Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Edilizia Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Edilizia Fri, 20 Apr 2018 07:02:26 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/1 Installare condizionatore a Milano: procedura all’installazione Thu, 19 Apr 2018 16:25:16 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476770.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476770.html Sergio Rossi Sergio Rossi Installare condizionatore a Milano nella propria abitazione, è un lavoro che richiede una certa esperienza. Sicuramente la scelta migliore sarebbe affidarsi a un installatore che possiede questa maestranza. Ma vediamo quali sono le principali cose da tenere conto quando si decide di installare condizionatore a Milano

Prima di addentrarsi nell’installazione vera e propria, bisogna decidere il luogo ideale in cui montare la macchina, tenendo conto che lo spazio occupato non sarà solo quello dello split interno alla stanza e dell’unità esterna, ma anche dei tubi e dei cavi di collegamento tra i due. Una volta stabilita questa cosa, si può procedere con il fissaggio dell’unità interna, far passare i cavi e le tubazioni attraverso stanze e muri per poi finire sull’unità esterna che, a sua volta, sarà collocata in un luogo sicuro all’esterno dei muri dell’abitazione. Dopodiché sarà necessario fare il vuoto all’impianto e caricare il circuito di gas. Collegare la corrente e deliziarsi con la scoperta del funzionamento del telecomando. 

Vediamo più nello specifico com’è composto il sistema per installare condizionatore a Milano; Per comprendere appieno il funzionamento fisico-chimico di un impianto di condizionamento, dobbiamo basarci sui concetti di fluido termovettore e ciclo termodinamico. Nelle scienze fisiche, di parla di ciclo termodinamico la successione di trasformazioni al termine delle quali il sistema torna allo stato di partenza. Nel caso dei condizionatori, all’interno di questo ciclo si trova il fluido termovettore, una sostanza allo stato liquido o gassoso che accumula e trasporta il calore. 

Il processo ciclico che sta all’interno del condizionatore, passa attraverso diversi componenti:

- Il compressore viene utilizzato per comprimere il fluido. All’interno di esso il fluido è presente allo stato gassoso, che con la compressione si trasforma in liquido. Con l’aumento della pressione del gas, avviene il conseguente aumento di temperatura e il successivo aumento di temperatura e pressione all’uscita dal compressore. 

- Il condensatore prende il suo nome dalla funzione che svolge, ossia quella di condensare il gas, portandolo allo stato liquido. Questo passaggio avviene con la sottrazione del calore al gas.

- L’organo di laminazione è facilmente individuabile perché corrisponde ad una strozzatura del condotto. Mentre avviene il passaggio attraverso questo strozzo, il gas allo stato liquido perde di carico per la qual cosa diminuisce la pressione e quindi la temperatura. 

- L’evaporatore, come si può dedurre dal suo nome, ha la funzione di vaporizzare il liquido, assorbendo il calore dall’esterno. 

 

I gas più utilizzati per i condizionatori sono segnati con dei codici che potrete facilmente trovare sul web, tra cui possiamo segnare:

- R12 per i condizionatori industriali (non più accettato dalla legge)

- R22 per i condizionatori civili (anch’esso non più accettato) 

- R407c e R410a utilizzati per i condizionatori civili

Nel caso in cui il vostro condizionatore smetta di funzionare correttamente, potrebbe avere un problema legato al mal funzionamento del gas, che col tempo si denaturalizza. Si deve quindi procedere con il cambio del gas, che spesso (nei casi del gas non più legali), può anche essere rigenerato. 

]]>
LEGIONELLA MILANO: il batterio Killer che dentro ai condizionatori Thu, 19 Apr 2018 15:04:03 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476758.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476758.html Sergio Rossi Sergio Rossi Legionella Milano. Le casistiche che sono state riportate fanno pensare. 1680 casi di legionellosi nel 2016 di cui 407 in Lombardia. La percentuale della mortalità è 10.8%, non molto alta, ma comunque preoccupante pensando che si parla di una malattia che potrebbe essere facilmente curabile prendendo alcune accortezze. 

La legionella è un batterio specifico del genere batteri gram-negativi aerobi da cui si sono ramificate più di 50 specie ora conosciute. Quella più famosa (e pericolosa) è la legionella pneumophilia, a cui sono stati attribuiti il 90% dei casi di legionellosi. 

Anche se divenne famosa per l’epidemia tra i soldati americani dell’American Legion, oggi il batterio della legionella è più comune di quanto si pensi. Le istallazioni che producono aria nebulizzata, come i condizionatori, le reti di ricircolo di acqua calda, sono al primo posto per favorire la diffusione dei batteri in casa. Basti pensare che il 70% dei batteri si propaga per via aerea e che in un normale split si annidano migliaia di batteri, per capire che tra i numerosi batteri potrebbe trovarsi anche quello della legionella. 

La legionella Milano quindi non è sicuramente da sottovalutare, soprattutto considerando che nella maggior parte delle abitazioni è presente un condizionatore, talvolta anche più di uno posizionati in zone sensibili come le camere da letto. La legionella si contrae attraverso la propagazione dell’aria e dell’acqua. 

Esistono però misure per prevenire la formazione della legionella Milano o per debellarne l’esistenza. La più importante è la pulizia degli split e dei filtri al suo interno. Esistono prodotti specifici per la pulizia di filtri e impianti. Nel caso in cui si voglia tutelare maggiormente la sicurezza del proprio impianto (e quindi del proprio benessere), ci si può affidare a esperti del settore che effettueranno degli specifici trattamenti di bonifica dell’impianto, prevenendo anche la formazione e proliferazione di batteri in futuro. 

]]>
Earth Day: Aqua Italia presenta i consumi di acqua al ristorante e presso i Chioschi in Italia Thu, 19 Apr 2018 09:28:53 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476755.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476755.html Ufficio Stampa Ufficio Stampa

Earth Day

Acqua del rubinetto: una vera scelta green



Aqua Italia presenta un focus dei dati della ricerca Open Mind Research 2018 sulla propensione al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non, al ristorante e presso i Chioschi dell’acqua.



Milano - Preservare il pianeta è ormai un imperativo da seguire. Ogni cittadino può fare la sua parte modificando alcune piccole abitudini come, per esempio, bere l’acqua del rubinetto trattata al ristorante. Così facendo, infatti, verrebbero azzerate le emissioni di CO2 dovute al trasporto dell’acqua in bottiglia e non verrebbe più prodotto il relativo PET, dannoso per l’ambiente.


In base alla ricerca 2018, realizzata da Open Mind Research per Aqua Italia su un campione di 2000 individui maggiorenni e rappresentativi della popolazione italiana, il 23,7% degli italiani beve acqua trattata del rubinetto negli esercizi commerciali e il 50,8% la berrebbe se gliela offrissero. 


Tra coloro che bevono acqua del rubinetto abitualmente si riscontra una maggiore abitudine al consumo (abituale o possibile) di acqua trattata negli esercizi commerciali: il 39,6% dichiara di “berla già” e il 50,2% la berrebbe se gli venisse offerta. 

Si rileva una maggiore resistenza nell’accettarla, a livello geografico, nelle aree del sud e Sicilia (30,1%) e a livello anagrafico tra gli ultra 65enni (28,6%).

Tra coloro i quali sono già abituati a bere acqua trattata al ristorante, invece, spiccano i 35-44enni con il 27,4% delle preferenze e tra coloro i quali la berrebbero sono i giovani (18/24 anni) i più disposti ad accettarla con il 56,2% dei consensi. Analizzando, infine, il livello di istruzione, la beve già il 32,3% di coloro i quali hanno un livello di istruzione alto (laurea breve, laurea o dottorato) e la berrebbero nel 52,7% dei casi chi ha una licenza media inferiore.


Per godere di questo servizio anche a casa propria senza acquistare un sistema domestico di trattamento dell’acqua, basta usufruire dei Chioschi dell’acqua che erogano, in gran parte dei comuni italiani, acqua filtrata, refrigerata e/o gassata. Si tratta di un servizio al cittadino volto a ridurre e limitare le emissioni di gas serra (2002/358/CE) e orientato a modificare gli attuali modelli di consumo in ambito di prevenzione dei rifiuti (2008/98/CE), oltre ad essere una attività finalizzata all'attuazione del principio dello sviluppo sostenibile (D.lgs. 3 aprile 2006 n.152 (TUA)).


Si pensi, infatti, che, valutando il prelievo annuo di 300.000 litri da un Chiosco si ottengono:

• 200.000 bottiglie PET da 1,5 l prodotte in meno;

• 60.000 kg di PET in meno (30g/bottiglia);

• 1.380kg di CO2 risparmiati per la produzione di PET;

• 7.800 kg di CO2 in meno per il trasporto (stimando una media di 350km)


Secondo la Ricerca 2018, il 67,9%  degli intervistati conosce questa possibilità (in aumento di quasi un punto percentuale sul 2016) e nel 48,4% dei casi il comune di residenza offre il servizio. Gli intervistati hanno dichiarato nel 15,4% dei casi di farne uso e nel 33% dei casi di non aderire. La conoscenza del servizio è più alta tra coloro che bevono abitualmente l’acqua del rubinetto (75,2% vs 67,9%) e la fruizione dello stesso, per questo sottoinsieme, sale al 19,5% (rispetto alla media del 15,4%). L’interesse e il consumo dell’acqua distribuita con i Chioschi riguarda il 49% di chi consuma abitualmente acqua del rubinetto e circa il 42% di chi ne fa un uso sporadico.


A livello demografico, usa/userebbe il servizio il 54,1% dei 18/24enni mentre non la usa/userebbe il 58,1% dei 55/64enni. A livello professionale, infine, si riscontra la maggiore abitudine al consumo (abituale o possibile) tra gli studenti (52%) mentre sono le casalinghe ad essere la categoria con la più alta percentuale di diffidenza rispetto al servizio (59,5%).


Per ulteriori informazioni e per segnalare eventuali pubblicazioni contattare:


Eleonora Bertucca

Ufficio Stampa Aqua Italia

bertucca@gwcworld.com

3387059049



]]>
LEGIONELLA CLIMATIZZATORI: COME SI FORMA E COME DEBELLARLA Wed, 18 Apr 2018 12:14:04 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476600.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476600.html Sergio Rossi Sergio Rossi In Italia, nel 2016, ci sono stati 1680 casi di legionellosi di cui 407 in Lombardia. Nel 10,8% dei casi il paziente è deceduto. Sicuramente non è una malattia da sottovalutare soprattutto considerando che molti hanno più di uno split in casa, talvolta posizionati in zone come camere da letto. La malattia si contrae attraverso la propagazione dell’acqua sotto forma di aerosol; piccole gocce d’acqua inalate. In sostanza l’aria che fuoriesce dagli impianti di climatizzazione potrebbe essere infetta. 

La legionella è un batterio specifico del genere batteri gram-negativi aerobi da cui si sono evolute negli anni più di 50 specie ora conosciute. Quella più famosa e pericolosa è la legionella pneumophilia a cui viene attribuita la maggior parte dei casi di legionellosi. Ad oggi il batterio della legionella è più famoso di quanto si pensi e molto comune. Le installazioni a rischio sono quelle che producono aria nebulizzata, quindi il batterio legionella climatizzatori. Basti pensare che il 70% dei batteri si propaga per via aerea e che in un normale split si annidano migliaia di batteri, per capire che tra i numerosi batteri potrebbe trovarsi anche quello della legionella. 

Il periodo di accensione dei condizionatori si avvicina. Non tutti si rendono conto però che, come per ogni impianto, anche quello di condizionamento necessita una minima manutenzione che include sia la pulizia ordinaria, sia un controllo più profondo per riuscire a debellare alcuni dei batteri più pericolosi che proliferano in zone umide, come la legionella climatizzatori

Esistono però misure per prevenire la formazione della legionella climatizzatori o per debellarne l’esistenza. La più importante è la pulizia degli split e dei filtri al suo interno. Esistono prodotti specifici per la pulizia di filtri e impianti. Nel caso in cui si voglia tutelare maggiormente la sicurezza del proprio impianto (e quindi del proprio benessere), ci si può affidare a esperti del settore che effettueranno degli specifici trattamenti di bonifica dell’impianto, prevenendo anche la formazione e proliferazione di batteri in futuro. 

]]>
LEGIONELLA CONDIZIONATORI: COME SI FORMA E COME DEBELLARLA Wed, 18 Apr 2018 11:10:48 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476591.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476591.html Sergio Rossi Sergio Rossi Il periodo di accensione dei condizionatori si avvicina. Non tutti si rendono conto però che, come per ogni impianto, anche quello di condizionamento necessita una minima manutenzione che include sia la pulizia ordinaria, sia un controllo più profondo per riuscire a debellare alcuni dei batteri più pericolosi che proliferano in zone umide, come la legionella condizionatori. 

La legionella è un batterio specifico del genere batteri gram-negativi aerobi da cui si sono evolute negli anni più di 50 specie ora conosciute. Quella più famosa e pericolosa è la legionella pneumophilia a cui viene attribuita la maggior parte dei casi di legionellosi. Ad oggi il batterio della legionella è più famoso di quanto si pensi e molto comune. Le installazioni a rischio sono quelle che producono aria nebulizzata, quindi il batterio legionella condizionatori. Basti pensare che il 70% dei batteri si propaga per via aerea e che in un normale split si annidano migliaia di batteri, per capire che tra i numerosi batteri potrebbe trovarsi anche quello della legionella. 

In Italia, nel 2016, ci sono stati 1680 casi di legionellosi di cui 407 in Lombardia. Nel 10,8% dei casi il paziente è deceduto. Sicuramente non è una malattia da sottovalutare soprattutto considerando che molti hanno più di uno split in casa, talvolta posizionati in zone come camere da letto. La malattia si contrae attraverso la propagazione dell’acqua sotto forma di aerosol; piccole gocce d’acqua inalate. In sostanza l’aria che fuoriesce dagli impianti di climatizzazione potrebbe essere infetta. 

Esistono però misure per prevenire la formazione della legionella condizionatori o per debellarne l’esistenza. La più importante è la pulizia degli split e dei filtri al suo interno. Esistono prodotti specifici per la pulizia di filtri e impianti. Nel caso in cui si voglia tutelare maggiormente la sicurezza del proprio impianto (e quindi del proprio benessere), ci si può affidare a esperti del settore che effettueranno degli specifici trattamenti di bonifica dell’impianto, prevenendo anche la formazione e proliferazione di batteri in futuro. 

]]>
RISTRUTTURAZIONE TETTI IN LEGNO RISPARMIO E ECOMPATIBILITA’ Fri, 13 Apr 2018 10:37:45 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476162.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/476162.html Graphic Art Graphic Art La costruzione e ristrutturazione dei tetti in legno deve essere eseguita da ditte specializzate e certificate in coperture che non contrastino le normative ambientali. La ditta Mario Taddei srl offre questo servizio garantendo assistenza totale al cliente, non solo durante le fasi di progettazione e posa in opera, ma soprattutto nella resa estetica ed economica della copertura. Il legno è un materiale mediamente più costoso rispetto agli altri in commercio, ma che se ben trattato può garantire un notevole risparmio energetico a lungo termine. Per conoscere tutte le informazioni sulla ristrutturazione di un tetto in legno è sufficiente contattare la ditta tramite il suo sito web e richiedere un sopralluogo gratuito per la redazione di un preventivo ad hoc. Lo staff della Mario Taddei è sempre a disposizione per venire in contro alle esigenze di tutti quei  committenti che desiderano scegliere di lavorare nel rispetto dell’ambiente.

]]>
Ex officine per la riparazione dei treni oggi officine della cultura moderna Tue, 03 Apr 2018 13:12:03 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/475142.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/475142.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Le OGR di Torino riqualificate all’insegna dell’innovazione tecnologica e della sostenibilità ambientale

 

Le nuove OGR
Le nuove Officine Grandi Riparazioni a Torino hanno riaperto i battenti lo scorso autunno dopo 1000 giorni di cantiere. Fondazione CRT ha investito 100 milioni di euro per la rinascita dell’intero complesso di archeologia industriale, comprendente il maestoso edificio a forma di H di circa 20.000 metri quadrati, le palazzine uffici e tutte le aree scoperte per un totale di 35.000 metri quadrati di superficie interessata.  L’operazione arricchisce e completa così la nuova configurazione urbanistica della città di Torino.
Durante tutte le fasi dell’opera di riqualificazione “ci sono state tante complessità ma anche l’entusiasmo di ridare vita a un luogo bellissimo e unico, un elemento forte della comunità cittadina, aprendolo al mondo” spiega il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia.

L’opera di riqualificazione
I principi ispiratori dell’intervento di ristrutturazione e recupero funzionale delle OGR sono stati grande flessibilità e modularità degli spazi, massima fruibilità durante tutto l’anno e accessibilità per tutti.
Dal punto di vista architettonico ed edilizio, i nuovi interventi hanno mantenuto i grandi volumi e le altezze degli edifici storici, con un minimo impatto sulla struttura originale, introducendo al contempo nuovi materiali e colori e inserendo particolari altamente innovativi e moderni.
L’intervento ha privilegiato soluzioni ad alto contenuto tecnologico e sostenibilità ambientale, salvaguardando al contempo il valore storico della struttura originale.

Innovazione, efficienza e sostenibilità
Gli stessi principi di sostenibilità, flessibilità e fruibilità hanno ispirato anche la progettazione degli impianti che, nel loro insieme (elettrici, per l’acqua, l’aria, la fibra ottica) si sviluppano in lunghezza per 115 km, pari alla distanza tra Torino e Aosta.
Ma la vera sfida è stata la trasformazione di un “involucro” dell’Ottocento in edificio caldo, fruibile anche nella stagione invernale. Con questo scopo sono state migliorate le performance di trasmissione caldo/freddo dell’edificio, per contenerne il fabbisogno energetico, la resistenza al vento e alla neve, la tenuta all’acqua. Anche i serramenti sono stati tutti cambiati, con l’installazione di 1.200 finestre e porte finestre a taglio termico e grande attenzione è stata posta nella scelta degli impianti tecnologici di riscaldamento e raffrescamento.

Comfort ed efficienza energetica durante tutto l’anno
Per garantire il miglior comfort a questo grande spazio polifunzionale è quindi stato studiato un impianto customizzato, basato su 1 chiller a levitazione magnetica e 2 pompe di calore polivalenti, tutti a marchio Climaveneta e tutti gestiti da ClimaPRO. Il chiller, grazie ai compressori Turbocor a levitazione magnetica, consente di gestire il carico termico dal 10 al 100% in maniera dinamica e fluida, mantenendo le prestazioni energetiche della macchina. Grazie alla condensazione ad acqua, le prestazioni energetiche di questa unità risultano infatti molto performanti, soprattutto a carico parziale, quindi nel 90% del funzionamento della macchina. Le unità polivalenti garantiscono inoltre in ogni momento dell’anno sia un recupero termico che un recupero frigorifero, seguendo il carico nella sua contemporaneità, attraverso una termoregolazione sia sullo scambiatore caldo che su quello freddo, arrivando ad aggiungere EER di 7 ed ESEER di 9.40 in particolari condizioni di carico. Le stesse unità sono inoltre collegate ad acqua di falda, che funge da “volano termico” naturale, consentendo efficienze energetiche maggiori rispetto ai sistemi tradizionali con ridotte emissioni di anidride carbonica (CO2) nel rispetto dell’ambiente.
Elena Favero, Product Specialist Large Chillers Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, che ha seguito da vicino il progetto fin dalle prime fasi afferma: “Gli edifici complessi necessitano di soluzioni complesse perché in ogni momento le loro esigenze in termini di affollamento e di destinazione d’uso degli spazi potrebbero variare. Questo impone che alla base dell’impianto di climatizzazione ci siano unità complesse, in grado cioè di rispondere sempre alle esigenze di riscaldamento e raffrescamento dell’edificio, anche simultanee. Le unità polivalenti a marchio Climaveneta consentono quindi ad OGR di esprimere tutte quelle anime e tutte quelle situazioni diverse che altrimenti non potrebbero essere soddisfatte in termini di comfort”.
Il fiore all’occhiello della centrale è il sistema di monitoraggio e controllo ClimaPRO di Climaveneta, in grado di armonizzare l’intero impianto, facendo dialogare tra loro pompe, scambiatori, centrali trattamento aria e creazione dei fluidi. ClimaPRO è in grado di misurare e monitore costantemente le unità, le valvole e le pompe ad esse collegate e quindi di controllare ed ottimizzare in ogni momento questo impianto così complesso, massimizzandone l’efficienza energetica globale e assumendo anche un importante ruolo di diagnostica.

OGR: la metamorfosi
La riqualificazione delle OGR è stata un’impresa complessa che, tra salvaguardia dell’identità e della memoria degli edifici e applicazione delle nuove tecnologie nel rispetto dell’ambiente, ha però consentito a questo sviluppo di passare da ex Officine per la riparazione dei treni a nuove Officine della cultura contemporanea, dell’innovazione e dell'accelerazione d'impresa, con una forte vocazione internazionale. Secondo il Segretario Generale della Fondazione CRT e Direttore Generale delle OGR Massimo Lapucci:Per poter realizzare la riqualificazione più adatta alla nuova vita del vasto complesso immobiliare era necessario mettere le OGR in condizione di inserirsi in un contesto internazionale capace di mantenere l’identità storica di ‘Officina’, ma facendone il luogo della generazione e rigenerazione delle idee.

Segui Climaveneta:
www.melcohit.com
youtube.com Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems, @ClimavenetaHVAC, linkedin.com/company/climaveneta, facebook.com/climavenetaHVAC/

Media Relations:
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
Knauf, la scienza esatta del massetto Thu, 29 Mar 2018 11:15:37 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/474827.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/474827.html RGR Comunicazione RGR Comunicazione Una gamma completa di soluzioni per assicurare l’eccellenza a ogni pavimentazione

 

La condizione migliore per ottenere una perfetta posa dei rivestimenti richiede un fondo che abbia prestazioni, planarità ed estetica ottimali, che si possono ottenere solo se il massetto realizzato è di qualità assoluta. Ecco perché Knauf ha messo a punto una serie completa di massetti ad elevatissimo contenuto tecnologico, capaci di assicurare risultati di eccellenza in qualsiasi situazione.


I massetti Knauf, grazie a un costante lavoro di ricerca e sviluppo, riescono a raggiungere prestazioni meccaniche e termiche ai vertici del mercato abbinando l’opportunità di applicare spessori sempre minori anche in presenza di impianti di riscaldamento a pavimento.
Ci sono anche altri vantaggi per chi usa i massetti Knauf: in particolare, la loro capacità di maturare in modo assolutamente omogeno e il loro altissimo grado di indeformabilità termica ne permettono l’impiego senza rete e senza giunti nella maggior parte dei casi assicurando a costruttori e proprietari ulteriori, sensibili risparmi sui costi, tempi di lavorazione ed estetica finale.

FE 50 Tecnico – Massetto fluido premiscelato per interni, di ultima generazione, biocompatibile. Grazie alla sua ottimale formulazione non richiede né rete né giunti. Ideale per ogni tipo di costruzione residenziale, alberghi, uffici, locali pubblici, è particolarmente adatto per pavimentazioni di grandi formati e pavimentazioni continue tipo resina.Ecco i massetti di cui si compone la gamma Knauf.

FE 80 Termico – Analogo al precedente, se ne differenzia per unaformulazione ottimizzata che ne accresce notevolmente la resistenza meccanica e soprattutto la conducibilità termica, rendendolo assolutamente consigliato in presenza di impianti di riscaldamento a pavimento. 

Autolivellina NE 425 – Massetto fluido premiscelato, biocompatibile di ultima generazione, per interni, per applicazioni a basso spessore, si posa senza rete e non richiede giunti in assenza di impianto di riscaldamento a pavimento. Particolarmente indicata per sistemi di riscaldamento a pavimento, con solo 20 mm di spessore sopra impianto (10 mm con sistemi ribassati), è idonea a tutti i tipi di rivestimento, ideale per grandi superfici e pavimentazioni continue tipo resina.

Superlivellina NE 499 – Massetto fluido premiscelato di ultima generazione, biocompatibile, per interni, per applicazioni a bassissimo spessore , certificato per l’applicazione con solo 10 mm di spessore su impianto radiante tradizionale  (fino a 5 mm con impianti ribassati). Si posa senza rete ne giunti. Idoneo a tutti i tipi di rivestimento, in particolare per grandi superfici e pavimentazioni continue tipo resina, ha un’ottima conducibilità termica.

Tradizionale – Per chi ama la lavorazione “tradizionale” ma vuole tutti i vantaggi dei massetti di ultima generazione, Knauf propone infine Domani, un massetto rapido premiscelato per interni, biocompatibile, a consistenza “terra umida”; ideale per impianti di riscaldamento a pavimento grazie alla sua elevata conducibilità termica, si posa senza rete né giunti. Si lavora come i massetti tradizionali ma asciuga con estrema rapidità, tanto che è possibile accendere l’impianto anche solo dopo 12 h dalla posa. Idoneo per tutti i tipi di rivestimento.

 

Infine, per livellare sottofondi non planari, Knauf propone N 410 Microlivellina, una malta premiscelata per ambienti interni. È ideale come strato di compensazione su solai in calcestruzzo grezzo, pavimenti continui portanti in solfato di calcio e cemento, sottofondi a secco con solo 2 mm di spessore . N 410 livella irregolarità e scostamenti prima della posa di piastrelle ceramiche e rivestimenti in mattonelle, marmo e pietra naturale, rivestimenti elastici, moquette, parquet e laminato.

“Nel contesto del lavoro di cantiere, il massetto gioca un ruolo fondamentale, sia per la qualità del risultato che per il contenimento dei costi e dei tempi di lavorazione. Così Knauf, da sempre all’avanguardia nella ricerca di soluzioni per l’edilizia moderna, ha messo a punto una serie di massetti ad alta tecnologia che innovano e risolvono ogni tipo di problematica, migliorando le performance di chi lavora e aumentando il benessere di chi utilizzerà i locali così edificati.”sottolinea Alessio Siciliano, Product Manager Knauf Italia.

]]>
Comunicato Wed, 28 Mar 2018 17:16:08 +0200 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/474781.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/474781.html GENOVESI COSTRUZIONI GENOVESI COSTRUZIONI

Il costruire e l’abitare sostenibili sono i cardini della strategia ambientale della società GENOVESI COSTRUZIONI sas che ha profondamente innovato il “prodotto-casa”. Particolare attenzione viene posta nelle tematiche relative all’efficienza energetica degli edifici con un’intensa attività di ricerca delle soluzioni e dei materiali più innovativi.

Lo standard adottato dalla GENOVESI COSTRUZIONI sas assicura un taglio dei consumi rispetto agli immobili completati prima del 2008 e realizzati con la normativa in vigore dal 1991 al 2005 (Legge n. 10).

Se, da una parte, i risparmi sui costi di gestione della casa sono immediati, dall’altra, il loro perdurare nel tempo determina una rivalutazione del bene immobiliare.

La riduzione dei consumi da fonti non rinnovabili, oltre alla riduzione dei costi di gestione dell’abitazione permette l’abbattimento delle emissioni di CO2 in atmosfera, per contrastare i danni del surriscaldamento del Pianeta.

Il sistema costruttivo adottato oggi dalla GENOVESI COSTRUZIONI sas si è evoluto recependo alcuni livelli prestazionali del Sistema LEED e stabilendo che i nuovi interventi saranno realizzati avendo la massima cura riguardo all’efficienza energetica ed in particolare di:

  • SOSTENIBILITÀ DEL SITO Gli impatti derivanti dall’attività costruttiva sono ridotti al minimo, obiettivo indispensabile è interagire ed integrare la propria struttura con l’ecosistema circostante CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI (da perseguire come obiettivo già in fase di progettazione).
  • BENESSERE DEL FRUITORE (qualità dell’ambiente interno con particolare attenzione alla salubrità dello stesso (come ad esempio l’attenzione ad un corretto ricambio d’aria negli ambienti), al comfort acustico, alla sicurezza, alla salubrità dei materiali. Obiettivi importanti sono quelli relativi ad una ottimale ed ottimizzata illuminazione naturale degli ambienti e l’accesso a vedute dell’esterno,).
  • MATERIALI E RISORSE (scelta accurata dei materiali costruttivi utilizzati, ovviamente, la raccolta differenziata in tutte le fasi di realizzazione dell’opera, ed il corretto stoccaggio dei materiali riciclabili, contenere al minimo il quantitativo di materiali non riciclabili inviati in discarica, ed adottare specifiche misure di riuso e riciclo al fine di prolungare il ciclo di vita dei materiali).
  • BIOCLIMATICA (valutazione della qualità bioclimatica dell’edificio).

I marchi attestano la conformità con lo standard, il Controllo tecnico della qualità del progetto e delle opere da parte di un organismo indipendente, nonché il rilascio delle garanzie fideiussorie e assicurative previste dal Decreto legislativo n. 122/2005, attuativo della Legge 210/2004 sulla salvaguardia degli acquirenti di immobili da costruire.


Mail priva di virus. www.avast.com
]]>
Knauf taglia il rumore e aumenta il valore Fri, 16 Mar 2018 15:51:00 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/473549.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/473549.html RGR Comunicazione RGR Comunicazione Knauf amplia la gamma tappetini isolanti per un confort abitativo all’avanguardia

Knauf, multinazionale leader in soluzioni e sistemi per l’edilizia leggera, presente in Italia e in oltre 60 nazioni nel mondo, annuncia il nuovo Silent Pad Slim, il tappetino acustico anticalpestio con barriera al vapore per massetti a basso spessore che amplia la gamma di tappeti isolanti Knauf per l’abbattimento dell’inquinamento acustico e il miglioramento del comfort abitativo.

Knauf Silent Pad Slim risponde alla crescente domanda di soluzioni per l’isolamento acustico in ambienti con riscaldamento a pavimento, laddove è importante assicurare un comfort abitativo di qualità.
Ideale per le applicazioni a basso spessore, Knauf Silent Pad Slim è composto da uno strato in polietilene reticolato espanso a celle chiuse di spessore 1,5 mm ad alta densità, accoppiato sul lato inferiore a una speciale fibra agugliata prodotta su specifiche calibrate per un migliore abbattimento acustico e sul lato superiore da un film riflettente con funzione di barriera al vapore, che favorisce l’efficienza energetica bloccando le dispersioni di calore verso il basso e lo rende particolarmente efficace in applicazioni a bassissimo spessore con o in assenza di impianto radiante. L’inserimento del materassino Knauf Silent Pad Slim è fondamentale per il benessere acustico perché i normali pannelli termici non hanno (salvo specifici casi) capacità isolanti dal punto di vista della propagazione delle onde sonore.

rumore silent pad

Il materassino Knauf Silent Pad Slim per soluzioni ribassate.

L’importanza dell’isolamento acustico
Le qualità di isolamento acustico di un immobile sono sempre più importanti perché anche in Italia è stata introdotto l’indice che classifica ogni unità immobiliare in base al suo grado di isolamento acustico, analogamente a quanto accade per la classificazione energetica. Così, tanto maggiore è l’isolamento acustico di un appartamento, tanto più aumenta il suo valore.
Oltre all’aspetto economico, l’isolamento acustico è fondamentale per il comfort ed è un tema centrale per chi costruisce o ristruttura. I rumori trasmessi dal pavimento, come quelli dovuti al calpestio, alla caduta di oggetti o allo spostamento di mobili e sedie, sono molto fastidiosi per chi si trova ai piani inferiori. Per ostacolarne la trasmissione attraverso la struttura del solaio, la scelta migliore è sicuramente un pavimento galleggiante su un tappetino fonoassorbente che interrompe la continuità della struttura con un materiale morbido ed elastico capace di bloccare il passaggio delle vibrazioni sonore e la trasmissione del rumore.

La gamma Knauf
Oltre al nuovo Knauf Silent Pad Slim, l’offerta Knauf di tappetini isolanti è assolutamente all’avanguardia, con una gamma di prodotti e soluzioni completa, che comprende:

Knauf Silent Pad S – Composto da polietilene espanso, reticolato, a celle chiuse in spessore 5 mm, idoneo all’applicazione in sottofondi bistrato per la realizzazione del massetto galleggiante allo scopo di migliorare l‘isolamento acustico del solaio ai rumori di calpestio.

Knauf Silent Pad E – Garantisce un elevato abbattimento acustico sottomassetto in tutti i casi dove sia richiesto un aumento del potere fonoisolante del solaio ed è specialmente indicato nei sottofondi in bistrato. Composto da polietilene reticolato espanso a celle chiuse da 3 mm accoppiato sul lato inferiore a una speciale fibra agugliata prodotta su specifiche calibrate per un migliore abbattimento acustico.

 

Stefano Ziliani

Stefano Ziliani, Product Manager Knauf Italia.

Knauf Silent Pad R – Composto da Silent Pad 2 mm ad alta densità accoppiato sul lato superiore con un film alluminato e goffrato con funzione radiante e sul lato inferiore a una speciale fibra agugliata prodotta su specifiche calibrate per un migliore abbattimento acustico di spessore 3 mm. È il prodotto ideale per le applicazioni con sistema di riscaldamento o raffreddamento a pavimento. Lo strato superiore alluminato riflettente favorisce l’efficienza energetica bloccando le dispersioni di calore verso il basso e lo rende particolarmente efficace in applicazioni a basso spessore con pannelli termici sottili.

 

Il benessere abitativo e il valore dell’immobile sono i due obiettivi a cui mira la nostra gamma di tappetini isolanti; il nuovo Silent Pad Slim, con cui abbiamo completato la gamma Knauf di prodotti per l’isolamento acustico a pavimento, è la risposta migliore per le tendenze dell’edilizia moderna in cui i benefici degli impianti di riscaldamento a pavimento ne stanno accelerando la diffusione sia nei nuovi edifici che nelle ristrutturazioni. In questo ambito il nuovo Silent Pad Slim, che offre i vantaggi del basso spessore, dell’isolamento acustico, della barriera al vapore e dell’efficienza energetica è la soluzione perfetta” sottolinea Stefano Ziliani, Product Manager Knauf Italia.

 


Knauf Italia
Il leader nell’edilizia per ambienti sani, sicuri e confortevoli (www.knauf.it)
Knauf Italia, sede nazionale della capogruppo tedesca Knauf Gips KG, leader mondiale nell’ambito dell’edilizia, è stata fondata nel 1977. Polo produttivo a supporto del mercato edile italiano, conta due stabilimenti in Toscana, per la produzione dei sistemi a secco e degli intonaci a base gesso. Knauf Italia, forte di un indiscusso primato nelle costruzioni a secco, è oggi un solido punto di riferimento per operatori del settore e utenti finali.
Parallelamente al continuo sviluppo e alla produzione di innovative soluzioni di tamponamenti a secco, soffittature, pavimentazioni, isolamenti e intonaci, Knauf investe molto sulla formazione con i Centri polifunzionali di Milano e Pisa, che offrono un’ampia gamma di corsi, seminari e servizi dedicati ai professionisti italiani dell’edilizia.
La proposta di Sistemi Costruttivi evoluti, l’attenzione alla formazione, le partnership con università e progettisti sono i punti di forza di un’azienda sempre in prima linea nel proporre risposte tecnologiche all’avanguardia anche nell’ecocompatibilità.
E’ proprio questa attenzione per l’ambiente che ha condotto Knauf a fondare nel 1998 Campo alla Sughera, azienda vitivinicola nel borgo di Bolgheri i cui vini rossi hanno subito ottenuto importanti riconoscimenti a livello internazionale. Il successo qualitativo dei vini di Campo alla Sughera è la dimostrazione della passione di Knauf per il territorio, la qualità e l’impegno quotidiano per l’eccellenza.

 

Knauf Italia – Via Livonese 20, 56040 Castellina Marittima (Pisa)
Tel. 050 692201 – Fax 050 692301 – knauf@knauf.it
Giuseppe Guida – guida.giuseppe@knauf.it

CONTATTO PER LA STAMPA
Ufficio Stampa – RGR Comunicazione – Via del Tiglio 7, 56012 Calcinaia (PI)
Tel. +39 0587 294350 – www.rgr.it – rgr@rgr.it
Leonardo Ristori – ristori@rgr.it – +39 329 2118296

]]>
Europe Hybrid Seeds Market: Market Estimation, Dynamics, Regional Share, Trends, Competitor Analysis 2012 to 2016 and Forecast 2017 to 2023 Tue, 13 Mar 2018 08:16:20 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/472955.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/472955.html pbi pbi

The Europe Hybrid Seeds Market: By Seed Type (Untreated Seeds, Treated Seeds), By Crop Type (Pulses and Oilseeds, Vegetable and Fruits, Flowers, Turf and Ornamental, Cereals and Grains, and Others), By Duration (Long-Term, Medium-Term, Short-Term), By Field Type (Outdoor, Indoor), By Country (Germany, France, UK, Italy, Spain, Russia, Poland, Rest of Europe) – Market Estimation, Dynamics, Regional Share, Trends, Competitor Analysis 2012 to 2016 and Forecast 2017 to 2023

 

Market Introduction: Europe Hybrid Seeds Market   

 

Hybrid seeds are produced by the cross-pollination between two or more inbred plants, which involves transferring pollen from male to female. The hybrid seeds enable produce stronger plants than parent plants. Hybrid seeds will produce more yield than the conventional seeds, improved disease resistance, improve the taste of fruits and vegetables, and new colours to flowers. Increased adoption of hybrid seeds in fruit & vegetables due to surge in demand for fruits and vegetables, technology, and storage methods, increased R&D, awareness among the farmers regarding the advantage of hybrid plants, expected to witness revenue growth of hybrid seeds market over the forecast period.

 

A sample of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/europe-hybrid-seeds-market/#ulp-4H8Z4LpNMLEuOnnx

 

Market dynamics: Europe Hybrid Seeds Market  

 

Drivers of Europe Hybrid Seeds Market

 

·         Growing Demand for superior quality of crops

·         Advancements and modernization in agriculture practices

·         Favourable regulatory framework in agriculture exports and imports

·         Inclination towards organic diet

·         Rise in initiations and subsidies by the government

·         Growing investments in R&D activities

 

Restraints of Europe Hybrid Seeds Market

 

·         High cost of the seeds

·         Unsupportable climatic conditions in some regions

 

To view TOC of this report is available upon request @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/europe-hybrid-seeds-market/#ulp-c654SbFYO64MsOhu

 

Market Scope: Europe Hybrid Seeds Market  

 

The Europe Hybrid Seeds Market is classified on the basis of seed type, crop type, duration, field type and regions

 

Based on Seed Type, Europe Hybrid Seeds Market is segmented as

 

·         Untreated Seeds

·         Treated Seeds

 

Based on Crop Type, Europe Hybrid Seeds Market is segmented as

 

·         Pulses and Oilseeds

·         Vegetable and Fruits

·         Flowers, Turf, and Ornamental

·         Cereals and Grains

 

Based on Duration, Europe Hybrid Seeds Market is segmented as

 

·         Long-Term

·         Medium-Term

·         Short-Term

 

Based on Field Type, Europe Hybrid Seeds Market is segmented as

 

·         Outdoor

·         Indoor

 

Based on Country, This Market is segmented as

 

·         Germany

·         France

·         UK

·         Italy

·         Spain

·         Russia

·         Poland

·         Rest of Europe

 

Need more information about this report @

 https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/europe-hybrid-seeds-market/#ulp-14mlyhjMGhVjZqa3

 

Competition Assessment: Europe Hybrid Seeds Market

Some of the players in Europe Hybrid Seeds Market are

·         KWS SAAT SE (Germany)

·         Syngenta AG (Switzerland)

·         DuPont (U.S.)

·         Land OLakes, Inc. (U.S.)

·         Biostadt India Ltd. (India)

·         Mahyco (India)

·         Monsanto (U.S)

·         Dow AgroSciences LLC (U.S.)

·         Advanta Limited (India)

·         Takii & Co. Ltd. (Japan)

 

Key Features of the Report:

 

·         The report provides granular level information about the market size, regional market share, historic market (2012 to 2016) and forecast (2017 to 2023)

·         The report covers in-detail insights about the competitor’s overview, company share analysis, key market developments, and their key strategies

·         The report outlines drivers, restraints, unmet needs, and trends that are currently affecting the market

·         The report tracks recent innovations, key developments and startup’s details that are actively working in the market

·         The report provides plethora of information about market entry strategies, regulatory framework and reimbursement scenario

·         The report analyses the impact of socio-political environment through PESTLE Analysis and competition through Porter’s Five Force Analysis in addition to recent technology advancements and innovations in the market

 

Get access to full summary @

https://www.precisionbusinessinsights.com/market-reports/europe-hybrid-seeds-market/

]]>
Certificato attestazione energetica: tutto quello che c’è da sapere Wed, 07 Mar 2018 10:50:35 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/472149.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/472149.html switchup switchup Il grado di consumo energetico di un edificio è definito dalle classi energetiche: per sapere a quale classe appartiene la tua casa hai bisogno di un certificato di attestazione energetica rilasciato da un geometra!

 

La certificazione energetica degli edifici, o attestato di prestazione energetica (APE), è una valutazione che vuole promuovere l’efficienza energetica degli edifici, e fa parte delle misure volte a tutelare l’ambiente sia in termini di contenimento delle emissioni di CO2, sia per contenere l’utilizzo delle risorse naturali.

L’Unione Europea ha emanato delle direttive, la 2002/91/CE e la 2006/32/CE, che tutti gli Stati membri devono rispettare tenendo conto delle proprie condizioni climatiche e locali: ogni nazione, seguendo quelle direttive, ha emanato delle leggi. In Italia la normativa in materia di certificazione energetica degli edifici è contenuta nel d.lgs. 19 agosto 2005, n. 192, recante le disposizioni di attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico dell'edilizia.

Fermo restando il rispetto dei principi stabiliti dalle disposizioni europee e nazionali, in materia di certificazione energetica degli edifici la competenza legislativa spetta alle Regioni.

 

Certificato attestazione energetica: quando serve?

L’APE viene rilasciato da un ente abilitato, il certificatore energetico, che tiene conto delle caratteristiche dell’edificio, della zona climatica, del tipo di riscaldamento e di altri parametri che possono influire sui consumi energetici. È un documento valido 10 anni e la sua utilità ha 5 principali scopi:

·         per il rogito: il certificato di attestazione energetica di un immobile è richiesto per gli atti notarili di compravendita. L’assenza dell'APE comporta sanzioni comprese tra 3.000 e 18.000 €, a carico di entrambe le parti!

·         per i contratti d'affitto: dal 2013 l'assenza dell'APE comporta sanzioni compresa tra 1.000 e 4.000 €, a carico di entrambe le parti. Le sanzioni sono ridotte della metà per contratti di durata inferiore ai 3 anni.

·         per l'accesso alle detrazioni del 65% sul reddito IRPEF: l'attestato energetico è parte della documentazione necessaria per ottenere gli sgravi fiscali.

·         per pubblicizzare annunci immobiliari, in quanto dal 1º gennaio 2012 è divenuto obbligatorio indicare la classe energetica delle unità immobiliari.

·         per ottenere dal gestore dei servizi elettrici (GSE) gli incentivi statali sull'energia prodotta da impianti fotovoltaici.

 

Certificazione energetica a Parma: a chi rivolgersi

Come abbiamo detto in precedenza, la competenza legislativa in questo ambito spetta alle Regioni italiane, che autonomamente accreditano gli enti o i professionisti che possono rilasciare il documento. Per ottenere la certificazione energetica a Parma e provincia, ci si può rivolgere a Geo-Art S.r.l., uno studio tecnico di geometri con sede a Collecchio e nel capoluogo. I geometri di Geo-Art sono certificatori energetici accreditati dalla Regione Emilia Romagna, e oltre al rilascio dell’APE svolgono moltissimi servizi in ambito edile, amministrativo, immobiliare e catastale.

Per avere informazioni o richiedere un preventivo, visitate il sito web: www.geo-art.it.

]]>
Da costruttore a designer: quando l’arte di produrre serramenti fa crescere il fatturato Tue, 06 Mar 2018 10:59:53 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/472008.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/472008.html L'Ippogrifo L'Ippogrifo  

Durante il 2017 sono state introdotte molte novità nell’azienda rodigina, a partire dalla nuova brand identity. Tutto ciò rientra nella strategia globale di Pavanello Serramenti che punta a diventare un vero e proprio hub di esperienze attorno al mondo finestra.

 

 

Il 2017 è stato un grande anno per Pavanello Serramenti, che ha visto un aumento di fatturato di circa il +14% rispetto al 2016 e una sempre maggiore presenza sul territorio, sia tramite i rivenditori sia attraverso gli eventi formativi dedicati agli agenti.

Dal 1948 molte cose sono cambiate, ma la sostanza resta la stessa: qualità e attenzione per i dettagli. Due concetti che hanno trasformato l’impresa da piccola azienda artigiana a grande marchio riconosciuto e apprezzato in Italia e nel mondo.

Questa passione, che da tre generazioni anima il cuore di Pavanello Serramenti, ha evoluto l’azienda da semplice produttore di serramenti a vera e propria realtà di window design, un’impresa che non solo produce serramenti ma crea esperienze, migliora gli ambienti e la quotidianità, con un approccio sempre più votato alla gratificazione del cliente.

Per raggiungere questo obiettivo, Pavanello Serramenti ha dato vita nel corso del 2017 a diversi progetti innovativi: si è iniziato dalla base, dalla formazione. I webinar per i rivenditori sono stati il primo passo per avvicinare sempre più l’azienda ai clienti e alle loro necessità, fornendo ai rivenditori ufficiali Pavanello Serramenti tutte le informazioni e gli strumenti necessari per fornire al cliente finale un’esperienza unica.

L’evoluzione di Pavanello Serramenti si è espressa poi con un nuovo logo, che non abbandona il passato ma rende attuali i valori tradizionali dell’azienda, gettando le basi della nuova brand identity.

Creare un’esperienza unica per i clienti significa anche assisterli per tutta la vita del serramento: per questo è stato ideato un esclusivo kit di cura per i prodotti in legno, che consente di mantenere inalterate nel tempo le finestre.

I piani per il 2018 sono molti e ambiziosi: già in progetto è un prestigioso showroom firmato dall’architetto Giorgio Marchesi, nel quale sarà presente anche un’innovativa sala per la realtà virtuale. Poi si procederà con un nuovo impianto di produzione che sfrutterà tecnologie all’avanguardia e infine un evoluto software per la creazione di modelli 3D in realtà virtuale.

Tutto ciò fa parte di un approccio integrato che Pavanello sta mettendo in piedi per proporsi non più come semplice produttore di finestre in legno, ma come vero hub di esperienze in grado di offrire un servizio di prima classe ai clienti dall’inizio alla fine.

 

Francesco Pastoressa
Ufficio Stampa L’Ippogrifo®
Tel. +39 040 761404
www.ippogrifogroup.com

]]>
I marchi di Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems ora specializzati per rafforzare la leadership sul mercato Mon, 05 Mar 2018 11:00:38 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471881.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471881.html Fabrizio Pivari Fabrizio Pivari Climaveneta diventa il marchio del Gruppo specializzato sulle applicazioni comfort e process mentre RC si focalizza sul segmento IT Cooling

Approccio specializzato al mercato
Il mercato della climatizzazione mostra oggi normative sempre più rigide e complesse, maggiore concorrenza e crescente specializzazione tecnologica. Questi fattori hanno portato Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems a creare le migliori condizioni per una crescita progressiva ed un rafforzamento della propria leadership, attraverso un approccio differenziato e specializzato. Per cogliere le opportunità del mercato e sfruttare al meglio le sinergie all'interno del gruppo Mitsubishi Electric, la nuova strategia della Società si concretizza quindi in una forte specializzazione dei propri marchi nei diversi segmenti.

Climaveneta si specializza su comfort e process
Grazie alla sua vasta esperienza come leader europeo nella climatizzazione, Climaveneta, che ha fornito sistemi efficienti, affidabili ed eco-sostenibili per i progetti più prestigiosi in tutto il mondo, diventa il marchio del Gruppo specializzato nel comfort e nelle applicazioni process.

RC si focalizza sull’IT Cooling
Per contro RC si è distinta nella fornitura di soluzioni per il raffreddamento dei data center, nel corso dei suoi 50 anni di esperienza nel mercato. Forte di questa eredità, RC diventerà il marchio del Gruppo specializzato nell’IT Cooling, accorpando l'esperienza di RC e quella di Climaveneta in questo segmento. Il risultato è una nuovissima organizzazione aziendale che fornisce la gamma di prodotti più completa, in grado di combinare le migliori tecnologie, soluzioni e innovazioni di entrambi i marchi, sfruttando la R&S, le operations e le funzioni centrali integrate.

A Mostra Convegno le soluzioni per Comfort e IT Cooling
Mostra Convegno è il più importante evento mondiale nel mercato della climatizzazione e nel riscaldamento, con forte focus su comfort, efficienza energetica e innovazioni tecnologiche.
Mitsubishi Electric Hydronics & IT Cooling Systems SpA presenta quindi in fiera i prodotti Climaveneta più innovativi, performanti ed eco-compatibili per il comfort e le novità RC ad elevata efficienza per le applicazioni IT Cooling.

Nello specifico, nell'area dedicata al comfort, verranno presentati i nuovi prodotti Climaveneta, tra cui le ultime soluzioni per il comfort abitativo: le nuove pompe di calore i-BX-N e terminali idronici i-LIFE2 SLIM, in versione aggiornata.
In linea con la forte attenzione del marchio Climaveneta verso i temi di efficienza e sostenibilità, l'Azienda presenta i-NX-Q, la nuova nata nella famiglia INTEGRA: una pompa di calore polivalente per la produzione simultanea di raffreddamento e riscaldamento e i-FX-HFO, il nuovo chiller con  refrigerante ecologico HFO. E’ inoltre presente in fiera, la nuova unità WIZARDX, collegabile a Mr. Slim di Mitsubishi Electric; questa soluzione combinata rappresenta le sinergie che si stanno creando all'interno del Gruppo, e viene presentata in prima assoluta a Milano.

L’area dedicata all’ IT Cooling contiene invece le nuove soluzioni per il raffreddamento dei data center a marchio RC. i-NR-FC-Z: il refrigeratore condensato ad acqua con compressore inverter e free-cooling in grado di massimizzare l’efficienza energetica del data center, due soluzioni per la climatizzazione di precisione con un forte focus sul condizionatore NEXT X-TYPE, in grado di combinare affidabilità e efficienza energetica, garantendo livelli di pPue inferiori a 1.07, oltre ad una soluzione di compartimentazione. Anche per il  segmento IT Cooling viene inoltre presentata una soluzione integrata con unità per la climatizzazione di precisione RC e MR. Slim di Mitsubishi Electric.
Un focus particolare sarà poi dedicato al ClimaPRO, il sistema di ottimizzazione che, attraverso la gestione integrata di tutti i component dell’impianto, massimizza l’efficienza energetica del sistema con un approccio predittivo.

Segui Mehits:
www.melcohit.com

Media Relations:
Sara Di Clemente
sara.diclemente@melcohit.com

]]>
Ceramiche Milano Sat, 03 Mar 2018 18:10:49 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471807.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471807.html Ceramiche Milano Ceramiche Milano Ceramiche Milano: le Ceramiche di Sassuolo a Milano

Un brand Nuova Edil Milano dedicato solo ed esclusivamente alle ceramicherivestimenti e arredo bagnoper le ristrutturazioni di caseappartamentibagnicucinevillecapannoni industrialinegozi...

Vieni a trovarci nel nostro Show Room a Milano in Corso Buenos Aires 25!

Ti aspettiamo.

]]>
Ceramiche Milano Sat, 03 Mar 2018 18:10:27 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471806.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471806.html Ceramiche Milano Ceramiche Milano Ceramiche Milano: le Ceramiche di Sassuolo a Milano

Un brand Nuova Edil Milano dedicato solo ed esclusivamente alle ceramicherivestimenti e arredo bagno per le ristrutturazioni di case, appartamenti, bagni, cucine, ville, capannoni industriali, negozi...

Vieni a trovarci nel nostro Show Room a Milano in Corso Buenos Aires 25!

Ti aspettiamo.

]]>
Comunicato Stampa Wed, 28 Feb 2018 17:54:45 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471506.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471506.html Torino Finestre Torino Finestre Titolo > Infissi e Serramenti by Torino Finestre

Occhiello > Torino Finestre® (marchio registrato e tutelato dal Ministero dello Sviluppo Economico) è l'azienda specializzata nella fornitura all'ingrosso e al dettaglio di serramenti, infissi, finestre, porte blindate, porte interne realizzate e assemblate con le più avanzate tecnologie al mondo.


Corpo del testo > Dopo mesi di duro lavoro, è finalmente online il nostro sito web rivisitato nei contenuti e nella veste grafica, che faciliterà la vostra scelta stando comodamente seduti sul divano di casa. Collegandovi al portale, avrete la possibilità di visualizzare i migliori infissi e serramenti suddivisi per materiale e caratteristiche. Scegli con fiducia infissi, serramenti e finestre in PVC, in legno, in alluminio o combinando materiale per ottenere prodotti ancora più performanti. In questo modo otterrai sicuramente dei veri benefici per te e la tua famiglia: Il vero risparmio non avviene nel momento in cui si acquista una finestra, ma a lungo andare durante il suo utilizzo. In questo modo, il prodotto apporterà il risparmio considerevole desiderato per quanto riguarda il consumo di energia. Non solo troverai offerte imbattibili sui migliori serramenti sul mercato, ma anche offerte a prezzi fabbrica su porte blindate, tende da sole e sconti del 50% su tutte le porte interne.
Cosa aspettate? Venite a trovarci su https://www.torinofinestre.it/ e in particolare nella nuova sezione dedicata agli infissi https://www.torinofinestre.it/infissi-serramenti.
]]>
CANNA FUMARIA, IL NUOVO PASSAGGIO A TETTO IN LEGNO DI STABILE Tue, 27 Feb 2018 14:37:53 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471301.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471301.html STABILE SPA STABILE SPA L’attraversamento di tetti e solette di legno con una canna fumaria di stufe e camini a pellet o legna richiede una delicata e laboriosa operazione di installazione che eviti l'innesco di incendi da tetto legati proprio al mancato rispetto delle distanze tra tubo e materiali combustibili adiacenti. I dati, d'altronde, parlano chiaro: solo in Italia ogni anno si registrano oltre 12mila incendi innescati da canne fumarie non installate correttamente o non sottoposte alle dovute manutenzioni periodiche. Una problematica annosa e ben nota, sulla quale STABILE SpA ha deciso di investire tempo e risorse per offrire al mercato un prodotto che fosse realmente utile, innovativo, pratico e, soprattutto, sicuro. Il risultato? Micro Firestop, un modulo di attraversamento a tetto in grado di aumentare i livelli di prevenzione e protezione da incendio mediante l'utilizzo di nuovi materiali e l'adozione soluzioni tecniche inedite. DUE FUNZIONI IN UN SOLO PRODOTTO Attenzione, Micro Firestop non è un semplice passaggio a tetto con una funzione meramente isolante e ignifuga, ma è parte integrante del sistema camino: una vera e propria canna fumaria installabile in assoluta aderenza al tetto o alla soletta in legno. Un aspetto molto importate anche per i tecnici, che vedono così semplificato e migliorato il proprio lavoro in fase di progettazione e installazione. RIDUZIONE DELLE DIMENSIONI Questa doppia funzione (antincendio – scarico fumi) consente a Micro Firestop di garantire una significativa riduzione del diametro esterno: fino al 40% in meno rispetto a un sistema tradizionale. Un punto di forza che garantisce meno limitazioni a livello operativo e maggiore libertà di intervento quando lo spazio è limitato. ABBATTIMENTO DELLE TEMPERATURE In caso di incendio da fuliggine del camino (1000°C all'interno del condotto), Micro Firestop assicura una temperatura di contatto con il legno aderente di 80°C, valore in linea con quanto definito dalla norma EN 1859. Dunque, un abbattimento delle alte temperature superiore al 90%, legato principalmente all'interazione tra le performance dell’innovativo materiale isolante interno e il sistema di ventilazione periferico. MATERIALI E MISURE In estrema sintesi, il modulo Micro Firestop è composto da: un tubo interno in acciaio inox AISI 316L (che consente il passaggio dei fumi) rivestito da una coppella isolante in microporoso ad alta densità; un’intercapedine ventilata che consente un flusso continuo d’aria; un tubo di rivestimento esterno in acciaio inox AISI 304 (in pratica la parete in aderenza con il tetto o la soletta in legno). L'altezza di 942 mm consente di isolare le zone superiori e inferiori delle solette e solai previste dalla UNI 10683. Micro Firestop è compatible con qualsiasi sistema metallico STABILE SpA da 80 mm, 100 mm, 130 mm, 150 mm, 180 mm, 200 mm, 250 mm di diametro. VERSIONE NERO OPACO O INOX LUCIDO Per soddisfare il più possibile le richieste del mercato, l'azienda ha preso in considerazione anche l'aspetto estetico. Per questo motivo Micro Firestop viene proposto in due finiture: nero opaco e inox lucido. ACCESSORI Per offrire il massimo livello di flessibilità e sicurezza, STABILE SpA ha sviluppato una linea di accessori dedicata proprio a Micro Firestop. Il catalogo del modulo, infatti, contempla specifici collari di supporto, rosoni, faldali e scossaline da utilizzare sia in presenza di tetti piani che inclinati (fino a 45°). CERTIFICAZIONI I test di prova del modulo sono certificati da Istituto Giordano SpA (rapporto di prova n. 344080). Il campione è stato testato secondo le norme UNI EN 1859:2013 e UNI EN 1856-1:2009. Il modulo è certificato per l’installazione a contatto con solette e solai inclinati in legno. MICRO FIRESTOP IN SINTESI Diametro più piccolo: fino al 40% in meno rispetto a un attraversamento tradizionale Abbattimento delle temperature: da 1000°C a 80°C, con una riduzione superiore al 90% Doppia funzione: prevenzione/protezione dagli incendi e scarico fumi in atmosfera Semplicità e sicurezza: un unico modulo installabile a diretto contatto con superfici legnose di tetto o soletta L'AZIENDA Ogni giorno Stabile S.p.A., azienda leader nella produzione e nella distribuzione di canne fumarie e canali da fumo per tutte le applicazioni civili ed industriali, lavora per diventare più solida e funzionale. Oggi ci impegniamo per essere un passo più avanti di ieri e lo facciamo ad ogni livello della struttura aziendale. La sintesi tra la saggezza di una consolidata esperienza aziendale e l’entusiasmo di un management giovane e professionalmente preparato ci consente di offrire prodotti e servizi di alto profilo qualitativo. È così che in 40 anni l’azienda è diventata leader in Italia e in forte crescita sul mercato internazionale, ad oggi presente in 28 paesi nel mondo. m ]]> COMUNICATO STAMPA: STABILE MICRO FIRESTOP Tue, 27 Feb 2018 14:31:31 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471352.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471352.html STABILE SPA STABILE SPA

Buongiorno,
con la presente segnaliamo alla vostra attenzione il comunicato stampa relativo al lancio di un prodotto che andrà a incidere profondamente nel settore termotecnico nazionale e internazionale. 
Stiamo parlando di "STABILE MICROFIRESTOP​", il rivoluzionario modulo di attraversamento a tetto G-ZERO che abbatte le temperature del 90%, riduce gli ingombri del 40%, semplifica l'installazione e aumenta i livelli di prevenzione e protezione da incendio.
Un modulo assolutamente innovativo, progettato e realizzato in Italia da Stabile SpA, azienda attiva da oltre 40 anni nella produzione e distribuzione di sistemi per l'evacuazione dei fumi.

A vostra disposizione per qualsiasi informazione o chiarimento.​

]]>
Evento Presentazione SuperMario24 - Sabato 24 febbraio Garbagnate Milanese Fri, 23 Feb 2018 15:12:03 +0100 http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471003.html http://content.comunicati.net/comunicati/aziende/edilizia/471003.html Ufficio Stampa SuperMario24 Ufficio Stampa SuperMario24 In allegato Il comunicato Stampa e relativa immagine.
Grazie
Ufficio Stampa SuperMario24
]]>