FME Education: il contributo della città di Chiari all’Editoria

05/gen/2021 14:53:19 articolinews Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Realtà attiva nella diffusione della cultura, FME Education segnala il nuovo riconoscimento ottenuto dal Comune di Chiari, "Capitale italiana del libro 2020".

FME Education

FME Education: la condivisione delle attività dell'Amministrazione di Chiari

Patria della nota Rassegna della Microeditoria da ormai 18 anni, la città di Chiari è conosciuta anche come "Città che legge", titolo attribuitole nel 2017 grazie alla partecipazione a un bando promosso da ANCI e dal Centro per il libro e la lettura. Anche per questo motivo FME Education, Editore attivo dal 2013, riconosce un grande valore culturale al Comune bresciano. Lo scorso 18 ottobre Chiari è stata infatti dichiarata "Capitale del libro 2020" dopo che il Consiglio dei Ministri ha approvato la proposta del Ministro per i Beni e per le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini. "Conferire il titolo a Chiari - ha dichiarato il Ministro - è il giusto riconoscimento alla microeditoria e alla produzione degli editori indipendenti che in questa città trovano da 18 anni una importante Rassegna di scambio e promozione". Ora l'Amministrazione Comunale potrà contare su un fondo da 500mila euro per proseguire nello sviluppo di nuovi progetti culturali, con la possibilità di potenziare quello che secondo FME Education è un vero e proprio modello cittadino di promozione della lettura.

FME Education: l'impegno di Chiari durante il lockdown

La scelta di Chiari come "Capitale italiana del libro" arriva in un contesto particolare, segnato dalla pandemia. Anche il Comune bresciano è stato colpito duramente dalla prima ondata di Covid-19. Tuttavia, come segnala FME Education, anche durante i mesi più duri di lockdown l'Amministrazione ha cercato e trovato modi per continuare la sua opera di diffusione della cultura. La città ha infatti partecipato attivamente alle iniziative promosse dal Governo per limitare gli spostamenti, come #Iorestoacasa a #Laculturanonsiferma, mantenendo viva l'offerta culturale del territorio attraverso le piattaforme digitali ministeriali. Come Capitale del libro, oggi la città ha l'opportunità di sostenere con forza l'Editoria, sfruttando un'esperienza ormai decennale e la sua rete di associazioni sul territorio. Un obiettivo profondamente condiviso da FME Education che, come realtà impegnata nella promozione della cultura ha a cuore questo settore.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl