Si può morire per l'uso di marijuana?

14/ott/2021 01:46:18 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Nel descrivere le caratteristiche della marijuana come droga, viene affermato spesso che non si può andare in overdose con l'erba. È vero che raramente si verificano morti dovute direttamente all'uso della marijuana.

Ci sono stati, ad esempio, due persone in Germania morte perché la cannabis ha scatenato delle complicazioni cardiache. Anche in Inghilterra una donna è morta per un arresto cardiaco causato dalla tossicità della marijuana. E uno studio francese ha determinato che "la cannabis può essere un potenziale fattore scatenante per le complicazioni cardiovascolari nei giovani". Si possono aggiungere all’elenco dei decessi per marijuana altri casi di morte dovuti a episodi psicotici innescati da potenti dosi di cannabis.

Ma c'è un punto di fondamentale importanza che viene trascurato quando si calcolano le morti per marijuana. Si tratta del fatto che molte persone, la maggior parte, iniziano a consumare droga proprio con la marijuana. Potrebbe non essere dimostrabile che l'uso di marijuana in sé spinge una persona a passare all'uso di altre droghe, ma è facile dimostrare che l'uso di marijuana rende questa transizione molto più semplice.

Prendiamo ad esempio le dichiarazioni di alcune persone che hanno completato la riabilitazione, erano dipendenti da eroina, cocaina, pillole o altre droghe:

“L'uso della marijuana ha aperto la porta ad altre droghe, ad altre persone, ho smesso di preoccuparmi della vita. Ho smesso di andare a scuola. Non avevo più obiettivi. Mi hanno fatto conoscere l'eroina, la cocaina. E ho iniziato a usarle.”

“Una volta fumavo erba, ero con persone che facevano uso altre droghe. Questo ha reso più facile passare ad altre sostanze. Ho pensato: ‘Bene. queste persone lo stanno facendo e sembrano a posto.’ E quindi l'ho fatto anch’io.”

“Ho iniziato a fumare marijuana, ed ero insieme a un gruppo di persone che avevano del Percocet, me l'hanno offerto e il mio pensiero è stato: ‘Beh, ho fumato erba prima, questa è una droga, e questa è un'altra droga. Quindi anche questa andrà bene. La proverò, sembra divertente.’ E poi ci sono rimasto invischiato, e la situazione è precipitata prima ancora che mi rendessi conto di cosa fosse successo.”

Inoltre prendiamo in considerazione questa citazione da “The Marijuana Policy Initiative”:

"Abbiamo gruppi di supporto per i genitori di giovani tossicodipendenti, chiamati ‘Learn to Cope’, che ci dicono che oltre il 90% dei loro figli ha iniziato il viaggio verso la dipendenza da droghe illecite proprio con la potente marijuana del 21° secolo.”

Quindi, come possiamo calcolare le morti per marijuana? Diamo un'occhiata a tre diversi modi in cui potremmo calcolare gli effetti fatali della marijuana.

Potremmo contare solo quelle persone che sono morte come conseguenza diretta dell'uso del farmaco. È stato dimostrato che la marijuana potente interferisce con la funzione cardiaca ed è stata indicata come la causa della morte di almeno tre persone.

Potremmo contare quelle persone che hanno subito attacchi di panico di episodi psicotici che li hanno indotti a compiere azioni che hanno portato alla loro morte. Ci sono stati due di questi decessi in un breve periodo di tempo in Colorado, poco dopo che l'uso ricreativo di questo farmaco è diventato legale.

Oppure potremmo includere anche quelle persone per le quali la marijuana è stata una via d'accesso all'uso di droghe più pesanti, che poi sono morte a causa dell'uso di droghe come eroina, cocaina, antidolorifici o combinazioni di droghe. Se lo facciamo, riconosciamo che la marijuana è una droga di passaggio e che ha portato la persona su una strada che l’ha uccisa.

Quando qualcuno afferma che la marijuana è una droga di passaggio, di solito viene messo a tacere da coloro che affermano che non è possibile provare che la cannabis porta all'uso di droghe più pericolose e che creano forte dipendenza. D'altra parte, è oltremodo facile trovare le prove statistiche che l'uso della marijuana renda più facile il passaggio a queste altre droghe. Questo fatto si trova nelle storie di vita vissuta di milioni di tossicodipendenti, che in grandissima parte hanno cominciato proprio fumando erba.

Nel 2011, negli USA, l'overdose di droga è stata la principale causa di morte per lesioni. Ci sono state 33.071 morti per overdose non intenzionali quell'anno.

In questo calcolo, usiamo il 90% indicato dai genitori di giovani tossicodipendenti: solo il 10% ha iniziato con una droga diversa dalla marijuana. Non stiamo dicendo che questo sia accurato per l'intera popolazione, ma vediamo solo dove ci porta questo ragionamento.

Sarebbe ragionevole affermare che almeno metà di queste persone, morte per overdose, non avrebbero mai assunto una dose fatale di eroina, cocaina o pillole se non avessero iniziato con l'erba? Questa stima porta a dire che 14.882 persone nel 2011 negli USA sono morte a causa della loro dipendenza mai risolta dalla marijuana.

Questo non vuole essere un calcolo scientifico. Questo è solo uno spunto di riflessione per genitori, educatori e altri responsabili dei minori.

Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga e l’alcool non costituiscano più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o si abusi di alcool.

Le attività di Mondo Libero dalla Droga consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di Mondo Libero dalla Droga fin dalla sua fondazione: la lotta all’abuso di sostanze stupefacenti è una delle principali campagne sociali della Chiesa. Il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.”

Giovanni Trambusti

 

“Mondo Libero dalla Droga” Toscana

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl