Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Edilizia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Edilizia Wed, 18 Jul 2018 14:50:42 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/1 Aqua Italia (Anima): in Toscana, Umbria, Marche e Sardegna il 71,4% beve acqua del rubinetto Tue, 17 Jul 2018 12:13:21 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/486424.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/486424.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Acqua del rubinetto in Toscana, Umbria, Marche e Sardegna: 

il 71,4% la beve


Aqua Italia presenta i dati regionali della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua km zero, trattata e non.


(Milano, 17 luglio 2018) - Aqua Italia (federata Anima - Confindustria) dal 2006 commissiona biennalmente ad Istituti indipendenti di ricerca lo studio sulla propensione al consumo di acqua del sindaco in Italia. Dalla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research, emerge che in Toscana, Umbria, Marche e Sardegna il 71,4% della popolazione italiana ha bevuto acqua del rubinetto (trattata e non) negli ultimi 12 mesi, dato in aumento di 4 punti percentuali rispetto al 2016. Tra tutti coloro che la bevono il 42,5% dichiara di farlo sempre o quasi sempre. I motivi che spingono gli italiani a berla sono la comodità (42%), seguita dalla bontà (24,1%).


Nel 27,7% dei casi si rileva la presenza di almeno un sistema di affinaggio dell’acqua, dato in aumento di oltre 8 punti percentuali rispetto alla precedente indagine. Tra questi sistemi, il 12,2% è rappresentato dalle caraffe filtranti e il 8,6% dagli apparecchi per l’eliminazione del cloro o altre sostanze indesiderate. Di questi il 48,5% ha dichiarato di aver sottoscritto un abbonamento di manutenzione periodica.


Inoltre, si è indagato su quanto in queste regioni i cittadini siano propensi a bere acqua trattata del rubinetto fuori casa. Il 32,6% degli intervistati la beve negli esercizi commerciali e il 45,5% la berrebbe se gliela offrissero. Si è anche chiesto quanti conoscano il servizio offerto dai Chioschi dell’acqua che mettono a disposizione dei cittadini acqua potabile trattata o non trattata, refrigerata o addizionata di anidride carbonica. La usa/userebbe il 37,4% degli intervistati e il 77,1% sa se il Comune di residenza offre o meno il servizio: nel 58,3% dei casi il Comune aderisce all’iniziativa.


Per la prima volta, infine, si è indagato sulla preoccupazione dei residenti nei confronti della presenza di sostanze contaminanti nell’acqua del rubinetto. Il 57,8% si è dichiarato preoccupato e il 14% si è dichiarato non preoccupato.






…..............................................................................

Per informazioni e approfondimenti sul tema

Ufficio Stampa Associazione Aqua Italia:

Eleonora Bertucca (bertucca@gwcworld.com)




]]>
Novità per i pavimenti sopraelevati: scopri l’innovazione dei pavimenti magnetici autoposanti in parquet e gres porcellantato. Thu, 12 Jul 2018 11:59:47 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485978.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485978.html Mantanera Mantanera Il pavimento galleggiante o sopraelevato è solitamente sinonimo di pavimentazioni tecniche caratterizzate da elementi e finiture a dimensione fissa particolarmente adatti ad ambienti di lavoro quali uffici, grandi centri commerciali, palestre, locali tecnici ecc... 
Il pavimento sopraelevato magnetico rappresenta invece una soluzione innovativa e dinamica in grado di soddisfare al meglio le esigenze estetiche, funzionali ed ambientali del cliente finale. Esso infatti consente di realizzare coperture senza vincoli di modulo e quindi molto pregevoli dal punto di vista estetico. Il sistema magnetico abbinato alla struttura sopraelevata combina l'eleganza dei materiali classici all’evoluzione tecnologica e la forza magnetica si sostituisce ai tradizionali metodi di posa: il risultato è un pavimento di qualità eccellente veloce da installare, come da rimuovere che consente di cambiare stile ogni volta che si desidera senza affrontare interventi distruttivi.
Tra i pavimenti magnetici sopraelevati in commercio spicca il sistema magnetico PETRAL, aziendaleader in Italia e nel mondo nella produzione di pavimenti galleggianti che si distinguono per l'elevato livello tecnologico e la qualità dei materiali. 

Questa nuova tipologia di pannelli magnetici prevede come base della pavimentazione la posa di pannelli sopraelevati 60x60cm del tipo incapsulato (base in truciolato o solfato di calcio rivestita da una lamiera di 0,5mm), sui quali poi vengono applicati con adesione magneticagli elementidi pavimentazioneremovibile. Scegliendo questo tipo di rivestimento è possibile realizzare pavimentazioni versatili e senza vincoli di modulo, nelle più svariate tipologie di formato, in doghe per il parquet e in grandi lastre per il gres porcellanato. 

In commercio esistono due tipologie di pavimentazione magnetica, una in parquet e gres porcellanato.
Il parquet magnetico in legno naturale è composto dallo strato nobile del legno, dal supporto in compensato fenolico multistrato in betulla e dal sottofondo in mescola di resina termoplastica e ferrite magneticamente caricata. Il tutto viene lavorato in doghe o placche di limitato spessore, opportunamente trattate e protette con olio o vernici ad alta resistenza al calpestio, perfettamente squadrate per una rigorosa tolleranza, con bordi protetti contro l’assorbimento di umidità, leggermente inclinati per facilitarne l’installazione.
Il gres porcellanato magnetico è realizzato in diversi formati con bordo antishock in abs inserito su tutti e quattro i lati e dal sottofondo in mescola di resina termoplastica addizionata di ferrite caricata magneticamente. Il tutto viene lavorato con perfetta rettifica sotto squadratura secondo rigorose tolleranze, con bisellatura e bordatura dei lati leggermente inclinati per facilitarne l’installazione.
Il pavimento autoposante oltre al pregio estetico offre il vantaggio di essere veloce e facile da installare. Il pavimento viene posato a secco e consente di rimuovere gli elementi in ogni momento. Il livello di personalizzazione è molto elevato e il prodotto ben si adatta ad essere installato in ambienti direzionali, sale meeting e per conferenze così come in uffici e abitazioni.
Pavimenti sopraelevati Petral
 
Petral S.r.l. - Produzione e installazione pavimenti galleggianti 
Strada del Molino Nuovo 9, 12035 Racconigi (CN)
Tel.+39017285329 - +39.0172.85416
]]>
Novità per i pavimenti sopraelevati: scopri l’innovazione dei pavimenti magnetici autoposanti in parquet e gres porcellantato. Thu, 12 Jul 2018 11:59:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485977.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485977.html Mantanera Mantanera Il pavimento galleggiante o sopraelevato è solitamente sinonimo di pavimentazioni tecniche caratterizzate da elementi e finiture a dimensione fissa particolarmente adatti ad ambienti di lavoro quali uffici, grandi centri commerciali, palestre, locali tecnici ecc... 
Il pavimento sopraelevato magnetico rappresenta invece una soluzione innovativa e dinamica in grado di soddisfare al meglio le esigenze estetiche, funzionali ed ambientali del cliente finale. Esso infatti consente di realizzare coperture senza vincoli di modulo e quindi molto pregevoli dal punto di vista estetico. Il sistema magnetico abbinato alla struttura sopraelevata combina l'eleganza dei materiali classici all’evoluzione tecnologica e la forza magnetica si sostituisce ai tradizionali metodi di posa: il risultato è un pavimento di qualità eccellente veloce da installare, come da rimuovere che consente di cambiare stile ogni volta che si desidera senza affrontare interventi distruttivi.
Tra i pavimenti magnetici sopraelevati in commercio spicca il sistema magnetico PETRAL, aziendaleader in Italia e nel mondo nella produzione di pavimenti galleggianti che si distinguono per l'elevato livello tecnologico e la qualità dei materiali. 

Questa nuova tipologia di pannelli magnetici prevede come base della pavimentazione la posa di pannelli sopraelevati 60x60cm del tipo incapsulato (base in truciolato o solfato di calcio rivestita da una lamiera di 0,5mm), sui quali poi vengono applicati con adesione magneticagli elementidi pavimentazioneremovibile. Scegliendo questo tipo di rivestimento è possibile realizzare pavimentazioni versatili e senza vincoli di modulo, nelle più svariate tipologie di formato, in doghe per il parquet e in grandi lastre per il gres porcellanato. 

In commercio esistono due tipologie di pavimentazione magnetica, una in parquet e gres porcellanato.
Il parquet magnetico in legno naturale è composto dallo strato nobile del legno, dal supporto in compensato fenolico multistrato in betulla e dal sottofondo in mescola di resina termoplastica e ferrite magneticamente caricata. Il tutto viene lavorato in doghe o placche di limitato spessore, opportunamente trattate e protette con olio o vernici ad alta resistenza al calpestio, perfettamente squadrate per una rigorosa tolleranza, con bordi protetti contro l’assorbimento di umidità, leggermente inclinati per facilitarne l’installazione.
Il gres porcellanato magnetico è realizzato in diversi formati con bordo antishock in abs inserito su tutti e quattro i lati e dal sottofondo in mescola di resina termoplastica addizionata di ferrite caricata magneticamente. Il tutto viene lavorato con perfetta rettifica sotto squadratura secondo rigorose tolleranze, con bisellatura e bordatura dei lati leggermente inclinati per facilitarne l’installazione.
Il pavimento autoposante oltre al pregio estetico offre il vantaggio di essere veloce e facile da installare. Il pavimento viene posato a secco e consente di rimuovere gli elementi in ogni momento. Il livello di personalizzazione è molto elevato e il prodotto ben si adatta ad essere installato in ambienti direzionali, sale meeting e per conferenze così come in uffici e abitazioni.
Pavimenti sopraelevati Petral
 
Petral S.r.l. - Produzione e installazione pavimenti galleggianti 
Strada del Molino Nuovo 9, 12035 Racconigi (CN)
Tel.+39017285329 - +39.0172.85416
]]>
Novità per i pavimenti sopraelevati: scopri l’innovazione dei pavimenti magnetici autoposanti in parquet e gres porcellantato. Thu, 12 Jul 2018 11:59:33 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485976.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485976.html Mantanera Mantanera Il pavimento galleggiante o sopraelevato è solitamente sinonimo di pavimentazioni tecniche caratterizzate da elementi e finiture a dimensione fissa particolarmente adatti ad ambienti di lavoro quali uffici, grandi centri commerciali, palestre, locali tecnici ecc... 
Il pavimento sopraelevato magnetico rappresenta invece una soluzione innovativa e dinamica in grado di soddisfare al meglio le esigenze estetiche, funzionali ed ambientali del cliente finale. Esso infatti consente di realizzare coperture senza vincoli di modulo e quindi molto pregevoli dal punto di vista estetico. Il sistema magnetico abbinato alla struttura sopraelevata combina l'eleganza dei materiali classici all’evoluzione tecnologica e la forza magnetica si sostituisce ai tradizionali metodi di posa: il risultato è un pavimento di qualità eccellente veloce da installare, come da rimuovere che consente di cambiare stile ogni volta che si desidera senza affrontare interventi distruttivi.
Tra i pavimenti magnetici sopraelevati in commercio spicca il sistema magnetico PETRAL, aziendaleader in Italia e nel mondo nella produzione di pavimenti galleggianti che si distinguono per l'elevato livello tecnologico e la qualità dei materiali. 

Questa nuova tipologia di pannelli magnetici prevede come base della pavimentazione la posa di pannelli sopraelevati 60x60cm del tipo incapsulato (base in truciolato o solfato di calcio rivestita da una lamiera di 0,5mm), sui quali poi vengono applicati con adesione magneticagli elementidi pavimentazioneremovibile. Scegliendo questo tipo di rivestimento è possibile realizzare pavimentazioni versatili e senza vincoli di modulo, nelle più svariate tipologie di formato, in doghe per il parquet e in grandi lastre per il gres porcellanato. 

In commercio esistono due tipologie di pavimentazione magnetica, una in parquet e gres porcellanato.
Il parquet magnetico in legno naturale è composto dallo strato nobile del legno, dal supporto in compensato fenolico multistrato in betulla e dal sottofondo in mescola di resina termoplastica e ferrite magneticamente caricata. Il tutto viene lavorato in doghe o placche di limitato spessore, opportunamente trattate e protette con olio o vernici ad alta resistenza al calpestio, perfettamente squadrate per una rigorosa tolleranza, con bordi protetti contro l’assorbimento di umidità, leggermente inclinati per facilitarne l’installazione.
Il gres porcellanato magnetico è realizzato in diversi formati con bordo antishock in abs inserito su tutti e quattro i lati e dal sottofondo in mescola di resina termoplastica addizionata di ferrite caricata magneticamente. Il tutto viene lavorato con perfetta rettifica sotto squadratura secondo rigorose tolleranze, con bisellatura e bordatura dei lati leggermente inclinati per facilitarne l’installazione.
Il pavimento autoposante oltre al pregio estetico offre il vantaggio di essere veloce e facile da installare. Il pavimento viene posato a secco e consente di rimuovere gli elementi in ogni momento. Il livello di personalizzazione è molto elevato e il prodotto ben si adatta ad essere installato in ambienti direzionali, sale meeting e per conferenze così come in uffici e abitazioni.
Pavimenti sopraelevati Petral
 
Petral S.r.l. - Produzione e installazione pavimenti galleggianti 
Strada del Molino Nuovo 9, 12035 Racconigi (CN)
Tel.+39017285329 - +39.0172.85416
]]>
5 tendenze per l'arredamento Wed, 11 Jul 2018 12:37:13 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485845.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485845.html MLP Studio MLP Studio Ecco 5 trend dell'interior design

Hai appena comprato una casa nuova ed è il momento di arredarla. Se non sai da dove iniziare o hai sin troppo idee , gli esperti di Studio Ungheria ti segnalano le 5 tendenze arredamento del 2018. 

5 tendenze arredamento 2018

Le case in corso di costruzione hanno il vantaggio di essere all'avanguardia, non solo per le tecnologie presenti, ma anche per il design esterno e interno. Per questo, arredarla seguendo le tendenze in voga è una delle scelte possibili. Ecco 5 tendenze arredamento per la tua nuova casa. 

1. La tendenza  incentrata sul relax e il benessere

Per ritrovare la serenità nei piccoli piaceri quotidiani e il nostro equilibrio interiore. Opta per materiali naturali, che aiutano a rilassare mente e sguardo (e farci immaginare di essere in una tranquilla baita in montagna)  Il legno con le venature in vista è l'ideale, ma anche i colori metallici, come il color rame. Opta per colori caldi e neutri, come il color sabbia o l'azzurro chiaro.   

2. Tecnologia

Le nuove tecnologie ci aiutano anche in casa, diminuendo le fonti di stress e involontari sprechi energetici. Attraverso il controllo da smartphone, puoi organizzare i dispositivi della tua casa. Come per esempio i moderni termostati: potrai regolare la temperatura attraverso un app. Esistono anche impianti luminosi automatici, che si spengono quando la stanza è vuota.   

3. Multitasking 

Soprattutto nelle case piccole, la multifunzionalità dell'arredamento non è solo una tendenza, ma una necessità. Scegli mobili che possono essere utili per più utilizzi, come i divani letto, sgabelli e puff con contenitori o un piano della cucina che si può adattare anche come scrivania. Un idea carina sarebbe utilizzare un cesto di legno sia come sgabello basso sia come piccola libreria portatile. 

4. Tessuti 

Un tessuto che può aiutarti a rilassarti è il velluto, morbido e piacevole al tatto, soprattutto se abbinato a tessuti in fibbra naturale. Evita tessuti di seta o raso. Sebbene siano piacevolissimi e freschi, sono tessuti scomodi e troppo scivolosi per essere utilizzati in questo modo.

Scegli una palette di toni neutrali, che non disturbino la vista e non la stimolano troppo. Combinali insieme, magari per coprire la tua poltrona preferita o una chaise longue di design.  

5. Natura e botanica

Molto in voga quest'anno sono le stampe e le decorazioni incentrate su piante e natura. La natura si trasferisce sulle tue pareti e intorno a te grazie ad accessori a forma di foglie o con decorazioni ispirati alla flora. Se cerchi un’idea decorativa più semplice, puoi realizzare una parete a tema botanico: un unico grande poster o tante stampe, da scovare nei mercatini vintage. Oppure mettiti all’opera per realizzare un erbario: un insieme di elementi vegetali da incorniciare secondo il tuo stile.

 

Studio Ungheria - Vendita immobili in corso di costruzione

]]>
La certificazione energetica per la riqualificazione degli edifici Tue, 10 Jul 2018 14:49:56 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485735.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485735.html switchup switchup L’APE (Attestato di Prestazione Energetica) è un documento fondamentale per chi vuole vendere o affittare un immobile: per il suo rilascio ci si deve rivolgere solo a professionisti abilitati.

 

L’APE, ossia l’Attestato di Prestazione Energetica, è un documento obbligatorio (legge 90/2013) per tutti gli immobili che sono destinati alla vendita o all’affitto: questa certificazione può aumentare o diminuire il valore di un immobile, poiché rappresenta una stima in termini di risparmio energetico.

La certificazione energetica non è facoltativa, ma obbligatoria per tutti gli edifici di nuova costruzione, per tutti quelli che sono oggetto di vendita o affitto, oppure per gli edifici utilizzati da amministrazioni pubbliche, con superficie superiore ai 250 mq. Per gli edifici che non rientrano in questi casi, l’APE può essere richiesta in maniera facoltativa qualora si intenda migliorare il comfort dell’immobile e se si vogliono ridurre le emissioni di gas tossici nell’ambiente.

 

L’APE può essere rilasciato solo da tecnici abilitati

Trattandosi di un documento importante e obbligatorio per legge, è bene affidarsi a professionisti abilitati al suo rilascio. Una cosa che sfugge a molti proprietari di immobili e che invece può fare la differenza, soprattutto di fronte alla legge, è rappresentata dalle modalità con le quali vengono effettuati i sopralluoghi per il rilascio della certificazione energetica: bisogna infatti diffidare da coloro che rilasciano l’attestato senza aver effettuato un sopralluogo nell’immobile! Il sopralluogo è previsto dalla legge, così come sono abilitate solo determinate figure professionali al rilascio dell’APE: geometri, architetti o ingegneri, ad esempio.

 

Certificazione energetica a Parma

Per avere la sicurezza che il rilascio dell’attestato di prestazione energetica degli edifici venga effettuato secondo quanto previsto dalla legge, a Parma puoi affidarti a Geo-Art S.r.l., uno studio tecnico di geometri con oltre venti anni di esperienza. La redazione della certificazione energetica è sottoposta alle Direttive dell’Unione Europea e applicata in Italia tramite leggi regionali: non rivolgerti a persone a caso per l’APE, ma solo a tecnici abilitati!

Per un preventivo o semplicemente per una richiesta di informazioni riguardante l’APE in provincia di Parma, vai su: www.geo-art.it.

]]>
L'ACQUA nelle Murature, una PATOLOGIA molto diffusa. Mon, 09 Jul 2018 15:59:11 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485620.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485620.html Atena S.r.l. Atena S.r.l. Il fenomeno della  RISALITA CAPILLARE NEI MURI
La tecnologia, denominata QUANTUM DRY UP
In tutti i muri umidi per risalita capillare si sviluppano fenomeni di salinità. I sali, presenti nel terreno e negli stessi materiali da costruzione, veicolati dall'acqua, si concentrano all'interno del muro e nella zona alta dell'umidità, chiamata "bagnasciuga" perché identifica la differenza di livello dell'acqua tra la stagione invernale (max livello) e quella estiva (min livello), producendo i maggiori danni.
Sappiamo oggi che togliere l'acqua dal muro invaso per capillarità è possibile, utilizzando anche diverse tecnologie. Più difficile invece è risolvere le problematiche dei sali, soprattutto se la concentrazione all'interno dei muri è elevata. Un esempio eclatante: i vecchi muri umidi di Venezia contengono Gino a 400 kg di sali per metro cubo; le loro capacità igroscopiche ne impediscono il completo prosciugamento, come ben sa la Soprintendenza di competenza.
L'inserimento della tecnologia Quantum Dry Up porta ad un completo prosciugamento dei muri umidi. Occorre però, nel progetto dell'intervento, eseguito contemporaneamente all'installazione del dispositivo, considerare la sostituzione delle superfici deteriorate dai sali, operando con opportune malte, che devono essere di calce idraulica naturale, e finiture colorate traspiranti che, per l'esterno, devono avere caratteristiche di idrorepellenza e traspirabilità.
Con Quantum Dry Up non è necessaria la completa sostituzione degli intonaci esistenti (indispensabile invece con l'uso di altre tecniche e materiali). E' sufficiente sostituire le parti ammalorate, risparmiando parecchio denaro. In certe situazioni questo risparmio arriva addirittura a ripagare il costo della nostra tecnologia. Unica condizione per la rimozione totale degli intonaci a piano terreno è la presenza massiccia di cemento nelle malte.
La tecnologia è risolutiva per il solo fenomeno di umidità per risalita capillare
Risultato: La maggior parte delle molecole d'acqua presenti nelle murature si riportano nel terreno in modo naturale, mentre una piccola parte evapora attraverso le superfici; il tempo impiegato per la conclusione del fenomeno è compreso tra uno e tre anni circa.
-    Metodo completamente naturale che porta ad un netto miglioramento delle condizioni di salubrità del sito e dell'edificio.
-    Nessuna invasività: i muri vengono prosciugati senza alcun intervento meccanico, chimico, elettrico e murario.
-    Completa REVERSIBILITA' del sistema. In pochi minuti si può rimuover la tecnologia ripristinando la situazione ante-installazione. Caratteristica richiesta dalle norme sul restauro degli edifici storici e vincolati.
-    Perfetto inserimento in ambienti abitati senza produrre alcun disagio alle persone dovuti a traslochi, spostamento di mobili, ecc.
-    Prosciugamento dei muri passando attraverso le intercapedini, senza doverle rimuovere.
MAggiori informazioni Quantum Dry Up

]]>
La nuova fabbrica intelligente e sostenibile di Barberini Mon, 09 Jul 2018 09:41:31 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485578.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485578.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Unità Climaveneta per il nuovo impianto produttivo abruzzese

Barberini: l’azienda
Barberini, fondata da Pietro Barberini nel 1963, è oggi leader mondiale nella produzione di lenti solari in vetro ottico, con caratteristiche tecniche esclusive e sofisticate, utilizzate da diversi brand del lusso.
L'azienda controlla l'intera catena produttiva, dalla materia prima alle lenti finite, con siti industriali all'avanguardia in Italia, uno stabilimento in Germania per la fusione del vetro e tecnologie avanzate per la produzione di pellicole polarizzanti per le lenti da sole.
In Italia Barberini impiega 450 addetti e ha un fatturato annuo di circa 85 milioni di Euro con 10 milioni di paia di lenti prodotte.  L’azienda, di recente acquisita dalla Luxottica, ha da poco inaugurato il nuovo e modernissimo stabilimento di Città Sant’Angelo (PE).

Il nuovo plant produttivo
L’edificio copre una superficie di 25.000 m2 ed è altamente sostenibile. La sua struttura è infatti in legno lamellare e l’uso del cemento è assai ridotto, per consentire un facile riciclo dei materiali nel caso di modifiche alla struttura, ampliamenti o rifacimenti totali o parziali. Le grandi vetrate consentono un apporto considerevole di luce naturale e permettono ai lavoratori di godere della vista sulle colline verdi e sulle cime montuose circostanti, contribuendo a garantire un elevato livello di benessere interno per gli occupanti dell’edificio. Gli impianti sono infine ad elevata efficienza e non producono emissioni locali di CO2, azzerando di fatto l’impatto della fabbrica sull’ambiente circostante.

Una fabbrica intelligente
La progettazione della nuova fabbrica è stata fatta all’insegna delle flessibilità: edificio e impianti sono stati disegnati per rispondere in maniera intelligente alle esigenze presenti e future della produzione e della logistica, in modo da poter rappresentare sempre un volano e non un limite alle attività dell’azienda.
L’Ingegner Gianni Vetrini, CEO di Barberini SpA afferma:” In passato ci siamo più volte trovati a doverci adattare ai vincoli impiantistici e strutturali del plant in cui operavamo. Abbiamo quindi progettato questa nuova sede in modo totalmente nuovo, con un forte focus sulla flessibilità. Per questo plant abbiamo pensato fin dalle prime fasi progettuali a soluzioni impiantistiche e strutturali in grado di adattarsi costantemente alle nostre esigenze produttive, non solo quelle attuali, ma anche a quelle che potranno sorgere in futuro”.
La struttura in legno e soprattutto gli impianti realizzati a vista rispondono a pieno a questa esigenza, garantendo al contempo continuità alle attività produttive anche in caso di guasti o mal funzionamenti.
Anche la centrale frigorifera, realizzata in un grande spazio ricavato sotto la copertura in legno, consente la massima flessibilità all’impianto di climatizzazione e trattamento aria. La sua posizione centrale permette inoltre di ottimizzare sempre la lunghezza di canali e tubazioni, riducendo le perdite di carico e massimizzando così le prestazioni dell’impianto.
L’ing Paolo Di Santo, Alpiq Italia, racconta:” Le principali sfide affrontate in questo cantiere hanno riguardato la realizzazione della centrale termo-frigorifera. Per dare una soluzione ordinata e avere spazi di manutenzione e di esercizio adeguati abbiamo infatti cercato la migliore disposizione delle unità di produzione dei fluidi refrigerati e caldi e delle UTA e  curato nei dettagli il layout di tutte le tubazioni.

L’impianto di riscaldamento, raffreddamento e trattamento aria
Il trattamento dell’aria all’interno del plant è garantito da unità che movimentano circa 600mila metri cubi/ora di aria, di cui 250mila di aria esterna, quindi da trattare energeticamente prima di essere immessa. Questo fabbisogno viene soddisfatto da una centrale termo frigorifera che ha una potenza termica di 3,000KW e frigorifera di circa 8,000KW, che vengono distribuiti attraverso una rete di tubazioni a vari livelli di temperatura, in funzione delle esigenze operative dei diversi macchinari in produzione.  Nella centrale frigorifera sono quindi state installate 2 pompe di calore con recupero parziale del calore di condensazione FOCS-N/D/LN-CA/S 4822, 2 refrigeratori con recupero parziale di calore FOCS/D/CA/S 6603 e 1 refrigeratore condensato ad aria NX/K/S 0714P, tutti a marchio Climaveneta. L’Ingegner Remo Massacesi, che ha progettato gli impianti meccanici dell’edificio afferma: “Negli impianti industriali si ha spesso l’esigenza di avere contemporaneamente caldo e freddo. Da qui la scelta di installare in questo plant delle unità che nel momento in cui producono freddo sono anche in grado di mettere a disposizione dei servizi, il fluido caldo, che risulta del tutto gratuito. Grazie a queste unità si può infatti recuperare l’energia termica connessa al ciclo termodinamico, altrimenti dispersa”.   E prosegue poi: ”Tutta l’energia termica e frigorifera viene prodotta elettricamente, senza utilizzo di gas e quindi senza emissioni di CO2 legate alla combustione E’ quindi stata recepita ante litteram la normativa europea sull’uso di fonti rinnovabili, con l’utilizzo dell’aria come energia alternativa”.

Segui Climaveneta:
www.melcohit.com
youtube.com/c/MitsubishiElectricHydronicsITCoolingSystems
@ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetaHVAC/

Media Relations:
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
Acquistare una pratica edilizia On-line è da oggi possibile Sat, 07 Jul 2018 17:33:13 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485534.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485534.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Pratiche-edilizie.it, il primo sito in Italia che consente l’acquisto online di pratiche edilizie e pratiche per la detrazione fiscale a seguito di ristrutturazione o interventi di manutenzione sull’abitazione
Pratiche Edilizie agenzia con sede in via vittoria, 42 a Mirano in provincia di Venezia con una consolidata pluriennale esperienza multidisciplinare, composta da un team di ingegneri, architetti, professionisti e partner di eccellenza, con oltre 30 anni di esperienza professionale, messa al servizio della collettività, la cui mission è creare e realizzare progetti integrati e multidisciplinari di ingegneria ed architettura, con particolare attenzione all’ambiente, alle evoluzioni normative ed alla tecnologia, sulla base della conoscenza e dell’esperienza che abbraccia ogni aspetto della progettazione, ha creato e messo online il primo sito che consente l’acquisto online di pratiche edilizie e pratiche per la detrazione fiscale a seguito di ristrutturazione o interventi di manutenzione sull’abitazione.
Il sito www.pratiche-edilizie.it infatti consentirà di poter acquistare online una qualsiasi pratica edilizia direttamente accedendo al sito web e scegliendo tra le varie tipologie di pratiche a disposizione con la modalità di un moderno e-commerce tanto di moda ai nostri giorni nella vendita al dettaglio di qualsiasi tipologia di prodotto.
Accedendo al sito www.pratiche-edilizie.it basterà infatti scegliere tra le varie tipologie di pratiche edilizie a disposizione, caricare il carrello con la pratica selezionata e provvedere al pagamento nelle classiche modalità previste dagli attuali e-commerce, ovvero con carta di credito, bollettino postale o bonifico bancario.
Dopo l’avvenuto pagamento l’agenzia Pratiche Edilizie provvederà in pochi giorni alla redazione della pratica secondo le esigenze del cliente ed all’invio della stessa attraverso email certificata.
L’idea di creare un sito web con funzionalità da e-commerce per proporre la vendita di pratiche edilizie è un idea nuova ed originale che è nata con l’intento di riuscire a offrire un servizio più rapido ma allo stesso tempo efficiente agli utenti per rispondere in modo più veloce senza nemmeno dover dalla porta di casa.
La vendita attraverso e-commerce di prodotti è ha oramai  preso piede anche in Italia, anche se non come nel resto d’Europa o del Nord America, ma l’idea di vendere attraverso un e-commerce un servizio di  consulenza è stata una sfida del tutto nuova, avvincente e stimolante; l’agenzia Pratiche Edilizie ha quindi fatto il massimo sforzo per creare un sito moderno funzionale ed efficiente in grado di erogare il servizio proposto, per dare vita a questo nuovo format di vendita nel  settore edile, nella convinzione che questo nuovo modello di vendita sarà molto apprezzato dagli utenti e diventerà con il tempo un servizio che troverà sempre più riscontro anche da parte degli addetti ai lavori del settore edile.

]]>
Il boom della vendita online di vino italiano Fri, 06 Jul 2018 15:18:50 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485486.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485486.html Metalpoint Srls Metalpoint Srls

Secondo alcuni dati il fatturato delle imprese che si dedicano alla vendita di vino arrivano a toccare la ragguardevole cifra di 10,1 miliardi di euro. Si stima che la vendita online di vini italiani rappresenti il 2% di questo fatturato totale.

Questo successo è dovuto ad alcune aziende che nel corso degli anni si sono dimostrate particolarmente solide ed affidabili, caratteristica molto apprezzata dall’italiano medio ancora poco avvezzo agli acquisti online, e ad alcune start-up innovative che hanno portato una nuova ventata di ottimismo ed innovazione nel settore.

Sul grande potenziale della vendita di vino online hanno messo gli occhi anche diverse importanti cantine come Zenato, celeberrimo produttore di Amarone della Valpolicella, che ha individuato in questo settore la chiave per aumentare ulteriormente le proprie esportazioni. Ma non solo, ormai è possibile acquistare online tantissime tipologie di vini italiani anche tra i più pregiati, tutte le migliori cantine ed aziende produttrici di vino hanno capito che con questo sviluppo tecnologico bisogna evolversi e stare al passo con i tempi sfruttando in questo modo anche i nuovi mezzi per incrementare i propri guadagni.

La vendita di vino italiano verso i mercati esteri rappresenta infatti il 56% del volume d’affari del commercio totale, pari a 5,6 miliardi di euro nel 2016. Gli spumanti, trainati dal prosecco, sono il prodotto più esportato per una cifra record di 1,2 miliardi di euro di vendite. Sarebbe interessante riuscire a vendere questi prodotti all'estero tramite e-commerce, questo darebbe la possibilità a persone di altri stati di acquistare un prodotto che tutto il mondo invidia all'Italia poiché i vini italiani sono tra i più ricercati del mondo. La grande varietà dei vitigni, la bontà del clima e la comprovata maestria nella cura e nella selezione delle uve fanno del Bel Paese una vera e propria terra d'elezione per quello che una volta veniva chiamato il nettare di Bacco., questo porterebbe un forte incremento dei guadagni.

 

 

]]>
Tutti i vantaggi dei soppalchi industriali Thu, 05 Jul 2018 16:59:31 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485374.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485374.html switchup switchup Scegliere un soppalco è sicuramente la soluzione migliore per moltiplicare spazio in una fabbrica o all’interno di un capannone industriale. La costruzione di un soppalco industriale inizia con la progettazione dello stesso, e successivamente con la costruzione vera e propria mediante materiali quali acciaio o ferro a seconda delle richieste del cliente.

Le pavimentazioni possono essere diverse in base ai mezzi di movimentazione utilizzati: sono possibili ripiani grigliati, lamiere grecate o legno. Invece le scale, i parapetti e i vari tipi di cancelli sono studiati per essere funzionali per gli operatori e permettere loro di lavorare nella massima sicurezza.

La particolarità della realizzazione di colonne e travi permette di avere ampie luci con grandi portate, gli spazi risultano ottimamente accessibili. Le strutture a soppalco sono inoltre rispondenti alle più recenti norme antisismiche.

I soppalchi industriali dispongono di tantissimi vantaggi:

·         Moltiplicazione dello spazio in pianta disponibile

·         Soppalchi metallici anche per grandi portate

·         Diversi sistemi di coperture

]]>
Contratto preliminare di compravendita immobiliare Wed, 04 Jul 2018 12:58:20 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485201.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485201.html MLP Studio MLP Studio contratto preliminare di compravendita- studio ungheria

Contratto preliminare di compravendita immobiliare

Nel contratto preliminare di compravendita il venditore e l'acquirente che intendono avviare una trattativa di compravendita di un immobile si impegnano a regolare le trattative che regoleranno l'acquisto e a vincolare giuridicamente le parti a vendere e comprare l'immobile. Prima di arrivare alla redazione, ambo le parti avviano delle trattative che culminano con la proposta scritta di acquisto, in cui saranno presenti le condizioni con cui l'acquirente intende comprare l'immobile. Il contratto premliminare di compravendita quindi, non segue il diretto passaggio di proprietà. Vediamo più nel dettaglio.

Contratto preliminare di compravendita: contrattazione e redazione

Al termine delle trattative tra venditore e acquirente, si redige una proposta scritta di acquisto dell'immobile, con il quale l'acquirente propone l'acquisto dell'immobile a determinate condizioni. Se la controparte intende modificare un punto della proposta, dovrà renderne partecipe anche l'acquirente, che potrà accettarla o modificarla ulteriormente. Nel momento in cui si giunge a un accordo, si accettano e sottoscrivono le proposte di compravendita, redigendo in questo modo un documento preliminare di compravendita.

Preliminare di compravendita: caratteristiche

Nel contratto preliminare dovranno essere presenti tutti gli elementi essenziali della compravendita dell'immobile. Questo comprende.

  • Il consenso delle due parti
  • Le caratteristiche come i dati catastali, le planimetrie
  • Prezzo di vendita

È possibile infatti personalizzare il contratto con altre clausole, come una scadenza entro il quale dovrà essere firmato il contatto di acquisto definitivo, la caparra o la penale in caso di un adempimento da parte di una delle due parti, o da entrambe le parti. N.B. In quanto stabilito dal 4 giugno 2013 n. 63 è anche obbligatorio avere un attestato per la prestazione energetica. Questo coinvolge anche il contratto preliminare, oltre a quello di acquisto. Il venditore dovrà presentare all'acquirente l'attestato di prestazione energetica e consegnarlo al fine delle trattative. Per essere sicuri che il contratto sia scritto correttamente e che le parti rispettino al 100% le modalità di vendita e di acquisto, ci si potrà rivolgere a un'agenzia immobiliare che tra i servizi offerti risulta anche l'organizzazione del contratto di compravendita. 

  Studio Ungheria - Vendita di immobili in corso di costruzione, Roma

]]>
Retribuzioni minime per gli amministratori condominiali: l'equo compenso diventa un obbligo Wed, 04 Jul 2018 12:35:26 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485198.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485198.html AmiPress AmiPress  

 

La battaglia di N.A.C.A per la professionalizzazione della figura dell'amministratore condominiale: il 7 luglio a Sorrento uno spazio dedicato all' equo compenso

 

Il novembre scorso ha visto l'approvazione della legge di conversione del Decreto fiscale che stabilisce, tra le altre cose, l'equo compenso per tutti i professionisti non appartenenti agli ordini professionali tradizionali.

In questa categoria rientra dunque anche la figura dell'amministratore di condominio che grazie all'obbligatorietà di un compenso minimo, stabilito da apposite tabelle, vede riconosciuti il valore e la professionalità del proprio operato.

La professione dell'amministratore di condomino prevede competenze manageriali e multidisciplinari che oggi non possono essere improvvisate; di fatti la legge prevede che ciascun professionista del settore aggiorni le proprie competenze costantemente, partecipando a corsi di formazione obbligatoria” - ricorda Antonio Rocco, coordinatore centro studi Naca e responsabile della formazione - “Tuttavia così come viene richiesta la professionalità, è giusto anche che questa sia riconosciuta stabilendo una retribuzione minima obbligatoria a fronte del tempo, dell'impegno e delle energie che ogni amministratore dedica ai propri condomini”.

Naca, che da cinque anni aggrega amministratori professionisti su un territorio moto vasto che va dal Lazio alla Puglia, passando per Basilicata e Campania, si batte da sempre affinché alla figura dell'amministratore condominiale sia riconosciuta la dovuta dignità. Per questo motivo nell'ambito del progetto di seminari formativi Riqualifichiamo Insieme Tour sarà dedicato un apposito spazio sul tema dell'equo compenso.

Durante l'incontro previsto il prossimo 7 luglio a l'Hotel Michelangelo di Sorrento, l'avvocato Marilisa Somma dedicherà un intervento sul tema, affrontandone vantaggi, criticità e problematiche in ambito legale.

 

 

]]>
Ecobonus e Sisma bonus: ecco come ottenerli grazie a Naca Tue, 03 Jul 2018 18:29:19 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485100.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485100.html AmiPress AmiPress Riqualifichiamo Insieme Tour, a Sorrento un incontro incentrato sui focus sui

finanziamenti ai condominiali

 

La seconda giornata del Riqualifichiamo insieme tour by Naca, ospite il 7 luglio dell'Hotel Michelangelo di Sorrento, si concentrerà su come ottenere i finanziamenti statali messi a disposizione dalla Legge di stabilità per la ristrutturazione e riqualificazione dei condomini, in particolare si parlerà di Ecobonus e Sisma Bonus.

Il primo incentiva qualsiasi lavoro volto a creare risparmio energetico e minore dispersione di calore, mentre il secondo agevola tutte le spese necessarie alla valutazione e alla messa in sicurezza di immobili collocati in zone ad alto e medio rischio sismico.

Parlare di finanziamenti ai condomini ed in particolare di Ecobonus e Sisma Bonus è fondamentale “ - dice Antonio Rocco, coordinatore nazionale Naca e responsabile della Formazione - “e lo è ancor di più in zone ad alto rischio sismico ed idrogeologico come la nostra penisola. Nell'incontro di Sorrento ci concentreremo appunto su questo: come coordinare la richiesta dei finanziamenti e la gestione dei lavori con le particolari normative urbanistico- paesaggistiche della zona sorrentina”.

L'ottenimento dei finanziamenti è un percorso talvolta lungo e farraginoso, per questo motivo Naca si è attivata per ottenere particolari convenzioni con l'Harley&Dickinson Finance s.r.l, che durante l'incontro saranno illustrate dalla

 

Dott.ssa Raffaela dell'Acqua. “L' HD è uno dei migliori arranger nel settore della riqualificazione e ristrutturazione edilizia”- ricorda Antronio Rocco- “e siamo molto orgogliosi di aver ottenuto per i nostri soci convenzioni e vantaggi particolari”.

]]>
Ecobonus e Sisma bonus: ecco come ottenerli grazie a Naca Tue, 03 Jul 2018 18:29:08 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485099.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485099.html AmiPress AmiPress Riqualifichiamo Insieme Tour, a Sorrento un incontro incentrato sui focus sui

finanziamenti ai condominiali

 

La seconda giornata del Riqualifichiamo insieme tour by Naca, ospite il 7 luglio dell'Hotel Michelangelo di Sorrento, si concentrerà su come ottenere i finanziamenti statali messi a disposizione dalla Legge di stabilità per la ristrutturazione e riqualificazione dei condomini, in particolare si parlerà di Ecobonus e Sisma Bonus.

Il primo incentiva qualsiasi lavoro volto a creare risparmio energetico e minore dispersione di calore, mentre il secondo agevola tutte le spese necessarie alla valutazione e alla messa in sicurezza di immobili collocati in zone ad alto e medio rischio sismico.

Parlare di finanziamenti ai condomini ed in particolare di Ecobonus e Sisma Bonus è fondamentale “ - dice Antonio Rocco, coordinatore nazionale Naca e responsabile della Formazione - “e lo è ancor di più in zone ad alto rischio sismico ed idrogeologico come la nostra penisola. Nell'incontro di Sorrento ci concentreremo appunto su questo: come coordinare la richiesta dei finanziamenti e la gestione dei lavori con le particolari normative urbanistico- paesaggistiche della zona sorrentina”.

L'ottenimento dei finanziamenti è un percorso talvolta lungo e farraginoso, per questo motivo Naca si è attivata per ottenere particolari convenzioni con l'Harley&Dickinson Finance s.r.l, che durante l'incontro saranno illustrate dalla

 

Dott.ssa Raffaela dell'Acqua. “L' HD è uno dei migliori arranger nel settore della riqualificazione e ristrutturazione edilizia”- ricorda Antronio Rocco- “e siamo molto orgogliosi di aver ottenuto per i nostri soci convenzioni e vantaggi particolari”.

]]>
Riqualifichiamo Insieme tour: il 7 luglio seconda tappa campana a Sorrento Tue, 03 Jul 2018 12:52:30 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485069.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485069.html AmiPress AmiPress L'Hotel Michelangelo ospiterà il secondo seminario: accesso all'Ecobonus ed equo compenso per gli amministratori saranno i temi centrali dell'incontro.

 

Si terrà il 7 luglio presso l'Hotel Michelangelo a Sorrento il secondo incontro del Riqualifichiamo Insieme Tour, un progetto ideato dall'associazione Naca, col patrocinio , tra gli altri della Camera di Commercio Napoli, della Giunta Regionale della Campania e del Comune di Sorrento, con lo scopo di fare networking e formazione tra tutti i professionisti che lavorano alla gestione delle civili abitazioni.

Al centro dell'incontro in penisola la discussione sui finanziamenti al condominio. In particolare l'incontro si concentrerà sull'Ecobonus, in relazione alle normative urbanistiche e di tutela ambientale in penisola sorrentina, ed sul tema dell'Equo compenso necessario per professionalizzare il ruolo degli amministratori di condomino.

Tanti i professionisti che interverranno sulle varie tematiche

09:30 - 10:00 Apertura dei lavori- Intervengono: Rag. Sabrina Apuzzo - responsabile nazionale Naca-, Avv. Gennaro Torrese- presidente Ordine degli Avvocati Torre Annunziata-, Avv. Luigi Vingiani - segretario nazionale confederazione G.D.P- Catello Apuzzo - consigliere Ordine Geometri di Napoli-;

10:00 - 10:30: Ecobonus e Cessione del credito d'imposta - Relatore: Dott.ssa Raffaela dell'Acqua, Harley&Dikkinson Finance srl;

10:30 - 11:15: Equo compenso e valorizzazione delle figure professionali. Relatore: Avv. Marilisa Somma;

11:45-12:15 Le nuove competenze del G.D.P- Relatore: Dott. Luigi Ambrosino, Giudice onorario di tribunale;

12:15-13:00: Riqualificare green- Ecobonus: analisi tecnica e sviluppo della procedura- fattibilità economica di efficientamento energetico e criticità- Relatore: Ing Salvatore Starace;

 

 

]]>
Riqualifichiamo Insieme tour: il 7 luglio seconda tappa campana a Sorrento Tue, 03 Jul 2018 12:39:36 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485066.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/485066.html AmiPress AmiPress L'Hotel Michelangelo ospiterà il secondo seminario: accesso all'Ecobonus ed equo compenso per gli amministratori saranno i temi centrali dell'incontro.

 

Si terrà il 7 luglio presso l'Hotel Michelangelo a Sorrento il secondo incontro del Riqualifichiamo Insieme Tour, un progetto ideato dall'associazione Naca, col patrocinio , tra gli altri della Camera di Commercio Napoli, della Giunta Regionale della Campania e del Comune di Sorrento, con lo scopo di fare networking e formazione tra tutti i professionisti che lavorano alla gestione delle civili abitazioni.

Al centro dell'incontro in penisola la discussione sui finanziamenti al condominio. In particolare l'incontro si concentrerà sull'Ecobonus, in relazione alle normative urbanistiche e di tutela ambientale in penisola sorrentina, ed sul tema dell'Equo compenso necessario per professionalizzare il ruolo degli amministratori di condomino.

Tanti i professionisti che interverranno sulle varie tematiche

09:30 - 10:00 Apertura dei lavori- Intervengono: Rag. Sabrina Apuzzo - responsabile nazionale Naca-, Avv. Gennaro Torrese- presidente Ordine degli Avvocati Torre Annunziata-, Avv. Luigi Vingiani - segretario nazionale confederazione G.D.P- Catello Apuzzo - consigliere Ordine Geometri di Napoli-;

10:00 - 10:30: Ecobonus e Cessione del credito d'imposta - Relatore: Dott.ssa Raffaela dell'Acqua, Harley&Dikkinson Finance srl;

10:30 - 11:15: Equo compenso e valorizzazione delle figure professionali. Relatore: Avv. Marilisa Somma;

11:45-12:15 Le nuove competenze del G.D.P- Relatore: Dott. Luigi Ambrosino, Giudice onorario di tribunale;

12:15-13:00: Riqualificare green- Ecobonus: analisi tecnica e sviluppo della procedura- fattibilità economica di efficientamento energetico e criticità- Relatore: Ing Salvatore Starace;

 

 

]]>
Il tour del Lago di Garda in auto in un giorno Thu, 28 Jun 2018 15:28:56 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/484589.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/484589.html Metalpoint Srls Metalpoint Srls

Il lago di Garda offre molti luoghi da visitare, tra luoghi di grande interesse culturale e località balneari. Per iniziare l’avventura si può partire da Sirmione, sentendosi come al centro del lago data la sua posizione. L’unica via di accesso al centro storico è attraverso il ponte levatoio della Rocca, passeggiando tra viette strette e palazzi pieni di glicine in primavera. Alla fine della penisola si ergono i resti della villa catulliana, oggi nota come le Grotte di Catullo. Da lì nelle giornate più limpide si può ammirare il lago di Garda fino a nord, un punto di sicuro interesse per i fotografi (e per un bagno estivo vista la vicinanza della Jamaica Beach).

Proseguendo il viaggio si può raggiungere Peschiera Del Garda, che si trova alla bocca del fiume Mincio. Per la sua posizione strategica all’incrocio di diverse vie commerciali è sempre stata una fortezza, soprattutto in periodo austriaco. Numerose sono, infatti, le tracce di quel passato.

Andando avanti si può andare a Lazise, una piccola perla del lago con il porticciolo colorato e mura di cinta ben conservate. Degna di nota è la pavimentazione geometrica, quasi psichedelica, del lungolago turistico.

Continuando il giro si passa per Bardolino, dove ci sono colline con vigneti da cui si ricava l’omonimo vino. La successiva tappa verso nord è la penisola di Punta San Vigilio, dove troverete una storica villa molto gradita al relax di Winston Churchill. Un aperitivo al tramonto al bar sul molo è un’esperienza imperdibile.

Cercando un altro panorama si può andare a Torri Del Benaco, dove a ridosso delle mura si può trovare l’unica limonaia presente sulla costa orientale del Garda.

Un altro luogo che merita una sosta è Malcesine, una delle mete turistiche più apprezzate per la sua posizione privilegiata e per le spiagge ricche. Da Malcesine parte, inoltre, una funivia che vi porterà sul Monte Baldo, da cui avrete una delle viste panoramiche più belle del lago.

Abbandonando il Veneto troverete Riva Del Garda, un centro storico protetto da tre maestose porte e con numerose chiese barocche, e Limone sul Garda che prende il nome dalle famose limonaie del Garda, in passato fulcro economico della zona (oggi invece sostituite dal turismo).

Preferite la sponda bresciana? Nessun problema, ad attendervi ci saranno il borgo di Gardone Riviera (e il mitico Vittoriale degli Italiani voluto e costruito da Gabriele D’Annunzio) e Salò, storicamente famosa come sede della Repubblica Sociale, ma piena di ville storiche stupende.

Dulcis in fundo Desenzano del Garda, degna conclusione di questo tour lacustre.

A voi non è venuta fame? È ora di cercare un agriturismo sul Lago di Garda per gustare le tipicità locali.

 

 

]]>
Immobili in corso di costruzione: terreno edificabile Wed, 27 Jun 2018 14:46:35 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/484357.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/484357.html MLP Studio MLP Studio terreno edificabile

Il terreno edificabile: ecco cosa c'è da sapere

Il primo passo per avviare un progetto di edificazione è trovare il terreno giusto per avviare la costruzione dell'immobile. La compravendita del terreno edificabile è regolato da norme ben precise.  Non è infatti possibile costruire immobili su qualsiasi terreno e la sua edificabilità varia a seconda del Piano degli Interventi Comunali, il quali si occupa di delineare i parametri che rendono il terreno edificabile.

Su quale terreno avviare un progetto edilizio

La concessione dell’edificabilità cambia, come appena accennato, in base al Piano degli Interventi Comunale, che si occupa di definire le zone urbane adatte all'immobile in costruzione. Tra i parametri principali che un terreno deve avere per essere considerato edificabile troviamo:

  • Collegamento a gas, elettricità e fognature.
  • Collegamente all'acqua corrente e potabile
  • Facile raggiungibilità tramite strade

Prima di iniziare la costruzione dell'immobile, occorre sapere a quale scopo andrà destinato per poter scegliere con più efficienza il luogo.

L’Imu e spese per i terreni edificabili

Prima di decidere di acquistare dei terreni edificabili, è opportuno considerare la somma totale delle spese che si dovranno affrontare durante e dopo la compravendita. Tra queste figura certamente l'imu del terreno, che per i terreni segue dei precisi parametri: l'ubicazione, l'area edificabile e quella agricola e i vincoli urbanistici del Comune di appartenenza. Un'altra spesa che può incorrere sull'acquirente è la plusvalenza. Ossia la differenza tra il valore della vendita del terreno e il valore iniziale dell’acquisto. Un esempio tipico della plusvalenza si può evidenziare è quando un terreno agricolo diviene edificabile.

Il Valore di mercato dei terreni

Il valore di mercato di un terreno cambia completamente poichè vengono applicate delle imposte sulla vendita che è tassata con aliquote differenti in base alla destinazione o se è considerato un terreno agricolo o edificabile. Le aliquote di imposta che vengono applicate sono di tre diverse tipologie.

  • l’imposta del 18% sul prezzo di vendita dei terreni agricoli;
  • l’imposta ridotta dell’11% per tutti gli imprenditori agricoli che, diminuisce ulteriormente all’1% se si tratta di coltivatori diretti;
  • per i terreni edificabili, invece, l’imposta rimane dell’11%, ma se a vendere è l’impresa l’Iva si applica nella misura del 20%.

Dunque è molto importante conoscere se il proprio appezzamento di terra è edificabile oppure agricolo per stabilire con sicurezza in quale momento il terreno agricolo diviene edificabile, o anche viceversa. Se un costruttore vuole essere sicuro di rispettare le norme e acquistare un terreno che sia edificabile e perfetto per il suo progetto di immobile può rivolgersi a un'agenzia di esperti in immobili in corso di costruzione che provvederanno a fare gli esami e a richiedere la giusta documentazione. Studio Ungheria - Vendita Immobile in costruzione, Roma 

]]>
Pneumatic Conveying Systems Market Overview and Future Outlook, 2014 to 2025 Wed, 27 Jun 2018 12:14:09 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/484337.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/484337.html susan hill susan hill The global Pneumatic Conveying System Market size to reach USD 30.40 billion by 2025, augmented by the advancement of technology resulting in its increasing use for various applications including food processing and pharmaceutical. Europe was the largest market valued at over USD 6.5 billion in 2016. However, it is expected to witness steady growth over the forecast period on account of increase in trade barriers created by Brexit, Russian military intervention in Ukraine and slowdown of the Chinese economy.

Asia Pacific is anticipated to witness the fastest growth over the forecast period at CAGR of 6.6% on account of increase in production of pharmaceutical as well as rubber & plastics. Growing domestic demand for these products is expected to provide an impetus to the pneumatic conveying system market.

Rubber & plastics accounted for 19.4% of the global market share in 2016 and is projected to increase as a result of the increasing demand for these products in various sectors including aviation, automobile and construction. Moreover, pneumatic conveying systems swiftly adapt to the constantly evolving technology for processing of these commodities, which is expected to play a crucial in driving the growth of the market.

Dilute phase conveying system was the largest contributor to the global industry in 2016. The segment is expected to grow at a CAGR of 6.2% over the next nine years on account of its increasing use for handling a broad range of materials including sand, feldspar, carbon black, fly ash, glass cullet, cocoa beans, candies, resins, hazelnuts, and sorbitol.

Browse Details of Report @ https://www.hexaresearch.com/research-report/pneumatic-conveying-systems-market

The positive pressure systems segment was valued at USD 11.02 billion in 2016. Its demand is anticipated to increase due to its ability to operate above atmospheric pressure and a higher capacity compared to vacuum systems. In addition, positive pressure system is ideal for conveying material from one loading point to many uploading points which make it a viable choice for rubber and ceramics.

Companies are investing extensively in R&D to enhance technology for the purpose of capturing the more market share. For instance, In October 2016, Schenck Process Holding GmbH launched high capacity stainless steel feeder designed for handling materials with light and fluffy characteristics in plastics processing applications. Thus, rapid industrialization with a growing demand for processing of foods and pharmaceuticals is expected to augment the growth of the pneumatic conveying system industry over the projected period.

Hexa Research has segmented the global pneumatic conveying system market based on operating principle, technology, end-use and region:

Segmentation by Operating Principle, 2014 - 2025 (USD Million)
• Dense phase conveying
• Dilute phase conveying

Segmentation by Technology, 2014 - 2025 (USD Million)
• Positive pressure system
• Vacuum system

Segmentation by End-Use, 2014 - 2025 (USD Million)
• Food
• Pharmaceutical
• Rubber & Plastics
• Ceramics
• Others

Segmentation by Region, 2014 - 2025 (USD Million) 
• North America
    • U.S.
    • Canada
• Europe
    • Germany
    • UK
• Asia Pacific
    • China
    • India
    • Japan
• Central & South America
• MEA

Key players analyzed: 
• Zeppelin Systems GmbH
• DongYang P&F
• Hillenbrand Inc.
• Schenck Process Holding GmbH
• Cyclonaire Corporation
• WAMGROUP S.p.A.
• United Conveyor Corporation
• KC Green Holdings
• Dynamic Air Inc.
• AZO GmbH & Co. KG

Browse Related Category Market Reports @ https://www.hexaresearch.com/research-category/hvac-and-construction-industry

About Us:

Hexa Research is a market research and consulting organization, offering industry reports, custom research and consulting services to a host of key industries across the globe. We offer comprehensive business intelligence in the form of industry reports which help our clients obtain clarity about their business environment and enable them to undertake strategic growth initiatives.

Contact Us:

Ryan Shaw

Hexa Research

Felton Office Plaza

6265 Highway 9

Felton, California 95018

United States

Phone: +1-800-489-3075

Email: sales@hexaresearch.com

Website - http://www.hexaresearch.com/

]]>