Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Thu, 22 Feb 2018 11:53:50 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/1 Viva la lotta dei proletari della logistica! Wed, 21 Feb 2018 20:25:29 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470640.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470640.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista  

Viva la lotta dei proletari della logistica!

Venerdì 23 e sabato 24 febbraio i lavoratori della logistica scenderanno in lotta su iniziativa del SI Cobas.

Venerdì 23 ci sarà lo sciopero generale contro l’ennesimo contratto nazionale farsa siglato da padroni e bonzi sindacali: un contratto che riduce il salario e aumenta lo sfruttamento, toglie diritti e rende il lavoratore ancora più succube del padrone.

Sabato 24 si terrà a Roma la manifestazione nazionale “contro Sfruttamento, Razzismo e Repressione” (concentramento a Piazza dell’Esquilino ore 14), a sostegno di una piattaforma di lotta che contrappone le necessità vitali e urgenti della classe lavoratrice alle necessità di sopravvivenza della marcia società capitalistica.

Noi comunisti (m-l) sosteniamo con convinzione questa coraggiosa mobilitazione che denuncia apertamente una legislatura che attraverso i governi Letta-Renzi-Gentiloni ha peggiorato le condizioni di vita e di lavoro di milioni di proletari, che rompe con una campagna elettorale tutto giocata su temi confindustriali, antioperai e razzisti.

I facchini della logistica non abboccano alle false promesse dei partiti borghesi e piccolo borghesi, ma lanciano un segnale all’intero proletariato: è la lotta che decide, non le illusioni elettorali!

Questo settore è da anni uno dei reparti più combattivi del movimento operaio. Di fronte al loro movimento, che si è allargato con migliaia di scioperi e picchetti contro lo sfruttamento intensivo e condizioni di lavoro bestiali, i padroni, i loro governo e il loro Stato hanno risposto con le cariche, le violenze, le minacce, i licenziamenti e gli arresti dei delegati e dei lavoratori più combattivi.

Da parte loro, i sindacati collaborazionisti, oltre a curare gli interessi padronal-cooperativi-mafiosi e i propri tornaconti, fanno di tutto per mantenere i lavoratori isolati, divisi e senza reali prospettive. A costoro purtroppo danno una mano anche diversi dirigenti dei sindacati di base, che si ostinano in una linea autoreferenziale e divisionista che impedisce una più ampia unità d’azione.

Il proletariato della logistica non può e non deve essere lasciato solo nella sua lotta. Chiamiamo dunque alla partecipazione e alla lotta il 23 e il 24 febbraio tutti i lavoratori sfruttati, i disoccupati, i giovani senza futuro nel capitalismo, tutti coloro che resistono alle aggressioni governative, all’attacco alle libertà  e ai diritti dei lavoratori.

Davvero importante è l’appello al fronte di lotta anticapitalista contenuto nel manifesto dello sciopero, un fronte che deve basarsi sulla difesa intransigente dei comuni interessi economici e politici del proletariato, così come su organismi espressi dalla massa lavoratrice e disoccupata (comitati di lotta operai, di sciopero, assemblee, ecc.).

E’ solo con il fronte unico di lotta in ogni città, in ogni paese e su scala internazionale che gli operai di tutti i settori, i disoccupati, i precari, possono sconfiggere l’offensiva capitalistica, i disegni reazionari, la politica di guerra, e riprendere la marcia verso la nuova società senza sfruttamento, il socialismo.

Per avanzare è importante dotarsi di un grande sindacato di classe, ma il problema principale da risolvere, da cui dipendono gli altri, è la costruzione del partito indipendente e rivoluzionario della classe operaia, lo strumento insostituibile per l’orientamento e la direzione politica delle lotte, lo sviluppo della coscienza e dell’organizzazione di classe.

A questo decisivo compito rivoluzionario chiamiamo gli operai avanzati e i comunisti che sentono come proprio dovere ricostruire il Partito e creare un'alternativa comunista.

Proletari della logistica e degli altri settori, allo sciopero e in piazza il 23-24 febbraio! Uniamoci, organizziamoci, lottiamo insieme!

20.2.2018

 

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

 

www.piattaformacomunista.com

teoriaeprassi@yahoo.it

 

 

]]>
Viva la lotta dei proletari della logistica! Wed, 21 Feb 2018 20:25:15 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470639.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470639.html Piattaforma Comunista Piattaforma Comunista Viva la lotta dei proletari della logistica!

Venerdì 23 e sabato 24 febbraio i lavoratori della logistica scenderanno in lotta su iniziativa del SI Cobas.

Venerdì 23 ci sarà lo sciopero generale contro l’ennesimo contratto nazionale farsa siglato da padroni e bonzi sindacali: un contratto che riduce il salario e aumenta lo sfruttamento, toglie diritti e rende il lavoratore ancora più succube del padrone.

Sabato 24 si terrà a Roma la manifestazione nazionale “contro Sfruttamento, Razzismo e Repressione” (concentramento a Piazza dell’Esquilino ore 14), a sostegno di una piattaforma di lotta che contrappone le necessità vitali e urgenti della classe lavoratrice alle necessità di sopravvivenza della marcia società capitalistica.

Noi comunisti (m-l) sosteniamo con convinzione questa coraggiosa mobilitazione che denuncia apertamente una legislatura che attraverso i governi Letta-Renzi-Gentiloni ha peggiorato le condizioni di vita e di lavoro di milioni di proletari, che rompe con una campagna elettorale tutto giocata su temi confindustriali, antioperai e razzisti.

I facchini della logistica non abboccano alle false promesse dei partiti borghesi e piccolo borghesi, ma lanciano un segnale all’intero proletariato: è la lotta che decide, non le illusioni elettorali!

Questo settore è da anni uno dei reparti più combattivi del movimento operaio. Di fronte al loro movimento, che si è allargato con migliaia di scioperi e picchetti contro lo sfruttamento intensivo e condizioni di lavoro bestiali, i padroni, i loro governo e il loro Stato hanno risposto con le cariche, le violenze, le minacce, i licenziamenti e gli arresti dei delegati e dei lavoratori più combattivi.

Da parte loro, i sindacati collaborazionisti, oltre a curare gli interessi padronal-cooperativi-mafiosi e i propri tornaconti, fanno di tutto per mantenere i lavoratori isolati, divisi e senza reali prospettive. A costoro purtroppo danno una mano anche diversi dirigenti dei sindacati di base, che si ostinano in una linea autoreferenziale e divisionista che impedisce una più ampia unità d’azione.

Il proletariato della logistica non può e non deve essere lasciato solo nella sua lotta. Chiamiamo dunque alla partecipazione e alla lotta il 23 e il 24 febbraio tutti i lavoratori sfruttati, i disoccupati, i giovani senza futuro nel capitalismo, tutti coloro che resistono alle aggressioni governative, all’attacco alle libertà  e ai diritti dei lavoratori.

Davvero importante è l’appello al fronte di lotta anticapitalista contenuto nel manifesto dello sciopero, un fronte che deve basarsi sulla difesa intransigente dei comuni interessi economici e politici del proletariato, così come su organismi espressi dalla massa lavoratrice e disoccupata (comitati di lotta operai, di sciopero, assemblee, ecc.).

E’ solo con il fronte unico di lotta in ogni città, in ogni paese e su scala internazionale che gli operai di tutti i settori, i disoccupati, i precari, possono sconfiggere l’offensiva capitalistica, i disegni reazionari, la politica di guerra, e riprendere la marcia verso la nuova società senza sfruttamento, il socialismo.

Per avanzare è importante dotarsi di un grande sindacato di classe, ma il problema principale da risolvere, da cui dipendono gli altri, è la costruzione del partito indipendente e rivoluzionario della classe operaia, lo strumento insostituibile per l’orientamento e la direzione politica delle lotte, lo sviluppo della coscienza e dell’organizzazione di classe.

A questo decisivo compito rivoluzionario chiamiamo gli operai avanzati e i comunisti che sentono come proprio dovere ricostruire il Partito e creare un'alternativa comunista.

Proletari della logistica e degli altri settori, allo sciopero e in piazza il 23-24 febbraio! Uniamoci, organizziamoci, lottiamo insieme!

20.2.2018

 

Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

 

www.piattaformacomunista.com

teoriaeprassi@yahoo.it

]]>
Papa Francesco: giornata di digiuno 23 febbraio. Adesione del Movimento Nonviolento Wed, 21 Feb 2018 11:01:52 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470621.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470621.html Movimento Nonviolento Movimento Nonviolento
IL MOVIMENTO NONVIOLENTO ADERISCE ALLA GIORNATA DI DIGIUNO INDETTA DA
PAPA FRANCESCO. Qui sotto e in allegato le motivazioni.

A CIASCUNO DI FARE QUALCOSA PER LA PACE

Venerdì 23 febbraio
Una Giornata di digiuno, preghiera e impegno per la pace
Il Movimento Nonviolento aderisce all'appello di papa Francesco

“Ognuno può dire concretamente ‘no’ alla violenza per quanto dipende da
lui o da lei. Perché le vittorie ottenute con la violenza sono false
vittorie; mentre lavorare per la pace fa bene a tutti”, così dice Papa
Francesco che porta l’attenzione particolarmente sulle sofferenze
dimenticate e trascurate "delle popolazioni della Repubblica Democratica
del Congo e del Sud Sudan”
Il Papa invita “anche i fratelli e le sorelle non cattolici e non
cristiani ad associarsi a questa iniziativa nelle modalità che
riterranno più opportune”.

E’ un invito che raccogliamo volentieri e riproponiamo come Movimento
Nonviolento anche ad altri. "Tanto dilagheranno violenza e materialismo,
che ne verrà stanchezza e disgusto", scriveva Aldo Capitini nel 1936 in
pieno regime fascista, nell’indifferenza generale, se non nell’ostilità,
anche delle gerarchie ecclesiastiche di allora, ancora legate alla
teologia della guerra giusta.

Qualcosa era già mutato anche prima, ma con il pontificato di Bergoglio
l’annuncio profetico della nonviolenza si è fatto costante e preciso. In
quest’uomo di religione sentiamo presente la convinzione che “la
nonviolenza è il punto della tensione più profonda tesa al sovvertimento
di una società inadeguata”. Di questa tensione abbiamo bisogno per
affrontare positivamente una violenza crescente, in campo internazionale
e interno ai diversi Paesi. Compreso il nostro.

Papa Francesco ci esorta a domandarci "che cosa posso fare io per la pace?"
Rispondiamo ancora con le parole di Capitini: vogliamo "sottrarre
l'anima ad ogni collaborazione con l'errore della violenza, ed
instaurare subito, a cominciare dal proprio animo (che è il primo
progresso), un nuovo modo di sentire la vita: il sentimento che il mondo
ci è estraneo se ci si deve stare senza amore, senza una apertura
infinita dell'uno verso l'altro, senza una unione di sopra a tante
differenze e tanto soffrire. Questo è il varco attuale della storia".

Per queste ragioni il Movimento Nonviolento invita tutti ad unirsi il
prossimo 23 febbraio alla Giornata promossa da papa Francesco,
attraverso il digiuno, l'impegno, la preghiera, o una laica meditazione
per la pace.

Movimento Nonviolento
via Spagna, 8 - Verona
Tel. 045 8009803
--

_____________________
Movimento Nonviolento
via Spagna, 8
37123 Verona

Tel/Fax 045 8009803
www.nonviolenti.org
www.azionenonviolenta.it

per sostegno e donazioni
Iban IT35 U 07601 11700 0000 18745455
5x1000 codice fiscale 93100500235


War is over (John Lennon)

]]>
Convegno: “Pianificazione culturale: risorse e opportunità” Tue, 20 Feb 2018 21:46:49 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470499.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470499.html Mimmo Caiazza Mimmo Caiazza Venerdì 23 Febbraio 2018 ore 18:00
Istituto D’Auria Nosengo – Via Napoli 232 – Arzano

La pianificazione culturale, le relazioni tra enti e la valorizzazione delle risorse territoriali saranno i temi principali della manifestazione del 23 febbraio ad Arzano che vedrà tra i partner l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

La prof.ssa Ludovica Caniparoli, docente di marketing culturale dichiara “la collaborazione tra la città di Arzano e l’Accademia si inserisce in un filone di proficue collaborazioni che attraverso il Biennio specialistico di Graphic Design – indirizzo Comunicazione Pubblica, è già stata messa in atto con istituzioni del territorio quali il Comune di Napoli, la Regione Campania e la Fondazione Gigli di Nola.

Con la realtà arzanese la collaborazione è appena agli albori, ma è sostenuta dalle parti e alimentata da una rete di scambi di professionalità ed esperienze. Ci sono tutte la potenzialità di crescere e diventare una buona pratica di rapporti interistituzionali nel settore pubblico.

Questa volta un gruppo di allievi di Comunicazione Pubblica, all’interno del corso in Marketing Culturale, ha stilato una proposta di Piano di marketing per la creazione di un’offerta culturale attraverso eventi che inizino con il recupero di una tradizione locale: ovvero “La tragedia di Santa Giustina”.

L’evento organizzato da Arzano in Comune e AttivArzano, in collaborazione con l’Accademia, la Baracca dei Buffoni, il Nuovo Circuito Teatrale e Mestieri del Palco si concentra sull’importanza della pianificazione come strumento fondamentale per la trasformazione e la valorizzazione del territorio, dove la cultura va intesa non solo rispetto alle testimonianze culturali di carattere storico, ma come espressione di ciò che non è stato  ancora  costruito, scritto, organizzato o messo in scena, pur essendo nelle potenzialità del luogo.

La vera sfida è pianificare attraverso la capacità di immaginare, lavorare e creare nuove strutture al fine di sviluppare quella conoscenza che viene tramandata tra generazioni e sottende all’identità collettiva unica e specifica di un comune.

Orazio de Rosa, Beatrice Bacino  e Napoleone Zavatto illustreranno da prospettive simili diversi casi e progetti culturali con approfondimenti sulle fonti di finanziamento.

Fonte

Addetto Stampa: Anna Montuoro 3332560589

Organizzazione: Bianco Andrea 347153073

]]>
Congresso in lingua romena Tue, 20 Feb 2018 19:46:10 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470576.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470576.html Rappresentante Stampa Testimoni di Geova; Lingua R Rappresentante Stampa Testimoni di Geova; Lingua R
Immagine incorporata 1


Români și italieni toți la un loc motivați de “Legea lui Cristos”


Sâmbătă 24 Februarie: adunate la Imola 1500 de persoane �“ români, moldoveni, rrom, maghiari,

ucrainieni și italieni �“ pentru al doilea dintre cele trei congrese ale Martorilor lui Iehova de limba română

 

Sâmbătă 24 februarie 2018, români, moldoveni, rrom, maghiari, ucrainieni și italieni, toți cei interesați și toți cei care alcătuiesc cele 17 comunități de limba română ale Martorilor lui Iehova din Marche, Toscana, Emilia Romagna și Veneto, vor fi adunați pentru congresul care va fi în întregime în limba română și care se intitulează: “Să nu renunțăm să împlinim Legea lui Cristos”. Vor fi prezente 1500 de persoane la acest eveniment care va avea loc la Imola, via Giulio Pastore 1.

Programul, care prevede discursuri, demonstrații și interviuri, va fi împărțit în două sesiuni: dimineața de la ora 9.40 la ora 12.05 și după-amiaza de la ora 13.20 la ora 15.55.

Nu este ceva neobișnuit ca Martorii lui Iehova să fie întrebați “Voi, sunteți creștini?”. Răspunsul este “da”! Într-o lume sclavă de prejudecăți, de neînțelegeri între popoare și de ură rasială, creștinii Martori ai  lui Iehova demonstrează că au învins toate acestea grație “Legii lui Cristos”, așa cum este numită în Biblie.

Programul acestui congres va lua în considerare unele întrebări pe care orice persoană care afirmă că este creștină și le pune, cum ar fi: Ce este Legea lui Cristos? Cum putem s-o împlinim în viața noastră zilnică, adică atunci când nu suntem văzuți de alții, în familie, la muncă sau la școală?

La ora 11.30 va fi momentul mult așteptat, discursul urmat de botezul în apăpentru toți cei care au decis să devină Martori ai lui Iehova, cei care au învățat să aplice in viața lor învățăturile lui Cristos. La ora 14.55 va fi pronunțat discursul intitulat “Să ne iubim unii pe alții, așa cum ne-a iubit Isus”; prin acest discurs vorbitorul va arăta din Biblie, manualul principal al Martorilor, care sunt modalitățile concrete prin care putem să ne iubim semenii imitându-l pe Isus.

Încă o dată toți cei care vor participa la astfel de congrese vor avea posibilitatea să se bucure de o atmosferă de adevărată fraternitate. Va fi o ocazie în care orice persoană prezentă va putea demonstra dacă vrea să i se scrie în propria sa inima “Legea iubirii”. Intrarea este liberă și nu se face colectă.

 

Vezi programul: https://www.jw.org/ro/publicatii/carti/congres-program-2018-br/

 

Pentru media:

Antonio Giannini, Tel. 349 8781775. E-mail: gianninistamparomena@gmail.com

Francesco Lanuto, tel. 3297957812. E-mail: francesco.lanuto@gmail.com

Paolo Fabris, tel. 3472821589. E-mail: paolo.fabris84@gmail.com




--
Paolo Fabris
+39 3472821589
]]>
Comunicato stampa Congresso in lingua romena Imola 24/02/2018 Tue, 20 Feb 2018 18:52:18 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470564.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470564.html Rappresentante Stampa Testimoni di Geova; Lingua R Rappresentante Stampa Testimoni di Geova; Lingua R

Immagine incorporata 1

Romeni e italiani si radunano insieme

spinti dalla “Legge del Cristo”

Sabato 24 febbraio: attesi ad Imola 1500 persone �“ romeni, moldavi, rom, ungheresi,

ucraini e italiani �“ per il secondo dei 3 congressi annuali dei Testimoni di Geova


Sabato 24 febbraio 2018, romeni, moldavi, rom, ungheresi, ucraini e italiani, Testimoni e non, saranno riuniti per il congresso dal tema: “Non smettiamo di adempiere la Legge del Cristo”. Sono attese 1500 persone all’evento che sarà interamente in lingua romena e che avrà luogo a Imola, in via Giulio Pastore 1.

Il programma, che prevede discorsi, scenette e interviste, sarà suddiviso in due sessioni: la mattina dalle ore 9.40 alle ore 12.05 e il pomeriggio dalle ore 13.20 alle ore 15.55.

Non è insolito che ai Testimoni di Geova venga chiesto: “Ma voi siete cristiani?”. La risposta è “si”! In un mondo schiavo dei pregiudizi, delle incomprensioni tra i popoli e dell’odio razziale, i cristiani Testimoni di Geova dimostrano di essere liberi da tutto questo grazie a quella che la Bibbia chiama “Legge del Cristo”.

A questo congresso verranno prese in esame domande che ogni persona che afferma di essere cristiana dovrebbe porsi; per esempio: Cos’è la legge del Cristo, di cui parla la Bibbia? Come possiamo adempierla nella nostra vita di tutti i giorni: quando non siamo visti dagli uomini, all’interno della famiglia, a lavoro o a scuola? Almeno due saranno i momenti davvero emozionanti, tanto attesi dai componenti delle oltre 17 comunità di lingua romena delle Marche, Toscana, Emilia Romagna e Veneto. Alle ore 11.35 sarà pronunciato un discorso seguito dal battesimo in acqua, per tutti coloro che hanno deciso di diventare Testimoni di Geova, imparando ad applicare nella loro vita la Legge del Cristo, cioè tutto ciò che Gesù Cristo ci ha insegnato e comandato. Alle ore 14.55 sarà pronunciato il discorso dal tema “Amiamoci gli uni gli altri, come ci ha amato Gesù”; questo discorso mostrerà attraverso la Bibbia, libro di testo dei Testimoni, quali sono i modi pratici e concreti in cui possiamo dimostrare di amare il nostro prossimo a imitazione di Gesù Cristo.

Ancora una volta tutti coloro che parteciperanno a tale evento avranno la possibilità di respirare e godere un’atmosfera di vera fratellanza. Sarà un’occasione in cui ogni persona presente avrà la possibilità di dimostrare se vorrà permettere che nel proprio cuore venga scritta la “Legge dell’amore”.

L’entrata è libera e non si fanno collette.


Vedi programma: https://www.jw.org/it/pubblicazioni/libri/programma-assemblea-2018-br/


Per maggiori informazioni:

Antonio Giannini, Tel. 349 8781775. E-mail: gianninistamparomena@gmail.com

Francesco Lanuto, tel. 3297957812.E-mail: francesco.lanuto@gmail.com

Paolo Fabris, tel. 3472821589.E-mail: paolo.fabris84@gmail.com



--
Paolo Fabris
+39 3472821589
]]>
Parte bene la “Smeraglia Luxury Clinic” Sun, 18 Feb 2018 00:16:54 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470141.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470141.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Gran successo per l’inaugurazione avvenuta ad “Eccellenze campane” in via Brin

Un gran numero di personaggi non è voluto mancare all’appuntamento per l’inaugurazione della “Smeraglia Luxury Clinic” presso ad “Eccellenze campane” in via Brin. Sono intervenuti Ornella Muti, Andrea Roncato, Gabriele Parpiglia, Emilio Fede, Aida Yespica, Maurizio Mattioli, Cristiano Malgioglio e il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ed ancora altri come Roberto Monachese, Maria Teresa Ferrari, Gino Serrao, Umberto Raia, Eugenio Blasio, Lisa Fusco, Gianfranco Coppola, Luisa Citarella, Marcello Chello, Salvatore Canzanella, Alfredo Mariani e tanti altri protagonisti dello spettacolo e dello showbiz. Gli ospiti della serata del taglio del nastro per la struttura del professor Silvio Smeraglia, che si pone come centro di chirurgia plastica ed estetica di avanguardia sul territorio napoletano, campano e più in generale nel sud Italia, hanno voluto offrire la loro presenza per testimoniare la valenza dell’iniziativa. L’obiettivo del centro è di creare un polo di d’avanguardia nell’ambito della chirurgia plastica ed estetica in grado di coniugare eccellenza, tecnologica ed innovazione. Attraverso il nuovo polo, la “Smeraglia Luxury Clinic” vuole puntare ai giovani, ovvero dare l’opportunità ai giovani specializzandi in chirurgia plastica ed estetica delle università napoletane di formarsi attraverso esperienze guidate sul campo attraverso la “Smeraglia Luxury Academy”, il primo polo formativo che valorizzi la cultura del saper fare come valore trainante della crescita professionale dei futuri chirurghi plastici napoletani.

(Silvio Smeraglia ed Ornella Muti nella foto di Salvatore Canzanella)

 

]]>
Invio comunicato stampa: Commissariamento Banca Base di Catania: clienti bloccati per 30 giorni per Confedercontribuenti provvedimento ingiusto e richiesto intervento del MEF per sospensione dei pagamenti tributari fino allo sblocco dei conti. Thu, 15 Feb 2018 16:55:53 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470103.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470103.html Mariangela Palmisano Mariangela Palmisano
CONFEDERCONTRIBUENTI
Ufficio Stampa Nazionale
Resp. Mariangela Palmisano 
nr. iscr. odg: 163728 
Via Sardegna, 29
ROMA
Tel.  06/ 98356829  - 350 5222196 


Commissariamento Banca Base di Catania: clienti bloccati per 30 giorni.  Per Confedercontribuenti  provvedimento ingiusto e richiesto intervento del MEF per sospensione dei pagamenti tributari fino allo sblocco dei conti. 

Con provvedimento della Banca d’Italia del 13 febbraio 2018 sono stati nominati gli Organi di amministrazione  straordinaria di Banca Base con la sospensione per un mese del pagamento delle passività di qualsiasi genere, nonché della restituzione degli strumenti finanziari alla clientela. Il commento a difesa dei correntisti di Carmelo Finocchiaro presidente nazionale di Confedercontribuenti.

La Banca Base fu costituita il 30.5.2007 con obiettivo primario lo sviluppo economico del territorio della città di Catania e di quello della Sicilia orientale.

Pare che nel 2014 sarebbero stati evidenziati  pesanti criticità nei  bilanci. Nel 2016 un esposto di alcuni azionisti romani alla Banca d’Italia aveva alzato il livello dell’attenzione con alcune ispezioni dall’esito “sfavorevole”.  Nel marzo 2017 il Governatore della Banca d’Italia ha comminato multe ai vertici della banca per circa 300 mila euro a causa delle carenze organizzative. Nonostante tali provvedimenti la governance della banca  avrebbe continuato a raccogliere fondi.  

A poche ore dal comunicato del presidente del consiglio di Banca Base in cui comunicava l’affidabilità dell’istituto di credito etneo con l’arrivo anche di investitori,  è stato disposto il commissariamento da parte di Banca d’Italia con un provvedimento unico nel suo genere: blocco dell’operatività per 30 giorni.

“Non possono essere i clienti correntisti a pagare le conseguenze di eventuali responsabilità gestionali. Per questo chiediamo che si proceda con estrema immediatezza allo sblocco delle disponibilità finanziarie dei correntisti. Un mese per aziende e famiglie costituisce un atto che ancora una volta Banca d'Italia fa nei confronti di coloro che non hanno alcuna responsabilità, -  commenta Carmelo Finocchiaro Presidente nazionale di Confedercontribuenti. -  In 30 giorni per i tanti correntisti verrà meno la possibilità di poter far fronte ai tanti bisogni delle imprese e delle famiglie;  per le imprese anche un discredito nei confronti dei propri fornitori che magari si vedranno tornare indietro assegni  con il rischio per molte imprese del blocco delle forniture. Insomma una situazione che non è  mai avvenuta in Italia per nessun altro commissariamento. Facciamo appello anche al Ministero delle Finanze affinchè emetta un decreto di sospensione di tutti i pagamenti dovuti all'Erario in questi trenta giorni, non essendoci alcuna responsabilità da parte dei contribuenti, clienti di Banca Base.  Ci auguriamo �“ conclude Finocchiaro - che si faccia luce presto su questa situazione e si accertino se ci sono responsabilità precise. Ma a pagarne non siano i clienti della banca”.

 
]]>
RISTABILIRE LA MORALE NEL TESSUTO SOCIALE Thu, 15 Feb 2018 09:39:24 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469801.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469801.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

SOSTENERE A LIVELLO MONDIALE PROGRAMMI PER RIPRISTINARE  L’ONORE E IL RISPETTO DI SÉ


Al giorno d’oggi, ci troviamo tutti di fronte a un’evidente e sempre peggiore crisi morale


L. Ron Hubbard scrisse i 21 precetti del La Via della Felicità per fornire una guida che ogni individuo potesse seguire al fine di fare scelte che conducessero a una vita più felice, decente e appagante. Questo codice morale basato sul buon senso, può essere seguito da persone di ogni razza, cultura o credo.
La Chiesa e i suoi membri hanno il piacere di condividere gli strumenti per vivere più felicemente, contenuti nel La Via della Felicità, con coloro che condividono lo scopo di un mondo migliore.

Estremamente popolare sin dalla sua prima pubblicazione, avvenuta nel 1981, La Via della Felicità è stata distribuita in più di 100 milioni di copie in 205 paesi e territori, fornendo a tutti una bussola morale su cui basare la propria vita.

    

]]>
La Chiesa di Scientology finanzia la campagna in favore dei Diritti Umani Thu, 15 Feb 2018 09:38:47 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469800.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469800.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

La Chiesa di Scientology finanzia un'ampia campagna a livello mondiale per sensibilizzare la società sui Diritti Umani e aiutare a rendere i Diritti Umani una realtà. 

Per coloro che hanno a cuore questo argomento e sono interessati a sapere come contribuire è possibile ricevere il  kit informativo messo a disposizione gratuitamente dalla Chiesa di Scientology.

Il kit comprende un DVD che spiega la storia dei Diritti Umani, oltre a 30 annunci di pubblica utilità ognuno dei quali illustra i 30 articoli contenuti nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

    

]]>
LA CHIESA DI SCIENTOLOGY E LA LIBERTA' DI RELIGIONE Thu, 15 Feb 2018 09:38:05 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469799.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469799.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

 

UN DIRITTO UMANO FONDAMENTALE

Vivendo in una società in cui i conflitti sono spesso riconducibili ad intolleranza verso le credenze e pratiche religiose altrui, la Chiesa ha fatto della tutela della libertà di religione uno dei suoi interessi primari.
La libertà di religione è senza ombra di dubbio un diritto umano fondamentale. Un punto cardine per preservare tale diritto è di avere la piena comprensione del diritto alla libertà di religione o credo e di ciò che significa nel contesto dei principi dei diritti umani universali e del diritto internazionale in tema di diritti umani.
A tale proposito è stato creato un nuovo opuscolo della Chiesa di Scientology, dal titolo Che cos'è la libertà di religione?,  per informare in merito alla dettagliata e complessa natura del diritto alla libertà di religione.

  

]]>
DIANETICS: EVOLUZIONE DI UNA SCIENZA Thu, 15 Feb 2018 09:36:51 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469798.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469798.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

 


Questa è la storia di come L. Ron Hubbard abbia scoperto la mente reattiva e sviluppate le procedure di auditing per sbarazzarsene. 
Scritto in origine per una rivista statunitense pubblicata in concomitanza con l’uscita di Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo, questo articolo diede inizio, praticamente da un giorno all'altro subito dopo la pubblicazione del libro, a un movimento inarrestabile. 
Contiene sia i fondamenti di Dianetics che l’unica cronaca del Signor Hubbard sul suo viaggio ventennale ricco di scoperte e sul modo in cui applicò una metodologia per districare i misteri e i problemi della mente umana. 
Tratto dal sito ufficiale scientology.it 


    

]]>
DIANETICS: EVOLUZIONE DI UNA SCIENZA Thu, 15 Feb 2018 09:34:48 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469796.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469796.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano


Questa è la storia di come L. Ron Hubbard abbia scoperto la mente reattiva e sviluppate le procedure di auditing per sbarazzarsene. 
Scritto in origine per una rivista statunitense pubblicata in concomitanza con l’uscita di Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo, questo articolo diede inizio, praticamente da un giorno all'altro subito dopo la pubblicazione del libro, a un movimento inarrestabile. 
Contiene sia i fondamenti di Dianetics che l’unica cronaca del Signor Hubbard sul suo viaggio ventennale ricco di scoperte e sul modo in cui applicò una metodologia per districare i misteri e i problemi della mente umana. 
Tratto dal sito ufficiale scientology.it 


    

]]>
16.02.18 Giovani e Politica a confronto Wed, 14 Feb 2018 23:40:03 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470015.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470015.html Gioventù Federalista Europea Gioventù Federalista Europea

Venerdì 16 febbraio, ore 18.00, presso Palazzo Ferrajoli (Piazza Colonna 335, Roma), si terrà un incontro dal titolo: l'Europa che cambia. Giovani e Politica a confronto.

Si tratta di un primo confronto tra i Responsabili Nazionali di diverse giovanili di partito.

Il format prevede 4 domande secche sulle seguenti macro tematiche: economico-sociale, difesa, migrazioni   e democrazia. Ogni esponente avrà a disposizione 2/3 minuti di tempo per rispondere a ogni domanda più possibilità di replica per un totale di 1 minuto e 30 da utilizzare in ogni momento.

Sarà prevista anche un'interazione del pubblico (online e offline) tramite live tweeting o commenti alla diretta facebook e la possibilità per ogni giornalista che si accrediterà all'evento di rivolgere almeno una domanda.

Di seguito una descrizione dell'evento e i nomi degli esponenti che hanno accettato l’invito

Mery De Martino

Ufficio Stampa Gioventù Federalista Europea

--------

L’Unione Europea versa da anni in una crisi economica, sociale e democratica che ha minato le fondamenta stesse della sua società.

I giovani europei, in particolare, risentono fortemente delle conseguenze di tale crisi e sono sempre più delusi e stanchi di risposte politiche spesso inadeguate e poco lungimiranti.

Il tasso di astensionismo, soprattutto giovanile, nelle prossime elezioni politiche è previsto in forte aumento, e dimostra quanto le nuove generazioni non credano in un futuro prospero per il proprio paese e soprattutto per se stessi.

Questa tornata elettorale, dunque, rischia di essere completamente ignorata dall’elettorato giovanile, per la maggior parte disinteressato alla politica e alla cosa pubblica in generale.

Per tutte queste ragioni, la Gioventù Federalista Europea si vuole rendere promotrice di questo primo incontro-dibattito con le giovanili di partito perché riteniamo che l’Europa, così come il nostro futuro, non cadano dal cielo, e tocchi a noi costruirli.

L’obiettivo della collaborazione tra le forze politiche giovanili sarà di conseguenza quello di tornare simbolicamente, e magari anche fisicamente, a Ventotene per siglare degli accordi che ci vedano protagonisti insieme di nuove battaglie tutte sottese ad un fine comune.

Un percorso che vedrà, da parte nostra, il tentativo di mettere da parte divisioni aprioristiche e puntare a unirci su proposte concrete inerenti la politica europea, avendo in mente le elezioni per il Parlamento Europeo del 2019, per cui auspichiamo una grande mobilitazione europea in favore di una democratizzazione delle Istituzioni sovranazionali.

Hanno accolto il nostro invito Fabio ROSCANI di Gioventù Nazionale, Roberto SAJEVA della Federazione dei Giovani Socialisti - FGS, Tommaso SASSO del Movimento Giovanile della Sinistra, Luca ZACCARDI di Forza Italia Giovani e Mattia ZUNINO dei Giovani Democratici.

Immagine incorporata 1

Mery De Martino

Responsabile Ufficio Stampa GFE

Tel: 3883553235

Mail: ufficiostampagfe@gmail.com/

        demartino.mluigia@gmail.com

Web: www.gfeaction.eu


 

]]>
Da' un buon esempio. Wed, 14 Feb 2018 21:49:51 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469746.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469746.html Riforme Sociali Riforme Sociali
I Volontari romani de "La Via della Felicità si dedicano instancabilmente a

mantenere pulita l'immagine di alcune aree urbane alle quali era stato

restituito un aspetto decoroso.

Roma 14 Febbrario 2018 Nello scorso fine settimana hanno dato ancora la

testimonianza di un'importante impegno civico. "Da' un buon esempio" è il

titolo di uno dei 21 precetti del libro La Via della Felicità che risulta

essere il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La sua prima

pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino

morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo. La Via

della Felicità inoltre detiene un record del Guinness dei Primati come il

testo secolare più tradotto nel mondo.

Scritto da L. Ron Hubbard, riempie il vuoto morale in una società sempre più

materialista, e contiene 21 principi fondamentali che guidano una persona a un

migliore tenore di vita.

Interamente non religioso, può essere seguito da persone di ogni razza, colore

o credo per ripristinare i legami che uniscono l’umanità.

Il vero potere de La Via della Felicità si realizza quando viene distribuita

di mano in mano. Visto che le persone che ti stanno vicino possono influenzare

profondamente la tua vita, tu stai migliorando la tua stessa sopravvivenza

quando dai delle copie del libro La Via della felicità ad amici, colleghi,

impiegati e clienti. In questo modo, aiuti altri a sopravvivere meglio e a

condurre vite più felici. A loro volta, loro distribuiscono copie del libro ad

altri con cui sono in contatto, guidandoli a trattare i propri simili con

gentilezza, umanità e rispetto.

E così via, da persona a persona, aiutando altri a vivere vite migliori.


“Da un capo all’altro del pianeta i vecchi valori sociali sono stati spezzati.

E nuovi valori morali non li hanno sostituiti....Con La Via della Felicità

puoi realmente cambiare tutto questo. Basta che ti assicuri che quell’opuscolo

continui a diffondersi nella società. Come un olio mite che si spande nel mare

infuriato, la calma si diffonderà dappertutto.”

L. Ron Hubbard

]]>
LIBERI E UGUALI - Venerdì 16 febbraio Stefano Quaranta a Pieve Ligure Wed, 14 Feb 2018 19:40:40 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470011.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/470011.html basicterzosettore basicterzosettore
View this email in your browser

Liberi E UGUALI
 
Venerdì 16 febbraio alle 20.45 
nella Società Operaia Cattolica di Mutuo Soccorso di Pieve Ligure
in piazza san Michele

incontro con
STEFANO QUARANTA, Capolista al Senato in Liguria


Si parlerà di economia e società,
e di quello che occorre fare affinché il nostro Paese possa ritrovare dignità e solidarietà 
(…e chiariremo come votare con la nuova legge elettorale)

La crescita delle diseguaglianze è oggi il principale fattore di crisi dei sistemi democratici. La lunga crisi, assieme a un processo di globalizzazione non regolato, ha enormemente accresciuto le diseguaglianze, ha svalutato il lavoro e compresso i suoi diritti, ha costretto alla chiusura tante piccole e medie aziende, ha condannato i giovani a una disoccupazione di massa e una precarietà endemica, ha indebolito l’istruzione, la sanità e la previdenza pubbliche, ha colpito il ceto medio e ha allargato l’area di povertà e di insicurezza sociale.
Liberi e Uguali nasce per contrastare queste tendenze, riaffermando l’attualità del modello sociale ed economico disegnato dalla Carta costituzionale. Vogliamo un governo autenticamente progressista  per restituire speranza ai cittadini che oggi non si sentono più rappresentati da nessuno.


Stefano Quaranta, 46 anni, genovese, laureato in legge, è stato eletto alla Camera nel 2013. Nel corso di questi 5 anni di mandato è stato segnalato da Open Polis fra i parlamentari più attivi: il più produttivo tra i liguri, ha girato l’Italia in difesa della Carta Costituzionale contro la riforma voluta dal Governo; come membro della Commissione di inchiesta sulle periferie e il degrado nelle città ha visitato le realtà più problematiche del Paese; ha collaborato alla scrittura della proposta di Legge per contrastare il telemarketing selvaggio. Tra i fondatori di Articolo 1 in Liguria, è oggi candidato al Senato.
 

www.stefanoquaranta.it







This email was sent to pubblica@comunicati.net
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
Carla Scarsi · via xxv aprile 105 · pieve ligure, GE 16031 · Italy

Email Marketing Powered by MailChimp
]]>
Scientology Celebra la Settimana Mondiale dell'Armonia fra le religioni Wed, 14 Feb 2018 13:49:39 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469708.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469708.html Scientology Brescia Scientology Brescia La comunità degli Scientologist di Brescia ha partecipato ad un incontro interreligioso vissuto nell'armonia dal titolo "Fede nella Pace - Pace nelle Fedi" tenutosi a Bergamo.

In un mondo sempre più concentrato sui beni materiali e sul successo economico, le religioni si incontrano in piena armonia. Grazie alla iniziativa della Universal Peace Federation, si sono incontrati fedeli e rappresentanti di molte religioni. Ognuno di loro ha potuto esprimere la propria visione spirituale ed il percorso per raggiungere la salvezza e la pace.

Erano presenti la Federazione delle Famiglie per la Pace Mondiale e l'Unificazione (FFPMU) fondata dal Rev. Moon, alcuni rappresentati della comunità Islamica di Bergamo, un Reverendo ed alcuni fedeli della Comunità Evangelica “Christ Victory Church”, un rappresentante della Comunità “Hare Krishna” di Chignolo ed il portavoce della Chiesa di Scientology di Brescia.

L'incontro si è svolto nella piena armonia. Ogni fede ha esposto i propri principi e la propria visione per la pace nel mondo. Moltissimi e di grande valore sono stati i punti di unificazione emersi che accomunano le varie religioni. Unanime è stato il desiderio di condividere sempre di più iniziative ed aspirazioni, per essere di aiuto ad un mondo sempre più in difficoltà.

Caldo clima di fratellanza e di amicizia fra tutti le fedi.

Non c'è stato spazio ne volontà, per considerare differenze teologiche o diversità di culto. C'è stato invece un abbraccio comune verso gli ideali condivisi che costituiscono la comune base del vivere in armonia e fratellanza.

Il rappresentante della Chiesa di Scientology ha letto il "CREDO DELLA CHIESA DI SCIENTOLOGY" di L. Ron Hubbard. In particolare ha sottolineato un punto del credo dove si afferma che il disagio della vita di ognuno dovrebbe essere sempre affrontato in ambito religioso e non permesso al di fuori dell'ambito religioso. Oggi infatti, queste difficoltà spirituali sono spesso affrontati dalla psichiatria che però nega l'esistenza dell'anima, producendo una sorta di "contraddizione in termini".

I vari rappresentanti si sono poi riuniti per una preghiera comune affinché i popoli della terra possano, insieme, recuperare la pace fra le fedi in modo da diffondere un fede nella pace.

Al termine dell'incontro, gli intervenuti si sono fermati per consolidare sempre più la loro amicizia ed i loro progetti comuni.

]]>
Career Fair 2018, ESCP Europe raduna oltre 80 aziende per offrire lavoro a studenti e laureati da tutto il mondo Mon, 12 Feb 2018 09:30:16 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469585.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469585.html ESCP EUROPE ESCP EUROPE Lunedì 12 e martedì 13 febbraio, nella sede di UniManagement, si incontrano studenti e recruiters
 
Image
 

Career Fair 2018, ESCP Europe raduna oltre 80 aziende

per offrire lavoro a studenti e laureati da tutto il mondo


Lunedì 12 e martedì 13 febbraio, nella sede di UniManagement, due giorni dedicati

a studenti e recruiters alla ricerca dei migliori neolaureati della Business School

 

Torino, 12 febbraio 2018 - Un colloquio per giocarsi il futuro in una delle oltre 80 più importanti aziende del panorama internazionale: lunedì 12 e martedì 13 febbraio i giovani talenti di ESCP Europe si confronteranno con i responsabili delle risorse umane in occasione dell’annuale Career Fair organizzata dal campus di Torino. Due giorni intensi in cui oltre 450 studenti provenienti da tutte le sedi della più antica Business School europea - Berlino, Londra, Madrid, Parigi, Torino e Varsavia - potranno presentare i propri curricula e confrontarsi con il mondo del lavoro. Visto il crescente successo dell’evento, l’appuntamento avrà luogo quest’anno nella prestigiosa sede di UniManagement di UniCredit, in via XX Settembre 29, a Torino; gli HR manager incontreranno i ragazzi per valutarne le competenze, l’intraprendenza e la capacità di interpretare l’innovazione. Sono queste, infatti, le caratteristiche più ricercate dai recruiter che ogni anno scelgono la Career Fair per selezionare candidati con una formazione di alto livello ed un’importante esperienza internazionale.

 

«Questo evento è cresciuto tanto, sia per numero di studenti che per numero di aziende partecipanti; per questa ragione abbiamo deciso che l’edizione 2018 fosse ospitata in una sede nuova �“ dichiara il Prof. Francesco Rattalino Direttore Generale di ESCP Europe Torino Campus �“. Prepariamo gli studenti per un mercato del lavoro globale: tutti i nostri programmi di studio si svolgono, in almeno due delle sei sedi della nostra Business School e prevedono uno stage formativo al termine di ciascun anno accademico. Le aziende ci scelgono con la consapevolezza di trovare qui da noi giovani laureati business-ready e futuri dirigenti all’altezza delle sfide internazionali che l’attuale mondo del lavoro richiede».

 

Alla Career Fair i responsabili delle risorse umane avranno a disposizione un stand per conoscere gli studenti, fornire loro un orientamento attitudinale, approfondire le opportunità di carriera ed iniziare un percorso di selezione attraverso un primo colloquio. La maggior parte delle aziende ha scelto di raccogliere le candidature degli studenti prima dell’evento al fine di programmare in anticipo le interviste ai profili ritenuti più interessanti.

 

Grazie anche all’introduzione di master altamente professionalizzanti come quello in Food & Beverage Management ed in Hospitality and Tourism Management, tra i settori lavorativi più ambiti dai neolaureati spiccano ora il Food&Beverage, i Beni di Lusso, l’Automotive, il Design, l’Aerospace e l’Information Technology. È tuttavia l’ambito finanziario quello a cui gli studenti guardano ancora con maggiore interesse: secondo i dati raccolti dal Career Office di ESCP Europe, il 30% degli studenti aspira a ruoli come Financial Analyst, M&A Analyst, Financial Controller, Corporate Analyst, Portfolio Manager, Business Analyst, seguiti a distanza da Marketing e Digital Marketing (12%), Consultancy (11%), Strategy (8%), Management Control (7%), Sales & Demand (6%), Supply & Logistics (6%), Business Development (4%), e-Commerce (4%), Auditing (3%), Accounting (2%) e Communication & Advertising (2%). Anche al fine di rispondere alle richieste degli studenti, il 15% delle nuove realtà aziendali ospiti alla Career Fair provengono dai settori del Banking e del Finance (CapGemini Italia, Fineurop Soditic, Malyda Risk Consulting, MPD Partenrs, Vitale &Co).

 

«In un contesto di progressiva digitalizzazione dei servizi bancari, UniCredit ha - negli ultimi anni - orientato la propria costante ricerca verso figure professionali esperte nell’analisi dati, con una laurea in materie quantitative quali, ad esempio, statistica, matematica, fisica, ingegneria e informatica, oltre che alle più classiche discipline economiche - dichiarano dall’Istituto di credito -. Diverse sono le modalità di inserimento: dallo stage per le posizioni più junior all’International Impact Graduate Program, che permette a giovani laureati di entrare a far parte del Gruppo e di sviluppare il proprio talento attraverso un percorso di crescita accelerato. Grazie al recente accordo del 1° febbraio, UniCredit è in procinto di assumere circa 550 giovani attraverso un positivo turnover generazionale prevalentemente nelle aree della rete commerciale che presentano maggiori esigenze operative e di sviluppo».

 

«Gli studenti del campus italiano dimostrano grande interesse verso il mondo finanziario e sono molto attivi nel portare avanti iniziative di sviluppo - aggiunge Vittorio de Pedys, Affiliate Professor of Finance di ESCP Europe -. A Torino è stata fondata la ESCP Private Equity Society: un’associazione studentesca che ha l’obiettivo di avvicinare gli studenti più brillanti e incuriositi dal private equity, ai fondi operanti in Italia. Il beneficio per gli studenti è quello di approfondire la loro conoscenza riguardo le tematiche che caratterizzano questa industria ed eventualmente trovare dei mentor tra i professionisti che incontreranno. Per i fondi invece il vantaggio consiste nell’avere accesso ad un pool di potenziali candidati selezionati».

 

L’opportunità offerta dalla Career Fair trova conferma nella risposta positiva al matching tra domanda ed offerta: i tempi di inserimento in ambito lavorativo e le prospettive di carriera sono fra i più rapidi in ambito europeo. Come dimostrano i dati aggregati di tutti i campus ESCP Europe, la percentuale di assunti prima della conclusione del percorso di studi varia tra l’89% degli studenti del Master in European Business, (ora MBA in International Management) ed il 97% di quelli del Master in Management. A fronte di oltre 350 offerte di stage e lavoro monitorate nel 2017 (+28,5% rispetto all’anno precedente) e quasi 900 interviste (+10,46%, per una media di 6,3 colloqui per studente), la sede italiana continua a vantare un tasso del 100% di placement: i graduate trovano collocazione in azienda entro un mese e mezzo dal termine delle lezioni. Gli sbocchi occupazionali prospettati da ESCP Europe sono di interesse anche per i livelli retributivi che li caratterizzano, con incrementi salariali rilevanti: +62% per i manager frequentanti l’Executive MBA, +50% per gli studenti del Master in Management. Cresce, infine, in maniera altrettanto veloce il numero degli iscritti che quest’anno raggiunge quota 251 iscritti nel campus di Torino (dati secondo semestre), segnando un + 8% rispetto all’Anno Accademico 2016/2017.

 

«Ogni anno l’evento si rinnova e diventa più ricco: per l’edizione 2018 registriamo un incremento del 16% di adesioni rispetto un anno fa ed abbiamo coinvolto 34 nuove aziende per la primissima volta �“ afferma Erica Brignolo, Head of Corporate Relations and Partnership ESCP Europe Torino Campus -. La Career Fair è per le Aziende un canale di accesso privilegiato ai talenti della nostra business school. Molte sono le presenze consolidate, a conferma della soddisfazione dei nostri clienti per la preparazione degli studenti. Aumentiamo e sviluppiamo ogni anno il network delle aziende con cui collaboriamo per attività di Talent Acquisition, Brand Awareness ed anche di Executive Education; ad oggi sono oltre 800 sul solo territorio italiano».

 

Alla Career Fair partecipano 81 aziende tra le più importanti a livello internazionale, da eccellenze del territorio come Eataly, Fiat Chrysler Automobiles, Gromart, Gruppo Banca Sella, Lavazza, Miroglio Fashion, Reale Mutua e Thales Alenia Space, alle "big" inserite nella classifica Fortune Global 500, il ranking delle società più grandi al mondo misurate in base al reddito generato: Accenture, BNP Paribas, Bosch, Carrefour, Danone, General Electric, Intesa Sanpaolo, L'Oréal, Philip Morris Italia, Procter & Gamble, Santander Consumer Bank, Société Générale, UniCredit e Vodafone. All’appuntamento saranno presenti anche i recruiter di: Advance SIM, Ariston Thermo Group, Axélero, Azimut Yachts, Babcock Mission Critical Services, Bonfiglioli, Bosca, BPI, BTO, Caffarel, Calzedonia, Cameo, Capgemini Italia, CNH Industrial, Costa Crociere, Deloitte, Dies­­­el, Eaton, Elica, Endeavor Italia, Ernst & Young, Facile.it, Fincantieri, Fineurop Soditic, Foodora, Gruppo CLN, Gucci, In-recruiting, ITT Motion Technologies, Lazard, Lita.co, Long Term Partners, LVMH, Malyda Risk Consulting, Mediobanca, MPD Partners, NH Hotel, Nico-design, Nital, Oaklins Arietti, OTB, Pirelli Tyre, PricewaterhouseCoopers, ProntoPro, Protiviti, Sail Cloud Solutions, Sambonet Paderno Industrie, See Your Box, Seri Jakala, Snam, Strategy&, Team System, Uala, UTC Aerospace Systems, Valeo, Value Lab, Value Partners, Vitale&Co. e Whirlpool.

 
Image
 

Grafico I. Settori di impiego degli studenti di ESCP Europe Torino Campus (dati Career Office)

 
Image
 

Grafico II. Andamento del numero colloqui sostenuti dagli studenti negli anni (dati Career Office)

Image
Image
Image
 

ESCP Europe (www.escpeurope.eu)

Nata a Parigi nel 1819 come prima Business School del mondo, ESCP Europe è fra le più rinomate a livello internazionale e sempre ai primi posti nei ranking delle Business School. Con sei sedi in Europa �“ a Berlino, Londra, Madrid, Parigi, Torino e Varsavia �“ prepara ad una carriera internazionale nel management. A livello aggregato europeo, accoglie ogni anno circa 4.600 studenti e 5.000 manager, provenienti da 100 diversi Paesi, per un portfolio completo di General management e Master specialistici. La rete degli ex allievi annovera 50.000 membri di 200 diverse nazionalità ed è attiva in 150 Paesi. Dal 2004 è presente a Torino, grazie al supporto della Chambre de Commerce et d’Industrie de Paris, la Camera di Commercio di Torino, l’Università degli Studi di Torino e numerose aziende partner. L'offerta formativa - accreditata EQUIS, AACSB ed AMBA - comprende: programma di Laurea internazionale (Bachelor), Master pre-esperienza lavorativa, MBA in International Management, Master specialistici, programmi Executive per le aziende ed Executive MBA.

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa ESCP Europe Campus Torino

Spin-To. Comunicare per innovare

T. 011 1971 2375

Elisa Barberis

M. 340 1521525

E. barberis@spin-to.it

 
Resp. Ufficio Stampa

Stefano Fassone

M. 347 4020062

E. fassone@spin-to.it

 

Contatti ESCP Europe Torino campus

T.011 670 58 95

Marco Scognamiglio

M. 346 6960356

E. mscognamiglio@escpeurope.eu

 

Cristina Marinelli

M. 346 3969434

E. cmarinelli@escpeurope.eu

 
 
 
]]>
COMUNICATO STAMPA Sat, 10 Feb 2018 15:03:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469553.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469553.html MLI (Movimento Liberazione Italia) MLI (Movimento Liberazione Italia)




Cari Liberatori d’Italia e Cari Segretari, IL PIÙ IN FRETTA POSSIBILE : SALVIAMO L’ITALIA.

Che il Popolo aderisca numeroso a sostenere il Movimento Liberazione Italia il quale, senza i soldi dei partiti politici sta compiendo l’ultimo atto eroico possibile.

I partiti politici tutti creati dalle lobby e ad essi asserviti, stanno appiattendo l’Italia invadendo tv stampa e facendo propaganda massiccia sul territorio.


Programma per elezioni politiche


  • 10 febbraio, alle ore 17,30, comizio a Piazza Armerina (EN);
  • 11 febbraio, alle ore 11,00, comizio a Catanzaro, piazza della Prefettura;
  • 13 febbraio, pomeriggio intervista a TV a Napoli;
  • dal 14 febbraio, ore 17,00, comizio a Lucca, Piazza Centrale;
  • 15 febbraio, ore 16,00, comizio a Firenze, Piazza della Repubblica;
  • 16 febbraio, ore 10,30, Fano (PU), riunione Liberatori d’Italia, villa Rosabella. Fenile, 27/A;
  • 16 febbraio, ore 17,00-20,00, convegno Verona:
  • 20 febbraio, ore 21,00, Rete Veneta a Treviso, con il conduttore Luigi Bacialli;
  • 21 febbraio ore 08,00, Venezia Radio TV, con il conduttore Fabio Fioravanzi;
  • 22 febbraio, ore 20,45, Teatro S. Pio, via Paolo Stoppa, 10, Roma;
  • 23 febbraio, incontro serale a Terni;
  • 24 febbraio, da ore 09,00, incontro e comizio in piazza a Terni, organizzato dal Gen. Aldebrano Micheli;
  • 25 febbraio, ore 18,00, comizio in Altamura (BA);
  • 25 febbraio, ore 20,00, comizio a Santeramo (BA);
  • 26 febbraio, ore 20,00, comizio o incontro in Corato (BA) (conferma da Carpinella);
  • 27 febbraio, ore 11,00, piazza Duomo, Milano;
  • 27 febbraio, ore 20,00, Milano, convegno;
  • 28 febbraio, pomeriggio, incontro/comizio in Roma organizzato dal Segretario Organizzativo del Lazio;
  • 1-4 marzo, comizi/incontri in Sardegna;
  • 2 marzo, ore 18,00, incontro sulla zona Franca, in Giave (SS), organizzato dal sindaco Antonietta Uras.

Occorre prodigarsi al massimo

ORGANIZZATEcomizi, convegni e riunioni, interviste radio e televisive.

Occorre aderire all’Associazione Liberatori d’Italia, facendo pervenire l’adesione a Vanda Lucidi alla email segreteria@movimentoliberazioneitalia.it.



Attendo da tutti la massima collaborazione.

Con molta cordialità

Generale Antonio Pappalardo



Consulta l’INDICE DEI COMUNICATI


www.movimentoliberazioneitalia.it
- s@rivici - Canale Youtube

 
 
 
 
 
 

]]>
Antifascismo 2.0 Fri, 09 Feb 2018 12:22:53 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469417.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/469417.html Movimento Nonviolento Movimento Nonviolento con preghiera di pubblicazione

L'antifascismo ? nonviolento. La nonviolenza ? antifascista.
Sar? un tragico errore dividersi tra antifascisti duri e puri e
antifascisti democratici e responsabili.

Vedi testo allegato
--

_____________________
Movimento Nonviolento
via Spagna, 8
37123 Verona

Tel/Fax 045 8009803
www.nonviolenti.org
www.azionenonviolenta.it

per sostegno e donazioni
Iban IT35 U 07601 11700 0000 18745455
5x1000 codice fiscale 93100500235


War is over (John Lennon)

]]>