I giovani nuoresi informati sulla verità sulla droga

10/ago/2019 08:00:09 CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

        

 

        Con l’entusiasmo e la determinazione che li contraddistingue e che li ha resi noti in città per la loro persistenza nell’azione di prevenzione alle droghe, i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga  e della Chiesa di Scientology di Nuoro anche nella serata di giovedì 8 agosto, sfidando le temperature africane di questi ultimi giorni, non hanno fatto mancare il loro sostegno ai tanti ragazzi che in qualche modo sono alla ricerca di informazioni vere sugli effetti derivati dall’uso di droghe.

        Per i volontari la distribuzione di migliaia di libretti informativi non è una semplice azione di volantinaggio promozionale, peraltro importante per inoltrare nella società il messaggio di vivere liberi dalla droga. Queste iniziative diventano un’opportunità per comunicare con le persone, scambiando e confrontando pareri diversi, mettendo in circolazione la verità, confutando le bugie che gli spacciatori mettono in giro ad arte per confondere i ragazzi. Capita spesso ai volontari di parlare con i giovani e scoprire che l’idea che hanno delle droghe è totalmente falsa. La bugia che esistano droghe “leggere” e droghe “pesanti” e che le prime siano un diversivo per trascorrere un sabato sera “diverso” sta creando più danni e vittime di quanto non si creda. Le droghe sono droghe, punto! Dipende dalla quantità e dalla frequenza che le si assume. Gli stessi consumatori di droghe “leggere” confessano che non si metterebbero mai alla guida dopo aver fumato una canna. “Mi rallenta i riflessi e preferisco non guidare” ha dichiarato un ragazzo ai volontari. Una ulteriore prova di quanto anche le droghe “leggere” alterino le capacità mentali e il loro uso anche occasionale possa diventare un pericolo per sé e per gli altri.

        “Le droghe sono l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” sono parole le filosofo L. Ron Hubbard, confermate da queste testimonianze dirette. L’informazione corretta è la garanzia che quando arriva al momento giusto e nelle mani giuste può salvare una vita umana, per questo motivo i volontari continueranno a ripetere come un mantra il messaggio: vivi libero dalla droga. Info: www.noalladorga.it

       

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl