Flavio Cattaneo a sostegno dell'ecologia: Terna demolisce le 10 fondazioni dei tralicci dallo stagno del Parco Molentargius-Saline

Flavio Cattaneo a sostegno dell'ecologia: Terna demolisce le 10 fondazioni dei tralicci dallo stagno del Parco Molentargius-Saline Al via l'ultima fase dell'intervento di ambientalizzazione previsto da Terna nel Parco per il riassetto della rete dell'area di Cagliari.

17/dic/2009 15:32:54 Ufficio Stampa Extera Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Al via l'ultima fase dell'intervento di ambientalizzazione previsto da Terna nel Parco per il riassetto della rete dell’area di Cagliari.

Flavio Cattaneo rimane in primo piano anche sul fronte dell'impegno ecologico ambientale gestendo in modo puntuale le demolizioni di Terna nel Parco del Molentargius. Si tratta della fase conclusiva dell'intervento in Sardegna per la rimozione di conduttori e sostegni degli elettrodotti aerei a 150 kV nel Parco "Molentargius-Saline" nell'area cagliaritana, iniziato oltre due anni fa. Con l'impiego di speciali elicotteri (European Aircrane Elitanker) nel giro di 48 ore sono stati eliminati dallo stagno del Parco gli 80 blocchi in cemento armato, dal peso compreso tra 4 e 7,5 tonnellate, ricavati dal frazionamento delle 10 fondazioni dei tralicci dismessi da Terna nel 2007.

Per eseguire lo smantellamento dei basamenti in calcestruzzo sono state adottate tecnologie avanzate come la metodologia del 'taglio a filo diamantato' per ridurre al minimo l'impatto con l'ecosistema dello stagno di Molentargius, un'area protetta ricca di avifauna locale e popolata in modo specifico da tanti fenicotteri rosa che Terna, sin dall'inizio delle operazioni effettuate in Sardegna, ha voluto preservare dimostrando grande rispetto per l'ambiente e attenzione alle esigenze del territorio e della comunità. I lavori, partiti a metà settembre 2009 con le attività di taglio delle fondazioni prevedono, al termine della fase conclusiva, la messa a punto di idonei sistemi di imbracatura per il successivo elitrasporto dei blocchi in un'apposita zona di accumulo per lo smaltimento a discarica autorizzata dopo un'analisi chimica di alcuni campioni per la classificazione della tipologia del rifiuto.

L'intervento si colloca nella strategia di sviluppo sostenibile della rete elettrica che Terna persegue da anni. Un'ulteriore e importante operazione ambientale che rispecchia la visione 'sostenibile' della Società che si traduce in un costante dialogo con le Regioni e gli enti locali e nella volontà di ridurre l'impatto ambientale delle infrastrutture elettriche minimizzando l'invasività della rete e prestando particolare attenzione alle esigenze del territorio e della comunità.

La notizia è stata riportata da "Notizie tra le linee", il magazine online di Terna.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl