Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Finanza Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Finanza Sun, 21 Jan 2018 21:13:04 +0100 Zend_Feed_Writer 1.11.10 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/1 YOPAdvisors. Equity Crowdfunding: le novità Fri, 12 Jan 2018 17:35:34 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465736.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465736.html YOPAdvisors YOPAdvisors Crowdfunding: perchè no?

Il 3 gennaio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Consob sulla raccolta di capitali di rischio tramite portali on-line (equity crowdfunding). L’equity crowdfunding sta prendendo piede in questi ultimi tempi come strumento alternativo per consentire a imprese, startup o PMI, di finanziare la propria crescita raccogliendo capitale di rischio.

Il nuovo Regolamento Consob riflette e si adegua alle ultime innovazioni legislative in materia di crowdfunding ed equity crowdfunding, in particolare la legge di bilancio per il 2017 (n. 232 dell’11 dicembre 2016) e il decreto legislativo (n. 129 del 3 agosto 2017) di recepimento della seconda direttiva europea in materia di prestazione dei servizi di investimento (Mifid 2).

Ma vediamo quali sono le principali e più interessanti novità:

  • Offerenti

Una campagna di equity crowdfunding può essere lanciata da:

– Strart up innovative

– PMI innovative,

– Organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) che investono prevalentemente in start-up innovative e PMI innovative;

– Società di capitali che investono prevalentemente in start-up innovative e PMI innovative;

E, col nuovo Regolamento, anche da:

– PMI. Per PMI si intendono le società che in base al più recente bilancio annuale soddisfino almeno 2 dei 3 criteri: (i) numero medio di dipendenti nel corso dell’esercizio inferiore a 250; (iii) totale dello stato patrimoniale non superiore a Euro 43 milioni; (iii) fatturato netto annuale non superiore a Euro 50 milioni;

– Organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) che investono prevalentemente in PMI; e

– Società di capitali che investono prevalentemente in PMI.

 

 

  • Gestori dei portali

Oltre alle banche e alle imprese di investimento autorizzate alla prestazione dei relativi servizi, possono iscriversi nella sezione speciale del Registro tenuto dalla Consob, anche SGR, Sicav e Sicaf che gestiscono direttamente i propri patrimoni, limitatamente all’offerta sui portali di quote o azioni di OICR che investono prevalentemente in PMI.

 

  • Soglia di sottoscrizione obbligatoria

La soglia di sottoscrizione obbligatoria dell’offerta sul portale è ridotta al 3%, ma solo per le offerte fatte da PMI in possesso della certificazione del bilancio e dell’eventuale bilancio consolidato (relativi agli ultimi due esercizi precedenti l’offerta), se redatti da un revisore contabile o da una società di revisione iscritta nel registro dei revisori contabili. In caso contrario, rimane la soglia del 5%.

 

  • Informazioni sull’offerta

In aggiunta alle informazioni sull’offerta, già elencate nell’Allegato 3 del Regolamento Consob (tra le quali l’informativa sui rischi insiti nell’offerta, gli strumenti finanziari offerti, ecc.), l’offerente dovrà inserire informazioni su:

– organo di controllo, con indicazione dei dati anagrafici dei componenti;

– informazioni sul soggetto incaricato della revisione legale dei conti;

– informazioni sui consulenti legali e/o finanziari di cui si avvalso l’offerente in relazione all’offerta. Lo stesso dicasi anche nel caso in cui ci si sia avvalsi di un parere di un esperto.

 

Questo per quanto riguarda le novità che il nuovo regolamento apporta alla materia dell’Equity Crowdfunding. Vi aspettiamo settimana prossima per una riflessione sulle opportunità e sul futuro dell’Equity Crowdfunding (e di altre forme di finanza alternativa) nel panorama delle Piccole Medie Imprese Italiane.

Se siete PMI e volete approfondire l’argomento nel dettaglio con YOPAdvisors, contattateci a info@yopadvisors.com

Se volete scaricare il regolamento da qui: Regolamento Consob 2013/18592_in_vig_2018

 

]]>
YOPAdvisors. Equity Crowdfunding: le novità Fri, 12 Jan 2018 17:34:35 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465734.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465734.html YOPAdvisors YOPAdvisors Crowdfunding: perchè no?

Il 3 gennaio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Consob sulla raccolta di capitali di rischio tramite portali on-line (equity crowdfunding). L’equity crowdfunding sta prendendo piede in questi ultimi tempi come strumento alternativo per consentire a imprese, startup o PMI, di finanziare la propria crescita raccogliendo capitale di rischio.

Il nuovo Regolamento Consob riflette e si adegua alle ultime innovazioni legislative in materia di crowdfunding ed equity crowdfunding, in particolare la legge di bilancio per il 2017 (n. 232 dell’11 dicembre 2016) e il decreto legislativo (n. 129 del 3 agosto 2017) di recepimento della seconda direttiva europea in materia di prestazione dei servizi di investimento (Mifid 2).

Ma vediamo quali sono le principali e più interessanti novità:

  • Offerenti

Una campagna di equity crowdfunding può essere lanciata da:

– Strart up innovative

– PMI innovative,

– Organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) che investono prevalentemente in start-up innovative e PMI innovative;

– Società di capitali che investono prevalentemente in start-up innovative e PMI innovative;

E, col nuovo Regolamento, anche da:

– PMI. Per PMI si intendono le società che in base al più recente bilancio annuale soddisfino almeno 2 dei 3 criteri: (i) numero medio di dipendenti nel corso dell’esercizio inferiore a 250; (iii) totale dello stato patrimoniale non superiore a Euro 43 milioni; (iii) fatturato netto annuale non superiore a Euro 50 milioni;

– Organismi di investimento collettivo del risparmio (OICR) che investono prevalentemente in PMI; e

– Società di capitali che investono prevalentemente in PMI.

 

 

  • Gestori dei portali

Oltre alle banche e alle imprese di investimento autorizzate alla prestazione dei relativi servizi, possono iscriversi nella sezione speciale del Registro tenuto dalla Consob, anche SGR, Sicav e Sicaf che gestiscono direttamente i propri patrimoni, limitatamente all’offerta sui portali di quote o azioni di OICR che investono prevalentemente in PMI.

 

  • Soglia di sottoscrizione obbligatoria

La soglia di sottoscrizione obbligatoria dell’offerta sul portale è ridotta al 3%, ma solo per le offerte fatte da PMI in possesso della certificazione del bilancio e dell’eventuale bilancio consolidato (relativi agli ultimi due esercizi precedenti l’offerta), se redatti da un revisore contabile o da una società di revisione iscritta nel registro dei revisori contabili. In caso contrario, rimane la soglia del 5%.

 

  • Informazioni sull’offerta

In aggiunta alle informazioni sull’offerta, già elencate nell’Allegato 3 del Regolamento Consob (tra le quali l’informativa sui rischi insiti nell’offerta, gli strumenti finanziari offerti, ecc.), l’offerente dovrà inserire informazioni su:

– organo di controllo, con indicazione dei dati anagrafici dei componenti;

– informazioni sul soggetto incaricato della revisione legale dei conti;

– informazioni sui consulenti legali e/o finanziari di cui si avvalso l’offerente in relazione all’offerta. Lo stesso dicasi anche nel caso in cui ci si sia avvalsi di un parere di un esperto.

 

Questo per quanto riguarda le novità che il nuovo regolamento apporta alla materia dell’Equity Crowdfunding. Vi aspettiamo settimana prossima per una riflessione sulle opportunità e sul futuro dell’Equity Crowdfunding (e di altre forme di finanza alternativa) nel panorama delle Piccole Medie Imprese Italiane.

Se siete PMI e volete approfondire l’argomento nel dettaglio con YOPAdvisors, contattateci a info@yopadvisors.com

Se volete scaricare il regolamento da qui: Regolamento Consob 2013/18592_in_vig_2018

 

]]>
Comunicato stampa 9 gennaio 2018 - Angeli della Finanza Tue, 09 Jan 2018 10:24:31 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465435.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465435.html Ufficio Stampa Angeli della Finanza Ufficio Stampa Angeli della Finanza Gentile redazione in allegato comunicato Stampa de 9 gennaio 2018 
Saluti
Segreteria Angeli della Finanza 



Associazione Angeli della Finanza - Sezione Cassino
Mobile 393 1697934 
]]>
Angeli della Finanza, allarme accrediti Pos commercianti, controllate il vostro conto Tue, 09 Jan 2018 10:06:59 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465267.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465267.html Ufficio Stampa Angeli della Finanza Ufficio Stampa Angeli della Finanza Domenico Panetta, fondatore e presidente Angeli della FinanzaChe fine fanno i soldi dei commercianti che utilizzano il Pos? E’ la domanda che ci poniamo e che poniamo a tutti i cittadini  italiani. A lanciare l’allarme sono gli Angeli della Finanza,  ancora una volta i volontari in aiuto di imprese e cittadini indebitati mettono in evidenza le carenze di un sistema bancaria sempre più allo sbando. 

Dopo la fusione tra Intesa SanPaolo e Veneto Banca, molti correntisti  e nelle specifico commercianti si sono trovati senza veder accreditate le somme provenienti dagli incassi Pos sul loro conto corrente.  Ritardi che durano da più di un mese, nessuno giustificazione da parte della banca, nessuno controllo da chi di dovere.  La morale? Ogni commerciante  coinvolto si ritrova ad aver venduto merce, a non aver denaro ed a pagare tassazione su uno scontrino emesso? Tutto ciò può accadere in una nazione seria è il commento del fondatore e presidente degli Angeli della Finanza Domenico Panetta, perché è sempre il correntista o il risparmiatore a rimetterci, le domande che pongo ai responsabili sono le seguenti: Si parla di cifre consistenti, chi sta utilizzando questo denaro? Perche un commerciante che fa affidamento sul quel denaro dovrebbe rischiare su assegno emesso un protesto per una colpa non sua? Ma soprattutto perché la banca continua ad incassare spese commissioni e non a stornare le cifre?

 

L’ appello degli Angeli della Finanza è  quello di controllare giorno per giorno gli incassi Pos, onde evitare spiacevoli sorprese come sta capitando a molti di noi.  

]]>
Angeli della Finanza, allarme accrediti Pos commercianti, controllate il vostro conto Tue, 09 Jan 2018 10:06:21 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465266.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465266.html Ufficio Stampa Angeli della Finanza Ufficio Stampa Angeli della Finanza Domenico Panetta, fondatore e presidente Angeli della FinanzaChe fine fanno i soldi dei commercianti che utilizzano il Pos? E’ la domanda che ci poniamo e che poniamo a tutti i cittadini  italiani. A lanciare l’allarme sono gli Angeli della Finanza,  ancora una volta i volontari in aiuto di imprese e cittadini indebitati mettono in evidenza le carenze di un sistema bancaria sempre più allo sbando. 

Dopo la fusione tra Intesa SanPaolo e Veneto Banca, molti correntisti  e nelle specifico commercianti si sono trovati senza veder accreditate le somme provenienti dagli incassi Pos sul loro conto corrente.  Ritardi che durano da più di un mese, nessuno giustificazione da parte della banca, nessuno controllo da chi di dovere.  La morale? Ogni commerciante  coinvolto si ritrova ad aver venduto merce, a non aver denaro ed a pagare tassazione su uno scontrino emesso? Tutto ciò può accadere in una nazione seria è il commento del fondatore e presidente degli Angeli della Finanza Domenico Panetta, perché è sempre il correntista o il risparmiatore a rimetterci, le domande che pongo ai responsabili sono le seguenti: Si parla di cifre consistenti, chi sta utilizzando questo denaro? Perche un commerciante che fa affidamento sul quel denaro dovrebbe rischiare su assegno emesso un protesto per una colpa non sua? Ma soprattutto perché la banca continua ad incassare spese commissioni e non a stornare le cifre?

 

L’ appello degli Angeli della Finanza è  quello di controllare giorno per giorno gli incassi Pos, onde evitare spiacevoli sorprese come sta capitando a molti di noi.  

]]>
AIUTO FINANZIARIO. E-mail: luca001965@gmail.com Mon, 08 Jan 2018 21:29:43 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465202.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465202.html Dell'utri Dell'utri Buonasera

sono privato che mettono a vostra disposizione somma che va da 1.000

EURO a 2.000.000 ad EURO ai tassi di 3% grazie. posta elettronica: E-Mail: luca001965@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

Grazie.

]]>
AIUTO FINANZIARIO. E-mail: luca001965@gmail.com Mon, 08 Jan 2018 21:26:18 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465200.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465200.html Dell'utri Dell'utri Buonasera

sono privato che mettono a vostra disposizione somma che va da 1.000

EURO a 2.000.000 ad EURO ai tassi di 3% grazie. posta elettronica: E-Mail: luca001965@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

Grazie.

]]>
AIUTO FINANZIARIO. E-mail: luca001965@gmail.com Mon, 08 Jan 2018 21:25:45 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465199.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465199.html Dell'utri Dell'utri Buonasera

sono privato che mettono a vostra disposizione somma che va da 1.000

EURO a 2.000.000 ad EURO ai tassi di 3% grazie. posta elettronica: E-Mail: luca001965@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

Grazie.

]]>
AIUTO FINANZIARIO. E-mail: luca001965@gmail.com Mon, 08 Jan 2018 21:23:48 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465198.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/465198.html Dell'utri Dell'utri Buonasera

sono privato che mettono a vostra disposizione somma che va da 1.000

EURO a 2.000.000 ad EURO ai tassi di 3% grazie. posta elettronica: E-Mail: luca001965@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

Grazie.

]]>
Concretizzate tutti i vostri progetti Fri, 29 Dec 2017 07:58:45 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/464125.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/464125.html cavallini cavallini Offerta di prestito serio senza protocollo
Concretizzate tutti i vostri progetti!
Un credito li impegna e deve essere
rimborsato. Verificate le vostre capacità di rimborso prima di impegnarsi.
Ogni persona seria in un vicolo cieco, che ha cercata disperatamente questa
prestito vegliate sollecitare per potere avere un seguito favorevole
100%garantie.
5000 ............. 500.000€
Contattarlo:
loreda1960@gmail.com

]]>
Une reprise économique mondiale qui se consolide Thu, 21 Dec 2017 09:22:03 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/463345.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/463345.html Makinate Makinate C’est officiel, après plus de 10 ans de crise, il semblerait que l’économie mondiale reparte enfin, notamment grâce notamment à une accélération de la croissance en Chine, aux Etats-Unis et en Inde. Cette crise mondiale a été due notamment à l’effondrement du prix du pétrole d’une part, à la crise des pays ayant l’euro comme monnaie unique, mais n’oublions pas que l’investiture de Trump a fait son effet, tout autant que la Brexit qui a elle aussi eu un impact important.

Mais aujourd’hui la situation semble s’inverser – en effet divers indicateurs économiques donnent des signes réels de reprise économique. Le Financial Times ainsi que le centre Brookings Institution ont réalisé plusieurs études démontrant concrètement que la phase de reprise est bien engagée et que cette croissance de l’économie mondiale est destinée à durer.

De plus il convient de noter qu’en 2017 une reprise de l’activité manufacturière a été enregistré, c’est d’ailleurs l’un des principaux acteurs du développement économique. C’est principalement grâce aux exportations et à la croissance des marchés mondiaux que le secteur manufacturier a pu se redresser correctement.

Un autre facteur qui a favorisé cette reprise est le développement et la distribution de machines industrielles augmentant ainsi l’efficacité de la production des entreprises manufacturières au niveau mondial. Un exemple de machines industrielles pour augmenter l'efficacité des processus de fabrication peut être trouvé sur : https://makinate.fr/ .

Les principales raisons de cette reprise économique sont :

 

  • 1.       La ruée des marchés boursiers qui ne cessent de croître
  • 2.       La croissance des économies réelles
  • 3.       La mutation des pays qui étaient jusqu’à maintenant considérés comme des pays en voie de développement ou émergents et qui sont aujourd’hui de vrais pays développés – la Chine en est l’exemple parfait.

 

Cependant, plusieurs risques persistent et mettent en péril la reprise économique mondiale. Par exemple, des idéologies et des programmes nationalistes ou protectionnistes, ou même la réduction drastique de la liquidité des banques dans l'économie. Ce dernier point en particulier touche principalement l’Europe : la BCE a atteint les limites légales en termes de financement des pays sur les marchés à des prix nettement inférieurs de ce qu’ils auraient dépensé s’ils n’avaient pas été financés. La fin de l'injection de liquidité de la BCE poserait un risque énorme, en particulier pour les pays les plus faibles de la zone euro.

En conclusion, malgré la reprise croissante de l'économie mondiale, il est nécessaire de ne pas sous-estimer les risques qui la mettent en danger et d'espérer diverses politiques à un niveau global qui permettront à l'économie de rester positive sur le long terme.

]]>
SOLUZIONE DEI PROBLEMI FINANZIARI (3.000 € a 900.000 €) : Whatsapp: +41779442962 Sun, 17 Dec 2017 20:23:04 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/462917.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/462917.html Giovanna Giovanna Fine a tutti i vostri problemi per contribuire a finanziare 5000 a 3.000.000 Si prega di contattare veloce via E-Mail: lucianagiovanna0123@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

]]>
Nuova miniera d'oro nella foresta amazzonica della Guiana su concessione della Francia Fri, 15 Dec 2017 00:02:15 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/463773.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/463773.html comproorotoscana comproorotoscana

La Francia sta per aprire un altro sito minerario che sfrutterebbe le risorse aurifere della Guiana.

Al di la dei proclami e delle iniziative ufficiali che vedano la Francia tra i paesi occidentali che vorrebbero ridurre l'inquinamento climatico la realtà è ben diversa.

Un eredità proveniente dalla colonizzazione francese dell’Amazzonia risalente al XX secolo, ecco il territorio per lo più ricoperto dalla foresta amazzonica che il governo francese vorrebbe relegare a nuovo sito minerario per l'estrazione dell'oro.

Proprio l'oro spinse fin qua i primi colonizzatori spagnoli, ancora oggi dopo secoli è sempre il prezioso metallo giallo a far smuovere le nazioni.

Nel frattempo l'oro è divenuto uno dei beni rifugio più affidabili in assoluto per mantenere il valore dei capitali, come viene ben testimoniato sui mercati azionari dove la strategia finanziaria del compro oro non smette mai di essere utilizzata sia da investitori privati che governativi.

Nonostante i secoli ed i proclami ambientalisti sembra che le priorità francesi come del resto quelle di molti altri governi non sembrano cambiate.

Oro, petrolio e molte altre risorse del nostro pianeta vengano cercate con la massima priorità senza far troppa attenzione alle gravi ricadute ambientali che queste provocano.

L'industria mineraria aurifera è sicuramente tra le più inquinanti e tossiche, le esalazioni di cianuro derivanti dai processi chimici necessari per l'estrazione dell'oro risultano mortali per uomo e animali, tanto che nelle zone adiacenti a questi siti minerari viene proibito l'utilizzo dell'acqua e qualsiasi tipo di coltivazione.

Certo per il governo francese sarebbe impossibile aprire un sito minerario di questo tipo sul suolo nazionale, la protesta monterebbe immediata da parte dei francesi che non accetterebbero mai una situazione così inquinante e pericolosa a casa loro.

Per il governo francese è molto più semplice farlo nella Guiana affidando le concessioni necessarie a due multinazionali e senza che il sito minerario sia sotto gli occhi di tutti, quà la popolazione della Guiana già decimata e sottomessa dalla colonizzazione europea non pone troppa resistenza per quanto riguarda la questione ambientale e con la possibilità di nuovi posti di lavoro è facile convincere i locali.

La Francia non è certo l'unica nazione a portare avanti politiche di questo tipo a dispetto dei proclami ambientali che il governo lancia per l'opinione pubblica, ma è certo che oggi la questione dell'inquinamento globale e dello sfruttamento incontrollato delle risorse del pianeta non si può dire risolta con gli accordi internazionali attuali se ancora oggi si preferisce estrarre oro, petrolio e quant'altro pur inquinando immense riserve d'acqua mondiali.

]]>
Oro un Investimento Antico ancora Attuale Fri, 08 Dec 2017 03:40:47 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461891.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461891.html davidgold davidgold Crisi economica e incertezza finanziaria minano le nostre sicurezze e minano il valore dei nostri risparmi, la domanda che molti si fanno nasce spontanea, come fare per evitare che il valore dei nostri risparmi diminuisca nel tempo ? 

le offerte non mancano e molte di queste sono comodamente raggiungibili e gestibili attraverso i nuovi mezzi di comunicazione, per questo non staremo qua ad approfondire questi temi, ciò che vogliamo prendere in considerazione è un metodo vecchio ma sempre valido purchè chi decida di seguirlo sia intenzionato a prendersi carico fisicamente del suo investimento. 

Parliamo di investimento in oro fisico un tipo di investimento che è stato molto utilizzato in momenti storici difficili e che purtroppo  è ritornato di moda proprio a causa del perdurare di un difficile momento economico che ha attanagliato da diversi anni soprattutto la vecchia Europa.

Per investire in oro fisico il metodo più utilizzato è il compro oro in lingotti poichè il loro costo subisce in modo marginale il prezzo della loro realizzazione, anche se vanno molto di moda anche le monete d'oro da investimento per la loro flessibilità sia nell'acquisto che nella vendita poichè facilmente suddivisibili al contrario dei lingotti.

Una volta acquistato sorge il problema di conservare l'investimento in un luogo sicuro per questo sono possibili due scelte una affidandosi a banche che deterranno per voi l'oro acquistato in cambio di un canone annuale che inevitabilemnte andrà ad incidere come costo sull'investimento, l'altra opzione  è quella di conservarlo personalmente in luoghi sicuri questo metodo oltre a farci risparmiare soldi ci metterà al sicuro da eventuali anche se poco probabili default della banca o del paese stesso in cui l'oro viene conservato, oltre a ciò detenere oro fisico personalmente ci metterà al riparo anche da eventuali nuove tassazioni che potrebbero essere decise dai governi che verrebbero automaticamente aggravate se detenuto nelle banche. 

Chiaramente il rischio che qualche malintenzionato possa mettere a rischio il proprio investimento in oro fisico è sicuramente maggiore se si sceglie di detenerlo personalmente al contrario di quello che verrà custodito per noi da una banca ben protetta e assicurata per ogni valore detenuto.

]]>
Perché il mercato Forex è più semplice della Borsa valori Thu, 07 Dec 2017 14:01:43 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461830.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461830.html nccbluetaxi nccbluetaxi La Borsa valori, è notoriamente il mercato finanziario più complicato del mondo, anche per i trader esperti che hanno appreso i dettagli del sistema. Con così tanti operatori, così tanti soldi e così tanti titoli differenti, che si muovono tutti contemporaneamente, tenere traccia di tutto il mercato, può essere estenuante e talvolta travolgente.

Ciò non significa che la Borsa valori non possa essere interessante o non avere punti forti a suo favore. Potenzialmente, il guadagno può essere illimitato in questo mercato e imparare a leggere e ad investire in azioni, può condurre ad una carriera molto gratificante, sia dal punto di vista personale che sociale.

Tuttavia, ci sono un sacco di persone che adorano l'idea stessa d'investimento - sia giornaliero che a lungo termine - che preferiscono un ambiente semplice e più facile da gestire, così come avviene con le piattaforme di trading Forex.

Per queste persone il mercato Forex è più attraente, perché ci sono molti modi in cui è possibile sfruttare le valute estere, mettendole a confronto l'una contro le altre, in un processo sicuramente molto più complicato, che rende il tutto più simile al gioco d'azzardo, che ad un vero e proprio mercato azionario.

Essenzialmente, possiamo mettere in evidenza 2 fattori principali, per cui possiamo considerare il mercato Forex un mercato più semplice da gestire, rispetto ad una Borsa valori.

Il primo, è la vastità del mercato. Spesso si pensa che un mercato azionario come quello del New York Stock Exchange abbia dimensioni quasi illimitate e, come accennato in precedenza, tutto questo rende gli scambi molto più complessi. Ma in termini di liquidità, il mercato Forex fa impallidire non solo quello della Borsa di New York, ma anche tutti gli altri del mondo messi assieme!

STO company, uno degli operatori più importanti del mercato a livello internazionale, ricorda che il mercato Forex coinvolge un volume di affari che supera i 4 trilioni di dollari al giorno. Nonostante questo, la gestione delle operazioni Forex, è molto più semplice di quanto si riesca ad immaginare.

Siccome sono coinvolti così tanti soldi, le singole transizioni non possono spostare in modo particolare il valore di una moneta in periodi di tempo brevi. Questo significa che quando si acquista una coppia di valute, si può star certi di acquistarla al valore che si preferisce. In sostanza, domanda e offerta sono più proporzionate al mercato.

Il secondo, sono gli orari favorevoli. Una delle parti più difficili relative alla navigazione nella Borsa valori, è la necessità di iniziare e terminare le proprie attività ad orari di ufficio. Ad esempio, il New York Stock Exchange apre le contrattazioni alle 9:30 EST e chiude alle 16:00 EST.

Se è pur vero che ci sono alcuni modi "trasversali" per continuare a fare trading, è altrettanto vero che le notizie che spuntano durante gli orari di chiusura, mettono i trader in una posizione di svantaggio, poiché vanno ad influenzare direttamente l'apertura del mercato del giorno seguente.

Questo è un problema che non esiste nel mercato Forex, perché le coppie di valute internazionali, possono essere scambiate 24 ore al giorno. Questo consente ai trader giornalieri di condurre le operazioni quando e come vogliono, senza essere legati a finestre di operatività giornaliere ben stabilite. Certo, durante le ore di sovrapposizione dei mercati, come quello di New York e Londra, il numero di scambi aumenta vertiginosamente, ma generalmente, si può fare trading anche quando i mercati muovono meno liquidità.

Ciò significa che se si sceglie di sfruttare l'aumento della operatività e i cambiamenti più repentini, ci sono opportunità per farlo. Questo tipo di situazione, durante la quale è garantito che un intero mercato è più attivo, è più difficile da prevedere nella compravendita di azioni.

 

Tutto questo ci porta a concludere, che l'attuale gestione del mercato Forex, è più attraente non solo per i trader più navigati, ma anche per coloro che sono alle prime armi e vogliono sperimentare questa forma d'investimento, senza troppi vincoli.

]]>
F2i acquisisce il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA Wed, 06 Dec 2017 18:55:30 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461738.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461738.html articolinews articolinews Il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA passa a F2i : la società guidata dall'AD Renato Ravanelli ha portato a termine l'operazione rilevando la quota da Bioenergie, controllata al 60% dal Gruppo Faranda e al 40% dal Fondo Equinox.

F2i

Biomassa legnosa: F2i si espande nel settore con l'acquisizione del 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA

Già operatore leader nelle rinnovabili, F2i si espande anche nel settore della valorizzazione energetica della biomassa legnosa con un'importante operazione. La società guidata da Renato Ravanelli ha infatti rilevato da Bioenergie il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA, attiva nel comparto attraverso attività di manutenzione forestale, pulizia degli alvei dei fiumi, utilizzazione dei residui agricoli e del verde urbano. San Marco Bioenergie SpA è proprietaria della centrale termoelettrica a biomasse solide di Bando d'Argenta (Ferrara), una delle più grandi in assoluto del Nord e del Centro Italia per capacità installata (21 MW elettrici). Grazie a questa acquisizione, F2i porta a 18 le società che compongono il suo portafoglio, con una copertura di 8 settori differenti in ambito infrastrutturale. L'operazione, in particolare, non offre soltanto opportunità di crescita a livello economico ma genera benefici a livello ambientale: l'incuria nella gestione dei territori boschivi e degli alvei dei fiumi è spesso causa, infatti, di gravi disastri sul territorio nazionale. Nell'acquisizione sono state coinvolte le banche finanziatrici Unicredit, Banco BPM e UBI Banca. F2i ha scelto Chiomenti e Legance come studi legali per l'operazione.

F2i: gli investimenti e le attività della società di gestione del risparmio

Costituita nel 2007, F2i è una società di gestione del risparmio che ha avviato il più grande fondo chiuso in Italia e uno dei più importanti a livello europeo. Tra gli azionisti di riferimento annovera alcune delle principali banche italiane, istituzioni, primari istituti di credito, fondazioni bancarie e casse di previdenza. Autorizzato nell'agosto del 2007, il primo fondo lanciato da F2i è arrivato a raccogliere 1.852 milioni di euro, una cifra investita quasi completamente in diversi comparti infrastrutturali e che ha portato all'acquisizione di quote di rilievo di importanti società quali 2i Rete Gas, Alerion Clean Power, HFV, Gesac, Infracis, Metroweb, Sagat e SEA. Nel luglio del 2012 è avvenuto il lancio del Secondo Fondo, il cui obiettivo di raccolta era pari a 1.200 milioni di euro e la cui raccolta si è chiusa nel luglio del 2015 con una cifra complessiva di 1.242,5 milioni di euro. È notizia di questi giorni che F2i sia pronta per partire con la raccolta di un terzo fondo: il target questa volta è assestato a 3 miliardi, da investire negli aeroporti, nel settore delle energie rinnovabili, nel ciclo idrico integrato e nella distribuzione del gas. La società di gestione del risparmio è guidata dall'Amministratore Delegato Renato Ravanelli e dal Presidente Massimiliano Cesare.

]]>
Assopam continua a crescere, nuove nomine e grandi novità in arrivo Wed, 06 Dec 2017 16:30:28 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461716.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461716.html COMUNICATO ONLINE FLASH COMUNICATO ONLINE FLASH Milano – nei giorni scorsi si è svolta l'Assemblea dei soci ASSOPAM che all'unanimità ha confermato nella carica di Presidente, per un altro mandato,  l'amministratore unico della società di mediazione creditizia "Agenzia Uno srl" Raffaele Tafuro. L’Assemblea ha inoltre confermato nella carica di Vice Presidente l'amministratore unico della società di mediazione creditizia "Falanga Financial Solutions srl" Antonio Falanga.

Durante l'Assemblea è stato eletto all'unanimità per la carica di Segretario Generale l'amministratore unico della società di mediazione creditizia "Adattofin spa" Lello Piperno, che entra dalla porta principale nel prestigioso Consiglio Direttivo dell'attivissima associazione di categoria.

Un nuovo ingresso nel Consiglio Direttivo è quello di Vincenzo Marangio, in forza dal 2005 presso la società di mediazione creditizia "Agenzia Uno srl". L'Assemblea dei soci Assopam ha inoltre confermato nel direttivo i soci fondatori Stefano Melia del Gruppo Aba Holding,  Antonello Minino  amministratore della Minino & partners s.r.l. e Fulvio Rapanà amministratore della società di mediazione creditizia Real Finance mediazioni Srl.

Assopam -acronimo di Associazione Piccoli Agenti e Mediatori- nota per le numerose battaglie intraprese per la difesa e la tutela dei diritti di tutti gli operatori del credito iscritti nell’elenco dell’Organismo degli Agenti e dei mediatori (OAM) sottoposto alla Vigilanza della Banca d’Italia, si è prefissata nuove importanti battaglie.

Queste le parole del Presidente Raffaele Tafuro:

“Sono contento di essere stato eletto Presidente di Assopam per un altro mandato, significa che il lavoro svolto fin qui non è stato abbastanza.” -commenta sarcasticamente Tafuro, che aggiunge- ll Dott. Lello Piperno è stato scelto dopo un'accurata selezione tra i potenziali candidati che ambivano a ricoprire cariche nella nostra associazione. La scelta non è stata casuale, abbiamo ritenuto prioritario puntare su una persona di grande spessore morale e professionale, che nel corso degli anni ha dimostrato notevoli capacità sul campo maturando esperienze da capitalizzare in seno ad Assopam. Siamo certi che il neo Segretario (da sempre associato Assopam) svolgerà  un ottimo lavoro perché le sue esperienze saranno di grande aiuto per le nuove ed ambiziose sfide già intraprese.  È fuor di dubbio, come già accaduto in passato, che il frutto di queste sfide porterà un grande contributo a tutto il settore creditizio, a cominciare dalle Banche, purtroppo ancora molto lontane dalle logiche e dai dettami del Dlgs.141.2010. Aggiungo, per chi non lo sapesse, che il Dott. Lello Piperno è Amministratore Unico della storica società Adattofin Mediazione Creditizia Spa, con sede a Roma ed operante nel mondo del credito a livello nazionale dal 2004. E' attivo nel mondo del credito da più di vent'anni e gode della mia personale stima e di quella di tutto il board di Assopam.” -prosegue Tafuro- “A breve ci saranno altre novità. Diversi nuovi associati stanno proponendo la propria candidatura e il Comitato Direttivo sta vagliando con attenzione i profili di coloro a cui verranno affidati ruoli specifici.” -continua poi Tafuro come un fiume in piena- “E' nostro dovere difendere tutto il settore creditizio cosiddetto OFF-LINE, dagli abusi dominanti  quotidiani. Già solamente il fatto che esista una distinzione tra mediatori ON-LINE e mediatori OFF-LINE risulta discriminatorio, tanto più che tale distinzione non è prevista nel Testo Unico Bancario. Invito tutti gli attori del settore a visitare il nostro sito www.assopam.it al fine di comprendere meglio le linee guida e i programmi della nostra associazione tratti dai dettami del decreto legislativo n.141.2010.  Assopam combatte per dire no agli abusivi, alla burocrazia priva di senso, alle disuguaglianze! Assopam è aperta a tutti coloro che vogliono aggiungere la propria voce al coro di chi dice BASTA!

Comunicato Stampa

Direttivo Assopam 

]]>
SOLUZIONE DEI PROBLEMI FINANZIARI (3.000 € a 900.000 €) : Whatsapp: +41779442962 Mon, 04 Dec 2017 18:08:44 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461501.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461501.html Kredit Kredit Fine a tutti i vostri problemi per contribuire a finanziare 5000 a 3.000.000 Si prega di contattare veloce via E-Mail: kredit1964@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

]]>
SOLUZIONE DEI PROBLEMI FINANZIARI (3.000 € a 900.000 €) : Whatsapp: +41779442962 Mon, 04 Dec 2017 18:07:39 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461500.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461500.html Kredit Kredit Fine a tutti i vostri problemi per contribuire a finanziare 5000 a 3.000.000 Si prega di contattare veloce via E-Mail: kredit1964@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

]]>
SOLUZIONE DEI PROBLEMI FINANZIARI (3.000 € a 900.000 €) : Whatsapp: +41779442962 Mon, 04 Dec 2017 18:06:33 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461499.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/finanza/461499.html Kredit Kredit Fine a tutti i vostri problemi per contribuire a finanziare 5000 a 3.000.000 Si prega di contattare veloce via E-Mail: kredit1964@gmail.com e sul Whatsapp: +41779442962

]]>