Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Fri, 16 Apr 2021 19:45:15 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/1 COME MANTENERE SE STESSI E GLI ALTRI IN BUONA SALUTE Tue, 13 Apr 2021 19:26:11 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/702352.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/702352.html Vicki Vicki

La Chiesa di Scientology Internazionale ha messo a disposizione nei propri siti internet diversi strumenti che hanno l’obiettivo di aiutare le persone a mantenere se stesse e gli altri in buona salute.

Il “Centro Risorse per la Prevenzione” cita che “un’oncia di prevenzione vale una tonnellata di cure”. Questo, infatti, è proprio lo scopo con cui la Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard, ha creato linee guida, opuscoli e video accessibili gratuitamente online in 17 lingue.

Video informativi del Centro Risorse per la Prevenzione

Nel centro risorse sono stati pubblicati i seguenti video:

Come mantenere se stessi e gli altri in buona salute;

Come si diffondono i batteri e i virus;

Come prevenire la diffusione di malattie con l’isolamento.

Opuscoli informativi del Centro Risorse per la Prevenzione

Nel centro risorse sono stati pubblicati i seguenti opuscoli:

Come mantenere se stessi e gli altri in buona salute;

Come proteggere se stessi e gli altri con mascherina e guanti;

Come prevenire la diffusione di malattie con l’isolamento.

Le attività svolte dalla Chiesa di Scientology e dai Ministri Volontari per prevenire la diffusione di malattie sono state notate a livello internazionale da più enti ed organizzazioni.

Fin dall’inizio dell’epidemia nel nostro paese diversi fedeli di Scientology si sono messi a disposizione delle autorità competenti e della protezione civile per qualsiasi necessità. A Torino, Milano, Padova e Verona i volontari della Pro.Civi.Co.S (il gruppo di protezione civile della comunità di Scientology, nato nel 2001) stanno operando in coordinazione con i rispettivi centri operativi comunali e provinciali, assolvendo ai compiti assegnati di volta in volta.

--

Ufficio Affari Pubblici
Chiesa di Scientology di Novara
Via G. Visconti 1 - 28100 Novara
Cell: 371 3613824

Watch Scientology Network: TV Channel and Video On Demand





]]>
Trombosi? No, grazie Conoscerla per evitarla. Racconta la tua storia Tue, 13 Apr 2021 16:00:55 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/702274.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/702274.html RedazioneSB RedazioneSB Dario, Beatrice, Federica, Filippo hanno avuto un incontro ravvicinato con la Trombosi e l’hanno raccontato ad ALT - Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari – Onlus perché nessuno possa dire un giorno “io non lo sapevo!”

Le storie di tante persone colpite da Infarto cardiaco, Ictus cerebrale, Embolia Polmonare, Trombosi arteriosa e venosa diventano un racconto condiviso in occasione della 10° Giornata Nazionale per la Lotta alla Trombosi, che si celebrerà mercoledì 21 aprile 2021, per informare e prevenire la Trombosi e le sue conseguenze. 

 

“Le malattie da Trombosi colpiscono in Italia 600mila persone ogni anno: si chiamano infarto, ictus cerebrale, embolia polmonare, trombosi delle vene e delle arterie. Colpiscono il doppio dei tumori, sono l’evento più probabile dopo i 65 anni, colpiscono anche i giovani e i bambini, persino i neonati. Si possono evitare in un caso su tre, si possono sospettare e curare: le esperienze di chi ha già avuto un incontro ravvicinato con una malattia da trombosi possono insegnare molto, a tutti. La 10° Giornata Nazionale per la Lotta alla Trombosi è dedicata alla diffusione della conoscenza sui sintomi che non dobbiamo trascurare o sottovalutare per evitare le malattie da Trombosi, raccontati da chi le ha vissute in prima persona e ora vuole condividere la propria storia” spiega la dottoressa Lidia Rota Vender, Presidente di ALT.

 

#STORIEDITROMBOSI

Storie di persone troppo spesso giovani, in buona salute, donne e uomini, perché la Trombosi colpisce a qualsiasi età: su 100 persone colpite, 3 hanno meno di 40 anni. 

Beatrice, 29 anni ha avuto Improvvisi dolori lancinanti alla testa, si fa accompagnare in pronto soccorso dove in un primo momento i medici non sospettano la diagnosi e la rimandano a casa. Ma il dolore di giorno in giorno diventa sempre più insopportabile, gli antidolorifici non funzionano e finalmente una TAC rivela la presenza di trombi nelle vene del cervello: fatta la diagnosi, iniziata la cura, Beatrice ha ritrovato una vita. Dario, 39 anni, sportivo, dopo un trauma subito giocando a calcetto si accorge della comparsa improvvisa di un gonfiore importante che si estende fino all’inguine, accompagnato da un dolore acuto come una morsa; pensa che passerà e porta pazienza per qualche giorno sperando che il dolore passi. Ma non succede, e decide di andare in pronto soccorso: la diagnosi è trombosi venosa profonda, viene curato con farmaci che mirano a sciogliere il trombo, che sembrano utili, ma il gonfiore non regredisce e nemmeno il dolore: finché una TAC conferma che la trombosi si è estesa fino ad occupare le vene iliache nell’addome fino alla vena cava, il grande fiume che riporta il sangue al cuore. Il ritardo nella diagnosi purtroppo costa alle vene delle gambe la perdita di elasticità, anche dopo la guarigione: perchè il trombo si scioglie, mal’estensione della trombosi e il ritardo nel cominciare la cura lascerà una insufficienza cronica delle vene della gamba, e sarà necessario portare calze elastiche per tutta la vita.

“Ciò che più colpisce e che deve far riflettere, è che in ogni storia troviamo una frase ricorrente: <la Trombosi mi ha cambiato la vita>. In molti casi la trombosi si cura, quando la si conosce, ma in altri casi si perde involontariamente tempo, e il ritardo nel sospettare la trombosi e nel curarla lascia conseguenzeche a volte cambiano davvero lavita condizionandone la qualità. Sappiamo quali sono i meccanismi della trombosi e quali sono i sintomi che devono allertarci e far sospettare una trombosi, ma non tutti hanno questo privilegio. Perchè conoscere la trombosi e i suoi sintomi significa permettere di aggredire questo evento senza perdere tempo e impedirne le conseguenze a lungo termine: la conoscenza è un patrimonio a disposizione di tutti, ma ancora troppo pochi sono in grado di utilizzarlo. ALT lavora da oltre 30 anni per diffondere conoscenza sulla Trombosi, sui sintomi che devono farla sospettare, sulle situazioni che aumentano il rischio di essere colpiti. E continuerà a farlo, perchè ancora non basta” racconta la dottoressa Lidia Rota Vender presidente di ALT.

Una Trombosi che si forma nelle vene dalla gamba, se non riconosciutae non curata, può liberare frammenti di trombo che diventano emboli e possono chiudere le arterie del polmone, causando embolia polmonare: una complicanza grave che si verifica in una persona su due fra quelle colpite da trombosi venosa profonda. La trombosi nelle arterie coronarie causa infarto del miocardio, nellearterie delle gambe causa arteriopatia periferica o “malattia delle vetrine”. Un trombo può formarsi nel cuore, in un paziente che soffre di fibrillazione atriale, e libera emboli che arrivano al cervello provocando un ictus, all’intestino causando un infarto intestinale o alla retina causando cecità. 

“Lo stile di vita aiuta a ridurre la probabilità di trombosi e delle sue conseguenze: tutti sappiamo che cosa vuol dire stile di vita. Tutti noi sappiamo come dovremmo vivere, che cosa dovremmo scegliere e che cosa evitare: ma spesso decidiamo di ricordarcene solo tardi, quando le nostre arterie sono diventate rigide, e hanno placche aterosclerotiche che minacciano di chiuderle. È come se avessimo a disposizione una meravigliosa automobile e decidessimo di trattarla male, di guidarla male, di non averne cura: uno spreco imperdonabile” continua il Presidente di ALT.

 

I CAMPANELLI D’ALLARME

Obiettivo della 10° Giornata Nazionale per la Lotta alla Trombosi promossa dal ALT Onlus – che da oltre trent’anni è in prima linea per sensibilizzarela popolazione sui fattori di rischio, sui sintomi e sulle conseguenze della trombosi e sulle misure necessarie per evitarla– è spiegare con un linguaggio semplicee comprensibile a tutti che la Trombosi si deve conoscere, si può riconoscere e la si evita. I sintomi di una Trombosi dipendono dall’organo che la Trombosi colpisce. 

Se il Trombo si forma in una vena di una gamba o di un bracciocompaiono gonfiore, dolore, rossore, a volte crampi che non passano. Se il trombo si forma in una vena del cervello compare un mal di testa mai avuto prima, molto forte, con la sensazione di avere la testa piena, che non passa con un antidolorifico.

Se il trombo si forma in un’arteriaimpedirà all’ossigeno di arrivare alle cellule che soffrono e muoiono.

I sintomi sono tanto più gravi quanto più grande è l’arteria ostruita dal trombo e quanto più importanti sono le cellule che rimangono senza ossigeno:un trombo che ostruisce il fluire del sangue in un’arteria del cervello toglie ossigeno e vita a neuroni che comandano funzioni fondamentali come il linguaggio, il movimento, la sensibilità, che quindi si perdono.Se il trombo si forma in un’arteria coronariauccide una parte del cuore, le cellule muoiono, compare un dolore come una spada che trafigge il petto, che può irradiarsi al braccio o al dorso o alla mandibola, il respiro si fa corto, il  cuore perde la sua efficienza, si muove in modo non ritmico e tutte le cellule del corpo soffrono perchè la pompa cardiaca funziona male e il sangue in periferia non arriva.

Se il trombo si forma in una vena e libera frammenti questi viaggiano nel sangue e arrivano al polmone causando embolia polmonare: il respiro si fa corto, compaiono strisce di sangue nel catarro, un dolore acuto si manifesta alla schiena, la fronte suda, la sensazione di perdere i sensi si fa sempre più vicina.

 

La 10° Giornata Nazionale per la Lotta alla Trombosiè un’edizione interamente digitale: tutti sono invitati a partecipare inviando la propria storia ad alt@trombosi.org, raccontata con un testo breve di 20 righe,  oppure con un audio o un video breve di tre minuti. Le vostre storie saranno pubblicate sul sito http://www.giornatatrombosi.it/. Aggiornamenti e informazioni saranno disponibili sul sito internet e sui canali social Facebook e Instagram di ALT. ALT garantisce la protezione dei dati  personali nel  massimo rispetto della legge sulla privacy.


]]>
Omotransfobia, Arcigay: "Calendarizzare la legge o scenderemo nelle piazze. La Lega ha un problema con le persone lgbti e con a democrazia" Wed, 07 Apr 2021 11:40:18 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/700863.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/700863.html Arcigay Arcigay
OMOTRANSFOBIA, ARCIGAY: "CALENDARIZZARE LA LEGGE O SCENDEREMO NELLE PIAZZE. LA LEGA HA UN PROBLEMA CON LE PERSONE LGBTI E CON LA DEMOCRAZIA

Bologna, 7 aprile 2021 - “Oggi è convocata nuovamente la Commissione Giustizia del Senato, dalla quale da tempo attendiamo la calendarizzazione della legge contro omotransfobia, misoginia e abilismo”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: "Una legge tenuta in ostaggio, in particolare dal presidente della commissione, il leghista Andrea Ostellari, con una modalità irrituale e a nostro avviso gravissima. Se alla fine di questa giornata non avremo sciolto questo nodo, dovremo prendere atto che la Lega e i suoi parlamentari hanno un problema non solo con le persone lgbti ma anche con le regole democratiche del Parlamento e con l’assetto istituzionale descritto dalla Carta costituzionale. Perché qui non si tratta solo di essere contrari a quel testo, bensì di impedirne addirittura la discussione: questa modalità prevarica ogni norma o prassi dell’organo legislativo, creando un precedente grave e molto pericoloso sul quale richiamiamo l’attenzione di tutte e tutti. Fuori intanto c’è un Paese che si mobilita e che a gran voce chiede l’approvazione di quel testo. Solo negli ultimi giorni, diversi personaggi pubblici hanno preso parola per unirsi a questa mobilitazione, per schierarsi dalla parte dei diritti assieme agli attivisti che da anni portano avanti questa battaglia: Fedez, Chiara Ferragni, Francesca Michielin, Mara Venier, Alessandro Gassman, Paola Turci, Michele Bravi, Piero Pelù, Elodie, Levante, Mahmood, Carlo Cracco, Nicola Piovani, Maurizio Costanzo, Barbara D'Urso, Costantino della Gherardesca, Lo Stato Sociale sono solo alcuni degli artisti che hanno scelto di dire la loro a sostegno della legge. Vogliamo innanzitutto ringraziarli e chiedere loro di aiutarci a tenere alta l’attenzione su questo passaggio parlamentare. L’anomala condotta del presidente Ostellari merita di essere tenuta d’occhio dall’intero Paese. Perché è in quella condotta che prende forma il vero bavaglio, la negazione del diritto a discutere di un tema come i crimini d’odio. Ostellari mostri di essere all’altezza delle istituzioni democratiche di questo Paese, diversamente, proprio in nome e a difesa della democrazia, saremo pronti a scendere nuovamente in piazza, come già fatto lo scorso ottobre in 60 città italiane”, conclude Piazzoni.

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
Omotransfobia, Arcigay scrive al Senato: "Il giorno dopo ogni violenza calano silenzio e immobilismo. Calendarizzate la legge" Mon, 22 Mar 2021 14:39:44 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/697200.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/697200.html Arcigay Arcigay
OMOTRANSFOBIA, ARCIGAY SCRIVE AL SENATO: "IL GIORNO DOPO OGNI VIOLENZA CALANO SILENZIO E IMMOBILISMO. CALENDARIZZATE LA LEGGE"
Bologna, 22 marzo 2021 - All'indomani dell'ennesima notizia di un'aggressione di carattere omofobico, Arcigay ha inviato una lettera a tutti i senatori e le senatrici della Repubblica: "violenze e discriminazioni verso le persone LGBTI+ sono una realtà ricorrente nel nostro Paese, nella quale Arcigay si imbatte quotidianamente - si legge nella missiva - , in un contesto di immobilità delle istituzioni, occasionalmente squarciato da ondate di dichiarazioni sui media conseguenti al verificarsi di qualche fatto di cronaca particolarmente violento che guadagna le prime pagine dei giornali. Ma dopo poche ore di clamore, tutte le volte si torna regolarmente al silenzio e all’immobilismo". Arcigay ricorda inoltre che la Camera dei deputati ha approvato lo scorso 4 novembre il disegno di legge  “ Misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità", che ora giace a Palazzo Madama in attesa che ne venga calendarizzato l'iter. Proprio per questo Arcigay ha preso in mano carta e penna: "è ora- scrive l'associazione -  che l’Italia faccia la sua parte colmando la lacuna che la caratterizza in confronto agli altri Paesi dell’Europa occidentale; per questo Le chiediamo di attivarsi concretamente con i suoi colleghi e il suo partito" affinché la legge venga calendarizzata e approvata al più presto.

In allegato il pdf della lettera integrale.

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  ( 338.1350946)


]]>
Corte costituzionale sollecita legge per figli di coppie samesex, Arcigay: "Legislatore da anni inadempiente, sui bambini vuoto legislativo grave" Wed, 10 Mar 2021 13:10:14 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/694823.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/694823.html Arcigay Arcigay
CORTE COSTITUZIONALE SOLLECITA LEGGE PER FIGLI DI COPPIE SAMESEX, ARCIGAY: “LEGISLATORE DA ANNI INADEMPIENTE, SUI BAMBINI VUOTO LEGISLATIVO GRAVE”


Bologna, 10 marzo 2021  - “Lascia perplessi che la Corte costituzionale, in tema di diritti dei nuovi nati, rinvii al legislatore  “inadempiente” il compito di mettere in campo strumenti di tutela. Non captiamo infatti alcun segnale di superamento di quella inadempienza e il richiamo dell’Alta Corte rischia di essere l'ennesimo appello inascoltato. Ovviamente speriamo  di essere smentiti, magari da un'iniziativa  legislativa del Parlamento o della ministra  Cartabia.”: Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, commenta le motivazioni delle sentenze n.  33/2021  e 32/2021 in merito alla tutela dei nati da maternità surrogata e da fecondazione eterologa, rese note dalla Corte costituzionale.
“Con entrambe le sentenze - spiega l’avvocato Salvatore Simioli, responsible giuridico di Arcigay - la Corte  ha incidentalmente ribadito che è compito del legislatore garantire la piena tutela agli interessi del bambino mediante il riconoscimento del figlio  da parte del genitore biologico e intenzionale . Ha quindi significativamente   invitato il legislatore  ad una riforma dell’istituto dell’adozione,  nei termini che da anni la comunità LGBTI e Arcigay  chiedono, cioè ponendo  fine al trattamento differenziato  tra i figli di coppie omosessuali ed eterosessuali.  La cosiddetta stepchild adoption (legge nº 184 del 4 maggio 1983) per coppie omosessuali è stata riconosciuta solo per via giurisprudenziale dal 2014 e produce una adozione non legittimante del figlio del partner. Con la sentenza 32/2021 la Corte ha inoltre  ribadito espressamente la disparità di trattamento tra coppie omosessuali ed eterosessuali in caso di ricorso alla  PMA  ed ha  affermato la “indifferibilità di una legge per garantire ai nati pieni diritti alla cura, all'educazione, all'istruzione , alla stabilità dei rapporti affettivi” ovvero ha esortato il legislatore  a prevedere una nuova tipologia di adozione che garantisca tempestivamente la pienezza dei diritti dei nati”.
“Siamo insomma in presenza di timidi  passi in avanti - riprende Piazzoni - rispetto al pieno riconoscimento dei legami familiari nell’interesse del minore , è  infatti il caso di sottolineare la illogicità del permanere  del divieto dell'automatico riconoscimento degli atti di nascita e dei provvedimenti giudiziari stranieri. Per cui il genitore intenzionale, ritenuto genitore all'estero, per assumersi la responsabilità genitoriale deve intraprendere un giudizio di adozione. Non ci  si meravigli, allora,  della lentezza della giustizia in Italia, su cui si scarica un iter complesso che confligge con gli interessi del minore ad avere  riconosciuto , fin dalla nascita, in capo ad entrambi i  genitori ( biologico e intenzionale) la responsabilità genitoriale,  con un evidente danno emotivo e di diritti del minore che la soluzione prospettata dalla Corte Costituzionale riesce solo, in prospettiva di una invocata riforma,  eventualmente  ad attenuare”, conclude.


--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
Consultazioni Draghi, Arcigay: "Essere europeisti vuol dire promuovere i diritti" Tue, 09 Feb 2021 12:49:45 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/688341.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/688341.html Arcigay Arcigay
CONSULTAZIONI DRAGHI, ARCIGAY: "ESSERE EUROPEISTI VUOL DIRE PROMUOVERE I DIRITTI"
Bologna, 9 febbraio 2021 - "In questi giorni di grande apprensione, in cui attendiamo che il governo ritrovi una stabilità,  leggiamo con preoccupazione il gioco di veti che alcune forze politiche stanno ponendo al premier incaricato Mario Draghi per contrattare l'appoggio nelle aule parlamentari": lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: "In particolare ci sorprende chi, come l'Udc, annuncia di voler sostenere un governo europeista chiedendo lo stop dell'iter parlamentare della legge contro l'omotransfobia, già approvata alla Camera, e che è un provvedimento acquisito da tempo e ormai consolidato in gran parte dei Paesi che costituiscono l'Unione europea. Non solo: sorprende il modo spudorato con cui nella nostra Repubblica coloro che sono investiti del potere legislativo, contrattino quel potere con l'esecutivo, facendo carta straccia della divisione dei poteri, e della loro reciproca autonomia, che è asse fondante del nostro assetto costituzionale. Il nostro auspicio sta saldamente ancorato,  al contrario, alla nostra Costituzione: ci aspettiamo infatti che il Parlamento, anche in un contesto di maggioranza ampia a sostegno di un governo tecnico, rivendichi l’autonomia del potere legislativo e prosegua nell'’iter di approvazione di provvedimenti di cui i nostri tessuti sociali hanno un grande bisogno, a partire dalla legge contro l'omotransfobia. Rivolgiamo in particolare questo appello alle forze che sostenevano la vecchia maggioranza (Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Leu e Italia Viva) e che ancora possono mettere assieme i numeri per raggiungere il traguardo dell'approvazione definitiva. Ma non solo: in tema di europeismo, in particolare oggi che l’europeismo sembra diventato la bandiera di molti se non di tutti, ci teniamo a ricordare che l’Europa è quella dell’uguaglianza, dei diritti, quella che include le differenze e sostiene l'autodeterminazione dei cittadini e delle cittadine. La stessa Ursula Von der Leyen lo ha chiarito senza mezzi termini: non c'è spazio per la discriminazione delle persone lgbti+ nell'Unione europea. Quindi: non esiste europeismo che possa porre veti sulle leggi che promuovono i diritti umani, civili e sociali delle persone. A questo proposito, vogliamo portare all'attenzione del premier incaricato il fatto che le coppie di gay e lesbiche con figli vivono ancora oggi in Italia una grave condizione di invisibilità, sulla quale infierisce la crisi che stiamo attraversando e che andrà presumibilmente aggravandosi nei mesi a venire. Quei figli e quelle figlie sono cittadini e cittadine dell'Europa e non possono vivere in una dimensione di diritto a metà per l'opposizione di chi si dice europeista ma in realtà dell'Europa ha eletto a modelli Polonia e Ungheria, cioè Paesi che attraversano una buia stagione liberticida, che coinvolge le donne e le persone lgbti. L'Italia non può e non deve seguire quell'esempio: su questo siamo pronti anche subito a tornare nelle piazze.", conclude Piazzoni.


--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
CALCAGNO PER FONDAZIONE PROGETTO ARCA ONLUS. IL CIOCCOLATO DOPPIAMENTE BUONO Mon, 08 Feb 2021 11:40:52 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/687956.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/687956.html Ufficio stampa Maybe Ufficio stampa Maybe  

Ogni “Crema della Bontà” acquistata è un pasto donato ad una persona senza fissa dimora

Alleato di cuore e umore, in grado di stimolare il rilascio di endorfine e super afrodisiaco. Per San Valentino il cioccolato è un piccolo peccato di gola da concedersi senza rimorsi…. Soprattutto se si tratta della Crema della Bontà di Cioccolato Calcagno. Una spalmabile alle nocciole buonissima che è anche un progetto solidale realizzato dallo storico marchio d’eccellenza cioccolatiera artigianale torinese con Fondazione Progetto Arca, onlus in prima linea nel sostegno a persone senza fissa dimora e a famiglie indigenti.

Per tutto il 2021 acquistando una confezione Limited Edition della classica Crema Spalmabile Piemonte di Calcagno si darà il proprio contributo alle attività della Fondazione Progetto Arca a favore dei senzatetto. 

Buona due volte: per ogni crema spalmabile alle nocciole venduta, Calcagno si impegna a donare un pasto caldo ad una persona che vive per strada e che, in questo periodo di emergenza sanitaria, si trova a fronteggiare una situazione ancora più difficile.

 

La Crema della Bontà è acquistabile online su https://cioccolatocalcagno.storeden.com/ e presso l’Emporio CALCAGNO di Via Paolo Losa 21 a Collegno TO.

Prezzo: 150 g - 6 euro

 

Cioccolato Calcagno

Dal 1946 Cioccolato Calcagno è una storia fatta di passione, energia, collaborazione e cioccolato. Un progetto comune che cresce e si rinnova, ancorandosi alle radici profonde della storia della cioccolateria torinese.

www.cioccolatocalcagno.it

 

Fondazione Progetto Arca onlus

Fondazione Progetto Arca onlus da 26 anni porta un aiuto concreto a chi vive in stato di grave povertà ed emarginazione sociale, in particolare persone senza dimora e famiglie indigenti. Ogni giorno offre ascolto e assistenza in strada, pasti caldi, la possibilità di dormire al riparo, cure mediche e accoglienza in case vere a migliaia di persone povere, accompagnando chi è in difficoltà in un percorso di recupero personale e reinserimento sociale, abitativo e lavorativo. Nell’ultimo anno ha servito più di 1 milione e 600 mila pasti e offerto 505.000 notti di accoglienza.

www.progettoarca.org

 

 

]]>
Crisi governo, Arcigay: "Nell'ora della responsabilità non si usino i diritti come mese di scambio" Mon, 18 Jan 2021 11:52:05 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/683980.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/683980.html Arcigay Arcigay
CRISI GOVERNO, ARCIGAY: "NELL'ORA DELLA RESPONSABILITA' NON SI USINO I DIRITTI COME MERCE DI SCAMBIO"
Bologna, 18 gennaio 2021 - "Come tutte e tutti, seguiamo con apprensione in queste ore l'evolversi della crisi di governo, auspicando in una stabilità che è prerequisito indispensabile per la tenuta del Paese in questi mesi di pandemia": lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: "Questa è l'ora della responsabilità e non possiamo non unirci a quanti oggi promuovono appelli per la rapida risoluzione della crisi che investe il Governo. Tuttavia, l'emergenza non annulla la politica, i suoi slanci e le sue zavorre: serve un governo stabile ma servono anche degli obiettivi chiari che questo governo deve darsi, assieme a tempi certi per realizzarli. E in tempo di pandemia questi obiettivi devono parlare di diseguaglianze, di come colmarle, di come invertire la curva che descrive la deriva del Paese in termini di diritti sociali e civili. Non solo: la stabilità di governo non sia un tavolo di trattativa in cui, in cambio di voti di fiducia, si modifichi l'iter dei lavori parlamentari, come si vocifera in alcuni retroscena. Per essere più espliciti: non si baratti la fiducia con l'insabbiamento o il rallentamento delle legge contro l'omotransfobia, ad esempio. Governo e Parlamento sono poteri distinti, sappiano rivendicare ciascuno la propria autonomia e i propri percorsi.", conclude Piazzoni.

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)




]]>
Saudi Arabia Medical Bandages Market: Industry Trends, Opportunity and Forecast 2019-2030 Tue, 29 Dec 2020 07:53:41 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/680848.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/680848.html Vidhyanigam98 Vidhyanigam98 Market Reports on Saudi Arabia Provides the Trending Market Research Report on “Saudi Arabia Medical Bandages Market Outlook 2030: Industry Insights & Opportunity Evaluation, 2019-2036” under Healthcare category. The Saudi Arabia Medical Bandages Market is projected to exhibit highest growth rate over report offers a collection of superior market research, market analysis, and competitive intelligence and industry reports.

Saudi Arabia Medical Bandages Market - By Product Type (Gauze Bandage, Adhesive Bandage, Cohesive Bandage and Elastic Bandage); By Application (Surgical Wounds, Traumatic & Laceration Wounds, Burns, Ulcer, Sports Injuries and Other Wounds); By End-users (Hospitals, Clinics and Ambulatory Surgical Centers); and Regional Analysis of Market Size, Shares & Trends for 2016-2019 and Forecasts to 2030

Product Overview
Medical bandages are described as a strip or piece of cloth designed with the help of different materials such as cotton and are consumed in the treatment of a wound. Moreover, a bandage is used to bind a dressing to the wound. Additionally, medical bandages are also purchased for application of firm pressure to a soft tissue injury. Some spaces of medicine where medical bandages are used involve surgeries, sports injuries, ulcer wounds, and elastic bandage. Furthermore, medical bandages are also consumed to treat and safeguard traumatic & laceration wounds and burn wounds.

Request a free sample copy of Saudi Arabia Medical Bandages Market Report @ http://www.marketreportsonsaudiarabia.com/marketreports/sample/reports/2166691

Market Highlights
Saudi Arabia's medical bandages market is expected to exceed USD 214 million by 2030 from USD 136 million in 2019 at a CAGR of 6.5% throughout the forecast period i.e. 2020-2030. The market is anticipated to grow on the back of increasing emphasis on surgical care owing to the rising number of diseases and injuries.

Saudi Arabia Medical Bandages Market: Segments
The Gauze Bandage segment to grow with the fastest CAGR of xx% during 2020-2030

Saudi Arabia medical bandages market is segmented by Product Type into Gauze Bandage, Adhesive Bandage, Cohesive Bandage and Elastic Bandage. Among these, the gauze bandage segment is estimated to hold the largest market share of xx% in 2019. The rise of this segment is credited to its higher utilization in several surgical processes. Furthermore, gauze bandages offer several applications such as cleansing, packing, scrubbing, covering, and securing in a variety of wounds, which add to the growth of the segment. Other aspects comprise of easy accessibility as the gauze bandages are cost-efficient in comparison with other types of bandages, which also upsurges the growth of gauze bandage segment.

Saudi Arabia Medical Bandages Market: Market Dynamics
Driver

Increasing Emphasis on Surgical Care owing to Rising Number of Diseases and Injuries
The increasing number of diseases and injuries across the region has raised the concentration towards surgical care. Medical bandages are broadly utilized in surgeries and are used as a shield covering for wound dressing or as assistance for devices. In addition, producers of bandages are also perceived emphasizing on providing a complete dressing solution in a kit, together with antiseptic pads, antiseptic sponges, tapes, and bandages, which can be promptly used in dedicated surgical processes.

Restraint
Rising Awareness about Advanced Wound Care
Increasing attentiveness about advanced Wound Care is projected to hamper the development of the medical bandages market. Advanced wound escalates the healing procedure for many long-lasting wounds by arranging for and elevating a humid environment. As basic / conventional wound care products take a huge amount of time to heal wounds and are less impactful for specific types of wounds, Advanced Wound Care products are being used as first-line therapy, wherever Infection Control and healing rate are primary matters.

Saudi Arabia Medical Bandages Market: Key Players
• The National Medical Products Co. Ltd.
- Company Overview
- Business Strategy
- Key Product Offerings
- Financial Performance
- Key Performance Indicators
- Risk Analysis
- Recent Development
- Regional Presence
- SWOT Analysis
• Cardinal Health
• Dukal Corporation
• Medtronic Plc
• Dynarex Corporation
• The 3M Company
• Medline Industries Inc.
• Smith & Nephew Plc
• DeRoyal Industries Inc.
• NICHIBAN Co. Ltd.

The market report on Saudi Arabia medical bandages also contains the following in-depth analysis:
• Medical Bandages Market Segments:
- By Product Type
- Gauze Bandage
- Adhesive Bandage
- Cohesive Bandage
- Elastic Bandage
- By Application
- Surgical Wounds
- Traumatic & Laceration Wounds
- Burns
- Ulcer
- Sports Injuries
- Other Wounds
- By End-users
- Hospitals
- Clinics
- Ambulatory Surgical Centers
• Medical Bandages Market Dynamics
• Medical Bandages Market Size
• Supply & Demand
• Current Trends / Issues / Challenges
• Competition & Companies Involved in the Market
• Value Chain of the Market
• Market Drivers and Restraints

Browse our full report with Table of Contents: http://www.marketreportsonsaudiarabia.com/marketreports/saudi-arabia-medical-bandages-market-outlook-2030-industry-insights-opportunity-evaluation-2019-2036/2166691

About Us
Market Reports on Saudi Arabia provides you with an in-depth industry reports focusing on various economic, political and operational risk environment, complemented by detailed sector analysis. We have an exhaustive coverage on variety of industries - ranging from energy and chemicals to transportation, communications, constructions and mining to Food and Beverage and education. Our collection includes over 2000 up-to-date reports all researched, analyzed and published by top-notch international research firms.

Contact us at:
Market Reports On Saudi Arabia
Tel: +91 22 27810772/27810773
Email: info@marketreportsonsaudiarabia.com
Website: http://www.marketreportsonsaudiarabia.com
Follow us on: Twitter, Facebook, LinkedIn

]]>
Comunicato stampa - Lo scandalo affidi facili non si ferma: nuova denuncia ai carabinieri a Massa Sun, 27 Dec 2020 00:22:46 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/680531.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/680531.html Celebrity Centre Firenze Celebrity Centre Firenze Come riferito dalla stampa, una giovane mamma di due figli piccoli di 3 e 6 anni si è trovata anche lei vittima di abusi sistematici nella Casa Sonrisa di Stiava nel 2017.

Sullo sfondo lo stesso copione: la madre in difficoltà viene collocata in casa famiglia insieme alla figlia di due anni e incinta di sette mesi. I dettagli riferiti alla stampa sono agghiaccianti, e comprendono un’incredibile serie di privazioni e vessazioni: ambienti insalubri, frigoriferi sotto chiave, cibo di cattiva qualità e in quantità insufficiente, spazio giochi sotto chiave, docce fredde, psicofarmaci e tanta violenza psicologica.

La madre va a partorire e la bambina di 2 anni resta in struttura con gli operatori e le viene impedito di visitare la madre e il fratellino. La mamma torna dall’ospedale dopo due settimane e trova la figlia intontita al punto che a volte non la riconosce. La bimba è sempre stanca e addormentata, e soprattutto ha dei lividi e graffi su tutto il corpo che nessuno spiega alla madre. La mamma comincia a ribellarsi a questo trattamento e chiama le forze dell’ordine in struttura per riferire di botte e graffi sulla figlia, ma il personale parla di “riferimenti poco comprensibili e complotti”.

A seguito della permanenza di tre mesi in questa struttura, la mamma viene dichiarata “pericolosa per sé e per gli altri”, viene allontanata per decreto del Tribunale e i bambini dati in affido a una famiglia. La mamma non li vede da ormai un anno e cinque mesi.

Secondo il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, una onlus sentinella contro gli abusi psichiatrici, si tratta di un espediente ben collaudato – lo stesso utilizzato a Bibbiano e a Rocchetta Belbo, in Piemonte: “Le motivazioni utilizzate per giustificare l’allontanamento (“disabilità intellettiva”, “inidoneità genitoriale”, “comportamenti pregiudizievoli nei confronti dei figli”  “vissuto persecutorio e vittimistico”) sono il solito cocktail di paroloni pseudomedici - privi del pur minimo riscontro oggettivo – usati per dare una parvenza di scientificità alla vicenda, e alimentare il business delle case famiglia e delle società farmaceutiche multimilionarie.

Questi “scienziati” fanno apparire la ribellione e la disperazione di una mamma che si vede portar via i figli – un comportamento che, date le circostanze, pare del tutto normale – come fosse la manifestazione di uno delle centinaia di cosiddetti disturbi mentali elencati nel DSM; il manuale edito dalla Società Psichiatrica Americana. Auspichiamo che queste opinioni cessino di avere valore probatorio in un processo e che i giudici, rifiutandosi di accettarle come prove, si riprendano il loro ruolo di “Perito dei Periti”, valutando in base a buon senso e sentimenti umani.”

Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani

www.ccdu.org

www.facebook.com/ccdu.org

info@ccdu.org

]]>
MyNet diventa Società Benefit e offre a onlus e non profit l’utilizzo gratuito della propria App Mon, 21 Dec 2020 10:12:05 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/679650.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/679650.html Blu Wom Blu Wom Udine, 15 dicembre 2020 - Superare il tradizionale modello aziendale finalizzato alla mera produzione di profitto per adottare invece un approccio che armonizzi crescita economica, inclusione sociale e tutela dell’ambiente: è questo l’obiettivo di MyNet (https://appmynet.it/), startup innovativa udinese fondata da Manuele Ceschia, che è diventata una delle oltre 200 Società Benefit presenti in Italia. 

 

Nello specifico, MyNet porterà avanti il suo impegno a favore di onlus e non profit di tutta Italia, fornendo loro l’utilizzo gratuito della piattaforma gestionale MyNet per il miglioramento delle relazioni e della comunicazione con associati e stakeholder.

Nata per digitalizzare la comunicazione interna delle aziende, MyNet sarà così un aiuto prezioso anche per tutte le realtà senza scopo di lucro il cui obiettivo primario è aiutare il prossimo: dalle persone in difficoltà economiche agli anziani, dai malati alle persone con disabilità, fino ai giovani senza famiglia.  

 

Numerose le funzionalità della piattaforma: dalla condivisione delle informazioni in modo veloce e sostenibile (eliminando l’uso della carta) alla raccolta di informazioni, opinioni e suggerimenti attraverso questionari personalizzati che favoriscano il coinvolgimento degli iscritti nei processi decisionali; dalla organizzazione di eventi e incontri fino alla gestione della documentazione, così da poterla archiviare e rendere facilmente consultabile agli utilizzatori della app.

 

“Quella di far diventare MyNet una Società Benefit – dichiara il CEO di MyNet Manuele Ceschia- mi è parsa una scelta naturale. MyNet nasce con l’obiettivo di migliorare il livello di benessere delle persone all’interno dell’ambiente di lavoro, fornendo al contempo alle imprese la tecnologia adatta a rendere sostenibili ed efficienti i processi aziendali. La piattaforma di MyNet si propone di favorire le relazioni personali e aiutare le aziende a prestare ascolto ai propri collaboratori, promuovendo anche iniziative di tipo benefico”.

 

Oltre a fornire l’utilizzo gratuito della piattaforma, l’impegno di MyNet sarà rivolto anche alla formazione e al supporto di tutte le persone che dovranno farne uso, in modo da renderle totalmente autonome nell’utilizzo e permettere loro di trarne il massimo in termini di benefici. 

Inoltre, MyNet è anche alla ricerca di un partner con il quale poter fornire formazione gratuita (dai corsi di lingua a quelli sull’uso di Excel, dall'antincendio alla danza) a tutti gli utenti delle onlus e delle organizzazioni non profit che desiderino accrescere le proprie competenze.

 

Per quanto riguarda invece la sicurezza dei dati dei singoli utenti delle realtà no profit coinvolte, MyNet è entrata in contatto con realtà del calibro di Google Cloud e Amazon Aws, disponibili a fornire gratuitamente gli spazi di archiviazione in Cloud alle onlus  attraverso i rispettivi “No profit credit program”, che garantiranno la totale gratuità dello strumento per tutte le organizzazioni non profit. 

MyNet, oltre a fornire l’utilizzo della app, sosterrà invece il costo del Cloud necessario al funzionamento della app stessa.

 

E’ il momento per imprenditori e imprese di assumersi la responsabilità del proprio ruolo e dell’impatto che possono avere sulla comunità, impegnandosi ad immettere nel mondo più ricchezza di quanta ne consumino e accentrino – conclude Ceschia -. C’è bisogno di aziende che vogliano considerare la realtà nel suo complesso e che sentano in modo forte la necessità di produrre valore positivo”. 

 

 


]]>
Matrimonio egualitario in Svizzera, Arcigay: “La tenacia di quei politici sia da esempio” Sat, 19 Dec 2020 16:37:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/679499.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/679499.html Arcigay Arcigay MATRIMONIO EGUALITARIO IN SVIZZERA, ARCIGAY: “LA TENACIA DI QUEI POLITICI SIA DA ESEMPIO”


Bologna, 19 dicembre 2020 - “L’approvazione in Svizzera della legge che estende l’accesso al matrimonio alle coppie formate da persone dello stesso sesso ribadisce, se mai ce ne fosse bisogno, il ritardo dell’Italia in tema di diritti civili”: lo dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. Che prosegue: “Questa conquista è l’esito di un percorso parlamentare durato ben sette anni: segno che la strada dei diritti è in salita non solo in Italia. Tuttavia, la perseveranza di chi in Parlamento conduce queste battaglie permette di raggiungere, presto o tardi, l’obiettivo. Che la Svizzera, quindi, sia da modello per il Parlamento italiano, al quale ribadiamo l’urgenza di legiferare per la piena uguaglianza di tutte le coppie”, conclude.
--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (348.6839779 - 338.1350946)


]]>
Ungheria, famiglie omogenitoriali diventano fuorilegge. Arcigay: “Se l’Europa tollererà questo ennesimo insulto, saremo noi a non sentirci più europei” Thu, 17 Dec 2020 15:27:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/679078.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/679078.html Arcigay Arcigay UNGHERIA, FAMIGLIE OMOGENITORIALI DIVENTANO FUORILEGGE. ARCIGAY: "SE L'EUROPA TOLLERERA' QUESTO ENNESIMO INSULTO, SAREMO NOI A NON SENTIRCI PIU' EUROPEI"
Bologna, 17 dicembre 2020 - "L'omotransfobia elevata a norma costituzionale è un orrore e un abuso che l'Unione europea non può e non deve tollerare": Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, tuona contro la riforma costituzionale ungherese, che mette fuorilegge le coppie formate da persone dello stesso sesso e l'autodeterminazione nella definizione dell'identità di genere. "Siamo arrivati al capolinea: se l'Ungheria con queste condotte sta dentro all'Unione europea, saremo noi persone lgbti a chiamarcene fuori. Perché non si tratta di un exploit folkloristico: in quel Paese ci sono persone oppresse e perseguitate per il proprio orientamento sessuale e la propria identità di genere e su questo non si può volgere lo sguardo altrove. Non solo: quella politica sta facendo scuola tanto che nella vicina Polonia, quella delle lgbti-free zone, si vogliono vietare le manifestazioni dei movimenti come il nostro. La misura è colma: o la nostra rappresentanza, tanto al Parlamento europeo quanto in tutte le altre sedi diplomatiche, decide di porre il tema in maniera concreta e ineludibile, oppure saremo noi a non sentirci più rappresentat*. Il 12 novembre la nuova Commissione Europea ha coraggiosamente presentato la prima strategia per l'uguaglianza delle persone LGBTIQ annunciata dalla presidente Ursula von der Leyen, questo è il momento per dimostrare che quella strategia non sono solo fogli di carta. L' Europa si gioca la propria credibilità e se non vi saranno reazioni concrete e rapide di fronte a questa deriva l'antieuropeismo, a quel punto, rischia di diventare un tema perfino della nostra agenda politica", conclude.
--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (348.6839779 - 338.1350946)


]]>
TURISMO, ARCIGAY FIRMA PROTOCOLLO CON GLI OPERATORI LGBTI FRIENDLY. NEL 2022 CONVENTION INTERNAZIONALE IN ITALIA Wed, 16 Dec 2020 11:49:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/678718.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/678718.html Arcigay Arcigay
TURISMO, ARCIGAY FIRMA  PROTOCOLLO CON GLI OPERATORI LGBTI FRIENDLY. NEL 2022 CONVENTION INTERNAZIONALE IN ITALIA
Sigliata la partnership tra Arcigay e AITGL (Ente Nazionale Turismo LGBTQ+) per formare operatori e imprese

Bologna, 16 dicembre 2020 - Firmato un protocollo di intesa tra Arcigay e AITGL (Ente Nazionale Turismo LGBTQ+). L’accordo ha l’obiettivo di promuovere e favorire la cultura del rispetto e dell’educazione alle differenze fra gli operatori  e le imprese del turismo. Nell’ottobre 2022 si terrà la 38^ edizione della Convention internazionale per il Turismo Gay e Lesbian promossa da IGLTA, l’associazione internazionale del turismo LGTBQ+. L’evento, di straordinaria portata, avrebbe dovuto tenersi nel maggio 2020, a seguito di un impegno pluriennale dell’AITGL per conquistare la manifestazione ambita in tutto il mondo, ma naturalmente non è stato possibile realizzarlo a causa della pandemia. La Convention IGLTA coinvolgerà  tutti i più grandi operatori mondiali del settore, giganti come Delta Airlines, Disney, Hilton, Marriott  e tanti altri. Per l’Italia è dunque un'occasione importante per sensibilizzare le imprese e le Istituzioni circa l’importanza di aderire ad una diffusa cultura della diversità e del rispetto.

"Omofobia, lesbofobia, transfobia e bifobia sono fenomeni ambientali, radicati nella nostra cultura dominante - dichiara Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay - . Per superarli occorre un lavoro di formazione, di dialogo, di confronto: in questo senso il percorso avviato con AITGL e che porterà nel 2022 all'appuntamento italiano con la Convention internazionale per il Turismo Gay e Lesbian, è un'occasione preziosa, di cui intendiamo valorizzare ogni aspetto".

“Il turismo LGTBQ+ è il più resiliente alla pandemia e secondo diverse indagini sarà tra i primi a muoversi appena riprenderemo a viaggiare  - afferma il presidente AITGL, Alessio Virgili �“  quindi non ci resta che pianificare al meglio in vista dell’appuntamento del 2022”.  “L’impatto economico che può generare la Convention IGLTA rappresenterà sicuramente una crescita economica e sociale per il nostro Paese”. 

La conferenza sarà anche un'occasione importante per consentire agli operatori turistici internazionali di conoscere meglio le molte iniziative di importanza nazionale realizzate dalle associazioni LGBTQ+ italiane interessanti da un punto di vista turistico, quali ad esempio, i Pride e i molti festival a tematica LGBTQ+. L’accordo tra Arcigay e AITGL apre,  dunque, le porte a un cammino comune condiviso in tutti i circoli Arcigay, per adottare le linee guida dell’inclusione e dalla cultura del rispetto anche  tra gli operatori turistici territoriali con cui intrattengono rapporti di collaborazione o partnership.  Al fine di rafforzare l’impegno degli operatori locali, AITGL, inoltre, consentirà, per chi lo desidera, di sottoscrivere una lettera di intenti, ispirata alle linee guida grazie alla quale potranno essere registrati gratuitamente sul portale dell’associazione.


--

Responsabile Comunicazione

AiTGL

info@letiziastrambi.com

+39 333.9579055


Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (338.1350946)


]]>
Influenza Vaccines Market: Comprehensive Analysis and Future Estimations 2025 Wed, 09 Dec 2020 10:19:09 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/677162.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/677162.html Ethan Smith Ethan Smith
]]>
Hot Air Sterilizers Market size Register Steady Growth during 2024 Thu, 03 Dec 2020 07:46:24 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/675913.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/675913.html Ethan Smith Ethan Smith
]]>
Rinasce Arcigay a Firenze, Piazzoni: “Fondamentale la nostra presenza nel capoluogo di una regione pioniera dei diritti Mon, 23 Nov 2020 15:57:04 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673684.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673684.html Arcigay Arcigay RINASCE ARCIGAY A FIRENZE, PIAZZONI: "FONDAMENTALE LA NOSTRA PRESENZA NEL CAPOLUOGO DI UNA REGIONE PIONIERA DEI DIRITTI"

Bologna, 23 novembre 2020 - Il Consiglio nazionale di Arcigay, riunitosi sabato e domenica scorsi in modalità online, ha approvato l'affiliazione del circolo "Altre Sponde" di Firenze alla rete nazionale di Arcigay. "Dopo oltre 15 anni - commenta Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay - torna un presidio Arcigay nel capoluogo toscano. Un fatto per noi importante, un risultato che da tempo inseguivamo e che finalmente raggiungiamo grazie a una squadra forte di attiviste e attivisti che ringrazio di cuore e ai quali rivolgo il benvenuto da parte di tutta l'associazione. Con l'ingresso di Arcigay Firenze Altre Sponde nella nostra rete si rafforza la presenza di Arcigay in Toscana, regione pioniera nell'affermazione dei diritti delle persone lgbti+, dove già siamo attivi nelle città di Pisa, Siena, Livorno, Arezzo e Pistoia. Inoltre, i circoli affiliati ad Arcigay raggiungono, con il voto in consiglio nazionale di sabato, quota settanta: un numero che testimonia la capillarità della presenza della nostra associazione in tutto il territorio nazionale". "Quando apre un nuovo presidio che allarga l'orizzonte dei diritti - dichiara Jacopo Forconi,  presidente di Arci Firenze -, l'Arci è sempre al suo fianco. Poter celebrare questa novità in un anno così complicato assume un significato ancor più importante e salutiamo quindi con grande piacere l'inizio delle attività di Altre Sponde che con l'affiliazione ad Arcigay contribuirà non solo ad arricchire il panorama associativo della nostra comunità ma rappresenterà per noi un soggetto prezioso di collaborazione futura". "In un momento così difficile per tutte e tutti - dichiara Mauro Scopelliti, presidente di Arcigay Firenze Altre Sponde - la comunità reagisce, si sostiene e si organizza. Sarà un atto di rinascita e di nuovo slancio in vista delle rivendicazioni e istanze che porteremo avanti insieme. Altre Sponde non è solo un gioco di parole, ma una nuova visione di inclusivitá, dove tutte e tutti potranno sentirsi a casa.". Oltre al presidente Scopelliti, compongono il direttivo di Arcigay Firenze Altre Sponde Vincent Vallon, Licio Vessi, Giulio Meoni, Niccolò Giannini, Daniele Bonaiuti, Giulia Biscardi, Costanza Mascilli Migliorini,  Matteo Tombesi.

--

Ufficio stampa Arcigay   - Vincenzo Branà  (348.6839779 - 338.1350946)


]]>
Water Quality Testing Equipment Market Forecast Revised in a New Future Market Insights Report as COVID-19 Projected to Hold a Massive Impact on Sales in 2020 Fri, 20 Nov 2020 20:41:01 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673408.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673408.html Ankush Nikam Ankush Nikam Water Quality Test Equipment Market- Report Description  

This research report provides a detailed analysis of the water quality test equipment market and offers insights on the various factors driving the popularity of water quality test equipment. The water quality test equipment market report includes an extensive analysis of the key industry drivers, challenges, market trends, and market structure. The water quality test equipment market study provides a comprehensive assessment of the stakeholder strategies and imperatives for succeeding in the business. The water quality test equipment market report includes the market segmentation on the basis of location, test type, machine type, and region.

The water quality test equipment market is expected to witness significant value and volume growth during the forecast period owing to the increasing need for water quality testing in various countries around the world due to growth in water pollution.      

The global water quality test equipment market report starts with an overview of the water quality test equipment market in terms of value and volume. In addition, this section includes an analysis of the key trends, drivers and challenges from the supply, demand and economy side, which are influencing the water quality test equipment market. 

For More Insights Into The Market, Request a Sample of This Report@ https://www.futuremarketinsights.com/reports/sample/rep-gb-8372

On the basis of application, the water quality test equipment market has been segmented into the industrial, environmental, laboratory, and government. On the basis of device type, the water quality test equipment market has been segmented into stationery or bench-top and portable. On the basis of test type, the water quality test equipment market has been segmented into pH test, dissolved oxygen test, conductivity test, turbidity test, and TDC tests.

A detailed analysis has been provided for every segment in terms of the market size analysis for the water quality test equipment market across different regions. This section provides a detailed analysis covering the key trends prevalent in the global water quality test equipment market.                

The next section of the global water quality test equipment market report covers a detailed analysis of the water quality test equipment market across various countries in the region. It provides an outlook for the water quality test equipment market for 2019–2027 and sets the forecast within the context of water quality test equipment market. This study discusses the key trends within countries contributing to the growth of the water quality test equipment market as well as analyses the degrees at which the drivers are influencing water quality test equipment market in each region.

The key regions and countries assessed in the water quality test equipment market report include North America (the U.S. & Canada), Latin America (Brazil, Mexico & the rest of Latin America), Europe (Germany, U.K., Spain, France, Russia & the Rest of Europe), Japan, APEJ (China, India, Malaysia, Singapore, Australia & the rest of APEJ) and MEA (GCC Countries, Israel, South Africa & the rest of MEA). This report evaluates the present scenario, and as well as the growth prospects of the water quality test equipment market across various regions globally for the period 2019 –2027. We have considered 2017 as the base year and provided data for the remaining 12 months.      

To offer an accurate forecast, we have started by sizing the current market, which forms the basis of how the water quality test equipment market is expected to grow in the future. Given the characteristics of the global water quality test equipment market, we have triangulated the outcomes of different types of analysis based on technology trends.      

As previously highlighted, the global water quality test equipment market has been split into a number of segments. All segments on the basis of location, type, test type, and region have been analyzed in terms of basis points to understand the relative contribution of each individual segment to the growth of the water quality test equipment market. This detailed information is important for the identification of various key trends in the global water quality test equipment market.       

In addition, another key feature of the global water quality test equipment market report includes the analysis of all the key segments in terms of absolute dollar opportunity. This is traditionally overlooked while forecasting the market, however, the absolute dollar opportunity is critical in assessing the level of opportunity that a provider can look to achieve as well as to identify the potential resources from a sales and delivery perspective in the global water quality test equipment markets.    

Table Of Content

1. Global Water Quality Test Equipment Market - Executive Summary

2. Global Water Quality Test Equipment Market Overview

    2.1. Introduction

           2.1.1. Global Water Quality Test Equipment Market Taxonomy

           2.1.2. Global Water Quality Test Equipment Market Definition

    2.2. Global Water Quality Test Equipment Market Size (US$ Mn & Volume) and Forecast, 2013-2027

           2.2.1. Global Water Quality Test Equipment Market Y-o-Y Growth

    2.3. Global Water Quality Test Equipment Market Dynamics

    2.4. Value Chain Analysis 

    2.5. Cost Structure

    2.6. Pricing Analysis 

    2.7. Testing Equipment Outlook

    2.8. Macro-Economic & Other Relevant Factors 

         2.8.1 Global GDP Outlook 

         2.8.2. Global GDP Value and Growth

         2.8.3. Global Urbanization Rate

         2.8.4  Environmental Protection Expenditure and Revenues, By Country

         2.8.5. R&D Expenditure By Country

         2.8.6. Other relevant factors 

    2.9. Key Participants Market Presence (Intensity Map) By Region

Request To Browse Full Table of Content, Figure And Tables @ https://www.futuremarketinsights.com/toc/rep-gb-8372

In the final section of the global water quality test equipment market report, we have included a competitive landscape to provide clients a dashboard view based on the categories of providers in the value chain, their presence in the water quality test equipment market and key differentiators. This section is primarily designed to provide clients an objective and detailed comparative assessment of key providers specific to a segment of the water quality test equipment supply chain, and the potential players for the same.

The report audience can gain segment-specific vendor insights to identify and evaluate the key competitors based on an in-depth assessment of their capabilities and success in the water quality test equipment market. Some of the key competitors covered in the water quality test equipment market report are ABB Ltd., Hanna Instruments, SUEZ, Thermo Fisher Scientific, Inc., Agilent Technologies Inc., Danaher Corporation (Hach), Honeywell International Inc., Shimadzu Corporation, Emerson Electric Co., and others. 

]]>
TMCH-335 (CAS NO 6731-36-8) Market Production, Valuation and Sales Forecast 2019 - 2026 Thu, 19 Nov 2020 11:44:17 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673099.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673099.html Ethan Smith Ethan Smith

 

]]>
TMCH-335 (CAS NO 6731-36-8) Market Production, Valuation and Sales Forecast 2019 - 2026 Thu, 19 Nov 2020 11:43:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673098.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/673098.html Ethan Smith Ethan Smith

 

]]>