James Taylor, l'inglese dalle mille risorse

13/set/2004 20:22:15 Stefano Zamperin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



Comunicato Stampa n°31 / 2004-2005

James Taylor, l'inglese dalle mille risorse
Il miglior giovane dell'Inghilterra promosso in prima squadra



L'inglese James Taylor (S.Z.)


La sua carriera hockeystica

Un vero piccolo fenomeno dei pattini, James Taylor, in Inghilterra, patria di questo sport ma lentamente sostituito da sport più "redditizi" . Seguito da un padre appassionato e competente nonchè uno dei sostenitori più ferrei dell'hockey oltremanica, James è arrivato a Bassano per cambiare esplicitamente la sua carriera hockeystica. La scelta è ricaduta a Bassano, società ambiziosa, un anno fa, quando James è stato leader della seconda squadra, il Bassano H&Skating. Un'annata rivelazione per lui, non per la squadra che retrocede in Serie B, dopo una stagione davvero altalenante.

La sua carriera è cominciata già in giovanissima età ed è ricca di trofei. Sono sei infatti i titoli giovanili vinti con il Letchworth, una delle società più forti del panorama inglese. A 17 anni compie il primo passo verso i suoi miglioramenti personali e si trasferisce per una stagione all'Infante de Sagres, in Portogallo, dove milita nella seconda divisione. A 18 anni James da vero professionista della disciplina, si trasferisce a Bassano del Grappa e nella stagione 2003/2004 è il capocannoniere della squadra dello Skating Bassano con 29 reti. Una stagione come detto non eccezionale per tutta la formazione e la sua assenza nelle ultime giornate è risultata essenziale, per una squalifica quanto incredibile, per una persona con un alto "self-control" e una disciplina da seguire.
Un ragazzo grintoso, senza paura, che pur di entrare in area a servire i compagni come un'ariete si abbatte sulla difesa avversaria, ricevendo non poche "sviolinate" sulle gambe. La promozione in prima squadra avviene dopo una stagione di sacrifici, con addirittura ben 3 allenamenti al giorno, compreso quello insieme alla prima squadra, ogni mattina, con i Campioni d'Italia. Quest'anno James, forse solo troppo paragonato al famoso cantante, lasciato il mondo giovanile (la Juniores fino a Giugno), si immerge nelle direttive di Carlos Dantas, che stravede per l'inglese. Venne usato come attaccante nella squadra allenata da Luis Nunes, ma con Carlos ritorna nel suo ruolo originario, il difensore, e sarebbe il quarto dell'Infoplus Bassano, ma con doti nettamente offensive.

Nella sua carriera sono tante, se non uniche nel suo caso, le presenze nelle Nazionali Inglesi. Erano quattro fino a tre mesi fa le Nazionali in cui militava, un piccolo fenomeno anche se il livello dell'Inghilterra non è davvero alto, ma con il passare degli anni guadagna a piccoli passi importanti posizioni. Nel 2001 James partecipa all'Europeo Giovanile (8), mentre nel 2002 c'è il suo salto di qualità: gioca con la Nazionale Juniores sempre da Capitano (Europei 6°), la Nazionale Under 20 (Mondiale), e la Senior (Europei Firenze 6° posto). Nel 2003 conquista il sesto posto con la Nazionale Juniores (Europei), numerose presenze nei Mondiali 2003 Under 20 in uruguay, e partecipa anche attivamente al Mondiale 2003 in Portogallo tra le file dei senior (15° posto). Già quest'anno è stato Capitano ancora per il secondo anno (ed anche l'ultimo) della Nazionale Juniores inglese, dove in Germania ha conquistato il 6° posto, mentre tutt'oggi è impegnato nell'Europeo Senior in Francia. Proprio per questo motivo il talentuoso hockeysta non parteciperà alla tournee argentina, per motivi prettamente dello staff inglese, che farà ritornare James solo martedi', quando la squadra sarà già oltreoceano.



L'inglese James Taylor in azione (S.Z.)



L'Intervista

Sei un anno che sei qui a Bassano come ti trovi James?
"Sto bene qui a Bassano. Ci sono buoni amici come Giovanni Zen e tutt'ora vivo con Franco, Alberto e Martin. Abbiamo quasi la stessa età.."

Carlos Dantas ti ha dato tanta fiducia vero?
"Carlos mi ha fatto crescere e sono davvero contento di essere rimasto al Bassano Hockey e soprattutto di allenarmi con i "big". Gli allenamenti si' sono duri - sorride Taylor - ma ci vuole se voglio crescere".
Un mix tra Italiano e inglese, miglioramenti visibili a vista d'occhio, aiutato dalla sua ex squadra dello Skating cui tutt'ora ha ottimi rapporti

Tra pochi giorni andrai in Francia per gli Europei Senior. Sei un piccolo fenomeno ad avere cosi' tante presenze con la maglia inglese..
"Si' sono spesso in Nazionale. Non ci sono molti risultati ma stiamo migliorando - accenna l'inglesino".

Ti Auguriamo in bocca al lupo e ti aspettiamo a Bassano in Serie A dopo parecchia gavetta: avrai Rigo-Orlandi-Bresciani davanti a te.
"Si, sono dei campioni ma spero di essere utile in qualche occasione, dove daro' il meglio di me, come sempre".

Un ragazzo di poche parole, anche per via della lingua che mastica ma non del tutto, ma siamo tutti sicuri che in campo parleranno solo le sue azioni.


Bassano del Grappa (Vicenza),  il 13/09/2004


Stefano Zamperin
Ufficio Stampa Bassano Hockey 54
Webmaster Sito Ufficiale Bassano Hockey 54
news@bassanohockey54.it - www.bassanohockey54.it
Cell.:  +39 348 9327659


Per rimuoverti da questa mailing-list invia un'e-mail a news@bassanohockey54.it e scrivi nell'oggetto "RIMOZIONE MAILING-LIST"
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl