# StandUPforItaly

18/mar/2020 12:44:37 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Siamo coscienti del fatto che nelle ultime settimane abbiamo avuto seri problemi di comunicazione che hanno danneggiato la reputazione dell’Italia nel mondo” – dichiara Letizia Airos, CEO di Italian Hub e direttrice di i-italy, da cui l’idea di una campagna sociale per “invertire la tendenza con l’hashtag #STANDUPFORITALY“.

La meccanica è semplice, si basa sul Social Challenge: opinion leaders e influencer americani e italiani sono stati invitati a realizzare con il proprio smartphone un video da 20/30 secondi; ognuno testimonia le ragioni per cui ama e rispetta l’Italia, oltre ad invitare tutti, italiani e cittadini del mondo, a sostenere in modo concreto questo paese.

StandUp for Italy

Il primo messaggio per #STANDUPFORITALY è arrivato nella notte del 14 marzo da Mauro Porcini, Vicepresidente e Chief Design Officer di PepsiCo., a cui sono seguiti i messaggi video dello scrittore e critico cinematografico Antonio Monda, dell’ex Presidente della National Italian American Foundation John Viola, del direttore della Casa Italiana della New York University Stefano Albertini, della anchor di NY1 Roma Torre. A loro si sono uniti un folto ed eterogeneo gruppo di artisti e intellettuali, professionisti, imprenditori, ristoratori, e operatori dell’import-export tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America.

La campagna, nata dall’unione tra la società di comunicazione newyorkese Italian Hub, la testata i-Italy Network e Pasquale Diaferia, ha un solo scopo: bloccare i pregiudizi sull’Italia e creare gli anticorpi che aiuteranno la ricostruzione della reputazione nazionale, oltre la ripresa delle attività produttive, culturali e turistiche, quanto tutto questo sarà finito.

Per maggiori informazioni: https://www.facebook.com/iitaly

Fate circolare #STANDUPFORITALY fuori dal paese, coinvolgendo italiani che lavorano all’estero che registrino il loro messaggio e lo inviino a i-Italy.

Fate circolare la campagna tra gli italiani delle realtà economiche e produttive, perché lo usino per ricordare che siamo in pausa, ma pronti a rialzarci in piedi e a ricominciare, più forti di prima.

Friedrich Wilhelm Nietzsche

Il genio inglese rende più grossolano e naturale tutto ciò che sente. Il genio francese assottiglia, semplifica, logifìca (logicizza), tipulisce (orna). Il genio tedesco mescola, rende possibile (media), rende intricato (imbroglia) e morale (moralizza). Il genio italiano ha fatto l’uso di gran lunga più libero e più delicato di quello che aveva ricevuto dagli altri e ha introdotto cento volte di più di quello che ha preso: come il genio più ricco, che più aveva da regalare.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl