A Decimoputzu tutti uniti contro le droghe

24/lug/2019 12:06:41 CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Ancora una distribuzione nella serata di lunedì 22 luglio, di centinaia di opuscoli da parte dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, ancora decine di commercianti di Decimoputzu coinvolti nella campagna di prevenzione alle droghe che oramai sta interessando decine di paesi limitrofi alla Città Metropolitana di Cagliari oltre allo stesso capoluogo e tutti i centri che ne fanno parte.

 Molto spesso sentiamo le lamentele per il fatto che non se ne può più di vedere i ragazzi coinvolti nel mondo della droga, anche perché, volenti o nolenti, delle loro malefatte per recuperare le risorse per procurarsi la dose quotidiana, un pò ne subiamo tutti le conseguenze, ma una cosa è lamentarsi altra è esporsi in prima persona e collaborare attivamente per diffondere una cultura contro lo spaccio e lo sballo. Un riconoscimento ai tanti commercianti che da anni stanno collaborando alla campagna dei volontari.

Che “le droghe sono l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” lo aveva detto il filosofo L. Ron Hubbard negli anni ’70 quando la cultura dello sballo stava prendendo piede tra i giovani grazie al messaggio che identificava la “libertà” di fare ciò che si voleva e a qualsiasi prezzo, come l’idea di “libertà” vera, idea che si è dimostrata fallimentare, considerati milioni di morti causati direttamente o indirettamente dalle droghe, da quegli anni sino ad oggi.

L’impegno di tutti è quindi fondamentale per arginare la nuova idea dello “sballo obbligatorio” che si sta diffondendo tra i giovani d’oggi e i volontari non si fermeranno finchè tutti i pusher non saranno dietro le sbarre e i nostri giovani veramente liberi dalla droga. Info: www.noalladroga.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl