ALCOL: I GIOVANI IN RELAZIONE AGLI ADULTI. CHE DIFFERENZA C’È?

26/giu/2020 17:25:22 Chiesa di Scientology di Padova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Episodi di eccessi nella movida, ordinanze anti-alcol e stop all’alcol il sabato notte sono i risultati della cultura dello sballo.

Ma un'adeguata informazione può fungere da deterrente.

Molti sono i dati contrastanti in merito alle sostanze, ciò che è certo, è che l’alcol crea gli effetti di una droga e il corpo di un giovane non può resistere all’alcol nello stesso modo di quello di un adulto.

Bere è più dannoso per gli adolescenti che per gli adulti perché il loro cervello si sta ancora sviluppando nell’adolescenza e perfino all’inizio dell’età adulta. Bere durante questo momento critico per la crescita può causare danni alle funzioni del cervello per tutta la vita, specialmente per quanto riguarda la memoria, capacità motorie (abilità di movimento) e coordinazione.

Secondo la ricerca, i giovani che cominciano a bere all’età di quindici anni hanno quattro volte più probabilità di sviluppare una dipendenza dall’alcol di quelli che cominciano a bere all’età di 21 anni. Inoltre i danni che il mix di alcol e droga possono causare sono deleterie, e probabilmente per i giovani possono rappresentare gli elementi più distruttivi della società. Come osservò L. Ron Hubbard ancora negli anni 70’ quando iniziò le ricerche in merito agli effetti delle droghe. 

Per alcuni adolescenti, come Samantha, bere sembrava una soluzione al problema che non volevano affrontare.

“Quando avevo 13 anni, gli amici mi prendevano in giro se non bevevo. Ho ceduto perché era più facile far parte della compagnia. Ero davvero infelice e bevevo per sfuggire alla mia vita. Uscivo sempre meno così ho cominciato a perdere gli amici e più mi ritrovavo da sola, più bevevo. Ero violenta e fuori controllo. Non sapevo mai quello che stavo facendo. Stavo distruggendo la mia famiglia.”  

Sbattuta fuori di casa all’età di 16 anni, è diventata una senzatetto ed ha cominciato a chiedere l’elemosina per comprarsi da bere. Dopo anni di abuso, i dottori le hanno detto che aveva danneggiato irreparabilmente la sua salute.

“…Avevo solo 16 anni ma il mio fegato era danneggiato malamente ed ero molto vicina ad uccidermi con tutto quello che stavo bevendo.” - Samantha
Scopri La verità sull’Abuso di Alcol. 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl