Sciopero della fame degli artisti camp

Gli artisti campani Marcella Boccia e Alessandro Sommella scioperano per

27/dic/2005 07:31:09 comitato per la salvaguardia della cultura europea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
L'acqua: un bene dell'umanita'



Gli artisti campani Marcella Boccia e Alessandro Sommella scioperano per
dire "No alla privatizzazione dell'acqua!"

Il Comitato italiano per il Contratto Mondiale per l'acqua ed una Rete
di associazioni ed i Movimenti che sono impegnati da diversi anni a
difendere in Italia la gestione pubblica dell'acqua si fanno portavoci dei
seguenti principi: l'acqua è un "bene comune dell'umanità" che appartiene,
cioè, a tutti gli organismi viventi perché elemento indispensabile per
garantire il diritto alla vita e conseguentemente che l'accesso all'acqua è
un diritto umano e sociale, individuale e collettivo; il finanziamento del
costo necessario per garantire questo diritto ad ogni essere umano nelle
quantità e qualità sufficienti per vivere, debba essere una responsabilità e
competenza dei pubblici poteri, politici ed amministrativi; gli enti locali
hanno il dovere di garantire a tutti i cittadini l'accesso all'acqua come
"bene comune pubblico", attraverso uno statuto di condivisione, gestione e
protezione della risorsa e garantendo il "diritto di accesso" a tutte le
popolazioni e alle generazioni future definendone gli usi, le pratiche e le
regole per favorirne l'uso e la condivisione, in linea anche con i principi
generali introdotti dall'art. 1 della Legge 5 gennaio 1994, n. 36.
L’acqua non è una merce!!! E' oggetto in tutto il mondo di un processo di
privatizzazione senza precedenti. Come qualsiasi merce, l'acqua è posta sul
mercato, venduta a società multinazionali che ne fanno oggetto di profitto.
Sta accadendo anche in Italia e in Campania. Per 136 comuni delle province
di Napoli e Caserta la mercificazione del diritto all’acqua è stata sancita
dalla delibera approvata il 23 novembre 2004 dall’Assemblea dell’ATO 2
(Ambito Territoriale Ottimale Napoli e Caserta) ed il prossimo 31 gennaio,
con la chiusura della gara, l’ingresso dei privati nella gestione del
servizio idrico sarà definitivo.
La poetessa e scrittrice Marcella Boccia (www.marcellaboccia.it), nata
in uno dei Comuni dell'alto casertano interessati, Baia e Latina, dice "No
alla privatizzazione dell'acqua", protestando con uno sciopero della fame
nei giorni 1, 2 e 3 gennaio 2006.
Il musicista napoletano Alessandro Sommella (Planet Funk)
(www.sandrosommella.com) protesterà, allo stesso modo, con uno sciopero
della fame il giorno di capodanno. I due artisti saranno a Napoli a partire
dal capodanno fino al giorno 3 e risponderanno ad eventuali interviste
all'indirizzo e-mail peace@centroshanti.it.

L'acqua è un bene dell'umanità.











blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl