La scrittrice Maria Marchese recensisce Cavalli in Corsa del pittore neorinascimentale ferrarese Marco Nava

19/mag/2019 15:23:38 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Rendiamo onore a Maestro e allievo

... MA QUANTO SA STUPIRE MARCO NAVA...!

" CAVALLI IN CORSA" ( Olio su tela 50x70)

L' artista ferrarese che ha tenuto l' osservatore sospeso, avviluppato tra le impalpabili trame di " S. Romano" ( via storica di Ferrara), oggi, con " Cavalli in corsa" mira ad esperire un sé diverso : egli, questa volta, ghermisce l' astante con una tela il cui idioma ha il mordente di un eloquio icastico e diretto.
La scelta stilistica di Nava si rivela attraverso un singolare neoastrattismo, le cui peculiarità lo vedono dimorare in perfetto equilibrio tra un primigenio istinto e un ricercato acume, indicativo di un' articolata appercezione.
L ' artista ferrarese ( le cui tele sono esposte a Milano proprio in questi giorni, in occasione del Festival del Nuovo Rinascimento ) dirime in quest' opera il proprio " chiasso interiore" disassemblando la realtà sensibile, donandole poi una nuova foggia attraverso l' attuazione di singolari " non forme", e operando una precisa scelta delle tinte.
L' utilizzo di tonalità opposte ( mi azzardo a definirle dicotomiche) e di qualche tenuità cromatica diffonde, in questo contesto, risolutezza e distinto fervore.
La genialità di "Cavalli in corsa" risiede
nell' apparente caos, che Egli ha sapientemente creato affinché lo sguardo intuitivo solamente sia in grado di coglierne e evincerne il senso.
Ma qual è il punto in cui Marco Nava trova quiete?
In questa sua fatica, egli esaurisce la propria tensione interiore risolvendola entro le cerchia di questo " cenacolo equestre" ( ove per cenacolo intendo un gruppo di artisti che perseguono un intento comune), nel quale il cavallo si fa allegoria di un' indoma, brada perizia artistica.
I cavalli di Marco Nava, il cui numero è inafferrabile, si muovono come strali lanciati per centrare il bersaglio, in un' ottica ove vige il "potere artistico assoluto" come indice di una rispettosa ricerca verso nuovi orizzonti artistico / evolutivi (... Oh evoluzionari...!)

Concludo osando : la scelta non casuale della cornice nera e oro parla di una ricerca di nicchia.

Maria Marchese �‘��‘�

Marco Nava

Finito !
Cavalli in corsa 50x70


Commenti
 

Mail priva di virus. www.avg.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl