Costo caldaia a condensazione: l’economia con semplici parole

09/ago/2018 10:37:38 Sergio Rossi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Quali sono le variabili che determinano il costo caldaia a condensazione?

Per valutare il costo caldaia a condensazione bisogna fare un ragionamento che vada oltre alla spesa iniziale della caldaia. Facciamo un esempio: un mangiatore di mele spende 10$ alla settimana per comprare le mele, in un mese spende 40$ e in un anno 480$. La quantità di mele che compra settimanalmente è pari a 1 Kg.

Nel corso del tempo la sua spesa è sempre la stessa. Questo è il caso di una caldaia standard che viene utilizzata in un’abitazione per riscaldare l’ambiente. Cambiando sistema, si scopre il modo per avere 3kg di mele alla settimana al posto che 1. L’unica differenza sta nel fatto che bisogna pagare 480$ subito per avere un melo. Ed ecco che arriva il cruccio del cambio caldaia. In una situazione normale, nessuno accetterebbe di pagare 480 al posto di 10. Ma è qui che si cela il vantaggio dietro al costo caldaia a condensazione. Se vi dicessero che dopo quei 480$ paghereste solo

per il mantenimento che vi costa 1$ a settimana ma in compenso avete il triplo delle mele disponibili? Lasciando perdere mele e alberi, il nocciolo della questione è il vantaggio economico e di consumo che giustifica il costo caldaia a condensazione.

Quali sono le differenze tra caldaia a condensazione e caldaia tradizionale

Se si parla di risparmio, le caldaie a condensazione non risparmiano solo energicamente. Sicuramente il risparmio energetico è cospicuo e deriva dal funzionamento della macchina. Per dare una breve spiegazione, una caldaia a condensazione ha un componente che la differenzia in maniera drastica dal resto delle caldaie: infatti i fumi di scarico di una caldaia a condensazione non vengono espulsi nell’aria.

Questo nuovo tipo di tecnologia di caldaie a condensazione, consente il raffreddamento dei fumi fino al conseguente ritorno allo stato liquido del vapore acqueo. Dopodiché l’acqua verrà preriscaldata dai fumi in modo da facilitare il riscaldamento. Il maggior risparmio si ottiene quindi abbinandola a masse radianti di maggiore superficie e funzionando per periodi più prolungati a temperature inferiori.

Come è facilmente deducibile, la diretta conseguenza al minor risparmio energetico per riscaldare l’acqua, è un netto risparmio economico. Ricapitolando il costo caldaia a condensazione è diverso perché: maggiore è il risparmio energetico e maggiore sarà il risparmio economico. Si può notare un’efficienza energetica ottima, che oscilla intorno al 98%. I consumi vengono subito ridotti scendendo del 30% rispetto a una qualsiasi caldaia tradizionale.

Oltretutto si avranno basse emissioni di sostanze inquinanti grazie alla tecnologia a condensazione. E il costo di investimento è realmente basso. Basti pensare che una simile caldaia cosa pressappoco come una caldaia di tipo tradizionale.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl