La droga uccide- ma non è uno spot.

16/mar/2019 23:33:41 Affari Pubblici Padova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Prevenzione rivolta ai ragazzi delle scuole a Cesenatico

Il mondo della droga è qualcosa che allarma e spaventa i genitori, in quanto si assiste a un aumento di morti per overdose proprio fra i più adolescenti. Ma pur essendo davanti agli occhi di tutti, l’indifferenza rimane molto elevata; sembra essere entrata nella società e nella cultura attuale.

E questi sono fatti! Basta leggere i quotidiani o le statistiche riportate nella Relazione annuale al Parlamento sul fenomeno delle tossicodipendenze in Italia anno 2018 (dati 2017) al sito http://www.politicheantidroga.gov.it/media/2445/339911.pdf

Dove troviamo che: “Nel corso del 2017, i decessi riconducibili all’abuso di sostanze stupefacenti rilevati dalle Forze di Polizia o segnalati dalle Prefetture sono stati 2945 , con un aumento pari al 9,7% rispetto al 2016, anno in cui i decessi droga-correlati sono stati 266.” E questo aumento vale anche per le fasce d’età più giovani.

Per affrontare il problema, i volontari di Scientology della Romagna, continuano incessantemente l’attività di prevenzione, e lunedì 18 marzo sono davanti all'Istituto superiore Leonardo da Vinci a Cesenatico per fare una distribuzione di opuscoli informativi della campagna La verità sulla droga.

Spesso proprio per la paura che generano queste notizie, si sceglie la strategia del tabù ovvero non se ne parla in famiglia, si allontana l'argomento come una sorta di tentativo di ridurre la paura attraverso la negazione del rischio.

In realtà oggi è qualcosa di estremamente diffusa e soprattutto molto più accessibile di un tempo, presente in forme nuove, non conosciute e talvolta anche più potenti e con effetti collaterali negativi molto più rapidi e letali, rispetto alle sostanze tipicamente e culturalmente conosciute.

Facendo riferimento all’impatto devastante della droga sulla società, l’autore, umanitario L. Ron Hubbard ha scritto: “Il pianeta si è scontrato con una barriera che impedisce un progresso sociale su vasta scala: droga, farmaci e altre sostanze biochimiche. Queste possono ridurre le persone in condizioni che non solo sono proibitive e distruttive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile verso il benessere mentale o spirituale”.

La scoperta da parte degli insegnanti o delle famiglie, che un ragazzo assume droga è qualcosa di struggente ed estremamente preoccupante e spesso seguito da una totale confusione rispetto a come agire, anche per l’immensa vastità di sostanze a oggi disponibili, per molte delle quali non si conoscono ancora gli effetti, e i segnali certi e univoci.

A livello generale si può notare un cambiamento del ragazzo, riduzione del rendimento o svogliatezza e tendenza a marinare la scuola, perdita di interesse per le attività abituali come lo sport o hobby ecc… ma gli strumenti ci sono!

 

Scopri la verità sulla droga al sito www.drugfreeworld.org

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl