Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Varie Wed, 18 Jul 2018 04:45:00 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/1 SC Johnson amplia la divulgazione degli ingredienti delle proprie fragranze e continua a essere leader nel settore per la trasparenza sugli ingredienti Tue, 17 Jul 2018 14:05:05 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486455.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486455.html Pr NewsWire Aziende Pr NewsWire Aziende
 

View in Browser

 

News From SC Johnson

Transmitted by PR Newswire for Journalists on July 17, 2018 02:00 PM CEST
 

SC Johnson amplia la divulgazione degli ingredienti delle proprie fragranze e continua a essere leader nel settore per la trasparenza sugli ingredienti

 
 

L'azienda è il primo grande produttore di beni di largo consumo a rivelare gli ingredienti delle proprie fragranze fino a quelli in concentrazioni dello 0,01%, in tutto il mondo

RACINE, Wisconsin, 17 luglio 2018 /PRNewswire/ -- Oggi SC Johnson ha annunciato di essere la prima grande azienda di beni di largo consumo a divulgare gli ingredienti delle proprie fragranze fino a quelli che costituiscono lo 0,01% della formula dei prodotti, in tutto il mondo e per l'intero portfolio di marchi. Questa scelta, che va al di là delle imposizioni di legge, porta avanti il percorso decennale con cui SC Johnson sta trasformando il settore relativamente alla trasparenza sugli ingredienti.    

"SC Johnson crede fermamente che i consumatori meritino di conoscere il contenuto dei prodotti che usano. Nel 2015 abbiamo iniziato a divulgare gli ingredienti delle fragranze dei singoli prodotti e da oltre un anno rendiamo pubbliche centinaia di ingredienti fino a concentrazioni dello 0,01%", ha affermato Kelly M. Semrau, Vicepresidente Senior per i Corporate Affairs Globali, la Comunicazione e la Sostenibilità. "Condividere maggiori informazioni sugli ingredienti dei prodotti è un bene per le famiglie ed è importante per l'intero settore. Siamo lieti di vedere che le altre aziende del settore stanno seguendo il nostro esempio, adottando le misure necessarie per una maggiore trasparenza."

SC Johnson ha iniziato il suo percorso di trasparenza come leader nel settore nel 2009, lanciando un sito web dedicato agli ingredienti, il primo nel suo genere: WhatsInsideSCJohnson.com. Nel 2012, l'azienda ha aggiunto un elenco completo degli ingredienti presenti nelle fragranze dei suoi prodotti. La gamma di fragranze di SC Johnson esclude circa 2.400 ingredienti che, pur rispettando gli standard del settore ed essendo legalmente in commercio, non soddisfano gli elevati standard dell'azienda.

Nel 2015, SC Johnson ha aggiunto nel proprio sito web l'elenco delle fragranze dei singoli prodotti. In caso di dubbi, i consumatori possono trovare su WhatsInsideSCJohnson.com le fragranze di tutti i prodotti SC Johnson, divisi per categorie. Nel 2016 l'azienda ha esteso il proprio programma di divulgazione all'Europa e nel 2017 è stato il turno dell'Asia. Entro la fine di quest'anno, il programma sarà avviato anche in America Latina.

Nel 2017, SC Johnson ha aperto ulteriori orizzonti rivelando per ciascun prodotto l'eventuale presenza di 368 allergeni cutanei. Questa scelta va oltre quanto imposto dalle normative dell'Unione Europea e degli Stati Uniti, dove non esistono regole che impongono la trasparenza sugli allergeni.

All'inizio di quest'anno, SC Johnson ha svelato i criteri scientifici alla base del suo programma Greenlist™, che regola la scelta degli ingredienti in un'ottica di protezione della salute umana e dell'ambiente.   

Per saperne di più sul programma Greenlist™ di SC Johnson e sull'impegno verso la trasparenza degli ingredienti, visitate il sito WhatsInsideSCJohnson.com o consultate il Report sulla sostenibilità, disponibile online all'indirizzo www.scjohnson.com/report.

Chi è SC Johnson

SC Johnson è un'azienda di famiglia che ha come obiettivi la realizzazione di prodotti innovativi e di alta qualità, l'eccellenza dei luoghi di lavoro e l'impegno a lungo termine nei confronti dell'ambiente e delle comunità in cui opera. Con sede centrale negli Stati Uniti, l'azienda è uno dei principali produttori al mondo di detergenti per la casa, prodotti per la conservazione domestica, deodoranti per ambiente, insetticidi e prodotti per scarpe, nonché di prodotti professionali. Commercializza marchi famosi come GLADE®, KIWI®, OFF!®, PLEDGE®, RAID®, SCRUBBING BUBBLES®, SHOUT®, WINDEX® e ZIPLOC® negli Stati Uniti e non solo; tra i marchi commercializzati al di fuori degli Stati Uniti, citiamo AUTAN®, TANA®, BAMA®, BAYGON®, BRISE®, KABIKILLER®, KLEAR®, MR MUSCLE® e RIDSECT®. Con i suoi 132 anni di storia, l'azienda genera vendite per un valore di 10 miliardi di dollari, dà lavoro a circa 13.000 persone nel mondo e vende i propri prodotti quasi in tutti i Paesi del mondo. www.scjohnson.com

Logo - https://mma.prnewswire.com/media/686230/SCJ_logo_Logo.jpg

CONTACT: SC Johnson Public Affairs uspublicaffairs@scj.com, (+1) 262-260-2440

Web Site: http://www.scjohnson.com

 
View in Browser
 
                                                           
]]>
KT sostiene l'espansione globale con la europea albis-elcon Tue, 17 Jul 2018 13:11:03 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486437.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486437.html Pr NewsWire Aziende Pr NewsWire Aziende
 

View in Browser

 

News From KT Corp.

Transmitted by PR Newswire for Journalists on July 17, 2018 01:07 PM CEST
 

KT sostiene l'espansione globale con la europea albis-elcon

 
 
  • Sottoscritto protocollo d'intesa con albis-elcon per l'espansione globale delle soluzioni GiGA
  • I due partner collaborano anche a iniziative commerciali congiunte per il 5G, per piattaforme, intelligenza artificiale, ecc.

SEOUL, Corea del Sud, 17 luglio 2018 /PRNewswire/ -- KT Corp. (KRX: 030200; NYSE: KT), la maggiore società di telecomunicazioni della Corea del Sud, è riuscita a fare una sortita di successo nei mercati europei e in altri mercati internazionali grazie alla collaborazione con albis-elcon, società tedesca che fornisce soluzioni e apparecchiature per reti.

La scorsa settimana le due società hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per una collaborazione strategica globale presso gli uffici di albis-elcon ad Hartmannsdorf, Germania. La cerimonia della firma è stata presenziata da direttori esecutivi senior, tra cui Kim Hyung-Joon, vice presidente esecutivo di KT e responsabile della Unità Aziendale Globale, e Werner Neubauer, Amministratore Delegato di albis-elcon.

Secondo quanto previsto dall'accordo, KT fornirà le proprie soluzioni GiGA e tecnologie innovative di ultima generazione a fornitori di servizi di comunicazione Europa e in altre parti del mondo utilizzando la rete commerciale globale del nuovo partner tedesco. Le soluzioni GiGA di KT stanno permettendo la diffusione dell'infrastruttura innovativa di quinta generazione (5G) grazie all'introduzione di tre tecnologie in patria e all'estero, tra cui GiGA Wire, GiGA WiFi e GiGA LTE.

"Questa collaborazione eccezionale tra KT e albis-elcon sarà un'importante caposaldo per la nostra penetrazione dei mercati europei e globali," ha dichiarato Kim. "Intensificheremo gli sforzi per espanderci all'estero con la nostra tecnologia GiGA oltre che con il 5G e con le nostre tecnologie più recenti, con piattaforme e soluzioni basate sull'IT."

Per poter essere pionieri insieme nel futuro della tecnologia wireless, KT e albis-elcon hanno anche concordato di perseguire congiuntamente opportunità commerciali nei settori della tecnologia wireless 5G, delle piattaforme basate sull'informatica, e dell'intelligenza artificiale (IA).

Il leader coreano delle telecomunicazioni è estremamente interessato a esportare la tecnologia cablata GiGA, che non richiede cavo ottico, nei Paesi europei. dove sono molti gli edifici vecchi e solidi a essere collegati con cavi in rame. La nuova tecnologia, sviluppata nel 2014, è in grado di offrire velocità prossime al gigabit su cavi in rame.

KT ha anche in programma di espandere le proprie vendite all'estero del GiGA WiFi in collaborazione con albis-elcon. Questa innovazione tecnologia è stata sviluppata inizialmente nel 2015 e offre una rete wireless con velocità vicine al gigabit per utenze domestiche e uffici.

La albis-elcon occupa un'ottima posizione come partner aziendale di KT, con 13 milioni di sistemi e apparecchiature di rete installate in oltre 40 Paesi. Offre una vasta gamma di prodotti e soluzioni per accesso su rame e banda larga in fibra, alimentazione da remoto su rete, gestione di reti e TV via Internet. Deutsche Telekom, Telecom Italia e Telefónica sono tra i 100 clienti plus della società.

"Prodotti e soluzioni nuove richiedono idee innovative, tecnologie solide e implementazioni dettagliate per garantire esperienze utente di primo livello. La notevole esperienza acquisita da KT ci consentirà di sostenere in modo attivo lo sviluppo delle reti future, tra cui la creazione di nuovi modelli aziendali e di eccellenza operativa per i nostri clienti," ha dichiarato Neubauer.

CONTATTI ORGANI DI STAMPA

Per informazioni, rivolgersi al nostro team per i rapporti con organi di stampa esteri inviando una mail a kt.fmrt@gmail.com

SIM Sung-Tae

Team Manager

+82(10)4489-0113

st.sim@kt.com  

LEE Ji-Young

Senior Manager

+82(10)4551-7035

chloe.jiyoung.lee@kt.com  

KANG Da-Som

Manager

+82(10)9777-2984

dasom.kang@kt.com  

Per maggiori informazioni visitare il nostro sito web in inglese: https://corp.kt.com/eng/

 

Foto - https://mma.prnewswire.com/media/718743/KT_albis_elcon.jpg

 

Web Site: https://corp.kt.com/eng

 
View in Browser
 
                                                           
]]>
Valfrutta vince il Brands Award 2018 con 100% Frullato Veggie Tue, 17 Jul 2018 12:57:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486430.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486430.html CENTRO STAMPA COMUNICAZIONE INTEGRATA CENTRO STAMPA COMUNICAZIONE INTEGRATA
 
 
 
Ai colleghi giornalisti
 
Inviamo in allegato comunicato stampa su Valfrutta vincitrice del Brands Award 2018 con 100% Frullato Veggie nel formato monodose in pet da 250 ml. Il premio �“ dedicato alle migliori marche di beni di largo consumo �“ è promosso ed organizzato da Gdoweek ed è stato assegnato per la categoria Bevande-Nuovi lanci, dove la grande innovazione del mix di frutta + verdura lanciata da Conserve Italia con il marchio Valfrutta, realizzata con materia prima selezionata e garantita, senza conservanti né coloranti, è risultata vincente.
 
A disposizione per eventuali chiarimenti.
 
Cordiali saluti.
 
 
 
Annalita Moruzzi
CENTRO STAMPA
Via Calzoni 1/3
40128 BOLOGNA
Tel. 051 373330
amoruzzi@centrostampa.net
]]>
LA “STRIPES MANIA” È IL TREND DELL’ESTATE 2018: LE RIGHE ISPIRANO CELEBRITIES, CHEF E DESIGNER Tue, 17 Jul 2018 10:45:30 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486379.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486379.html Matteo Gavioli Matteo Gavioli

Dalle sfilate ai piatti degli chef stellati, dall’arredamento al packaging, fino agli outfit di star e influencer. Sono le righe il must have della bella stagione, un trend consacrato al Pitti Uomo che esplode sui social, contagia tutti i settori ispirando perfino le maglie delle nazionali ai Mondiali. Orizzontali, verticali, diagonali, classiche alla marinara o coloratissime, rendono eleganti e vivaci piatti, abiti e complementi d’arredo.

 

Fate sapere alla zebra a pois che, ormai, non è più la “grande novità” che cantava Mina perché quest’estate a spopolare… sono le righe. Dalle tradizionali bianche e blu alla marinara, passando per quelle coloratissime effetto arcobaleno, arrivando a quelle che vedono alternarsi bianco e fresche nuance pastello: in tutto il mondo è scoppiata lastripes mania”. Che siano orizzontali, verticali o diagonali, le righe sono sinonimo di eleganza e vivacità e stanno rapidamente conquistano celebrities e influencer. A lanciarle nel mondo dell’abbigliamento fu uno “stilista” insospettabile: Napoleone Bonaparte. L’Imperatore d’Oltralpe, infatti, scelse di far indossare ai navigatori francesi una camicia bianca con ventuno fasce blu, una per ciascuna vittoria lui riportata. Trasformate in tendenza dalla visionaria Coco Chanel, le righe hanno attraversato i secoli, ma quest’anno più che mai hanno assunto il ruolo di protagoniste nel mondo della moda, del design e del food. Protagoniste indiscusse del 94° Pitti Immagine Uomo, le indossano celebrities e influencer del calibro di George Clooney, Chiara Ferragni e Mariano di Vaio. Nel settore del food, sono state scelte dal “Super Grissin de Milan” Vitavigor per le nuove Fashion Bustine e dallo chef stellato Matías Perdomo per rendere più sofisticata ed elegante la classica, ma intramontabile, cotoletta alla milanese. Le righe hanno ormai conquistato la vetrina delle tendenze, Instagram: sono oltre 7 milioni i post con l’hashtag #stripes e più di 400mila quelli sotto #striped. Un trend inarrestabile che ha contagiato anche Meghan Markle che alla finale di Wimbledon ha indossato proprio una camicia a righe degna della dilagante “stripes mania”.

 

È quanto emerge da uno studio condotto da Espresso Communication su oltre 40 testate internazionali dedicate a lifestyle, attualità e tendenze nei campi della moda, del food ma anche del design e dell’arte per Vitavigor, storico marchio milanese di grissini che ha recentemente scelto di offrire ai suoi clienti un nuovo packaging esclusivo che si contraddistingue proprio per le righe.

 

Ma perché scegliere le righe? “Per dare un look contemporaneo al prodotto in linea con le tendenze del mondo lifestyle, abbiamo aggiunto un pizzico di glamour e un tocco di eleganza alle bustine dei nostri grissini – afferma Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor – El Super Grissin de Milan oggi è custodito in Fashion Bustine a righe che esalteranno gli occhi e i palati dei ristoratori e delle clienti più esigenti. E abbiamo voluto confermare questa scelta anche per i nuovi Vitastick, i grissini integrali realizzati con Disney dove i celebri personaggi della famiglia di Topolino si accompagnano, appunto, ad un packaging trendy a righe, coniugando la voglia di colore e di divertimento dei più piccoli e le esigenze di stile e tendenze dei più grandi. Ma non è solo una questione di trend: le righe celebrano il legame con Milano, la capitale mondiale della moda, riprendendo le scanalature dell’architettura gotica del Duomo, simbolo della città”.

 

A consacrare le righe è stata la 94° edizione di Pitti Immagine Uomo, la manifestazione dedicata alla moda maschile che ha scelto di accogliere i propri visitatori con un’installazione, P.O.P Pitti Optical Power: un trionfo di righe caleidoscopiche e motivi geometrici che ipnotizzano e sorprendono. Anche tra gli stand la riga non è mancata e, su tutte, è spiccata la collezione di Versace nelle quale il motivo a righe è il fil rouge che lega gli outfit proposti dalla casa di moda. Via libera alle righe anche sugli accessori, che completano gli outfit donando carattere e personalità, come nel caso di Bigi Cravatte Milano, una delle aziende di cravatte di alta qualità più rappresentative a livello nazionale e internazionale. “Protagoniste nella storia della moda e reinterpretate oggi in maniera innovativa e creativa, le righe hanno sempre occupato un posto importante nelle collezioni firmate Bigi rappresentando un must nell’armadio maschile – spiega Paola Bigi, contitolare di Bigi Cravatte Milano - Oltre ai classici motivi e ai modelli a tinta unita, è fondamentale che ogni uomo abbia nel suo guardaroba anche delle cravatte a righe, eleganti e facili da abbinare ad abiti o spezzati. Sono infinite le combinazioni che caratterizzano le proposte rigate della nuova collezione SS 2019 presentata a Pitti Immagine Uomo. In seta, lino e un’insolita lana estiva, le diverse armature danno risalto a svariate combinazioni di barrature diagonali con colori adatti sia a un look formale sia a un aspetto più trendy”.

 

Tra chi si è fatto contagiare dalla passione dirompente per le righe non potevano mancare i due influencer italiani per eccellenza: la neo-mamma Chiara Ferragni e Mariano di Vaio. La prima si è mostrata sui social con un costume intero a righe bianche e rosa, mentre il profilo Instagram del blogger e modello umbro è costellato di outfit a righe, tanto casual quanto elegantissimi. Sono scelte non solo dalle celebrities nostrane, ma anche da quelle mondiali, per essere indossate nella vita di tutti i giorni e anche per le occasioni speciali. Tra i 24 migliori outfit sfoggiati al recente Royal Wedding selezionati dalla rivista Elle UK figurano il vestito a righe sui toni del fucsia, del verde e del giallo di Cressida Bonas, ex dello sposo Harry, e quello di George Clooney che ha puntato su un completo firmato Armani corredato da cravatta e pochette a righe bianche e giallo ocra, in tinta col vestito della moglie Amal.

 

Le righe si indossano con i tacchi, ma anche con i tacchetti, come dimostra il Mondiale di Russia appena conclusosi. Nella classifica delle maglie più belle stilata da GQ Uk, quattro delle prime sei rivisitano la classica maglia da calcio a righe: da quelle spezzate della Nigeria, la più amata e già sold out, a quelle pixellate dell’Argentina sul terzo gradino del podio, seguite dalla striscia rossa diagonale del Perù al quarto posto e dalle divise tratteggiate del Giappone al sesto.

 

Il fenomeno non si limita alla moda, ma tocca anche il design: le righe irrompono sui muri per dare un tocco ricercato ad un ambiente e caratterizzano i complementi d’arredo. Ne è un esempio il tappeto a righe bianche e nere che l’influencer Chiara Biasi lascia intravedere in una foto postata recentemente. C’è addirittura chi, pur di averle sulla propria facciata, sfida la legge. È il caso, riportato dal britannico The Guardian, di una donna londinese che ha deciso di far dipingere la propria casa a righe bianche e rosse, suscitando l’ira del vicinato e attirandosi un’ingiunzione del Municipio di Kensington e Chelsea che la obbligava a eliminare le righe entro 28 giorni. La stripes-maniac si è però rivolta ai giudici dell’High Court of London che le hanno permesso di mantenere le righe bianche e rosse. Insomma, God save the stripes

 

Arrivano addirittura sulle tavole, tra piatti e tovaglie: permettono di creare una mise en place vivace, estiva e gioiosa che può essere utilizzata per solleticare l’appetito di grandi e piccini. “In cucina le righe sono molto utilizzate, servono come guida per ottenere una geometria che può essere replicata, allo stesso modo, molte volte – afferma lo chef stellato Matías Perdomo – Per me sono fonte di ispirazione e spesso sono il punto di partenza per una nuova ricerca. Nella loro moltiplicazione o nella loro sovrapposizione danno vita ad una consistenza completamente diversa che sorprende il palato”: nel suo ristorante Contraste in zona Navigli, a Milano, lo chef Perdomo infatti ha deciso di sfidare la tradizione reinterpretando la regina della cucina meneghina, la cotoletta, servendola in una versione a righe studiata per esaltare la struttura naturale del filetto di vitello.

 

Ovviamente, alla stripes mania non poteva sottrarsi l’arte. In questo campo, il padre indiscusso resta il francese Daniel Buren, autore de “Les Deux Plateaux” al Palais-Royal di Parigi, ma sono tanti i pittori che hanno deciso di giocare con questo motivo geometrico. Ne è un esempio l’artista portoghese Carla Sá Fernandes: nelle sue opere centinaia di righe colorate riempiono la tela in un’esplosione di colori divertenti, vibranti e luminosi.

]]>
LA “STRIPES MANIA” È IL TREND DELL’ESTATE 2018: LE RIGHE ISPIRANO CELEBRITIES, CHEF E DESIGNER Tue, 17 Jul 2018 10:45:20 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486378.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486378.html Matteo Gavioli Matteo Gavioli

Dalle sfilate ai piatti degli chef stellati, dall’arredamento al packaging, fino agli outfit di star e influencer. Sono le righe il must have della bella stagione, un trend consacrato al Pitti Uomo che esplode sui social, contagia tutti i settori ispirando perfino le maglie delle nazionali ai Mondiali. Orizzontali, verticali, diagonali, classiche alla marinara o coloratissime, rendono eleganti e vivaci piatti, abiti e complementi d’arredo.

 

Fate sapere alla zebra a pois che, ormai, non è più la “grande novità” che cantava Mina perché quest’estate a spopolare… sono le righe. Dalle tradizionali bianche e blu alla marinara, passando per quelle coloratissime effetto arcobaleno, arrivando a quelle che vedono alternarsi bianco e fresche nuance pastello: in tutto il mondo è scoppiata lastripes mania”. Che siano orizzontali, verticali o diagonali, le righe sono sinonimo di eleganza e vivacità e stanno rapidamente conquistano celebrities e influencer. A lanciarle nel mondo dell’abbigliamento fu uno “stilista” insospettabile: Napoleone Bonaparte. L’Imperatore d’Oltralpe, infatti, scelse di far indossare ai navigatori francesi una camicia bianca con ventuno fasce blu, una per ciascuna vittoria lui riportata. Trasformate in tendenza dalla visionaria Coco Chanel, le righe hanno attraversato i secoli, ma quest’anno più che mai hanno assunto il ruolo di protagoniste nel mondo della moda, del design e del food. Protagoniste indiscusse del 94° Pitti Immagine Uomo, le indossano celebrities e influencer del calibro di George Clooney, Chiara Ferragni e Mariano di Vaio. Nel settore del food, sono state scelte dal “Super Grissin de Milan” Vitavigor per le nuove Fashion Bustine e dallo chef stellato Matías Perdomo per rendere più sofisticata ed elegante la classica, ma intramontabile, cotoletta alla milanese. Le righe hanno ormai conquistato la vetrina delle tendenze, Instagram: sono oltre 7 milioni i post con l’hashtag #stripes e più di 400mila quelli sotto #striped. Un trend inarrestabile che ha contagiato anche Meghan Markle che alla finale di Wimbledon ha indossato proprio una camicia a righe degna della dilagante “stripes mania”.

 

È quanto emerge da uno studio condotto da Espresso Communication su oltre 40 testate internazionali dedicate a lifestyle, attualità e tendenze nei campi della moda, del food ma anche del design e dell’arte per Vitavigor, storico marchio milanese di grissini che ha recentemente scelto di offrire ai suoi clienti un nuovo packaging esclusivo che si contraddistingue proprio per le righe.

 

Ma perché scegliere le righe? “Per dare un look contemporaneo al prodotto in linea con le tendenze del mondo lifestyle, abbiamo aggiunto un pizzico di glamour e un tocco di eleganza alle bustine dei nostri grissini – afferma Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor – El Super Grissin de Milan oggi è custodito in Fashion Bustine a righe che esalteranno gli occhi e i palati dei ristoratori e delle clienti più esigenti. E abbiamo voluto confermare questa scelta anche per i nuovi Vitastick, i grissini integrali realizzati con Disney dove i celebri personaggi della famiglia di Topolino si accompagnano, appunto, ad un packaging trendy a righe, coniugando la voglia di colore e di divertimento dei più piccoli e le esigenze di stile e tendenze dei più grandi. Ma non è solo una questione di trend: le righe celebrano il legame con Milano, la capitale mondiale della moda, riprendendo le scanalature dell’architettura gotica del Duomo, simbolo della città”.

 

A consacrare le righe è stata la 94° edizione di Pitti Immagine Uomo, la manifestazione dedicata alla moda maschile che ha scelto di accogliere i propri visitatori con un’installazione, P.O.P Pitti Optical Power: un trionfo di righe caleidoscopiche e motivi geometrici che ipnotizzano e sorprendono. Anche tra gli stand la riga non è mancata e, su tutte, è spiccata la collezione di Versace nelle quale il motivo a righe è il fil rouge che lega gli outfit proposti dalla casa di moda. Via libera alle righe anche sugli accessori, che completano gli outfit donando carattere e personalità, come nel caso di Bigi Cravatte Milano, una delle aziende di cravatte di alta qualità più rappresentative a livello nazionale e internazionale. “Protagoniste nella storia della moda e reinterpretate oggi in maniera innovativa e creativa, le righe hanno sempre occupato un posto importante nelle collezioni firmate Bigi rappresentando un must nell’armadio maschile – spiega Paola Bigi, contitolare di Bigi Cravatte Milano - Oltre ai classici motivi e ai modelli a tinta unita, è fondamentale che ogni uomo abbia nel suo guardaroba anche delle cravatte a righe, eleganti e facili da abbinare ad abiti o spezzati. Sono infinite le combinazioni che caratterizzano le proposte rigate della nuova collezione SS 2019 presentata a Pitti Immagine Uomo. In seta, lino e un’insolita lana estiva, le diverse armature danno risalto a svariate combinazioni di barrature diagonali con colori adatti sia a un look formale sia a un aspetto più trendy”.

 

Tra chi si è fatto contagiare dalla passione dirompente per le righe non potevano mancare i due influencer italiani per eccellenza: la neo-mamma Chiara Ferragni e Mariano di Vaio. La prima si è mostrata sui social con un costume intero a righe bianche e rosa, mentre il profilo Instagram del blogger e modello umbro è costellato di outfit a righe, tanto casual quanto elegantissimi. Sono scelte non solo dalle celebrities nostrane, ma anche da quelle mondiali, per essere indossate nella vita di tutti i giorni e anche per le occasioni speciali. Tra i 24 migliori outfit sfoggiati al recente Royal Wedding selezionati dalla rivista Elle UK figurano il vestito a righe sui toni del fucsia, del verde e del giallo di Cressida Bonas, ex dello sposo Harry, e quello di George Clooney che ha puntato su un completo firmato Armani corredato da cravatta e pochette a righe bianche e giallo ocra, in tinta col vestito della moglie Amal.

 

Le righe si indossano con i tacchi, ma anche con i tacchetti, come dimostra il Mondiale di Russia appena conclusosi. Nella classifica delle maglie più belle stilata da GQ Uk, quattro delle prime sei rivisitano la classica maglia da calcio a righe: da quelle spezzate della Nigeria, la più amata e già sold out, a quelle pixellate dell’Argentina sul terzo gradino del podio, seguite dalla striscia rossa diagonale del Perù al quarto posto e dalle divise tratteggiate del Giappone al sesto.

 

Il fenomeno non si limita alla moda, ma tocca anche il design: le righe irrompono sui muri per dare un tocco ricercato ad un ambiente e caratterizzano i complementi d’arredo. Ne è un esempio il tappeto a righe bianche e nere che l’influencer Chiara Biasi lascia intravedere in una foto postata recentemente. C’è addirittura chi, pur di averle sulla propria facciata, sfida la legge. È il caso, riportato dal britannico The Guardian, di una donna londinese che ha deciso di far dipingere la propria casa a righe bianche e rosse, suscitando l’ira del vicinato e attirandosi un’ingiunzione del Municipio di Kensington e Chelsea che la obbligava a eliminare le righe entro 28 giorni. La stripes-maniac si è però rivolta ai giudici dell’High Court of London che le hanno permesso di mantenere le righe bianche e rosse. Insomma, God save the stripes

 

Arrivano addirittura sulle tavole, tra piatti e tovaglie: permettono di creare una mise en place vivace, estiva e gioiosa che può essere utilizzata per solleticare l’appetito di grandi e piccini. “In cucina le righe sono molto utilizzate, servono come guida per ottenere una geometria che può essere replicata, allo stesso modo, molte volte – afferma lo chef stellato Matías Perdomo – Per me sono fonte di ispirazione e spesso sono il punto di partenza per una nuova ricerca. Nella loro moltiplicazione o nella loro sovrapposizione danno vita ad una consistenza completamente diversa che sorprende il palato”: nel suo ristorante Contraste in zona Navigli, a Milano, lo chef Perdomo infatti ha deciso di sfidare la tradizione reinterpretando la regina della cucina meneghina, la cotoletta, servendola in una versione a righe studiata per esaltare la struttura naturale del filetto di vitello.

 

Ovviamente, alla stripes mania non poteva sottrarsi l’arte. In questo campo, il padre indiscusso resta il francese Daniel Buren, autore de “Les Deux Plateaux” al Palais-Royal di Parigi, ma sono tanti i pittori che hanno deciso di giocare con questo motivo geometrico. Ne è un esempio l’artista portoghese Carla Sá Fernandes: nelle sue opere centinaia di righe colorate riempiono la tela in un’esplosione di colori divertenti, vibranti e luminosi.

]]>
La "Stripes Mania" è il trend dell'estate 2018: le righe contagiano celebrities, chef, influencer, designers e le nazionali di calcio Tue, 17 Jul 2018 10:31:55 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486400.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486400.html Matteo Gavioli Matteo Gavioli

LA “STRIPES MANIA” È IL TREND DELL’ESTATE 2018: LE RIGHE ISPIRANO CELEBRITIES, CHEF E DESIGNER

 

Dalle sfilate ai piatti degli chef stellati, dall’arredamento al packaging, fino agli outfit di star e influencer. Sono le righe il must have della bella stagione, un trend consacrato al Pitti Uomo che esplode sui social, contagia tutti i settori ispirando perfino le maglie delle nazionali ai Mondiali. Orizzontali, verticali, diagonali, classiche alla marinara o coloratissime, rendono eleganti e vivaci piatti, abiti e complementi d’arredo.

 

Fate sapere alla zebra a pois che, ormai, non è più la “grande novità” che cantava Mina perché quest’estate a spopolare… sono le righe. Dalle tradizionali bianche e blu alla marinara, passando per quelle coloratissime effetto arcobaleno, arrivando a quelle che vedono alternarsi bianco e fresche nuance pastello: in tutto il mondo è scoppiata lastripes mania”. Che siano orizzontali, verticali o diagonali, le righe sono sinonimo di eleganza e vivacità e stanno rapidamente conquistano celebrities e influencer. A lanciarle nel mondo dell’abbigliamento fu uno “stilista” insospettabile: Napoleone Bonaparte. L’Imperatore d’Oltralpe, infatti, scelse di far indossare ai navigatori francesi una camicia bianca con ventuno fasce blu, una per ciascuna vittoria lui riportata. Trasformate in tendenza dalla visionaria Coco Chanel, le righe hanno attraversato i secoli, ma quest’anno più che mai hanno assunto il ruolo di protagoniste nel mondo della moda, del design e del food. Protagoniste indiscusse del 94° Pitti Immagine Uomo, le indossano celebrities e influencer del calibro di George Clooney, Chiara Ferragni e Mariano di Vaio. Nel settore del food, sono state scelte dal “Super Grissin de Milan” Vitavigor per le nuove Fashion Bustine e dallo chef stellato Matías Perdomo per rendere più sofisticata ed elegante la classica, ma intramontabile, cotoletta alla milanese. Le righe hanno ormai conquistato la vetrina delle tendenze, Instagram: sono oltre 7 milioni i post con l’hashtag #stripes e più di 400mila quelli sotto #striped. Un trend inarrestabile che ha contagiato anche Meghan Markle che alla finale di Wimbledon ha indossato proprio una camicia a righe degna della dilagante “stripes mania”.

 

È quanto emerge da uno studio condotto da Espresso Communication su oltre 40 testate internazionali dedicate a lifestyle, attualità e tendenze nei campi della moda, del food ma anche del design e dell’arte per Vitavigor, storico marchio milanese di grissini che ha recentemente scelto di offrire ai suoi clienti un nuovo packaging esclusivo che si contraddistingue proprio per le righe.

 

Ma perché scegliere le righe? “Per dare un look contemporaneo al prodotto in linea con le tendenze del mondo lifestyle, abbiamo aggiunto un pizzico di glamour e un tocco di eleganza alle bustine dei nostri grissini �“ afferma Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor �“ El Super Grissin de Milan oggi è custodito in Fashion Bustine a righe che esalteranno gli occhi e i palati dei ristoratori e delle clienti più esigenti. E abbiamo voluto confermare questa scelta anche per i nuovi Vitastick, i grissini integrali realizzati con Disney dove i celebri personaggi della famiglia di Topolino si accompagnano, appunto, ad un packaging trendy a righe, coniugando la voglia di colore e di divertimento dei più piccoli e le esigenze di stile e tendenze dei più grandi. Ma non è solo una questione di trend: le righe celebrano il legame con Milano, la capitale mondiale della moda, riprendendo le scanalature dell’architettura gotica del Duomo, simbolo della città”.

 

A consacrare le righe è stata la 94° edizione di Pitti Immagine Uomo, la manifestazione dedicata alla moda maschile che ha scelto di accogliere i propri visitatori con un’installazione, P.O.P Pitti Optical Power: un trionfo di righe caleidoscopiche e motivi geometrici che ipnotizzano e sorprendono. Anche tra gli stand la riga non è mancata e, su tutte, è spiccata la collezione di Versace nelle quale il motivo a righe è il fil rouge che lega gli outfit proposti dalla casa di moda. Via libera alle righe anche sugli accessori, che completano gli outfit donando carattere e personalità, come nel caso di Bigi Cravatte Milano, una delle aziende di cravatte di alta qualità più rappresentative a livello nazionale e internazionale. “Protagoniste nella storia della moda e reinterpretate oggi in maniera innovativa e creativa, le righe hanno sempre occupato un posto importante nelle collezioni firmate Bigi rappresentando un must nell’armadio maschile �“ spiega Paola Bigi, contitolare di Bigi Cravatte Milano - Oltre ai classici motivi e ai modelli a tinta unita, è fondamentale che ogni uomo abbia nel suo guardaroba anche delle cravatte a righe, eleganti e facili da abbinare ad abiti o spezzati. Sono infinite le combinazioni che caratterizzano le proposte rigate della nuova collezione SS 2019 presentata a Pitti Immagine Uomo. In seta, lino e un’insolita lana estiva, le diverse armature danno risalto a svariate combinazioni di barrature diagonali con colori adatti sia a un look formale sia a un aspetto più trendy”.

 

Tra chi si è fatto contagiare dalla passione dirompente per le righe non potevano mancare i due influencer italiani per eccellenza: la neo-mamma Chiara Ferragni e Mariano di Vaio. La prima si è mostrata sui social con un costume intero a righe bianche e rosa, mentre il profilo Instagram del blogger e modello umbro è costellato di outfit a righe, tanto casual quanto elegantissimi. Sono scelte non solo dalle celebrities nostrane, ma anche da quelle mondiali, per essere indossate nella vita di tutti i giorni e anche per le occasioni speciali. Tra i 24 migliori outfit sfoggiati al recente Royal Wedding selezionati dalla rivista Elle UK figurano il vestito a righe sui toni del fucsia, del verde e del giallo di Cressida Bonas, ex dello sposo Harry, e quello di George Clooney che ha puntato su un completo firmato Armani corredato da cravatta e pochette a righe bianche e giallo ocra, in tinta col vestito della moglie Amal.

 

Le righe si indossano con i tacchi, ma anche con i tacchetti, come dimostra il Mondiale di Russia appena conclusosi. Nella classifica delle maglie più belle stilata da GQ Uk, quattro delle prime sei rivisitano la classica maglia da calcio a righe: da quelle spezzate della Nigeria, la più amata e già sold out, a quelle pixellate dell’Argentina sul terzo gradino del podio, seguite dalla striscia rossa diagonale del Perù al quarto posto e dalle divise tratteggiate del Giappone al sesto.

 

Il fenomeno non si limita alla moda, ma tocca anche il design: le righe irrompono sui muri per dare un tocco ricercato ad un ambiente e caratterizzano i complementi d’arredo. Ne è un esempio il tappeto a righe bianche e nere che l’influencer Chiara Biasi lascia intravedere in una foto postata recentemente. C’è addirittura chi, pur di averle sulla propria facciata, sfida la legge. È il caso, riportato dal britannico The Guardian, di una donna londinese che ha deciso di far dipingere la propria casa a righe bianche e rosse, suscitando l’ira del vicinato e attirandosi un’ingiunzione del Municipio di Kensington e Chelsea che la obbligava a eliminare le righe entro 28 giorni. La stripes-maniac si è però rivolta ai giudici dell’High Court of London che le hanno permesso di mantenere le righe bianche e rosse. Insomma, God save the stripes

 

Arrivano addirittura sulle tavole, tra piatti e tovaglie: permettono di creare una mise en place vivace, estiva e gioiosa che può essere utilizzata per solleticare l’appetito di grandi e piccini. “In cucina le righe sono molto utilizzate, servono come guida per ottenere una geometria che può essere replicata, allo stesso modo, molte volte �“ afferma lo chef stellato Matías Perdomo �“ Per me sono fonte di ispirazione e spesso sono il punto di partenza per una nuova ricerca. Nella loro moltiplicazione o nella loro sovrapposizione danno vita ad una consistenza completamente diversa che sorprende il palato”: nel suo ristorante Contraste in zona Navigli, a Milano, lo chef Perdomo infatti ha deciso di sfidare la tradizione reinterpretando la regina della cucina meneghina, la cotoletta, servendola in una versione a righe studiata per esaltare la struttura naturale del filetto di vitello.

 

Ovviamente, alla stripes mania non poteva sottrarsi l’arte. In questo campo, il padre indiscusso resta il francese Daniel Buren, autore de “Les Deux Plateaux” al Palais-Royal di Parigi, ma sono tanti i pittori che hanno deciso di giocare con questo motivo geometrico. Ne è un esempio l’artista portoghese Carla Sá Fernandes: nelle sue opere centinaia di righe colorate riempiono la tela in un’esplosione di colori divertenti, vibranti e luminosi.

]]>
Mauro Ticca: l’importanza di saper dire di no per combattere lo stress Tue, 17 Jul 2018 10:29:27 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486372.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486372.html articolinews articolinews Il manager Mauro Ticca è stato di recente invitato all'incontro tenuto dallo Psicologo e Psicoterapeuta Alessandro Megnanensi sull'importanza del conoscersi per combattere lo stress di ogni giorno e migliorare i rapporti interpersonali.

Mauro Ticca

Mauro Ticca: i temi dell'incontro tenuto da Alessandro Magnanensi

Iperattività, stanchezza, stress, insicurezza: spesso ciascuno di noi deve confrontarsi con queste situazioni di disagio che rendono la vita più faticosa e opprimente, soprattutto in un ambiente lavorativo. Per tale motivo è utile imparare a conoscersi, magari aiutati dai consigli di un professionista. Riguardo tali argomenti, il manager Mauro Ticca è stato invitato a fine maggio ad assistere a un incontro dal tema: "La calma è una forma elegante di autostima: come arrivarci?". L'appuntamento, organizzato nel contesto di un convegno dell'Ordine dei Dottori e Commercialisti e degli Esperti Contabili, è stato introdotto da Roberto Frascinelli, mentre lo Psicologo e Psicoterapeuta Alessandro Magnanensi ha svolto la funzione di relatore. Mauro Ticca ha sottolineato come, durante l'incontro, la discussione sia partita dai principi fondamentali della comunicazione, per poi proseguire verso l'importanza di acquisire consapevolezza sui propri atteggiamenti sia fisici che mentali, per iniziare un percorso di miglioramento di sé e delle relazioni interpersonali, soprattutto in un contesto lavorativo.

Mauro Ticca: le conclusioni del manager riguardo l'incontro sulla comunicazione

Il manager Mauro Ticca ha ritenuto l'incontro accattivante e soddisfacente, particolarmente utile per ragionare su argomenti che non sempre si affrontano con la dovuta attenzione. Spesso certe situazioni di particolare stress si innescano come conseguenza di un senso di inadeguatezza prolungato, che si tenta di compensare con una iperattività fastidiosa, che porta a stanchezza e desiderio di isolarsi, di fuggire dalla realtà in cui si sta vivendo. Tutto questo può essere migliorato imparando a dire di no: un no calmo e ragionato infatti, spesso può essere percepito come una limitazione ma è in realtà un ottimo metodo per combattere lo stress. Al termine dell'incontro, il manager Mauro Ticca ha commentato: "è impagabile, a ben pensarci, la libertà del mettere a fuoco le situazioni, le vicende di vita e dire ogni tanto un 'no' ragionato, sciogliendosi dai nodi sempre più stretti di vicende che alzano l'asticella una volta in più." Il manager ha infatti sottolineato come nell'incontro sia stata esaltata "la calma di un NO, come forma elegante di volersi bene e di autostima".

]]>
Security: la rivoluzione di IVRI targata Vincenzo Paradiso Tue, 17 Jul 2018 10:18:10 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486371.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486371.html articolinews articolinews Grazie anche al contributo del suo Direttore Generale, Vincenzo Paradiso, IVRI si conferma società leader nel campo della sicurezza, sempre più attenta alle sfide del futuro.

Vincenzo Paradiso

Vincenzo Paradiso e la sfida in IVRI

Tra i temi più dibattuti a livello mondiale negli ultimi anni vi è quello della sicurezza. Le trasformazioni in atto su scala globale, in particolare relative anche alla sfera della rivoluzione digitale, hanno reso la questione talmente rilevante da essere al centro dei lavori del G7 svoltosi a Taormina nel 2017. Attiva nel comparto da oltre un secolo e guidata oggi da Vincenzo Paradiso, IVRI è stata capace in questi anni di rispondere alle nuove sfide, grazie a un approccio orientato al costante rinnovamento e ampliamento dei propri servizi. Tale filosofia operativa le consente di essere oggi protagonista nel settore, spesso vera e propria forza ausiliaria per importanti eventi come ad esempio Expo 2015. In tale occasione, IVRI si è occupata infatti della sorveglianza, relativa sia alla fase di realizzazione dei cantieri, sia dello svolgimento della manifestazione. L'impegno dell'azienda guidata da Vincenzo Paradiso non si esaurisce qui: l'avvio di numerose partnership in ambito tecnologico le ha permesso di sviluppare servizi dedicati alla lotta contro i crimini di natura informatica, come le frodi telematiche, e di dotare il proprio personale degli strumenti più all'avanguardia. Trasformatasi da istituto di sorveglianza a società di security, IVRI può contare oggi su un parco veicoli di 1.300 unità, con 40 sedi, 19 caveaux e 27 centrali operative.

La biografia di Vincenzo Paradiso

Nato in Sicilia, Vincenzo Paradiso è un manager attivo nel settore della sicurezza. Chiamato ai vertici di IVRI nel 2014 con l'incarico di Direttore Generale, è contemporaneamente Presidente del Consiglio d'Amministrazione di Re.crew S.r.l. (dal 2015) e membro del CdA di MondialBrokers Insurance Services. Laureatosi in Filosofia all'Università degli Studi di Palermo nel 1988, ha proseguito il percorso formativo specializzandosi nell'ambito del management. Rientrano in tale ottica il conseguimento dei master "Specialisti nel settore delle nuove tecnologie" (Enea/Olivetti e MeSvil), Management Generale (Berkeley University of California e Prosvi Formez di Taormina), Tecniche Dirigenziali nelle PA (CERISDI di Palermo), Diritto e Gestione della Documentazione Amministrativa (Scuola Superiore di Amministrazione Pubblica e degli Enti Locali del CEIDA). A questi aggiunge inoltre i master sui Sistemi Informatici (Università Bocconi di Milano) e "Ambrosetti Sviluppo" (Ambrosetti The European House di Palermo). L'alto profilo formativo ha consentito a Vincenzo Paradiso da un lato di rivestire numerosi incarichi in ambito accademico, Docente di Cultura d'Impresa nella Facoltà di Agraria dell'Università degli Studi di Catania e responsabile della Progettazione del Sistema Informativo dell'Opera Universitaria di Palermo, e dall'altro lato di collaborare con numerose realtà sia pubbliche che private. Tra i ruoli ricoperti nel corso della carriera vi sono quello di Direttore Generale del CERISDI, Amministratore Delegato e Direttore Generale per Sviluppo Italia Sicilia S.p.A. nonché Responsabile Commerciale della Pubblica Amministrazione per la Regione Sicilia in SchlumbergerSema.

]]>
Banca Valsabbina non arresta la sua crescita: a breve nuova filiale a Treviso Tue, 17 Jul 2018 10:08:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486369.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486369.html articolinews articolinews Con i suoi 120 anni di storia, Banca Valsabbina rinnova l'impegno per l'innovazione e per l'espansione della propria rete di filiali, rimanendo al fianco di privati e PMI del territorio con un servizio sempre di qualità.

Banca Valsabbina

Banca Valsabbina: l'ambizioso piano di espansione

Banca Valsabbina compie centoventi anni e continua a crescere, portando avanti un ambizioso progetto per rimanere al fianco di imprese e privati del territorio in cui è attiva. Puntando a offrire prodotti e servizi innovativi, l'istituto di credito bresciano possiede attualmente 70 filiali nel nord Italia, con 560 dipendenti e con quasi 8 miliardi di euro di masse gestite e un patrimonio di 382 milioni di euro. Confermandosi una realtà solida e fiorente, Banca Valsabbina è già attiva nelle province di Brescia, Verona, Milano, Monza e Brianza, Bergamo, Trento, Vicenza, Modena e Padova, ma a breve lo sarà anche su Treviso con l'apertura di una nuova filiale. L'istituto di credito arriva così a presidiare alcune delle più importanti aree del nostro Paese per quanto riguarda il mercato economico e finanziario, con imprese importanti e una clientela attenta ai temi dell'innovazione. "Gli ultimi riscontri" dichiarano dalla Banca, "sia nelle erogazioni di nuovi finanziamenti che nella gestione del risparmio, sono da record. Guardando ai finanziamenti erogati alla propria clientela, i prodotti di punta sono quelli rivolti alle PMI, sfruttando in particolare le agevolazioni previste dalla legge 662/96 e l'importante accordo con il Fondo Europeo per gli Investimenti. Grazie ai quali l'accesso al credito da parte delle PMI e delle imprese innovative risulta essere più facile e meno oneroso".

Banca Valsabbina: i nuovi investimenti

Tra le ultime novità apportate alla propria offerta da Banca Valsabbina, occorre ricordare il lancio del servizio per sostenere le PMI italiane nel loro processo di quotazione in borsa: nelle zone coperte dall'istituto di credito infatti, figurano anche numerose realtà imprenditoriali che hanno deciso di affrontare le sfide quotidiane offerte dal mercato. Da poche settimane la Banca ha annunciato investimenti per 20 milioni di euro sui mini bond: di questi, 6 milioni sono stati destinata a un fondo specializzato. Ha inoltre partecipato a 14 emissioni, per un controvalore totale di 13,5 milioni. "Nello scenario attuale", ha commentato Paolo Gesa, Responsabile della Divisione Business di Banca Valsabbina, "diventa strategico per le aziende guardare a forme alternative di finanziamento. L'ultimo biennio per molte imprese è stato positivo, i bilanci sono migliorati ed è più facile approcciare il mercato. Da qui il recente lancio del servizio dedicato alle aziende che vogliono quotarsi in borsa e la rinnovata spinta sul mercato dei mini bond su cui la banca sta confermando di essere uno degli intermediari più attivi."

]]>
Alla scoperta del Castello Poggio al Vento, in provincia di Siena Tue, 17 Jul 2018 10:05:23 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486390.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486390.html ComunicatiStampa.net ComunicatiStampa.net
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 
ComunicatiStampa.net
 
 

Alla scoperta del Castello Poggio al Vento, in provincia di Siena

Siena, 17 luglio 2018 - Castello Poggio al Vento è un luogo impregnato di bellezza e tradizione e che deve molto alla famiglia Pruneti che, dagli anni Sessanta del secolo scorso, hanno creduto nella sua storia e hanno quindi restaurato la struttura rendendola disponibile agli ospiti che vogliono passare la loro vacanza respirando il Chianti.

Pauline Pruneti, storica dell’arte e guida fiorentina, insieme a Valentina Grandi, direttore tecnico di TBA Holidays, ci fanno scoprire le varie stanze del castello e aggiungono al tour della dimora aneddoti e ricordi che donano vita all’ambiante.

Il castello è situato su di una collina sulla riva destra della Pesa, in una posizione ottimale dal punto di vista strategico in quanto domina da un lato la Val di Pesa fino a Tavarnelle, dall’altro le colline del Chianti fino a Panzano.

La struttura, le sue porte e le sue mura risalgono ai tempi di San Giovanni Gualberto e apparteneva ai monaci di Badia che ne restaurarono il tetto nel 1179.

Successivamente gli abitanti del borgo Poggio al Vento decisero di ribellarsi ai monaci dell'abbazia e divennero un comune indipendente che eleggeva i propri consoli, in modo da non essere più sottoposti alla legge di Badia. Il padre di Pauline comprò la casa nel 1966, dopo che la struttura era rimasta abbandonata per diversi anni.

Il padre setacciò tutto il Chianti per cercare una casa rurale da comprare, trovando così il castello; Pauline ricorda quando accompagnava il papà per aiutarlo nei piccoli lavori di restauro prima della ristrutturazione completa.

La dimora è piena di ricordi d’infanzia e dimostra tutto l’impegno del padre prima e delle figlie dopo, per salvare un tale patrimonio artistico e culturale. Oltre il cortile d’ingresso c’è la sala da pranzo, che probabilmente era l’antico refettorio dei monaci �“ c’è infatti ancora il lavabo utilizzato dagli stessi per lavarsi le mani prima del pasto come previsto dalla tradizione rituale. Il focolare che domina la stanza è originale e perfettamente funzionante.

Il restauro è stato pensato da Pauline e l’architetto incaricato, così da conservarne la maggior parte delle caratteristiche originali: è infatti un immobile vincolato dalla soprintendenza ai beni monumentali e le modifiche sono quindi state limitate.

Le pareti per esempio sono a calci bianche, restaurate cercando di recuperare del materiale antico. Sono presenti all’interno della credenza i piatti Ginori, la più antica fabbrica di porcellana d’Italia, i quali sono una tradizione nelle dimore toscane.

La cucina ripristinata ha una finestra che si apre su un paesaggio meraviglioso che è rimasto quasi immutato nel corso dei secoli; è possibile ammirare la maggior parte del Chianti, i borghi di Panzano, Radda, Rignana e Sicelle con le loro riconoscibili le chiese e i casali, simboli della tradizione.

Attorno al castello ci sono anche numerosi vigneti, essendo il vino uno dei prodotti tipici del Chianti. Questa stanza è stata restaurata utilizzando vecchi marmi e non buttando via nulla nel perfetto stile fiorentino. I camini sono tutti utilizzabili e conservano al loro interno gli attrezzi di cottura per le carni. Molti strumenti della vita contadina sono stati conservati dai genitori di Pauline, come la pala per la farina e il setaccio.

Attraversando le bellissime porte restaurate si arriva in una delle camere da letto, dalla quale si assiste a un panorama stupendo della campagna toscana, alla quale è stato aggiunto un bagno adiacente al progetto originale con piastrelle di cotto smaltato prodotte da una bottega di artigianato nelle vicinanze della dimora.

Pauline ha chiamato la camera “Stanza delle Rondini”, perché durante il periodo di restaurazione era presente un nido di rondini sulle travi del soffitto che i muratori hanno tutelato fino alla nascita dei piccoli.

All’interno sono presenti mobili antichi e dell’artigianato fiorentino, come pure la collezione di stampe del padre di Pauline e le foto di famiglie. La stanza da letto vicina è soprannominata “Stanza del fico” o “Stanza della bomba”: durante la seconda guerra il soffitto era stato colpito da una scheggia di bomba e dallo spazio lasciato era cresciuta una pianta di fico che, quando il padre comprò la proprietà, aveva raggiunto anche il piano sovrastante.

Il bagno ha come peculiarità una doccia aperta, posizionata nel passaggio tra i sanitari e il resto della camera, per dare un senso di libertà e armonia tra gli spazi. Le serrature sono quelle originali, restaurate da un fabbro nelle vicinanze, le quali sono accompagnate da consistenti mazzi di chiavi che, come ricorda Pauline, stupiscono gli ospiti abituati a sistemi di chiusura moderni e facili da trasportare.

Il giardino è perfetto per rilassarsi mentre si approfitta del panorama dall’interno della piscina installata, per pranzare o cenare all’aperto e per far giocare liberi i bambini. Oltre il giardino sorge la cappella di Sant’Andrea, attualmente in fase di restaurazione ad opera della Scuola di Restauro Lorenzo de’ Medici.

L’affresco presente all’interno risale al 15° secolo ed è attribuito al pittore itinerante Filippo d’Antonio Filippelli, che visse a Badia e lavorò nella regione del Chianti. Le modifiche sono state apportate nel 1989 da Raffaello Soldani e riguardano ad esempio la cornice in stucco attorno all’affresco.

La cappella è consacrata e nel giorno di novembre dedicato a Sant’Andrea viene ospitata la messa celebrativa.

Un altro affresco è presente sulle pareti della chiesetta, ad opera probabilmente di Raffaellino di Garbo della scuola del Perugino all’inizio del Cinquecento.

La storia, la tradizione e l’arte che non può essere raccontata nei musei è presente ovunque in Italia.

TBA Holidays Tour Operator (www.tuscanybusinessagency.com), insieme ai proprietari promuove le dimore storiche d’Italia, come Castello Poggio al Vento, e ne trasmette il valore agli ospiti che le sceglieranno per il loro soggiorno.

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
Alla Biennale di Saint Paul de Vence l’opera con i resti di un meteorite di Cesare Catania

Alla Biennale di Saint Paul de Vence l’opera con i resti di un meteorite di Cesare Catania

L’Arte al centro “dell’Universo”: l’artista Cesare Catania espone durante la Biennale d’arte a Saint Paul de Vence una scultura in polvere di marmo bianco e resti di meteorite

Saint Paul de Vence, 16 luglio 2018 �“ Dopo lo strepitoso successo ottenuto in Costa Azzurra, l’artista italiano Cesare Catania continua a stupire la critica…

Leggi Tutto...
 
 
Al via la 3a edizione del concorso di composizione “Michele Novaro”

Al via la 3a edizione del concorso di composizione “Michele Novaro”

La giuria presieduta dal Maestro Ennio Morricone premierà il compositore che meglio saprà tradurre in musica l’identità italiana.

La finale il 9 dicembre nel corso di un evento solenne in diretta su RAI-Radio3

Roma, 13 luglio 2018 �“ Nel 200esimo anniversario della nascita di Michele Novaro, autore della musica dell’Inno d’Italia,…

Leggi Tutto...
 
 
Ritorna la Sassofest, la Festa della Birra più seguita della provincia di Bologna

Ritorna la Sassofest, la Festa della Birra più seguita della provincia di Bologna

Sasso Marconi (Bologna), 16 luglio 2018 �“ Torna anche quest’anno dal 19 al 22 luglio a Sasso Marconi (Bologna) ‘Atuttabirra �“ Sassofest’ (http://www.sassofest.it), il festival della birra più seguito di tutta la provincia di Bologna.
Anche quest’anno per la 24^ edizione, seguendo la tradizione saranno 4 i giorni del ‘Festival della Birra’.

Serate diverse,…

Leggi Tutto...
 
 

Bombardamenti di Roma, in scena il Requiem di W.A. Mozart

Roma, 13 luglio 2018 �“ Giovedì 19 luglio prossimo presso la Basilica di S. Lorenzo in Lucina a Roma, si terrà un concerto per il 75° anniversario del bombardamento di Roma ad opera degli alleati che provocò circa 3.000 morti e 11.000 feriti.

Per l’occasione verrà eseguito il Requiem di W.A. Mozart diretto dal…

 

Bellezza: a settembre ritorna Swiss Beauty Expo, la fiera internazionale dell’estetica e della cosmetica

Milano, 13 luglio 2018 �“ Dall’1 al 3 settembre prossimi andrà in scena la seconda edizione di Swiss Beauty Expo, la fiera internazionale dell’estetica e della cosmetica professionale. Dopo uno slittamento iniziale, confermata per inizio settembre la nuova edizione della Super Fiera negli spazi del Centro Esposizioni di Lugano, in Svizzera.

Un appuntamento molto…

A Tor Vergata la Summer School dei docenti USA della “Syracuse University”

Roma, 12 luglio 2018 �“ Dal 16 al 27 luglio prossimi si terrà presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata la prima edizione della Summer School “Gino Gorla” organizzata da Juristor, l’Associazione dei Laureati di Giurisprudenza a Tor Vergata.

Il programma è dedicato a “Gino Gorla”, docente di Diritto Comparato a Roma, coinvolto…

 
 
 
 
]]>
Imprese: obiettivo Emirati Arabi Uniti Mon, 16 Jul 2018 16:32:03 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486298.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486298.html Redaclem Redaclem

Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujairah, Ras Al Khaimah, Sharjah e Umm Al Quwain. Con una popolazione di circa 10 milioni di abitanti e un PIL 2017 di 335 miliardi di euro, i sette Stati degli Emirati Arabi Uniti vantano uno dei prodotti interni lordi più alti al mondo e si distinguono per essere uno dei mercati più interessanti per l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Al momento, gli Emirati sono il 15° mercato di destinazione per l’Italia e il primo mercato di sbocco per le imprese italiane nell'intera area del Medio Oriente. Posizionata al settimo posto tra i fornitori, l’Italia raggiunge una quota di mercato di circa il 3% con un interscambio commerciale positivo e costante. E questo anche grazie alle zone di libero scambio presenti nel Paese (FTZ – Free Tax Zone) che attirano un numero cospicuo di capitali esteri.

Dei sette Emirati, Dubai ne costituisce il fulcro economico, lo snodo dell’intero Golfo Persico.

Dubai oggi è un hub logistico e commerciale di spicco nell’intera regione, certamente il migliore per chi investe in Africa. Per le imprese, la piazza di Dubai rappresenta un luogo dove intercettare le multinazionali che investono in Africa, i capitali del Golfo diretti in Italia e anche un nutrito gruppo di potenziali clienti nei settori più dinamici dell’economia emiratina: quello bancario e assicurativo per esempio, ma anche quello dei trasporti e quello, piuttosto promettente, della salute, che va dal farmaceutico fino alle strutture ospedaliere.

La finanza islamica è ormai argomento di discussione da diverso tempo tra gli esperti in tutto il mondo, ha enormi potenziali inespressi, e porterebbe enormi benefici all’economia globale se inserita in modo appropriato nelle economie occidentali. I fondamenti sono totalmente diversi, cambia il principio sottostante anche se gli strumenti possono nella prassi essere analoghi ed avere delle somiglianze. Il sistema giuridico religioso permea la realtà nella ricerca di soluzioni eque, quindi ad esempio: non esiste finanza pura, deve essere sempre collegata alla finanza reale, minimizzando il rischio di un’esposizione finanziaria non garantita; Salvaguardia della liquidità, per garantire la stabilità del mercato finanziario.

Il mercato è di forte interesse anche per le imprese bergamasche. Già nel 2016 le imprese edili bergamasche, hanno siglato un accordo con Dubai in merito alla ristrutturazione dell’aeroporto e delle linee ferroviarie. Ma molto esigua rimane ancora oggi la presenza di imprese bergamasche in questi Paesi. Le imprese bergamasche prediligono l’export tramite distributori locali, piuttosto che una presenza stabile sul territorio. Elemento che, invece, potrebbe fare la differenza nel Golfo.


Per fare luce sulle potenzialità di questo mercato, evidenziandone le peculiarità in materia fiscale, finanziaria e di diritto societario, l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabiliorganizza un convegno di approfondimento in programma giovedì 19 luglio alle ore 15 presso la sede dell’Ordine in via Rotonda dei Mille 1 a Bergamo.

«Nel 2017 l'export italiano verso gli Emirati ha superato i 5,3 miliardi di euro, con un buon andamento soprattutto delle vendite di macchine di impiego generale, dei prodotti  derivanti  dalla  raffinazione  del petrolio e dei metalli preziosi. Ma le possibilità di crescita sono numerose e riguardano anche altri settori. Essere informati è fondamentale per poter operare le scelte migliori per il proprio business. Per questo, nel corso del convegno affronteremo alcuni degli aspetti più importanti legati all’internazionalizzazione delle imprese bergamasche negli Emirati Arabi Uniti inquadrando quali sono i  trend  evolutivi  dell’economia globale e di quest’area nello specifico» - annuncia il dott. Paolo Saita, consigliere dell’ODCEC di Bergamo, delegato della Commissione di Diritto e Fiscalità Internazionale dell’ ODCEC Bergamo.

 

Il convegno vedrà la partecipazione degli esperti: Laura Diana, componente della Commissione “Diritto e Fiscalità Internazionale” dell’Ordine, Pietro Paolo Rampino, Componente della “Commissione Internazionalizzazione delle Imprese e Rapporti con Organismi Internazionali” dell’ODCEC di Milano, Vice Presidente della Joint Italian Arab Chamber of Commerce (JIACC), docente alla Luiss Business School in ‘ Islamic Finance & Doing Business in MENA area’ e Roberto Scalia, avvocato e professore a contratto di diritto tributario presso la facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Bergamo, nonché presidente della commissione sulla fiscalità della JIACC.

La partecipazione è gratuita. Per informazioni: www.odcec.bg.it

 

]]>
Avantor introduce l'identit del nuovo marchio Mon, 16 Jul 2018 15:43:04 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486310.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486310.html Pr NewsWire Aziende Pr NewsWire Aziende
 

View in Browser

 

News >From Avantor

Transmitted by PR Newswire for Journalists on July 16, 2018 03:40 PM CEST
 

Avantor® introduce l'identità del nuovo marchio

 
 

La nuova identità trasmette e continua l'integrazione con VWR e l'impegno costante verso i clienti

RADNOR, Pennsylvania, 16 luglio 2018 /PRNewswire/ -- A seguito dell'acquisizione di VWR nel 2017, Avantor® ha introdotto oggi un nuovo logo e una nuova identità visiva, per comunicare la posizione della società come leader globale nella fornitura di prodotti, servizi e soluzioni per professionisti dei settori  Life science e dell'industria tecnologica avanzata.

Prova qui il nuovo Multicanale interattivo per i comunicati stampa:  https://www.multivu.com/players/it/8366051-avantor-introduces-new-brand-identity/  

"Questo step rappresenta una pietra miliare per Avantor  nel processo diintegrazione con VWR", ha detto Michael Stubblefield, CEO. "Trasformiamo la nostra presenza visiva globale per conferire un'espressione fresca e distintiva alla nuova azienda  Avantor e alla nostra mission di mettere in moto la scienza per creare un mondo migliore".

La nuova identità visiva cattura due solide eredità e le combina in un unico simbolo. La curva fluida simboleggia l'agilità di un'azienda sempre pronta ad adattarsi alle esigenze del cliente. È il percorso infinito della scoperta scientifica, che simboleggia lo slancio che spinge Avantor in avanti verso il futuro.

A seguito del rebranding, Avantor continuerà a portare avanti il nome e l'entità aziendale, mentre il nome VWR resterà come marchio del canale di distribuzione, rappresentando la piattaforma principale per gli ordini dei clienti. La nuova identità visiva verrà implementata in tutti i documenti e i mezzi aziendali, presentando un' identità comune e allineata che rispecchia l'integrazione delle due aziende.

La nuova identità verrà lanciata nel tempo su tutte le piattaforme della società, comprese le insegne delle sedi, il web, i materiali promozionali, le etichette e la documentazione dei prodotti.

La modifica del logo non inciderà sulla funzionalità e-commerce, sulla qualità o sulle specifiche dei prodotti, sulla disponibilità dei prodotti o sulle prestazioni di consegna dei servizi.

M. Stubblefield ha aggiunto: "Con questo nuovo logo e questa nuova identità visiva, stiamo lanciando un marchio globale che rappresenta quello a cui tengono i nostri clienti: qualità e scelta, competenze ed esperienza comprovate, servizi collaborativi e soluzioni innovative e personalizzate".

Per maggiori informazioni su Avantor, visitare www.settingscienceinmotion.com.

Informazioni generali su Avantor

Avantor® è un produttore e distributore globale di prodotti, servizi e soluzioni di alta qualità per professionisti dei settori Life science e dell'industria tecnologica avanzata. In qualità di marchio del nostro canale di distribuzione, VWR offre un'esperienza di acquisto fluida e integrata, ottimizzata in base al modo di operare dei nostri clienti. Dalle sue sedi in oltre 30 paesi del mondo, l'azienda ha l'obiettivo di agevolare il successo dei suoi clienti nei settori biofarmaceutico, farmaceutico, dei dispositivi medici, della diagnostica, sanitario, formativo, industriale, governativo, aerospaziale, della difesa e dei semiconduttori. Per ulteriori informazioni, visitare www.settingscienceinmotion.com.

Responsabile ufficio stampa:

Allison Hosak
Senior Vice President, Global Communications
Avantor
+1 610-573-2661
Allison.Hosak@AvantorInc.com

Logo - https://mma.prnewswire.com/media/718849/avantor_Logo.jpg  
Logo - https://mma.prnewswire.com/media/718850/VWR_Avantor_Logo.jpg

 

VWR, part of Avantor


Web Site: http://www.settingscienceinmotion.com

 
View in Browser
 
                                                           
]]>
Powder Coating Market Analysis, Growth Rate and Forecasts, 2016 to 2024 Mon, 16 Jul 2018 14:28:47 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486285.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486285.html susan hill susan hill The global Powder Coating Market is expected to grow at a healthy CAGR of over 7 % over the forecast period (from 2016 to 2024). Strong automobile production outlook in Brazil, China, Germany, and Malaysia is anticipated to drive the global market across various applications such as door handles, rims etc. Steady raw materials supply is said to result in a stable price trend during the next few years. The global market is categorized as applications and regions.

Browse Details of Report @ https://www.hexaresearch.com/research-report/powder-coatings-industry 

The application sector includes architecture, automotive, industrial, consumer goods, and furniture. The consumer goods sector dominated the global market in 2015 occupying over 23 % of the total revenue. This is mainly because coatings provide a supple, consistent finish that resists cracking and/or peeling. In addition to this, the rising demands for domestic appliances such as freezer cabinets, microwave ovens, washing machines etc., are also projected to augment the market growth. The automotive sector is also expected to witness a rapid growth with a CAGR of over 8 % during the estimated years. Shelving systems, outdoor metal furniture, metal cabinets etc. are several other lucrative applications with a revenue forecast of over USD 3 billion by 2024. The advent of Medium Density Fiber Board (MDF) has strengthened the wood furniture application scope over the few years.

Regionally, North America dominated the global powder coating market with revenue of USD 2 billion. However, the region may lose its share as a result of a long-time presence and awareness of liquid coatings intended for the architectural applications in the United States. The European regional market is expected to gain a share of over 890 kilo tons by 2024. The major factor driving the European market is the growing production of automobiles in Hungary, Germany, Romania, United Kingdom, and Austria with the production base of automobile manufacturers such as Chevrolet, Lincoln, Daimler-Chrysler, Dodge, and Mercedes-Benz. The APAC region is also anticipated to witness huge growth on account of rapid growth across various sectors such as consumer goods, infrastructure, and automotive. The Middle East & Africa and Latin America regions are comparatively immature markets; however, they may provide lucrative opportunities for the market players during the next few years.

Some of the major companies in the global powder coating market are PPG Industries; Axalta Coating Systems; and Akzo Nobel N.

Browse Related Category Market Reports @ https://www.hexaresearch.com/research-category/paints-coatings-and-printing-inks-industry

About Us:

Hexa Research is a market research and consulting organization, offering industry reports, custom research and consulting services to a host of key industries across the globe. We offer comprehensive business intelligence in the form of industry reports which help our clients obtain clarity about their business environment and enable them to undertake strategic growth initiatives.

Contact Us:

Ryan Shaw

Hexa Research

Felton Office Plaza

6265 Highway 9

Felton, California 95018

United States

Phone: +1-800-489-3075

Email: sales@hexaresearch.com

Website - https://www.hexaresearch.com

]]>
Alla Biennale di Saint Paul de Vence l’opera con i rest i di un meteorite di Cesare Catania Mon, 16 Jul 2018 13:24:24 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486305.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486305.html ComunicatiStampa.net ComunicatiStampa.net
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 
ComunicatiStampa.net
 
 

Alla Biennale di Saint Paul de Vence l’opera con i resti di un meteorite di Cesare Catania

L'Arte al centro “dell'Universo”: l'artista Cesare Catania espone durante la Biennale d'arte a Saint Paul de Vence una scultura in polvere di marmo bianco e resti di meteorite

Saint Paul de Vence, 16 luglio 2018 - Dopo lo strepitoso successo ottenuto in Costa Azzurra, l'artista italiano Cesare Catania continua a stupire la critica internazionale.
Giovedì 19 luglio 2018, durante la biennale d'arte di Saint Paul de Vence, verrà installata, proprio all'ingresso del paese provenzale, l'ultima scultura di Cesare Catania intitolata “Il Cuore della Terra �“ B Version”.

Si tratta di una scultura di arte contemporanea che si collega ad una precedente opera d'arte in legno e acrilico realizzata dallo stesso artista tra il 2012 e il 2015, intitolata appunto “Il Cuore della Terra �“ A Version”.

La scultura “Il Cuore della Terra - B Version” trae infatti ispirazione dallo stesso concetto di forza ed energia che sprigiona la Terra ed è stata realizzata in polvere di marmo di Carrara e cemento bianco. Per dare ancora maggiore enfasi all'aspetto energetico, l'artista ha voluto combinare nella miscela anche i resti di un meteorite.

L'origine di quest'ultimo e la datazione storica del corpo proveniente da migliaia di anni luce sono controversi: l'unico dato certo è che si tratta di frammenti appartenenti al meteorite catalogato dagli enti ufficiali e dalla Nasa come “Meteorite Gibeon”, caduto in epoca preistorica nella regione meridionale della Namibia (Africa) e alcuni pezzi del quale sono esposti nei musei di geologia più famosi al mondo.

In questa opera d'arte Cesare Catania ha voluto concentrare tutta la forza degli elementi considerati di maggiore impatto energetico: la pramide rovesciata e la sfera, la polvere di marmo proveniente dalla Terra e i frammenti di meteorite proveniente dall'Universo.

La scultura verrà installata giovedì 19 Luglio 2018 nel cuore della Provenza e in particolare nella capitale dell'arte mondiale Saint Paul de Vence, di fronte alla galleria d'arte contemporanea Odd Gallery.

 

###

Contacts:
Cesare Catania ART
ingenuity works �“ paintings �“ sculptures
Art Gallery: Via Del Progresso 18 �“ 20125 �“ Milan (IT) web: www.cesarecatania.eu
mail: press@cesarecatania.eu
IG: @art_cesarecatania

 

 

 

 

 

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
Al via la 3a edizione del concorso di composizione “Michele Novaro”

Al via la 3a edizione del concorso di composizione “Michele Novaro”

La giuria presieduta dal Maestro Ennio Morricone premierà il compositore che meglio saprà tradurre in musica l’identità italiana.

La finale il 9 dicembre nel corso di un evento solenne in diretta su RAI-Radio3

Roma, 13 luglio 2018 �“ Nel 200esimo anniversario della nascita di Michele Novaro, autore della musica dell’Inno d’Italia,…

Leggi Tutto...
 
 
Ritorna la Sassofest, la Festa della Birra più seguita della provincia di Bologna

Ritorna la Sassofest, la Festa della Birra più seguita della provincia di Bologna

Sasso Marconi (Bologna), 16 luglio 2018 �“ Torna anche quest’anno dal 19 al 22 luglio a Sasso Marconi (Bologna) ‘Atuttabirra �“ Sassofest’ (http://www.sassofest.it), il festival della birra più seguito di tutta la provincia di Bologna.
Anche quest’anno per la 24^ edizione, seguendo la tradizione saranno 4 i giorni del ‘Festival della Birra’.

Serate diverse,…

Leggi Tutto...
 
 
Bombardamenti di Roma, in scena il Requiem di W.A. Mozart

Bombardamenti di Roma, in scena il Requiem di W.A. Mozart

Roma, 13 luglio 2018 �“ Giovedì 19 luglio prossimo presso la Basilica di S. Lorenzo in Lucina a Roma, si terrà un concerto per il 75° anniversario del bombardamento di Roma ad opera degli alleati che provocò circa 3.000 morti e 11.000 feriti.

Per l’occasione verrà eseguito il Requiem di W.A. Mozart diretto dal…

Leggi Tutto...
 
 

Bellezza: a settembre ritorna Swiss Beauty Expo, la fiera internazionale dell’estetica e della cosmetica

Milano, 13 luglio 2018 �“ Dall’1 al 3 settembre prossimi andrà in scena la seconda edizione di Swiss Beauty Expo, la fiera internazionale dell’estetica e della cosmetica professionale. Dopo uno slittamento iniziale, confermata per inizio settembre la nuova edizione della Super Fiera negli spazi del Centro Esposizioni di Lugano, in Svizzera.

Un appuntamento molto…

 

A Tor Vergata la Summer School dei docenti USA della “Syracuse University”

Roma, 12 luglio 2018 �“ Dal 16 al 27 luglio prossimi si terrà presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata la prima edizione della Summer School “Gino Gorla” organizzata da Juristor, l’Associazione dei Laureati di Giurisprudenza a Tor Vergata.

Il programma è dedicato a “Gino Gorla”, docente di Diritto Comparato a Roma, coinvolto…

L’Unesco inserisce nel calendario europeo dell' "Anno del Patrimonio culturale" il Premio “Penisola Sorrentina”

Il premio nazionale diretto da Mario Esposito è stato inserito nel calendario europeo dell’ “Anno del Patrimonio culturale” dall’Ufficio Unesco del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’evento si svolgerà in diverse regioni italiane per valorizzare il patrimonio culturale italiano.

Roma, 11 luglio 2018 �“  La ventitreesima edizione del Premio nazionale…

 
 
 
 
]]>
Dentix apre la sua 14° clinica in Lombardia a Saronno Mon, 16 Jul 2018 13:12:32 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486278.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486278.html Redaclem Redaclem Dentix, azienda leader nel settore della cura dentale fondata da un odontoiatra, apre la sua 36esima clinica di proprietà ad alta specializzazione in Italia. La clinica sarà aperta a Saronno, in Lombardia, regione in cui Dentix arriverà a contare, a seguito di questa nuova apertura, ben 14 cliniche. L’inaugurazione del nuovo centro avverrà mercoledì 18 luglio e porterà all’assunzione di 10 professionisti del territorio, con un totale di 370 nuovi posti di lavoro creati da Dentix in Italia.

A Saronno, Dentix aprirà in corso Italia 69, in un locale da 315 mq nel pieno centro storico, all’angolo con piazza Avis, in una zona molto amata e frequentata dai cittadini di Saronno, dove prima aveva sede un punto vendita Benetton. La clinica sarà aperta dal lunedì al sabato dalle 9 alle 20 e garantirà ai pazienti la prima visita senza impegno e controlli gratuiti ogni sei mesi, per sempre, con uno staff selezionato in cui il Direttore Sanitario si occuperà del coordinamento del lavoro degli odontoiatri con l’obiettivo di soddisfare ogni richiesta anche grazie all’utilizzo di macchinari all’avanguardia, come la CAD-CAM, l'apparecchiatura Digital TAC e la radiografia panoramica.

Con la nuova apertura di Saronno, Dentix, già premiata alla 3° edizione degli Invest in Lombardy Awards come impresa simbolo degli investimenti stranieri in Italia, arriva a contare ben 14 centri ad alta specializzazione, non in franchising, nella sola Lombardia con oltre 150 professionisti assunti in regione. Cifra che, guardando complessivamente al resto d’Italia, arriva a 370 professionisti per 36 cliniche. E nei prossimi mesi sono previste almeno altre 9 aperture con l’obiettivo di arrivare entro dicembre 2018 a un totale di 45 cliniche diffuse su tutto il territorio italiano.

Obiettivi di crescita che sono stati in parte già raggiunti: la compagnia, infatti, aveva previsto di aprire entro la fine del 2018 30 cliniche in Italia, risultato a cui è arrivata con largo anticipo, guardando così a nuove prospettive per consolidare ulteriormente la sua presenza nel Belpaese con servizi di qualità ad alta specializzazione. Tutte le cliniche, infatti, sono guidate da professionisti esperti pronti a prendersi cura dei pazienti istaurando con loro un rapporto di fiducia e mettendo a disposizione le migliori cure personalizzate a prezzi assolutamente accessibili.

Una formula molto apprezzata come testimoniano i numeri: su oltre 1.200 pazienti che hanno valutato le cure ricevute da Dentix, il 99% si è ritenuto soddisfatto. Aspetto fondametale se si consiedera che secondo quanto rilevato dal VII Rapporto RBM – Censis sulla Sanità in Italia, oltre 12 milioni di italiani erano stati costretti a rinunciare o rinviare prestazioni sanitarie per motivi economici e che le cure odontoiatriche risultavano essere le meno accessibili (40,2%). Il Sistema Sanitario Nazionale, infatti, riesce a coprire solo limitate fasce della popolazione, rendendo quello delle cure dentarie un nervo scoperto del sistema sanitario universalistico italiano.

«Con Dentix nessuno dovrà più rinunciare a prendersi cura del proprio sorriso – afferma Paolo Marzo, Marketing Manager Italia di DentixAbbiamo creato un sistema di cliniche proprietarie e non in franchising per poter offrire la massima cura e attenzione ai pazienti. Essere presenti nelle province italiane in maniera capillare è fondamentale perché solo con presenza diffusa, prezzi accessibili e alta qualitià dei servizi offerti riusciremo a riavvicinare alle cure odontoiatriche anche tutte quelle persone che in questi anni sono state costrette a rinunciare. E l’inaugurazione della 14esima clinica in Lombardia, a Saronno, testimonia proprio l’efficacia di questo modello apprezzato da un numero sempre maggiore di persone, anche grazie agli abili professionisti che lavorano nelle nostre cliniche».

Entro la fine dell’anno, dunque, Dentix, già indicata dalla Borsa di Londra come una delle mille aziende che ispirano l’Europa, aprirà altri 9 centri, arrivando a 45 cliniche di proprietà aperte in Italia con un totale di oltre 500 professionisti assunti. Il tutto, distinguendosi sempre per essere un centro sicuro, professionale e di altissima qualità. A testimoniarlo, anche il basso tournover delle cliniche: inferiore alla media del settore.

Dentix in Italia - Dentix, dal dicembre 2014 a oggi ha aperto 36 cliniche, di cui 14 in Lombardi a Brescia, Bergamo, Monza, Cremona, Milano (corso San Gottardo, via De Amicis, piazza Argentina), Como, Rho, Mantova, Busto Arsizio, Legnano, Cinisello Balsano e Saronno. Basso il turnover nelle cliniche Dentix, inferiore alla media del settore, e grazie a un fatturato da 390 milioni di euro, oltre 5 mila occupati nel mondo (700 in più solo nel 2016) e ben oltre 250 cliniche di proprietà in tutto il mondo, Dentix è stata riconosciuta anche dalla Borsa di Londra come una delle «1000 companies to inspire Europe 2016», le mille aziende che ispirano l’Europa.

DENTIX: Con un'esperienza di oltre 15 anni, Dentix è una compagnia leader del settore odontoiatrico, creata da un odontoiatra. È un'azienda familiare e con un modello di business differente rispetto ad altre catene o alle assicurazioni sanitarie private e che si sviluppa grazie a cliniche di proprietà e non a cliniche in franchising. Ogni clinica di Dentix è composta da un'équipe di professionisti con il Direttore Sanitario che si occupa del coordinamento del lavoro degli odontoiatri, offrendo così un servizio completo che permette di soddisfare le richieste dei pazienti. Inoltre, un gruppo di esperti odontoiatri compone il dipartimento di qualità che, a livello nazionale, garantisce la massima qualità nei trattamenti per ottenere la soddisfazione dei pazienti. Tutti i centri Dentix dispongono delle ultime novità tecnologiche, come la tecnologia CAD-CAM e l'apparecchiatura Digital TAC e la radiografia panoramica con risparmio di tempi e attese. Per quanto riguarda gli impianti, Dentix usa solamente impianti di alta gamma. Grazie all'impegno della compagnia per la soddisfazione dei propri pazienti, questi godono di un'attenzione personalizzata e cortese e di una garanzia scritta e a lungo termine. Questa filosofia si riflette nell'alto indice delle raccomandazioni, tanto che circa il 40% dei pazienti si rivolge a Dentix grazie al consiglio di amici, familiari o conoscenti.

]]>
Hublot e la Coppa Del Mondo Della FIFA™: Hublot, tutte le partite e tutt e le vittorie Mon, 16 Jul 2018 12:40:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486302.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486302.html Pr NewsWire Aziende Pr NewsWire Aziende
 

View in Browser

 

News From Hublot

Transmitted by PR Newswire for Journalists on July 16, 2018 12:36 PM CEST
 

Hublot e la Coppa Del Mondo Della FIFA™: Hublot, tutte le partite e tutte le vittorie

 
 

NYON, Svizzera, July 16, 2018 /PRNewswire/ --

A un giorno dalla finale, la consacrazione di Hublot! 

Hublot non ha bisogno di aspettare il risultato della finale: alla sua terza partecipazione come Cronometrista Ufficiale alla Coppa del Mondo della FIFA, tutte le vittorie sono sue. Risultato: 1.000 ospiti hanno vissuto l'esperienza della "Coppa del Mondo" grazie alla Maison orologiera; una straordinaria visibilità di oltre 20 minuti di gioco ottenuta grazie al pannello del quarto uomo; l'entrata in gioco del più calcistico degli orologi, il Big Bang Referee 2018 FIFA World Cup Russia e della sua goal line technology al polso degli arbitri; e, infine, una presenza rafforzata nel territorio del paese ospitante grazie all'apertura di una nuova boutique a San Pietroburgo. Un pieno di vittorie per Hublot, celebrato con un Hublot Party. Una festa di chiusura che ha riunito gli invitati e gli amici "calcistici" del marchio, attorniati dalle matrioske, le mascotte ufficiali dell'evento. Come gran finale di questo mese del calcio, Hublot ha chiuso in musica con uno show di DJ Snake, fan del brand e del pallone: il DJ più ricercato è anche il nuovo ambasciatore Hublot. Hublot loves Football! 

     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/718787/Didier_Deschamps.jpg )

     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/718788/Hublot_4th_Referee_Board.jpg )

     (Photo: https://mma.prnewswire.com/media/718789/Usain_Bolt__Ricardo_Guadalupe__DJ_Snake__Julian_Peretta.jpg )

«Un mese di calcio, intenso, emozionante, appassionato, che ha superato ogni pronostico per la finale, Hublot ha già vinto la sua Coppa del mondo. Gli oltre 20 minuti di visibilità in televisione equivalgono a diversi milioni di investimenti pubblicitari; 1.000 invitati hanno partecipato al nostro programma Hublot Loves Football vibrando al ritmo delle 64 partite; il Big Bang Referee 2018 FIFA World Cup Russia , lo smartwatch pensato per il calcio, ha registrato i 169 gol segnati fino alla finale e suggellerà nella sua memoria digitale il punteggio e il vincitore di questa ventunesima Coppa del Mondo; una terza boutique per consolidare la nostra presenza in Russia. La più bella ricompensa per i nostri team dopo tutti questi mesi di intenso lavoro è il piacere di aver vibrato tutti insieme per lo sport più popolare al mondo e la riconoscenza e la gioia di leggere nello sguardo di tutti i nostri ospiti e amici "calcistici" del marchio. Tutti insieme, amiamo il calcio e lo rendiamo fantastico!

Ricardo Guadalupe, CEO Hublot 

Sintesi dei momenti salienti di questa ventunesima Coppa del Mondo in modalità Hublot. 

La passione va condivisa! Invitando i suoi clienti e i friends of the brand ad unirsi a lei sugli spalti, Hublot ha permesso a 1.000 ospiti di vibrare al ritmo del pallone per un mese. Un'esperienza fantastica, di quelle che pongono le basi per legami duraturi.

Risultati: la Maison orologiera ha ottenuto ancora una volta visibilità massima in 12 stadi e 64 partite, per un totale di più di 20 minuti di tempo di gioco.

Visibilità  

Il polso dell'arbitro ha vibrato 169 volte grazie al Big Bang Referee 2018 FIFA World Cup Russia™ collegato al dispositivo elettronico della "Goal Line Technology". L'orologio per i fan del pallone ha segnato il ritmo, in tempo reale, di tutta la Coppa del Mondo: annuncio delle partite 15 minuti prima del calcio di avvio, cartellini gialli e rossi, sostituzioni dei giocatori e ovviamente i goal. Tutto questo perfettamente integrato dalle statistiche delle partite, dei punteggi, del numero di cartellini, dei nomi dei marcatori, delle sostituzioni dei giocatori e dei tempi di gioco.

Presenza 

Dopo la Metropol e la Tsum Boutique, a pochi passi dal Museo dell'Ermitage, è nel più antico grande magazzino di San Pietroburgo che Hublot ha inaugurato il 15 giugno la sua terza boutique sul mercato russo. 26 m2 dedicati all'Art of Fusion e al calcio.

Celebrazione e annuncio  

In piena atmosfera da cerimonia di chiusura, il 14 luglio Hublot ha riunito i suoi ospiti e i suoi friends of  the brand in una festa dedicata alla Coppa del Mondo. Protagonisti di questa ventunesima Coppa del Mondo, le leggende del calcio hanno entusiasmato la serata. Stanislas Cherchesov, Didier Deschamps, Marcel Desailly, Björn Kuipers, Maradona, Roberto Martínez Montoliu, José Mourinho, Pelé, Hervé Renard, Jorge Sampaoli, Xherdan Shaqiri, Alexeï Guennadievitch Smertin, Gareth Southgate, David Trezeguet. Hublot ha naturalmente concluso la serata con l'altra sua passione, la musica. Dopo la performance di Paul Oakenfold, è stato il tocco electro di William Grigahcine, alias DJ Snake a imporre il proprio beat. Hublot addict, tifoso di calcio, il DJ più ricercato che colleziona festival, classifiche e performance diventa il nuovo ambasciatore Hublot. Nominato ai Grammy per la sua collaborazione con Lady Gaga nel 2011, ha anche remixato i titoli di Kanye West, AlunaGeorge e Major Lazer prima di comporre tre canzoni dell'album Artpop di Lady Gaga e realizzare un featuring con Justin Bieber. Hublot conferma la sua passione per le arti.

Hublot si congratula con Didier Deschamps e con la Francia per la vittoria della Coppa del Mondo FIFA 2018. 


www.hublot.com
 

Hublot 4th Referee Board (PRNewsfoto/Hublot)


 

Usain Bolt, Ricardo Guadalupe, DJ Snake and Julian Peretta at the FIFA World Cup (PRNewsfoto/Hublot)


CONTACT: HUBLOT INTERNATIONAL - Suisse - T +41 (0)22 990 90 00. Relations Media International - Annabelle Galley - a.galley@hublot.ch
 
View in Browser
 
                                                           
]]>
Costo caldaia a condensazione: la scelta più adatta per il pianeta Mon, 16 Jul 2018 11:53:18 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486264.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486264.html Sergio Rossi Sergio Rossi Non sempre si può conciliare benessere del pianeta e del proprio portafogli. Ma il costo caldaia a condensazione rende possibile tutte e due queste cose. In primo luogo bisogna giustificare il costo caldaia a condensazione.

Quando si va in contro a un cambiamento che presuppone dispendio di soldi, si è sempre scettici. Perché spendere soldi per spendere meno? Di certo è un concetto difficile da digerire. Come è possibile che spendendo soldi si risparmia? Poniamo un esempio: in casa propria si ha una tradizionale caldaia, perfettamente funzionante.

Già da queste prerogative nessuno penserebbe mai di cambiare la propria caldaia, andando ad affrontare una spesa simile. Esattamente come in una caldaia tradizionale, anche in quella a condensazione l’acqua viene scaldata tramite il calore della combustione. Dopodiché il gas di scarico passano all’interno di una canna fumaria. Ne consegue che l’energia all’interno dei fumi del gas andrebbe persa (in un tradizionale sistema con caldaie standard).

Però il costo caldaia a condensazione è condizionato dal fatto che la caldaia è in grado di riutilizzare i gas espulsi dalla caldaia, per ridurre notevolmente l’energia nel circuito di riscaldamento. In questo modo si ha lo stesso calore che si vuole, con un minor consumo, sia energetico che economico. La realtà è che il costo caldaia a condensazione è giustificato dalla perfetta macchina che questa caldaia è, che porta nel giro di pochissimo tempo non solo ad ammortizzare la spesa iniziale, ma anche ad avere un effettivo risparmio sulla bolletta.

Calcolando quindi il costo caldaia a condensazione, bisognerà preferibilmente valutare tutti i fattori che orbitano intorno a questo sistema che, seppur potrebbe costare diversamente rispetto alle caldaie standard, vi garantiscono l’ammortizzazione e il risparmio nel giro di poco tempo. Il sistema di funzionamento di questa caldaia, è sicuramente ciò che ne determina il costo. Ma per valutare il vero costo caldaia a condensazione, è necessario capire perché sarà sempre la scelta più conveniente da fare.

]]>
Comunicato stampa Mon, 16 Jul 2018 11:35:40 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486283.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486283.html FOREO FOREO
]]>
ELSE Corp a inTAIL 2018 – AI e 3D Retail Revolution Mon, 16 Jul 2018 11:14:31 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486254.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486254.html ELSE Corp ELSE Corp  

ELSE Corp a inTAIL 2018 – AI e 3D Retail Revolution

Il CEO della Startup sarà il Chairman della prima Conferenza dedicata all’ AI Driven Retail

 

Milano, 16 Luglio 2018 - ELSE Corp - a Virtual Retail Company  parteciperà ad inTAIL 2018 – Intelligent Retail, la prima conferenza B2B dedicata al ruolo delle nuove tecnologie e nuove strategie e come queste stiano trasformando la distribuzione B2C e il rapporto con la clientela in qualsiasi settore, che si terrà al MiCo – Milano Congressi il 6 Novembre. L’evento sarà incentrato prevalentemente sugli effetti dell’uso dell’Intelligenza Artificiale nell’ambito Retail, ma si parlerà anche di Big Data, Realtà Aumentata, Virtuale e Mista, Internet of Things applicato al Retail, Computer Vision e infine di Robotica, il tutto esposto da esperti del settore che presenteranno case studies concreti di aziende che basano il proprio lavoro su queste tecnologie.

Il format molto innovativo e ispirato agli scenari internazionali darà l’opportunità di coinvolgere anche le startup e incubatori e fare networking all’interno della Innovation Valley, un’area dedicata a progetti selezionati.

ELSE Corp, startup che dal 2014 lavora sullo sviluppo di una piattaforma Cloud SaaS & API per la Customizzazione e Personalizzazione in 3D di prodotti di moda, basata sul modello di business ‘Virtual Retail’, prenderà parte all’evento per mostrare la sua visione nominata 3D Retail Revolution. Inoltre, l’azienda avrà l’occasione di proporre i suoi progressi relativi all’uso dell’Artificial Intelligence nell’ambito della vendita virtuale (modulo DIY&AI), per offrire una visione completa di come sarà lo shopping del futuro e, allo stesso tempo, prendere coscienza dell’evoluzione del Fashion Retail nell’era del Virtual Retail, del 3D Commerce e dell’Intelligenza Artificiale. I visitatori potranno sperimentare un’innovativa Shopping Experience in 3D, totalmente Virtuale e intuitiva, che permetterà loro di customizzare e personalizzare i prodotti di moda secondo il proprio stile, sia attraverso applicazioni web e per i negozi fisici, che tramite device per la Realtà Virtuale, Aumentata e Mista.

La conferenza è organizzata da Business International, una divisione di Fiera Milano Media che ha l’obiettivo di sviluppare sistemi di relazioni di business, utilizzando soluzioni informative, formative, di comunicazione, analisi di mercato e servizi di marketing, mediante un sistema multimediale che integra i mezzi tradizionali con i nuovi media. Chairman dell’iniziativa è proprio il CEO e Co-Founder di ELSE Corp, Andrey Golub, il quale ha dichiarato:

“L’intelligenza artificiale sta rapidamente dimostrando il punto di svolta per l’Industria Retail, allargando gli orizzonti dall’utilizzo dei big data fino ai mercati del singolo consumatore (“the Segment of One”), dal mondo delle Intelligent Things alla presenza dei robot in negozio. Stiamo assistendo all’AI Retail Revolution, che modificherà i paradigmi del mercato Retail come lo conosciamo oggi. Invitiamo quindi a partecipare alla conferenza tutti coloro che sono interessati a capire come l’Intelligenza Artificiale possa diventare fondamentale per le strategie di business e quali rischi e sfide comportano la sua implementazione”.

La manifestazione è riservata a tutti gli imprenditori e manager del settore Retail con l’obiettivo di capire come valorizzare il proprio lavoro con l’Intelligenza Artificiale.

Maggiori informazioni dell’evento su: www.intail.org

 

Riguardo ELSE Corp: http://www.else-corp.com/

ELSE Corp è una startup italiana fondata a Milano nel 2014, la quale propone soluzioni B2B e B2B2C a brand, retailer, produttori e designer indipendenti. Il suo principale obiettivo è quello di creare le basi per il futuro del Fashion Retail e di rivoluzionare l’industria della moda proponendo la propria visione relativa al Virtual Retail attraverso E.L.S.E. (acronimo di “Exclusive Luxury Shopping Experience”), una piattaforma Cloud SaaS & API tecnologicamente avanzata che consente la Customizzazione e la Personalizzazione di Massa in 3D di prodotti di moda mediante un'innovativa esperienza di Shopping Virtuale.

 

 

]]>
Al via la 3a edizione del concorso di composizione “Michele Novaro” Mon, 16 Jul 2018 11:03:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486275.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/486275.html ComunicatiStampa.net ComunicatiStampa.net
COMUNICATO STAMPA > Se non lo vedi correttamente Vedi sul Browser
 
 
 
ComunicatiStampa.net
 
 

Al via la 3a edizione del concorso di composizione “Michele Novaro”

La giuria presieduta dal Maestro Ennio Morricone premierà il compositore che meglio saprà tradurre in musica l’identità italiana.

La finale il 9 dicembre nel corso di un evento solenne in diretta su RAI-Radio3

Roma, 13 luglio 2018 - Nel 200esimo anniversario della nascita di Michele Novaro, autore della musica dell’Inno d’Italia, l’Associazione Mendelssohn ufficializza la terza edizione del concorso “Michele Novaro” per giovani compositori che negli ultimi due anni ha ispirato decine di musicisti italiani e stranieri a comporre musica in grado di riflettere l’identità italiana.

Le composizioni saranno valutate da una prestigiosa giuria internazionale presieduta dal Maestro Ennio Morricone, vincitore di due premi Oscar.

Le tre partiture finaliste, tra le quali la giuria sceglierà la vincitrice, saranno eseguite in concerto domenica 9 dicembre 2018 dall’Ensemble '900 dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia nel corso di un evento solenne che si svolgerà a Roma, trasmesso in diretta su Rai Radio3.

Il concorso, la cui seconda edizione ha ottenuto un premio di rappresentanza dalla Presidenza della Repubblica, è promosso dall’Associazione Mendelssohn in collaborazione con l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, nasce da un’idea Lorenzo Becattini e si avvale del sostegno di Italgas, l’azienda protagonista nel settore della distribuzione del gas naturale in Italia.

L’iniziativa si rivolge ai musicisti di tutto il mondo che non abbiano compiuto i 40 anni di età al 20 ottobre 2018, data limite per l’invio delle partiture.

I candidati dovranno proporre una composizione per ensemble, dalla durata compresa tra i 7 e i 10 minuti, liberamente ispirata a una specifica “opera d’arte italiana”, nel campo della pittura, scultura o architettura. Il titolo dell’opera d’arte a cui la composizione si richiama andrà dichiarato nella partitura. L'organico dovrà essere per ensemble da 5 a 10 strumenti. La composizione dovrà essere inedita e ineseguita fino alla conclusione del concorso.

Oltre al Maestro Morricone, la giuria internazionale sarà formata dai celebri compositori Claudio Ambrosini, Francesco Antonioni, Michele dall'Ongaro e il direttore d’orchestra austriaco Günter Neuhold.

Il vincitore del Premio Novaro riceverà la somma di 5.000 euro e avrà la sua opera pubblicata dalla Casa Musicale Sonzogno.

Quest’anno, oltre al Premio Novaro, è prevista l’attribuzione di un ulteriore riconoscimento intitolato a Goffredo Mameli e assegnato da una giuria composta da Lorenzo Becattini, Piero Ostali (direttore di Casa Musicale Sonzogno) e da un rappresentante di RAI Radio3.

Il regolamento e le istruzioni per la partecipazione sono disponibili sul sito internet www.concorsonovaro.it, redatto in italiano e in inglese.

 

 

 

Contatti:

Francesco Cianfanelli

+39 3287698779

fcianfa@gmail.com

 

 

Vedi online
 
 
 
 
 

Altri comunicati stampa recenti:

 
 
Ritorna la Sassofest, la Festa della Birra più seguita della provincia di Bologna

Ritorna la Sassofest, la Festa della Birra più seguita della provincia di Bologna

Sasso Marconi (Bologna), 16 luglio 2018 �“ Torna anche quest’anno dal 19 al 22 luglio a Sasso Marconi (Bologna) ‘Atuttabirra �“ Sassofest’ (http://www.sassofest.it), il festival della birra più seguito di tutta la provincia di Bologna.
Anche quest’anno per la 24^ edizione, seguendo la tradizione saranno 4 i giorni del ‘Festival della Birra’.

Serate diverse,…

Leggi Tutto...
 
 
Bombardamenti di Roma, in scena il Requiem di W.A. Mozart

Bombardamenti di Roma, in scena il Requiem di W.A. Mozart

Roma, 13 luglio 2018 �“ Giovedì 19 luglio prossimo presso la Basilica di S. Lorenzo in Lucina a Roma, si terrà un concerto per il 75° anniversario del bombardamento di Roma ad opera degli alleati che provocò circa 3.000 morti e 11.000 feriti.

Per l’occasione verrà eseguito il Requiem di W.A. Mozart diretto dal…

Leggi Tutto...
 
 
Bellezza: a settembre ritorna Swiss Beauty Expo, la fiera internazionale dell’estetica e della cosmetica

Bellezza: a settembre ritorna Swiss Beauty Expo, la fiera internazionale dell’estetica e della cosmetica

Milano, 13 luglio 2018 �“ Dall’1 al 3 settembre prossimi andrà in scena la seconda edizione di Swiss Beauty Expo, la fiera internazionale dell’estetica e della cosmetica professionale. Dopo uno slittamento iniziale, confermata per inizio settembre la nuova edizione della Super Fiera negli spazi del Centro Esposizioni di Lugano, in Svizzera.

Un appuntamento molto…

Leggi Tutto...
 
 

A Tor Vergata la Summer School dei docenti USA della “Syracuse University”

Roma, 12 luglio 2018 �“ Dal 16 al 27 luglio prossimi si terrà presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata la prima edizione della Summer School “Gino Gorla” organizzata da Juristor, l’Associazione dei Laureati di Giurisprudenza a Tor Vergata.

Il programma è dedicato a “Gino Gorla”, docente di Diritto Comparato a Roma, coinvolto…

 

L’Unesco inserisce nel calendario europeo dell' "Anno del Patrimonio culturale" il Premio “Penisola Sorrentina”

Il premio nazionale diretto da Mario Esposito è stato inserito nel calendario europeo dell’ “Anno del Patrimonio culturale” dall’Ufficio Unesco del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’evento si svolgerà in diverse regioni italiane per valorizzare il patrimonio culturale italiano.

Roma, 11 luglio 2018 �“  La ventitreesima edizione del Premio nazionale…

Il Rigoletto di Giuseppe Verdi in scena a Bergeggi (SV)

Il Rigoletto di Giuseppe Verdi in scena venerdì 20 luglio 2018 alle ore 21.00 presso il Dominio Mare Resort a Bergeggi (Savona)

Bergeggi (SV), 11 luglio 2018 �“ Sarà il Rigoletto ad allietare gli ospiti del Dominio Mare Resort di Bergeggi, venerdì 20 luglio alle ore 21,…

 
 
 
 
]]>