Abuso di farmaci prescritti per sballarsi o auto-curarsi

10/giu/2020 13:51:29 Affari Pubblici Novara Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un problema serio

L’utilizzo di farmaci per fini ricreativi è un problema serio tra gli adolescenti e i giovani. Studi nazionali dimostrano che un adolescente ha più probabilità di fare abuso di farmaci che di droghe illegali.

Molti adolescenti pensano che i farmaci siano sicuri perché vengono prescritti dai dottori. Ma assumerli per scopi non medici, per sballarsi o per “auto-curarsi” può essere pericoloso e creare assuefazione tanto quanto assumere droghe illegali.

L’assunzione di farmaci può causare problemi di salute molto seri. Questo è il motivo per cui vengono presi solo sotto supervisione medica. Ma, anche in questi casi, devono essere strettamente controllati per evitare dipendenza o altri problemi.

Molte pillole sembrano uguali. È estremamente pericoloso assumere una pillola di cui non sei certo o che non è stata prescritta a te. Le persone hanno reazioni diverse ai farmaci, a causa della diversa struttura chimica del loro corpo. Un farmaco che andava bene per una persona potrebbe essere molto rischioso, o addirittura fatale, per qualcun altro.

I farmaci sono sicuri solo per gli individui a cui sono stati prescritti e per nessun’altro.

Abusi di alcuni tipi di farmaci

I farmaci prescritti che vengono assunti a scopo ricreativo includono le seguenti categorie:

1) Sedativi: spesso sotto il nome di sedativi per il sistema nervoso centrale (cervello e spina dorsale), questi medicinali rallentano le funzioni celebrali. Includono sedativi ed i tranquillanti (che riducono la tensione o l’ansietà).

2) Gli oppiacei ed i loro derivati: in genere sotto il nome di antidolorifici, contengono oppio o sostanze simili all’oppio e vengono usate per alleviare il dolore.

3) Stimolanti: una categoria di farmaci che ha lo scopo di incrementare l’energia e la prontezza ma che aumentano allo stesso tempo la pressione del sangue, i battiti cardiaci e la respirazione.

4) Antidepressivi: psicofarmaci che dovrebbero curare la depressione.

Statistiche internazionali

Ogni giorno negli Stati Uniti, 2500 giovani (dai 12 ai 17 anni) abusano di antidolorifici prescritti per la prima volta. 

L’abuso dei farmaci prescritti, al giorno d’oggi è un fatto molto comune negli Stati Uniti, è anche un problema in molte aree del mondo, incluse l’Europa, il Sud Africa e Asia del Sud. Solo negli stati uniti, più di 15 milioni di persone abusano di farmaci, più del numero combinato dei consumatori di cocaina, allucinogeni, sostanze inalanti ed eroina messi assieme. 

Nel 2006 negli Stati Uniti, 2,6 milioni di persone hanno abusato di farmaci per la prima volta.

Nel 2007 il Progetto europeo di sondaggi nelle scuole sull’alcol e altre droghe ha scoperto che in Italia, il 10% degli studenti ha abusato di tranquillanti e sedativi almeno una volta. 

L’abuso di farmaci prescritti ha causato la più alta percentuale di morti per overdose. Dei 22.400 morti per overdose negli Stati Uniti nel 2005, si è trovato che gli antidolorifici oppiacei sono stati la causa più comune di morte nel 38,2% dei casi.

Nel 2005, 4,4 milioni di adolescenti (dai 12 ai 17 anni) negli Stati Uniti hanno ammesso di prendere antidolorifici su prescrizione, e 2,3 milioni hanno preso uno stimolante su prescrizione come ad esempio il Ritalin. 2,2 milioni hanno abusato di farmaci senza prescrizione come lo sciroppo per la tosse. L’età media del primo utilizzo è ora tra i 13 e i 14 anni. 

Morti per overdose   

Sedativi, oppiacei e antidepressivi sono responsabili per più morti per overdose (45%) di quanto non lo siano la cocaina, l’eroina, la metanfetamina e le anfetamine messe insieme (39%). Negli Stati Uniti, la maggior parte delle morti avevano luogo nei quartieri afroamericani del centro città, ma questo tasso è stato ora sorpassato da quello delle comunità bianche rurali. La stessa tendenza si può vedere dall’ammontare dei ricoveri in ospedale per abuso di sostanze e di ricoveri d’emergenza per overdose. Su 1,4 milioni di ricoveri di emergenza dovuti alle droghe nel 2005, 598.542 sono stati associati all’abuso di farmaci assunti da soli o con altre droghe. 

Secondo un sondaggio, quasi il 50% degli adolescenti crede che assumere farmaci prescritti sia molto più sicuro che assumere droghe illegali da strada. Dal 60 al 70% di questi affermano che il loro armadietto farmaceutico è il loro rifornimento dal quale attingono le droghe. 

Effetti dei sedativi 

Usare sedativi (che calmano o tranquillizzano) e tranquillanti assieme ad altre sostanze, in particolare con l’alcol, può rallentare la respirazione ed il battito del cuore e può persino portare alla morte.

La tolleranza a molti sedativi può svilupparsi rapidamente, con dosi sempre più elevate per raggiungere lo stesso effetto. Gli utenti, che cercano di raggiungere lo stesso “sballo”, possono aumentare la dose ad un livello che porta al coma o alla morte per overdose.

L’utilizzo a lungo termine dei sedativi può produrre depressione, stanchezza fisica cronica, difficoltà respiratorie, problemi sessuali e problemi a dormire. Come dipendenza dall’aumento della droga sono comuni la brama, l’ansietà e il panico, se chi ne fa uso non riesce ad ottenerne altra. 

I sintomi causati dal ritiro dal medicinale includono insonnia, debolezza e nausea. Per le persone che ne fanno uso continuo o lo assumono in alte dosi possono aver luogo agitazione, incremento della temperatura del corpo, delirio, allucinazioni e convulsioni. Diversamente dal ritiro da altre droghe, chi si ritira dai sedativi potrebbe rischiare la vita.

Questi medicinali possono anche incrementare in modo pericoloso il livello di zucchero nel sangue, il diabete, ed incremento del peso (sono stati riferiti casi di più di 45 chilogrammi). 

In una ricerca condotto dal USA Today, in base a dati della Food and Drug Administration su un periodo superiore a quattro anni, gli antipsicotici (un tipo di sedativi) sono stati i principali sospetti di 45 morti causate da problemi di cuore, soffocamenti, deterioramenti del fegato e suicidio.

Effetti a lungo termine dei derivati degli oppiacei e morfine

L’uso continuo o abuso di oppiacei può risultare in una dipendenza fisica. Il corpo si adatta alla presenza dei farmaci e se questa viene ridotta o interrotta, si presentano sintomi da astinenza. Questi includono inquietudine, dolori ai muscoli e alle ossa, insonnia, diarrea, vomito, attacchi di freddo e pelle d’oca. Si può anche raggiungere un’assuefazione, cioè gli utilizzatori da lungo termine devono incrementare la dose per raggiungere lo stesso effetto.  

Effetti a lungo termine degli stimolanti

Gli stimolanti possono creare dipendenza. Reiterate dosi di stimolanti assunte in un breve periodo possono portare ad uno stato di ostilità o paranoia. Tali dose possono anche portare il corpo a delle temperature pericolosamente elevate e ad un battito cardiaco irregolare.

Antidepressivi 

Un’altra categoria di farmaci prescritti di cui a volte si abusa sono gli antidepressivi. Questi includono il Prozac, Paxil, Celexa, Zoloft, Effexor ed il Remeron. Vengono distribuiti in capsule e compresse di svariati colori. 

Degli studi hanno dimostrato che gli effetti di queste droghe possono includere: insonnia, agitazione, irritabilità, pensieri suicidi o suicidio, nervosismo ed ansietà, pensieri ed azione violente, tremori, ostilità, sudorazione, paranoia, battiti cardiaci irregolari, allucinazioni, aggressività, psicosi, comportamento criminale, Akathisia (un'agitazione interiore dolorosa, incapacità di rimanere seduto).

Una ricerca ha scoperto che il 14% della gioventù che fa uso di antidepressivi diventa aggressiva e violenta. 

Abuso di farmaci senza prescrizione

Anche di farmaci senza prescrizione per esempio il raffreddore e la tosse contenenti il Dextromethorphan (DXM) ne viene abusato. Il DXM viene venduto in sciroppo, gel e pastiglie. Venduto in Internet sotto forma di polvere, è particolarmente rischioso per l’incertezza sui componenti e il dosaggio. Si trova in più di cento prodotti.

Mischiato ad altri farmaci, lo sciroppo per la tosse può anche causare problemi al sistema nervoso centrale o al cuore. Combinato all’alcol, è praticamente pericoloso e può causare la morte.

Prevenzione

La Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, patrocinata dalla Chiesa di Scientology, ha lo scopo di prevenire il consumo di droghe attraverso la diffusione capillare di opuscoli e corsi gratuiti online. L. Ron Hubbard ha affermato che “La scena della droga è mondiale. Sguazza nel sangue e nella sofferenza umana.” Infatti la popolazione mondiale spende più denaro in droghe che non in cibo, vestiario, istruzione o in qualunque attività assistenziale. Tra oppiacei, anfetamine e psicotropi, oltre 200.000 uomini, donne e bambini consumano regolarmente sostanze illegali e non c’è luogo al mondo dove non si trovano queste persone. Per sconfiggere l’abuso di droghe (uno dei principali mali del mondo), è necessario, se si esamina davvero la proporzione pandemica del problema, concentrarsi ampiamente e capillarmente sulla prevenzione.



--
Ufficio Affari Pubblici
Chiesa di Scientology di Novara
Via G. Visconti 1 - 28100 Novara
Cell: 371 3613824
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl