Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Fri, 26 Feb 2021 16:37:39 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/1 Terremoto in Croazia. Continuano gli aiuti da Padova e dall’Italia Wed, 24 Feb 2021 22:07:41 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/691457.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/691457.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova Era il 29 dicembre quando le contee di Sisak e Moslavina sono state colpite dal terremoto che ha distrutti circa 7000 edifici della zona

E’ notizia di questa mattina che la zona di di Petrinja e Sisak ha subito un’ulteriore scossa di magnitudo 4.1. L’ultima di una lunga serie in quanto l’area in questione, da fine dicembre 2020, è interessata a un lungo sciame sismico.

 

La ripresa è lenta e serve ancora tanto aiuto e lavoro. I ministri volontari di Scientology che hanno appena completato la terza spedizione, sono andati nei paesi meno urbanizzati della zona, passando di casa in casa a consegnare alcuni elettrodomestici e altro materiale utile alle famiglie. “Abbiamo potuto vedere che molte persone hanno ricevuto container/moduli abitativi collocati nei pressi delle proprie abitazioni distrutte o semidistrutte” – dice Ettore Botter responsabile dell’organizzazione umanitaria dei Ministri Volontari di Scientology rientrati ieri sera dall’ultimo intervento in loco.

 

E’ stata un occasione di ulteriore collaborazione con enti e autorità locali, come il Vicesindaco di Glina Branka Baksic e il primo cittadino di Gvozd Milan Vrga che, in questa occasione, ha voluto incontrare e ricevere personalmente il sindaco di Grantorto, Dott. Luciano Gavin, presente con la delegazione di volontari.

 

Grazie al sig. Predrag Mraovic di Vrginmost, presidente della ONG Suncroket, i Ministri Volontari di Scientology di Padova e Roma, accompagnati dal sindaco di Grantorto Dott. Gavin, hanno raggiunto Gornja Bačuga non lontano da Petrinja e hanno donato aiuti alle persone colpite dal terremoto accolti dal volontario locale Boris Čekić. “È un'organizzazione umanitaria che viene regolarmente coinvolta nelle aree di crisi e aiuta le persone. Questa volta hanno portato diverse paia di nuove scarpe da lavoro. Ci hanno anche offerto delle cose per i bambini e dei piatti. Hanno voluto sapere le nostre esigenze in termini di attrezzature e strumenti per la ricostruzione, come trapani, smerigliatrici, frese, betoniere, ecc... . Li abbiamo informati che questi strumenti e materiali sono più necessari per noi perché le persone vogliono sistemare le strutture” – ha dichiarato Boris Čekić dopo aver ricevuto la donazione di materiali.

 

Durante questo terzo viaggio i volontari hanno anche consegnato alcune lavatrici, frigoriferi, stufette, lettori dvd e abbigliamento. I materiali donati son stati raccolti dalle comunità di Roma, Verona, Pordenone e Padova.

 

La prossima spedizione è prevista il 19 marzo prossimo.

 

I materiali richiesti per la prossima spedizione sono di carattere edilizio e ancora alcuni frigoriferi di piccola taglia e alcune cucine che son state richieste dalle famiglie.

 

Per informazioni contattare Ettore Botter al 348 3332499

]]>
IN UN LIBRO LA RISPOSTA DELLE CHIESE DI SCIENTOLOGY AL CONTAGIO DA CORONAVIRUS Wed, 24 Feb 2021 21:55:23 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/691456.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/691456.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova Il libro di Rosita Šorytė, “Scientology e la Pandemia 2020”, edito da Forb-Press, è ora disponibile su Amazon.

Rosita Šorytė, autrice di numerosi articoli e capitoli sulla libertà di religione e sulle iniziative umanitarie ispirate da fedi religiose, dedica un libro alle attività degli scientologist per contrastare la diffusione del Covid-19.

È raro che gruppi religiosi minoritari sia dato credito per la loro opera umanitaria e alcuni oppositori hanno perfino approfittato della situazione per diffondere dicerie secondo le quali non sarebbero allineati alla visione mainstream relativa a ciò che si deve fare per fermare il contagio.

In realtà, tutte le chiese di Scientology hanno rapidamente adottato precauzioni all’avanguardia per scongiurare il pericolo e, come seconda risposta collettiva, gli scientologist hanno distribuito in tutto il mondo milioni di opuscoli che spiegano come attuare protocolli efficaci per aumentare l’igiene, usare mascherine, guanti e anche per sapere cosa fare in caso di contagio.

In Italia, alla fine del 2020, più di 500 Ministri Volontari di Scientology hanno distribuito oltre 230.000 opuscoli a più di 3400 negozi, supermercati, bar, aziende, gruppi religiosi e istituzioni pubbliche nel tentativo di arginare la diffusione del Covid-19.

In linea con il pensiero di L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology, secondo il quale “Pochi grammi di prevenzione valgono una tonnellata di cure”, la Chiesa di Scientology Internazionale ha messo on line il “Centro Risorse per la Prevenzione” col fine di fornire informazioni basilari su ciò che ognuno può e dovrebbe fare per contribuire a mantenere se stesso e gli altri in buona salute. [https://www.scientology.it/staywell/]

Il libro di Rosita Šorytė, “Scientology e la Pandemia 2020”, edito da Forb-Press, è disponibile su Amazon.

Sull’autrice

Rosita Šorytė è entrata a far parte del Ministero degli Affari Esteri della Lituania nel 1992 e ha lavorato per 25 anni come diplomatica, tra l'altro presso l'UNESCO a Parigi e le Nazioni Unite a New York.

Nel 2011 è stata rappresentante della presidenza lituana dell'OSCE presso l'Ufficio per le Istituzioni Democratiche e i Diritti Umani (Varsavia). Nel 2013 ha presieduto il Gruppo di Lavoro dell'Unione Europea sugli Aiuti Umanitari per conto della presidenza pro-tempore lituana dell'Unione Europea.

È presidente dell'Osservatorio Internazionale della Libertà Religiosa dei Rifugiati (ORLIR) e membro del Comitato Scientifico della European Federation for Freedom of Belief (FOB).

]]>
La verità sulla droga Mon, 22 Feb 2021 18:16:32 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690836.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690836.html Affari Pubblici Novara Affari Pubblici Novara La droga sta privando i nostri bambini del loro futuro. Ogni 17 secondi un adolescente prova la droga per la prima volta e quasi metà di loro incontra gli spacciatori nei corridoi e nell’ambiente della scuola stessa, mentre l’abuso di farmaci prescritti è peggiorato del 400%, più dell’eroina, della cocaina e dell’Ecstasy messi assieme. Vengono spesi miliardi per programmi tesi a sensibilizzare i ragazzi con poco o nessun impatto. Nel frattempo tra i giovani i crimini e la violenza legati alla droga continuano ad intensificarsi minacciando la loro vita e la sicurezza delle loro comunità.


Ma ad aiutare i giovani a condurre una vita lontana dagli stupefacenti c’è la Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, che coordina la più ampia campagna non governativa sulla terra per l’educazione e la prevenzione alla droga. Ricorrendo ad un’esperienza di più di 25 anni nella prevenzione della droga, oggi i volontari della fondazione e organizzazioni di simili ideologie conducono una campagna mondiale multimediale della Verità sulla Droga. Tale programma è incentrato su una serie di opuscoli informativi di impatto che trattano le droghe più comuni ed educano i giovani affinché possano prendere la propria decisione in merito alla droga. E dato che i materiali sono disponibili in una ventina di lingue, le squadre di un Mondo Libero dalla Droga operano dappertutto. Dai punti di spaccio della cocaina nella Florida meridionale ai quartieri infestati di metanfetamina nella California meridionale. Dalle strade del Crack di New York e Harlem agli itinerari della droga sintetica nell’Australia e nell’Asia e i narcodotti del Cannabis dell’Africa e dell’Europa occidentale. 


Poi ci sono i partenariati che la fondazione ha stretto da qualsiasi altra parte. Mondo Libero dalla Droga New York ha formato un'alleanza con il dipartimento della gioventù e dello sviluppo comunitario di New York collegandoli a centinaia di scuole e a più di un milione di studenti nella grande mela, da Brooklyn e il Bronx a Staten Island e Manhattan, e tutto ciò portò all’insediamento ufficiale di Mondo Libero dalla Droga nella task force senatoriale newyorkese sui farmaci prescritti e sull’eroina e per citare il senato dello Stato di New York “Mondo Libero dalla Droga ha arricchito il nostro stato ed è degno della stima di tutti i Newyorkesi.” In Indonesia Mondo Libero dalla Droga Sud Est Asiatico divulga la Verità sulla Droga ai giovani indonesiani tramite l’associazione nazionale degli scout e i 20.000.000 di giovani scout che ne fanno parte. In collaborazione con il direttore per l’istruzione e l’addestramento dell’associazione, Mondo Libero dalla Droga fornì 550.000 opuscoli tradotti della Verità sulla Droga nonché documentari, guide per gli insegnanti e piani di lezione. Subito dopo più di 4.000 istruttori di scout adottarono Mondo Libero dalla Droga per attaccare simultaneamente il flagello della droga in Indonesia e fungere da artefice di cambiamento per la nazione. A Città del Messico Mondo Libero dalla Droga collabora con le forze ausiliarie di sicurezza per lo Stato del Messico che ricevettero più di 4.000 opuscoli relativi alle principali droghe nel loro territorio, a loro volta si schierano con precisione per distribuire per la città opuscoli a vagonate ed è così che il Mondo Libero dalla Droga ha diffuso quasi un quarto di milione di opuscoli assistendo così lo Stato del Messico nella lotta contro la droga. 


La distribuzione degli opuscoli viene fiancheggiata da una serie di annunci pubblica utilità mandati in onda su centinaia di stazioni televisive, raggiungendo decine di milioni di spettatori in più di 120 paesi. Ma il componente che distingue il Mondo Libero dalla Droga da qualsiasi altro programma con simili fini è questo, un premiato documentario di un’ora e mezzo con filmati su ogni droga comune. Questo documentario educa e illumina i ragazzi e parla la loro lingua. È raccontato da persone che hanno provato la tossicodipendenza sulla loro pelle e che con le loro storie condividono ciò che hanno imparato per evitare che altri seguano gli stessi passi. Il Mondo Libero dalla Droga fornisce anche il pacchetto educativo “La Verità sulla Droga”, include poster, il documentario, gli annunci di pubblica utilità, una guida didattica, due pacchetti di 12 opuscoli, in altre parole un intero programma di studio con un manuale per gli insegnanti, piani di lezione per un completo semestre, saggi e compiti da fare a casa, e viene tutto fornito gratuitamente dalla Fondazione ai docenti. Mentre per assicurarsi che la Verità sulla Droga raggiunga tutti c’è noalladroga.org dove gli utenti possono trovare il definitivo centro risorse interattivo contro la droga per docenti, ragazzi e adulti. Da qui chiunque può leggere e scaricare gli opuscoli, visionare i filmati e gli annunci, creare una classe virtuale o scaricare l’app del programma di studio, nonché ordinare risorse per un’attuazione ancora più ampia del programma. Nel complesso rappresenta la distribuzione di più di 72.000 milioni di opuscoli della Verità sulla Droga, decine di migliaia di manifestazioni di sensibilizzazione anti droga in 70 paesi, circa 2000 alleanze con enti di prevenzione della droga, più di 17.000.000 di visite annuali al sito web del Mondo Libero dalla Droga e centinaia di ordini di materiali ogni settimana, portando il totale di persone raggiunte con il messaggio antidroga della fondazione a più di 200.000.000 in un singolo anno. 


Si può invertire la tendenza dell’abuso di droga nella società. I risultati del programma della verità sulla droga hanno dimostrato di aver reso i giovani capaci di fare la giusta scelta. Chiunque può aiutare appoggiando il programma la Verità sulla Droga o provvedendo alla distribuzione dei materiali didattici ai giovani nella comunità o città. Unendoci alla campagna della Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga possiamo aiutare un’intera generazione a rimanere lontana dagli stupefacenti instrandandola sulla via di un futuro libero dalla droga. 

L.Ron Hubbard ha affermato che “La scena della droga è mondiale. Sguazza nel sangue e nella sofferenza umana”. La Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga è un programma internazionale di prevenzione alla droga no-profit, patrocinato con orgoglio dalla Chiesa di Scientology e dagli Scientologist di tutto il mondo.



 

--
Ufficio Affari Pubblici
Chiesa di Scientology di Novara
Via G. Visconti 1 - 28100 Novara
Cell: 371 3613824
 
 
]]>
Teleconferenza "L'attualità del Giorno del Ricordo (2004-2021)" Sun, 21 Feb 2021 11:53:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690551.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690551.html ANVGD ANVGD

Roma, 21 febbraio 2021

 

Teleconferenza "L'attualità del Giorno del Ricordo (2004-2021)"

 

La Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice ed il Centro di Documentazione Multimediale della Cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata, in collaborazione con la Federazione delle Associazioni degli Esuli istriani, fiumani e dalmati, organizzano lunedì 22 febbraio alle ore 17:30 una teleconferenza intitolata "L'attualità del Giorno del Ricordo (2004-2021)".

Introdotti e moderati da Davide Rossi (Università degli Studi di Trieste) interverranno Giuseppe de Vergottini (Presidente FederEsuli), Donatella Schürzel (Vicepresidente Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia), Andrea Ungari (Università degli Studi Guglielmo Marconi - Roma), Luciano Violante (Presidente emerito della Camera dei Deputati) e Rodolfo Ziberna (Sindaco di Gorizia, Capitale Europea della Cultura 2025 insieme alla slovena Nova Gorica).

La tavola rotonda verrà trasmessa sulla pagina Facebook della Fondazione Spirito - De Felice e rimarrà qui visualizzabile anche in differita: non occorre essere iscritti a Facebook per vederla.

http://www.facebook.com/FondazioneSpirito/

Alla luce degli eventi intercorsi dal 30 marzo 2004, giorno in cui fu approvata la Legge 92 istitutiva del Giorno del Ricordo, a oggi (adesione di Slovenia e Croazia all'Unione Europea, Concerto dei Tre Presidenti, visita dei presidenti italiano e sloveno alla Foiba di Basovizza il 13 luglio 2020, identificazione di nuove foibe e fosse comuni in territorio sloveno e croato), i relatori si soffermeranno sul significato del 10 Febbraio per l'opinione pubblica, sulla sua dimensione non solo nazionale ma anche europea, sulle ricadute nel dibattito politico e sui nuovi nodi storiografici.

 

Lorenzo Salimbeni 
Responsabile comunicazione Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia 
Via Fratelli Reiss Romoli, 19 �“ 00143 Roma �“ info@anvgd.it 
 

]]>
UNITI CONTRO LE FALSITA’ DEL MONDO DELLA DROGA Sat, 20 Feb 2021 19:13:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690540.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690540.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova La Romagna è nota per il bel paesaggio. Per la bella gente che la anima, la buona cucina e per la 

vita mondana ricca dei più famosi locali notturni frequentati dai giovani. Sebbene in questo periodo i luoghi d’aggregazione e divertimento son stati completamente “reinventati” esclusivamente online, il problema legato all’uso di droga non si è fermato. Magari ha cambiato forma o stimoli per cui drogarsi, ma purtroppo il commercio non si è fermato. 

 

Ecco perché la prevenzione è vitale. Ed è quello su cui puntano i volontari di Scientology che si fanno portavoce della Campagna Mondiale “Dico no alla droga, dico si alla vita”.

Se ne parla ovunque, appaiono tutti i giorni titoli allarmanti nelle notizie dei media. “Ma tutto questo genera anche molta confusione e dati falsi. La droga e’ droga.” Sottolinea la, responsabile della campagna. “E’ evidente quindi la reale necessità di diffondere la verità sulla droga.” E questo è lo scopo dei volontari che attraverso le vaste distribuzioni gratuite, (in tutto il mondo dove ci sono volontari della Chiesa di Scientology), di opuscoli informativi sulle principali droghe di uso comune, stanno facendo, con l’intento di creare un mondo libero dalla droga. 

 

Molte delle informazioni che si sentono sono false, testimonianze di ex dipendenti dalla droga ritornati sulla retta via, hanno rivelato che avrebbero detto qualsiasi cosa a qualcuno pur di fargli comprare droga. E i fatti parlano chiaro. Nel mondo si contano più di 200 MILIONI di persone che fanno uso di droga. Leggiamo sull’opuscolo La verità sulle droghe: “Molte informazioni sulle droghe di cui si è sentito parlare per la strada provengono da persone che le vendono. Quindi, quanto accurate sono le loro informazioni? Non molto”. I volontari di Scientology ritengono che per contrastare queste menzogne è necessaria un’adeguata educazione. Ritengono che reali fatti forniti riguardo ai pericoli delle comuni droghe da strada, hanno creato un impatto positivo sui giovani. Molte persone hanno riferito ai volontari che dopo aver letto uno degli opuscoli hanno o smesso di prenderle o deciso di non iniziare in primo luogo. 

La campagna informativa si basa sulle ricerche e scoperte dell’umanitario L. Ron Hubbard, che studiò il fenomeno e le terribili conseguenze che comportava sin dagli anni 70’/80’, parlando di uno dei problemi più distruttivi di questa società. Oggi la situazione si è trasformata, per i diversi tipi di sostanze immesse sul mercato, ma si è degradata ancora di più. Basta tener conto che oggi la droga è diventata parte della nostra cultura, sebbene TUTTI sanno che fa male. 

Nonostante tutto, visti gli eccellenti risultati a livello di consapevolezza che la campagna ha generato tra i giovani, con milioni di opuscoli educativi distribuiti in tutto il mondo, i volontari rendono noto che continueranno a sostenere questo programma. 

Martedì 23 febbraio saranno a Cesena per una distribuzione di opuscoli informativi che trattano i FATTI: LA VERITA’ in merito alla droga. 

 

www.noalladroga.it

]]>
FORNIRE UN BUON ORIENTAMENTO AGLI ADOLESCENTI DI CESENA CON “LA VIA DELLA FELICITA’ ” Sat, 20 Feb 2021 05:03:25 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690489.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690489.html Affari Pubblici Padova Affari Pubblici Padova I volontari “La Via della Felicità - Amici di L.Ron Hubbard” lunedì 22 febbraio sono a Cesena per distribuire la copia omaggio della Via della Felicità, a molti ragazzi, per infondere forza e speranza.

 

I giovani sono il futuro, e come ognuno di noi sono parte integrante del tessuto sociale. La via della felicità di L. Ron Hubbard offre una bussola morare in questa società caotica e, in generale immorale, comprendere e seguire questa via può far la differenza nel vivere una vita felice e di successo o penosa e senza soddisfazioni.

 

Il motto dei volontari è che si può fare sempre qualcosa a riguardo per fronteggiare le difficoltà della vita.

Questo opuscolo è ricco di consigli per migliorare la qualità della vita di ogn’uno di noi. Questa piccola guida riporta in vita quei principi che oggigiorno vengono sepolti dalle “nuove mode” e dal degrado sociale, se applicati, questi 21 punti porteranno ad un risveglio ed una nuova speranza di poter vivere una vita migliore.

 

La vera gioia e la vera felicità non hanno prezzo. Ogni individuo o gruppo cerca di avere una vita il più possibile piacevole e priva di dolore. La tua sopravvivenza può essere minacciata dalle cattive azioni delle persone che ti vivono accanto. Tu sei importante per gli altri. Ti ascoltano. Puoi influenzarli.

]]>
Diffondere i Diritti Umani a macchia d’olio per raggiungere più tranquillità e pace nelle relazioni sociali. Sat, 20 Feb 2021 04:59:52 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690488.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690488.html Affari Pubblici Padova Affari Pubblici Padova Gambettola: Mercoledì 24 febbraio, i volontari di Uniti per i diritti umani e della Chiesa di Scientology della Romagna, sono in centro a Gambettola per una distribuzione di opuscoli dal titolo Che cosa sono i Diritti Umani? 

 

I diritti umani iniziano dal fatto che ognuno di noi insita che siano usati dappertutto. 

 

Le persone che si preoccupano degli altri e che lavorano per creare diritti umani per tutti hanno fatto grandi progressi nel persuadere i governi ad adottare i diritti umani in tutto il mondo. 

 

Ci sono molti modi in cui puoi aiutare a far si che i diritti umani elencati nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani siano conosciuti ed usati. 

 

Per esempio, sebbene possa sembrare quasi un’utopia, un modo di applicare l’Articolo 2 della Dichiarazione – “libertà dalla discriminazione” - è di scrivere al proprio rappresentante eletto e chiedere che promuova regole e leggi che assicurino che le persone vengano trattate allo stesso modo. 

 

La cosa più importante, dato che tutto il resto dipende da ciò, è la nostra responsabilità di rendere le altre persone consapevoli dei diritti umani e di assicurarsi che siano usati in ogni comunità. 

 

Fare in modo che i diritti umani siano una realtà è soltanto un’illusione? No. Ogni passo avanti dell’umanità è stato conseguito grazie all’avvedutezza e al coraggio di uomini e donne che lavorano verso un obbiettivo specifico. 

 

I diritti umani devono diventare una realtà, come auspicava il fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard, non un sogno idealistico.”

 

I diritti umani non sono una scelta.  Sono essenziali per la nostra sopravvivenza. 

www.unitiperidirittiumani.it

]]>
Le Pizzerie Centenarie, hanno Salvatore Grasso, come loro nuovo presidente Fri, 19 Feb 2021 18:15:25 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690464.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690464.html Miss Italia 71a edizione Miss Italia 71a edizione Con il 105 anni di vita della pizzeria “Gorizia 1916”, in Via Bernini, 29/31 a Napoli

L’Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie”, ha eletto il suo nuovo presidente che risponde al nome di Salvatore Grasso, colui che ebbe l’idea di realizzare questo sodalizio.

Abbiamo intervistato Grasso al quale abbiamo chiesto un po’ la storia della nascita di quest’Unione e lui chi ha detto:

“L’idea di costituire un gruppo di proprietari di pizzerie con una storicità, definito poi Unione Pizzerie Storiche Napoletane “Le Centenarie”, nacque 10 maggio 2016 in occasione dell’invito, da me fatto, per i festeggiamenti dei cento anni della mia pizzeria “Gorizia 1916” sita in Via Bernini, 29/31 Napoli, invito raccolto da numerosi titolari di pizzerie con queste prerogative. Avendo già da tempo l’idea di riunire tutte le pizzerie più importanti, nel vedere la presenza anche di un gruppo di storici di questo prodotto, pensai di trasformare e concretizzare il mio sogno con l’unione di questi personaggi che conservano e tramandano la storia della pizza napoletana. Poi dopo incontri, condivisioni e concordati, ci riunimmo dal notaio nel novembre del 2016 e stipulammo uno Statuto per poi eleggere il primo presidente: Antonio Starita, riconfermato nell’incarico della durata di due anni anche per il secondo mandato. Il 15 giugno 2017, dieci pizzerie napoletane in un incontro alla presenza di un gran numero di giornalisti in sala giunta di Palazzo San Giacomo, ebbero modo di ricevere dal sindaco Luigi De Magistris, una medaglia di riconoscimento per la grande storicità della pizza da loro rappresentata a Napoli e nel mondo. Il 18 luglio 2017, la missione dei papà della pizza, portò il primo cittadino della città metropolitana di Napoli a consegnar loro una targa di “riconoscimento all’unicità e alla tradizionalità del lavoro centenario svolto dalle più antiche pizzerie della nostra città e per aver creato l’Unione Pizzerie Storiche Napoletane (UPSN) ‘le Centenarie’”, che così festeggiarono, con una presentazione alla Stampa, questa Unione nata per difendere la storia della pizza. Il 17 novembre 2018 nel palazzo Reale di Caserta, altro grande successo con l’assegnazione del riconoscimento per il lavoro e l’Arte all’ Unione pizzerie storiche di Napoli ‘Le Centenarie’, da parte dell’Associazione della Stampa Estera in Italia, nell’ambito del ‘Premio GRUPPO DEL GUSTO 2018 15a edizione’. Il 22 maggio 2019 a Roma, nella sala Protomoteca in Campidoglio, mi venne assegnato dall’ANDI (Associazione Nazionale Doc Italy), l’ambito riconoscimento di ‘Ambasciatore Doc Italy per le Pizzerie Centenarie’, un personale merito e legittimazione del quale sono fiero perché mi dà, ancor più, la possibilità di dare una visibilità mondiale ad un nostro prodotto di esclusiva eccellenza. Il 27 gennaio del 2021, le nuove elezioni hanno portato me ad essere votato all’unanimità e sono fiero in particolare di questa compattezza di stima nei miei confronti. Nel mio intervento di accettazione, ho però fatto una premessa a chi già auspicava la mia rielezione per altri due anni nel 2023, chiarendo che la mia missione per ora è quella di dare una bella e grande immagine a ‘Le Centenarie’ attraverso iniziative concrete che possano rendere sempre più visibile il nome di tutti gli associati, con le finalità che il nostro statuto propone. Se a termine mandato, poi dovessi essere rieletto, perché ho operato bene, dando tutto quello che potevo dare come idee, come tempo, come disponibilità e sono tutti concordi sulla mia linea operativa, accetterei un riconferma esclusivamente se tutti i soci dell’Unione dovessero concordare con gli obiettivi che avrò portato avanti e che proporrò per nuove conquiste”.

Per quanto riguarda i progetti, nei tuoi due anni di mandato conferitoti, come previsto dalla statuto a meno che non ci sia una riconferma che il regolamento prevede, cosa intendi proporre?

Il mio primo impegno è quello del promuovere un vita attiva dell’Unione con il coinvolgimento di tutti a tutte le iniziative che, insieme al direttivo, proporremo per l’unità, senza protagonismi di alcuno, con il solo obiettivo di porre le basi per lo sviluppo ed il far raggiungere il Top a “Le Centenarie”, in modo che se ne possa parlare sempre più e sempre meglio. La nostra unica evoluzione è rappresentata altresì dal desiderio del mettere l’esperienza acquisita, al servizio della cultura e della scienza. La novità prioritaria che desidero portare avanti da nuovo presidente de Le Centenarie è quella dell’affiliazione di 100 pizzerie, a livello mondiale, che riterremo opportuno raccomandare attraverso un nostro logo, per cui il cliente riceve nell’entrare per gustare una pizza quella garanzia in più che proverà quella classica napoletana. Sarà la creazione di un numero chiuso di cento affiliati. Pizzerie raccomandate dalle pizzerie storiche centenarie perché seguono la tradizione e tutto quanto riguarda la manifattura della pizza napoletana, quindi anche pizzerie moderne purchè seguano i dettami dell’impasto diretto, cottura nel forno a legna e quelle normative, quella scienza e quel principio della tradizionale pizza napoletana. Anche se avremo richieste ulteriori alle cento, daremo la targa di affiliati a “Le Centenarie” esclusivamente a questo numero di locali nel mondo e già abbiamo richieste da Francia, Parigi, Svizzera e le 18 pizzerie “Michele in the World” esistenti in nazioni e continenti. Non abbiamo una presunzione di poter e voler dire come si fa una pizza, accettiamo tutti i tipi di pizza perché secondo i vari gusti e luoghi dove vengono prodotte e consumate rispondono ai gusti dei consumatori e tutte le pizze, se fatte bene e con una competenza di impasti e cottura, possono essere considerate buone. Però abbiamo la presunzione e direi la certezza, di poter raccontare ad un avventore la nostra storia perché ad esempio io sono riuscito a fare 70 anni dopo, la stessa identica pizza che faceva mio nonno destando emozioni nel degustatore. Per quanto riguarda il gruppo di pizzerie che presiedo come centenarie, ho sempre pensato che questa unione rafforzi la nostra storica immagine come pizzerie, anche se ognuno di noi è titolare di un’azienda pizzeria-ristorante che rappresenta un fiore all’occhiello della ristorazione campana. Dopo una prima ed una seconda guerra mondiale, la gente ci chiede come avete superato tanti ostacoli e noi anche dopo quest’ultima pandemia, che ancora ci fa vivere alla giornata e la resilienza, eccoci pronti a dare il nostro contributo alla storia della pizza napoletana. Facciamo gli acquisti giorno per giorno, abbiamo i nostri dipendenti che ci chiedono di poter lavorare e cerchiamo, per quel che è possibile, di accontentare tutti per andare avanti anche perché ci sentiamo forti dell’aver superato due guerre mondiali e quindi poter aspettare il futuro con fiducia”.

In considerazione del particolare momento Covid che ha interessato il mondo intero portando mutazioni e cambiamenti nelle abitudini di vita con un lavoro un po’ diverso anche nel mondo pizza, visto che vi riferite al tradizionalismo puro, pensate ad aspettative nuove anche voi nel campo lavorativo?

“Questa pizzeria è nata e morirà nel tradizionalismo puro. Mio figlio con la sua partecipazione voleva cambiare degli impasti, creare qualcosa di nuovo, ma io mi sono subito opposto dicendogli che nei suoi personali locali creati ‘Olio e Pomodoro’, sempre a Napoli, poteva far ciò che voleva ed infatti fa impasti con sperimentazioni varie perché è un giovane ed è molto creativo, ma in questo locale dove è partecipe della mia conduzione deve attenersi a mantenere quella che è la nostra storia. In questa pizzeria viene gente che desidera mangiare quella pizza come la mangiava 50/60 anni addietro, persone anziane che ricordano il primo appuntamento consumato ad un nostro tavolo con la propria fidanzata divenuta poi moglie e ci chiedono di riservarglielo per poter ricordare quei momenti.

A Salvatore, che oltre ad essere un ottimo Maestro pizzaiolo, è anche un attore di teatro ed ha dato sfogo anche alla passione per il giornalismo scrivendo numerosi articoli quotidiani, la parola non manca e continua il suo discorso affermando: “La nostra prerogativa è quella di avere qualcosa che non tutti hanno, cioè la storia e l’anzianità. Se pensiamo quanti mestieri esistevano cento anni addietro e che oggi non esistono più, possiamo constatare che solo alcuni hanno mantenuto fede alle tradizioni affrontando l’evoluzione. Ci rendiamo conto, che i pizzaioli hanno saputo sopravvivere adeguandosi alla vita e seguirne i cambiamenti proponendo un prodotto all’avanguardia nonostante le multinazionali del food propagandassero pizze congelate o altre pizze a taglio. Un lavoro svolto con passione ed amore, per il prodotto pizza napoletana realizzata con l’Arte del pizzaiolo, che ha permesso di non inficiare il mercato di questo prodotto che noi pizzaioli continuiamo strenuamente a difendere ed a proporre con successi noti, perché qualcosa di originale unico ed inimitabile. L’avere una pizzeria ultracentenaria, è oggi una cosa poco ripetibile perché i tempi sono cambiati. Ad esempio la pizzeria Gorizia nasce nella metà dell’800, con il mio bisnonno che possedeva una pizzeria e mio nonno lavorava con il papà portando le pizze a casa dei clienti e vendendo pizze ai passanti, come d’uso una volta sfornate, masse nella vetrinetta esterna al negozio, acquistate dal passante ed assaporate immediatamente. Perché ricordiamo che anche all’epoca le possibilità di lavoro non erano tante e poi anche il livello d’istruzione non era così diffuso, per cui facilmente i figli seguivano dai primi anni di vita il lavoro paterno. Così è stato per il mio bisnonno Salvatore, per mio padre Salvatore, per me Salvatore e per mio figlio Salvatore, tutti con lo stesso nome che ci porta fortuna. Anche se io, essendo diplomato perito elettrotecnico, pur avendo possibilità di trovare un lavoro diverso, trovandomi a frequentare la pizzeria di mio padre ho deciso di intraprendere questo lavoro, come anche mio figlio che nonostante abbia all’attivo un percorso di studi in ingegneria meccanica, ha deciso di seguire questo lavoro nonostante potesse svolgere la libera professione. Questa discendenza di padre in figlio ci ha portato a poter vantare una continuità di storia lavorativa in questo settore, costanza che al giorno d’oggi difficilmente avviene anche perché la nostra attività comporta orari di lavoro che portano a tanti sacrifici come quello di dover stare molto meno di altri in famiglia. Voglio raccontare un semplice episodio che rappresenta la STORIA della pizzeria Gorizia: da piccoli uscendo da vicina scuola ‘Viale delle Acacie’ venivo a salutare mio nonno che ad ora di pranzo faceva una grande pizza che lasciava a bocca di forno, perché all’epoca i camerieri non sedevano a tavola per pranzare, ma fugacemente, lavorando, lavorando, mangiavano a volo un trancio di pizza. Ovviamente provavo anch’io questa pizza della quale serbo un gran ricordo, anche perché appena terminava d’essere consumata, mio nonno ne produceva un’altra in modo che ci fosse sempre, a rotazione, una pizza a bocca di forno. Qualche anno fa, venne a trovarmi in pizzeria mio cugino e mi parlò di questa pizza, ed io trovandomi con il forno freddo così come richiesto per la cottura, gli proposi di riprovarla identica come una volta e fu così che appena ne assaporò un pezzo, gli si illuminarono gli occhi e emozionato, con gli occhi lucidi si congratulò e provammo insieme quel momento di emozione creato da me, ma soprattutto dalla pizza di mio nonno che avevo saputo riprodurre.  Lui si ritrovò nuovamente bambino che passava da mio nonno a prendere il pezzo di pizza come me e sono queste, come altre, le emozioni che la ‘Pizza’ di Napoli, quella con la A maiuscola fanno provare a chi sa apprezzarla. Questi aneddoti, queste storielle vissute, sono le cose che noi ‘Centenari’ vogliamo e dobbiamo raccontare per trasmettere emozioni che accompagnate da quelle ancor più dirette delle nostre pizze, possano far restare vive testimonianze e sapori d’una volta, mettendo in risalto le nostre esperienze e facendo provare commozione emotiva nel gustare una nostra pizza”.

Giuseppe De Girolamo

 

]]>
Premio del Ricordo - Edizione speciale 2021 dedicata a Norma Cossetto Thu, 18 Feb 2021 11:14:22 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690145.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690145.html ANVGD ANVGD

Trieste, 18 febbraio 2021

 

PREMIO DEL RICORDO �“ EDIZIONE SPECIALE 2021 DEDICATA A NORMA COSSETTO

 

La Commissione designata dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, dopo attenta valutazione, sulla scorta della sensibilità offerta dall’Associazione promotrice, si è così espressa per l’edizione 2021 del Premio del Ricordo, dedicata a Norma Cossetto.

 

Premio del Ricordo 2021 alla Regione Veneto

Erede di quella Serenissima Repubblica di Venezia che, consolidando i rapporti tra le due sponde dell’Adriatico, non solo nel nome dei commerci e dei traffici, ma anche della circolazione artistica e culturale, contribuì a mantenere all’interno dell’ecumene linguistico ed identitario italico le popolazioni italofone dell’Adriatico orientale.

Capofila delle insurrezioni nel 1848, allorché sotto il rinato vessillo marciano arricchito del Tricolore accorsero volontari istriani e dalmati, nonché campo di battaglia delle successive guerre risorgimentali che avrebbero infine condotto all’annessione delle terre irredente dopo la Grande Guerra. Punto d’approdo dopo la Seconda Guerra mondiale per la motonave Toscana dedita a far esodare la quasi totalità della popolazione di Pola e da allora Regione particolarmente ospitale nei confronti delle migliaia di istriani, fiumani e dalmati accolti nei Centri Raccolta Profughi e nei Villaggi Giuliano-dalmati.

Anticipatore, grazie alla cosiddetta Legge Beggiato del 1994 dedicata agli “Interventi per il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale risalente alla Repubblica Serenissima di Venezia nell'Istria e nella Dalmazia”, dello spirito del Giorno del Ricordo nel ricucire i rapporti e nell’ottica della salvaguardia del patrimonio architettonico di foggia veneziana dopo l’implosione della Jugoslavia.

La Regione Veneto viene perciò insignita del Premio del Ricordo 2021.

 

Premio del Ricordo 2021 a Maurizio Federici e Silvano Olmi

Per aver contribuito a rendere Norma Cossetto simbolo per tutti gli italiani, riuscendo a trasformare un giorno di commemorazione e tristezza di pochi in una celebrazione nazionale sentita, vissuta, condivisa.

Dopo aver ideato e realizzato l’iniziativa "Una rosa per Norma", nell’arco di soli due anni sono riusciti ad ispirare e sensibilizzare decine di Consigli comunali a inaugurare parchi, strade, monumenti alla memoria della martire istriana e, con lei, a quella di tutti gli italiani delle terre perdute.

Per l'impegno infaticabile e per l'amor di patria indiscutibile il Premio del Ricordo 2021 è assegnato, congiuntamente, a Maurizio Federici e Silvano Olmi.

 

Premio del Ricordo 2021 alla Fondazione Bracco

Per il sostegno finanziario alla realizzazione del monumento di Milano ai MARTIRI DELLE FOIBE

A perenne memoria dei martiri delle foibe, degli scomparsi senza ritorno e dei 350.000 esuli dall’Istria, da Fiume e dalla Dalmazia” inaugurato il 21 ottobre 2020 in Piazza delle Repubblica a Milano alla significativa presenza dei Sindaci di Trieste, di Gorizia e di Milano. 

La Fondazione Bracco, nata dal patrimonio di valori maturati in oltre 90 anni di storia della Famiglia e del Gruppo Bracco portati avanti con successo nel creare e diffondere espressioni della cultura, dell’arte e della scienza, con entusiasmo ha sostenuto la realizzazione del monumento disegnato dall’artista Piero Tarticchio, dimostrando un legame fortissimo  con le radici della famiglia in Istria a Neresine nell’isola di Lussino, dove nacque nel 1909 il Cavaliere del Lavoro, Fulvio Bracco. 

A quella terra, che ha forgiato il carattere dei fondatori, con forza, entusiasmo e tenacia e grande capacità d’impresa, la Fondazione Bracco ha donato negli anni un contributo morale ed economico di altissimo profilo e spessore in una continua e rigogliosa vicinanza al mondo degli esuli istriani, fiumani e dalmati.

La Fondazione Bracco è insignita del Premio del Ricordo 2021, consegnato significativamente a Diana Bracco, Presidente e Amministratore Delegato di BraccoSpa, nonché Cavaliere del Lavoro e Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana.

  

Lorenzo Salimbeni
Responsabile comunicazione dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia 
via Milano, 22 �“ 34122 Trieste �“ info@anvgd.it 

]]>
UNA GUIDA AL BUONSENSO PER VIVERE IN SALUTE CONSEGNATA AI COMMERCIANTI DI MOGLIANO Thu, 18 Feb 2021 07:49:55 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690062.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/690062.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova Martedì 16 febbraio, i volontari della 'VIA DELLA FELICITA' hanno consegnato bene 50 libricini alle attività commerciali nel paesino di Mogliano nell'entroterra Maceratese. 

 

In un momento come quello che stiamo attraversando parlare di Felicità è difficile perché il disagio e la paura distolgono l'attenzione da ciò che è bello e reca Felicità. 

 

Pertanto con questa importante guida, dell’umanitario L. Ron Hubbard, composta da 21 precetti, si vuol rammentare che la Felicità è una condizione che si può raggiungere indipendentemente dalla situazione in cui ci si trova. 

 

Pertanto! È possibile Essere Felici? La risposta è SI! A volte può sembrare impossibile, ma si può comunque raggiungere. 

 

Come? Bè basti pensare al precetto:' Abbi cura di te stesso'. In questo momento sicuramente di vitale importanza per Vivere in Salute! 

 

Vi invitiamo pertanto a procuraVi una copia della Guida e visitare il sito:' www.laviadellafelicità.org 

]]>
cs - Fauna selvatica, Cia: "Fiducia in Cingolani per risolvere il problema" Wed, 17 Feb 2021 11:39:25 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689918.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689918.html Cia Alessandria Cia Alessandria

Gentili colleghi

in allegato un commento Cia Alessandria sulla nomina del nuovo ministro all’Ambiente Roberto Cingolani, che potrebbe segnare il cambio di passo in Italia per la risoluzione del problema della fauna selvatica in agricoltura.

Nel comunicato ci sono anche i dati dei 4 ATC (Ambiti Territoriali di Caccia) degli ultimi due anni in provincia di Alessandria (abbattimenti programmati e danni agricoli).

In foto, da sinistra: Gian Piero Ameglio e Paolo Viarenghi.

Grazie,

Genny Notarianni

 

 

Fauna selvatica, Cia: “Fiducia in Cingolani per risolvere il problema”

Il nuovo Ministro all’Ambiente per un approccio pragmatico al nodo irrisolto dell’agricoltura

 

Promuovere politiche e soluzioni per attuare su tutto il territorio nazionale nuovi e più incisivi modelli di gestione della fauna selvatica. È l’appello di Cia al neoministro dell'Ambiente e della Transizione ecologica Roberto Cingolani.

Spiega il presidente Cia Alessandria Gian Piero Ameglio: “La scelta di uno scienziato dal profilo così alto e il suo prestigioso curriculum scientifico, sono di buon auspicio per un approccio finalmente pragmatico alle politiche di contrasto di uno dei grandi nodi irrisolti dell'agricoltura italiana. Una problematica che necessita un intervento immediato da parte delle Istituzioni, finalizzato a contenere il proliferare indiscriminato degli ungulati sul territorio nazionale, passati da una popolazione di 900mila capi nel 2010 a quasi 2 milioni, oggi”.

Cia è da tempo impegnata sul tema ed è pronta a collaborare col nuovo ministro per arrivare al più presto a nuovi strumenti di gestione della fauna selvatica, mettendo a disposizione la sua proposta di revisione della legge 157/1992, insufficiente a regolare un fenomeno ormai fuori controllo. “I danni – commenta Paolo Viarenghi, direttore provinciale Cia - sono sempre maggiori per le aziende agricole alessandrine arrivate all’esasperazione, ma sono in costante in aumento anche i rischi per l'incolumità dei cittadini, non solo nelle aree rurali. È, infatti, sempre più alta la frequenza di incidenti provocati da cinghiali e animali selvatici, stimati dalla Polizia Stradale in oltre 10.000 l'anno. A tutto ciò si aggiunge il rischio peste suina, con il rischio di focolai anche in Italia”.

I danni alle colture ed alle superfici boschive arrecati da cinghiali e cervidi, in special modo i caprioli, sono in aumento esponenziale.

I dati provinciali sugli abbattimenti e l’ammontare dei danni indicano:

 

 

 

Abbattimenti cinghiali 2019

Danni 2019 euro

Abbattimenti cinghiali 2020

(provvisorio)

Danni 2020 euro

(provvisorio)

PROVINCIA

582

129.000

650

200.000

ATC AL 1

870

79.184

540

90.000

ATC AL 2

74

58.000

76

70.000

ATC AL 3

984

77.953

589

90.000

ATC AL 4

1.600

270.000

960

240.000

 

 

Nota:        ATC AL1 – Valcerrina e Casalese

                   ATC AL2 – Pianura alessandrina

                   ATC AL3 – Valli Curone Grue Borbera

                   ATC AL4 – Ovadese e Acquese

 

 

http://content.comunicati.net/allegati/225496/cs10_cingolani-fauna.docimage003.png@01D37A7F.A8968B70

 

Genny Notarianni
Ufficio stampa e Relazioni esterne | Cia - Agricoltori Italiani Alessandria

Via G. Savonarola, 29 – 15121 Alessandria
Tel +39 0131 1961339 | Fax +39 0131 41361 | Mobile + 39 345 4528770

e-mail g.notarianni@cia.it | sito web www.ciaal.it

_________________

 

http://content.comunicati.net/allegati/225496/cs10_cingolani-fauna.docimage004.png@01D37A7F.A8968B70 http://content.comunicati.net/allegati/225496/cs10_cingolani-fauna.docimage005.png@01D37A7F.A8968B70 http://content.comunicati.net/allegati/225496/cs10_cingolani-fauna.docimage006.png@01D37A7F.A8968B70 http://content.comunicati.net/allegati/225496/cs10_cingolani-fauna.docimage007.png@01D37A7F.A8968B70

 

 

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "stampa Cia Alessandria" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a stampa-cia-alessandria.mailing+unsubscribe@cia.it.
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/a/cia.it/d/msgid/stampa-cia-alessandria.mailing/008d01d70519%2429fae9f0%247df0bdd0%24%40cia.it.
]]>
Continua incessante la prevenzione alla droga a Ravenna SCOPO: fornire la VERITA sulla droga Tue, 16 Feb 2021 10:44:51 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689596.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689596.html Affari Pubblici Padova Affari Pubblici Padova Ravenna: Continua da oltre 20 anni l’attività di prevenzione della campagna “DICO NO ALLA DROGA” in Romagna. Martedì 16 febbraio a Ravenna, i volontari Mondo libero dalla droga e della Chiesa di Scientology della Romagna consegneranno copie gratuite di opuscoli dal titolo La verità sulla droga.

 

Dopo anni e anni di lavoro di sensibilizzazione sul problema DROGA,  e tanto lavoro con i giovani, la realtà della tossicodipendenza sembra si sia trasformata; quello che forse è diminuito è l’uso del classico “buco”, con il proliferare di nuove droghe sintetiche in forma di pastiglietta; molto più dannose, ma meno degradanti all’apparenza. Questa è l’osservazione ovvia in cui i volontari si imbattono tutti i giorni durante le diverse iniziative rivolte all’informazione e prevenzione sull’uso delle droghe da strada. 

 

Sembra quasi che la cultura  attuale dei giovani, sia ormai completamente  d’accordo con l’uso di sostanze allucinogene per far fronte alle problematiche della vita. La solitudine, la mancanza di affetto e dei rapporti umani, il consumismo ecc… caratteristiche del vivere d’oggi, sono fattori che stanno alla base della sofferenza umana. Se la soluzione sembra essere così semplice  come prendere una bella pastiglietta o farsi una dose di eroina, o prendere  qualsiasi altra sostanza che dia sensazione di “libertà”, siano sulla via  di un mondo intossicato e completamente drogato. Le nuove generazioni saranno i governanti di domani e cosa potremo aspettarci da qui governanti, che faranno uso di sostanze per non affrontare  le problematiche della vita? 

 

Creare una cultura libera dalla droga è lo scopo dei volontari, che ispirati dalle scoperte del fondatore di Scientology, l’ umanitario L. Ron Hubbard, da anni conducono le iniziative  di volontariato per la campagna “DICO NO ALLA DROGA”. 

In Italia sin dagli anni 80 i volontari si sono impegnati ad  informare e sensibilizzare i giovani attraverso la distribuzione  di migliaia di opuscoli informativi, concerti e conferenze per dire no alla droga, e tantissime altre attività tutte volte  a creare una nuova cultura, libera dalla droga. 

 

Per info 0544/30080  

www.diconoalladroga.it

]]>
DIRITTI UMANI I diritti umani sono quelli di cui godiamo per il semplice fatto di appartenere al genere umano. Tue, 16 Feb 2021 10:40:54 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689594.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689594.html Affari Pubblici Padova Affari Pubblici Padova Un diritto non è che ci che ti viene dato da qualcuno; è ciò che nessuno può toglierti”

I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico.” L. Ron Hubbard

Si parla di diritti umani in continuazione, e ancora di più in periodi storici delicati come quello che stiamo vivendo. Ma siamo sicuri di sapere davvero cosa sono e perché si sono affermati?

I diritti umani sono quelli di cui godiamo per il semplice fatto di appartenere al genere umano.

Questa definizione è nata nel 1948, quando l'ONU ha adottato la Dichiarazione universale dei diritti umani.

Essendo diritti legati indissolubilmente all'appartenenza al genere umano si potrebbe pensare che siano antichi come la storia del mondo, invece occorre attendere la fine della seconda guerra mondiale perché si affermino.

E' proprio il disastro causato da questo conflitto, infatti, che rende chiara l'urgenza di mettere a punto uno strumento capace di tutelare diritti fondamentali quali la vita e la dignità, come si evince dai primi due articoli.

L'art, 1, infatti, afferma che Tutti gli esseri umani nascono liberi ed uguali in dignità e diritti.

Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.

L'art. 2, invece, specifica che “Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciate nella Dichiarazione dei Diritti Umani, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione.”

Nessuna distinzione sarà inoltre stabilita sulla base dello statuto politico, giuridico o internazionale del paese o del territorio cui una persona appartiene, o sottoposto ad amministrazione fiduciaria o non autonomo, o soggetto a qualsiasi limitazione di sovranità.

Ma ancora oggi tali diritti sono violati e calpestati in ogni angolo del mondo. Per questo i volontari di Uniti per i diritti umani lunedì 15 febbraio fanno una distribuzione di opuscoli informativi sui Diritti Umani a Ravenna.

]]>
A Jesi La Via della Felicità. Mon, 15 Feb 2021 21:49:20 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689507.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689507.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova I volontari del gruppo La via della felicità e di Scientology di Senigallia continuano a seminare il buon senso attraverso la distribuzione dell’opuscolo in formato audio libro La Via della Felicità. 

Proprio ieri, 14 febbraio nella giornata di San Valentino i volontari hanno distribuito la copia gratuita de La Via della Felicità  per le vie di Jesi e presso gli esercizi pubblici a disposizione di tutta la clientela. 

  

Questo piccolo dono per ristabilire quei valori morali offuscati da cattive notizie e da episodi di criminalità che ogni giorno ci  in questo particolare momento della nostra esistenza e per ritrovare la forza e la persistenza in un momento in cui tutto sembra difficile. Non solo La via della felicità è una valida guida anche per vivere felicemente un unione famigliare a qualsiasi livello, ed è stata distribuita veramente per augurare tanto amore e felicità a chiunque.  

  

Questa guida scritta dal filosofo umanista L. Ron Hubbard contiene 21 punti per avere una vita felice, è un codice di valori basati sul buon senso, offre un mezzo per comprendere  se stessi e per capire ciò che è giusto e sbagliato e che, in quanto tale, fornisce una vera possibilità  di diffondere pace e tolleranza. 

  

Proprio in questo periodo pieno di tensioni e difficoltà sociali, economiche e non solo …vogliamo dare l’opportunità ad ogni individuo di migliorare la propria vita creando una convivenza migliore ed un atteggiamento razionale verso il prossimo. 

  

“Nel mondo irreale dei romanzi e dei film, si vedono criminali educati con bande incredibilmente efficienti ed eroi molto solitari e molto cafoni. Nella vita non succede niente di simile. I veri criminali sono di solito delle persone molto rudi, e ancora di più lo sono i loro seguaci: Napoleone e Hitler furono traditi dalla loro stessa gente. I veri eroi sono le persone più tranquille che tu abbia mai incontrato e sono molto gentili con i loro amici.” Tratto dal punto n. 20 

  

La via della felicità colma il vuoto morale di una società sempre più materialista, e ripristina la serenità delle persone. 

  

Mettendo in pratica questi 21 precetti si può avere una vita migliore degna di essere vissuta. 

  

Consulta il sito: www.laviadellafelicità.org 

]]>
Esiste un modo per avere una vita più felice e più sicura per l’umanità? Fri, 12 Feb 2021 21:39:01 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689197.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689197.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova LA VIA DELLA FELICITA

Non vi è da meravigliarsi che molti si chiedono dove si possa trovare la felicità o se possa essere trovata in primo luogo. Quasi tutti riconoscono che la vera gioia e la felicità sono cose preziose e che è difficile cercare di sopravvivere in un mondo caotico e disonesto. I problemi a cui ci troviamo di fronte, guerra, povertà, crisi economiche, intolleranza, hanno tutti qualcosa in comune. 

Di fatto, sebbene povertà e conflitti siano causati da fattori economici e politici, il livello di mortalità può contribuire a tali mali sociali, a perpetuarli e anche a predeterminarli. 

Laddove i principi morali della gentilezza e del rispetto reciproco non hanno alcuna importanza o significato, come ci possiamo aspettare che gli individui, per non parlare di intere nazioni, si trattino in modo dignitoso? 

Esiste un modo per avere una vita più felice e più sicura per l’umanità? 

Si può fare qualcosa per colmare la moderna lacuna morale? 

Ora esiste un codice di valori basati sul buon senso che offre un mezzo per comprendere se stessi e per capire ciò che è giusto o sbagliato e che, in quanto tale, fornisce una vera possibilità di diffondere pace e tolleranza. Si tratta de La via della felicità, scritta da L. Ron Hubbard, una guida laica basata unicamente sul buon senso per una vita migliore. 

Divulgare gratuitamente copie del libro, in formato brossura, è l’impegno dei volontari del gruppo “La via della felicità Cervia - Amici di L. Ron Hubbard” che costantemente si impegnano a sensibilizzare le persone sull’importanza di ripristinare quei valori indispensabili ad una migliore convivenza, e Mercoledì 17 febbraio sono a Classe per consegnare copie del libretto La via della felicità.

 

]]>
PER LA FRATELLANZA CON CHI SOFFRE Fri, 12 Feb 2021 21:34:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689196.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/689196.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova

Fedi diverse e gruppi di volontariato riuniti online:  

“Armonia  interreligiosa e aiuti alla Croazia” 

 

Padova 09.02.2021: lo scorso sabato pomeriggio in diretta streaming su SEMINARI.LIVE si è svolta una importante videoconferenza in occasione della Giornata Mondiale della Fratellanza Umana e nel corso della Settimana Mondiale dellArmonia Interreligiosa.  

 

Rappresentanti di diverse realtà religiose, associazioni e volontari attivi sul territorio nazionale hanno dialogato sul valore della fraternità e dell’aiuto fornendo esempi tangibili di come la cooperazione tra realtà differenti costituisca una forza inarrestabile dalla quale trarre esempio.  

 

L’incontro è stato organizzato dalla Chiesa di Scientology con i suoi Ministri Volontari, movimento  umanitario internazionale avviato da L. Ron Hubbard negli anni ’70, che oggi conta oltre 200.000 unità attive in tutto il mondo.  

 

In Italia i Ministri Volontari hanno fondato anche un gruppo di protezione civile che ha preso il nome di PRO.CIVI.CO.S. ed uno dei temi dell’incontro è stato proprio il soccorso alle popolazioni della Croazia colpite dal recente terremoto. 

 

Nel mese di Gennaio sono stati portati aiuti grazie alla solidarietà di numerosi cittadini e il supporto dei volontari della PRO.CIVI.CO.S. di Torino, Milano, Verona, Modena, Padova e Pordenone. Ettore Botter - incaricato aiuti in Croazia dei Ministri Volontari di Scientology – ha fornito informazioni utili sulla situazione attuale in Croazia ed ha annunciato le prossime attività di raccolta e distribuzione degli aiuti.  

 

A queste testimonianze si sono unite quelle di numerosi rappresentanti del mondo del volontariato sospinto dalle più disparate forme di credo, tutte concordi sul fatto che dalle  diversità innate in ogni essere umano nasca il desiderio di crescita intellettuale e spirituale e di collaborazione a favore di un consistente miglioramento sociale. 

 

Sono intervenuti: dalla Croazia, Maja Turninsky in rappresentanza dell’associazione SUNCOCRET; Gurjit Singh, portavoce della Sikhi Sewa Society; Abdellah Mechnoune, giornalisata di Italiatelegraph.it e presidente dell’Organizzazione Islamica del Mondo Arabo ed Europeo a Torino; Tina Iezza, coordinatrice torinese di Progetto Leonardo Odv rivolto a sostegno delle persone senza fissa dimora; Carmelo Agostini, impegnato con l’AVIS a Pordenone e a livello nazionale; da Roma Francesco Spadaro dell’associazione Operativi per l’Ambiente, Virgilio Violo presidente Soka Gakkai e il Console dell’Ecuador Saul Andres Pacurucu; da Padova Flora Grassivaro dell’Associazione delle Donne per la Pace nel Mondo e Angelo Chirulli reverendo della Federazione della Comunità delle Famiglie per la Pace nel Mondo; Daniele Spero, docente del Patriarcato di Venezia e coordinatore del dialogo ebraico-cristiano per il Segretariato Attività Ecumeniche; da Cagliari Don Ettore Cannavera, fondatore della comunità “La Collina”, un percorso alternativo al carcere per minori che hanno commesso reati.  

 

Il riferimento per chi voglia inviare aiuti in Croazia è Ettore Botter: 348 333 24 99 

 

Per donare: PRO.CIVI.CO.S. via Villar, 2 – 10147 Torino (Banco Posta IBAN IT54 O076 0101 0000 0003 5849900 CAUSALE: DONAZIONE EMERGENZA TERREMOTO IN CROAZIA)  

]]>
LA VIA DELLA FELICITA’: FORNIRE UN RUOLO ATTIVO NELLO SVILUPPARE RESPONSABILITÀ, FIDUCIA E DECORO. Tue, 09 Feb 2021 21:46:35 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688369.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688369.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova Non stiamo vivendo un momento facile, un ruolo attivo nello sviluppare responsabilità, fiducia e decoro.

Laddove i principi morali della gentilezza e del rispetto reciproco non hanno alcuna importanza o significato, come ci possiamo aspettare che gli individui, per non parlare di intere nazioni, si trattino in modo dignitoso? 

Esiste un modo per avere una vita più felice e più sicura per l’umanità? 

Si può fare qualcosa per colmare la moderna lacuna morale? 

Ora, esiste un codice di valori basati sul buon senso raccolti ed illustrati nel libro La via della felicità di L. Ron Hubbard, che offre un mezzo per comprendere se stessi, per capire ciò che è giusto o sbagliato e che, in quanto tale, fornisce una vera possibilità di diffondere pace e tolleranza. 

Ecco perché i volontari “La Via della Felicità” domenica scorsa hanno consegnato delle copie omaggio della Via della Felicità anche a Mogliano nelle Marche: per infondere forza e speranza. 

 

La via della felicità è una guida al buon senso, che indica la strada verso una vita più serena e felice per se stessi e per chi ci circonda. La Via della Felicità è il primo codice morale basato interamente sul buon senso. La prima pubblicazione risale al 1981, e lo scopo è di arrestare il declino morale nella società e ripristinare integrità e fiducia nell’Uomo. La Via della Felicità inoltre detiene un record del Guinness dei Primati quale libro secolare più tradotto al mondo. Scritto da L. Ron Hubbard, riempie il vuoto morale in una società sempre più materialista, con i 21 precetti fondamentali che guidano una persona ad un miglior tenore di vita.

Questo opuscolo è ricco di consigli per migliorare la qualità della vita di ognuno.

Questa piccola guida riporta in vita quei principi che oggigiorno vengono sepolti dalle “nuove mode” e dal degrado sociale. Se applicati, questi 21 punti, creeranno un risveglio ed una nuova speranza di poter vivere una vita migliore.

La vera gioia e la vera felicità non hanno prezzo.

Ogni individuo o gruppo cerca di avere una vita il più possibile piacevole e priva di dolore.

La tua sopravvivenza può essere minacciata dalle cattive azioni delle persone che ti vivono accanto.

Tu sei importante per gli altri. Ti ascoltano. Puoi influenzarli

www.laviadellafelicita.org

]]>
VOLONTARI e VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE PER AIUTARE LA CROAZIA La settimana dell’armonia interreligiosa all’insegna della solidarietà ai terremotati Tue, 09 Feb 2021 21:34:35 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688367.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688367.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova

Ministri volontari di Scientology, rappresentanti di altre fedi  e volontari di protezione civile si sono incontrati sabato in rete per raccogliere materiale di prima necessità da portare ai terremotati della Croazia.

 

 La chiamata all’azione ha avuto l’adesione dei Ministri Volontari di Scientology di Torino, Milano, Brescia, Verona, Padova, Pordenone, Roma, Cagliari, dalla Caritas, UPF, comunità Sikhi di Brescia, AVIS di Pordenone, il Console dell Equador a Roma, la ONG Croata Suncocret, oltre che dei volontari della Procivicos (il gruppo di protezione civile  della comunità di Scientology) che insieme ai rappresentanti di altre fedi religiose e associazioni di volontariato  si sono impegnati per raccogliere e fornire ciò che di più serve ai vicini croati per superare l’inverno fuori casa.

 

 “Abbiamo voluto organizzare un incontro interconfessionale, aperto anche alle realtà laiche di soccorso civile, che fosse non solo un momento di confronto e approfondimento della reciproca conoscenza, ma anche un’occasione di concreta fratellanza con chi in questo momento sta soffrendo a causa del freddo perché si è visto privare di un tetto, della corrente e perfino dell’acqua”, ha detto Tiziana Bonazza, portavoce della Chiesa di Scientology di Padova e organizzatrice dell’incontro.

 

“I nostri fratelli croati hanno bisogno di molte cose in questo momento”, ha detto Ettore Botter, padovano, ministro volontario di Scientology dal 2001 che è stato per due settimane nella zona maggiormente colpita dal terremoto del 29 dicembre scorso. “In particolare servono stufette, prolunghe per portare la corrente elettrica ai rifugi di fortuna, calzettoni, indumenti intimi, elettrodomestici.”

 

Raccogliendo l’appello, in diversi si stanno impegnando nel procurare i beni necessari che poi saranno consegnati a Padova e da lì portati a Glina, una delle città a sud di Zagabria colpita dal terremoto. Un Essere [ di valore nella misura in cui aiuta gli altri, L.RonHubbard.


Chiunque volesse aiutare può contattare (Ettore 348.3332499)

]]>
cs - Carne di Razza Piemontese, Cia: "Servono politiche di rilancio" Tue, 09 Feb 2021 11:58:33 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688324.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688324.html Cia Alessandria Cia Alessandria

Gentili colleghi

si è svolto un incontro sulla crisi della Razza bovina Piemontese. Al Tavolo, il nostro presidente provinciale Gian Piero Ameglio, anche allevatore di razza. Dettagli in allegato. In foto, Gian Piero Ameglio primo a destra al tavolo relatori.

Grazie

Genny Notarianni

 

Carne di Razza Piemontese, Cia: “Servono politiche di rilancio”

L’incontro a Torino a seguito delle richieste degli allevatori del territorio

 

Si è svolto ieri un primo incontro organizzato da Cia Torino, nella sede regionale dell’Organizzazione, a seguito delle richieste giunte dai soci Cia allevatori della Razza Piemontese iscritti ai sistemi di selezione (Anaborapi) e di promozione (Coalvi).

A rappresentare il territorio alessandrino c’era il presidente Cia Alessandria e allevatore a Franchini d’Altavilla Gian Piero Ameglio, insieme al direttore Cia Paolo Viarenghi; con loro, anche il presidente regionale, di Valmacca (AL), Gabriele Carenini.

A preoccupare gli allevatori è la crisi del settore, che porta un abbassamento dei prezzi, di circa il 25%, per i bovini maschi. Le cause sono da intravvedere soprattutto ad un mercato inflazionato e alle importazioni di carne, provenienti dall’Europa ma anche da paesi extra UE.

Spiega Ameglio: “Il malcontento dovuto dal calo dei prezzi dei capi maschi unito all’aumento del prezzo dei cereali porta gli allevatori a fare molta fatica per realizzare il reddito. Gli allevatori sono preoccupati e chiedono maggiori azioni di promozione al consorzio Coalvi. Bisognerebbe rivedere anche il sistema di tracciabilità dei prodotti. Come Cia ci impegniamo a suggerire strategie di comunicazione e, appena possibile, organizzeremo un evento pubblico assembleare per un confronto tra gli allevatori e auspichiamo una migliore gestione del sistema, riconoscendone la sua importanza, sia dal punto di vista della rappresentanza, sia per le azioni intraprese per valorizzare il lavoro degli allevatori”.

In Piemonte, i capi iscritti al Libro genealogico si trovano per circa la metà in provincia di Cuneo, meno del 30% a Torino, il resto diviso tra le altre province.

 

 

http://content.comunicati.net/allegati/225261/cs9_carne.docimage003.png@01D37A7F.A8968B70

 

Genny Notarianni
Ufficio stampa e Relazioni esterne | Cia - Agricoltori Italiani Alessandria

Via G. Savonarola, 29 – 15121 Alessandria
Tel +39 0131 1961339 | Fax +39 0131 41361 | Mobile + 39 345 4528770

e-mail g.notarianni@cia.it | sito web www.ciaal.it

_________________

 

http://content.comunicati.net/allegati/225261/cs9_carne.docimage004.png@01D37A7F.A8968B70 http://content.comunicati.net/allegati/225261/cs9_carne.docimage005.png@01D37A7F.A8968B70 http://content.comunicati.net/allegati/225261/cs9_carne.docimage006.png@01D37A7F.A8968B70 http://content.comunicati.net/allegati/225261/cs9_carne.docimage007.png@01D37A7F.A8968B70

 

 

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "stampa Cia Alessandria" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a stampa-cia-alessandria.mailing+unsubscribe@cia.it.
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/a/cia.it/d/msgid/stampa-cia-alessandria.mailing/028001d6fed2%2482da9a40%24888fcec0%24%40cia.it.
]]>
LE CHIESE DI SCIENTOLOGY IN VIDEO CONFERENZA PER LA FRATELLANZA CON CHI NE HA PIU' BISOGNO Tue, 09 Feb 2021 08:01:08 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688138.html http://content.comunicati.net/comunicati/societa_civile/associazioni/varie/688138.html Chiesa di Scientology di Padova Chiesa di Scientology di Padova

Fedi diverse e gruppi di volontariato si sono trovati online  

per l’armonia interreligiosa per soccorrere i terremotati della Croazia 

 

Proficuo momento di confronto e dialogo quello organizzato sabato pomeriggio dalle Chiese  di Scientology italiane per ricordare la settimana dell’armonia interreligiosa. 

 

Insieme ai fedeli di Scientology in rappresentanza delle chiese di Brescia, Cagliari, Milano, Roma, Padova, Pordenone e Torino, vhanno preso  parte rappresentanti della comunità Sikh, della Soka Gakkai, dell’Universal Peace Federationdell’Islam e del cattolicesimo, tutti concordi sul fatto che le diversità innate in ogni essere umano, che si manifestano in modi di pensare, di credere e di vivere tanto disparati,  siano irrinunciabili qualità che sono motivo di unione per il reciproco arricchimento intellettuale e spirituale. 

 

Parte dell’incontro è stata riservata alla drammatica situazione che stanno vivendo decine di migliaia di croati che, in pieno inverno, sono rimasti senza un tetto, senza corrente e alcuni anche senza acqua a causa del devastante terremoto del 29 dicembre scorso. 

 

“I nostri vicini hanno bisogno di molte cose in questo momento”, ha detto Ettore Botter, padovano, ministro volontario di Scientology dal 2001, che è stato per due settimane nella zona maggiormente colpita dal terremoto. “In particolare servono vestiti adatti all’inverno, indumenti intimi, stufette, prolunghe per portare la corrente elettrica ai rifugi di fortuna ed elettrodomestici.” 

 

L’attività di raccolta di beni necessari ai terremotati croati è cominciata da settimane grazie al gruppo dei volontari di protezione civile della comunità di Scientology, Pro.Civi.Co.S.. Il ritorno in Croazia per recapitare quanto sarà raccolto è previsto per la fine di febbraio, ma l’attività di soccorso continuerà anche nelle settimane successive. 

  

Chiunque volesse contribuire può contattare Ettore 393 3332499

]]>