L'ingiustizia che si consuma al canile Parrelli

09/feb/2014 16:35:02 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'INGIUSTIZIA CHE SI CONSUMA AL CANILE PARRELLI


 Dopo il sequestro preventivo del Rifugio Parrelli per animali abbandonati, basato su motivazioni banali dato che le autorità sanitarie attestano il loro pieno benessere, sempre più si conferma la natura politica dell'attacco che questa struttura, che opera da quasi 50 anni a Roma senza mai aver ricevuto alcun contributo pubblico, sta subendo: c'è infatti chi, continuando a perseguire obiettivi di controllo monopolista dei canili anche privati romani per consolidare l'ottenimento di fondi pubblici milionari e risvolti di consenso elettorale, sta continuando a portare avanti una trama che lascia oltremodo perplessi. In questo momento, infatti, vista la difficoltà di procedere a delle adozioni reali malgrado la messa in campo di mezzi ed uomini imponenti, si sta mettendo in atto la strategia di modesti e continui trasferimenti di animali in varie strutture pubbliche, con lo scopo di dimostrare un successo inesistente nell'alleggerimento in termini di numeri del canile: un bluff elementare che provoca ulteriori danni agli animali interessati al trasferimento e alla collettività che deve pagare il costo dell'organizzazione e gestione di tale manovra. Si ricorda che gli animali del Parrelli sono sempre stati curati e nutriti dalla titolare Giuseppina Parrelli e lo sono anche tuttora malgrado sia stato nominato custode giudiziario il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che continua a lamentarsi della mancanza di risorse per provvedere alla messa in sicurezza di scuole, asili, centri sociali per anziani. Una situazione che non fa assolutamente arretrare dalle proprie posizioni chi non si accontenta dei 6 milioni di euro annui che si versano ai canili romani da cui si ottiene un non indifferente tornaconto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl