Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lombardia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lombardia Tue, 21 Jan 2020 06:22:49 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/1 Vizzolo, 56enne arrestato per spaccio Fri, 20 Dec 2019 17:09:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612763.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612763.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Continua l’opera di repressione allo spaccio di stupefacenti nell’Alto Lodigiano da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Lodi.

Nella serata di ieri 19 dicembre, i Carabinieri del Capitano Michele Capone, dopo una serie di appostamenti e pedinamenti, sulle tracce di A.G. 56enne residente a Vizzolo Predabissi, sono entrati nell’abitazione dell’uomo subito dopo l’ingresso di un cliente che si era recato  lì per acquistare della cocaina.

I militari hanno arrestato in flagranza di reato il 56enne che, a seguito di perquisizione nell’abitazione, è stato trovato in possesso di 20 gr. di cocaina suddivisa in 10 dosi e di oltre ottocento euro in contanti ritenuti provento di spaccio. Nello stesso tempo l’acquirente, un 52enne, dello stesso Comune dell’arrestato è stato segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti alla Prefettura di Milano.

L’arresto di A.G. è stato convalidato nel pomeriggio odierno dal Tribunale di Lodi nel corso del rito direttissimo a seguito del quale è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.

The post Vizzolo, 56enne arrestato per spaccio appeared first on .

]]>
Vizzolo, 56enne arrestato per spaccio Fri, 20 Dec 2019 17:09:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612788.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612788.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Continua l’opera di repressione allo spaccio di stupefacenti nell’Alto Lodigiano da parte dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Lodi.

Nella serata di ieri 19 dicembre, i Carabinieri del Capitano Michele Capone, dopo una serie di appostamenti e pedinamenti, sulle tracce di A.G. 56enne residente a Vizzolo Predabissi, sono entrati nell’abitazione dell’uomo subito dopo l’ingresso di un cliente che si era recato  lì per acquistare della cocaina.

I militari hanno arrestato in flagranza di reato il 56enne che, a seguito di perquisizione nell’abitazione, è stato trovato in possesso di 20 gr. di cocaina suddivisa in 10 dosi e di oltre ottocento euro in contanti ritenuti provento di spaccio. Nello stesso tempo l’acquirente, un 52enne, dello stesso Comune dell’arrestato è stato segnalato quale assuntore di sostanze stupefacenti alla Prefettura di Milano.

L’arresto di A.G. è stato convalidato nel pomeriggio odierno dal Tribunale di Lodi nel corso del rito direttissimo a seguito del quale è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.

The post Vizzolo, 56enne arrestato per spaccio appeared first on .

]]>
22 dicembre. Uno “show party” con luci, sputafuoco e tanta musica: l’evento clou degli eventi natalizi di Codogno Fri, 20 Dec 2019 15:50:14 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612790.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612790.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Codogno – Emozioni, energia, adrenalina la faranno da padrone nell’ “ABCD party band – Music e Show” in programma come evento clou per i festeggiamenti natalizi di Codogno a cura del Comune, domenica 22 dicembre dalle ore 18:30 circa in piazza Cairoli (ingresso libero).

Otto gli artisti che daranno vita ad uno spettacolo per tutte le età e di sicuro effetto, con tanta musica ma anche pirotecnica, dance, show girl, sputafuoco, un led robot e giochi di luce, animando così l’atmosfera delle feste.

Durante lo stesso giorno, a partire invece dalle 16:00 fino alle 19:00 circa gli “Uva Rara”, cover band tra le più richieste del momento, si esibirà in via Roma (evento organizzato dall’Associazione Amici di Via Roma e Centro, Confcommercio con il patrocinio del Comune).

Continuano inoltre le iniziative della “Casetta Natalizia con distribuzione di frittelle” in piazza XX Settembre fino al 30 dicembre, a cura dall’Associazione Amici di Via Roma e Centro, ed i mercatini di Natale a cura dell’Associazione Mela Cotogna.

Infine, la tradizionale distribuzione di vin brulè sotto la loggia di piazza XX Settembre, è in programma per la vigilia di Natale dalle 20:00 fino alla mezzanotte, a cura dell’Associazioni Amici della Casa del Popolo.

«Anche quest’anno, grazie anche all’aiuto prezioso delle associazioni, Codogno fornisce un programma denso di eventi, affinché si possa vivere il periodo delle feste in allegria e spensieratezza e per augurarci tutti insieme un sereno Natale. Si tratta, inoltre, di iniziative sempre diverse per valorizzare il centro storico e la nostra città», commenta il sindaco Francesco Passerini.

The post 22 dicembre. Uno “show party” con luci, sputafuoco e tanta musica: l’evento clou degli eventi natalizi di Codogno appeared first on .

]]>
Lettere – Giovani Lega manifestano fuori da Parlamento Ue contro Mes Fri, 20 Dec 2019 15:39:09 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612801.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612801.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “Oltre cento giovani da tutta Italia intervenuti a Strasburgo, fuori dal Parlamento Europeo, per manifestare contro il Mes e contro le scelte sbagliate del governo Conte. Con la modifica del Mes l’Italia sta facendo una pessima figura, perdendo ogni credibilità'”. Così in una nota Isabella Tovaglieri e Alessandro Panza, europarlamentari della Lega, e Luca Toccalini, deputato della Lega e coordinatore federale Lega Giovani, a margine della manifestazione “No Mes”.

“Il Presidente Conte, insieme al suo governo Pd-M5s, vuole svendere completamente la sovranita’ nazionale, con un atteggiamento irresponsabile e scorretto: vogliono farci fare la fine della Grecia? – precisa la nota -. L’Italia é stata svenduta agli interessi delle cancellerie europee, che pur di non modificare il meccanismo del fondo hanno concesso a Conte un fittizio rinvio della firma in modo che l’imbarazzante discussione su un Mes non più modificabile non avvenga in occasione delle prossime tornate elettorali”.

La Lega continuerà a opporsi in ogni modo, mantenendo con coerenza la stessa identica posizione dal 2012: no Mes.

In rappresentanza della Lega Giovani del Lodigiano erano presenti Kristian Taglietti di Lodi Vecchio, il consigliere comunale Emanuele Gimondi di Montanaso Lombardo e Riccardo Felisi di Lodi.

Lega Giovani Lodigiano

 

The post Lettere – Giovani Lega manifestano fuori da Parlamento Ue contro Mes appeared first on .

]]>
Lettere – Banca Etica, la giunta Casanova aliena le quote Fri, 20 Dec 2019 15:31:14 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612803.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612803.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it L’amministrazione Casanova, ha optato per alienare le quote detenute dal Comune di Lodi pari allo 0.039% corrispondenti a circa 2600 euro, entro l’anno 2020, cosa, azione non condivisa dalla solita sinistra buonista. 

Sono tanti i Comuni che negli ultimi mesi hanno alienato le quote  come ad esempio Trieste o  Sassuolo o Selvazzano. Tale scelta credo sia dettata in primis dall’ idea che il Comune non sia un’ azionista, non è infatti funzionale nè strategico essere titolari di quote di una banca. Se consideriamo poi quello che Banca Etica ha fatto qualche mese fa, più convintamente sostengo che la scelta del Sindaco sia ancor più giusta. 

Nel mese di maggio, risultavano indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina il comandante e l’«armatore» di una nave sottoposta poi al sequestro. Se qualcuno avesse voluto investire in “Mare Jonio“, l’ultima trovata della sinistra in fregola di traffico di essere umani dal Nordafrica all’Italia, sarebbe stata una scelta non molto razionale. Non, evidentemente, per Banca Etica.

Fondata a Padova nel 1998, Banca Etica si propone di investire promuovendo progetti sociali sulla base di criteri quali “trasparenza, partecipazione, equità, efficienza, sobrietà, attenzione alle conseguenze non economiche delle azioni economiche”, si legge nello statuto.

Una sequela di dichiarazioni di principio che non sembrano aver però trovato cittadinanza nella realtà. Prova ne sia l’operazione con cui l’istituto ha aiutato la costituzione della Ong di Luca Casarini. Non indifferenti le cifre in gioco, specialmente per una banca dalle piccole dimensioni: 465mila euro. I quali sono stati erogati secondo la formula dello scoperto di conto corrente, per cui erano a disposizione nell’ipotesi in cui la successiva raccolta fondi (che la stessa Banca Etica ha supportato e coordinato) non avesse raggiunto la cifra necessaria.

A pesare è anche la natura del progetto. C’è chi chiede alla banca di rendere pubblici tutti i finanziamenti erogati alle Ong per valutare se chiudere il proprio conto, chi denuncia di non aver potuto ricevere un piccolo prestito nonostante ampie garanzie (a differenza di Casarini), chi, pur dichiarandosi ancora fiducioso in Banca Etica, sottolinea che il traffico di esseri umano non va sostenuto e chi, in ultimo, stava pensando di aprire un conto ma dopo questa “avventura” ha cambiato idea. L’augurio è che la sinistra possa essere più onesta nel raccontare ciò che è Banca Etica, visto che nel consiglio comunale dedicato al tema, l’episodio riportato è stato tralasciato, Banca Etica è anche questo! Quanto scritto credo sia più che sufficiente per far si che il Comune di Lodi alieni in maniera molto serena le proprie quote. 

Eleonora Ferri – Consigliere Comunale Lega Salvini Premier – Comune di Lodi 

The post Lettere – Banca Etica, la giunta Casanova aliena le quote appeared first on .

]]>
Aggressioni, danni e furti: la Questura chiude discoteca di Codogno Fri, 20 Dec 2019 15:26:36 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612766.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612766.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Il Questore di Lodi, su proposta dei Carabinieri di Codogno ed a seguito di un’articolata attività istruttoria a cura dalla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, ha emesso un provvedimento di sospensione della licenza ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza a carico di un noto locale sito a Codogno.

L’esercizio commerciale, una discoteca frequentata anche da minorenni, nel corso degli ultimi mesi era stata oggetto di numerosi interventi delle Forze dell’Ordine per preoccupanti episodi in cui sono stati coinvolti anche ragazzi di minore età, tra cui aggressioni, furti ai danni dei clienti ed una costante presenza di avventori gravati da precedenti.

In particolare l’1 dicembre i Carabinieri erano intervenuti presso il parcheggio del locale per sedare una rissa tra alcuni avventori.

Il 7 dicembre una ragazza minorenne è stata trasportata da un’ambulanza al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Codogno per un abuso etilico, dovuto all’assunzione di superalcolici all’interno del locale in questione.

Un altro cliente minorenne era stato aggredito da altri avventori del locale già in agosto, ricevendo 5 giorni di prognosi a seguito delle percosse ricevute.

Il provvedimento si è reso necessario ai fini di tutelare l’ordine pubblico e l’incolumità dei cittadini, con particolare riguardo ai minorenni.

Il locale resterà chiuso fino al 23 dicembre prossimo, e sarà anche in seguito costantemente monitorato.

The post Aggressioni, danni e furti: la Questura chiude discoteca di Codogno appeared first on .

]]>
Aggressioni, danni e furti: la Questura chiude discoteca di Codogno Fri, 20 Dec 2019 15:26:36 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612792.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612792.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Il Questore di Lodi, su proposta dei Carabinieri di Codogno ed a seguito di un’articolata attività istruttoria a cura dalla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura, ha emesso un provvedimento di sospensione della licenza ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza a carico di un noto locale sito a Codogno.

L’esercizio commerciale, una discoteca frequentata anche da minorenni, nel corso degli ultimi mesi era stata oggetto di numerosi interventi delle Forze dell’Ordine per preoccupanti episodi in cui sono stati coinvolti anche ragazzi di minore età, tra cui aggressioni, furti ai danni dei clienti ed una costante presenza di avventori gravati da precedenti.

In particolare l’1 dicembre i Carabinieri erano intervenuti presso il parcheggio del locale per sedare una rissa tra alcuni avventori.

Il 7 dicembre una ragazza minorenne è stata trasportata da un’ambulanza al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Codogno per un abuso etilico, dovuto all’assunzione di superalcolici all’interno del locale in questione.

Un altro cliente minorenne era stato aggredito da altri avventori del locale già in agosto, ricevendo 5 giorni di prognosi a seguito delle percosse ricevute.

Il provvedimento si è reso necessario ai fini di tutelare l’ordine pubblico e l’incolumità dei cittadini, con particolare riguardo ai minorenni.

Il locale resterà chiuso fino al 23 dicembre prossimo, e sarà anche in seguito costantemente monitorato.

The post Aggressioni, danni e furti: la Questura chiude discoteca di Codogno appeared first on .

]]>
Start up innovative: continua la crescita. Bene Lodi con +23% Wed, 18 Dec 2019 16:05:56 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612817.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612817.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Continua la crescita esponenziale per le start up innovative, che superano ora in Italia le 10mila unità a ottobre 2019, con Milano che si colloca in vetta alla classifica italiana, confermandosi città a elevato tasso di innovazione, con il 20% circa delle start up innovative del Paese.

Dichiara Vincenzo Mamoli, Presidente della Consulta del Lodigiano: “Puntare sui giovani e sulle idee innovative è uno degli asset strategici che la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi si pone  e intende perseguire anche attraverso una fase di  accompagnamento e di fornitura di servizi al “fare impresa”. Contribuire a far nascere nuove imprese sempre più innovative, affiancarle nella loro crescita affinchè si possano strutturare  più velocemente, migliorare le attività manageriali e finanziarie, rappresenta un obiettivo primario. I numeri in generale e i successi imprenditoriali di alcune di loro ci dicono che il nostro contributo è stato positivo”.

I numeri. Secondo i dati elaborati dall’ufficio Studi, Statistica e Programmazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, aggiornati al mese di ottobre 2019, in provincia di Lodi le start up innovative sono cresciute – rispetto al mese di gennaio 2018 – del 23%, raggiungendo quota 26 unità iscritte nella apposita sezione del Registro Imprese.

A Milano sono ben 1.982 le giovani start up, 2.107 considerando il territorio aggregato di Milano Monza Brianza Lodi, in aumento del 43% rispetto al mese di gennaio 2018. In quest’area sono localizzati i tre quarti (76%) delle start up innovative lombarde, il 20% di tutte quelle italiane. In particolare, significativo l’incremento registrato a Monza Brianza a partire dal 2018, pari a +54%. Forte la crescita anche a Milano (+43%).  

La Lombardia è la regione più popolosa con 2.789 unità, pari al 26% delle start up nazionali. In tutta Italia il numero delle start up innovative è cresciuto in modo esponenziale dal 2012 al 2015, per poi avere una fase di assestamento ma sempre con aumenti significativi fra il 2016 e il 2019. Tra il mese di gennaio 2018 e ottobre 2019 un nuovo significativo incremento con un +26%.

Settori. Secondo quanto si evince dagli ultimi dati diffusi dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, la gran parte delle start up innovative opera nel terziario (oltre 8 imprese su 10 nel comprensorio di Milano Monza Brianza Lodi), a seguire nei settori dell’industria e artigianato (11% del totale start up), mentre sono meno diffuse nel commercio e negli altri settori. A livello nazionale il 14 % delle start up innovative è ad alto valore tecnologico; più nel dettaglio, sono i servizi avanzati a prevalere, la produzione di software e i servizi informatici; seguono le attività legate alla ricerca scientifica e sviluppo. Fra le startup industriali, a imporsi sono sempre i settori a media e alta tecnologia, come la fabbricazione di computer, apparecchiature elettroniche e macchinari.

A Lodi primeggiano le imprese attive nell’ambito dei servizi (21), seguite a distanza da quelle del settore industriale e artigiano (3) e dal commercio (2).

Caratteristiche delle startup innovative. Le startup innovative sono società di capitale con precise caratteristiche: non devono essere nate da fusioni, scissioni o cessioni, devono essere costituite da meno di 60 mesi e avere un fatturato non oltre i 5 milioni di euro; non possono distribuire utili, l’oggetto sociale deve riguardare lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico. Sono inoltre tenute a rispettare almeno uno dei seguenti requisiti: le spese in ricerca e sviluppo devono essere superiori al 15 per cento del maggior valore tra costi e valore totale della produzione; devono impiegare, come dipendenti o collaboratori (in misura pari ad almeno un terzo della forza lavoro), personale in possesso del dottorato di ricerca o che abbia svolto almeno tre anni di attività di ricerca, o, in alternativa è necessario che almeno i due terzi del personale sia in possesso della laurea magistrale; l’impresa deve essere titolare, depositaria o licenziataria di almeno un brevetto. L’iscrizione nell’apposita sezione del Registro delle Imprese – attiva dal 2013 – prevede una serie di agevolazioni e vantaggi rispetto all’inquadramento contrattuale e alla remunerazione dei lavoratori, all’esonero da alcune forme di tassazione, a incentivi fiscali e possibilità di utilizzare l’equity crowdfunding.

The post Start up innovative: continua la crescita. Bene Lodi con +23% appeared first on .

]]>
Bilancio regionale. Pravettoni: “Per i cittadini lombardi meno tasse e più servizi” Wed, 18 Dec 2019 15:49:34 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612804.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612804.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “Regione Lombardia taglia le tasse e aumenta i servizi, una gestione virtuosa che meriterebbe più attenzione e che giustifica e motiva la nostra richiesta di autonomia, certi che sapremmo gestire in modo migliore la cosa pubblica restituendo ai cittadini lombardi servizi ancora più efficienti”. Così Selene Pravettoni, consigliere regionale della Lega al Pirellone interviene commentando il Bilancio di Previsione 2020-2022 approvato oggi dal Consiglio Regionale Lombardo.

“Tra gli emendamenti del Gruppo Lega che portano la mia firma – prosegue Pravettoni –  vorrei sottolineare le novità che riguardano il bollo auto, che verrà ridotto del 15% per i cittadini lombardi che scelgono la domiciliazione bancaria nonché l’esenzione triennale per l’acquisto di una nuova auto a benzina EURO 5 o 6. A questo proposito, proseguono anche gli incentivi attraverso il bando “rinnova veicoli” finalizzato alla concessione di contributi per la sostituzione di autoveicoli inquinanti con veicoli a basso impatto ambientale a favore delle micro, piccole e medie imprese. 

Nella direzione di favorire la vitalità dei centri storici vanno invece gli emendamenti che riguardano l’esenzione triennale dell’IRAP per i nuovi insediamenti nei comuni capoluogo e per le imprese commerciali di vicinato o attività artigianali con vendita nei medesimi locali di produzione dei beni, situati nei piccoli comuni sotto i 15.000 abitanti. 

Sottolineo, inoltre, l’impegno di 2 milioni di euro per l’adeguamento, la riqualificazione e la realizzazione di  impianti sportivi.

Infine, in qualità di componente della commissione Sanità e Politiche Sociali, ho firmato con convinzione un importante emendamento che stanzia 200 milioni di euro per potenziare il programma regionale degli investimenti in sanità per l’anno 2020. Una cifra significativa che riguarderà tutte le ASST lombarde e che dimostra il costante impegno di Regione Lombardia in ambito sanitario”.

The post Bilancio regionale. Pravettoni: “Per i cittadini lombardi meno tasse e più servizi” appeared first on .

]]>
Lettere – Il principio di equità voluto dalla Lega è ora inconfutabile e sacrosanto Wed, 18 Dec 2019 15:43:13 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612805.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612805.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Gentile direttore

Approfittiamo delle colonne del suo giornale per ricordare, anche ai più distratti, che l’istituzione del Reddito di Cittadinanza è una misura introdotta su forte volontà del Movimento Cinque Stelle e che, durante l’esperienza di governo gialloverde, è stata avallata dal nostro movimento, la Lega, in rispetto all’accordo programmatico sul quale si basava l’esistenza del governo stesso. È altresì risaputo che sin dall’inizio dell’esame del provvedimento vi era la volontà del Movimento Cinque Stelle di estendere il Reddito di Cittadinanza anche ai non detentori di cittadinanza, quindi anche a tutti i cittadini extracomunitari, aspetto ritenuto contradditorio invece dalla Lega, ma approvato per le ragioni di cui sopra.

In fase di esame parlamentare si arrivò però a stabilire e ad approvare, da parte dell’allora maggioranza gialloverde, che, in ossequio al vigente Decreto del Presidente della Repubblica numero 445 del 2000, fosse necessario documentare da parte dei cittadini extracomunitari i redditi e i patrimoni non verificabili dalle autorità italiane. Apposito e successivo decreto avrebbe stabilito quali paesi di provenienza esentare per oggettive impossibilità. Per la Lega, ciò fu un positivo “punto di caduta” perché sancì, con normativa nazionale, la validità di un principio sostenuto con forza sia sul piano politico che su quello amministrativo da tanti enti locali. Tale principio trova oggi conferma della sua validità nella scelta del governo giallorosso (PD-M5S-LEU-IV), il governo più di sinistra mai esistito, che, anziché abrogare la norma con un tratto di penna rossa come avrebbe potuto facilmente fare, l’ha mantenuta tale e quale come scritta dalla precedente maggioranza: la conferma che gli extracomunitari debbano presentare la documentazione del paese di provenienza è un fatto politico estremamente rilevante anche sul piano giuridico.

Per quanto attiene al decreto sui “paesi impossibili” emanato dal neo ministro del Lavoro Nunzia Catalfo e dall’attuale ministro degli esteri, già del Lavoro, Luigi Di Maio, preme segnalare innanzitutto che esso attiene unicamente al patrimonio immobiliare e nulla definisce (si dovrà attendere un secondo decreto?) per quanto riguarda la situazione reddituale. Per quanto concerne l’elenco dei paesi individuati evidenziamo, sempre ai più distratti, che il decreto, che consigliamo di leggere in tutte le sue parti, precisa che tale identificazione avviene in “prima applicazione”, attingendo l’elenco da un database di un’organizzazione legata alle Nazioni Unite che nasce per ben altro scopo e da cui sono, quantomeno curiosamente, escluse nazioni extra-UE quali Stati Uniti, Canada, Australia, Norvegia. Nel decreto, fatto ancor più importante,  è scritto ben chiaro che l’elenco dovrà essere integrato con le informazioni reperite tramite rete diplomatica. Siamo quindi ben lungi dalla conclusione dell’iter, l’unico punto fermo è che il principio di equità voluto dalla Lega è ora inconfutabile e sacrosanto.

Sezione Lega-Salvini Premier Lodi

The post Lettere – Il principio di equità voluto dalla Lega è ora inconfutabile e sacrosanto appeared first on .

]]>
Compra cellulare online, ma riceve pacco vuoto. Madre e figlia denunciate per ricettazione Wed, 18 Dec 2019 14:34:54 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612770.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612770.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Due donne, la 54enne D.L.M. e la 39enne M.V., rispettivamente madre e figlia conviventi, residenti a Zelo Buon Persico, sono state deferite dai Carabinieri alla Procura della Repubblica di Lodi perché trovate in possesso di un telefono cellulare di ultima generazione, compendio di furto.

Le indagini hanno preso il via da una segnalazione pervenuta ai militari di Zelo da quelli di Pavia, che il 6 marzo scorso hanno ricevuto la denuncia di furto da parte di C.F., un 20enne residente in quella provincia, al quale il telefono era stato rubato in circostanze alquanto “strane”. Il ragazzo ha denunciato, infatti, di aver acquistato il cellulare on-line, su Amazon, pagando l’importo di 190 € e indicando come indirizzo di consegna quello della nonna, abitante in un paesino della stessa provincia pavese. Verso la fine del trascorso mese di febbraio, però, suo malgrado, C.F. ha scoperto che il pacco che doveva contenere il cellulare, spedito da Amazon, era stato regolarmente consegnato a mezzo corriere a casa della nonna, risultando però vuoto, nonostante qualcuno, avesse firmato digitalmente per ricevuta. Gli accertamenti svolti in sinergia tra i Carabinieri di Zelo Buon Persico e quelli di Pavia hanno indirizzato le ricerche proprio verso il comune lodigiano, questo perché l’analisi del tabulato dell’IMEI ha evidenziato con ragionevole certezza che a usufruirne fossero le due donne, a casa delle quali, infatti, i Carabinieri di Zelo B.P. nel corso di una perquisizione domiciliare delegata, hanno appunto rinvenuto il cellulare rubato, che è stato sottoposto a sequestro in attesa delle determinazioni della competente A.G. per la restituzione all’avente diritto.

The post Compra cellulare online, ma riceve pacco vuoto. Madre e figlia denunciate per ricettazione appeared first on .

]]>
Compra cellulare online, ma riceve pacco vuoto. Madre e figlia denunciate per ricettazione Wed, 18 Dec 2019 14:34:54 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612794.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612794.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Due donne, la 54enne D.L.M. e la 39enne M.V., rispettivamente madre e figlia conviventi, residenti a Zelo Buon Persico, sono state deferite dai Carabinieri alla Procura della Repubblica di Lodi perché trovate in possesso di un telefono cellulare di ultima generazione, compendio di furto.

Le indagini hanno preso il via da una segnalazione pervenuta ai militari di Zelo da quelli di Pavia, che il 6 marzo scorso hanno ricevuto la denuncia di furto da parte di C.F., un 20enne residente in quella provincia, al quale il telefono era stato rubato in circostanze alquanto “strane”. Il ragazzo ha denunciato, infatti, di aver acquistato il cellulare on-line, su Amazon, pagando l’importo di 190 € e indicando come indirizzo di consegna quello della nonna, abitante in un paesino della stessa provincia pavese. Verso la fine del trascorso mese di febbraio, però, suo malgrado, C.F. ha scoperto che il pacco che doveva contenere il cellulare, spedito da Amazon, era stato regolarmente consegnato a mezzo corriere a casa della nonna, risultando però vuoto, nonostante qualcuno, avesse firmato digitalmente per ricevuta. Gli accertamenti svolti in sinergia tra i Carabinieri di Zelo Buon Persico e quelli di Pavia hanno indirizzato le ricerche proprio verso il comune lodigiano, questo perché l’analisi del tabulato dell’IMEI ha evidenziato con ragionevole certezza che a usufruirne fossero le due donne, a casa delle quali, infatti, i Carabinieri di Zelo B.P. nel corso di una perquisizione domiciliare delegata, hanno appunto rinvenuto il cellulare rubato, che è stato sottoposto a sequestro in attesa delle determinazioni della competente A.G. per la restituzione all’avente diritto.

The post Compra cellulare online, ma riceve pacco vuoto. Madre e figlia denunciate per ricettazione appeared first on .

]]>
Supermercati e territorio. Baffi: “La Regione si attivi per tutelare i punti venditi di Codogno e San Rocco” Wed, 18 Dec 2019 08:59:47 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612809.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612809.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “In attesa che si definiscano modalità e tempistiche del passaggio dei punti vendita Auchan alla catena Conad, ci sono i 200 lavoratori dell’ex Auchan di San Rocco al Porto e, soprattutto, i 70 lavoratori dell’ex IperSimply di Codogno che vivono nell’incertezza del loro futuro. Mi sono attivata in Consiglio regionale, chiedendo con una mozione urgente – votata in aula nella giornata di ieri – che Regione Lombardia si faccia parte attiva, insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, affinché vengano garantite la rete di vendita, la tutela dei livelli occupazionali e le attuali condizioni contrattuali dei lavoratori coinvolti. Ho chiesto, inoltre, che vengano attivate tutte le possibili politiche attive del lavoro, a partire dalla Dote Unica Lavoro e dalle Azioni di Rete per il Lavoro, nel caso non si riuscisse a preservare l’intero perimetro occupazionale.”

Lo afferma in una nota Patrizia Baffi, Consigliera regionale di Italia Viva.

The post Supermercati e territorio. Baffi: “La Regione si attivi per tutelare i punti venditi di Codogno e San Rocco” appeared first on .

]]>
Supermercati e territorio. Baffi: “La Regione si attivi per tutelare i punti venditi di Codogno e San Rocco” Wed, 18 Dec 2019 08:59:47 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612818.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612818.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “In attesa che si definiscano modalità e tempistiche del passaggio dei punti vendita Auchan alla catena Conad, ci sono i 200 lavoratori dell’ex Auchan di San Rocco al Porto e, soprattutto, i 70 lavoratori dell’ex IperSimply di Codogno che vivono nell’incertezza del loro futuro. Mi sono attivata in Consiglio regionale, chiedendo con una mozione urgente – votata in aula nella giornata di ieri – che Regione Lombardia si faccia parte attiva, insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, affinché vengano garantite la rete di vendita, la tutela dei livelli occupazionali e le attuali condizioni contrattuali dei lavoratori coinvolti. Ho chiesto, inoltre, che vengano attivate tutte le possibili politiche attive del lavoro, a partire dalla Dote Unica Lavoro e dalle Azioni di Rete per il Lavoro, nel caso non si riuscisse a preservare l’intero perimetro occupazionale.”

Lo afferma in una nota Patrizia Baffi, Consigliera regionale di Italia Viva.

The post Supermercati e territorio. Baffi: “La Regione si attivi per tutelare i punti venditi di Codogno e San Rocco” appeared first on .

]]>
Lodi. Torna La Tribù di Natale – Centro ricreativo per bambini durante le vacanze di Natale! Tue, 17 Dec 2019 14:44:34 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612795.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612795.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Torna La Tribù di Natale – Centro ricreativo per bambini durante le vacanze di Natale!

Quando: 23, 24, 27, 30, 31 dicembre 2019 e 2, 3 gennaio 2020; dalle 7.30 alle 17.30

Dove: Spazio ex Bruco presso la scuola Cabrini in Corso Archinti a Lodi

Chi: Bambini dai 3 agli 11 anni

Torna anche quest’anno il centro ricreativo La Tribù di Natale, uno spazio di libera espressione con laboratori creativi per bambini, a cura della cooperativa Microcosmi.

Il costo sarà di solo 7 € al giorno, grazie al supporto di Regione Lombardia e del Comune di Lodi.

Sarà possibile frequentare anche solo singoli giorni, con una formula flessibile per venire incontro alle diverse esigenze della famiglie. Mentre mamma e papà lavorano, i bambini vivranno esperienze che stimolano il pensiero creativo e occasioni per socializzare, attività ludico creative, manipolative, psicomotorie, giochi in libertà, sempre organizzati e coordinati da operatori con esperienza in diversi settori educativi e secondo un programma pedagogico appositamente elaborato.

Ai bambini sarà offerta l’opportunità di sviluppare abilità di socializzazione, educazione all’altruismo e abilità creative, divertendosi con i coetanei e diventando protagonisti attivi e in cui sentirsi liberi di dare sfogo alla propria fantasia.

La nostra proposta si basa su un programma di attività educative, ludiche e culturali che da anni proponiamo e conduciamo a Lodi per bambini e ragazzi, con una consolidata formula che coniuga attività legate alle arti espressive con il gioco. Nel corso della giornata si alterneranno laboratori di varia natura: artistico-creativi, riciclo creativo, psicomotori, corporei e ritmici, teatrali, di giocoleria e molto altro ancora.

I laboratori avranno tutti una durata proporzionale ai tempi più consoni all’età dei bambini e un grado di complessità e difficoltà calibrate sulle competenze dei singoli. Ciascuno deciderà in che modo portare il proprio apporto al lavoro del gruppo.

Il costo è di 7€ al giorno; è prevista anche la possibilità della mensa (a 5€ al giorno) oppure pranzo al sacco.

Per ragioni organizzative è necessario iscriversi: per info e iscrizioni: Tel: 366/5912775; bambini@microcosmi.it

www.microcosmi.it

The post Lodi. Torna La Tribù di Natale – Centro ricreativo per bambini durante le vacanze di Natale! appeared first on .

]]>
Borghetto, arrestato 50enne professionista del crimine Tue, 17 Dec 2019 14:40:41 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612773.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612773.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it I Carabinieri di Borghetto Lodigiano hanno arrestato un 50enne marocchino, E.A., già sottoposto ai domiciliari in una comunità terapeutica della provincia, colpito dal provvedimento di “revoca del decreto di sospensione di ordine carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo”, emesso il 26 novembre 2019 dalla Procura della Repubblica – Ufficio Esecuzioni Penali di Milano, dovendo scontare la pena di mesi 8 per il reato di rapina commessa a Milano il 3 febbraio del 2017 in danno di un supermercato, quando aveva anche provato a resistere all’arresto da parte delle forze dell’ordine intervenute.

L’arresto operato dai Carabinieri ha posto fine ad una lunga serie di gesta delinquenziali, dal momento che quello è solo l’ultimo tassello di un “puzzle” che nell’insieme evidenzia un spiccata intelligenza criminale del soggetto, che giunge in Italia ad inizio 2004 fissando il proprio domicilio a Milano rivelando immediatamente una personalità delinquenziale che lo ha portato a commettere numerosi reati, dalla sostituzione di persona ai reati contro la famiglia, concentrandosi per lo più sui reati predatori, messi a segno con una sfrontatezza tale da porlo nella condizione di fornire spesso generalità false creandosi appositamente “identità alternative”, ovvero, “alias”, propedeutiche al tentativo di eludere le investigazioni.

Adesso E.A. si trova a disposizione dell’A.G. nel carcere di Lodi.

The post Borghetto, arrestato 50enne professionista del crimine appeared first on .

]]>
Borghetto, arrestato 50enne professionista del crimine Tue, 17 Dec 2019 14:40:41 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612796.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612796.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it I Carabinieri di Borghetto Lodigiano hanno arrestato un 50enne marocchino, E.A., già sottoposto ai domiciliari in una comunità terapeutica della provincia, colpito dal provvedimento di “revoca del decreto di sospensione di ordine carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo”, emesso il 26 novembre 2019 dalla Procura della Repubblica – Ufficio Esecuzioni Penali di Milano, dovendo scontare la pena di mesi 8 per il reato di rapina commessa a Milano il 3 febbraio del 2017 in danno di un supermercato, quando aveva anche provato a resistere all’arresto da parte delle forze dell’ordine intervenute.

L’arresto operato dai Carabinieri ha posto fine ad una lunga serie di gesta delinquenziali, dal momento che quello è solo l’ultimo tassello di un “puzzle” che nell’insieme evidenzia un spiccata intelligenza criminale del soggetto, che giunge in Italia ad inizio 2004 fissando il proprio domicilio a Milano rivelando immediatamente una personalità delinquenziale che lo ha portato a commettere numerosi reati, dalla sostituzione di persona ai reati contro la famiglia, concentrandosi per lo più sui reati predatori, messi a segno con una sfrontatezza tale da porlo nella condizione di fornire spesso generalità false creandosi appositamente “identità alternative”, ovvero, “alias”, propedeutiche al tentativo di eludere le investigazioni.

Adesso E.A. si trova a disposizione dell’A.G. nel carcere di Lodi.

The post Borghetto, arrestato 50enne professionista del crimine appeared first on .

]]>
Caporalato nella logistica, sequestrati immobili anche a Lodi Tue, 17 Dec 2019 10:36:50 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612775.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612775.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it La guardia di finanza ha effettuato un maxi sequestro di 120 immobili tra Padenghe sul Garda e Manerba del Garda (Brescia), Camogli (Genova), Lodi, La Thuile (Aosta), Milano, Sauze di Cesana (Torino), nei confronti di un imprenditore 63enne della logistica, Giancarlo Bolondi. Sequestrati anche una polizza assicurativa e diversi conti correnti.
Le accuse sono di frode fiscale, riciclaggio e sfruttamento del lavoro, in particolare di “caporalato” nel facchinaggio.

L’uomo, residente in Svizzera e già ai domiciliari, è stato contestato dai magistrati di Pavia di essere stato a capo, tra il 2012 e il 2018, di un “network di consorzi e cooperative” attraverso il quale avrebbe anche “reclutato manodopera in condizioni di sfruttamento”, approfittando dello “stato di bisogno dei lavoratori, tenuti costantemente sotto la minaccia di perdere il lavoro”.

Il consorzio di Bolondi era “in grado di interfacciarsi sul mercato dell’outsourcing con i principali attori economici pubblici e privati”. Allo stesso tempo, almeno dal 2009, l’imprenditore avrebbe portato avanti, tra la Lombardia e il Lazio, “un sistema fraudolento di gestione delle attività economiche finalizzato a evadere le imposte”, affiancato “da un’attività di occultamento della provenienza illecita dei profitti”, con “schermi” societari e prestanome.

Il tutto, tra cui anche proventi di “truffe ai danni del sistema previdenziale e del mancato pagamento ai dipendenti del Tfr, poi riciclato “in investimenti immobiliari”. Solo nel “procedimento pavese”, si legge ancora nel decreto, si parla di imposte evase per “14 milioni di euro”.

 

The post Caporalato nella logistica, sequestrati immobili anche a Lodi appeared first on .

]]>
Caporalato nella logistica, sequestrati immobili anche a Lodi Tue, 17 Dec 2019 10:36:50 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612811.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612811.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it La guardia di finanza ha effettuato un maxi sequestro di 120 immobili tra Padenghe sul Garda e Manerba del Garda (Brescia), Camogli (Genova), Lodi, La Thuile (Aosta), Milano, Sauze di Cesana (Torino), nei confronti di un imprenditore 63enne della logistica, Giancarlo Bolondi. Sequestrati anche una polizza assicurativa e diversi conti correnti.
Le accuse sono di frode fiscale, riciclaggio e sfruttamento del lavoro, in particolare di “caporalato” nel facchinaggio.

L’uomo, residente in Svizzera e già ai domiciliari, è stato contestato dai magistrati di Pavia di essere stato a capo, tra il 2012 e il 2018, di un “network di consorzi e cooperative” attraverso il quale avrebbe anche “reclutato manodopera in condizioni di sfruttamento”, approfittando dello “stato di bisogno dei lavoratori, tenuti costantemente sotto la minaccia di perdere il lavoro”.

Il consorzio di Bolondi era “in grado di interfacciarsi sul mercato dell’outsourcing con i principali attori economici pubblici e privati”. Allo stesso tempo, almeno dal 2009, l’imprenditore avrebbe portato avanti, tra la Lombardia e il Lazio, “un sistema fraudolento di gestione delle attività economiche finalizzato a evadere le imposte”, affiancato “da un’attività di occultamento della provenienza illecita dei profitti”, con “schermi” societari e prestanome.

Il tutto, tra cui anche proventi di “truffe ai danni del sistema previdenziale e del mancato pagamento ai dipendenti del Tfr, poi riciclato “in investimenti immobiliari”. Solo nel “procedimento pavese”, si legge ancora nel decreto, si parla di imposte evase per “14 milioni di euro”.

 

The post Caporalato nella logistica, sequestrati immobili anche a Lodi appeared first on .

]]>
Fontana e Foroni, bilancio di un anno di protezione civile. Presentata “AllertaLOM”, l’app di info in caso di allerta Tue, 17 Dec 2019 07:46:27 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612778.html http://content.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/612778.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Si chiama ‘AllertaLOM’, e’ la ‘app’ per ricevere gli avvisi e le allerte della Protezione civile della Regione Lombardia. Uno strumento che si aggiorna con funzionalita’ evolute e garantisce un utilizzo ‘intuitivo’ e semplice.

‘AllertaLOM’ e’ stata presentata oggi dal presidente della Regione, Attilio Fontana, e dall’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, insieme ai rappresentanti del volontariato, ai quali il governatore lombardo ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento per il lavoro svolto.

“Purtroppo – ha detto Fontana – gli eventi, anche recenti, hanno fatto si’ che i vostri interventi venissero richiesti in misura sempre maggiore, ma voi vi siete dimostrati sempre all’altezza fornendo un contributo fondamentale e decisivo. Percio’ andate avanti cosi’, con l’impegno e la dedizione che vi hanno caratterizzato nelle operazioni svolte quest’anno”.

A CHI SI RIVOLGE – “Si tratta di una applicazione gratuita, ed e’ rivolta al mondo della Protezione civile, ai sindaci, ai presidenti di provincia, ai dipendenti di enti locali che si occupano di protezione civile, alle forze dell’ordine – ha ricordato l’assessore Foroni -. Oggi i sistemi di comunicazione ci garantiscono l’immediatezza stessa della notizia che e’ essa stessa prevenzione, comunanza di visione per affrontare le diverse situazioni”.

In particolare, la ‘app’ aggiorna sullo stato di allerta del territorio di proprio interesse, facilita la fruibilita’ e la comprensione delle informazioni tecniche, fornisce una visione dinamica su mappa delle previsioni e mostra l’evoluzione temporale degli effetti al suolo. La ‘app’ completa gli strumenti gia’ utilizzati, come il sito internet, per l’allertamento.

“Il complesso delle attivita’ – ha spiegato Roberto Soj, direttore centrale servizi Ict di Aria, societa’ della Regione Lombardia – che riguardano questi sistemi e’ tale che investe circa 13 mila destinatari per il numero di bollettini, variabile, che in un preciso momento debbono essere diramati”.

COSA CONTIENE LA APP – ‘AllertaLom’ contiene tutte le informazioni legate al monitoraggio delle situazioni, sui comuni o su tutta la regione, a seguire l’evoluzione su mappa dei livelli di allerta, a personalizzare la ricezione delle notifiche per cui ognuno puo’ configurare la propria situazione specifica, a ricevere notifiche push sull’emissione di allerte e a scaricare e consultare i documenti di allerta; utile anche per gli sciatori che possono informarsi in caso di allerta per valanghe. Il sito – www.allertalom.regione.lombardia.it – resta piu’ ricco per tutte le componenti di informazione storicizzate”.

2019, FORONI: UN ANNO MOLTO COMPLICATO – La presentazione della app e’ stata anche l’occasione per fare il punto sull’attivita’ 2019 che ha visto la Protezione civile lombarda impegnata su diversi fronti. “E’ stato un anno complicato – ha detto Foroni – con gli incendi boschivi che a cavallo dell’anno hanno colpito la nostra regione a nord e che hanno visto impegnati i nostri operatori dell’antincendio. Da maggio abbiamo avuto una serie di eventi calamitosi, susseguitisi nel tempo, con fenomeni atmosferici pesanti che hanno messo a dura prova i territori. I nostri volontari non si sono mai tirati indietro di fronte a qualsiasi necessita’ di intervento, pronti notte e giorni.

Insieme a loro voglio dire grazie agli operatori e ai funzionari regionali dell’assessorato e della Sala operativa, che hanno seguito con grande abnegazione il susseguirsi degli eventi. Un plauso va anche ai sindaci, primi recettori delle situazioni difficili, e alle comunita’ montane”.

Anche per questo, l’assessore Foroni ha voluto ringraziare il consigliere Viviana Beccalossi, presidente del Gruppo Misto in Consiglio regionale, presente all’incontro, per aver proposto, durante la discussione del ‘Bilancio’ regionale, in corso in queste ore, un emendamento, gia’ approvato, grazie al quale i volontari della Protezione civile lombarda non pagheranno piu’ le spese per le cure in Pronto soccorso in caso di infortunio durante il servizio.

UN ANNO DI PROTEZIONE CIVILE – Il bilancio di un anno di protezione civile poggia su queste cifre: 213 allerte emesse, 118 comunicazioni di codice giallo e 95 avvisi di criticita’ codice arancio e rosso, per complessivi 231 giorni di allerta (63% dell’anno). La Sala Operativa Regionale ha gestito 80 eventi, con 1445 segnalazioni di criticita’ legate ad eventi di maltempo, oltre a 1000 segnalazioni per problematiche ambientali.

A seguito degli eccezionali eventi di maltempo dell’ottobre-novembre 2018 (Tempesta VAIA) e in attuazione dell’Ordinanza 558/2018, sono stati attivati finora 515 interventi, per complessivi 41,7 Milioni di euro, di cui: 111 interventi (29,7 milioni di euro) per riduzione del rischio; 404 interventi in emergenza (12 milioni di euro); 3,7 milioni di euro destinati ai danni a privati e attivita’ produttive.

A seguito degli eventi metereologici del 11-12 giugno 2019, soprattutto nei territori di Brescia, Sondrio e Lecco, in attuazione dell’Ordinanza 598/2019 sono stati finora stanziati 5 milioni di euro. Per il sostegno e il potenziamento del volontariato di Protezione Civile, nel triennio 2019-2021 sono stati investiti oltre 3 milioni di euro, di cui 1,54 milioni di euro alle Organizzazioni di volontariato e 1,5 milioni di euro alle Colonne mobili Provinciali e della Citta’ Metropolitana.

Tra le novita’ 2020 l’assessore ha ricordato l’esenzione degli operatori di PC dal pagamento della quota di compartecipazione (ticket) sanitaria in caso di accesso al Pronto Soccorso per infortunio in servizio, l’esenzione dal pagamento della Tassa automobilistica per i mezzi di Protezione Civile intestati agli Enti Pubblici Territoriali e l’aumento dello stanziamento di 300 mila euro per il 2020 per l’antincendio boschivo (AIB); il Piano 2020 di interventi in attuazione dell’Ordinanza di Protezione Civile 558/2018 (Tempesta Vaia) per complessivi 47 milioni di euro.

“La grande forza della nostra protezione civile – ha detto in conclusione Foroni – e’ la capacita’ e la passione dei nostri volontari. Quando arriva una chiamata non e’ facile mollare tutto e dedicarsi alla comunita’. Non e’ mai scontato, se non dovesse esserci questo mondo noi non riusciremmo a sopperire a questo grande lavoro che viene svolto e che continuiamo a sostenere con risorse, interventi normativi e di aggiornamento tecnico professionale ad hoc”.

The post Fontana e Foroni, bilancio di un anno di protezione civile. Presentata “AllertaLOM”, l’app di info in caso di allerta appeared first on .

]]>