È possibile una gestione sostenibile della logistica alimentare?

20/set/2018 16:40:45 switchup Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Negli ultimi due decenni i sistemi di logistica alimentare hanno subito molte trasformazioni; la sfida più rilevante è sicuramente quella di rendere sostenibile il food logistics management. La complessità dei mercati globali e la sempre maggiore richiesta di prodotti da parte della popolazione non hanno permesso finora di formulare modelli avanzati di gestione sostenibile della logistica alimentare.

Le catene di approvvigionamento alimentare sono composte da organizzazioni che producono e distribuiscono ai consumatori prodotti vegetali o di origine animale. I consumatori, oggi, sono diventati più consapevoli dell'origine e del contenuto nutrizionale del loro cibo. Questo porta ad un crescente interesse per la tracciabilità, la freschezza e la qualità dei prodotti.

Allo stesso tempo, i produttori espandono gli assortimenti di prodotti per soddisfare i desideri del consumatore: ciò si traduce in decisioni più complicate di dimensionamento del lotto e maggiori costi di trasporto. Un aumento continuo della popolazione mondiale porta ad altre preoccupazioni: la sicurezza alimentare e la disponibilità di cibo in diverse parti del mondo.

Oltre agli obiettivi tradizionali di gestione della catena di fornitura, come la riduzione dei costi e il miglioramento della reattività, il Food Supply Chain Management richiede un approccio gestionale diverso che consideri anche le caratteristiche intrinseche dei prodotti e dei processi alimentari. Inoltre, le catene di approvvigionamento alimentare, così come altre tipologie di catene di approvvigionamento, si sono recentemente confrontate con un'altra tendenza: una richiesta di sostenibilità, che richiede approcci nuovi e avanzati.

Lo sviluppo sostenibile si occupa del bilanciamento tra impatto ecologico, economico e sociale a livello della società a lungo termine. Pertanto, un prodotto deve essere socialmente equo e rispettoso dell'ambiente oltre a essere prodotto in modo efficiente, competitivo e redditizio. La rapida evoluzione dello sviluppo sostenibile modifica gli obiettivi in ​​quasi tutte le catene di approvvigionamento comprese le Food Suplpy Chain e rende inappropriate le strategie tradizionali. Ciò ha portato allo sviluppo di un nuovo concetto in rapida crescita: il Food Supply Chain Management sostenibile.

Le grandi aziende, che hanno la potenza economica per implementare dei propri sistemi di ottimizzazione logistica, sono quelle che oggi possono fornire soluzioni adottabili anche da altre aziende. Ad oggi, difficilmente le piccole e medie imprese hanno le forze economiche per implementare dei propri sistemi per la gestione della logistica alimentare: ecco perché la gestione della filiera alimentare è diventata una questione importante sia nell'agenda pubblica che in quella aziendale.

In questo caso, possono essere di aiuto delle figure specializzate, anche esterne all’impresa, che possono supportare le decisioni aziendali riguardo alla sostenibilità dei processi logistici legati al cibo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl