Mappatura dei processi aziendali: gestione dei processi in maniera ottimale

20/set/2016 15:23:21 switchup Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La mappatura dei processi aziendali ha come obiettivo la rappresentazione visiva del business aziendale, al fine di supportare la messa a punto di un sistema organizzativo (e organizzato) basato su specifiche procedure e buone pratiche.

 

Un’efficace mappatura dei processi aziendali rappresenta uno strumento per individuare i punti critici e gestire i vari controlli operativi da svolgersi in aree specifiche di riferimento, come il controllo Qualità, la tutela ambientale, la sicurezza o il controllo amministrativo. Essa va però realizzata sotto il profilo decisionale, operativo – gestionale, organizzativo e amministrativo; affinché la mappatura sia ottimale e dia dei risultati infatti, nessun settore deve sentirsi esonerato dal vaglio e dal controllo.

 

A cosa serve la mappatura dei processi aziendali?

Un modello esaustivo di un processo aziendale, organizzato nei suoi sotto-processi, sarà in grado di simulare il comportamento dell’azienda, e su di esso potranno essere applicati ipotetici scenari di business, così da avere una visione complessiva di come a determinate azioni o scelte strategiche possano generare performance aziendali positive (o negative).

Solo con una riorganizzazione basata sulla mappatura dei processi aziendali sarà possibile ridurre tempi e costi operativi, rendere più efficaci le risorse, dare più attenzione alla customer satisfaction e migliorare anche la promozione della qualità dei prodotti e servizi sul mercato. 

 

In cosa consiste una mappatura dei processi aziendali?

Un approccio di ottimizzazione dei processi aziendali può essere così suddiviso:

-          Descrizione dei processi aziendali in fase iniziale;

-          Verifica dell’adeguatezza o meno dei processi;

-          Revisione dei processi ed eventuale ridefinizione dei nuovi processi identificati;

-          Redazione di procedure e flussi operativi che descrivono i processi e tutte le loro attività;

-          Ridefinizione di ruoli e relative responsabilità;

-          Ottimizzazione dei flussi documentali e operativi;

-          Supporto alla messa in pratica del processo ridefinito.

 

 

Il ciclo di Deming è alla base della metodologia di descrizione dei processi: il ciclo è un modello studiato per il miglioramento costante della qualità in un’ottica a lungo raggio. Esso si può riassumere in 4 fasi: Plan (pianificazione), Do (esecuzione), Check (controllo) e Act (azioni correttive e di miglioramento).

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl