Magazzino e scaffalature: focus sulla mappatura

10/mag/2018 12:48:40 switchup Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 3 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Con il termine mappatura, si intende la disposizione assegnata alle diverse referenze presenti all’interno della scaffalatura. Esistono due opzioni principali:

-          Mappatura a locazioni mobili (o random)

-          Mappatura a locazioni fisse

In svariati casi è possibile che i due criteri coesistano all'interno delle stesse aree di magazzino.

Mappatura a locazioni mobili

Questa tipologia di mappatura prevede che ogni referenza venga inserita all’interno della scaffalatura industriale in una locazione non predeterminata tramite un rigido schema, ma venga posta in una qualsiasi locazione vuota. Si parla di random ma la causalità non è totale: vengono infatti individuate delle regole che consentono di ottenere vantaggi operativi o di tipo qualitativo.

Mappatura a locazioni fisse

Per le zone di magazzino destinate al picking, si adotta invece generalmente il sistema a mappa fissa, concetto per cui una determinata referenza viene sempre assegnata alla medesima locazione. in queste circostanze è necessario studiare con attenzione i criteri allocativi, per trarne il massimo vantaggio in termini di produttività. Il criterio guida deve ovviamente essere ispirato alla massima efficienza e al rispetto dei principi dell'ergonomia.

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl