Gioventù per i Diritti Umani istruisce le nuove generazioni della Guyana

04/ott/2018 01:36:31 Celebrity Centre Firenze Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Guyana viene considerata una nazione caraibica nonostante sia bagnata dalla costa dell’Oceano Atlantico tra il Venezuela e il Suriname. L’atmosfera è caratterizzata dalla spensierata musica “soca” dei minibus dalle feste tipiche in stile caraibico, e si possono perdere di vista i grossi problemi che minano il futuro della nazione.

Steven Singh, presidente di Gioventù per i Diritti Umani in Guyana, afferma: "Il problema più grande riguardo i diritti umani in Guyana è la mancanza di conoscenza, questo è un enorme lacuna nell'istruzione, i diritti umani non fanno parte dei programmi scolastici. L’attitudine degli uomini è maschilista e non viene data la giusta importanza alle donne. La violenza di genere verso le donne è caratterizzata dalla mancanza di rispetto, amore e comprensione verso il mondo femminile".

Dopo aver partecipato al Summit Internazionale per i Diritti Umani del 2016 a New York (organizzato da Gioventù per i Diritti Umani), al suo ritorno a casa, Singh si è reso conto che doveva fare qualcosa. "Non aveva senso per me, dopo essere andato fino alle Nazioni Unite per parlare, permettere che si verificassero violenze di genere e altre violazioni dei diritti umani nel mio paese senza fare qualcosa al riguardo", ha detto Singh. Ha quindi fondato la sezione della Guyana di Gioventù per i Diritti Umani.

Shimell Mohabir è stato uno dei primi membri, lui stesso spiega perché ha aderito: "Molte persone nella nostra comunità hanno subito violenza domestica. Quando la sezione di Gioventù per i diritti umani della Guyana era appena stata fondata, ho subito colto l'occasione perché credo che i diritti umani siano la base per la pace mondiale".

Immediatamente i membri volontari hanno iniziato tenere lezioni sui diritti umani nelle scuole della Guyana, non solo nella capitale, Georgetown, ma anche nelle zone rurali. Il messaggio è stato anche diffuso attraverso interviste televisive e radiofoniche, raggiungendo oltre il 17% della popolazione. Grazie a queste attività il Ministero dell'Istruzione della Guyana ha dato il via libera a Gioventù per i Diritti Umani per andare in tutte le scuole del paese. Il governo ha quindi annunciato la creazione di tribunali speciali per proteggere le vittime della violenza di genere.

Ecco le parole del responsabile dell'istruzione del paese: "Attraverso l'educazione ai diritti umani, stiamo istruendo la nostra prossima generazione per creare una Guyana più luminosa".

“Gioventù per i Diritti Umani” è un programma sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. È attiva a livello internazionale organizzando convegni (il più recente a New York nel Palazzo di Vetro della Nazioni Unite) e lezioni sui Diritti Umani nelle scuole elementari, medie e superiori, allo scopo di diffondere la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo approvata dall’ONU nel 1948.

Il fondatore della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “I Diritti Umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico".

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl