Wesleyan University, così come le partite di basket locali, regionali e statali.

 

L'aeroporto più vicino a Mitchell si trova a Sioux Falls, a circa 1 ora di distanza. Disponibili voli diretti operati da United Airlines verso il Sioux Falls Regional Airport da Denver, Colorado, porta d'accesso ufficiale all'immensa regione del Great American West.

 

INFO: The Great American West - Italia - https://greatamericanwest.it/

FB: The Great American West - Italia


   
       
 
Gestisci la tua iscrizione  |  Cancella iscrizione
Ricevi questa email perché sei interessato a ricevere le ultime news sulla destinazione.
The Great American West - Italia c/o Thema srl, Via C. Pisacane 26, Milano, 20129 IT MI
- www.themasrl.it 0233105841
Messaggio inviato con MailUp®
]]>
Portogallo, Algarve. Mare incontaminato Mon, 27 May 2019 11:14:36 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/559633.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/559633.html igorz igorz La Praia dos Arrifes è tra le più conosciute della zona di mare nei pressi di Albufeira. Faro Portogallo propone tutto quello che la zona è in grado di offrire dal punto di vista turistico. La profonda conoscenza della regione permette di consigliarvi al meglio in merito. 

L'Argarve è una regiona davvero straordinaria e per cultura e tradizione e per valori naturalistici e paesaggistici. Il mare è tra i più caldi della media nazionale e nella striscia di mare che va dalla 'praia di Barranco' fino a VillaMoura c'è, forse, la spiaggia più fruibile per il grande turismo. E per strutture e per accessibilità delle spiaggie stesse. 

Senza nulla togliere alle restanti tratte di mare che sono davvero esaltanti per panorami e aspetto ancora grezzo e se vogliamo inesplorato.

contatti: Viaggiomania.info

]]>
Malta di King Holidays: cultura e mare, anche per i single Thu, 23 May 2019 12:24:05 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/558469.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/558469.html m&cs m&cs

Divertimento, sport, relax e la giusta dose di romanticismo: per la stagione estiva 2019 King Holidays presenta una versione inedita dell’arcipelago di Malta, ideale anche per i single. Nella nuova edizione del catalogo monografico “Malta”, infatti, l’Operatore propone per la prima volta soggiorni mare, tour, circuiti ed escursioni “minimo 1”, prenotabili quindi anche per un solo partecipante.

PRESENTAZIONE E PROMOZIONE

La brochure, già disponibile in tutte le agenzie di viaggi, è stata realizzata in collaborazione con l’Ente Nazionale per il Turismo di Malta ed è stata presentata al trade ieri sera, nella splendida cornice delle Cantine di Villa Grimani, palazzo di epoca cinquecentesca che si trova a Martellago, in provincia di Venezia, caratterizzato dall’elegante facciata, abbellita dagli affreschi di Giambattista Zelotti e da finestre e loggiati in pietra d’Istria.

“Abbiamo organizzato questo evento a Venezia – dichiara Barbara Cipolloni, product manager del TO – perché il Triveneto per noi è un’area strategica e in forte crescita. Inoltre, quest’anno abbiamo una serie di partenze dirette proprio da Venezia, che si affiancheranno ai tradizionali collegamenti da Milano e da Roma, per una ventina di partenze garantite in alta stagione in collaborazione con Alitalia e Air Malta. Il risultato è un prodotto molto competitivo, che non teme confronti con il web, per rapporto qualità/prezzo, specialmente in alta stagione. Il catalogo è valido fino a ottobre: per la promozione, abbiamo in programma un altro appuntamento trade dedicato al centro Italia e una campagna pubblicitaria rivolta al consumatore finale che comprende web e un mese di affissioni a Milano”.  

Di fronte ad una platea di circa 40 agenti, Barbara Cipolloni, affiancata per l’occasione da Antonietta Zucchetti, manager della branch milanese e da Ciro Casagrande, area manager Triveneto, ha puntato sul valore aggiunto dell’assistenza offerta dal TO: “Garantiamo un supporto costante durante il viaggio e coccoliamo i clienti con una serie di chicche che rendono unica la vacanza, come le colazioni di charme presso lo storico Cafè Cordina di Valletta, o la crociera nel Grand Harbour. Con la formula “minimo 1”, inoltre, ci rivolgiamo ai tanti viaggiatori in solitaria, che scelgono di partire da soli per staccare la spina e incontrare nuovi amici”.  

Alla serata ha partecipato anche Maya Francione, marketing executive dell’Ente Nazionale per il Turismo di Malta, che ha offerto un punto di vista esclusivo e privilegiato sulla destinazione, fornendo nuovi spunti agli agenti per venderla nel migliore dei modi.

LA PROGRAMMAZIONE DI KING HOLIDAYS: TOUR, INGLESE E MARE

Sul fronte della programmazione, la novità principale è il tour “Malta Cultura & Relax”, un circuito di 8 giorni che offre un focus culturale su Valletta, con escursioni alla scoperta della storia e dei tesori artistici della città, e tanto tempo libero da dedicare alle spiagge e alle bellezze naturali nell’arcipelago. Da segnalare in particolare l’ingresso alla Casa Rocca Piccola, delizioso palazzo nel cuore di Valletta risalente al 16° secolo, appartenente ad una nobile famiglia maltese e perfettamente conservato con dipinti, mobili e decori d’epoca. Ma c’è spazio anche per gli amanti del glamour, con l’opportunità di frequentare boutique e caffetterie alla moda, oltre al rinomato Cafè del Mar, luogo ideale per rilassarsi, fare una nuotata e sorseggiare un cocktail al tramonto. Il programma abbina 3 notti di soggiorno in un raffinato boutique hotel della capitale con 4 notti in un resort sul mare, nelle zone di St. Julian’s Bay o St. Paul’s Bay. Un viaggio “a misura d’uomo”, tra scorci magici e angoli di quiete, tradizioni, mare e tanto divertimento.

Sempre sul fronte dei tour, riconfermati “Malta Discovery” e “Malta & Gozo Adventure”, entrambi prenotabili anche per un solo partecipante. Il primo itinerario regala una panoramica completa dell’arcipelago: dalle opere del Caravaggio nella Cattedrale di Valletta alle passeggiate nelle stradine medievali di Mdina, passando per i templi megalitici di Ggantija a Gozo e la mitica Blue Lagoon di Comino. Il secondo “Malta & Gozo Adventure” propone un combinato tra le isole di Malta e Gozo, con un pizzico di avventura in più che non guasta mai. Oltre all’emozionante tour off road dell’isola di Malta, ci si imbarca in goletta per ammirare le coste e le baie più interessanti dell’arcipelago, tra bagni e snorkeling nelle sue acque trasparenti.

Riconfermata la sezione “Inglese al Sole”, rivolta ai giovani di ogni età che vogliono imparare la lingua d’Oltremanica, abbinando una vacanza al mare con un periodo dedicato allo studio e all’aggiornamento. Da quest’anno le quote comprendono già i libri di testo e l’ingresso alla piscina all’aperto con lettini e ombrelloni per tutta la durata del corso, per abbinare alla fase di studio anche dei momenti ludici e social. Come sempre, King Holidays prevede la possibilità di soggiornare, a scelta, in hotel, in famiglia oppure in uno degli appartamenti presenti nel residence della scuola.

A chi preferisce optare per un soggiorno mare, King Holidays offre una programmazione completamente rivista, che include anche strutture 5 stelle, dedicate ai clienti più esigenti: è il caso del Corinthia Hotel St. George’s Bay, struttura di charme ideale per le coppie, e dell’InterContinental Malta St. Julian’s, adatto anche alle famiglie. Tanti i 4 stelle, con gli “evergreen” di sempre, come il Qawra Palace o il Golden Tulip Vivaldi, e alcuni nuovi ingressi, come il Be Hotel, il The Waterfront e l’Hotel 1926, strutture di design perfette per una clientela attenta al comfort e allo stile. Immancabili anche le formule “young” e “low cost” con alberghi 3 stelle e appartamenti per chi è più sensibile al prezzo. Chiude il catalogo l’isola di Gozo, il volto minimal di Malta: oltre al Kempiski Hotel di San Lawrenz, tornano il St. Patrick, a due passi dalla pittoresca Xlendy Bay, e il Calypso, proprio davanti alla meravigliosa spiaggia di Marsalforn.

]]>
Cosa fare la sera per divertirsi nel Salento Wed, 22 May 2019 18:47:22 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/558087.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/558087.html marketing-seo.it marketing-seo.it

A partire dalle bellissime bellezze naturalistiche, passando per lo sport, la cultura e le tradizioni, il Salento si rivela essere la soluzione giusta per chi desidera trascorrere delle vacanze davvero indimenticabili. Non solo mare, sole e spiagge, ma anche discoteche, pub e serate all'insegna del divertimento. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo assieme cosa fare la sera per divertirsi nel Salento.

Avrete solamente l'imbarazzo della scelta

Particolarmente apprezzato da chi ama la vita notturna, il Salento è ricco di discoteche, pub ed altri locali dove potersi divertire in compagnia di amici e parenti. In particolare, se vi trovate a Lecce, vi consigliamo di partire dal centro storico, per poi dirigervi verso la Piazzetta Santa Chiara. A partire da bar chic, passando per creperie e pub, avrete solamente l'imbarazzo della scelta.

A Gallipoli, ad esempio, la movida inizia già nel pieno pomeriggio, dove i vari bagni organizzano delle feste con dei bravissimi dj che suonano per le persone presenti in spiaggia.

Se poi volete deliziare il vostro palato con delle tipiche prelibatezze pugliese, allora vi consigliamo di degustare i piatti tipici della zona, come il buonissimo rustico leccese, ma anche la puccia o le municeddhe, ovvero lumachine. Per concludere la vostra cena nel migliore dei modi, inoltre, non potete non assaggiare il pasticciotto leccese o uno dei tantissimi pasticcini a base di pasta di mandorla. Una vera e propria esplosione di gusti e sapori!

Delle vacanze indimenticabili nel cuore del Salento

Monumenti, parchi, musica, buon cibo e tanto divertimento sono senz'ombra di dubbio i punti di forza del Salento. La notte, poi, si anima di balli fino all'alba, offrendo la possibilità di trascorrere delle vacanze davvero indimenticabili.

Numerosi i locali che organizzano live music, happy hour, ma anche schiuma party e concerti dal vivo. Se tutto questo non bastasse, non potete non trascorrere dei giorni in Salento senza assistere a sagre e feste dove si balla la pizzica e la taranta. Il ritmo di questi balli vi coinvolgeranno, facendovi immergere nella cultura della zona, senza rimpiangere la musica da discoteca.

Se poi volete trascorrere una serata tranquilla in compagnia della vostra dolce metà potete optare per una passeggiata lungo la spiaggia. Il mare del Salento, infatti, rappresenta la giusta cornice per una serata all'insegna del divertimento e del romanticismo.

 Se non vedete l'ora di respirare l'atmosfera tipica del Salento, quindi, non dovete fare altro che soggiornare in una delle tante strutture ricettive presenti in zona. Sia che preferiate un B&B, piuttosto che una masseria, albergo o villa, in ogni caso potrete trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze, tenendo conto che gli affitti Salento sono molto vantaggiosi.

La tipica ospitalità della gente del posto, unita al sole, al mare, al buon cibo e al divertimento, rappresenteranno il mix perfetto per delle vacanze da favola.

Vi ricordiamo, inoltre, che il Salento è un territorio geograficamente piuttosto esteso e con una costa lunga più di 200 chilometri, proprio per questo motivo il nostro consiglio è quello di programmare in anticipo cosa desiderate vedere e i mezzi con i quali spostarsi. In questo modo sarà ancora più semplice scegliere dove soggiornare e trascorrere una vacanza da sogno all'insegna del divertimento, sagre e concerti.

]]>
Dalle Ville venete e le opere del Canova a Laghi, Grotte e Cascate. Fri, 17 May 2019 14:24:17 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/555271.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/555271.html Il Giardino di Venezia Il Giardino di Venezia

Mancano le idee per un weekend fuoriporta? Perché non esplorare l’Altamarca trevigiana? Siamo in Veneto, a 30 km da Venezia, ai piedi delle Prealpi Bellunesi, immersi tra vigneti, arte, autenticità al 100%, la moltitudine di Comuni in questa zona racchiude un enorme patrimonio, perfetto per scoprire le tradizioni e la cultura del territorio.

I Comuni, come ad esempio Revine Lago, Fregona e Possagno, sono caratterizzati da paesaggi suggestivi e famose Ville, sono la cornice di una serie di eventi culturali mirati a mantenere vive le tradizioni del territorio e ad integrarlo con l’arte contemporanea come quella cinematografica.

Il Comune di Fregona si estende sull’altopiano del Cansiglio, a nord-est di Vittorio Veneto. Il territorio è caratterizzato da un’estrema varietà di ambienti: dalle colline alla foresta del Cansiglio. Dalla cima del Monte Pizzoc si può ammirare un vasto panorama dal quale si vede anche la laguna di Venezia. Particolarmente importanti dal punto di vista turistico in questa zona sono le famose Grotte del Caglieron, delle cavità scavate in prossimità dell’omonimo torrente.

Possagno, Comune situato ai piedi del Monte Grappa, presenta un piccolo centro articolato in borgate di origine medievale, ed è famoso per la presenza della Gipsoteca canoviana e dell’omonimo Tempio. Accanto alla casa natale del celebre scultore Antonio Canova è stato creato uno spazio espositivo, chiamato appunto Gipsoteca, dove sono esposti principalmente tutti i gessi da lui realizzati. Non lontano da qui si può ammirare il Tempio Canoviano, attualmente chiesa parrocchiale di Possagno, costruita nel XIX secolo proprio dal famoso scultore.

Revine Lago si trova quasi totalmente sul versante meridionale delle Prealpi trevigiane. Caratterizzato dai magnifici laghi di origine glaciale, il Comune è una meta molto famosa per la bellezza dei suoi paesaggi, che tutela per preservarne l’integrità. Il lago di Santa Maria e di Lago fanno parte dell’itinerario denominato la “Via dell’acqua”, percorso che parte da Fregona e termina a Segusino.

Il Consorzio di imprese turistiche Città d’arte e Ville venete “Il Giardino di Venezia” propone una serie di itinerari adatti a coppie, famiglie e gruppi, dedicati alla scoperta della cultura, delle Ville e dei magnifici paesaggi della provincia di Treviso. Nel sito www.offersmarcatreviso.it è possibile consultare e prenotare tutti i pacchetti turistici creati ad hoc per gli amanti del viaggio.

Nota informativa:

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020

Organismo responsabile dell’informazione: Consorzio di imprese turistiche Città d’arte e Ville Venete “Il Giardino di Venezia”

 

Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste

]]>
GP di Monte Carlo: un posto in prima fila tra glamour e velocità Thu, 16 May 2019 16:04:54 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/554691.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/554691.html m&cs m&cs

E’ nato nel 1929 e da allora non ha mai smesso di emozionare, diventando un’icona di glamour e mondanità in tutto il mondo: è il Circuito di Monte Carlo, sede del Gran Premio di Monaco, una delle gare di F1® più attese dell’anno, in programma domenica 26 maggio.

A Monte Carlo con i Pacchetti F1 Experiences® di KKM Group

Il percorso tra le vie del Principato, in poco più di 3.300 metri di lunghezza inanella 19 curve ed è impresso indelebilmente nella memoria collettiva di tutti gli appassionati e non. Impone ai piloti un’accuratezza e una precisione millimetrica, tanto che il grande Nelson Piquet in una delle sue citazioni più celebri lo aveva paragonato ad un giro “in bicicletta dentro casa”. Forse è proprio questo il segreto dell’adrenalina che riesce ancora a regalare ai suoi milioni di spettatori, nonostante le strette curve impongano velocità decisamente inferiori rispetto alla media delle altre gare.

C’è spazio anche per gli amanti del lusso e della bella vita: impossibile ad esempio non soffermarsi sugli yacht ormeggiati nel Port Hercule, sugli abiti di lusso e sulle fuoriserie parcheggiate come utilitarie ai bordi delle strade. Tra una curva e l’altra, inoltre, il weekend del GP si anima di feste, eventi collaterali e appuntamenti esclusivi frequentati dai VIP e dal jet set internazionale.

Un fascino senza tempo che da oggi diventa accessibile approfittando delle proposte di viaggio sviluppate da KKM Group, tour operator con sede a Milano rivenditore in esclusiva per l’Italia dei pacchetti F1 Experiences® abbinati a tutte le gare del Campionato Mondiale. Pacchetti speciali, che offrono, da un lato, la velocità e il rombo dei motori durante le qualifiche e la gara, dall’altro, l’opportunità di curiosare dietro le quinte dell’evento e incontrare i suoi protagonisti.

Il pacchetto base per il GP di Monaco parte da 2.167,50 euro a persona e comprende il volo dall’Italia, il noleggio auto per muoversi liberamente in loco e 4 notti in hotel 4 stelle, da giovedì 23 maggio a lunedì 27. Inclusi nella quota anche i posti a sedere in Tribuna K (Superiore), quella affacciata sulla curva a sinistra del Bureau de Tabac, per assistere alle qualifiche e alla gara. Per cogliere l’essenza dell’evento e vivere un’esperienza unica, da veri protagonisti, l’offerta comprende anche l’accesso ad uno yacht ormeggiato di fronte al tracciato per una vista d’insieme del circuito, un incontro con Lando Norris, pilota McLaren, e un party riservato il sabato sera.

Chi lo desidera può optare anche per le soluzioni “Experience – Champions Club” che offrono la straordinaria opportunità di accedere alle tribune VIP e alle postazioni più esclusive: il Paddock, fulcro dell’azione, il mitico affaccio dell’Ermanno Suite Penthouse, dal quale si gode una delle migliori viste di insieme del circuito, e il Ristorante La Marée, direttamente sul tracciato. Questi pacchetti comprendono anche la possibilità di incontrare le grandi leggende della F1®, a cominciare da Jean Alesi, a disposizione degli ospiti per rispondere alle loro domande, raccontare aneddoti e svelare (qualche) segreto del settore.  

Le parole di Andrea Cani, Presidente KKM Group

Andrea Cani, presidente di KKM Group dichiara: “Vogliamo davvero dare un servizio completo alla clientela che oltre all’adrenalina cerca il lusso. L’offerta, unica nel suo genere per il settore dei viaggi, comprende un mix di soluzioni “hospitality” ed “entertainment” con disponibilità di posti preferenziali rispetto ai canali di vendita tradizionali, differenziate in funzione del budget di spesa. Si tratta di un’ottima opportunità sia per gli appassionati di F1® che per le aziende, le agenzie di viaggi e gli operatori turistici in cerca di proposte innovative per sorprendere partner e clienti”.

Nel corso del GP di Monaco, KKM Group sarà presente con il proprio personale in loco, per garantire la massima assistenza ai suoi ospiti.

]]>
Birra e vini tra i fiumi dell'Idaho Thu, 16 May 2019 10:00:40 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/555969.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/555969.html Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Nell'integrità degli spazi naturali dell'Idaho, c'è una gemma tutta da scoprire del Gem State: qualcosa bolle in pentola per creare novità da degustare mentre si viaggia nel Great American West. Bisogna quindi prendere in considerazione ristoranti, birrerie, vinicole per rifinire al meglio la vacanza americana.

L'Idaho è una delle mete con il più alto tasso di luppolo per la creazione di birre artigianali! Grande produttore di luppolo ed orzo, oggi può contare su una collezione di oltre 70 birrai creativi  che hanno trasformato lo stato in una fucina fiorente di birra artigianale. Basta solo passeggiare nelle strade della capitale, Boise per rendersi conto della più alta densità di birrerie di tutto lo stato; poi puntare a nord per esplorare il fiume di birra che scorre tra Sandpoint, Coeur d'Alene e Wallace. Oppure , oppure soggiornare a McCall per assaggiare birre che s'accompagnano perfettamente alla bellezza dei paesaggi e dell'avventura.

Bittercreek è una birreria di Boise molto sensibile al tema dell'ambiente: oltre a lavorare celebrando il prodotto locale organico, la Alehouse ha anche un sistema di compostaggio nei sotterranei del locale. Compostano il proprio cibo e condividono la terra arricchita di minerali con la comunità. Un grande patio invita a godersi una bevuta estiva all'aperto nelle sere d'estate, e birre da scegliere nel menù. Culture Clash o Mango Dagger, una bitta acida e poco comune, oppure Saison Farmhouse Ale rinfrescante.

Ma anche i vini dell'Idaho stanno costruendo solide basi per diventare il nuovo germoglio promettente degli Stati Uniti, tanto da vantare oltre 50 aziende vinicole nelle tre zone AVA (American Viticultural Areas). L'Idaho offre abbondanti scelte di cantine da esplorare. Si può ben dire di poter sorseggiare il proprio itinerario di viaggio attraverso lo stato, visitando il Sunnyslope Wine Trail di Caldwell, effettuando un'escursione tra le enoteche urbane di Garden City o avventurandosi a Lewiston per una miscela di vino e storia. Il vino del sud ovest dello stato appartiene alla tradizione agricola profondamente radicata dell'Idaho. Il clima contribuisce notevolmente: il suolo ricco combinato con ideali piogge ed estati calde produce uve eccezionali per vini di classe mondiale, ed il risultato  sono le denominazioni tra le più riconosciute dell'intera nazione! Se si marcia in direzione sud-ovest da Boise, sulla HWY 55 si arriva alla Sunny Slope Rd. Qui si esplora la campagna meravigliosa e si assaggiano vini. Volendo anche birre, poiché proprio in questa zona si registra un boom incredibile di birre artigianali!

 

Denver, Colorado è la porta d'accesso ufficiale all'immensa regione del Great American West. La capitale Boise è servita con voli diretti da Denver  dalle compagnie United e Southwest, mentre voli stagionali diretti diretti sono operati da Frontier Airlines .

INFO: The Great American West - Italia - https://greatamericanwest.it/

FB: The Great American West - Italia


   
       
 
Gestisci la tua iscrizione  |  Cancella iscrizione
Ricevi questa email perché sei interessato a ricevere le ultime news sulla destinazione.
The Great American West - Italia c/o Thema srl, Via C. Pisacane 26, Milano, 20129 IT MI
- www.themasrl.it 0233105841
Messaggio inviato con MailUp®
]]>
Sparkling experiences in the Prosecco Hills Wed, 15 May 2019 10:38:02 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/553766.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/553766.html Il Giardino di Venezia Il Giardino di Venezia

Spring in the Altamarca Trevigiana is breathtaking, the perfect season to see the gorgeous hills of Prosecco blooming, not only for the colors and the scents, but also for many events entitled “Primavera del Prosecco” (“the Spring of Prosecco”) which animate the small villages of Altamarca.

To live the experience through the Prosecco Hills you can view the tourism packages on the website www.offersmarcatreviso.it or venture through the municipalities of Altamarca. To cross this wonderful land and capture all its facets you can start from Valdobbiadene, capital of Prosecco, or from Vittorio Veneto, a town of great historical value linked to the Great War. Among the unmissable stops: the Possagno Gipsoteca with the plasters of Canova, the temple dedicated to the great sculptor, the magnificent Abbey of Follina and the suggestive Molinetto della Croda in Refrontolo; among the natural beauties the lakes of Revine Lago and the Caves of Fregona.

In addition to the main landmarks, there are many small villages to visit: Follina, Miane, Monfumo, Paderno del Grappa, Sarmede, Segusino, Vidor and Cison di Valmarino which is listed among the most beautiful villages in Italy.

Each place preserves a precious cultural and artistic heritage immersed in the natural landscape that only the Altamarca Trevigiana can be proud of. The opportunities to travel are multiple and this destination is suitable for both short stays and longer periods to better enjoy the relaxing atmosphere and the various suggested activities.

For information please contact: incoming@marcatreviso.it

INFORMATION NOTE: Initiative funded by the Rural Development Program for Veneto 2014-2020

Organization responsible for information: Consortium of Tourism enterprises, Cities of Art and Venetian Villas “The Garden of Venice”

Management Authority: Veneto Region – Parks and Forests Department (European Agricultural Fund for Rural Development)

]]>
"LUNGO LA STRADA DEL PROSECCO” Wed, 15 May 2019 09:33:55 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/553701.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/553701.html Il Giardino di Venezia Il Giardino di Venezia

La Strada del Prosecco, che si snoda attraverso molti borghi e paesi con una radicata cultura enogastronomica, riesce a regalare scorci e paesaggi unici nel loro genere.

Di seguito vi proponiamo uno dei pacchetti ideati ed offerti da Marca Treviso per promuovere questa magnifica zona: “Lungo la strada del Prosecco”. È possibile prenotare il proprio weekend fuoriporta direttamente sul sito ufficiale www.offersmarcatreviso.it, a partire da Euro 189,80 a persona in camera doppia.

PROGRAMMA

GIORNO 1: tappa al Molinetto della Croda a Refrontolo e degustazione di Refrontolo Passito DOCG. Pranzo a base di prodotti di stagione presso un tipico ristorante dell’Altamarca.

Trasferimento a Farra di Soligo per passeggiata sulle “Rive” (vigneti in collina) e sosta panoramica all’Eremo di San Gallo.

Aperitivo tra le colline del Prosecco Superiore DOCG o visita alla mostra del vino durante la Primavera del Prosecco.

Check-in in albergo a Pieve di Soligo e cena.

GIORNO 2: visita a Castelbrando a Cison di Valmarino. Trasferimento a Miane e pranzo presso il ristorante da Gigetto con imperdibile cantina sotterranea.

Proseguimento verso Valdobbiadene, passando per i borghi collinari di Guia Santo Stefano. Visita in cantina e degustazione del Prosecco Superiore DOCG.

Aperitivo nel tardo pomeriggio all’Osteria Senz’Oste.

IL PACCHETTO COMPRENDE:

  • 1 visita e degustazione di Refrontolo Passito DOCG presso il Molinetto della Croda
  • 1 pranzo a base di prodotti di stagione in un ristorante tipico
  • 1 pernottamento in camera doppia hotel 4*
  • 1 visita a Castelbrando a Cison di Valmarino
  • 1 pranzo presso il ristorante Da Gigetto con cantina sotterranea
  • 1 visita e degustazione in cantina

 

CONTATTI PER INFO E PRENOTAZIONI:

Call Center: +39 392 93 21 061 oppure prenotazioni@marcatreviso.it


Nota informativa:

Iniziativa finanziata dal Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2014-2020

Organismo responsabile dell’informazione: Consorzio di imprese turistiche Città d’arte e Ville Venete “Il Giardino di Venezia”

 

Autorità di gestione: Regione del Veneto – Direzione AdG FEASR Parchi e Foreste

]]>
Tony Messina dell'UNI di Boston: Chef del Nord-Est 2019 di James Beard Foundation Tue, 14 May 2019 17:06:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/555814.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/555814.html Ufficio del Turismo Boston & Massachusetts Ufficio del Turismo Boston & Massachusetts

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Da UNI a Boston: un'esperienza culinaria di Tony Messina, Chef del Nord-Est  2019 di James Beard Foundation

 

Il premio James Beard 2019 - il "nobel dell'arte culinaria" negli USA - ha onorato diversi chef e ristoranti statunitensi; tra questi Tony Messina di Boston, nella categoria Best Chef NorthEast. Lo chef - di chiare origini italiane - lavora con Ken Oringer al ristorante UNI dell'ELIOT HOTEL di Boston, un brillante locale stile ikazaya, che serve piatti d'ispirazione "street food"  ed innovativi makimono, nigiri e sashimi oltre a cocktail ed un nutrito menù di sake. A tarda sera nei weekend presenta ottimi ramen, un "cult" del ristorante. Gli chef hanno avuto - infatti - una brillante idea nel lanciare alcuni anni fa un menù a prezzi abbordabili per i nottambuli, dalle 23.00 all'1 di notte con tre scelte di ramen scritte semplicemente su un cartoncino. Successo immediato tanto da diventare il sensazionale indirizzo degli appassionati.

Lo Chef Messina è stato insignito nel maggio 2019 del prestigioso riconoscimento di Best Chef della James Beard Foundation, dopo essersi piazzato semifinalista nel 2018. Anche il suo socio Chef Oringer è entrato in semifinale sia nel 2018 che nel 2019 nella categoria Outstanding Restaurateur. La rivista Boston Magazine aveva già segnalato il ristorante UNI al vertice della sua classifica dei migliori 50 ristoranti bostoniani.

Tony apprende le arti culinarie in casa, come da tradizione italiana, poi formalizza la sua cultura con gli insegnamenti impartiti dalla Cambridge Culinary School del Massachusetts. Ed è in questo periodo che comincia a lavorare in alcuni dei migliori ristoranti della città di Boston: Radius, Hamersley’s Bistro, Salts, No. 9 Park e Clio proprio all'Elliot Hotel, oggi diventato appunto UNI.

Da tempo fan della cucina nipponica con le sue maestrie, Tony inizia a cercare il miglior ristorante di sushi a Boston e trova AKA Bistro al quale si unisce diventando l'Assistente Sashimi dello Chef e proprietario Chris Chung nel 2011. All'AKA non ci sono limiti al sashimi, traendo ispirazione dalla Francia, Italia, Spagna ed anche dall'America. Il successivo passo di Tony lo vede al fianco dello Chef  Ken Oringer all'Uni Sashimi nel 2012 con la posizione di Sashimi Chef. All'UNI Tony Messina trae ispirazione dalle culture del mondo per creare piatti quali il suo Duet of Hamachi, che ingloba tecniche moderne, ingredienti giapponesi ed influenze mediterranee. Nel 2016 l'intimo ristorante sashimi s'espande nello spazio del famoso ristorante Clio e diventa un vero e proprio ristorante giapponese di cucina asiatica che serve piatti creativi basati su pescato freschissimo con innovativo sashimi e sushi, utilizzando sapori lontani ed ingredienti tipici dello street food.

 

INFO: Ufficio Turismo Massachusetts

www.massvacation.it - FB Visit Massachusetts Italia -

bostonma@themasrl.it

       
Gestisci la tua iscrizione  |  Cancella iscrizione
Ricevi questa email perché sei interessato a ricevere le ultime news sulla destinazione.
Massachusetts Office of Travel&Tourism - Italia c/o Thema srl, Via C. Pisacane 26, Milano, 20129 IT MI
- www.themasrl.it 0233105841
Messaggio inviato con MailUp®
]]>
Bruxelles celebra il Rinascimento con Pieter Bruegel e il Festival di Carlo V Tue, 14 May 2019 14:43:19 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/553421.html http://content.comunicati.net/comunicati/turismo/zone/553421.html m&cs m&cs

Se Firenze è conosciuta in tutto il mondo per essere la culla del Rinascimento, molti storiografi e critici d’arte concordano nel riservare al Belgio – e a Bruxelles in particolare – un ruolo decisamente rilevante nella storia del movimento a livello europeo. Il riferimento è alla scuola dei Primitivi Fiamminghi, una delle correnti più importanti nel panorama delle arti figurative del XV secolo, che viene spesso considerata parallela al Rinascimento italiano.

“Il volto storico e rinascimentale di Bruxelles è una scoperta inattesa – dichiara Ursula Jone Gandini, direttore Italia Ufficio del Turismo di Bruxelles – e testimonia un’epoca ricca e gloriosa che influenzò anche la produzione artistica della città, definendo uno stile del tutto particolare, che ebbe in Bruegel uno dei suoi esponenti più importanti”.

Dal 1515 al 1555, infatti, Bruxelles fu la residenza ufficiale di Carlo V, che si stabilì nel Palazzo del Coudenberg (i cui resti sono ancora visitabili), trasformando la città nell’epicentro politico-economico del Vecchio Continente. Nominato re di Spagna nel 1516 e, solo 3 anni più tardi, imperatore del Sacro Romano Impero, Carlo V governava un regno nel quale “non tramontava mai il sole”, che si estendeva fino alle terre del Nuovo Mondo, scoperte pochi anni prima da Colombo.

IL FESTIVAL DI CARLO V A BRUXELLES

Per ripercorrere le tappe essenziali del rinascimento belga Bruxelles ospita fino a settembre il Festival di Carlo V. Tra esposizioni a tema, concerti, dibattiti, spettacoli teatrali, rievocazioni storiche e attività dedicate alle famiglie, il programma del Festival di Carlo V comprende anche una serie di percorsi tematici, sviluppati da Visit Brussels per permettere a tutti i visitatori della città di entrare in contatto con la sua anima storica.

Carlo V e l’Età dell’Oro di Bruxelles”, ad esempio, è un itinerario che parte dalla Piazza Reale nel quartiere di Sablon e prosegue alla volta della Grand Place, per ammirare chiese, palazzi, statue e fontane che ricordano le gesta di Carlo V. In alternativa, si può optare per “Bruxelles ai tempi di Erasmo”, tour focalizzato sugli usi e i costumi della popolazione raccontati dall’umanista rinascimentale, che ha soggiornato in città nel 1521. La visita guidata parte dalla piazza Petit Sablon e arriva fino al giardino della casa di Erasmo che conserva ancora oggi alcuni resti archeologici del castello di Anderlecht, abbinati poeticamente a diverse installazioni di artisti contemporanei.

IL 450° ANNIVERSARIO DI PIETER BRUEGEL IL VECCHIO  

Nel corso del Festival di Carlo V trovano ampio spazio anche gli eventi dedicati a Pieter Bruegel il Vecchio, il più grande pittore che la storia fiamminga abbia mai conosciuto: un’opportunità straordinaria per scoprire i capolavori dell’Artista che ha legato in maniera indissolubile la propria vita a Bruxelles, trascorrendo in città gli ultimi anni della sua breve esistenza, dal matrimonio con Mayeken Coecke (figlia del suo maestro Pieter Coecke) nel 1563, fino alla morte nel 1569.

In occasione del 450° anniversario dalla morte, che sarà celebrato il 5 settembre, Visit Brussels, in collaborazione con la collettiva Farm Prod, ha inaugurato una serie murales che compongono un vero e proprio “street art trail” a tema. Si parte con rue Haute, vicino a Porte de Halle, con un’opera dell’artista francese Lazoo, ispirata alla celebre “Danza Nuziale” del 1566, olio su tela attualmente conservato al Detroit Institute of Arts. Da metà giugno in poi, inoltre, vedranno la luce altri undici affreschi, dipinti da artisti che fanno parte della collettiva, che prendono spunto dai lavori svolti dal pittore fiammingo: un’opportunità per scoprire Bruegel sotto un’altra luce.

Murales a parte, Bruxelles è ricchissima di testimonianze dell’Artista: dalla tomba, custodita nella chiesa di Notre-Dame de la Chapelle, al Museo Reale delle Belle Arti, che custodisce la seconda collezione al mondo delle sue rare e preziosissime opere, tra cui la Caduta degli Angeli Ribelli del 1562, il Paesaggio Invernale con Pattinatori e Trappola per Uccelli del 1565, il Censimento di Betlemme del 1566 e l’Adorazione dei Magi, datato 1564. Bruegel fu uno dei primi artisti del periodo rinascimentale belga ad abbandonare le icone religiose e i soggetti storici per rappresentare la quotidianità, cogliendo perfettamente quella “joie de vivre” tipica di Bruxelles e dei suoi cittadini. Buona parte dei suoi lavori, infatti, rappresentano le attività quotidiane dei contadini, danze popolari, feste e attività all’aperto nei mesi invernali.

]]>