Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Società civile Fri, 24 Nov 2017 04:55:46 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/1 Distribuiti oltre 140 libretti a sostegno dei valori tradizionali Thu, 23 Nov 2017 21:56:33 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460445.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460445.html La Via della Felicità - Brescia La Via della Felicità - Brescia I valori tradizionali hanno valore

I libretti "La Via della felicità" vengono regolarmente diffusi in città, utilizzando la disponibilità di molti locali ed esercizi commerciali.

I volontari hanno portato oltre 140 opuscoli nei principali locali della zona periferica Ovest di Brescia. Si tratta dei valori più tradizionali condivisi da ogni popolo, razza o fede. Sono i valori dell'aiuto reciproco, del rispetto, dell'onestà e della fiducia.

I principi morali sono proposti con semplicità e praticità. Essi costituiscono la carreggiata entro la quale ognuno può vivere una vita confortata da amicizia ed aiuto delle persone a lui vicine.

Promuovere i valori e sottolinearne l'importanza è fondamentale per creare una cultura nuova che non si limita a perseguire un benessere materiale quanto effimero e privo di un reale valore.

Condividere i valori come strumento di convivenza

Con questi obiettivi la campagna “La via della felicità” promuove tali valori. Il libretto contiene ventuno precetti basati esclusivamente sul buon senso, pienamente condivisibili, indipendentemente da razza, colore o credo. Essi favoriscono il manifestarsi di gentilezza, onestà e rispetto nella vita.

Il testo costituisce un codice morale, non religioso, ed è stato scritto da L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology. La sua prima pubblicazione risale al 1981 e il suo scopo è quello di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’uomo.

La Via della Felicità, ora pubblicato in 112 lingue, ha portato calma in comunità lacerate dalla violenza, pace in zone devastate dalla guerra civile e rispetto di sé a milioni di individui, nelle scuole, nelle prigioni, nelle chiese e nei centri giovanili e comunitari.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.
Dal sito della campagna: "laviadellafelicita.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito. 

]]>
Tutto quello che c'è da sapere sulla Marijuana. Informazioni diffuse a Palazzolo Thu, 23 Nov 2017 21:46:43 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460443.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460443.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia Libretti "La verità sulla Marijuana"

I libretti di "La verità sulla droga" costituiscono una serie che passa in rassegna una dozzina e più di sostanze, utilizzate dai giovani, alla ricerca di emozioni forti. I libretti maggiormente diffusi riguardano la Marijuana, l'Alcol, la Cocaina, i farmaci non prescritti oltre ad uno di tipo generale.

L'obiettivo è quello di colmare un vuoto di conoscenza. I ragazzi adolescenti, in modo particolare, sentono la necessità di essere informati. Loro si stanno affacciando al mondo della vita ed hanno un forte desiderio di conoscere ciò che è presente nel loro ambiente. Il desiderio di essere adulti impone loro di conoscere quanto più possibile sugli argomenti della loro attualità. Alcol, Marijuana e le droghe in generale sono presenti nella loro quotidianità. L'assenza di informazioni non fa altro che avvicinarli, in cerca di risposte, ai ragazzi più grandi che facendone uso appaiono come gli "esperti".

Questa è la prevenzione che viene costantemente svolta dai volontari di "Mondo libero dalla droga". Questa settimana a Palazzolo sono stati posizionati 50 libretti "La verità sulla Marijuana" nei negozi del Centro Commerciale Europa che supportano la campagna.

Questi semplici opuscoli permettono di fornire ai ragazzi tutte quelle informazioni che permettono a loro di effettuare le proprie scelte in modo libero e senza l'influenza di persone verso le quali può nascere un senso di rifiuto.

La Marijuana è assunta in giovane età.

Probabilmente oggi i ragazzi si avvicinano alla Marijuana in età molto giovane.

Riteniamo che l’istruzione sia portatrice di cambiamento. Solo se ben informati, i giovani sono in grado di prendere decisioni consapevoli ed utili a condurre una vita libera dalla droga ed in armonia con il prossimo ed i propri cari.

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

Dato che fornire ai giovani fatti puri e semplici sui danni che la droga è in grado di causare, aumenta notevolmente le loro possibilità di rifiutarla di propria iniziativa, La Verità sulla Droga è un programma molto richiesto come strumento educativo da scuole, forze dell’ordine e svariati settori della società.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani affinché, loro per primi, crescano nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
Tenuta conferenza di prevenzioni ad un gruppo di giovani a Desenzano Thu, 23 Nov 2017 21:37:12 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460442.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460442.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia Dare le informazioni ai ragazzi. Loro ne hanno bisogno.

Una nuova conferenza è stata tenuta a Desenzano ad alcune mamme che desideravano avere tutte le informazioni disponibili sulle sostanze per poterle utilizzare con i loro figli e conoscenti.

La serata è stata partecipata con vivo interesse e molti sono stati gli interventi e le domande. L'argomento purtroppo è spesso ignorato per paura o pudore.

Le persone presenti hanno fatto riferimento ad esperienze personali o di familiari comprendendo i meccanismi che le droghe utilizzano per intrappolare le persone creando dipendenza.

I partecipanti hanno ringraziato ed hanno prelevato materiale informativo da utilizzare a loro volta per diffondere sempre più conoscenza sull'argomento.

L’informazione costituisce naturalmente il principale strumento per la generazione di una nuova cultura. Per questo motivo un’ampia serie di materiali educativi della campagna "La verità sulla droga", basati su fatti reali e di impatto, viene distribuita gratuitamente alle persone tramite i volontari di "Mondo Libero dalla Droga".

La campagna “La Verità sulla droga”

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

Gli interessati possono trovano una informazione completa, quanto oggettiva, che affronta gli argomenti in modo semplice, ma non banale.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani affinché, loro per primi, crescano nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

Dal sito della campagna: "noalladroga.org" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.

]]>
100 opuscoli per accrescere conoscenza sulle droghe Thu, 23 Nov 2017 21:28:34 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460440.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460440.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia Distribuire prevenzione.

 La prevenzione costituisce l'azione che più è destinata a ridurre l'uso di sostanze. Creare una conoscenza ampia e senza reticenze nei giovani, li mette in grado di resistere alle proposte.

Nel comune di Sarezzo ogni settimana vengono posizionati un centinaio di libretti informativi "La verità sulla droga". Alcuni esercizi commerciali li accettano volentieri e li mettono a disposizione, nei loro locali frequentati da giovani.

I ragazzi possono così esaminarli e formulare le loro scelte in modo libero e senza l'influenza di educatori, genitori e adulti in generale, verso i quali spesso nasce un naturale senso di rifiuto.

La diffusione di opuscoli informativi è l'azione di "Mondo libero dalla droga". La distribuzione è eseguita con continuità.

L’informazione è la pietra angolare del cambiamento. Per questo motivo un’ampia serie di materiali educativi, basati su fatti reali e di forte impatto, viene distribuita gratuitamente alle persone tramite i volontari di "Mondo Libero dalla Droga".

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

La forma della campagna

Fornire ai giovani fatti puri e semplici sui danni che la droga è in grado di causare, aumenta notevolmente le loro possibilità di rifiutarla di propria iniziativa. La Verità sulla Droga è un programma molto richiesto come strumento educativo da scuole, forze dell’ordine e svariati settori della società.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare. E' importante contribuire alla prevenzione sui giovani. Loro per primi, cresceranno nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

 

]]>
Informazione capillare distribuita a Brescia sulle droghe Thu, 23 Nov 2017 21:11:46 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460438.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460438.html Mondo Libero dalla Droga Brescia Mondo Libero dalla Droga Brescia Portiamo l'informazione sulle droghe nella città

La campagna "La verità sulla droga" continua ad esercitare prevenzione portando a conoscenza i più giovani di tutto quanto possa riguardare le droghe . Tutte le occasioni sono utili per distribuire oggettiva informazione sulle droghe. Gli opuscoli utilizzati e proposti da "Mondo libero dalla droga" diffondono, in tutto il mondo, consapevolezza sulle droghe.

Alcuni volontari hanno passeggiato per le vie del centro proprio per portare nei locali più frequentati gli opuscoli della campagna "La Verità sulla droga". Una parte degli opuscoli era dedicata alle principali sostanze maggiormente diffuse: Alcol, Marijuana e Cocaina sostanze troppo facili da trovare.

Potrebbe questa sembrare una battagli tra spacciatori e volontari a chi riesce a conquistare un giovane per primo. I ragazzi ricevono le risposte alle loro naturali domande sulle droghe da due possibili fonti: gli spacciatori o la campagna di prevenzione. In molti casi, arrivare prima dell'amico spacciatore, ha fatto la differenza.

La campagna si avvale anche di filmati informativi e di una serie di Spot ad utilità sociale della serie "Dicevano/Mentivano" dove giovani ragazzi raccontano di aver creduto alle dicerie di qualche giovane esperto per poi concludere che questi presunti amici stavano mentendo. In questa serie c'è uno spot per ogni sostanza dove in modo semplice ed efficace si mostrano i disastri che le droghe riescono a sviluppare nelle giovani vite.

La campagna informativa a scopo di prevenzione

Riteniamo che l’istruzione sia portatrice di cambiamento. Solo se ben informati, i giovani sono in grado di prendere decisioni consapevoli ed utili a condurre una vita libera dalla droga ed in armonia con il prossimo ed i propri cari.

Attingendo a decenni di esperienza nel campo della prevenzione alla droga, il programma "La Verità sulla Droga" comunica in modo efficace i fatti reali relativi all’uso di droga, sia su base individuale sia tramite comunicazioni ad ampio raggio.

Dato che fornire ai giovani fatti puri e semplici sui danni che la droga è in grado di causare, aumenta notevolmente le loro possibilità di rifiutarla di propria iniziativa, La Verità sulla Droga è un programma molto richiesto come strumento educativo da scuole, forze dell’ordine e svariati settori della società.

La campagna "La verità sulla droga" è stata istituita dalla Chiesa di Scientology. Tutte le attività della associazione sono non confessionali, non discriminatorie e non a fine di lucro. I materiali di comunicazione sono disponibili per chiunque li voglia esaminare ed utilizzare per contribuire alla prevenzione sui giovani affinché, loro per primi, crescano nella consapevolezza della piaga che l'uso di sostanze viene a determinare nelle loro vite.

I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
QUANDO UN OPUSCOLO E' IMPORTANTE Thu, 23 Nov 2017 14:04:19 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460389.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460389.html Alessandro Alessandro Il gruppo del Dico no alla droga di Ferrara continua con la distribuzione di opuscoli informativi dal titolo “La verità sulle droghe”. I volontari capeggiati, vogliono informare correttamente i giovani sul pericolo che corrono usando droghe. L’opuscolo che sta venendo distribuito inizia parlando della cultura della droga, per poi passare a “Perché le persone fanno uso di droga?” e poi “Come funzionano le droghe?” e per finire con “Le droghe influiscono sulla mente”. Sempre nell’opuscolo ci sono delle informazioni essenziali sulle droghe di uso comune. Le droghe che vengono menzionate sono: alcol, cannabis, marijuana, hashish, ecstasy, cocaina, crack, ritalin, crystal meth e metanfetamine, eroina, LSD e infine l’ossicodone. Per ognuna di queste droghe vengono menzionati i soprannomi comuni e gli effetti a breve e lungo termine. L’intento dei volontari e’ quello di sensibilizzare i giovani sulle droghe, creando una vera e propria cultura di prevenzione, basata sull’informazione e non sulla punizione. Oggigiorno le droghe dilagano e sempre piu’ giovani ne fanno uso, senza conoscere gli effetti devastanti in cui incorrono, ecco che allora una corretta informazione sul soggetto mette la persona nelle condizioni di valutare se fare il primo passo o meno. L'incaricato del gruppo crede fermamente che l’uso/abuso di droghe nella nostra società è frutto della disinformazione di una cultura che ti dice “le hanno usate tutti…”, ed eccoci qui a occuparci di problemi ben piu’ gravi dovuti alle crisi di astinenza e a centri per la disintossicazione. I volontari del gruppo del Dico no alla droga si rifanno al motto del filosofo e umanitario Ron Hubbard che dice: "Le droghe privano la vita dalle gioie e dalle sensazioni, che sono comunque l'unica ragione di vivere".Un sentito ringraziamento va alla Chiesa di Scientology di Verona per il continuo supporto.

]]>
VINCERE LA DROGA SI PUO' Thu, 23 Nov 2017 13:59:42 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460388.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460388.html Alessandro Alessandro Attualmente le droghe fanno molto presa sui giovani che, non informati sugli effetti negativi di queste ultime, le prendono incuranti dei pericoli. Infatti una cosa comune a tutte le droghe e che effettivamente è quella che causa più problemi è la dipendenza che essa crea. Le droghe hanno la capacità di disinibire la persona che la usa, rendendola più capace e più attiva. Ovviamente il rovescio della medaglia è di gran lunga più pesante.
Il gurppo di Verona “Dico no alla droga” ha promosso fino a poco tempo fa un opuscolo chiave per la lotta alla prevenzione. L’opuscolo si intitola “La verità sulle droghe”.
Le droghe menzionate nell’opuscolo sono: alcol, cannabis, sostanze da inalare, ecstasy, cocaina e crack, ritalin, crystal meth, metanfetamine, eroina, LSD, ossicodone. Per ogni tipo di droghe, nell’opuscolo, vengono riportati gli effetti a breve e lungo termine e i nomi più comuni utilizzati per la droga in questione.
L’opuscolo “La verità sulle droghe” e’ diretto a un pubblico giovane, in quanto, da una comprensione su quello che le droghe causano. E’ risaputo che, la corretta informazione, permette ai giovani di comprendere che la cosa migliore è quello di non usare droghe.
Oggi molti sono i mezzi usati per far si che non si utilizzi la droga, ma solo un mezzo ha veramente successo che è la corretta informazione.
Oggi il mondo continua sempre più a degradarsi togliendo ai giovani con le doghe, tutte le gioie del vivere perché, come disse il filosofo e umanitario Ron Hubbard: :<<Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere>>.”Un sentito ringraziamento va alla Chiesa di Scientology per la promozione di attività come sopra.

]]>
STRATEGIA PER ABBATTERE IL CONSUMO DI DROGA Thu, 23 Nov 2017 13:56:48 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460387.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460387.html Alessandro Alessandro Oggi il consumo di droghe da strada è in continuo aumento e le famiglie che sono state rovinate dall’abuso di queste sono un numero sempre crescente. I parchi, le case non abitate, capannoni non più utilizzati, sono questi i ritrovi di drogati che li, trovano il loro spazio per “farsi”.
E’ necessario fare qualcosa per fermare una volta per tutte lo sterminio che le droghe stanno causando. La droga non sono solo cocaina, morfina, LSD, ma lo sono anche gli psicofarmaci che sempre più stanno venendo usati da giovani che ignorano i danni che provocano.
Il gruppo del “Dico no alla droga” di Verona propone un opuscolo “La verità sulle droghe” che informa correttamente su quello che le droghe causano.
Le droghe menzionate nell’opuscolo distribuito sono: alcol, cannabis, sostanze da inalare, ecstasy, cocaina e crack, ritalin, crystal meth, metamfetamine, eroina, LSD, ossicodone. Per ogni tipo di droghe, nell’opuscolo, vengono riportati gli effetti a breve e lungo termine e i nomi più comuni utilizzati per la droga in questione.
Ogni opuscolo è di facile lettura e coinvolge la persona, facendole capire quello che succederebbe se assumesse le droghe. E’ risaputo che chi e’ correttamente informato su quello che le droghe causano, si mantiene a debita distanza, in quanto ha capito a cosa va incontro nel caso assumesse droghe.
Oggi il mondo continua sempre più a degradarsi togliendo ai giovani con le doghe, tutte le gioie del vivere perché, come disse il filosofo e umanitario Ron Hubbard: :<<Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere>>.”E' molto apprezzato l'aiuto della Chiesa di Scientology di Verona al gruppo del Dico no alla droga che opera a Verona.

]]>
COSA FARE PER VINCERE LA DROGA? Thu, 23 Nov 2017 13:53:59 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460385.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460385.html Alessandro Alessandro Nella città di Ferrara la prevenzione contro la droga continua senza fermarsi, grazie all’aiuto dei volontari del gruppo “Dico no alla droga”. I volontari continuano con il loro volontariato in quanto ci credono fermamente a quello che fanno, e sanno che la prevenzione attuata con la distribuzione di opuscoli dal titolo “La verità sulle droghe” sta influenzando positivamente i giovani.
Le droghe menzionate nell’opuscolo distribuito sono: alcol, cannabis, sostanze da inalare, ecstasy, cocaina e crack, ritalin, crystal meth, metamfetamine, eroina, LSD, ossicodone. Per ogni tipo di droghe, nell’opuscolo, vengono riportati gli effetti a breve e lungo termine e i nomi più comuni utilizzati per la droga in questione.
Ogni opuscolo è di facile lettura e coinvolge la persona, facendole capire quello che succederebbe se assumesse le droghe. E’ risaputo che chi e’ correttamente informato su quello che le droghe causano, si mantiene a debita distanza, in quanto ha capito a cosa va incontro nel caso assumesse droghe.
Purtroppo viviamo in una società, in cui le droghe sono entrate a far parte di essa e sono talmente radicate che i ragazzi non vedono niente di male se si fanno “un tiro di spinello”.
Oggi il mondo continua sempre più a degradarsi togliendo ai giovani con le doghe, tutte le gioie del vivere perché, come disse il filosofo e umanitario Ron Hubbard: :<<Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere>>.” Un sentito grazie alla Chiesa di Scientology di Verona per la continua vicinanza a una tematica così difficile.

]]>
VINCERE LA DROGA Thu, 23 Nov 2017 13:51:12 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460384.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460384.html Alessandro Alessandro Il Gruppo del Dico no alla droga di Verona rinizierà a breve con attività di prevenzione nella città di Verona. L’anno scorso si è contraddistinto per informazione nelle discoteche, distribuzione opuscoli e conferenze nelle scuole.

Anche quest’anno il gruppo, ha inoltre, all’attivo una maxi distribuzione di opuscoli “La verità sulle droghe” sulle rive del lago di Garda, in occasione della giornata mondiale contro il traffico di droga.

Le droghe menzionate nell’opuscolo “La verità sulle droghe” sono: alcol, cannabis, sostanze da inalare, ecstasy, cocaina e crack, ritalin, crystal meth, metamfetamine, eroina, LSD, ossicodone. Per ogni tipo di droghe, nell’opuscolo, vengono riportati gli effetti a breve e lungo termine e i nomi più comuni utilizzati per la droga in questione.
Ogni opuscolo è di facile lettura e coinvolge la persona, facendole capire quello che succederebbe se assumesse le droghe.

Attualmente il gruppo si sta indirizzando ad organizzare conferenze nelle scuole su larga scala per far si che i giovani non si avvicinino al mondo della droga, fatto di estraniazione e divertimento all’inizio e in seguito di dolore e disagio.

L’attività della Campagna è raffigurata nella frase del filosofo e umanitario Ron Hubbard che dice: “Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”.Un sentito riconoscimento va alla Chiesa di Scientology per il continuo sostegno.

]]>
ATTIVITA' CONTRO LA DROGA Thu, 23 Nov 2017 13:48:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460383.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/460383.html Alessandro Alessandro Il Dico no alla droga di Ferrara, con oltre 50000 opuscoli distribuiti nella provincia, sta contribuendo a prevenire l’abuso di stupefacenti.

L’incaricato del gruppo, assime a un altro volontario, ha distribuito opuscoli per oltre  5 anni, per informare i giovani di Ferrara su quello che le droghe causano.

L’opuscolo, dal titolo “La verità sulle droghe”che viene promosso, riporta gli effetti a breve e lungo termine di tutte le principali droghe utilizzate dai giovani. Le droghe trattate sono: l'alcol, la cannabis, le sostanze da inalare, l'ecstasy, la cocaina e il crack, il ritalin, il cristal meth e metanfetamine, l'eroina, l'LSD e infine per finire l'ossicodone.

Lo scopo dell'opuscolo è quello di fornire a chi lo legge, le armi per difendersi da chi propone la droga, in quanto, è provato che chi è informato in merito alla droga, ne rimane fuori.

  L'incaricato in una recente intervista ha detto: “Non mi fermerò, perchè questa è la strada corretta! Ci credo molto in quello che sto facendo e il mio intento è quello di diffondere il messaggio del filosofo e umanitario Ron Hubbard che a suo tempo ha detto:<<Le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere>>.”

Un sentito riconoscimento va alla Chiesa di Scientology di Verona per la promozione della campagna.

]]>
Diffusione di una maggior Conoscenza dei Diritti Umani a Pordenone Thu, 23 Nov 2017 12:01:26 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/460376.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/460376.html ChiesaScientologyPordenone ChiesaScientologyPordenone  

A Pordenone nelle settimane che precedono il Natale verranno distribuiti gli opuscoli contenenti la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nei principali negozi e punti d i ritrovo della città.

Questa iniziativa ha l'obiettivo di promuovere il rispetto dei principi umanitari ed insegnarli specialmente alle nuove generazioni per la creazione di un futuro di Pace e Tolleranza. 



L'Associazione ha dato inizio al progetto “Gioventù per i Diritti Umani” che ha lo scopo di rendere noti e insegnare i diritti dell’Uomo ai giovani di tutto il mondo, aiutandoli così a diventare validi sostenitori e promotori della tolleranza e della pace.



Tra i maggiori sostenitori dell'iniziativa è presente anche la Chiesa di Scientology, infatti L. Ron Hubbard scrisse nel Codice di uno Scientologist di “sostenere gli sforzi davvero umanitari nel campo dei diritti dell'uomo”. Quel codice pose le base per quello che che divenne in seguito un movimento internazionaledi sostenitori dei diritti umani.

]]>
"Se mi ascolti e mi credi" unica proiezione a Pordenone Thu, 23 Nov 2017 11:46:06 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/460372.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/onlus/varie/460372.html ChiesaScientologyPordenone ChiesaScientologyPordenone Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani organizza una proiezione ad ingresso libero del film-documentario "Se mi ascolti e mi credi" il 15 dicembre alle ore 20 presso la Chiesa di Scientology della Città di Pordenone che ha messo a disposizione la sala . 

Da diversi anni il Comitato è presente sul territorio nazionale, ed anche a Pordenone , dove ha intenzione di portare anche la mostra itinerante “Psichiatria: controllo sociale e violazione dei diritti umani” con l’inizio del nuovo anno.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani. Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004.

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale.

A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

Le funzioni del CCHR sono unicamente quelle di fungere da organo di controllo, lavorando a fianco di molti medici, incluso dottori, scienziati, infermieri e quei pochi psichiatri che hanno preso posizione contro il modello “disturbo biologico/cura farmacologica" che viene continuamente promosso sia dalla psichiatria e dall’industria farmaceutica come mezzo per vendere farmaci. I volontari si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.

]]>
LIBERTA’ E IMMORTALITA’ NELLA TEOLOGIA DI SCIENTOLOGY Thu, 23 Nov 2017 05:40:50 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460340.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460340.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

 Tenuta a Padova la prima presentazione dell’ultima opera del prof. Aldo Natale Terrin

Sabato 28, è stata tenuta la prima presentazione del libro “Scientology. Libertà e immortalità”, di Aldo Natale Terrin, professore di fenomenologia della religione all’Istituto di Liturgia Pastorale S. Giustina a Padova.

Il volume, pubblicato dalla Editrice Morcelliana nella collana “Scienze Umane”, è uno studio teologico approfondito dei principi, delle pratiche e delle finalità di Scientology.

Il libro intende colmare una lacuna nella conoscenza di Scientology, indicando un cambio di passo nella sua stessa auto-comprensione.

“Cercare il DNA di Scientology […] non è semplicemente riconoscere il ‘che cosa’ – lavoro che sarebbe abbastanza semplice e che altri hanno intrapreso – quanto piuttosto nel domandarsi il ‘come’”, ha scritto l’autore nella premessa della sua opera. 

E’ il punto di partenza di studio cominciato nel 1985 e che ha portato l’autore a interloquire con fedeli di Scientology di ogni età, ceto sociale e professione, a visitare chiese di Scientology italiane ed estere, a esaminare approfonditamente le opere di Ron Hubbard, oltre che i testi e le riviste distribuite dalla chiesa, a esaminare le sue pratiche, ritualità e riti al fine di poter esprimere un giudizio fondato.

Naturalmente sono stati presi in esame anche gli studi compiuti da altri, tutti menzionati nella sua opera.

Considerare Scientology una religione ha significato anzitutto esaminare i suoi contenuti teologici e rituali, ricostruiti nelle pagine del libro nell’equilibrio tra distacco critico ed empatia di chi preliminarmente provi a mettersi “nei panni di”. 

“Quando si esamina un fenomeno sociale lo si fa da un preciso punto di vista dal momento che non esiste il ‘punto zero’, il punto neutro”, ha detto il prof. Terrin. “Nessuno è neutro nell’osservare. Nel momento in cui qualcuno riporta un fatto lo interpreta, non lo fa dal ‘punto zero’, lo fa da un preciso punto di vista del quale dovrebbe essere consapevole. Per capire chi crede ci si deve immedesimare in lui e per farlo bisogna avere una certa empatia. Si deve, insomma, cominciare a osservare con l’idea che ‘il credente ha sempre ragione’.”

Il volume “Scientology. Libertà e immortalità” è disponibile nelle librerie delle principali città d’Italia.

---oOo---
Aldo Natale Terrin è un sacerdote della Diocesi di Padova. Si è laureato in Filosofia della Religione all’Università Cattolica di Milano e in Teologia delle Religioni alla Pontificia Facoltà Teologica di Milano. Ha studiato storia delle religioni, sanscrito e religioni orientali a Münster/Vestfalia.

Ha studiato i nuovi movimenti religiosi in molti paesi dell’Europa e degli Stati Uniti, visitando il Giappone, la Corea e l’India per una sua migliore conoscenza delle nuove religioni.  

Ha insegnato Storia delle Religioni all’università Cattolica di Milano e Antropologia Culturale all’università di Urbino. Ora insegna fenomenologia della religione all’Isituto di Liturgia Pastorale S. Giustina, a Padova. 

E’ autore di oltre 40 opere su temi religiosi e antropologici. Per citare solo quelli pubblicati per l’Editrice Morcelliana: “Mistica dell’Occidente” (2001), “Religione e neuroscienze” (2004), “L’oriente e noi” (2007), “La religione” (2008), “Religione visibile” (2011), “Il mito delle acque in Oriente” (2012), “Liturgia come gioco” (2014), “Il rito” (20152 ), “Meditazione buddista” (2016) e ha curato, di Rudolf Otto, “Il sacro” (2011).
]]>
LIBERTA’ E IMMORTALITA’ NELLA TEOLOGIA DI SCIENTOLOGY Thu, 23 Nov 2017 05:40:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460339.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460339.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

 Tenuta a Padova la prima presentazione dell’ultima opera del prof. Aldo Natale Terrin

Sabato 28, è stata tenuta la prima presentazione del libro “Scientology. Libertà e immortalità”, di Aldo Natale Terrin, professore di fenomenologia della religione all’Istituto di Liturgia Pastorale S. Giustina a Padova.

Il volume, pubblicato dalla Editrice Morcelliana nella collana “Scienze Umane”, è uno studio teologico approfondito dei principi, delle pratiche e delle finalità di Scientology.

Il libro intende colmare una lacuna nella conoscenza di Scientology, indicando un cambio di passo nella sua stessa auto-comprensione.

“Cercare il DNA di Scientology […] non è semplicemente riconoscere il ‘che cosa’ – lavoro che sarebbe abbastanza semplice e che altri hanno intrapreso – quanto piuttosto nel domandarsi il ‘come’”, ha scritto l’autore nella premessa della sua opera. 

E’ il punto di partenza di studio cominciato nel 1985 e che ha portato l’autore a interloquire con fedeli di Scientology di ogni età, ceto sociale e professione, a visitare chiese di Scientology italiane ed estere, a esaminare approfonditamente le opere di Ron Hubbard, oltre che i testi e le riviste distribuite dalla chiesa, a esaminare le sue pratiche, ritualità e riti al fine di poter esprimere un giudizio fondato.

Naturalmente sono stati presi in esame anche gli studi compiuti da altri, tutti menzionati nella sua opera.

Considerare Scientology una religione ha significato anzitutto esaminare i suoi contenuti teologici e rituali, ricostruiti nelle pagine del libro nell’equilibrio tra distacco critico ed empatia di chi preliminarmente provi a mettersi “nei panni di”. 

“Quando si esamina un fenomeno sociale lo si fa da un preciso punto di vista dal momento che non esiste il ‘punto zero’, il punto neutro”, ha detto il prof. Terrin. “Nessuno è neutro nell’osservare. Nel momento in cui qualcuno riporta un fatto lo interpreta, non lo fa dal ‘punto zero’, lo fa da un preciso punto di vista del quale dovrebbe essere consapevole. Per capire chi crede ci si deve immedesimare in lui e per farlo bisogna avere una certa empatia. Si deve, insomma, cominciare a osservare con l’idea che ‘il credente ha sempre ragione’.”

Il volume “Scientology. Libertà e immortalità” è disponibile nelle librerie delle principali città d’Italia.

---oOo---
Aldo Natale Terrin è un sacerdote della Diocesi di Padova. Si è laureato in Filosofia della Religione all’Università Cattolica di Milano e in Teologia delle Religioni alla Pontificia Facoltà Teologica di Milano. Ha studiato storia delle religioni, sanscrito e religioni orientali a Münster/Vestfalia.

Ha studiato i nuovi movimenti religiosi in molti paesi dell’Europa e degli Stati Uniti, visitando il Giappone, la Corea e l’India per una sua migliore conoscenza delle nuove religioni.  

Ha insegnato Storia delle Religioni all’università Cattolica di Milano e Antropologia Culturale all’università di Urbino. Ora insegna fenomenologia della religione all’Isituto di Liturgia Pastorale S. Giustina, a Padova. 

E’ autore di oltre 40 opere su temi religiosi e antropologici. Per citare solo quelli pubblicati per l’Editrice Morcelliana: “Mistica dell’Occidente” (2001), “Religione e neuroscienze” (2004), “L’oriente e noi” (2007), “La religione” (2008), “Religione visibile” (2011), “Il mito delle acque in Oriente” (2012), “Liturgia come gioco” (2014), “Il rito” (20152 ), “Meditazione buddista” (2016) e ha curato, di Rudolf Otto, “Il sacro” (2011).
]]>
LIBERTA’ E IMMORTALITA’ NELLA TEOLOGIA DI SCIENTOLOGY Thu, 23 Nov 2017 05:39:29 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460338.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460338.html Chiesa di Scientology di Milano Chiesa di Scientology di Milano

 Tenuta a Padova la prima presentazione dell’ultima opera del prof. Aldo Natale Terrin

Sabato 28, è stata tenuta la prima presentazione del libro “Scientology. Libertà e immortalità”, di Aldo Natale Terrin, professore di fenomenologia della religione all’Istituto di Liturgia Pastorale S. Giustina a Padova.

Il volume, pubblicato dalla Editrice Morcelliana nella collana “Scienze Umane”, è uno studio teologico approfondito dei principi, delle pratiche e delle finalità di Scientology.

Il libro intende colmare una lacuna nella conoscenza di Scientology, indicando un cambio di passo nella sua stessa auto-comprensione.

“Cercare il DNA di Scientology […] non è semplicemente riconoscere il ‘che cosa’ – lavoro che sarebbe abbastanza semplice e che altri hanno intrapreso – quanto piuttosto nel domandarsi il ‘come’”, ha scritto l’autore nella premessa della sua opera. 

E’ il punto di partenza di studio cominciato nel 1985 e che ha portato l’autore a interloquire con fedeli di Scientology di ogni età, ceto sociale e professione, a visitare chiese di Scientology italiane ed estere, a esaminare approfonditamente le opere di Ron Hubbard, oltre che i testi e le riviste distribuite dalla chiesa, a esaminare le sue pratiche, ritualità e riti al fine di poter esprimere un giudizio fondato.

Naturalmente sono stati presi in esame anche gli studi compiuti da altri, tutti menzionati nella sua opera.

Considerare Scientology una religione ha significato anzitutto esaminare i suoi contenuti teologici e rituali, ricostruiti nelle pagine del libro nell’equilibrio tra distacco critico ed empatia di chi preliminarmente provi a mettersi “nei panni di”. 

“Quando si esamina un fenomeno sociale lo si fa da un preciso punto di vista dal momento che non esiste il ‘punto zero’, il punto neutro”, ha detto il prof. Terrin. “Nessuno è neutro nell’osservare. Nel momento in cui qualcuno riporta un fatto lo interpreta, non lo fa dal ‘punto zero’, lo fa da un preciso punto di vista del quale dovrebbe essere consapevole. Per capire chi crede ci si deve immedesimare in lui e per farlo bisogna avere una certa empatia. Si deve, insomma, cominciare a osservare con l’idea che ‘il credente ha sempre ragione’.”

Il volume “Scientology. Libertà e immortalità” è disponibile nelle librerie delle principali città d’Italia.

---oOo---
Aldo Natale Terrin è un sacerdote della Diocesi di Padova. Si è laureato in Filosofia della Religione all’Università Cattolica di Milano e in Teologia delle Religioni alla Pontificia Facoltà Teologica di Milano. Ha studiato storia delle religioni, sanscrito e religioni orientali a Münster/Vestfalia.

Ha studiato i nuovi movimenti religiosi in molti paesi dell’Europa e degli Stati Uniti, visitando il Giappone, la Corea e l’India per una sua migliore conoscenza delle nuove religioni.  

Ha insegnato Storia delle Religioni all’università Cattolica di Milano e Antropologia Culturale all’università di Urbino. Ora insegna fenomenologia della religione all’Isituto di Liturgia Pastorale S. Giustina, a Padova. 

E’ autore di oltre 40 opere su temi religiosi e antropologici. Per citare solo quelli pubblicati per l’Editrice Morcelliana: “Mistica dell’Occidente” (2001), “Religione e neuroscienze” (2004), “L’oriente e noi” (2007), “La religione” (2008), “Religione visibile” (2011), “Il mito delle acque in Oriente” (2012), “Liturgia come gioco” (2014), “Il rito” (20152 ), “Meditazione buddista” (2016) e ha curato, di Rudolf Otto, “Il sacro” (2011).
]]>
Genera “sorpresa e riflessione” l’attività di informazione dei volontari del CCDU. Tue, 21 Nov 2017 22:17:25 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460202.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460202.html Riforme Sociali Riforme Sociali

 I Volontari del CCDU messaggeri di sane soluzioni.

Sabato 18 Novembre 2017 i Volontari del CCDU di Roma si sono dati appuntamento nuovamente nell’area esterna  l’ingresso del Policlinico Gemelli. Con l’abituale volontà che li accompagna stavolta  hanno reso possibile far conoscere ad oltre 300 persone i rischi e le soluzioni alternative al consumo degli psicofarmaci attraverso la distribuzione gratuita degli opuscoli informativi.

Qual è l'alternativa?

Esistono metodi umani e non invasivi per aiutare le persone affette da disturbi, sopraffatte da problemi o sconvolte emotivamente. Studi medici approfonditi dimostrano che le malattie fisiche possono manifestarsi come sintomi "psichiatrici" e che il corretto approccio dovrebbe iniziare con un trattamento medico. Inoltre, una buona nutrizione, un ambiente sano e un lavoro gratificante, faranno molto per tali persone.

Esse reagiscono positivamente al riposo, a un ambiente sicuro e a una dieta sana. Ciò di cui non hanno bisogno, è tortura o violazione dei loro diritti umani, come descritti nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo e nella Dichiarazione dei Diritti Umani della Salute Mentale del CCDU.

Il dottor Thomas Szasz affermò:

   "Gli ospizi per anziani, i seminari, le case d'accoglienza per indigenti i cui legami familiari si sono disintegrati, queste e molte altre strutture saranno necessarie per assicurare i compiti che ora vengono affidati agli ospedali psichiatrici".

Nel corso degli anni il CCDU ha individuato delle strutture in Italia, create da psichiatri che lavorano nel settore pubblico, in cui si fornisce assistenza efficace e rispettosa dei diritti umani. In alcuni casi i "pazienti", sono stati chiamati a esprimere il loro parere e ad aderire alle iniziative intraprese.

Laboratori artigianali, alberghi, ristoranti, attività agricole e molto altro, sono stati creati come cooperative sociali, dove gli "ex pazienti psichiatrici", lavorano e vivono. A loro è stata lasciata la scelta sul tipo di attività lavorativa, sugli orari, sul luogo di residenza.

Gli stipendi sono veri stipendi, basati sull'orario effettivamente svolto e non imputabili a "sfruttamento del lavoro", come avviene invece in molti casi, ove a fronte di una produzione le persone ricevono somme ridicole.

In questi casi, anche persone provenienti dagli ospizi per anziani, giovani disoccupati dell'area geografica e altri, sono coinvolti e partecipi nelle cooperative sociali. In questo modo si è attuata una vera integrazione.

Questi centri, non sono stati realizzati, né ispirati dal CCDU. Alcuni psichiatri italiani li hanno creati e li dirigono (o li hanno diretti). Interpellati dal CCDU in proposito, i dirigenti di queste cooperative sociali e gli psichiatri responsabili, hanno risposto che:

  “L'utilizzo di psicofarmaci si è ridotto del 90% circa. Non perché siamo contrari a usarli, ma perché non erano più necessari.I trattamenti sanitari obbligatori sono quasi completamente spariti (riduzione di circa il 99%).Queste strutture, non solo forniscono sicurezza, riabilitazione e tutela dei diritti umani, ma i costi per le Regioni e lo Stato sono ridotti enormemente, rispetto a quelli delle normali strutture o comunità, dove i "pazienti" vengono parcheggiati, coinvolti in attività saltuarie, non pagati e sedati in risposta a qualsiasi obiezione o protesta.”

Il CCDU non può che condividere queste iniziative e fare quanto possibile per farle conoscere ai politici e al pubblico in generale. Ha dato la possibilità, ai centri e professionisti che lo desiderano, di essere segnalati nella pagina " Centri e professionisti salute mentale ".

]]>
La Chiesa di Scientology ha partecipato alla Festa dei Popoli. Tue, 21 Nov 2017 22:16:39 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460201.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460201.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Significativa chiusura all’insegna dell’interreligiosità per il Film Festival Popoli e Religioni.

Si è svolta ieri 20 Novembre 2017 presso il Caffè Letterario della Biblioteca di Terni l’evento denominato Festa dei Popoli. I rappresentanti dei diversi gruppi religiosi si sono dati appuntamento per conoscersi reciprocamente e per esporre la propria teologia della Fratellanza.  Per la Chiesa di Scientology è stata esposta la dottrina delle dinamiche dell’esistenza, formulata dal fondatore L. Ron Hubbard, che porta i fedeli di Scientology a cooperare anche coi membri di altre fedi, in attività per la prevenzione all’uso di droghe, per la promozione ed il rispetto dei diritti umani universali e per il miglioramento degli standard morali e di alfabetizzazione.

E’ stato un esempio concreto di realizzazione del tanto sperato e più che mai necessario dialogo interreligioso per la costruzione di una cultura pluralista.

]]>
Al Museo della Pace di Napoli uno speciale reading poetico internazionale con liriche per la pace Tue, 21 Nov 2017 20:19:09 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460192.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460192.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Si è svolto al Museo della Pace di Napoli uno speciale reading poetico internazionale con liriche per la pace provenienti dai 5 continenti, declamate da Edoardo Elisei, direttore artistico di “Poeti per la Pace”.

 

Presenti il Professor don Mario Maritano, della facoltà di Teologia dell’Università Pontificia Salesiana di Roma, che ha ritirato il Premio Mediterraneo “per l’azione in favore del dialogo interreligioso e della Pace”

 

Molto sentito l’intervento dell’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, che ha parlato “dell’angoscia per la Pace” e dell’importanza della poesia come strumento di rinascita sociale. Dopo aver ricordato il monito di Papa Francesco sulla terza guerra mondiale in corso, il dott. Daniele ha rivendicato il ruolo della città di Napoli sulla poesia, citando La Ginestra di Leopardi, scritta alle pendici del Vesuvio.

 

Michele Capasso, Presidente della Fondazione Mediterraneo, ha sottolineato l’importanza dello stare insieme per costruire e, soprattutto, per mantenere la Pace, presentando l’impegno della Fondazione e le molteplici attività culturali negli ultimi 25 anni.

 

E’ poi intervenuto Renato Ongania, direttore dell’ufficio di rappresentanza italiano della Fondazione Internazionale degli Amici di L. Ron Hubbard, con sede a Los Angeles, che ha ritirato il “Premio Mediterraneo per la Poesia” a L. Ron Hubbard (1911-1986) per il contributo offerto alle arti ed in particolare alla Poesia nella promozione di una cultura di pace. I presenti hanno firmato la “Dichiarazione di Pace” (lirica di Hubbard).

 

Vincenzo De Lucia, vice Presidente di Poeti per la Pace, ha dichiarato: “I nostri tempi sono ancora contrassegnati da sanguinosi conflitti, minacce di guerra e milioni di dollari spesi in armamenti. Ma questa innata vocazione umana di impegnarsi in opere sociali e di misericordia, ci fa realizzare che il desiderio di pace non può essere invocato solo come diritto. E’, forse, prima di tutto, un impegno sociale, un dovere”.

 

Al messaggio di Pace si sono uniti i consoli della Repubblica Ceca, Islanda e Norvegia, oltre al sindaco di Lumbini (Nepal), città natale del Buddha.

 

Il premio Mediterraneo è considerato tra i più significativi a livello internazionale; infatti il Premio della “Fondazione Mediterraneo” e` stato assegnato nelle precedenti edizioni a importanti personalita` quali Re Juan Carlos di Spagna, Re Hussein di Giordania, i presidenti Anibal Cavaco Silva ed Abu Mazen, Leah Rabin, il Patriarca Latino di Gerusalemme Fouad Twal, i Premi Nobel Shirine Ebadi e Naguib Mahfouz, il Cardinale Carlo Maria Martini, il Cardinale Roger Etchegaray, e altri.

 

Per maggiori informazioni: www.fondazionemediterraneo.org

 

]]>
ALLA RICERCA DEL DNA DI SCIENTOLOGY Tue, 21 Nov 2017 20:18:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460191.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/varie/460191.html Riforme Sociali Riforme Sociali

Lo studio del prof. Aldo Natale Terrin presentato nella Chiesa di Scientology di Roma

 

Scientology. Libertà e immortalità, di Aldo Natale Terrin, professore emerito dell’Istituto di Liturgia Pastorale S. Giustina a Padova. Questo il titolo dello studio teologico condotto con il metodo della fenomenologia che il prof. Terrin ha presentato nella sede della Chiesa di Scientology di Roma domenica 19 novembre.

 

Di fronte ad una nutrita platea di Scientologist e altri ospiti della chiesa, il prof. Terrin ha tracciato le idee fondamentali che ha esposto nei sette capitoli in cui ha diviso le 285 pagine di questa su opera, pubblicata dalla Editrice Morcelliana nella collana Scienze Umane. Uno studio teologico approfondito, e finora mai compiuto, dei principi, delle pratiche e delle finalità di Scientology.

 

 “Della Chiesa di Scientology si può dire che in Italia si sa tutto e ancora di più, ma poi concretamente si dà a vedere che tutte le conoscenze a disposizione sono in realtà poca cosa e fanno capo a una specie di pregiudizio”, ha scritto l’autore.

 

“Dunque, questo mio libro intende colmare un vuoto circa le verità basilari di Scientology, circa la vera teologia presente in essa, circa quella ‘filosofia perenne’ che è intrinseca  in qualche modo in ogni formazione importante che assume per se stessa il nome di ‘religione’.”

 

“Il professor Terrin è  riuscito laddove altri hanno fallito perché quando si vuole prendere in esame Scientology ci si trova di fronte alla vastità e alla profondità degli scritti del fondatore, Ron Hubbard,  e ci si può perdere, finendo per scrivere quello che altri hanno già scritto. Il professor Terrin ha fatto qualcosa di nuovo, fornendo una descrizione avvincente, seppur accademica, della religione di Scientology”, ha detto Luigi Brambani, direttore degli affari pubblici della Chiesa di Scientology italiana.

Aldo Natale Terrin è un sacerdote della Diocesi di Padova. Si è laureato in Filosofia della Religione all’Università Cattolica di Milano e in Teologia delle Religioni alla Pontificia Facoltà Teologica di Milano. Ha studiato storia delle religioni, sanscrito e religioni orientali a Münster/Vestfalia.

 

Ha studiato i nuovi movimenti religiosi in molti paesi dell’Europa e degli Stati Uniti, visitando il Giappone, la Corea e l’India per una sua migliore conoscenza delle nuove religioni. 

 

Ha insegnato Storia delle Religioni all’università Cattolica di Milano e Antropologia Culturale all’università di Urbino, ora insegna Religione Comparata all’Istituto di Liturgia Pastorale S. Giustina, a Padova.  E’ autore di oltre 40 opere su temi religiosi e antropologici.

 

Da oggi il volume Scientology. Libertà e immortalità è nelle librerie religiose Paoline, Ancora e Claudiana, oltre che in quelle principali laiche dei capoluoghi italiani.

 

Maggiori informazioni sul libro si possono trovare qui:

http://www.morcelliana.net/home/3320-scientology-9788837231194.html

 

Ufficio Affari Pubblici Roma

 

]]>