La partecipazione alla Strabergamo

11/set/2017 13.49.29 La Via della Felicità - Brescia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Promossi i valori nella Strabergamo

Un folto gruppo di 150 volontari di Bergamo e di Brescia, sostenitori della campagna "La Via della Felicità" hanno preso parte oggi alla edizione 2017 della Strabergamo.

L'evento è stato preparato distribuendo, nei mesi precedenti, molte copie del libretto per la città di Bergamo. Con le 4.000 distribuite stamattina ai partecipanti, i volontari hanno superato la soglia dei 50.000 opuscoli.

L'obiettivo è quello di promuovere e diffondere la cultura del rispetto dei valori più tradizionali. Essi sono il vero fondamento del vivere comune ed in armonia per ogni popolo, razza o fede.

La partecipazione alla Strabergamo ha voluto sottolineare questo aspetto in un ambito festoso e di partecipazione.

I Testimonial

Per la prima volta hanno partecipato l'Ultra-maratoneta Simone Leo e Giulia Bartolini campionessa e medaglia d'oro europea di pallanuoto testimonial de "La Via della Felicità".

Simone ha corso tutte le gare più dure nel mondo con percorsi oltre i 200 km non stop. Si sta preparando per correre la Filippides Run, la corsa di 490 Km meglio conosciuta come Atene-Sparta-Atene.

Entrambi gli atleti hanno partecipato alla famosissima Maratona di New York sotto il vessillo de "La Via della Felicità", che portano con orgoglio ad ogni gara e manifestazione che li veda partecipi.

I precetti della campagna.

Il rispetto dei precetti de "La Via della Felicità" non deve costituire un obbligo. Essi costituiscono piuttosto un lusso che la persona saggia si concede. Il loro rispetto costituisce la strada per una vita in cui si possa godere della fiducia e della stima delle persone.

Con questi obiettivi la campagna “La via della felicità” promuove tali valori. Il libretto contiene ventuno precetti basati esclusivamente sul buon senso, pienamente condivisibili, indipendentemente da razza, colore o credo. Essi favoriscono il manifestarsi di gentilezza, onestà e rispetto nella vita.

Il testo costituisce un codice morale, non religioso, ed è stato scritto da L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl