Gli spacciatori non vanno in vacanza, continua la prevenzione dei volontari a UTA

01/lug/2019 12:39:59 CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Vietato abbassare la guardia quando il nemico è in agguato, così per i volontari non esistono giorni in cui ci si possa rilassare e pensare di prendersi qualche giorno di ferie. No! Gli spacciatori sono più agguerriti che mai e durante le vacanze (degli altri), aumentano il loro impegno per fornirsi di “merce” e farsi trovare pronti per soddisfare le nuove richieste che il flusso di turisti in arrivo farà arrivare sul territorio. Lo dimostrano i sequestri di ogni tipo di stupefacenti, dalla cannabis, alla cocaina e all’eroina e droghe sintetiche sempre più pericolose, effettuati negli ultimi giorni dalle forze dell’ordine in diverse località dell’isola.

        Le vacanze portano con sé la voglia di divertirsi, cercando nuove esperienze e sensazioni che durante l’anno, vuoi per impegni di lavoro o di studio, vuoi perché i più giovani sono più controllati dai genitori, si cerca di evitare di fare, ma almeno durante le vacanze, questo il pensiero di molti, “voglio divertirmi”! Comincia in questo, modo per molti giovani, l’avventura in un mondo nuovo e pericoloso, dal quale pensano di poter uscire facilmente al termine delle vacanze. Sembrerebbe che per molti divertimento e sballo siano sinonimi.

        Conoscono molto bene questa realtà i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology, per questo motivo, con il senso di responsabilità che li contraddistingue, non hanno nessuna intenzione di lasciare campo libero agli spacciatori e nella serata di martedì 2 luglio, nelle strade di UTA, piccolo centro della periferia della Città Metropolitana di Cagliari, distribuiranno centinaia di opuscoli con informazioni sulle conseguenze al corpo e alla mente di qualsiasi tipo di droga.

        Il filosofo L. Ron Hubbard in un suo celebre scritto diceva che “le droghe privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l’unica ragione di vivere”, i contenuti degli opuscoli “La verità sulla droga” sono spaccati di vita raccontati da chi quelle gioie la ha dovuto dimenticare perché caduti nel tranello delle bugie degli spacciatori, e oggi mettono a disposizione la loro esperienza per gridare: vivi libero dalla droga e crea il tuo futuro libero dalla droga. Info: www.noalladroga.it  

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl