Contributi mutuo casa Provincia di Cremona

Scopo dell'iniziativa, presentata oggi presso la sede di Crema dal presidente della Provincia, Giuseppe Torchio, è agevolare l'inserimento dei "giovani" cittadini residenti nei comuni della Provincia di Cremona nella vita sociale, promuovendone il diritto all'abitazione.

22/mar/2009 09:00:01 www.contributicasa.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E’ stato emanato dalla Provincia il bando per l’acquisto della prima casa da parte dei giovani, che prevede un contributo diretto in denaro per abbattere il costo del mutuo. Le richieste dovranno essere depositate presso gli Uffici Urp di Cremona, Crema e Casalmaggiore entro le ore 12 del 20 aprile 2009. Scopo dell’iniziativa, presentata oggi presso la sede di Crema dal presidente della Provincia, Giuseppe Torchio, è agevolare l’inserimento dei “giovani” cittadini residenti nei comuni della Provincia di Cremona nella vita sociale, promuovendone il diritto all’abitazione.

Ha altresì lo scopo di incentivare l’incremento della popolazione residente nei comuni della provincia di Cremona al fine di sviluppare il tessuto socio economico urbano. A coloro che ne avranno diritto sarà assegnato un contributo “una tantum” per l’acquisto dell’abitazione principale nell’ambito del territorio provinciale da parte di cittadini residenti nei comuni della provincia di Cremona aventi un’età massima non superiore ai 40 anni alla scadenza del bando.

Tale limite è stato fissato per favorire maggiormente i giovani. “Oltre al voucher” spiega il presidente Torchio, “gli aventi diritto potranno ottenere anche ulteriori benefici: un tasso di interesse più basso grazie alla negoziazione collettiva che la Provincia effettuerà interpellando gli istituti di credito: il “monte mutui” complessivo permetterà ai singoli di ottenere condizioni di particolare favore rispetto alla negoziazione individuale; la possibilità di prevedere una garanzia da parte della Provincia per problemi imprevisti e imprevedibili dei beneficiari nel pagamento di una rata del mutuo. In questo periodo di recessione e di crisi ci pare un segnale importante ed un aiuto concreto”.

Gli alloggi dovranno rientrare nella categoria A2, (abitazioni civili non di lusso) con un valore massimo di 200mila euro. Ulteriori 50mila euro sul valore dell’abitazione saranno valutati a discrezione della Commissione fino a un massimo totale di 250mila euro. Il margine di discrezionalità affidato alla Commissione è legato al differente valore degli immobili ne Comuni del territorio cremonese.

“E’ un’importante e tangibile iniziativa a favore dei giovani” aggiunge Denis Spingardi, assessore alle Politiche giovanili, “per questo motivo abbiamo posto uno “sbarramento” a 40 anni, non per penalizzare qualcuno, ma per favorire soprattutto i più giovani, che potranno contare su questo aiuto da parte della Provincia”.

Ad ogni domanda sarà attribuito un punteggio legato ai componenti del nucleo familiare (singolo, coppie, nubendi, figli o adulti a carico, presenza di soggetti portatori di handicap ecc) ed al reddito complessivo. Il contributo non potrà essere assommato ad altre erogazioni similare erogate da Regione e Comuni.

per approfondimenti vai su www.contributicasa.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl