Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Sat, 22 Sep 2018 06:17:06 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/1 CORSO DI AVVIO AL BUDDHISMO TIBETANO A TRIESTE Tue, 18 Sep 2018 17:49:58 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/492224.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/492224.html Centro Buddhista Tibetano Sakya “Künga Chöling Centro Buddhista Tibetano Sakya “Künga Chöling Il Centro Buddhista Tibetano Sakya “Künga Chöling” di Trieste, impegnato nella pratica e diffusione del Buddhismo Mahayana, annuncia che il 9 ottobre 2018, alle 19.00, presso la sua sede in Via Marconi, 34, Trieste, organizza gratuitamente un corso di avvio al Buddhismo.

                   

Verranno offerti insegnamenti di filosofia, concentrazione e meditazione per avvicinarsi alle pratiche di compassione e gentilezza dello stesso Buddha. Il Corso può aiutarci a (ri)trovare la pace e l’armonia in noi stessi, vivendo meglio in questo mondo, spesso difficile da affrontare nelle sue sfide quotidiane.

 

Chi può partecipare e trarne beneficio? Tutte le persone interessate, dagli 8 anni sino oltre i 100 anni, anche senza nessuna conoscenza pregressa o particolare sull’argomento.

 

Il corso è gratuito.

La tessera di iscrizione annuale al Centro ha un costo di 20 euro.

 

Fra un centinaio tra membri e simpatizzanti, il Centro offre l’interessante possibilità di conoscere la cultura tibetana, offrendo, inoltre, scambi interreligiosi e incontri con le scuole. Non da ultimo, sostiene importanti iniziative solidali per salvaguardare il patrimonio del popolo tibetano.

 

 

Per informazioni e iscrizioni, è possibile telefonare al numero: 040571048 oppure scrivere a: sakyatrieste@gmail.com

 

Tutte le attività sono consultabili al sito: https://www.sakyatrieste.it/ 

]]>
Le principali malattie del gatto - Leucemia felina Tue, 18 Sep 2018 11:55:44 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/492177.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/492177.html Gatti Ragdoll Silmarilions Gatti Ragdoll Silmarilions La FELV è una forma di cancro tra le più comuni nei gatti, analizziamo come si contrae e quali sono le cure adatte

Malattia grave come negli umani, la Leucemia felina risulta molto frequente nei gatti e presenta cause differenti. Se risulta più facile per il gatto contrarla, sarà anche più semplice diagnosticarla repentinamente. Questo tipo di malattia non si cura, ma è possibile tenere a bada i sintomi, arginandoli con cure palliative e garantendo all'amico a quattro zampe una vita dignitosa. 

La FELV o Leucemia felina è una malattia contagiosa che colpisce il sistema immunitario, provocando una forte riduzione dei globuli bianchi e innescando pericolose conseguenze che vanno a minacciare gli altri organi. Se negli umani la Leucemia è un tumore, nei felini essa è da attribuirsi a un retrovirus che si insedia nelle cellule, riproducendo tante copie di sè. Ciò spiega come il sistema immunitario sia ingannato da questo virus e non consideri le cellule malate. 

Le principali malattie del gatto - Leucemia felina

A seconda delle tappe della malattia e del manifestarsi della sintomatologia, riscontriamo uno stadio transitorio, dormiente e conclamato. La mancanza di appetito, la perdita di peso possono essere dei campanelli di allarme della presenza della malattia. Mucose pallide, linfonodi gonfi e febbre sono sintomi che si ricollegano anche all'anemia, ecco perchè bisogna fare degli esami approfonditi rivolgendosi a un veterinario competente. Un prelievo di sangue serve a diagnosticare la positività o la negatività al virus.

Diagnosticata la patologia, il gatto potrà vivere dignitosamente anche altri 5-6evitare anni, aiutato dalle terapie impartitegli dal veterinario e somministrategli dai padroni. L'utilizzo di farmaci antiretrovirali hanno manifestato buoni risultati, anche se risultano molto costosi. Un occhio all'alimentazione, evitando di impartire al micio cibi crudi, rifuggendo dalle punture di pulci, serve a prevenire probabili infezioni scatenate dalle difese immunitarie basse. 

La Leucemia felina sembra che colpisca in particolar modo i gatti giovani. I soggetti più a rischio sono i mici che rientrano tra le 8 e le 9 settimane d'età. Anche i gatti che vivono in gruppo, quelli randagi che vivono all'aperto hanno più possibilità di ammalarsi. Il vaccino anti-FELV esiste ed è protettivo per l'80% dei casi. Esso non rientra nei vaccini obbligatori quindi spetta ai padroni degli amici a quattro zampe richiederlo se il gatto è FELV negativo.

]]>
Microchip per il cane ed anagrafe canina, cosa sapere Tue, 18 Sep 2018 11:48:58 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/492172.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/492172.html Veterinario Aleandri Veterinario Aleandri Il microchip del cane è quel dispositivo che ne permette la facile individuazione mediante lettura con apposito scanner.

E' stato introdotto nel nostro Paese nel 2004 e finora l'Italia è uno dei pochi Paesi europei in cui è obbligatorio.

Da allora, chiunque abbia un cane (ma anche un gatto) è obbligato a dotarlo di microchip sottocutaneo, che viene inserito da un medico veterinario mediante iniezione con un ago leggermente più grande del normale.

Il cane sente un piccolo fastidio iniziale dovuto proprio all'iniziezione e nei giorni successivo potrebbe continuare ad avere un leggero indolenzimento della parte interessata ma in poco tempo non sente più nulla.

Per favorire la lettura, è stato stabilito che tutti i microchip debbano essere inseriti sul lato destro del collo del cane, così chi è incaricato alla lettura può individuarlo con più facilità.

Il microchip può essere inserito sia dai medici che lavorano privatamente sia da quelli in forze alla ASL locale: il costo, in entrambi i casi, è equiparato ed è compreso tra i 20 e i 30 € a seconda che il costo della registrazione presso l'anagrafe canina sia incluso o escluso dalla tariffa.

Microchip per il cane ed anagrafe canina, cosa sapere

E' il prezzo di una comune visita veterinaria, una scelta dovuta per permettere a tutti di adempiere agli obblighi di legge.

Nel microchip vengono registrati i dati dell'animale utili per un suo riconoscimento, quindi il colore del pelo, il sesso e la razza eventuale.

Oltre a questi dati, però, non devono mai mancare nemmeno quelli del proprietario del momento dell'animale: i suoi estremi anagrafici, compresi quelli di residenza e di contatto, sono fondamentali per un migliore rintracciamento nel caso in cui il cane venga trovato da solo per strada.

Le guardie zoofile presenti in alcune città, così come i medici veterinari (nella maggior parte) sono dotati di uno scanner per la lettura del chip e questa è la prima operazione che viene fatta quando viene rinvenuto un cane.

A sinistra siringa per l'inoculo del microchip; a destro un lettore; in alto adesivi che riportano il numero di microchip.

In ragione di ciò, appare evidente che l'inserimento del chip nell'animale sia un deterrente molto forte contro il fenomeno del randagismo purtroppo dilagante nel nostro Paese, anche se negli ultimi anni sembra che la situazione stia leggermente migliorando.

Il microchip è sempre obbligatorio e stando alle disposizioni normative dev'essere inserito entro il compimento del secondo mese di vita, sia che l'animale sia già con il suo padrone, sia che l'animale si trovi ancora nell'allevamento in cui è nato.

In questo caso è un onere dell'allevatore, che deve comunque provvedere all'inserimento prima che il cane venga ceduto a terzi a qualsiasi titolo. In questi casi è necessario fare un passaggio di titolarità presso l'anagrafe canina, al costo di 8 € circa.

]]>
Vincere un Jackpot progressivo nei casino online Mon, 17 Sep 2018 06:01:42 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491981.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491981.html casinoautorizzati casinoautorizzati Le slot machine sono uno dei giochi di casinò online più giocati. Trovano il favore del pubblico soprattutto le slot machine online con jackpot progressivi. Vincere il jackpot progressivo più alto al casino online giocando alle slot machine è il sogno della maggior parte degli giocatori di slot machine.

Vincitori dei Jackpot Progressivi
Ogni mese nei casino online di tutto il mondo vengono distribuiti milioni di dollari ai fortunati vincitori dei jackpot progressivi delle slot machine. Importi che possono superare ai 10 milioni di dollari, e i nick names dei vincitori vengono pubblicati dai casino online che li hanno resi ricchi. Ammettiamolo, il sogno di tutti noi è quello un giorni di vedere il nostro nick name pubblicato in quella lista quello un giorni di vedere il nostro nick name pubblicato in quella lista.

Come Funziona un Jackpot Progressivo
I jackpot progressivi pi˘ generosi, sono quelli dove il network delle slot che partecipano ad aumentare il jackpot Ë composto da molte slot machines.
Una percentuale determinata di Ogni puntata che si effettua in una slot macine online con jackpot progressivo, viene accantonata e va ad alimentare il jackpot.
Cryptologic, Playetech e Microgaming, sono le azienda produttrici di software che hanno i network più rilevanti, composti da centinaia di slot machines.

Come Vincere ad una Slot Machine con Jackpot Progressivo
E' necessario avere un conto gioco e giocare alla slot machine online in modalità soldi veri.  A volte per attivare il jackpot è necessario giocare la puntata massima su tutte le linee di payout, ma questo dipende dalle slot. Suggeriamo quindi importante leggere il regolamento di ogni slot machine online con jackpot progressivo prima di inizia e a giocare.


Come si Vince un Jackpot Progressivo
Alcuni jackpot progressivi si vincono in modo casuale, altri invece sono innescati da una combinazione vincente che si deve verificare mentre si gioca alla slot machine.
In entrambi i casi, quando si vince un jackpot con una puntata minima, da un momento all'altro si diventa milionari.

Giocare alla slot machine online con Jackpot Progressivo
Su Casinolegali.net potrai trovare tutte le informazioni che desideri sui bonus delle èslot, i loro jackpot, i relativi payout, e i links per il download gratis delle migliori slot machine online disponibili per i giocatori italiani. Esiste anche una sezione dedicata all'AAMS e alle certificazioni, e una sezione sulle slot machine dei bar con trucchi e strategie.

]]>
fegato, un organo insostituibile Thu, 13 Sep 2018 16:45:45 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491789.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491789.html chiaramarina chiaramarina Aggiungi un posto a tavola: Tra bambù, aringhe e... ghiaccioli, il banchetto (da zoo) è servito Wed, 12 Sep 2018 16:34:11 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491551.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491551.html Redaclem Redaclem In occasione della Giornata Mondiale del Panda Rosso e della Giornata Mondiale del Rinoceronte, il Parco faunistico Le Cornelle organizza rispettivamente sabato 15 e sabato 22 settembre, due incontri di Educazoo, il format di informazione ambientale con cui conoscere più da vicino gli animali del Parco.

Il panda rosso, così chiamato per il caratteristico color ruggine, è originario della zona dell’Himalaya orientale, ma oggi sta andando incontro al declino del proprio habitat. Sono sempre meno, infatti, gli alberi nidificanti e i bambù, con una conseguente perdita della popolazione. Grazie alla cura di strutture professionali come i parchi faunistici, a molti di loro è data un’importante seconda possibilità di vita: a Le Cornelle, infatti, sono due i panda rossi presenti e partecipando a Educazoo non solo sarà possibile vederli ma anche conoscerli meglio. La Giornata Mondiale del Panda Rosso nasce infatti proprio per incoraggiare le persone a scoprire questa adorabile creatura, contribuendo a tutelare e a salvare il bioma in cui vive.

Anche il rinoceronte è una delle specie in pericolo, soprattutto a causa del bracconaggio. Questi enormi erbivori sono perseguitati per via del prezioso corno e secondo le stime dell’associazione Save The Rhino, dai 70 mila esemplari presenti nel 1970 in Africa, si è scesi oggi ad appena 20.500 esemplari di rinoceronte bianco e a poco meno di 5.000 rinoceronti neri. Nel 2010, il WWF Sudafrica ha istituito il World Rhino Day proprio per celebrare le 5 specie superstiti di rinoceronte (due africane e tre asiatiche) e per sensibilizzare rispetto alla loro salvaguardia. Un’iniziativa che ha presto fatto il giro del mondo, arrivando anche a Le Cornelle dove vivono tre esemplari di rinoceronti bianco, le femmine Lara e Shanny e il giovane Pancho, che si “presenteranno” agli ospiti del parco durante Educazoo.

Nel corso degli appuntamenti un biologo specializzato fornirà una descrizione scientifica della specie e risponderà alle domande dei presenti, mentre un keeper si occuperà di dar loro da mangiare: tra bambù, aringhe e ghiaccioli. Le giornate saranno così organizzate:

La Giornata Mondiale dei Panda Rossi:
- Ore 11: incontro presso l’area dei panda con somministrazione del pasto (frutta e bambù);
- Ore 12: incontro presso l’area degli elefanti Pinnawala con somministrazione di arricchimenti alimentari (frutta, verdura o bambù);
- Ore 14: incontro presso l’area scimmie Siamanghi con somministrazione di arricchimenti alimentari (a rotazione: frutta / verdura /semi / biscotti per primati e, in caso di particolare calura, ghiaccioli di yogurt o frutta);
- Ore 15: incontro presso l’area delle foche con somministrazione del pasto (aringhe e sprat);
- Ore 16: incontro presso l’area dei panda con somministrazione del pasto (frutta e bambù);

Giornata Mondiale del Rinoceronte:
- Ore 11: incontro presso l’area rinoceronti;
- Ore 12: incontro presso l’area degli elefanti Pinnawala con somministrazione di arricchimenti alimentari (frutta, verdura o bambù);
- Ore 14: incontro presso l’area scimmie Siamanghi con somministrazione di arricchimenti alimentari (a rotazione: frutta / verdura /semi / biscotti per primati e, in caso di particolare calura, ghiaccioli di yogurt o frutta);
- Ore 15: incontro presso l’area delle foche con somministrazione del pasto (aringhe e sprat);
- Ore 16: incontro presso l’area rinoceronti;

Gli incontri sono a fruizione libera senza necessità di iscrizione e compresi nel costo del biglietto.

Parco Faunistico Le Cornelle
Via Cornelle, 16, Valbrembo (BG)
www.lecornelle.it

]]>
Eureka! Discutere di scienza. Gli Orti Botanici della Lombardia dialogano su «Scienza & Societa’» Wed, 12 Sep 2018 14:52:04 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491522.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491522.html Redaclem Redaclem Un programma di incontri, ricerche, interviste su 7 item dalla sicurezza alimentare alla botanica forense. Inaugura il progetto il Giardino Botanico Alpino Rezia di Bormio

Sicurezza alimentare, biodiversità, specie aliene. Ma anche piante e salute, Genome editing, fitoalimurgia e botanica forense. Gli Orti Botanici che aderiscono alla Rete lombarda dialogano con il pubblico con il progetto «Scienza & Società». Sostenuto da Regione Lombardia, il progetto sarà declinato in sette temi con l’obiettivo di innescare processi di sensibilizzazione e responsabilità rispetto all’importanza delle piante per la vita di ogni comunità e al ruolo fondamentale della ricerca scientifica in campo botanico.

Il primo a partire con l’iniziativa è il Giardino Botanico Alpino Rezia di Bormio, nel Parco Nazionale dello Stelvio, che sottopone al pubblico un sondaggio preliminare sulla percezione e sulla conoscenza comune delle specie esotiche invasive. Perché alcune specie introdotte in una nuova area diventano invasive e altre no? Quali sono i fattori che possono determinare il successo della loro diffusione e quali potrebbero rappresentare un’immediata minaccia? Le azioni coinvolgeranno anche gli operatori turistici del territorio, i rifugisti e i gestori degli impianti di risalita per co-progettare azioni di sensibilizzazione nei confronti dei residenti, dei villeggianti e degli escursionisti. Obiettivo: realizzare e apporre nei rifugi, nelle stazioni degli impianti, nelle pro loco e negli alberghi, strumenti divulgativi con indicazioni su alcune delle specie aliene più significative, invitando tutti a osservare le specie stesse durante le passeggiate, segnalando all’Orto Botanico eventuali presenze mediante il GPS. Prenderà forma così una prima raccolta dati che servirà come base di ricerca per la realizzazione di nuovi exhibit, pannelli interpretativi e allestimenti dedicati. Per partecipare al sondaggio (primo step entro il 15 settembre): http://lombardia.stelviopark.it/portfolio/items/scienza-e-societa-definizione-e-potenziamento-del-ruolo-degli-orti-botanici-lombardi/

Ma ogni Orto botanico parteciperà al progetto trattando un tema nello specifico. L’Orto Botanico di Bergamo, partner italiano del progetto europeo Bigpicnic, si occuperà di sicurezza alimentare, raccogliendo dati sulle abitudini alimentari italiane e straniere, impostando un’attività educativa dedicata; l’Orto Botanico di Pavia si concentrerà sulla biodiversità, tema cruciale per la vita sul pianeta, evidenziando le possibili modalità di conservazione e promuovendo la campagna SEMiami piantami; l’Orto Botanico “G.E. Ghirardi” di Toscolano Maderno (BS) passerà in rassegna le piante della salute, facendo chiarezza su miscredenze popolari e rivalutando il ruolo fondamentale degli Orti botanici nella coltivazione e nello studio delle piante medicinali. Ancora, l’Orto Botanico di Brera si occuperà invece di una ricerca sul Genome editing, con attività di public engagement e una mostra realizzata dagli studenti con l’obiettivo di stimolare la curiosità e di raccogliere opinioni su un tema così complesso ma che riguarda il futuro di tutti noi; l’Orto botanico di Villa Carlotta curerà un progetto di taglio etnobotanico sulla fitoalimurgia, per raccogliere dati sulla conoscenza e sull’utilizzo di piante orticole e di specie spontanee alimentari nei Paesi d’origine. Infine, l’Orto Botanico Città Studi si occuperà di botanica forense, un tema nuovo e affascinante per il pubblico che potrà scoprire curiosità scientifiche e tecniche investigative con la guida degli studenti universitari che frequentano abitualmente l’Orto.

Info ulteriori sul programma sono disponibili sul sito della Rete degli Orti Botanici della Lombardia https://reteortibotanicilombardia.it.

La Rete degli Orti Botanici della Lombardia, è una Associazione non profit, che opera per favorire e promuovere le azioni degli Orti botanici aderenti.  Ne fanno parte: l’Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”; il Giardino Botanico Alpino “Rezia” di Bormio; gli Orti Botanici milanesi di Brera e Città Studi; l’Orto Botanico di Pavia; il Giardino Botanico “G.E Ghirardi” di Toscolano Maderno (BS); Villa Carlotta Museo e Giardino Botanico a Tremezzina (CO).  La Rete, nata nel 2002 per valorizzare e mettere in comune le reciproche esperienze, e costituitasi in Associazione nel 2009, si occupa inoltre della tutela, della conoscenza, della promozione e della valorizzazione del patrimonio culturale vegetale degli Orti Botanici, con particolare attenzione alla conservazione delle piante, alla divulgazione scientifica e alle attività educative. www.reteortibotanicilombardia.it

]]>
Come capire se si ha il diabete. Ecco quali sono i sintomi più frequenti Tue, 11 Sep 2018 12:25:42 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491791.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491791.html chiaramarina chiaramarina paracetamolo, adatto per neonati e donne in gravidanza Tue, 11 Sep 2018 12:25:41 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491420.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491420.html chiaramarina chiaramarina Imparare dalle piante: l’antico sapere e la nuova didattica dell’Orto Botanico di Pavia Mon, 10 Sep 2018 11:04:42 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491113.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491113.html Redaclem Redaclem Mercoledì 3 ottobre l’Open Day con la presentazione della nuova offerta formativa.

Con l’arrivo dell’autunno e il ritorno della scuola, l’Orto Botanico di Pavia, enciclopedia vivente sul mondo vegetale, apre le sue porte ad appassionati e curiosi. Giardini, serre e arboreti diventano luoghi prediletti del sapere e della conoscenza in cui intraprendere un percorso di alto valore formativo ed emozionale, a partire dall’open day in programma per mercoledì 3 ottobre, dalle 15 alle 18.

L’Orto, aderente alla Rete degli Orti Botanici della Lombardia, propone alle scuole di ogni ordine e grado un’offerta educativa di alto livello con tante novità per la stagione 2018 – 2019. Nei suoi spazi, infatti, convivono discipline come la botanica, le scienze, l’architettura, la storia, l’arte e l’innovazione tecnologica che con approcci diversi ne caratterizzano l’identità. I Giardini botanici sono aule a cielo aperto in cui è possibile conoscere e scoprire, con la guida di educatori formati, i segreti delle piante e delle loro affascinanti strategie. A Pavia è possibile farlo passeggiando tra il platano monumentale dello Scopoli, i roseti storici, il magico arboreto con diverse specie arboree ed arbustive, le ricche serre del Piermarini in cui vivono piante esotiche da frutto, aromatiche, da legno e ornamentali e le aiuole dedicate alle specie spontanee native. Le attività non si svolgeranno solo nel giardino ma anche alla Banca del Germoplasma vegetale, nella Riserva Naturale Integrale “Bosco Siro Negri” con il Centro Didattico Divulgativo, e nella Biblioteca della Scienza e della Tecnica.  

La proposta educativa è attiva per tutto l’anno e sarà possibile averne un assaggio partecipando all’open day del 3 ottobre dove saranno presenti i referenti e gli educatori in postazioni interattive a tema in cui insegnanti, dirigenti scolastici e genitori potranno confrontarsi sui contenuti e cimentarsi con alcuni materiali e strumenti, come mortai, lenti contafili, mapstiks, schede di campo, materiali vegetali e molto altro ancora.

Sarà illustrato il catalogo dell’offerta formativa che comprende proposte per tutti i gusti: le cassi che si iscriveranno alle attività potranno infatti frequentare il laboratorio di “giardinaggio intelligente” seminando specie autoctone, osservare e rappresentare microMacro paesaggi naturali, imparare a riconoscere gli alberi e gli arbusti con una speciale “caccia a squadre” o analizzare gli habitat dell’Orto, studiando i fiori e il processo di impollinazione. Ancora, si imparerà a identificare i “segni particolari” degli alberi e a ricostruirne la storia, si potranno estrarre i pigmenti da fiori, frutta e verdura per realizzare acquerelli naturali e si visiterà la Banca del germoplasma per approfondire due importanti filoni di ricerca quali la tutela della biodiversità delle piante autoctone e la biodiversità delle piante alimentari coltivate. E uno spazio speciale sarà dedicato alla Riserva Naturale Integrale “Bosco Siro Negri”, ecosistema preziosissimo che sarà analizzato con un laboratorio di ricostruzione del paesaggio e con un’escursione dedicata. 

Una novità riguarda inoltre l’offerta di visite in lingua inglese sotto il Platano ed infine, ma non ultimo per importanza, la Rete degli Orti Botanici della Lombardia e l’Orto botanico di Pavia sono a disposizione per concordare percorsi tematici personalizzati e corsi di aggiornamento per docenti su metodologie e contenuti specifici come il metodo IBSE – Inquiry Based Science Education - e l’approccio esperienziale hands-on nell’apprendimento attivo. Vie diverse, coinvolgenti e interattive, per immergersi completamente in un sapere «verde» e biodiverso. La nostra vita dipende dalle piante, per questo è importante conoscerle.

La Rete degli Orti Botanici della Lombardia, è una Associazione non profit, che opera per favorire e promuovere le azioni degli Orti botanici aderenti. Ne fanno parte: l’Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”; il Giardino Botanico Alpino “Rezia” di Bormio (SO); gli Orti Botanici milanesi di Brera e Città Studi; l’Orto Botanico di Pavia; il Giardino Botanico “G.E Ghirardi” di Toscolano Maderno (BS); Villa Carlotta Museo e Giardino Botanico a Tremezzina (CO). La Rete, nata nel 2002 per valorizzare e mettere in comune le reciproche esperienze, e costituitasi in Associazione nel 2009, si occupa inoltre della tutela, della conoscenza, della promozione e della valorizzazione del patrimonio culturale vegetale degli Orti Botanici, con particolare attenzione alla conservazione delle piante, alla divulgazione scientifica e alle attività educative. www.reteortibotanicilombardia.it

]]>
Uni.Party Thu, 06 Sep 2018 18:10:17 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/490833.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/490833.html Redaclem Redaclem La festa studentesca per salutare l’estate inizia con l’Urban Gaming “caccia alla foto”, prosegue con gustosi food truck e si chiude col concerto dei Pau Amma, Elefanti e Cornoltis nella suggestiva terrazza dell’Ex Collegio Baroni.

Molti gli appuntamenti che sono stati organizzati in questo anno speciale 2018, per festeggiare l’importante traguardo dei 50 anni di attività dell’Università degli studi di Bergamo. Eventi culturali, di riflessione, sportivi, musicali; è giunto ora il momento dedicato totalmente agli studenti e a tutti i giovani della città di Bergamo: Uni.Party.

L’imperdibile festa studentesca dell’Università avrà luogo nella splendida location della terrazza dell’ex collegio Baroni, sabato 29 settembre. L’occasione nasce per salutare l’estate all’insegna del gioco, del divertimento, del buon cibo e dell’ottima musica, dalle 16 alle 24 con ingresso libero e aperto a tutti.

Viviamoli insieme: è questo il motto che accompagna i nostri cinquant’anni di storia. Un invito alla condivisione che gli studenti hanno accolto e tradotto in un appuntamento organico e intelligente, in cui convivono anime diverse: quella di giovani che vogliono sperimentare il loro essere comunità al di fuori dello studio; quella di studenti intellettualmente curiosi anche nello svago; e infine quella di cittadini consapevoli della ricchezza del territorio che abitano – afferma il Rettore dell’Università degli studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini -. Come Rettore non posso che essere orgoglioso del loro percorso e di questa Università che sempre più si fa polo vitale capace di interpellare attivamente tutta la città”. 

Uni.Party si inserisce nelle celebrazioni dell’Ateneo per i 50 anni della sua Fondazione, rappresentando un momento di svago e di vivace condivisione culturale per gli studenti e non solo: grazie all’Urban Gaming si riscopriranno luoghi affascinanti e nascosti di città alta attraverso una competizione di abilità, logica, orientamento e cultura generale sulla storia di Bergamo, premiando le prime tre squadre classificate con premi offerti da Cisalfa e Ottica Skandia.

Uni.Party è il contributo degli studenti ai festeggiamenti del 50esimo anniversario di UniBg, volevamo creare un’occasione speciale per riscoprire la nostra storia e condividerla con tutti - afferma Andrea Saccogna, Rappresentante degli studenti -. Come all’università abbiamo fatto ricerca e abbiamo scoperto curiosità nascoste nel cuore di Bergamo così le abbiamo inserite in un urban gaming fotografico; una caccia alla foto dove passato e presente si incontrano ma soprattutto un’esperienza che gli studenti possono condividere con amici e cittadini. E poi, come ad ogni festa che si rispetti, non poteva mancare la musica! Ringraziamo gli artisti, e amici, che si sono messi a disposizione per offrire un grande concerto gratuito che chiuderà questa magnifica giornata.

L’iscrizione all’Urban Gaming è obbligatoria e gratuita e a tutti i partecipanti verrà data in omaggio la maglia ufficiale dell’evento e la gym bag con fantastici sconti Cisalfa e Ottica Skandia.

Per iscrizioni e maggiori informazioni visita il link https://50unibg.it/event/uni-party/

Ampio spazio in serata allo street food e alla musica! La suggestiva terrazza sarà allestita a festa con invitanti food truck e uno spettacolare palco musicale in cui si esibiranno tre band molto conosciute sul territorio: gli Pau Amma, gli Elefanti e i Cornoltis, pronti a coinvolgere e far ballare il pubblico fino allo scoccare della mezzanotte all’insegna della musica Indie, Underground, Psychedelic – Pop, Progressive, Rock e Punk-Rock.

 

Uni.Party è realizzata nell’ambito del 50° dell’Università degli Studi di Bergamo con il sostegno di:

Main partner: Ubi Banca, Gewiss, Siad, Italcementi, Pro Universitate.

Co parter: Sacbo.

Tutte le iniziative sono gratuite, per la Caccia alla foto è necessaria l’iscrizione sul portale www.50unibg.it

 

PROGRAMMA UNI.PARTY

Pomeriggio - URBAN GAMING

Partenza: Terrazza Ex Collegio Baroni– ore 16.00

Arrivo: Terrazza Ex Collegio Baroni

Tempo massimo per il completamento della gara: 2h

L’iscrizione è consentita solo a squadre composte da 3/4/5 persone

*Non è necessario essere studenti dell’Università di Bergamo, la sfida è aperta a tutti e senza limiti di età. La partecipazione di minori è consentita solo se accompagnati da almeno un genitore. Iscrizioni gratuite sul sito www.50unibg.it

 

Sera – FOOD TRUCK E CONCERTO GRATUITO

Presso la terrazza dell’Ex Collegio Baroni

Dalle ore 19.00 Food & Beverage > Ingresso libero

Dalle ore 20.30 Concerto Gratuito fino alle ore 24.00

 

GLI ARTISTI

PAU AMMA
Pau Amma è un progetto Psychedelic - Pop nato a Bergamo nel 2016, nella camera di Gregorio Manenti. La formazione viene completata nel gennaio 2018 con l'aggiunta di Andrea Moriggi, Giulio Mastropietro, Alessandro Seminati. Il sound sospeso e sognante, trae la sua ispirazione dalla psichedelia, dal progressive e dal cantautorato italiano degli anni 70. I Pau Amma iniziano la loro attività live nella primavera di quest'anno, 2018, aggiudicandosi a luglio il concorso Nuovi Suoni Live.

Gregorio Manenti (Chitarra, Tastiere, Cori)

Giulio Mastropietro (Voce, Tastiere)

Andrea Moriggi (Basso, Cori)

Alessandro Seminati (Batteria)

 

ELEFANTI
Elefanti è un progetto Indie - Underground che nasce dall’incontro tra Francesco “Shamble” Arciprete e Matteo “Teo” Belloli. Il gruppo si forma a tutti gli effetti nell’autunno 2015. Entrambi bergamaschi, i due musicisti hanno alle spalle precedenti esperienze prima di intraprendere la nuova avventura con il nome ELEFANTI. Nel giugno 2016 esce “NOI SIAMO ELEFANTI”, il loro primo disco. L’album è anticipato dal singolo “Nel Vortice (Non è facile)”, accompagnato da un suggestivo e adrenalinico videoclip diretto da Ivica Caglioni uscito, in esclusiva per Impatto Sonoro, il primo marzo del 2016.

Francesco "Shamble" Arciprete (Voce, Chitarra, Basso)

Matteo "Teo" Belloli (Batteria, Cori, Percussioni)

 

CORNOLTIS
I Cornoltis nascono nel 2008 e rappresentano ormai un caso più unico che raro nel panorama rock e punk-rock nazionale. Grazie ad un repertorio denso di ironia e a una sempre intensa attività live, si sono fatti conoscere raccogliendo consensi unanimi. Negli anni hanno condiviso il palco con band del calibro di Punkreas, Ricky e i suoi amichi (ex Aborti mancati), Persiana Jones, Dot Vibes, Sir Oliver Skardy (ex Pitura Freska), Mellow Mood, Fabio Testoni degli Skiantos, il Bepi, la Banda Osiris, Impossibili, Derozer, Raphael & Eazy Skankers, Statuto, Casino Royale, Kutso, Pornoriviste, Vallanzaska, Peter Punk, Rumatera, Ruggero dei Timidi, Nanowar of Steel e molti altri.

Collaudo Cornoltis (batteria)

Pisello Cornoltis (chitarra e voce)

Helena Cornoltis (basso e voce)

Bigiotteria Cornoltis (chitarra)

]]>
INVITO | Conferenza Stampa Vintage ai Carraresi - giovedì 13 settembre, ore 12, Ca' dei Carraresi (Treviso) Thu, 06 Sep 2018 11:46:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/490865.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/490865.html Giuliamaria Dotto - Pr, Comunicazione, Eventi Giuliamaria Dotto - Pr, Comunicazione, Eventi Gentilissimi,

con piacere siamo lieti di invitare la S.V. alla Conferenza Stampa di presentazione della terza edizione di 
Vintage ai Carraresi 
che si terrà
giovedì 13 settembre 2018 alle ore 12.00
presso
Ca’ dei Carraresi 
(Via Palestro 33/35, Treviso)

Interverrano per l’occasione: 

Mario Conte, Sindaco Comune di Treviso
Fernanda Li Volsi, curatrice della mostra - mercato “Vintage ai Carraresi"
Vic Caserta, ospite d’onore e curatore della mostra - evento collaterale “Lo straordinario mondo di Vic Caserta"

Ringraziandovi per il tempo dedicatoci e in attesa di un cordiale riscontro, 
porgiamo i nostri più cordiali saluti 

*****

Ufficio Stampa: Giuliamaria Dotto �“ Pr, Comunicazione, Eventi
Giuliamaria Dotto �“ info@giuliamariadotto.it · 347 9250482
Chiara Zarpellon �“ mail@giuliamariadotto.it · 333 3608020





]]>
Alimentazione curativa Wed, 05 Sep 2018 17:23:31 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491793.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491793.html chiaramarina chiaramarina Il mercato biologico in Italia è sempre più diffuso Wed, 05 Sep 2018 17:23:30 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491795.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491795.html chiaramarina chiaramarina Ginnastica per dimagrire Wed, 05 Sep 2018 17:23:29 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491797.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491797.html chiaramarina chiaramarina La passata di pomodoro cinese made in Italy….. Wed, 05 Sep 2018 17:23:28 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491422.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491422.html chiaramarina chiaramarina sunisite o semplice raffreddore Wed, 05 Sep 2018 17:23:27 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491426.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491426.html chiaramarina chiaramarina EX SALUMERIA 48 : LO SPEAKEASY DELL’AGRONOLANO. Mon, 03 Sep 2018 16:12:40 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/490375.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/490375.html Erreccì media Erreccì media Negli anni “20, o meglio in quel periodo storico conosciuto con l’appellativo “Proibizionismo”,  gli speakeasy erano locali “clandestini”. Oggi sono invece diventati un vero trend, e partendo da Roma e Milano, stanno conquistando anche le più piccole cittadine.

 

A Nola in provincia di Napoli da qualche anno Raffaele Spampanato, classe 1979, dopo anni di formazione ed esperienze in diversi locali, ha inaugurato “Ex Salumeria 48” .


L’amore per la sua città l’ha portato a investire in essa con un format completamente nuovo per la cittadina. È proprio il caso di affermare “Ha rischiato e ha vinto”.
 Il locale riscuote giorno dopo giorno grande successo soprattutto con esperti e appassionati del “mixology” .

 

L’ingresso in “Ex Salumeria 48” è già di se un’esperienza.

Ci si ritrova catapultati, in un luogo in cui presente e passato si fondono magnificamente. Mentre dall’altra parte i “barman” incantano i clienti con l’originalità del modo di preparare e servire drink esclusivamente ricercati. 

Si comincia dall’aperitivo e si finisce a tarda notte.
Su ogni tavolo sono presenti carte da gioco con le quali poter organizzare vere e proprie sfide. Si differenza dai tradizionali speakeasy per l’essere a “porte aperte”, ovvero non è prevista alcuna parola segreta che limiti l'accesso.
È un ambiente adatto in ogni stagione e perfetto per rilassarsi, giocare o semplicemente scambiare qualche chiacchiera bevendo una vera e propria pozione magica.
 

I cocktail di Raffaele Spampanato, non sono mai banali: sono studiati e realizzati per consentire alla clientela di “uscire felici mai ubriachi” come lui stesso spesso afferma.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UFFICIO STAMPA  : ERRECCÌ MEDIA  -  ROSA CATAPANO
-  mail.
rosa@todolab.it

BRANDING E COMUNICAZIONE TO DO LAB   srls 

Tel: 08 118548870 – mail. info@todolab.it





]]>
Quattro tipi di diabete. Quale sei tu? Mon, 03 Sep 2018 11:39:51 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491427.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491427.html chiaramarina chiaramarina Pelle e alimentazione Mon, 03 Sep 2018 11:39:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491430.html http://content.comunicati.net/comunicati/hobby_e_tempo_libero/varie/491430.html chiaramarina chiaramarina