Le potenzialità dei sistemi di automazione domestica

05/set/2012 15:50:59 Valeria Biagi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Negli anni '90 un manager di un'azienda high-tech progettò un sistema domotico per stupire la clientela. Assieme al suo team sviluppò un sistema basato su un PLC (programmable logic controller) che accendeva e spegneva la luce e l'aria condizionata in base alla presenza di persone nella stanza.

Nella notte lo stesso dispositivo diventava un avanzato sistema antifurto che attivava una sirena, azionava un servizio di allarme, o effettuava chiamate telefoniche quando un ladro cercava di entrare nell'edificio.

La rivelazione più sorprendente arrivò però dal contabile dell'azienda: aveva riscontrato un risparmio energetico del 35%. Come spiegarlo? Sia sul lavoro che in ambiente domestico le persone tendono a dimenticare di spegnere le luci quando escono da una stanza, per non parlare di regolare il termostato.

L'automazione domestica è bella ma un fattore critico è nella procedura e in che modo sono gestite le eccezioni. Qui di seguito descriviamo il comportamento tipico di un sistema domotico ben progettato in due ambienti domestici, il soggiorno e le stanze da letto.

Soggiorno

Quando i sensori di movimento percepiscono una presenza umana nel soggiorno le impostazioni definite dall'utente per la modalità presenza vengono applicate per regolare l'illuminazione e la temperatura. Quando invece non ci sono persone nella stanza, le luci automaticamente si spengono dopo un intervallo di tempo predefinito. Quando l'assenza di persone si prolunga nel tempo, il sistema di controllo per il risparmio energetico regola di conseguenza il sistema di condizionamento dell'aria o l'impianto di riscaldamento.

Quando viene rilevata la presenza di persone nel soggiorno il sistema domotico riaccende le luci e se la presenza si prolunga nel tempo viene riattivato anche il sistema di aria condizionata o il riscaldamento, a seconda della stagione.

Camere da letto

Il sistema domotico predispone automaticamente luci, temperatura e umidità dell'aria in base ai valori reimpostati nella funzione notte, all'ora predefinita assieme alla sveglia cambia le impostazioni a “giorno”, sollevando le serrande e accendendo le luci. Poco prima dell'ora predefinita per la sveglia il sistema di automazione domestica attiverà il riscaldamento per creare un clima confortevole al momento del risveglio.

La maggior parte dei progettisti di domotica tende però a dimenticare l'importante funzione sociale di una camera da letto. La possibilità di controllo da parte dell'utente è di fondamentale importanza in questo caso. I sistemi domotici devono avere la capacità di consentire all'utente di avere il controllo delle possibili deviazioni dalle regole standard in modo semplice e intuitivo. Un sistema domotico progettato correttamente consente infatti all'utente di modificare manualmente le impostazioni automatiche.

Questi sono solo due esempi dei molteplici utilizzi che può avere un sistema domotico in ambito domestico.

Considerando le possibilità di risparmio energetico e la sempre maggiore attenzione che si porta a questi temi, si può prevedere che i sistemi di domotica avranno un ruolo sempre più importante nel prossimo futuro.

L'installazione di sistemi domotici in ambito domestico è in continua crescita e l'integrazione con smartphone e tablet li renderà in futuro sempre più popolari.

BTicino è leader mondiale nei sistemi domotici di automazione domestica, scegliere la Domotica My Home di BTicino significa decidere di equipaggiare la propria casa con un impianto moderno ed evoluto, per essere al passo coi tempi e vivere circondati dal massimo livello di Comfort, Sicurezza, Efficienza Energetica, Multimedialità, Controllo locale e a distanza.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl