petizione popolare dell'Acusp

Oltre 765 firme nella sola giornata di ieri, domenica 30 ottobre; adesioni raccolte solo dalle ore 10,00 alle 13,00, ma non tutti i moduli in possesso dei coordinatori Acusp sono ancora giunti alla sede operativa dell'Associazione Contribuenti Utenti Servizi Pubblici,per chiedere ascensori nei cimiteri, abbattute le barriere architettoniche per favorire la mobilità di persone d'età, cittadini diversamente abili, donne in stato di gravidanza, bambini, persone infortunate, impossibilitati a pregare sulle tombe dei propri defunti, perchè posizionate ai piani alti.

Allegati

31/ott/2005 12:40:05 associazione acusp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Eccezionale l'adesione alla petizione popolare dell'Acusp ( indirizzata al Sindaco del Comune di Napoli, Presidente Regione Campania, Cardinale Giordano). Oltre 765 firme nella sola giornata di ieri, domenica 30 ottobre; adesioni raccolte solo dalle ore 10,00 alle 13,00, ma non tutti i moduli in possesso dei coordinatori Acusp sono ancora giunti alla sede operativa dell'Associazione Contribuenti Utenti Servizi Pubblici,per chiedere ascensori nei cimiteri, abbattute le barriere architettoniche per favorire la mobilità di persone d'età, cittadini diversamente abili, donne in stato di gravidanza, bambini, persone infortunate, impossibilitati a pregare sulle tombe dei propri defunti, perchè posizionate ai piani alti. L'iniziativa dell'Acusp si estenderà a tutta la regione Campania e da locale è diventata nazionale in occasione del Fiabaday; terza giornata nazionale per l'abbattimento delle barriere architettoniche, che ha visto la sede della Campania promuovere anche la prima guida pratica "Un mondo senza barriere", denunciando che oltre 11 milioni di cittadini sono prigionieri in casa per mancanza di ascensori nei palazzi privati e pubblici. Per questo obiettivo i soci Fiaba-Acusp della Campania hanno manifestato, lo scorso 2 ottobre giornata del Fiabaday, a Caivano per chiedere un ascensore per Yuri un ragazzo disabile prigioniero, che da oltre un anno non può uscire di casa proprio perchè non c'è uno ascensore nel suo palazzo. Ascensori, ma non solo:tapis roulant, scale mobili sono indispensabili per la mobilità dei cittadini diversamente abili,anziani sempre più numerosi, fortunatamente. Ma oltre a registrare il dato positivo che si vive di più, il Governo, le Regioni e le Istituzioni locali devono, con i fatti, dedicare maggiore attenzione e rispetto alle cosiddette categorie deboli e disabili in modo particolare
Il Presidente dell'Acusp e Responsabile Fiaba per la Campania
Dr Alfredo Capasso
3398697687
Acusp (associazione contribuenti utenti servizi pubblici)
Fiaba (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Archietettoniche)
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl