Droga: con la prevenzione si arriva prima dello spaccio

03/giu/2019 19:45:56 CHIESA DI SCIENTOLOGY CAGLIARI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Una squadra coordinata di volontari sta continuando le operazioni di prevenzione all'uso di droga cercando di occupare tutti i principali centri della Sardegna e coinvolgendo anche le comunità di cittadine minori per numero di abitanti.

 

Solo nella settimana che sorge oggi, lunedì 3 giugno, le iniziative verranno effettuate a Cagliari, Nuoro, Olbia, Sassari, San Sperate ed Elmas con migliaia di libretti informativi pronti per dare ai cittadini testimonianze di persone che hanno estremamente abusato di droga e che, a causa di questa, hanno letteralmente rovinato le loro vite.

 

Dalle numerose iniziative che vengono effettuate, i volontari stanno riscontrando due principali elementi. Il primo indica che, nonostante tutti quanti vorrebbero veder cessare il consumo di droga, sono pochi quelli che attivamente si occupano di far si che questo diventi una realtà. Il secondo racconta prevalentemente di ragazzi che si buttano nello sballo guidati da un marketing che infiltra nella loro testa che saranno più apprezzati se sperimentano situazioni estreme, sfide alla vita stessa.

 

Entrambi questi elementi sono deleteri, soprattutto se li si ragiona in relazione al modo in cui L. Ron Hubbard descrisse le droghe dicendo che esse “privano la vita delle gioie e delle sensazioni che sono comunque l'unica ragione di vivere”. Il primo elemento viene affrontato coinvolgendo i cittadini, consegnando copie extra del materiale informativo che li metta in condizione da potersi fare portavoce della vita libera dalla droga, inoltre viene posizionato nelle attività commerciali così che ad ogni acquisto le persone possano conoscere la verità sulla droga.

 

 

Il secondo elemento viene affrontato tramite conferenze nelle scuole, distribuzione di materiale all'entrate delle stesse e fermandosi a prendere l'argomento droga con i ragazzi che si incontrano per strada. Certo, può essere d'imbarazzo iniziare un discorso come questo con persone sconosciute, ma nel contempo è preferibile un quarto d'ora d'imbarazzo che una vita di sballo. Sicuramente attività come la prevenzione all'uso di droga presentano notevoli difficoltà, ma quello che è certo è che se solo si riesce a salvare una vita, una per volta, dal mondo della droga, è stata salvata una cultura intera.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl